CORONAVIRUS

Coronavirus, la mappa a colori e che cosa si può fare nelle zone gialle rosse e arancioni

Ecco le regole per le zone rosso, arancione e giallo e la mappa dell’Italia con le restrizioni scattate da venerdì 6 novembre

default onloading pic

Ecco le regole per le zone rosso, arancione e giallo e la mappa dell’Italia con le restrizioni scattate da venerdì 6 novembre


2' di lettura

(aggiornato alle 19,00 del 27 novembre 2020)

Il nuovo Dpcm, per contrastare l’emergenza Coronavirus, firmato nella notte tra martedì 3 e mercoledì 4 novembre 2020 dal premier Giuseppe Conte, contiene sia norme valide per tutto il territorio nazionale, sia delle norme che varranno a livello regionale.

Loading...

Le restrizioni sono scattate il 6 novembre e varranno fino al 3 dicembre 2020: danno la possibilità di un regime differenziato per dividere l'Italia in tre fasce di rischio contagio in base a 21 parametri.

La classificazione di ogni Regione in uno dei tre scenari indicati («rosso», «arancione» e «giallo») è stata decisa dal ministero della Salute sulla base di 21 parametri di riferimento.

Alcuni dei parametri che servono per l’inserimento nelle diverse fasce sono stati indicati dallo stesso premier: si tratta dell'indice di contagio Rt, dei focolai e della situazione di occupazione dei posti letto e della saturazione delle terapie intensive negli ospedali.
Vedi la mappa di Lab24 con tutti i dati

La definizione dei confini delle zone, d'intesa con i governatori, potrà riguardare l'intera Regione o «parti del territorio».

Ecco che cosa si potrà fare e cosa no in ognuno dei tre scenari (aprendo le singole schede sono visibili in dettaglio tutti i provvedimenti aggiornati con le schede ufficiali di Palazzo Chigi)

Loading...

Con successivi provvedimenti le Regioni possono passare da una fascia all’altra. Dal 15 novembre sono diventate zona rossa anche Campania e Toscana (che si sono aggiunte a Lombardia, Piemonte, Calabria, Valle d’Aosta e provincia di Bolzano) e sono passate in arancione Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche (oltre a Puglia e Sicilia). Dal 21 novembre è passato in fascia rossa l’Abruzzo. Ma il 27 novembre è stata annunciata un’ordinanza del ministero della Salute con la quale Calabria, Lombardia e Piemonte “scalano” in area arancione e Liguria e Sicilia in fascia gialla. Mentre dovrebbe essere ufficializzato dal 4 dicembre il passaggio in area arancione della Toscana.

ITALIA DIVISA IN TRE AREE
Loading...

Ecco dal 29 novembre la divisione delle Regioni:

Zona rossa: Abruzzo, Campania, Toscana, Valle d'Aosta, Provincia Autonoma di Bolzano

Zona arancione: Lombardia, Piemonte, Calabria, Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia, Umbria

Zona gialla: Lazio, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Veneto, Liguria, Sicilia

Segui la newsletter settimanale
Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti