l’indagine

Coronavirus, mascherine a prezzo calmierato in metà delle farmacie. Guanti introvabili

L’indagine è stata condotta dal Centro Studi Nazionale Ircaf nelle 20 città capoluogo di regione. Mediamente, nel comparto farmacie le mascherine chirurgiche a 50 centesimi sono presenti nel 53% del campione, mentre si trovano solamente in un supermercato su tre

di An.Ga.

Covid-19: quanto resiste il virus sulle superfici, dalle mascherine all'acciaio

L’indagine è stata condotta dal Centro Studi Nazionale Ircaf nelle 20 città capoluogo di regione. Mediamente, nel comparto farmacie le mascherine chirurgiche a 50 centesimi sono presenti nel 53% del campione, mentre si trovano solamente in un supermercato su tre


3' di lettura

Solo nel 61% di farmacie e supermarket si trovano le mascherine chirurgiche monouso o usa e getta; di queste il 16% è posto in vendita al prezzo medio nazionale di 1,29 centesimi di euro, mentre il 45 % sono acquistabili al prezzo calmierato di 61 centesimi di euro, scesi a 50 centesimi da martedì 19 maggio, in seguito dell'azzeramento dell’Iva prevista dal decreto Rilancio. Sono alcuni dei risultati della seconda indagine condotta dal Centro Studi Nazionale Ircaf, con l’avvio a regime della Fase 2, nelle 20 città capoluogo di regione, su un campione di 260 punti vendita, contattati telefonicamente, fra i quali 151 farmacie e 109 supermercati. Il tutto dopo l’accordo fra il Commissario all’emergenza Domenico Arcuri e Federfarma, Parafarmacie, ASF, Federdistribuzione, Coop e Conad per garantire la disponibilità delle mascherine chirurgiche a prezzo calmierato nelle farmacie ed i supermercati.

Mascherine a prezzo calmierato in una farmacia su due
Mediamente, nel comparto farmacie le mascherine a “prezzo calmierato“ sono presenti nel 53% del campione, ovvero in almeno una farmacia su due, mentre si trovano solamente in un supermercato su tre, segno che l'approvvigionamento attuale non soddisfa ancora pienamente la domanda crescente.

Genova città più rifornita
Nel dettaglio le mascherine a prezzo calmierato risultano presenti nel 70% dei casi a Genova, nel 67% a Catanzaro, Cagliari, Bologna, nel 63% Perugia e Venezia, nel 60% Milano e Aquila e Trieste, nel 48% Roma, 45% Torino, 42% Napoli e, con percentuali quasi inesistenti, a Palermo, Bari e Potenza. Situazione virtuosa a Firenze dove le mascherine a prezzo “calmierato“ sono risultate acquistabili solamente nel 28 % dei punti vendita contattati, ma la regione Toscana ha prioritariamente messo a disposizione di ogni famiglia un kit gratuito di mascherine da ritirare presso le farmacie. Va inoltre evidenziato che quasi tutti i punti vendita hanno fatto presente che «quando arrivano le mascherine chirurgiche a prezzo calmierato vanno subito a ruba». Per questo motivo, come già avevamo evidenziato con l'indagine precedente, la fornitura risulta discontinua.

Macherine lavabili a 4,90 euro
Le mascherine lavabili sono presenti nel 49% delle farmacie (nell'indagine precedente era al 30%), e nel 33% dei supermercati. Questo prodotto ha avuto un forte aumento in termini di vendite e comporta un piccolo risparmio per le famiglie essendosi ridotto il prezzo medio a 4,90 euro cadauna rispetto ai 5,01 euro risultato in occasione della indagine precedente. Permane la criticità della estrema eterogeneità di questo prodotto in termini di caratteristiche, materiale, numero di lavaggi consentiti tanto da rendere oggettivamente quasi impossibile un confronto.

Mascherine filtranti FFP2 meno disponibili
Altro dato che emerge è il calo della presenza delle mascherine filtranti senza valvola ora presenti nel 57% delle farmacie sentite (rispetto al 68% della indagine precedente) e presenti solo nel 10% dei supermercati. Ciò sembra denotare una domanda crescente fra i cittadini, ma non sempre un'adeguata informazione rispetto ad un corretto utilizzo soprattutto come presidio sanitario, con un costo medio nazionale di 6,68 euro cadauna (6,83 euro nelle farmacie e 5,43 euro nei supermercati ). Il prezzo più basso viene registrato a Potenza con 4,6 euro, seguito da Napoli a 5,03 euro, mentre si riscontra il prezzo più alto a Firenze, con ben 9,67 euro, 9,50 a Venezia, 8,70 a Bologna, 7,9 a Palermo, 7,50 a Catanzaro e Cagliari, 7 a Perugia, 6,96 a Bari, 6,90 ad Aosta, 6,50 a Bolzano, 6,46 a Roma e 6 euro e 30 centesimi a Milano .

Guanti in lattice introvabili
Sono sconfortanti i dati sulla presenza dei guanti in lattice e sul loro prezzo: solo nel 15% dei punti vendita sono reperibili. Un dato tanto più grave considerando l'obbligo di indossarli nei supermercati e in alcuni negozi. Il prezzo medio è di 0,57 euro al paio, con forti differenze (0,89 euro nelle farmacie e 0,42 euro nei supermercati).

Spesa media familiare da 75 euro al mese per le mascherine
Considerando una famiglia di tre persone composta da due lavoratori autonomi ed un figlio studente universitario (che utilizzano due mascherine chirurgiche al giorno in azienda per lavoratore, ovvero una nel turno del mattino e una nel turno del pomeriggio per entrambi, e una al giorno per il figlio Universitario) il costo per la famiglia si attesta sui 2,50 euro al giorno (0,5 x5 ), per 30 giorni pari a 75 euro mensili. Qualora invece i due genitori risultassero dipendenti, poiché le loro mascherine dovrebbero essere messe a disposizione dall'azienda -in base agli accordi sulla sicurezza- la spesa prevedibile risulterebbe più contenuta di circa il 60 %. E va ricordato che le mascherine chirurgiche calmierate sono deducibili al pari degli farmaci.


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...