l’annuncio di gallera

Coronavirus, Milano come Wuhan: in 6 giorni un ospedale da 600 posti alla Fiera

Sull'ospedale temporaneo alla Fiera si potrà essere pronti «entro 6 giorni, - annuncia l'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera - ma abbiamo bisogno di respiratori e personale. La Protezione civile ci deve dare risposta in queste ore»

default onloading pic
(ANSA)

Sull'ospedale temporaneo alla Fiera si potrà essere pronti «entro 6 giorni, - annuncia l'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera - ma abbiamo bisogno di respiratori e personale. La Protezione civile ci deve dare risposta in queste ore»


3' di lettura

Un ospedale temporaneo al posto dei padiglioni della Fiera di Milano sul modello di quelli aperti e ora in via di chiusura a Wuhan, per far fronte all'emergenza Coronavirus non solo in Lombardia ma in tutta l'Italia. In attesa del previsto 'picco' dei contagi, la Regione adotta le contromisure e studia con la Protezione civile un piano “ambizioso” che potrà servire a tutta l'Italia: 500 nuovi posti di terapia intensiva in meno una settimana.
La Regione Lombardia accelera sui piani di emergenza. Sull'ospedale temporaneo alla Fiera si potrà essere pronti «entro 6 giorni, - annuncia l'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera - ma abbiamo bisogno di respiratori e personale. La Protezione civile ci deve dare risposta in queste ore».

Si tratta di una struttura che prevede speciali container attrezzati con i letti e la strumentazione necessaria. Oltre a mettere a disposizione l'area del Portello, la Fondazione Fiera Milano «si farà carico in parte delle spese», ha specificato il responsabile della sanità lombarda, ringraziando l'ente. Per il personale, si calcolano almeno 500 medici e 1200 infermieri spalmati su più turni. Per questo, oltre a coloro che sono già stati reclutati tramite l'avviso pubblicato l'altro ieri, un centinaio tra specializzandi, neo laureti e personale ostetrico e infermieristico, si contano anche su “aiuti dall'esterno”.

Loading...

E questo per preparare «quel modulo che potrebbe essere al servizio del Paese» e che può - «è molto importante» - essere trasferito in altre Regioni. Ai 500 posti di terapia intensiva si aggiunge il recupero «anche nei sottoscala - prosegue Gallera - di altri 200 letti» in modo da arrivare alla massima “capacità” di copertura assistenziale.
Dunque anche se il numero di mascherine e camici a disposizione di medici e infermieri è ancora insufficiente, la Lombardia , sta «facendo una lotta contro il tempo per potenziare in modo massiccio mezzi e risorse e far fronte alla situazione». Abbiamo 1.067 posti in terapia intensiva. - spiega Gallera - .In un giorno siamo riusciti ad aprirne 127, è un lavoro incredibile” prosegue, facendo il punto della situazione e precisando che a breve ne saranno allestiti altri 16 al San Carlo di Milano e 20 al Papa Giovanni XXIII di Bergamo per ridurre il carico “negli ospedali 'di frontiera' ridotti allo stremo e “quasi senza più capacità” ricettive. Per ciò è stato coinvolto tutto il mondo socio sanitario comprese, le Rsa, le case di riposo e gli ospedali privati accreditati che “stanno garantendo un supporto importante”.

Basti pensare che, ha rilevato sempre il responsabile del welfare, «nei reparti di pneumologia delle strutture private accreditate sono ricoverati più di 700 pazienti. I posti di terapia intensiva attivi sono 292 con un incremento del 26% rispetto ai 230 del 19 febbraio. Di questi, 157 sono dedicati a pazienti Covid-19 e 135 a quelli affetti da diverse patologie. Fra gli altri, al San Raffaele ci sono attualmente 21 pazienti Covid intubati, 16 all'Humanitas di Rozzano, altri 16 all'Humanitas Gavazzeni, 36 alla Poliambulanza di Brescia».

Proprio per fronteggiare la situazione critica i vertici dei due ospedali bresciani, Spedali Civili e Poliambulanza, stanno lavorando ad un progetto che preveda la realizzazione di un ospedale da campo nell'area della Fiera di Brescia. Un progetto che sta aspettando però il via libera del Pirellone e Ats che devono valutare i tempi di realizzazione e quanto personale medico e infermieristico sarà necessario per garantire il servizio.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti