il bollettino della pandemia

Coronavirus, ultimi dati: record di nuovi casi (24.991) e di tamponi (198.952). Altri 205 morti e 125 terapie intensive

Doppio record di nuovi casi di coronavirus e tamponi in Italia il 28 ottobre. Sono stati registrati 24.991 casi giornalieri su quasi 199mila tamponi effettuati. Incremento record in Lombardia: 7.558 nuovi casi

Coronavirus: il bollettino del 28 ottobre - I dati di oggi

Doppio record di nuovi casi di coronavirus e tamponi in Italia il 28 ottobre. Sono stati registrati 24.991 casi giornalieri su quasi 199mila tamponi effettuati. Incremento record in Lombardia: 7.558 nuovi casi


7' di lettura

I DATI DEL CONTAGIO
Loading...

Nuovo record di contagi da Coronavirus in Italia: sono 24.991 i casi giornalieri alle 17 di mercoledì 28 ottobre su 198.952 tamponi effettuati (altro record giornaliero). Ieri 27 ottobre i nuovi casi erano stati 21.944. Nelle ultime 24 ore si sono registrati altri 205 morti (rispetto ai +221 di ieri), e un aumento di 125 ricoverati in terapia intensiva (ieri +127) e di 1.026 ricoverati con sintomi (ieri +958).
In totale i casi di coronavirus hanno raggiunto quota 589.766.
I decessi totali, dall'inizio della pandemia, sono 37.905 . Le guarigioni, invece, sono state finora in totale 275.404.
Al momento, in Italia, si contano più malati (276.457 malati) che guariti:  i ricoverati con sintomi sono 14.981, mentre in terapia intensiva ci sono 1.536 pazienti e in isolamento domiciliare ci sono 259.940 persone.
Questo il quadro che emerge dai dati del report quotidiano del ministero della Sanità, elaborati come detto sulla base di 198.952 tamponi effettuati. Ieri, 27 ottobre, sono stati effettuati 177.398 tamponi.
Stabile intorno al 12,5% il rapporto tra tamponi effettuati e nuovi positivi al coronavirus: oggi 12,56% rispetto al 12,58% di ieri 27 ottobre.

In Lombardia incremento 7.558 casi, è dato più alto

Sono 7.558 i nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Lombardia, per la regione il dato più alto da sempre. Segue il Piemonte con oltre 2.800 casi, la Campania con 2.427 e il Veneto con 2.123 nuovi contagiati. Il Lazio ne registra 1.963. La regione con il minore incremento è il Molise con 19 casi.

Loading...

Lieve calo in Emilia-Romagna

Lieve calo dei contagi giornalieri in Emilia-Romagna, ma continuano a aumentare ricoverati e morti per Coronavirus. Rispetto a ieri si registrano 1.212 casi in più, su un totale di 21.376 tamponi e dall'inizio dell'epidemia il numero di positivi supera quota 50mila (50.494). La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti passa così dal 6,6% di ieri al 5,7% di oggi. Dei nuovi contagiati, sono 582 gli asintomatici, 196 erano in isolamento e 326 sono state individuati in focolai già noti. L'età media dei nuovi positivi è 43,3 anni. La situazione dei contagi nelle province vede quella di Modena con 280 nuovi casi, poi Bologna (222), Reggio Emilia (171), Rimini (114), Ravenna (96), Piacenza (91), Parma (75). Poi la provincia di Ferrara (57), l'Imolese (37), Cesena (36) e Forlì (33). I casi attivi sono 18.230 (+1.153), in isolamento a casa 17.112 (+1.072), il 93,8%. Quattordici i nuovi morti: quattro in provincia di Ravenna (una donna di 91 anni e tre uomini di 78, 90 e 91 anni), tre in provincia di Bologna (tre uomini di 73, 82 e 95 anni), tre in provincia di Parma (uomini di 72, 88 e 89 anni), due in provincia di Modena (2 uomini di 80 e 81 anni), uno in provincia di Reggio Emilia (un uomo di 85 anni) e uno in provincia di Ferrara (un uomo di 91 anni). I ricoverati in terapia intensiva sono 119 (+16), 999 quelli in altri reparti Covid (+65). Le persone complessivamente guarite salgono a 27.671 (+45 rispetto a ieri)

In 24 ore raddoppiano casi in Sardegna, 362

Nuova impennata di casi in Sardegna dove si segna un nuovo record di contagi in 24 ore: 362 nuovi positivi - 280 rilevati attraverso attività di screening e 82 da sospetto diagnostico - che fanno salire a 8.526 le persone colpite dal Covid-19 dall'inizio dell'emergenza. Più del doppio dei casi di ieri, 174 rilevati. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale si registrano anche sei vittime (205 in tutto) tre residenti nel nord Sardegna, e tre rispettivamente nelle province di Oristano, Sud Sardegna e Città Metropolitana di Cagliari. In totale sono stati eseguiti 257.266 tamponi con un incremento di 3.821 test. Sono invece 298 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (otto in meno rispetto al dato di ieri), mentre è di 37 (+1) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 5.013. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 2.937 (+54) pazienti guariti, più altri 36 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 8.526 casi positivi complessivamente accertati, 1.676 (+133) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 1.331 (+52) nel Sud Sardegna, 699 (+33) a Oristano, 1.147 (+14) a Nuoro, 3.673 (+130) a Sassari.

Veneto sfonda 2.000 casi giornalieri, 11 morti

Il Veneto sfonda i 2.000 casi giornalieri di Covid-19, con 2.143 nuovi contagi nelle ultime 24 ore, che portano il totale da inizio pandemia a 49.135 malati. Il Bollettino regionale registra inoltre 11 decessi, con totale a 2.355. Gli attuali positivi sono 21.600; in isolamento domiciliare vi sono 15.993 persone (+1.326), di cui 6.949 positive (+532) e 480 sintomatici. Cresce la pressione sugli ospedali, con 802 ricoverati nei reparti non critici (+53) e 94 (+6) nelle terapie intensive.

IL TREND GIORNO PER GIORNO
Loading...

In Toscana 1.708 positivi, 7 decessi

In Toscana sono oggi 1.708 i nuovi positivi al Coronavirus su un totale di 36.992 contagiati da inizio epidemia. I nuovi casi sono il 4,8% in più rispetto al totale del giorno precedente quando l'aumento era stato di 1.823 positivi. Sale l'età media dei casi odierni: è di 48 anni circa contro i 44 di ieri. I guariti crescono del 2,9% e raggiungono quota 13.335. I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.041.270, 13.811 in più rispetto a ieri. Sono 8.156 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 20,9% è risultato positivo: ieri i soggetti testati erano stati di più, 8.439, di cui il 21,6% positivo. Aumenta di 64 i ricoverati, che raggiungono quota 987, di cui 130 in terapia intensiva, + 11. Oggi si registrano 7 nuovi decessi: 4 uomini e 3 donne con un'età media di 82,3 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 1 a Firenze, 1 a Prato, 1 a Pistoia, 2 a Pisa, 1 a Livorno, 1 a Arezzo. In totale da inizio epidemia ci sono stati 1.297 pazienti deceduti.

Nuovo balzo in Puglia, 772 casi e 13 decessi

Sono stati registrati 772 casi positivi oggi mercoledì 28 ottobre in Puglia su 6.437 test per l'infezione da Covid-19, con un nuovo aumento (ieri erano 611 casi). E ci sono 13 nuovi decessi. Quasi la metà dei nuovi positivi sono in provincia di Bari (359); poi 117 in provincia di Foggia, 127 in provincia di Taranto, 86 nella provincia Bat, 39 in provincia di Lecce e, pure, 39 in provincia di Brindisi; 4 i residenti fuori regione e 1 in provincia non nota. Le morti sono 7 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Bari e una ciascuna nelle province di Brindisi, Bat e Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 537.592 test; 6.217 sono i pazienti guariti; il totale dei casi positivi Covid in Puglia è 16.353 e i casi attualmente positivi sono 9.437.

In Abruzzo +434, è record di nuovi casi e tamponi

Sono 434 i nuovi casi di coronavirus accertati con i test delle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall'analisi di 3.980 tamponi: è risultato positivo il 10,9% dei campioni analizzati. Ancora una volta è record di contagi e di tamponi in 24 ore. Oltre novemila i casi complessivi dall'inizio dell'emergenza ad oggi, la maggior parte dei quali riguardanti la seconda ondata. Si registrano due decessi recenti: il bilancio delle vittime sale a 534. Aumentano i ricoveri e le terapie intensive. Dei nuovi casi, 120, cioè il 27,6%, sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti. I nuovi positivi hanno età compresa tra sette mesi e cento anni. Quelli con età inferiore ai 19 anni sono 70: 24 in provincia dell'Aquila, dieci in provincia di Pescara, quattro in provincia di Chieti e 32 in provincia di Teramo. I due decessi recenti riguardano una 87enne di Pescara e una 86enne di Chieti. I casi complessivi in Abruzzo arrivano a 9.193: 2.487 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+154 rispetto a ieri), 1.752 in provincia di Chieti (+44), 2.603 in provincia di Pescara (+51), 2.186 in provincia di Teramo (+170), 59 fuori regione (invariato) e 106 (+15) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza

Rallentano ricoveri negli ospedali dell’Umbria

Sembrano rallentare i ricoveri Covid negli ospedali dell'Umbria dove oggi si trovano 292 pazienti, sette più di ieri, 37 dei quali, dato invariato, in terapia intensiva. Secondo i dati aggiornati della Regione superano quota 5 mila gli attualmente positivi, ora 5.004, con 401 casi accertati nell'ultimo giorno, 8.273 totali, quattro nuovi deceduti, 114, e 159 guariti, 3.155. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 4.746 tamponi, 286.380 totali.

TERAPIE INTENSIVE, RICOVERI E ISOLAMENTO DOMICILIARE
Loading...

In carcere Terni positivi 55 dei 514 detenuti

Focolaio Covid nel carcere di Terni, dove sono attualmente 55 i detenuti risultati positivi, su un totale di 514 reclusi. Lo si apprende da fonti penitenziarie. La quasi totalità dei contagiati, tutti della sezione alta sicurezza, sono asintomatici, ma sono stati necessari anche due ricoveri. Nel pomeriggio sono attesi i risultati di un'altra quarantina di tamponi, mentre domani dovrebbero essere sottoposti ai test circa ulteriori 90 detenuti. Al momento non si registrano casi di positività tra il personale della polizia penitenziaria, anche questo comunque sottoposto allo screening. In totale sono attorno ai 150 i detenuti positivi al Covid e circa 200 gli addetti al personale delle carceri contagiati. Lo rende noto il Garante nazionale delle persone private della libertà che segnala come si tratti di “un'incidenza lievemente maggiore di quella del maggio scorso”, anche se rispetto a quel periodo, “il numero di coloro che presentano sintomi è molto minore”. Non solo: “i dispositivi di protezione non rappresentano come allora un'ipotesi teorica e le stesse procedure messe in atto rendono meno probabile il possibile contagio”.

Dove eravamo rimasti: martedì 27 ottobre

Erano 21.994 i casi di positività al coronavirus alle 17 di martedì 27 ottobre. Al dato si è arrivati sulla base di 174.398 tamponi analizzati. Il totale dei contagi, dall'inizio della pandemia ammontava martedì a 564.776 (+5,04%). I morti che si sono registrati nelle 24 ore sono stati 221, con la cifra complessiva dell'epidemia che ha raggiunto il 27 ottobre le 37.700 unità. Gli attualmente positivi erano 255.090 e di questi 13.955 erano i ricoverati con sintomi, mentre 1.411 erano quelli in terapia intensiva. Si contavano poi 239.724 persone in isolamento domiciliare. Dimessi e guariti hanno raggiunto ieri 27 ottobre quota 271.988.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti