i numeri dell’epidemia

Coronavirus Italia, ultimi dati: altri 219 nuovi casi, 3 morti, minimo da febbraio

'Picco' di nuovi casi dall’estero in Toscana. Altri 48 nuovi positivi al Covid-19 in un solo giorno in Veneto, dove la ripresa dei contagi sta riportando la regione in una situazione di allarme

Coronavirus, Ministero Salute: persiste una circolazione diffusa

'Picco' di nuovi casi dall’estero in Toscana. Altri 48 nuovi positivi al Covid-19 in un solo giorno in Veneto, dove la ripresa dei contagi sta riportando la regione in una situazione di allarme


4' di lettura

In discesa il numero degli italiani contagiati dal coronavirus. Alle 17 il bollettino diffuso congiuntamente da ministero della Sanità e Protezione civile riporta la cifra di 219 nuovi casi in più rispetto a ieri, venerdì 18 luglio, quando l'incremento era stato di 249 unità. Sono quindi 12.440 (+72) le persone attualmente positive (erano 12.368), i guariti 196.949 (+143) mentre i decessi crescono di 3 unità e arrivano a 35.045 (erano 35.042). Nel bollettino quotidiano si evidenzia però che il Molise segnala un caso del 18 luglio che risulta essere negativo confermato (il che porterebbe a 218 nuovi contagi). I casi totali salgono a 244.434.

Il numero di tamponi effettuati nelle ultime 24 ore è invece di 35.525 unità, il che porta il totale dei test effettuati dall'inizio dell'epidemia a 6.238.049 (per 3.740.447 casi testati). Al momento, i soggetti ricoverati in terapia intensiva sono 49, 743 quelli ricoverati con sintomi, e 11.640 quelli che vengono tenuti sotto osservazione medica in isolamento domiciliare.

Picco di nuovi casi in Toscana

Dopo giorni con numeri bassissimi di infezione da coronavirus, nelle ultime 24 ore in Toscana si registra una piccola impennata caratterizzata da 16 nuovi casi (di cui ben 14 dall'estero: 13 dall'Albania, un altro dall'Ecuador). Secondo l'ultimo report sanitario, i nuovi casi sono stati accertati a Firenze, Arezzo e Massa Carrara e preoccupano la Regione che pure aveva già adottato misure per tracciare i passeggeri che arrivano in aeroporti della Toscana. In positivo si registra il fatto che per la prima volta dall'inizio di marzo, da quando si è affermata l'emergenza Coronavirus, in Toscana non si registra nessun paziente nei reparti di terapia intensiva.

Governatore Rossi: ora intervenga il Governo

Ora il presidente Enrico Rossi chiede al Governo i dati di chi atterra in altri scali in Italia. “Occorre che il Governo intervenga: in particolare i ministeri dell'Interno e della Salute”, afferma Rossi preoccupato dai focolai di ritorno di origine straniera. “Altrimenti - conclude - se il tracciamento dei passeggeri e la loro sorveglianza attiva non sarà possibile, non resterà che un'unica opzione: bloccare i voli diretti”. “Senza i dati di chiunque atterri in Italia - ripete Rossi - non resta che bloccare i voli”. Nell'ultima settimana si sono registrati 52 nuovi casi Covid-19 in Toscana di cui ben 31 sono di origine straniera, di cui 27 solo dall'Albania, comunità che in Toscana conta 60mila persone.

In Veneto +48 infettati in un giorno

Altri 48 nuovi positivi al Covid-19 in un solo giorno in Veneto, dove la ripresa dei contagi sta riportando la regione in una situazione di allarme. Il totale degli infetti da inizio epidemia sale a 19.607. Lo evidenzia il bollettino odierno della Regione. Rispetto a ieri mattina si conta anche un nuovo decesso, per un dato totale delle vittime (tra ospedali e case di riposo) di 2.050. Un dato positivo arriva però dalla diminuzione (-28) dei soggetti in isolamento domiciliare, scesi a 1.594. I ricoverati nei normali reparti con diagnosi di Covid sono 130 (+1), quelli nella terapie intensive 7(-1).

In Lombardia nessun morto: non accadeva dal 22 febbraio

Non si è registrato nessun morto per coronavirus in Lombardia, non succedeva dal 22 febbraio, quando morì a Casalpusterlengo, nel Lodigiano, a 77 anni Giovanna Carminati, la prima vittima lombarda. Con 7.039 i tamponi effettuati, sono stati 33 i positivi registrati di cui 13 a seguito di test sierologici e 15 'debolmente positivi'..Rimangono 22 i ricoverati in terapia intensiva, stesso numero di ieri, mentre sono 148 quelli negli altri reparti (-1). Fra i nuovi positivi, 7 sono stati registrati a Bergamo così come a Milano (di cui 4 in città), 6 a Brescia. Nessun caso a Lecco, Lodi, Mantova e Sondrio.

Nel Lazio 17 casi, 10 dall’estero

“Oggi registriamo un dato di 17 casi. Di questi 10 sono casi di importazione: 6 casi sono di nazionalità del Bangladesh, un caso dall'Iraq, due dal Pakistan e uno dall'India”. Così l'assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato. “Questa mattina ho fatto visita alla Rsa pubblica di Albano e voglio ringraziare tutto il personale della ASL Roma 6 per il grande impegno e la professionalità mostrati in questo periodo di emergenza - aggiunge D'Amato - Queste strutture dimostrano l'importanza dell'impegno pubblico nella tutela e nel sostegno, non solo sanitario, alle fasce fragili della popolazione. Ho trovato un ambiente confortevole e personale qualificato e fortemente motivato”.

In Emilia Romagna scoperti 51 nuovi positivi

Sono 51 invece i nuovi casi di positività scoperti nelle ultime 24 ore in Emilia-Romagna. Secondo i dati diffusi dalla Regione sono stati individuati con 2.730 tamponi. Dei positivi, 42 sono asintomatici e la gran parte di loro fa parte di focolai già noti o sono appena rientrati dall'estero e quindi sottoposti al test. Non si è registrato nessun decesso. I casi attivi sono 1.266 (32 in più di ieri), ma calano i ricoverati nei reparti Covid (81, -4), ai quali si aggiungono le otto persone che restano ricoverate in terapia intensiva. Le province dove è stato riscontrato il maggior numero di casi sono Reggio Emilia (11) e Ravenna (9).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti