cosmetica

Coronavirus, Bulgari e Icr insieme per l’emergenza

Nella gara di solidarietà anche la veenziana Mavive e l’umbra Astra Make-up con donazioni e riconversioni industriali per produrre gel disinfettanti per le mani

di Marika Gervasio

default onloading pic

Nella gara di solidarietà anche la veenziana Mavive e l’umbra Astra Make-up con donazioni e riconversioni industriali per produrre gel disinfettanti per le mani


3' di lettura

Lusso e cosmetica si alleano nella lotta al coronavirus, come hanno fatto Bulgari e Icr. Ma la gara di solidarietà continua anche con Mavive e Astra Make-up che dedicano risorse alla causa e riconvertono la produzione industriale per produrre gel disinfettanti per le mani.

Bulgari
Un mese dopo aver annunciato un'importante donazione all’ospedale Spallanzani per l’acquisto di un nuovo microscopio 3D ad alta definizione indispensabile per la ricerca, Bulgari (gruppo Lvmh) ha deciso di produrre insieme al suo storico partner di fragranze Icr (Industrie Cosmetiche Riunite, Lodi), diverse centinaia di migliaia di flaconi di gel disinfettante per le mani da fornire in via prioritaria a tutte le strutture mediche attraverso il coordinamento del Dipartimento della Protezione Civile Italiana. La produzione prevede 6mila pezzi al giorno fino ad arrivare ad un totale di 200mila flaconi in circa due mesi.

«Credo che come grande protagonista dell’economia e simbolo dell’Italia, Bulgari abbia la responsabilità di contribuire allo sforzo nazionale per aiutare a prevenire, combattere e debellare il Covid 19 - commenta il ceo
di Bulgari Jean Christophe Babin -. Grazie alla nostra esperienza nel campo delle fragranze, siamo stati in grado di sviluppare insieme a Icr un gel disin fettanteche sarà prodotto nello stabilimento di Lodi dove vengo no normalmente realizzate le nostre fragranze. Consapevoli della difficile situazione che stiamo vivendo, riteniamo che sia nostro dovere contribuire con il nostro know how e mettere a disposizione le nostre strutture di produzione e ringraziamo il Diparti mento della Protezione Civile Italiana che si occuperà della raccolta e distribuzione».

Il gel disinfettante sarà distribuito in flaconi riciclabili da 75 ml attraverso i Dipartimenti preposti alla gestione dell’emergenza, coordinati dalla Protezione Civile Italiana e al fine di aiutare le strutture sanitarie attualmente in prima linea nella lotta contro il virus.

«Essere partner di Bulgari da ormai 28 anni vuol dire per noi essere parte di una grande fami glia - affermano Roberto, Ambra e Giorgia Martone di Icr -. E una grande famiglia non può che unire le forze in un momento così difficile per aiutare chi ha bisogno. È per noi un onore e un dovere verso l’intero Paese. Ringraziamo i nostri dipendenti che in questi giorni ci aiuteranno a produrre manualmente un prodotto essenziale per medici e infermieri, impegnati in prima linea ogni giorno senza tregua né riposo».

Mavive
La veneziana Mavive – acronimo di Massimo Vidal Venezia, fondata nel 1986 sulle orme della storica Vidal Profumi – ha riconvertito parte della propria produzione per sostenere la battaglia contro il COVID-19.
Grazie allo sforzo di tutto il personale dell’azienda e dei suoi partner che hanno colto la sfida con massimo entusiasmo e dedizione, la riconversione della produzione dall’alta profumeria ai prodotti igienizzanti è stata messa in atto e già dalla prossima settimana saranno distribuiti nel mercato da 700mila a 1,5 milioni di prodotti igienizzanti mantenendo l’alta qualità tipica del made in Italy e con un prezzo calmierato.

La base alcolica del gel detergente Ecopure di Monotheme aiuta a prevenire la diffusione dei germi. Nutre la pelle idratandola grazie alle proprietà del timo e al contempo la igienica grazie all’effetto antibatterico. La sua formula innovativa con olio essenziale di timo è arricchita con un agente nutriente protettivo per la pelle che dona un effetto morbido e setoso alle mani. Sarà disponibili nelle farmacie, nella grande distribuzione e nello shop online di Mavive. Un sapone per mani in glicerina trasparente con antibatterico completerà la collezione a partire da maggio.

Astra Make-Up
Dall’alta profumeria al trucco, Astra Make-Up - azienda umbra la cui filosofia è da sempre fondata su valori etici, ambientali e sociali - finanzia l’acquisto di respiratori per l’ospedale Covid-19 di Pantalla (Todi, in provincia di Perugia). Dopo il contributo di Astra è stata lanciata una iniziativa di crowdfunding che sta coinvolgendo tutta la città di Todi.

«Ci sentiamo vicini alla comunità in cui viviamo e operiamo - afferma il direttore generale Simone Settimi - e con questo gesto vogliamo trasmettere la nostra solidarietà per sostenere concretamente i pazienti affetti da COVID-19, supportando anche i professionisti che ogni giorno operano con coraggio e professionalità nella nostra struttura ospedaliera».

«Mai come oggi la salute viene prima di tutto - continua Lucia Menghella, amministratore delegato -. Noi concepiamo la nostra impresa come un'istituzione sociale, prima che economica: per questo motivo intendiamo lanciare un segnale di speranza e di consapevolezza anche a nome di tutti i nostri concittadini».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti