Attualità

Coronavirus oggi. Vaccini: Figliuolo, vicini a target 500mila dosi al giorno. Entro metà luglio vaccinato il 60% italiani

In Italia superati i 120mila morti. In giornata l’ok del Consiglio dei ministri al Recovery plan

Coronavirus: bollettino del 28 aprile 2021
  • Cdm, «stato emergenza per interventi in India»

    «Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi, ha deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza per intervento all'estero in conseguenza del rischio sanitario connesso all'incremento di contagi da Covid-19 nella Repubblica dell'India». Si legge nella nota del Cdm.

  • Liguria, accordo con Regione per tamponi antigenici in farmacia

    In Liguria sarà possibile effettuare il tampone antigenico anche all'interno del circuito delle farmacie di comunità. È quanto prevede l'accordo raggiunto dalla Regione insieme alle associazioni di categoria nelle ultime ore e annunciato in serata durante il punto stampa sull'andamento dell'emergenza coronavirus. Partenza prevista fra 7-10 giorni, le linee guida prevedono la possibilità di accedere ai tamponi antigenici sia per i cittadini sia poi anche per il mondo economico ad un prezzo uniforme su tutto il territorio regionale. «Lo avevamo già preannunciato nelle ore scorse - ha detto il governatore Giovanni Toti - e riguarda la possibilità di svolgere tamponi su tutto il territorio della Liguria attraverso la rete delle farmacie, questo per aumentare la capacità di monitoraggio del sistema regionale e anche per dare un servizio a tutti coloro che si recheranno sul nostro territorio in vista dei prossimi mesi di vacanza e dell'apertura di stagione. Un servizio poi che potrà essere declinato anche con alberghi e con le varie categorie in modo capillare».

  • Portogallo riapre frontiera con la Spagna il primo maggio

    Il Portogallo riaprirà il primo maggio la frontiera con la Spagna, chiusa dal 31 gennaio a causa della pandemia di covid-19. Lo ha annunciato il primo ministro Antonio Costa, in una conferenza stampa al termine del consiglio dei ministri.

  • L’estate balneare in Puglia comincerà il 15 maggio

    L'estate balneare in Puglia comincerà sabato 15 maggio, compatibilmente con la normativa nazionale e l'evoluzione della pandemia da Covid19. Lo ha appena riferito il vicepresidente della Regione Puglia e assessore al Demanio marittimo, Raffaele Piemontese, accogliendo la proposta emersa durante il confronto sull'Ordinanza Balneare 2021 con il partenariato sociale ed economico. L'Ordinanza è «ispirata ai valori della qualità ambientale e dell'accessibilità», spiega. Il vicepresidente ha annunciato 500 mila euro ai Comuni costieri per la sicurezza delle spiagge libere. «Siamo alla seconda estate limitata dalle esigenze di tutelare la salute ma protesa a sprigionare le energie vitali di un settore, quello del turismo balneare, che è una delle principali voci dell'economia pugliese», ha detto Piemontese, commentando il lavoro svolto dal direttore del Dipartimento Bilancio, Affari Generali e Infrastrutture, Lino Albanese, e dalla dirigente della Sezione demanio e Patrimonio, Costanza Moreo, di concerto con il contrammiraglio Giuseppe Meli, comandante della Direzione marittima della Puglia e della Basilicata jonica, e con il presidente di Anci Puglia, Domenico Vitto, presenti oggi pomeriggio alla riunione in streaming con Arpa Puglia, sindaci, organizzazioni di categoria degli imprenditori balneari, associazioni dei disabili e associazioni ambientaliste.

  • Torino, taxi gratis per over 80 che vanno a centri vaccinali

    Dal 1° Maggio, a Torino, gli over 80 che sceglieranno il taxi per raggiungere i centri di vaccinazione Covid-19 avranno diritto alla corsa gratuita grazie al progetto “Ti accompagno io”: iniziativa di Fondazione Ania, la onlus dell'Associazione Nazionale Imprese Assicuratrici, in collaborazione con il centro studi Indagini3, la Fondazione Univerde e la cooperativa Taxi Torino e con il patrocinio della Città di Torino. La corsa gratuita in taxi, sia per il viaggio di andata che per quello di ritorno, è valida per tutte le persone residenti o domiciliate all'interno del territorio comunale della Città di Torino, che abbiano compiuto 80 anni e debbano raggiungere un centro di vaccinazione Covid-19. Per accedere al servizio basta chiamare Taxi Torino ai numeri 011 5730 o 011 5737. Una volta a bordo sarà necessario mostrare al tassista il certificato di prenotazione con l'indicazione del centro vaccinale da raggiungere e un documento di identità.

  • Team italiano in India, sarà guidato dal Piemonte

    Sarà composto dal personale del gruppo Maxiemergenza della Regione Piemonte il team italiano che interverrà in India per prestare soccorso alla popolazione stremata dalla pandemia. “Ne siamo orgogliosi: quando l'Italia chiama, il Piemonte risponde”, commenta il governatore Alberto Cirio, che in serata ha ricevuto una telefonata di ringraziamento dal premier Mario Draghi. Il Piemonte metterà a disposizione il proprio Emergency Team Type 2 (EMT2), in grado di fornire ossigeno a un intero ospedale tradizionale o a un ospedale da campo, attraverso un sistema già utilizzato l'anno scorso alle Ogr di Torino

  • Piemonte, record vaccini: oggi 47mila dosi, Draghi si complimenta con Cirio

    Lo ‘stress test' organizzato oggi per verificare la capacità vaccinale del sistema piemontese è stato un successo, superando anche il target che era stato fissato di 40 mila somministrazioni. Sono infatti quasi 47 mila, alle ore 19.45, le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate oggi all'Unità di Crisi della Regione Piemonte. In serata, sottolinea una nota della Regione, il premier Draghi si è complimentato personalmente con il presidente della Regione Cirio per l'efficienza dimostrata dal Piemonte nelle vaccinazioni, durante la telefonata per parlare della missione umanitaria in India che vedrà capofila la Maxi emergenza piemontese.

  • Figliuolo, entro metà luglio vaccinato il 60% italiani

    Entro “la metà di luglio il 60%” degli italiani “dovrebbe aver avuto la prima e la seconda dose” di vaccino. Lo ha detto durante la registrazione di 'Porta a Porta' il commissario per l'emergenza Francesco Figliuolo sottolineando che in base ai piani l'immunità di gregge all'80% è “auspicata per la fine di settembre”. “Credo che in questo modo - ha aggiunto - si passerà un'estate abbastanza tranquilla, fermo restando che servirà ancora utilizzare la mascherina, rispettare il distanziamento e l'igiene”

    La visita al centro vaccinale di Gemona del Friuli del Commissario straordinario per l'emergenza Covid-19 Francesco Paolo Figliuolo (Ansa)

  • Lombardia, oggi 2.306 casi e 40 morti

    In Lombardia sono 2.306 i nuovi casi e 40 i morti per Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore. Sono stati 51.253 i tamponi effettuati, con un indice di positività è al 4,4%. Continuano a diminuire i ricoverati nelle terapie intensive (-18) e nei reparti (-110). I guariti/dimessi sono 2.461. Dei 2.304 nuovi casi positivi, 120 sono definiti 'debolmente positivi'. I guariti/dimessi in totale ammontano a 717.503 (+2.461), di cui 3.729 dimessi e 713.774 guariti. In calo i ricoverati in terapia intensiva: 557 (-18) e i ricoverati non in terapia intensiva: 3.597 (-110). I decessi, in totale, sono 32.829 (+40). Per quanto riguarda le province: sono 651 i nuovi casi positivi al Covid nel Milanese, 242 dei quali a Milano città. A Bergamo si registrano 179 nuovi casi; a Brescia 277, a Como 222. Cremona segna 69 nuovi casi, Lecco 76, Lodi 38 e Mantova 141. Monza e Brianza ne contano 141, Pavia 98 e Sondrio 39. Varese segna quota 323 nuovi casi.

  • Vaccini, Figliuolo: dosi inoculate oggi vicine a target 500mila

    In merito al numero di vaccini effettuati oggi «i dati delle 16.30 mi portano una forbice che va attorno al target» delle 500mila dosi giornaliere. Lo dice il generale Francesco Paolo Figliuolo a Porta a Porta. «La macchina organizzativa è pronta - aggiunge - ora abbiamo anche la benzina. Quando sono arrivato eravamo sotto le 140mila dosi al giorno poi c'è stata una progressione. Abbiamo messo in piedi un piano che si basa su tre capisaldi: l'approvigionamento delle dosi, il controllo dei fabbisogni e degli scostamenti al piano che è forse l'aspetto più importante e le classi da considerare essenziali. Da quando è stato fatto il diktat su anziani e fragili abbiamo avuto un +16% di media sugli over 80».

  • Gran Bretagna, 2.445 contagi e 22 morti

    Nelle ultime 24 ore, la Gran Bretagna ha registrato 2.445 nuovi contagi di coronavirus e 22 decessi. Il nuovo bollettino delle autorità sanitarie porta il totale a 4.414.242 contagi e 127.502 morti. Gli ultimi dati confermano il calo di contagi e decessi grazie ai progressi della campagna di vaccinazione, che ora si sta concentrando sulle seconde dosi. Al momento sono state inoculati più di 34 milioni di prime dosi, con oltre 14 milioni di persone che hanno ricevuto anche la seconda.

  • Toti, Liguria verso conferma in fascia gialla

    «Oggi abbiamo avuto la preview» dell'Istituto superiore di sanità. «Il nostro RT è 0,84-0,85. Tutti gli indicatori sono di qualità. Si conferma la fascia gialla per il nostro territorio». Lo ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti nel punto stampa quotidiano sulla pandemia.

  • Recovery: fonti Chigi, Pnrr sarà trasmesso a Ue domani

    Il Piano nazionale di ripresa e resilienza dell'Italia sarà trasmesso alla Commissione europea domani. Lo rendono noto fonti di Palazzo Chigi, al termine del Consiglio dei ministri che ha dato il via libera finale a piano. Dalla presidenza del Consiglio trapela “soddisfazione” per aver rispettato la scadenza europea, come ci si era prefissi.

  • Terapie intensive scendono sotto soglia critica dopo 52 giorni

    Dopo 52 giorni la percentuale media nazionale di occupazione dei posti letto da parte di pazienti Covid nelle terapie intensive scende al 29% ovvero sotto la soglia del 30% definita critica dal ministero della Salute, in quanto superata questa percentuale l'assistenza degli altri pazienti non Covid risulta compromessa. Lo certificano gli ultimi dati dell'Agenzia per i servizi sanitari (Agenas), appena aggiornati, che registrano un calo, tra ieri e oggi, di 1 punto percentuale, dal 30% al 29%, appunto. Non accadeva dal 9 marzo.
    A fronte del dato medio nazionale del 29% restano però ancora 8 le regioni che sono oltre soglia: la situazione peggiore è quella della Toscana al 41%, seguita dalla Lombardia (scesa nelle ultime ore al 39%) e dalla Puglia (stabile al 39%), dal Piemonte al 35% (dato in calo), dalle Marche (33%), Lazio, Emilia Romagna e Calabria al 31%.

    I numeri di oggi - La mappa

  • In Abruzzo variante rara dall’Egitto

    Individuata in Abruzzo una variante rara del Covid-19. È emersa dalle attività di sequenziamento condotte dal laboratorio di Genetica molecolare - Test Covid-19 dell'Università di Chieti. Si tratta della variante “C.11”. «All'interno della sequenza - spiega il direttore del laboratorio, Liborio Stuppia - è presente una mutazione che è la stessa che si trova nella sudafricana e nella brasiliana. Non è comunque tra quelle al momento segnalate come pericolose». Due i pazienti su cui è stata accertata la presenza variante: sono rientrati di recente dall'Egitto.

  • Sassoli: Green pass importante per ripristinare libertà movimento

    «Oggi il Parlamento Ue ha sostenuto la creazione di un certificato Covid-19 europeo. Questo è un passo importante per ripristinare la libertà di movimento e renderà più facile per gli europei viaggiare in sicurezza quest'estate». Lo ha scritto su Twitter il presidente del Parlamento europeo David Sassoli.


  • In Sicilia 1.061 nuovi casi e 23 morti

    Sono 1.061 i nuovi casi di Covid 19 registrati oggi in Sicilia. 23 i morti e 1.166 i pazienti dimessi o guariti. Nell'isola ci sono in tutto 25.244 positivi - 128 in meno rispetto a ieri - di cui 1.201 ricoverati con sintomi, 168 in terapia intensiva e 23.875 in isolamento domiciliare. La provincia con più casi è Catania, 330; a Palermo sono 256; Siracusa 130; Ragusa 75; Caltanissetta 73; Messina 69; Agrigento 63; Trapani 51 e Enna 14.

  • Recovery: Bonetti, grazie a puntualità avremo anticipo fondi

    «Il Pnrr proposto dal governo Draghi è un piano di visione, di riforma, di strategia». Lo dice la ministra di Iv Elena Bonetti, al termine del Consiglio dei ministri sul Recovery plan. «Piena soddisfazione - sottolinea la ministra per le Pari opportunità e la Famiglia - sia per la qualità del piano che per aver mantenuto l'impegno sulla data del 30 aprile per la trasmissione alla Commissione europea. Il rispetto dei tempi, grazie anche al grande lavoro fatto dal ministro Franco, permetterà al nostro Paese di poter usufruire prima degli anticipi sulle risorse».

    La ministra per le Pari opportunità e la Famiglia Elena Bonetti. (ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)

  • Brasile oltre 400mila morti, 100mila in 36 giorni

    Il Brasile ha superato oggi le 400 mila vittime di Covid-19 dall'inizio della pandemia, il secondo numero più alto al mondo dopo gli Stati Uniti. Lo rivelano fonti ufficiali, sottolineando che tra marzo e aprile, in soli 36 giorni, si sono registrati 100 mila morti.

  • In Italia altri 14.320 casi e 288 vittime

    In Italia si registrano il 29 aprile altri 14.320 casi e 288 vittime di coronavirus. l'Italia ha superato i 4 milioni di casi di coronavirus individuati, secondo i dati del ministero della Salute. Il tasso di positività risale al 4,3%.

    I numeri di oggi - La mappa

  • Tre decessi in Trentino, calano ricoveri in ospedale

    Sono 3 i decessi in Trentino, dove nelle ultime 24 ore - ha comunicato in conferenza stampa l'assessora alla Salute Stefania Segnana - sono stati trovati 32 i nuovi positivi su 1.323 tamponi molecolari e altri 38 positivi intercettati con 1.216 test rapidi antigenici. Negli ospedali calano i ricoveri, sono al momento 93 (ieri erano 100), di cui 20 in rianimazione. Ieri ci sono stati altri 9 ricoveri ma le dimissioni sono state 13. I vaccini somministrati, ha proseguito Segnana, sono arrivati a quota 170.042, cifra che comprende 42.073 seconde dosi e quelle finora riservate alle categorie over ottanta ). A cittadini over 80 55.474 dosi, ai cittadini tra i 70-79 anni 40.455 dosi e tra i 60-69 anni 26.728 dosi.

  • In Liguria 301 positivi e 9 decessi

    Sono 301 i nuovi positivi al Covid-19 oggi in Liguria, a fronte di tamponi 7.299 molecolari effettuati nelle ultime 24 ore, ai quali si aggiungono altri 2.871 tamponi antigenici rapidi. Lo comunica la Regione Liguria. I decessi sono stati 9 mentre gli ospedalizzati calano di 16 unità.

  • Usa, crociere in estate con 95% passeggeri vaccinati

    Le navi da crociera potranno tornare a viaggiare per i porti americani in estate a patto che il 98% dei membri dell'equipaggio e il 95% dei passeggeri siano vaccinati. Lo affermano le autorità sanitarie americane, secondo quanto riportato dai media. «Siamo consapevoli che l'industria crocieristica non sarà mai un'attiivtà a rischio zero e vogliamo far ripartire le attività in modo da mitigare i rischi di trasmissione a bordo e nelle comunità portuali», spiegano le autorità.

    (EPA/Ramon de la Rocha)

  • Onu: India ha rifiutato assistenza, ma offerta rimane

    L'India ha rifiutato l'assistenza offerta dalle Nazioni unite di materiali per la gestione della crisi del Covid-19. Lo ha riferito una portavoce del segretario generale dell'Onu Antonio Guterres, Farhan Haq. Lo riportano i media indiani. «Una delle cose che abbiamo fatto è stata offrire l'assistenza della nostra filiera integrata se fosse stato richiesto. Ci è stato detto che a questo punto non è necessario perché l'India ha un sistema ragionevolmente robusto per gestire questo. Ma la nostra offerta resta in piedi e vogliamo aiutare in qualunque modo possiamo>, ha detto la portavoce.

  • Oms Europa, crisi in India impone cautela nelle riaperture

    L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha avvertito i governi europei che allentare troppo presto le restrizioni anti-Covid potrebbe causare una spirale di nuovi casi, innescando potenzialmente una nuova ondata come in India. Hans Kluge, il capo della regione europea dell'Oms, ha affermato che misure allentate in presenza di varianti più contagiose, insieme con una copertura vaccinale ancora bassa, possono portare ad “una tempesta perfetta in qualsiasi Paese. La situazione in India può accadere ovunque”.

  • Sala: Riaperture? Milano sta reagendo con compostezza

    «Riaperture? Il tempo non aiuta moltissimo ma credo che ci sia grande volontà da parte di tutti di aiutare ristoratori e bar. Credo che la città stia reagendo con compostezza». Così il sindaco di Milano Beppe Sala a margine delle celebrazioni per l'anniversario della morte di Sergio Ramelli. «Speriamo che sia così, con prefetto e questore stiamo monitorando la situazione per poterla gestire perché poi qualcosa di non ideale succede sempre. Da un lato - ha precisato - dobbiamo essere fermi con chi non si comporta in modo giusto, ma ogni tanto un po' di tolleranza può non andar male».

  • Epatite C, firmato decreto per screening nazionale gratuito

    Il Ministro della Salute e il Ministro dell'Economia e delle Finanze hanno firmato il decreto per lo Screening nazionale gratuito per il virus dell'Epatite C (HCV). Con le risorse stanziate, circa 70 milioni per il biennio 2020-2021, il provvedimento mira a migliorare la possibilità di diagnosi e trattamento precoce della malattia, e a interrompere la circolazione del virus impedendo nuove infezioni. «Il decreto approvato oggi rappresenta uno strumento prezioso per il miglioramento della diagnosi precoce dell'epatite C», afferma il ministro Speranza.

  • Piemonte; 1.084 positivi, -97 ricoverati

    Anche oggi i casi positivi al Covid in Piemonte, riportati dal bollettino della Regione, sono oltre mille, per l'esattezza 1.084, con un tasso del 5,5% rispetto ai 19.791 tamponi processati (10.108 antigenici). Prosegue il calo del numero dei ricoverati: in terapia intensiva - 3 (rispetto a ieri), con totale a 220; negli altri reparti -94, totale a 2.170. I decessi sono 18 (di cui 5 registrati oggi), i guariti +1.403, le persone in isolamento domiciliare sono 13.731, gli attualmente positivi 16.121. Dall'inizio della pandemia in Piemonte sono stati registrati 348.385 casi positivi, 321.027 guariti, 11.237 morti.

  • Calano contagi e ricoveri in Sardegna, ma ancora sette morti

    Nuovamente in calo i casi di positività al Covid-19 accertati in Sardegna. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 207 nuovi positivi. In totale sono stati eseguiti 1.182.855 tamponi, per un incremento complessivo di 3.852 test rispetto al dato precedente. Il tasso di positività è del 5,3%. Si registrano sette nuovi decessi (1.381 in tutto). Sono invece 365 (-6) le persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi, mentre sono 48 (+2) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 16.822 e i guariti sono complessivamente 35.641 (+417). Sul territorio, dei 54.260 casi positivi complessivamente accertati, 14.181 (+71) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.190 (+19) nel Sud Sardegna, 4.800 (+29) a Oristano, 10.584 (+36) a Nuoro, 16.505 (+52) a Sassari.

  • Percassi (Atalanta): «Pandemia partita vera da vincere»

    «Quella della pandemia è la partita vera. La partita da vincere nel più breve tempo possibile. La stiamo affrontando tutti insieme e speriamo di vincerla». Lo ha detto il presidente dell'Atalanta, Antonio Percassi, in un'intervista a 'Lombardia Notizie Online' a margine della consegna del 'Premio Rosa Camuna 2020', il riconoscimento istituzionale della Regione Lombardia consegnatogli oggi dal governatore Attilio Fontana.
    «Siamo onorati ed orgogliosi - ha proseguito Percassi - di aver ricevuto questo premio, un riconoscimento fantastico che non aspettavamo. Ma che, in fondo, abbiamo meritato».

  • D'Amato (Lazio), 'ultimate vaccinazioni nelle carceri

    «Sono state ultimate le somministrazioni dei vaccini in tutti gli istituti di pena del Lazio, sia per la polizia penitenziaria sia per i detenuti». Lo riferisce l'assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato.

  • Più di 243 milioni di dosi somministrate in Cina

    Alla data di ieri, in tutta la Cina sono state somministrate oltre 243,9 milioni di dosi di vaccini anti Covid-19. Lo ha reso noto oggi la Commissione Sanitaria Nazionale.

  • In Abruzzo 195 nuovi positivi, 6 morti e 193 guariti da ieri

    Oggi in Abruzzo sono 195 i nuovi positivi al coronavirus mentre i guariti sono 193. In queste ultime 24 ore il bilancio dei pazienti deceduti per covid sale a 2.397 e registra 6 nuovi decessi a causa del virus di persone tra i 69 e 95 anni. Di questi casi, 4 decessi sono stati registrati in provincia di Pescara e 2 in provincia dell'Aquila, comunque 3 casi fanno riferimento a decessi avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl. Rispetto a ieri, i nuovi positivi con meno di 19 anni sono 45 di questi 18 risiedono in provincia di Chieti, 17 in provincia di Teramo e 10 in provincia dell'Aquila. Dall'inizio della pandemia i positivi sono 71.067, nel numero sono compresi anche 60.119 guartiti e dimessi oggi (ieri erano 59.926). Al momento i positivi in regione sono 8.551, rispetto a ieri sono 5 in meno.

  • Bertolaso: In Lombardia verso 115mila somministrazioni al giorno

    «Oggi dovremmo arrivare a quota 115mila vaccini, stiamo facendo in questo momento 115 vaccini al minuto. Siamo già arrivati a oltre 40mila da stamattina alle 8. Io penso che stasera alle 21 dovremmo superare abbondantemente quello che è il traguardo che ci ha indicato il generale Figliuolo, non è che ce lo siamo inventati noi. Dobbiamo superare quota 100mila e probabilmente riusciremo ad arrivare a 115mila. Un risultato davvero eccellente frutto di un gioco di squadra». Lo ha detto Guido Bertolaso, consulente della Regione Lombardia nella campagna vaccinale, a 'L'aria che tira' su La7.

  • In Friuli Venezia Giulia 158 casi e 7 decessi

    Oggi in Friuli Venezia Giulia su 7.540 tamponi molecolari sono stati rilevati 158 nuovi contagi con una percentuale di positività del 2,10%. Sono inoltre 4.281 i test rapidi antigenici eseguiti, dai quali sono stati rilevati 55 casi (1,28%). I decessi registrati sono 7, a cui si aggiungono tre pregressi; i ricoveri nelle terapie intensive scendono a 30, così come quelli negli altri reparti che calano a 250. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 3.697, con la seguente suddivisione territoriale: 784 a Trieste, 1.966 a Udine, 662 a Pordenone e 285 a Gorizia. I totalmente guariti sono 88.332, i clinicamente guariti 5.392, mentre le persone in isolamento scendono a 7.347. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 105.048 persone con la seguente suddivisione territoriale: 20.563 a Trieste, 50.124 a Udine, 20.442 a Pordenone, 12.751 a Gorizia e 1.168 da fuori regione. Va segnalato che i dati odierni comprendono il recupero di quelli non riportati ieri a causa del blocco dei sistemi informativi sanitari.

  • De Luca: «In Campania 207.000 dosi in meno, sono dei delinquenti»

    «La Campania ha 207.000 vaccini in meno rispetto alla sua popolazione. Sono dei delinquenti perché tolgono il vaccino alla regione che ha la densità abitativa più alta d'Italia e di Europa». Lo ha detto il governatore campano, Vincenzo De Luca, nel corso di una visita oggi a Mondragone (Caserta). «Non so quale espressione usare - ha aggiunto - ma sono un muro di gomma e fanno finta di non sentire. Continueremo a combattere finché non si svegliano, perché la soluzione è nelle vaccinazioni. Zona gialla, rossa, verde non si controlla più niente. In area vesuviana c'era zona rossa ma quali controlli si facevano? Niente».

    Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. (ANSA/CESARE ABBATE)

  • Burioni, «Vaccino Moderna resiste in frigo, in arrivo siringhe monodose»

    «Il vaccino Moderna può essere conservato per 3 mesi alla temperatura del frigorifero (dove mettete gli yogurt). Secondo me sono in arrivo le siringhe monodose che renderanno tutto molto più semplice». Così su Twitter il virologo Roberto Burioni, docente all'università Vita-Salute San Raffaele di Milano, commenta quanto annunciato oggi dall'azienda Usa produttrice di uno dei vaccini anti-Covid a mRna. «I dati di sviluppo in corso relativi all'attuale formulazione del nostro vaccino - informa Moderna - potrebbero supportare una durata di conservazione in frigorifero di 3 mesi (2-8°C) per il vaccino in formati alternativi, per facilitare una distribuzione più facile negli studi medici e in altri ambienti più piccoli, se autorizzati».

  • Francia, verso regole più flessibili per telelavoro

    In Francia le restrizioni legate al telelavoro verranno alleggerite «a partire dal 9 giugno, in coordinamento con le parti sociali al livello aziendale»: è quanto indicato dal presidente Emmanuel Macron, in un'intervista alla stampa regionale anticipata oggi su diversi quotidiani. Il protocollo sanitario nazionale, che prevede l'obbligo di telelavoro per l'insieme delle attività che lo permettono, continuerà dunque ad applicarsi fino a quella data. Da gennaio si è aggiunta la possibilità per i dipendenti che effettuano il telelavoro al 100% di tornare una volta alla settimana in ufficio se lo desiderano.

  • In Valle d'Aosta 61 nuovi casi e nessun decesso

    Sono 61 i nuovi casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Valle d'Aosta, 10.884 dall'inizio della pandemia, e nessun decesso, con il totale che resta fermo a 455. Gli attuali positivi sono 14 in più rispetto a ieri (764). I guariti ammontano a 9.665 (+47). I tamponi effettuati crescono di 663 unità, 113.250 nel complesso. È quanto emerge dal bollettino della Regione.

  • Nel Lazio 45.362 casi positivi, 291 in terapia intensiva

    Sono 45.362 i casi attualmente positivi a Covid-19 nel Lazio, di cui 2.245 ricoverati, 291 in terapia intensiva e 42.826 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono 269.594, i decessi 7.647 e il totale dei casi esaminati è pari a 322.603, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

  • Macron: riaperture progressive dal 19 maggio

    Il presidente francese, Emmanuel Macron, in un'intervista alla stampa ha annunciato la riapertura progressiva di negozi, dehors di bar e ristoranti, come anche luoghi culturali tra cui cinema e musei, a partire dal 19 maggio, nel rispetto di alcuni vincoli sanitari. A quella data, precisa Macron, i tavoli esterni saranno limitati ad un massimo di 6 persone, mentre musei, monumenti, cinema, teatri e sale di spettacolo con il pubblico a sedere potranno riprendere la loro attività con un massimo di 800 persone in interno e 1.000 all'esterno.

    Il presidente francese Emmanuel Macron. (Ludovic MARIN / AFP)

  • Record in Germania, oltre un milione di vaccinati in un giorno

    In Germania ieri è stato raggiunto un nuovo record sul fronte della campagna vaccinale con 1.088.952 dosi somministrate in un giorno. Stando ai dati del Robert Koch Institut, è stato vaccinato finora con la prima dose il 25,9% della popolazione e il 7,5% con la seconda.

  • Vaccini, Castello di Rivoli primo museo a diventare hub

    «Il Piemonte vaccina i piemontesi nei suoi luoghi più belli». Lo afferma il governatore Alberto Cirio, commentando su Facebook l'apertura di un hub vaccinale «nella cornice meravigliosa del Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea», primo museo primo museo che destina sale espositive a sede vaccinale. «Nei giorni in cui i gioielli del nostro patrimonio culturale riaprono finalmente le loro porte, il fatto che le sale espositive di Rivoli accolgano anche le vaccinazioni mi sembra un segnale bellissimo - aggiunge Cirio -. Perché i vaccini sono la concreta speranza di non richiudere mai più».

  • Speranza firma ordinanza per divieto di ingresso dallo Sri Lanka

    Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un'ordinanza in cui si estendono le misure di divieto di ingresso, già previste per India e Bangladesh, anche allo Sri Lanka. Il rientro da questi Paesi sarà consentito solo a chi ha cittadinanza italiana. L'ordinanza - resa nota dal ministero della Salute - proroga anche di 15 giorni le misure di contenimento relative agli arrivi dai Paesi europei.

  • De Blasio: New York completamente aperta dall'1 luglio

    La città di New York si appresta voltare pagina e a lasciarsi la pandemia alle spalle. Dal 1 luglio, annuncia il sindaco Bill de Blasio, sarà «completamente aperta». «Il nostro piano è riaprire interamente la città l'1 luglio. Negozi, teatri, uffici. Siamo pronti», dice in un'intervista a Msnbc.

    Il sindaco di New York City, Bill de Blasio. EPA/Peter Foley

  • 14,3 mln di persone vaccinate a Pechino

    Alle 11:00 di stamattina erano circa 14,3 milioni le persone vaccinate contro il Covid-19 a Pechino, 10,01 milioni delle quali hanno ricevuto entrambe le dosi, secondo il governo municipale. La capitale cinese ha finora somministrato più di 24,3 milioni di dosi di vaccini. Circa il 73,55% delle persone dai 18 anni in su residente nella città ha ricevuto la prima dose e sono state vaccinate 1,68 milioni di persone di oltre 60 anni. Ad oggi, sono stati allestiti più di 400 siti di vaccinazione in tutta la città.

  • Ue, Paesi possono chiedere quarantena nonostante pass Covid

    Gli Stati membri potranno continuare ad imporre test e quarantene se lo riterranno necessario, nonostante il pass Covid Ue. Lo ha spiegato il portavoce della Commissione Ue, Eric Mamer, alle domande. “Nella proposta legislativa - ha chiarito Mamer - non c'è scritto che chi possiede un certificato digitale potrà spostarsi in Europa senza mai fare test o quarantena. Quello che c'è scritto è che, se nonostante il certificato vaccinale Covid uno Stato ritiene necessario introdurre misure, lo notificherà” a Bruxelles. “Queste dovranno essere proporzionali e non discriminatorie. Ma la sanità è di competenza nazionale”.

  • Covid, Figliuolo: «2,5 mln di vaccini in arrivo in Italia»

    Sono circa 2,5 milioni le dosi di vaccini che giungeranno entro la giornata all'hub nazionale della Difesa all'interno dell'aeroporto militare di Pratica di Mare. Si tratta, in particolare, di tre lotti distinti: oltre 2 milioni di Vaxzevria (Astra Zeneca), più di 270 mila di Moderna e circa 160 mila di Janssen (Johnson & Johnson), che verranno ripartiti e poi distribuiti nei prossimi giorni alle Regioni/Province autonome. Lo spiega una nota della struttura commissariale per l'emergenza coronavirus del generale Francesco Paolo Figliuolo. L'approvvigionamento odierno di 2,5 milioni di dosi, chiarisce la nota, insieme a quello di 2,2 milioni di Pfizer avvenuto il 27 aprile, permetterà alle Regioni/Province autonome di consolidare il trend in crescita delle somministrazioni dall'inizio della campagna vaccinale nazionale, di cui si allega un riepilogo grafico su base settimanale.

  • Turchia da stasera in lockdown: chiusure fino a metà maggio

    Inizia stasera in Turchia un lockdown quasi totale, che durerà fino alla fine delle festività per il mese sacro islamico di Ramadan, il 17 maggio. Si tratta del più lungo confinamento generalizzato imposto dal governo di Recep Tayyip Erdogan dall'inizio della pandemia. L'obiettivo dichiarato delle restrizioni è di far scendere sotto quota 10 mila i contagi quotidiani, che al momento si attestano intorno a 40 mila, dopo i record negativi di oltre 60 mila contagi raggiunti a metà aprile.

  • Oms: «Contagio resta alto: metà dei casi Covid europei segnalati nel 2021»

    «È un dato di fatto: quasi la metà di tutte le infezioni da Covid-19 che si sono avute nella Regione Europea dal gennaio dello scorso anno sono state segnalate durante i primi 4 mesi del 2021. La scorsa settimana, per la prima volta in 2 mesi, i nuovi contagi sono diminuiti in modo significativo. Tuttavia, i tassi d'infezione in tutta l'area rimangono estremamente alti». E' il quadro tracciato dal direttore regionale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per l'Europa, Hans Kluge, durante il consueto punto stampa su Covid-19.

  • Covid, Burioni: «Il problema di Sputnik sembra essere grave»

    «Il problema di Sputnik sembra essere grave. Il vaccino dovrebbe essere costituito da virus incapace di replicarsi, mentre tutti i campioni analizzati in Brasile contenevano virus in grado di replicarsi. Non stupisce la bocciatura all'unanimità». È il commento del virologo Roberto Burioni, docente all'università Vita-Salute San Raffaele di Milano, su Twitter a proposito del no dell’Agenzia nazionale di vigilanza sanitaria (Anvisa) brasiliana allo “scudo” russo anti-Covid.

  • Russia, altri 9.284 casi e 364 morti

    La Russia ha riportato 9.284 nuovi casi di Covid-19 nella giornata di giovedì, compresi 3.215 a Mosca, performance che porta il conteggio complessivo delle infezioni a quota 4.796.557. La spiega la task force per il coronavirus che ha anche comunicato 364 decessi nelle ultime 24 ore, per un bilancio, dall’inizio della pandemia, di 109.731 vittime.
    L’agenzia federale di statistica conta però 225mila morti da aprile 2020 a febbraio.

  • BioNTech: da giugno vaccino Pfizer per la fascia d’età 12-15 anni

    L’azienda farmaceutica tedesca BioNTech ha annunciato che da giugno il suo vaccino anti-Covid, prodotto in collaborazione con Pfizer, sarà disponibile per la fascia d’età 12-15 anni. L’amministratore delegato dell’azienda, Ugur Sahin, ha detto al settimanale Der Spiegel di essere «nella fase finale» della preparazione per la domanda di approvazione all’Ema. La valutazione dei test «richiede in media da quattro a sei settimane», ha aggiunto.

    (Afp)

  • Sardegna, i dati migliorano: verso la zona arancione

    Dopo due settimane in zona rossa la Sardegna vede avvicinarsi il cambio di colore: da lunedì 3, infatti, se non ci saranno sorprese, l’isola passerà in zona arancione. L’ufficialità si avrà solo venerdì 30 aprile, con la diffusione della bozza del monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità e poi con l’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza. Oltre ai confortanti dati giornalieri sui contagi - seppure altalenanti - a dare un a prospettiva in questo senso è anche la Fondazione Gimbe che nella settimana 21-27 aprile evidenzia un miglioramento dell’indicatore relativo ai «casi attualmente positivi per 100mila abitanti»: 1.089 contagi con un calo del 21,8% rispetto alla rilevazione precedente (1.116 casi). Sotto soglia di saturazione i posti letto in area medica (23%) e terapia intensiva (21%) occupati da pazienti Covid-19.

    (Ansa)

  • Fedriga: il sistema a colori è stato utile, ma ora è da rimodulare

    Il sistema dei colori contro la diffusione dei contagi «penso possa essere stato utile nell’autunno dello scorso anno. Penso altrettanto che le misure in mezzo a una pandemia siano da modulare rispetto alla situazione contingente». Lo ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga. «Per esempio - ha spiegato - a marzo 2020 erano utili misure restrittive nazionali. Oggi penso che nessuno si deve sentire smentito se, rispetto a situazione attuale, diffusione del virus ma anche condivisione da parte delle comunità delle misure, si possano trovare strategie diverse per essere più efficaci».

    Massimiliano Fedriga (Ansa)

  • Green pass, Il Parlamento Ue adotta posizione negoziale

    Il Parlamento Ue ha adottato la sua posizione negoziale sulla proposta di un certificato per riaffermare il diritto alla libera circolazione in Europa con l’obiettivo di avere un accordo prima della stagione turistica estiva. Il nuovo «certificato Covid-19 Ue» - che dovrebbe sostituire la dicitura certificato verde digitale proposta dalla Commissione - dovrebbe facilitare la libera circolazione senza discriminazioni. I co-legislatori hanno chiesto che il documento, digitale o cartaceo, attesti se una persona è stata vaccinata contro il coronavirus o se ha effettuato un recente test con risultato negativo o se è guarita.

    Il green pass Ue, dai test gratis alla clausola per lo Sputnik
  • Gli Usano invitano i propri cittadini a lasciare l’India

    Gli Stati Uniti hanno invitato i loro cittadini che si trovano in India a lasciare il Paese, a causa dell’inarrestabile ondata di contagi da coronavirus. Un avviso sul sito web dell’ambasciata Usa avverte che «l’accesso ad ogni tipo di struttura sanitaria in India sta diventando gravemente limitato per l’aumento dei casi di Covid-19», con un rapido aumento dei decessi. «I cittadini Usa che intendono lasciare l’India dovrebbero rivolgersi ora ai voli commerciali disponibili», informa ancora l’avviso. Il dipartimento di Stato invita inoltre i cittadini Usa a «non recarsi in India» o a «partire nonappena sia sicuro farlo».

    Un velivolo di Air India (Reuters)

  • Moderna rafforza la produzione: 3 miliardi di dosi nel 2022

    Moderna ha annunciato che sta rafforzando la produzione globale del suo vaccino contro il Covid-19 nel tentativo di produrre fino a 3 miliardi di dosi nel 2022. L’azienda prevede di fornire tra 800 milioni e 1 miliardo di dosi in tutto il mondo quest’anno, ma guarda avanti perché gran parte del mondo avrà ancora bisogno di un primo ciclo di vaccinazioni l’anno prossimo e per prepararsi alla necessità del richiamo. Il vaccino di Moderna è autorizzato per l’uso degli adulti negli Stati Uniti, nell’Unione europea e in molti Paesi. L’azienda si aspetta presto i dati da uno studio statunitense nei bambini di età compresa tra 12 e 17 anni e ha iniziato un testare le dosi nei bambini più piccoli.

    Un centro di vaccinazione in California (Reuters)

  • India, Facebook blocca hashtag contro Modi

    L’hashtag #ResignModi («Modi, dimettiti») è stato bloccato da Facebook con la conseguenza che sono spariti almeno 12mila post critici verso la gestione della crisi coronavirus da parte del governo indiano. Lo riporta il Guardian. Gli utenti indiani di Facebook lo hanno denunciato su Twitter spiegando di aver ricevuto un messaggio che diceva che i post accompagnati dal’hashtag erano stati «temporaneamente oscurati» perché «andavano contro gli standard» dei social media.

    West Bengala, proteste contro il premier Modi (Ap)

  • Verso i 150 milioni di contagi nel mondo: una persona su 50

    Con un livello di nuovi positivi che ogni giorno si aggira intorno alle 800mila unità, il mondo sta per superare la soglia dei 150 milioni di contagi accertati. Secondo il monitoraggio della Johns Hopkins University, i contagi registrati sono attualmente 149.242.187. Questo significa che dall’inizia della pandemia, circa un abitante del Pianeta su 50 è stato contagiato dal coronavirus. I decessi accertati sono al momento 3.147.016. Il Paese più colpito sono sempre gli Stati Uniti, con 32.229.327 contagi e 574.326 decessi.

    Villa Alemana, Cile: un centro di somministrazione (Reuters)

  • Biden: somministrate 220 milioni di dosi di vaccino

    «Avevo promesso 100 milioni di dosi di vaccino somministrate nei primi 100 giorni del mio mandato. Ne abbiamo forniti 220 milioni». Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti Joe Biden sottolineando il successo della campagna di vaccinazione anti Covid. «Ormai ogni americano dall’età di 16 anni ha diritto al vaccino», ha aggiunto Biden.

    Cleveland, Mississippi: somministrazione di vaccino in carcere (Afp)

  • India, 3.645 morti: è nuovo record

    L’India ha registrato altri 3.645 morti per Covid-19, un nuovo record per il Paese asiatico con un aumento di oltre 350 unità rispetto a mercoledì. Lo rende noto il Ministero della Salute indiano, secondo il quale salgono così a 204.832 i decessi da inizio pandemia in India. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 379,257 nuovi casi di coronavirus. Il numero totale dei contagi dall’inizio della pandemia è ora di 18,38 milioni.

    Nuova Delhi, India: pire funerarie collettive (Reuters)

  • Recovery plan, in giornata via libera in Parlamento

    Incassato mercoledì 28 aprile il via libera del Parlamento, è atteso in giornata in Cdm l’ok al Recovery plan. L’’Italia deve inviare il suo Piano nazionale di ripresa e resilienza entro venerdì all’Ue. Previsto il via libera anche al mini-decreto proroghe. Restano invece in sospeso ancora due nodi: quello della proroga dell’invio delle cartelle esattoriale e quello delle concessioni balneari.

    Il premier Mario Draghi al Senato (Lapresse)

  • In Italia superate le 120mila vittime

    Con altri 344 morti in 24 ore, l’Italia ha superato mercoledì 28 aprile quota 120mila vittime per il Covid-19. Spaventa la variante dell’India, dove si susseguono record di contagi e morti. Il ministro della Salute Roberto Speranza vieta l’ingresso anche a chi negli ultimi 14 giorni abbia soggiornato o transitato in Bangladesh. Respinte intanto in Senato le mozioni di sfiducia nei suoi confronti.

    Napoli, scene di vita quotidiana ai tempi del Covid (Ansa)

    PER APPROFONDIRE:
    La mappa dei contagi
    Vaccini in tempo reale
    Tutto quello che ha scoperto la scienza

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti