il bilancio del covid-19

Coronavirus, ultimi dati: in Italia altri 208 casi e 8 morti. Aumentano i malati (+67), tamponi in calo

Risalgono i contagi da coronavirus in Italia: +208 oggi 6 luglio rispetto a +192 di 24 ore fa. Per il secondo giorno consecutivo aumentano le infezioni: oggi 67 in più, con un aumento di pazienti in isolamento domiciliare e un ricoverato in più, mentre calano (-2) i malati in terapia intensiva

Coronavirus, Speranza: verifiche su estensione tso

Risalgono i contagi da coronavirus in Italia: +208 oggi 6 luglio rispetto a +192 di 24 ore fa. Per il secondo giorno consecutivo aumentano le infezioni: oggi 67 in più, con un aumento di pazienti in isolamento domiciliare e un ricoverato in più, mentre calano (-2) i malati in terapia intensiva


5' di lettura

Sono 241.819 i casi complessivi di coronavirus in Italia alle 17 di lunedì 6 luglio, in crescita di 208 unità rispetto al giorno precedente (+0,09%). Ieri l’aumento era stato di 192 unità.
Nelle ultime 24 ore si sono registrate 8 morti (+0,02%) che portano il totale, dall'inizio della pandemia, a quota 34.869. Le guarigioni, invece, sono state 133 in un giorno, per un totale di 192.241 all'insegna di un incremento dello 0,07% per cento.
Al momento, in Italia, si contano 14.709 malati , 67 in più di ieri 5 luglio, +0,46% rispetto a domenica. I ricoverati con sintomi sono 946 (uno in più di ieri), mentre in terapia intensiva ci sono 72 pazienti, 2 in meno rispetto al giorno precedente e in isolamento domiciliare 13.691 persone (rispetto alle 13.623 di ieri, in aumento di 68 unità).

Questo il quadro che emerge dai dati del report quotidiano del ministero della Sanità, elaborati sulla base di 22.166 tamponi effettuati. Nella giornata precedente, invece, i tamponi erano stati 37.462, mentre sabato ne erano stati elaborati 51.011, venerdì se ne registravano 77.096 e giovedì 2 luglio 53.243.
Il rapporto tra tamponi e nuovi casi oggi 6 luglio è salito a 0,94% mentre ieri era 0,51 per cento.

Nel report si segnala che il Friuli Venezia Giulia riporta un calo dei guariti rispetto a ieri per ché è stata «rilevata una ripositivizzazione».

In Lombardia, la regione più colpita dal contagio, si registra oltre la metà nei nuovi casi (111), altre 3 vittime, 61 nuove guarigioni, mentre è stabile (36) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le guarigioni arrivano a quota 68,335, i morti totali sono 16.700, i casi totali 68.335, con 9.492 infezioni in corso. Pochi i tamponi elaborati nelle ultime 24 ore: 5.855 rispetto agli 8.772 di ieri.

Veneto, oggi solo un nuovo caso. Mille euro di multa a chi vìola l’isolamento

Solo un nuovo caso di positività al coronavirus è stato registrato in Veneto dalle 17 di ieri 5 luglio, dove non c'e' stata nessuna vittima. Lo segnala il bollettino di stamane della Regione. I contagiati totali salgono così a 19.327, il numero dei morti (tra ospedali e case di riposo) resta fermo a 2.024. Il numero dei pazienti nelle terapie intensive è 10. Gli attuali positivi sono 384.
Una nuova ordinanza della Regione intanto prevede che se vi è uscita dall'isolamento fiduciario, anche per soggetti negativi al tampone, la sanzione in Veneto viene confermata a 1.000 euro

Roma, altri 12 casi collegati a Bangladesh

Altri 12 casi a Roma collegati a rientri dal Bangladesh: salgono a 39 i casi collegati al paese asiatico. La Regione Lazio sta predisponendo l'ordinanza «per garantire che vengano eseguiti i test e i tamponi a tutti i viaggiatori del volo speciale in arrivo oggi da Dacca (Bangladesh) autorizzato dall'Enac. Le operazioni si rendono necessarie ai fini di sanità pubblica», precisa l'assessore alla sanità del Lazio Alessio D'Amato.«Abbiamo trovato la piena disponibilità da parte di Aeroporti di Roma (ADR). Il rientro è previsto intorno alle ore 17.45. Sono in corso i sopralluoghi tecnici», precisa D'Amato. Dopo lo sbarco e dopo le usuali misure di prevenzione (misurazione della temperatura) verranno svolti, da personale del servizio sanitario regionale e dalle USCA-R, i test sierologici e i tamponi. In attesa degli esiti dovranno esser posti in isolamento. I passeggeri previsti sul volo sono circa 250 unità.

CORONAVIRUS IN ITALIA, LA MAPPA DEL CONTAGIO
Loading...

Spallanzani, 85 ricoverati, finora 506 dimessi

In questo momento sono ricoverati allo Spallanzani 85 pazienti. Di questi 42 sono positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2, 43 sottoposti ad indagini. 4 pazienti necessitano di Terapia Intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 506.

Campania: 9 casi in Irpinia, si teme focolaio

Preoccupano i nove nuovi contagi da Covid-19 in provincia di Avellino accertati nelle ultime 48 ore. I possibili focolai sarebbero stati originati probabilmente da persone che rientravano da paesi esteri. Sei persone residenti a S.Lucia di Serino, tra cui un venezuelano di 69 anni ma da dieci anni residente in Irpinia, ricoverato sabato scorso in condizioni critiche anche per patologie pregresse, sono risultate positive ai tamponi al “Moscati” di Avellino; un contagiato a S.Michele di Serino; 2 a Rotondi, appartenenti allo stesso nucleo familiare, mentre per altri due di Serino si attende l'esito del secondo test dopo che erano risultate negative al primo. A Moschiano, dove una 32enne di nazionalità romena era risultata positiva venerdì al tampone dopo essersi recata in ospedale per partorire, 40 persone che abitano nella palazzina in cui risiede la donna, sono state sottoposte ad isolamento e sottoposte a tampone L'azienda ospedaliera “Moscati” di Avellino, temendo la possibilità di dover fronteggiare eventuali focolai, ha riaperto la palazzina Covid.

Altro cluster in Toscana, 10 casi a Viareggio

Individuato un cluster di Covid-19 a Viareggio (Lucca). Si tratta di 8 persone di origine bengalese, residenti nella cittadina versiliese, appartenenti a due nuclei familiari, oltre a 4 ospiti: tra questi 10 i positivi di cui una persona ricoverata a Livorno, gli altri trasferiti in albergo sanitario. Gli altri 2, risultati negativi, stanno trascorrendo la quarantena a domicilio. Il contagio, spiega la Asl, sarebbe partito da uno degli ospiti proveniente da Dakka e atterrato a Roma, la settimana scorsa. La segnalazione è giunta alla Azienda sanitaria Toscana Nord Ovest dalla Regione Toscana attraverso il ministero della Salute. L'igiene e sanità pubblica della Asl “sta completando l'indagine epidemiologica per verificare quali sono stati i contatti lavorativi stretti e mettere in atto così tutte le azioni necessarie per contrastare l'espandersi del contagio. Non è stata necessaria l'ordinanza del sindaco di Viareggio perché tutte e 9 le persone hanno accettato spontaneamente la soluzione dell'albergo sanitario”. Quello di Viareggio è il quarto cluster individuato in Toscana: gli altri sono due in provincia di Arezzo e uno nel Fiorentino, e si sono sviluppati in ambito familiare tra cittadini stranieri, come spiegato giorni fa dalla Regione.

IL TREND GIORNO PER GIORNO
Loading...

Secondo giorno zero nuovi casi Umbria

Secondo giorno consecutivo con nessun nuovo caso di coronavirus accertato in Umbria. Immutati tutti i principali parametri riportati sul sito della Regione. Rimangono quindi 14 gli attualmente positivi, 80 i deceduti, 1.353 i guariti e quattro i ricoverati in ospedale. Nell'ultimo giorno sono stati eseguiti 202 tamponi, 100 mila 395 totali.

In Basilicata fatti 245 tamponi, tutti negativi

Sono risultati tutti negativi i 245 tamponi esaminati nello scorso fine settimana in Basilicata: lo ha reso noto la task force regionale. I dati dell'epidemia sono quindi sostanzialmente inalterati: due soli contagi confermati in Basilicata (entrambi in isolamento domiciliare). Dall'inizio dell'emergenza sanitaria, vi sono stati 27 morti a causa del covid-19 e 371 persone guarite. In totale, sono stati analizzati 40.807 tamponi, 40.385 dei quali risultati negativi.

Nessun nuovo caso positivo in Alto Adige

Restano stabili i numeri dell'epidemia da coronavirus in Alto Adige: i laboratori dell'Azienda sanitaria provinciale, nelle ultime 24 ore, hanno effettuato 156 tamponi dai quali non è emerso nessun caso positivo. Il totale delle persone che hanno contratto l'infezione da Covid-19, quindi, resta fermo a 2.647. Nei normali reparti degli ospedali sono ricoverati sempre 5 pazienti affetti da Covid-19, mentre sono 6 le persone considerate casi sospetti. Altre 246 persone attualmente si trovano in quarantena obbligatoria o in isolamento domiciliare. I guariti sono 2.272 (2 in più rispetto ad ieri). A questi si aggiungono 869 persone che avevano un test dall'esito incerto o poco chiaro e che in seguito sono risultate per due volte negative al test.

Dove eravamo rimasti

Ieri 5 luglio - sulla base di 37.462 tamponi elaborati - il numero totale di casi è arrivato a quota 241.611, in crescita di 192 unità rispetto al giorno precedente (+0,08%). Nelle precedenti 24 ore si sono registrate 7 morti (+0,02%, 6 in Lombardia e 1 in Emilia Romagna) che hanno portato il totale, dall'inizio della pandemia, a quota 34.861. Le guarigioni, invece, sono state in totale 192.108 all'insegna di un incremento dello 0,09% per cento. Ieri si è registrata una leggera risalita delle infezioni: 14.642, 21 in più rispetto ali 4 luglio (+0,14%). I ricoverati con sintomi sono risultati 945 (rispetto ai 940 del 4 luglio) e 74 sono risultati i pazienti in terapia intensiva, 3 in più rispetto al giorno precedente, mentre i malati in isolamento domiciliare sono risultati 13.623 (rispetto ai 13.610 del 4 luglio).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti