ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùDati sanitari

Coronavirus, oggi 6.171 nuovi casi e 19 vittime, tasso di postività al 2,75%

Il bollettino con l’aggiornamento sui numeri della pandemia

Coronavirus: il bollettino del 29 luglio 2021

6' di lettura

I DATI DEL CONTAGIO
Loading...

Sono 6.171 i test positivi al coronavirus registrati in Italia nella rilevazione di oggi (in crescita rispetto ai 5.696 di ieri), con 224.790 tamponi molecolari e antigenici effettuati (ieri 248.472) e un tasso di positività del 2,75%, in crescita, seppur abbastanza lieve, rispetto al 2,29% di ieri. Le vittime sono state 19 (15 ieri), per un totale dall’inizio della pandemia di 128.029. Cresce il numero di pazienti ricoverati nelle terapie intensive: oggi 194, ieri 183, con 20 ingressi del giorno (ieri 9). Aumentano anche, a quota 1.730 rispetto a 1.685 di ieri, anche i ricoverati sintomatici. Oggi risultano in isolamento domiciliare 76.560 persone (ieri 72.293). Il totale degli attualmente positivi è di 78.484; ieri 74.131.

Nella giornata sono state dimesse/sono guarite 1.825 persone, un numero molto simile ai 1.827 di ieri, per un totale da quando è iniziato il contagio di 4.130.393. I casi totali dal primo giorno sono 4.336.906.

Loading...

Nelle regioni

È il Lazio oggi la regione italiana con il maggior numero di nuovi contagiati: 780. A seguire, la Toscana (748), il Veneto (737), la Sicilia (719) e la Lombardia (661). Con meno di 100 contagi ci sono il Friuli Venezia GIulia (96), l’Abruzzo (67), la provincia autonoma di Trento (45), quella di Bolzano (40), la Basilicata (34), il Molise e la Valle d’Aosta (4).

Nuovo balzo contagi in Piemonte, salgono ricoveri ma nessun decesso

Nuovo balzo dei contagi in Piemonte, ma nessun decesso, mentre i ricoveri si muovono all’insù, anche se di poco. L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha registrato nelle ultime 24 ore 282 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19, l’1,9% di 15.096 tamponi eseguiti. Gli asintomatici sono 110 (39,0%). I guariti sono 93. Salgono a quattro i ricoverati in terapia intensiva, erano tre fino a ieri, mentre negli altri reparti sono 76 (+8). Le persone in isolamento domiciliare sono 1.926. (+180), gli attualmente positivi 2.006 (+189). Dall’inizio della pandemia, dunque, il Piemonte ha registrato 369.339 positivi, 11.699 decessi e 355.634 guariti.

In Lombardia aumentano i ricoveri, 3 decessi

Con 38.602 tamponi effettuati, sono 661 i nuovi positivi in Lombardia con il tasso di positività in leggero calo all’1.7% (ieri 1.8%). Aumentano i ricoveri sia in terapia intensiva (+1, 30) che negli altri reparti (+12, 206). I nuovi decessi sono 3 per un totale complessivo di 33.822 morti in regione dall’inizio della pandemia. Per quanto riguarda le province, sono 209 i nuovi casi nella città metropolitana di Milano, di cui 111 a Milano città, 126 a Varese, 53 a Brescia, 50 a Monza e Brianza, 40 a Mantova, 35 a Bergamo e Como, 30 a Cremona, 19 a Pavia, 10 a Lodi, 8 a Sondrio e 2 a Lecco.

493 nuovi casi e nessun morto in Emilia-Romagna

Oggi in Emilia-Romagna si registrano 493 nuovi contagi su oltre 24mila tamponi, con un totale di casi attivi di 6.035. Nessun morto, 78 guariti, 183 ricoverati nei reparti Covid (+14), 13 in terapia intensiva (numero invariato). Sono i dati della pandemia in regione, forniti dall’assessore alla Sanità Raffaele Donini. «Giornalisticamente si parla di quarta ondata, assistiamo anche qui - ha detto - a un aumento significativo dei contagi che ci aspettiamo possa consolidarsi e comunque non diminuire nei prossimi giorni. A un aumento non banale dei casi, non sta ad ora maturando un aumento significativo delle ospedalizzazioni nei reparti Covid. Siamo molto al di sotto del livello di guardia». La variante Delta è stimata all’88,5%, «largamente maggioritaria». L’incidenza si attesta sui 65-67 casi ogni 100mila abitanti.

IL TREND GIORNO PER GIORNO

Casi attualmente positivi, guariti, morti e casi totali dal primo rilevamento a oggi. Casi nuovi giorno per giorno

Loading...

Nel Lazio 780 nuovi casi e un morto, Roma a quota 476

«Oggi su oltre 11mila tamponi nel Lazio (-1.436) e oltre 16mila antigenici per un totale di oltre 28mila test, si registrano 780 nuovi casi positivi (+8), un decesso (-1), i ricoverati sono 273 (+11), le terapie intensive sono 39 (+3) i guariti sono 96». Così l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato. «Il rapporto tra positivi e tamponi è al 6,7%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 2,7%. I casi a Roma città sono a quota 476», aggiunge.

413 nuovi casi e 2 vittime in Sardegna

Salgono a 61.413 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza: nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 413 nuovi contagi. Si registrano anche due vittime (1.500 in totale), una donna di 90 anni residente nella Città metropolitana di Cagliari e un uomo di 84 anni residente nella Provincia del Sud Sardegna. In calo i ricoveri ospedalieri in area medica, 61 (-8 rispetto al report precedente), ma si registrano due nuovi ingressi in terapia intensiva (11 in totale). Attualmente in Sardegna sono 4.320 le persone in isolamento domiciliare e 55.516 i guariti.

In Basilicata 27 nuovi positivi su 586 tamponi

Ventisette dei 586 tamponi analizzati in Basilicata nelle ultime 24 ore sono risultati positivi: lo ha reso noto la task force regionale, precisando che sono guarite altre undici persone e non vi sono stati decessi. Negli ospedali di Potenza e di Matera sono ricoverate 14 persone ma nessuna di loro è in terapia intensiva. I positivi in isolamento domiciliare sono 603. Dal punto di vista delle vaccinazioni, ieri in Basilicata ne sono state eseguite 5.058. I lucani che hanno ricevuto la prima dose sono 349.482 (63,2 per cento), mentre quelli che hanno avuto anche la seconda sono 247.101 (44,7 per cento).

Toscana, un altro morto e nuovo salto positivi +12,9%

Altri 748 nuovi casi (età media 31 anni, il 92% ha meno di 59 anni) e un altro morto (età 57 anni di Arezzo, totale vittime sale a 6.911) per Covid in Toscana nelle ultime 24 ore secondo il consueto report della Regione sull’andamento della pandemia. Salgono a 250.612 i casi totali di positività (+0,3% sul giorno precedente). I guariti nelle 24 ore sono stati 88 (tutte guarigioni virali, a tampone di controllo negativo) crescendo di poco (+0,04%) e raggiungendo il totale odierno di 237.924 guariti dall’inizio della pandemia. Gli attualmente positivi sono oggi 5.777 (+12,9% su ieri). Tra loro i ricoverati sono 125 (+4 su ieri) di cui 13 in terapia intensiva (tre in meno). Le altre 5.652 persone positive sono in isolamento a casa con sintomi che secondo una nota della Regione non richiedono cure ospedaliere o asintomatici (+655 su ieri, +13,1%). Ci sono inoltre 11.416 persone (+97 su ieri, più 0,9%) isolate, in sorveglianza attiva delle Asl perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

TERAPIE INTENSIVE, RICOVERI E ISOLAMENTO DOMICILIARE

Il numero di ricoveri giornalieri, quelli in terapia intensiva, le persone in isolamento domiciliare e la crescita percentuale giornaliera.

Loading...

Campania, 380 nuovi positivi, intensive +2

Sono 380 i nuovi positivi al Covid in Campania, su 8.042 tamponi molecolari esaminati. Il tasso di incidenza, calcolato senza tenere conto dei test antigenici, sale al 4,72%, contro il 4 di ieri. I ricoveri in terapia intensiva crescono di due unità e si attestano a quota 11; nessuna nuova vittima, i posti letto occupati in degenza scendono a 183 (-5).

Veneto, +737 contagi e 7 vittime nelle ultime 24 ore

Un altro balzo in avanti dei contagi Covid in Veneto, che registra nelle ultime 24 ore 737 nuovi positivi ed anche 7 vittime da ieri. Lo riferisce il bollettino della Regione. Il totale degli infetti dall’inizio dell’epidemia sale a 434.908, quello dei decessi a 11.641. I soggetti positivi attualmente in isolamento salgono a 11.165 (+465). Il dato positivo arriva invece dai ricoveri ospedalieri: sono oggi 147 (-28) i posti occupati da malati Covid nei normali reparti medici, 18 (-1), quelli nelle terapie intensive.

In Abruzzo 67 nuovi casi, scendono ricoveri

Sono 67 i nuovi casi di Covid-19 accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall’analisi di 2.583 tamponi molecolari. È risultato positivo il 2,59% dei campioni. In calo i ricoveri, che passano dai 26 di ieri ai 23 di oggi: il tasso di occupazione dei posti letto è pari allo 0% per le terapie intensive e al 2% per l’area medica. Non si registrano decessi, il bilancio delle vittime è fermo a 2.514. I nuovi positivi hanno un’età compresa tra 1 e 71 anni e oltre la metà ha meno di 30 anni. Gli attualmente positivi sono 1.319 (+20): 23 pazienti (-3) sono ricoverati in ospedale in area medica, mentre non ci sono soggetti in terapia intensiva (invariato); gli altri 1.296 (+23) sono in isolamento domiciliare. I guariti sono 72.179 (+46). Il totale dei casi accertati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza arriva a quota 76.012: 19.309 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+19), 19.693 in provincia di Chieti (+17), 18.514 in provincia di Pescara (+16), 17.781 in provincia di Teramo (+15) e 597 fuori regione (+1), mentre per 118 (-2) sono in corso verifiche sulla provenienza.

151 casi e nessun decesso in Puglia

Oggi giovedì 29 luglio in Puglia sono stati registrati 151 casi su 11.363 test per l’infezione da Covid-19, con una incidenza dell’1,3%. I nuovi positivi sono 42 nella provincia Bat, 32 in provincia di Lecce, 21 in provincia di Bari, 19 in provincia di Brindisi, 14 in provincia di Foggia, 13 in provincia di Taranto, 13 residenti fuori regione. Tre casi di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti. Non sono stati registrati decessi. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.874.001 test e sono 1.977 i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 255.551 e sono 246.905 i pazienti guariti.

I numeri del 28 luglio

Ieri, 28 luglio, erano stati 5.696 i test positivi al coronavirus registrati in Italia, con 248.472 tamponi molecolari e antigenici e quindi un tasso di positività del 2,29%. Le vittime erano state 15. 183 i ricoverati in terapia intensiva.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti