Asia e Oceania

Coronavirus: la Francia si prepara a possibile epidemia, massima allerta in Corea. Calano i contagi in Cina

Il totale dei casi confermati di contagi è salito a quota 78.766, mentre i pazienti guariti finora sono 23.133. In Corea Sud, salgono a 433 i casi accertati. Calano i contagiati in Cina. L’Iran denuncia l’ottavo morto, chiusi cinema e teatri



  • Cina, quarantena supplementare per i dimessi


    L’Ansa riporta che le autorità sanitarie della città di Wuhan, il focolaio dell'epidemia di coronavirus, hanno deciso da ieri l’introduzione di un periodo di quarantena supplementare di 14 giorni in aree designate per i pazienti dimessi. La misura è dovuta al fatto che sono stati registrati casi di apparente guarigione, alla quale è seguita una nuova positività ai test

  • Iran, ottavo morto


    L’Iran denuncia un altro morto per Coronavirus. Gli ultimi decessi sono stati ufficiliazzati dal responsabile della Medical Science University nella provincia di Mazandaran. In totale sono otto i morti infettati nella Repubblica islamica.

  • Rallentano i contagi in Cina, solo 18 fuori dalla regione dell’Hubei

    Il bilancio mondiale del coronavirus sale a 2.461 vittime, secondo la mappa online della statunitense Johns Hopkins University. Stando ai dati pubblicati, i casi confermati di contagio sono 78.766, tra cui i 76 italiani. Sono, invece, 23.133 le persone guarite ad oggi. Lenuove infezioni in Cina sono stae 648, di cui solo 18 al fuori della provincia dell’Hubei.

    La mappa interattiva dei contagi e delle vittime del coronavirus
    Loading...
  • Massima allerta in Corea del Sud

    La Corea del Sud ha deciso di alzare al massimo il livello di allerta per il coronavirus alla luce di un'improvvisa impennata del numero di contagi nel Paese: lo ha annunciato oggi il presidente Moon Jae-in. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 123 nuovi casi, portando il totale a 556, con 4 vittime.

  • La Francia si prepara a possibile epidemia

    La Francia si prepara a una possibile “epidemia”, ha detto il ministro della Sanità francese, Olivier Veran, in un'intervista che apparirà su Le Parisien di domani. Il ministro, appena nominato dopo che Agnes Buzyn ha ha lasciato l'incarico per le elezioni a sindaco di Parigi, ha aggiunto di essere “attento alla situazione in Italia”. Nell'intervista, il neoministro ritiene “molto probabile” che in Francia venvano accertati nuovi casi di coronavirus. “Un'epidemia? Noi ci prepariamo”, ha detto, illustrando in particolare l'aumento del “numero di laboratori attrezzati con test diagnostici per raggiungere una capacità di diverse migliaia di analisi al giorno e su tutto il territorio, contro i 400 di oggi”.

  • Israele, Netanyahu convoca consultazione urgente

    Il premier Benyamin Netanyahu terrà domenica una consultazione ad alto livello per coordinare gli sforzi di contenimento della minaccia del coronavirus. Vi prenderanno parte i dirigenti del ministero della sanità e i
    direttori di diversi ospedali. La consultazione si è resa necessaria alla
    luce degli «ultimi sviluppi», fra cui il timore che una comitiva
    di pellegrini sudcoreani abbia portato il virus in Israele.

  • Iran, chiusi cinema e teatri

    Le autorità iraniane hanno deciso di chiudere cinema e teatri per l’epidemia di coronavirus. Gli spettacoli saranno sospesi fino a venerdì prossimo, si precisa in un comunicato del ministero della Cultura citato dall’agenzia Irna.

  • Allarme in Israele, turisti Corea Sud positivi a virus

    Il ministero della sanità israeliano ha lanciato un allarme dopo che nove membri di un gruppo di pellegrini cristiani sudcoreani, in visita in Israele
    questo mese, al loro ritorno in patria hanno manifestato il coronavirus. Il ministero ha precisato che i pellegrini hanno visitato diversi Luoghi Santi e ha chiesto a chi sia entrato in contatto ravvicinato e prolungato con loro di mettersi in quarantena.

  • Cina, morto marito ex iridata canottaggio

    Liu Weidong, ex canottiere della nazionale cinese e marito della campionessa del mondo 1993 Pei Jiayun (vinse l'oro nel 4 Senza), entrambi di Wuhan, è morto a causa del Coronavirus. Ne dà notizia il 'South China Morning Post', precisando che l'uomo, la moglie campionessa e la madre si erano sentiti male a inizio mese ma che dopo due giorni di test erano stati rimandati a casa. Il giorno dopo Liu è morto,
    mentre Pei Jiayun si trova ora in quarantena nel Huoshenshan
    Hospital dove, nel frattempo, è stato ricoverato anche il figlio
    della coppia.

  • Premier Corea Sud: la situazione è grave

    Il premier sudcoreano Chung Sye-kyun s'è appellato alla nazione chiedendo di cooperare con il governo contro il coronavirus, definendo «grave la situazione». In un messaggio pubblico, Chung ha affermato che «nel rispetto delle leggi e dei principi, il governo interverrà con severità contro quelle azioni che interferiranno con gli sforzi di quarantena, l’illegale accumulo di farmaci e le azioni che portano a disagio attraverso riunioni di massa», a partire dagli eventi religiosi. La Corea del Sud ha annunciato oggi altri 233 casi accertati, portando il totale a 433

  • Oms: precauzioni per eventuale arrivo in Africa

    «La nostra più grande preoccupazione continua ad essere la possibile diffusione del Covid-19 in Paesi con sistemi sanitari più deboli» come in Africa. Lo ha detto il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus dopo una riunione con i responsabili del Centro di controllo e prevenzione delle malattie (Cdc) dell'Unione africana a Ginevra. «Stiamo lavorando duramente a preparare i Paesi africani per il possibile arrivo del virus, ha aggiunto ricordando che in tutto il continente africano è stato riscontrato «un solo caso di contagio da coronavirus in Egitto» e che molti Paesi hanno sottoposto a test numerosi casi sospetti «che si sono poi fortunatamente rivelati negativi».

  • Test a consiglieri Comune Teheran

    Le sedute del Consiglio comunale di Teheran sono state sospese in attesa che tutti i suoi membri si sottopongano al test per il coronavirus, dopo che il sindaco di un distretto della capitale è stato ricoverato per sospetto contagio. Lo riferisce l'agenzia Fars. Il presidente del Consiglio, Mohsen Hashemi, citato dall'agenzia, ha detto che lui e tutti i consiglieri si stanno sottoponendo ai test e i risultati saranno noti entro 48 ore

  • Giappone, slitta formazione volontari Giochi

    La formazione dei volontari addetti alla supervisione delle Olimpiadi di Tokyo verrà ritardata a causa del coronavirus: lo ha reso noto oggi il Comitato Organizzatore dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Si tratta di una misura precauzionale, ha sottolineato il Comitato, garantendo allo stesso tempo che i Giochi avrannoluogo - come previsto - dal 24 luglio al nove agosto prossimi. Già la settimana scorsa gli organizzatori delle Olimpiadi di Tokyo avevano tenuto a precisare che non era al vaglio nessuna ipotesi di annullare o prorogare i Giochi a causa del virus.

  • Ambasciata cinese: grazie a medici Spallanzani

    «Esprimiamo il massimo rispetto a medici e infermieri dello Spallanzani che hanno fatto sforzi per salvare i due cittadini cinesi». Lo ha detto un rappresentante dell'ambasciata cinese nel corso della conferenza stampa allo Spallanzani. «Il miglioramento di questi due signori è una buona notizia per tutti», ha aggiunto.

  • Xi Jinping ringrazia Bill Gates per solidarietà

    Il presidente cinese Xi Jinping ha ringraziato Bill Gates, co-presidente della Bill & Melinda Gates Foundation, per la solidarietà espressa sull'epidemia del nuovo coronavirus che ha causato finora in Cina 2.345 vittime. Nella missiva datata 20 febbraio, riferisce la Xinhua, Xi ha detto di «essere profondamente riconoscente per l’atto di generosità della Bill & Melinda Gates Foundation e per la lettera ricevuta di solidarietà al popolo cinese in un momento così importante». Il fondatore di Microsoft, attraverso la sua fondazione, si era impegnato il 6 febbraio a erogare fino a 100 milioni di dollari in fondi d'emergenza, molti dei quali al servizio della ricerca legata all'’epidemia, tra gli interventi d'emergenza e lo sviluppo di farmaci, di vaccini e delle diagnosi

  • Sono 5 i morti per contagio in Iran

    Sale a cinque il bilancio delle vittime in Iran provocate dal coronavirus: una persona che aveva contratto il virus tra 10 nuovi casi di contagio non ce l'ha fatta, ha annunciato oggi il ministero della Sanità del Paese. È salito così a 28 il numero dei contagiati .

  • Corea Sud, salgono a 433 i casi accertati

    La Corea del Sud ha accertato altri 87 casi di contagio da coronavirus, portando il totale a quota 433: è l'ultimo aggiornamento fornito dalle autorità sanitarie che inasprisce la situazione, visto che il Paese è quello con il maggior numero di casi verificati dopo la Cina.

  • Nell’Hubei anziano ammalato dopo 27 giorni di incubazione

    Il governatore della probvincia cinese dell’Hubei, al centro del contagio, ha annunciato che un uomo anziano del luogo ha mostrato i sintomi della malattia dopo 27 giorno quasi il doppio rispetto al presunto periodo di incubazione di 14 giorni.

  • Nuovo bilancio a 2.360 vittime

    Il coronavirus ha provocato finora 2.360 vittime a livello mondiale, incluso l'italiano deceduto ieri sera in Veneto: è quanto emerge dal bilancio aggiornato della statunitense Johns Hopkins University. Il totale dei casi confermati di contagi è salito a quota 77.662, mentre i pazienti guariti finora sono 21.029

  • Giappone, altri 4 casi di infezioni

    Continua a salire il bollettino delle persone che hanno contratto il coronavirus in Giappone: dalla prefettura a nord dell'Hokkaido all'isola a sud ovest del Kyushu. Un'insegnante di circa 60 anni di una scuola superiore a est di Tokyo è stata diagnosticata con il virus dopo aver avuto sintomi di nausea durante lo svolgimento delle lezioni. Il sindaco della cittadina dove è situata la scuola ha detto che l'istituto rimarrà chiuso almeno due giorni per consentirne la disinfestazione. La donna non ha viaggiato fuori dal Giappone nelle ultime due settimane, riferiscono i media nipponici, nè ha avuto contatti con persone che poi sono risultate infette.

  • In Corea del Sud 142 nuovi casi di positività

    In Corea del Sud sono stati registrati 142 nuovi casi di positività, portando il totale nazionale a 346 secondo quanto riportato dai centri per il controllo e la prevenziona delle malattie

  • Nuovo calo di contagi in Cina, sono 397

    Il bilancio delle vittime in Cina a causa del coronavirus è salito di 109 morti (ieri erano stati 118), secondo i nuovi dati diffusi dalla Commissione Sanitaria Nazionale, portando così a 2.345 il numero delle vittime. I nuovi contagiati sono 397, molto al di sotto dei 900 registrati ieri.

  • Coronavirus: il bilancio delle vittime sale a 2.252

    Il nuovo bilancio delle vittime del coronavirus, pubblicato dalla mappa online della statunitense Johns Hopkins University, sale a 2.252 morti, compreso l'italiano deceduto ieri sera in Veneto. I casi confermati di contagi sono, invece, 77.270. Sono, infine, 18.898 le persone guarite al momento

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...