Attualità

Coronavirus oggi. Cnn su dati Cdc: no casi gravi per il 99,9% dei completamente vaccinati

Le notizie sul coronavirus di lunedì 9 agosto in tempo reale

Variante Delta travolge l'Iran, 500 morti in 24 ore
  • Oltre il 99,99% delle persone che sono state completamente vaccinate contro il Covid-19 non ha avuto un nuovo contagio talmente grave da provocare il ricovero in ospedale o la morte. A dirlo è la Cnn dopo un’elaborazione dei dati del Cdc.

  • Francia, al via green pass per ristoranti e trasporti

    In Francia è in vigore da oggi l’obbligo del green pass per entrare in bar, ristoranti e viaggiare nel Paese. La misura fa parte di un piano del governo per incoraggiare più persone a vaccinarsi contro il Covid-19 e rallentare l’aumento delle infezioni causato dalla diffusione della variante Delta. Oltre 36 milioni di persone nel Paese, ovvero più del 54% della popolazione, sono completamente vaccinate. Il pass viene rilasciato alle persone che sono vaccinate contro il Covid-19, o sono guarite o sono risultate negative al test. La misura si applica anche ai turisti che visitano il Paese. Negli ospedali i visitatori e i pazienti che hanno appuntamento devono avere il pass. Sono previste eccezioni per le persone che necessitano di cure urgenti presso il pronto soccorso. Il pass è ora richiesto sui treni ad alta velocità, intercity e notturni, che trasportano oltre 400.000 passeggeri al giorno in Francia, ha affermato il capo del ministero dei Trasporti Jean-Baptiste Djebbari. È richiesto anche per i viaggi a lunga distanza in aereo o in autobus. “Applicheremo controlli massicci”, ha detto Djebbari. Sono accettati documenti cartacei e digitali.

    Francia, entra in vigore il green pass "generalizzato"
  • Gelmini: «Ristoratori devono solo verificare presenza pass»

    “Il Green pass non è uno strumento per punire o sanzionare, ma per tenere sotto controllo i contagi e difendere gli spazi di libertà conquistati. La ministra Lamorgese ha chiarito qualcosa di ovvio. Non chiediamo ai ristoratori di trasformarsi in sceriffi, poliziotti o forze dell'ordine. Al ristoratore chiediamo la verifica della presenza del Green pass. Ci saranno poi controlli a campione dalle forze ordine”. Così il ministro per le Autonomie, Mariastella Gelmini, a 'Stasera Italia' su Rete 4, in merito al dibattito sul Green pass.

    La Ministra per gli Affari Regionali e le Autonomie Mariastella Gelmini.ANSA/MOURAD BALTI TOUATI

  • Viminale: Forze polizia impegnate per rispetto uso green pass

    “Le forze di polizia sono pienamente impegnate per garantire il rispetto delle regole sull'utilizzo del Green pass . La attuazione dei controlli rappresenta un passaggio delicato in quanto ha l'obiettivo primario di tutelare la salute pubblica”. È quanto si apprende da fonti del Viminale.

  • Spagna: Con la Delta rischio alto per non vaccinati

    Il rischio associato alla variante Delta del coronavirus — la combinazione della probabilità di trasmissione e dell’impatto della malattia — è “alto” per i non vaccinati senza patologie pregresse e “molto alto” per i non vaccinati vulnerabili, mentre è “basso” nel caso delle persone vaccinate. È quanto riportato nell’ultima versione del documento sulle varianti del virus “di preoccupazione e interesse” del Ministero della Sanità spagnolo. Si tratta di un documento aggiornato periodicamente: l’ultima versione prima di quella odierna era stata pubblicata lo scorso 7 giugno, prima che la Delta diventasse la variante “predominante” grazie alla sua “maggior trasmissibilità” e una “leggera diminuzione dell’effettività vaccinale”. Da allora sono stati notificati circa 920.000 nuovi contagi di Covid. Ad oggi, in tutto ne sono stati registrati 4,6 milioni da inizio pandemia.

  • Ricerca israeliana: Con 3^ dose vaccino stesse reazioni che con seconda

    La maggior parte degli israeliani che hanno ricevuto la terza dose del vaccino anti Covid hanno riportato gli stessi effetti collaterali avuti dopo la seconda dose. È quanto rileva una ricerca condotta dall’assicurazione sanitaria Clalit. In base ai risultati, l’88% degli intervistati ha risposto che dopo aver ricevuto il richiamo si sono sentiti meglio o allo stesso modo di quando ricevettero la seconda dose. Il 10% ha invece riportato reazioni peggiori rispetto alla seconda dose. Nel complesso, il 31% degli intervistati ha riferito di avere sofferto delle reazioni dopo la terza dose, principalmente dolore nel punto dell’iniezione. In Israele da circa una settimana viene somministrata la terza dose del vaccino anti Covid alle persone over 60. Si tratta del primo Paese ad avere adottato diffusamente la strategia del cosiddetto ’booster shot’.

  • Si rompe tubo ossigeno, 9 pazienti Covid morti in Russia

    Nove pazienti Covid-19 sono morti oggi dopo la rottura di un tubo dell’ossigeno in un ospedale di Vladikavkaz, capitale della repubblica russa dell’Ossezia del Nord. Lo hanno riferito le autorità sanitarie. “Nove pazienti affetti dal coronavirus sono morti per mancanza di ossigeno all’ospedale di Vladikavkaz. Oggi c’è stato una rottura del sistema di ossigeno”, ha detto il ministro della Sanità, citato dalle agenzie di stampa russe.

  • Aiop Lombardia invia materiale medico a Cuba

    “Nessuno dimenticherà mai i 3 mesi in cui” i medici e infermieri cubani “sono stati al nostro fianco per combattere il momento più duro della pandemia” Covid in Lombardia. Con queste parole l’Aiop (Associazione italiana ospedalità privata) Lombardia annuncia di avere pronta una prima spedizione di materiale medico per il Paese, che proprio in queste settimane sta fronteggiando un aumento di contagi. “Con la donazione coordinata dai giovani di Aiop Lombardia e con il contributo del gruppo San Donato, del Gruppo Gheron e del Gruppo Mantova Salus, abbiamo cercato di restituire un po’ della generosità che il popolo cubano ha dimostrato inviandoci i suoi medici e infermieri per aiutarci nella lotta contro il coronavirus”, ha spiegato in una nota Michele Nicchio, vicepresidente di Aiop giovani Lombardia e Presidente Aiop giovani nazionale. Cuba, spiega Nicchio, “ha affrontato bene l’anno passato ma ora ha delle difficoltà soprattutto per la mancanza di forniture mediche. Da qui nasce il nostro gesto, supportato logisticamente da Neos Air e da Vector, grazie ai quali in due spedizioni che verranno effettuate il 9 e il 23 agosto, riusciremo a recapitare nell'isola caraibica il materiale medico che abbiamo raccolto e che verra' ricevuto dal nostro rappresentante, Pablo Enrique Herrera Lopez, e da un rappresentante del ministero della sanità cubana. Cuba e Aiop Lombardia collaborano sul piano scientifico e clinico con reciproca soddisfazione e sentiamo il bisogno di supportarli in questo momento difficile”.

  • A Cortina domani vaccinazioni sotto le stelle

    Una serata di ’vaccini sotto le stelle’ quella di domani, martedì 10 agosto, a Cortina d’Ampezzo, dove sarà attivato in orario serale un punto vaccinale in modalità drive-in, nel piazzale davanti allo stadio del Ghiaccio. Si tratta del secondo appuntamento di questo tipo, ma l’azienda Ulss 1 Dolomiti ha voluto ribattezzarla in chiave ’ricreativo-culturale’ considerando che si tratta della notte delle cosiddette stelle di San Lorenzo. La vaccinazione sarà ad accesso libero ed aperta a tutte le età (dai 12 anni in poi). Eventuali minorenni dovranno essere accompagnati dai genitori per richiedere la vaccinazione. Anche chi non ha l’auto, potrà comunque presentarsi a piedi.

  • No vax assaltano sede Bbc a Londra, scontri con la polizia

    Un gruppo di manifestanti no vax ha tentato di assaltare uno studio della Bbc nella parte occidentale di Londra, scontrandosi con gli agenti intervenuti per disperderli. Alcuni video condivisi online mostrano una piccola folla protestare contro i passaporti vaccinali ed i vaccini per i bambini, mentre tenta di forzare l’ingresso del complesso a White City e viene bloccata dalla polizia. I manifestanti gridavano “vergognatevi, vergognatevi”, accusando l’emittente di “non dare informazioni corrette”.

  • In Spagna il 70% con prima dose e 60% con ciclo completo

    Il 70,4% della popolazione della Spagna (33,4 milioni di persone) è stato vaccinato contro il Covid con almeno una dose, mentre il 60,2% (28,5 milioni) ha completato il ciclo: è quanto si apprende dall’ultimo aggiornamento del Ministero della Sanità iberico. L’obiettivo del governo è di arrivare al 70% della popolazione con il ciclo completo entro fine agosto. Tra gli over 40, la copertura vaccinale completa è ora dell’89,6%. Nella fascia d’età 20-39 anni, praticamente due su tre sono già stati vaccinati con almeno una dose.

  • Verso obbligo vaccino per militari Usa da metà settembre

    Entro il 15 settembre tutto il personale militare americano dovrà essere vaccinato contro il Covid 19 . Lo ha deciso il Pentagono, come riporta l’Associated Press che ha ottenuto un memo del segretario alla difesa Lloyd Austin. “Chiederò al presidente Biden l’approvazione per rendere il vaccino obbligatorio per tutto il personale militare entro metà settembre”, afferma Austin.

  • Marinari: Curva virus sovrapponibile a quella di estate 2020

    Al momento l’andamento dei casi di infezioni da virus SarsCoV2 sta disegnando una curva sovrapponibile a quella epidemiologica dell’estate 2020: “un anno fa assistevamo a un identico processo, con una crescita rapida seguita da un rallentamento di alcune settimane e poi di nuovo dalla crescita veloce” avvenuta tra fine settembre e l’inizio di ottobre del 2020”, ha detto il fisico teorico Enzo Marinari, dell’Università Sapienza di Roma. “L’elemento positivo - ha osservato - è che il ritmo di crescita dei positivi sembra diminuito. Quello negativo è che i ricoveri nelle terapie intensive stiano aumentando rapidamente e, purtroppo, sappiamo bene che questi anticipano la crescita del numero dei decessi. È una situazione seria, che tocca soprattutto i non vaccinati”. Naturalmente le variabili in gioco sono molte ed è necessario aspettare ancora prima di arrivare a delle conclusioni, ha detto ancora il fisico. “La presenza di molte persone vaccinate potrebbe fermare prima l’aumento del numero di casi positivi, così come i ricoveri in terapia intensiva, ma al momento ci troviamo agli inizi della curva e quello che emerge con chiarezza è che ad essere più toccati dall’infezione sono i non vaccinati. “La mia impressione - ha proseguito Marinari è che sarebbe molto pericoloso non prendere la strada del Green pass , non adottarlo sarebbe un pericoloso esperimento biologico perché si permetterebbe al virus di circolare liberamente, e questo potrebbe portare porti alla comparsa di nuove varianti pericolose. Ci troviamo in una situazione nella quale il virus non deve circolare”.

  • Siti crowdfunding ultima frontiera dei no vax negli Usa

    Negli Usa diversi gruppi no vax stanno raccogliendo centinaia di migliaia di dollari grazie ai siti di crowdfunding, quelli cioè in cui si chiede agli utenti di finanziare progetti con piccole somme. Lo riporta la rivista Slate, secondo cui le piattaforme più usate sono GiveSendGo, poco conosciuta ma usata di solito da gruppi di estrema destra, e la più nota GoFundMe. Sulle due piattaforme, che scontano la presenza di ’aree grigie’ nella moderazione e nelle policy’, il ’copione’ delle richieste di fondi è sempre lo stesso, riporta il sito, con personaggi che si autodefiniscono ’in lotta contro la dittatura di big pharma e del governo’, chiedendo soldi per iniziative generiche contro le vaccinazioni. Un esempio è la raccolta di Ivory Hecker, una giornalista licenziata dalla tv locale Fox 26 Houston dopo aver interrotto la lettura delle previsioni meteo per annunciare di essere in procinto di divulgare file compromettenti sulla presunta censura di informazioni sui vaccini. Dopo il licenziamento Hecker ha continuato a propagandare teorie fantasiose sul Covid , raccogliendo ben 200mila dollari. Ancora di più ha raccolto Morgan Kahmann, un ex impiegato di Facebook, che si atteggia a ’martire’ dopo aver fatto trapelare le politiche dell’azienda contro l’esitazione vaccinale, che peraltro sono state ampiamente pubblicizzate dalla stessa Facebook, e che ha raccolto oltre 500mila dollari.

  • Cina continentale, 94 nuovi casi

    Nella Cina continentale sono stati segnalati ieri 94 nuovi casi di Covid-19 a trasmissione locale di cui 41 nella provincia dell'Henan, 38 nello Jiangsu, 12 nell'Hunan e 3 nell'Hubei. Lo ha reso noto oggi la Commissione Sanitaria Nazionale nel consueto bollettino quotidiano. Quest'ultima ha inoltre riferito di 31 nuovi casi importati, di cui 8 ciascuno a Shanghai, nel Guangdong e nello Yunnan, 3 a Pechino e uno per regioni a livello provinciale della Mongolia Interna, dello Zhejiang, del Sichuan e dello Shaanxi. . Non vi sono stati ulteriori decessi correlati alla malattia.

    Tamponi a Nantong, nella proviincia cinese di Jiangsu. (Photo by STR / AFP)

  • Nigeria rinvia somministrazione secondo lotto vaccino

    La Nigeria ha posticipato il lancio del suo secondo lotto di vaccino contro il Covid-19 a causa di “circostanze impreviste”, una battuta d'arresto per la nazione più popolosa dell'Africa in quanto deve affrontare una forte ondata di casi. Meno del 2% dei 200 milioni di cittadini del Paese è stato vaccinato contro il coronavirus, secondo l'Agenzia nazionale per lo sviluppo della sanità primaria.La Nigeria ha inizialmente ricevuto circa 4 milioni di dosi di AstraZeneca donate tramite Covax, ma ha esaurito la sua offerta a metà luglio. Il Paese ha ora ricevuto 4 milioni di dosi del vaccino Moderna donate dagli Stati Uniti. C'è stato un aumento del 553% delle infezioni mensili confermate da quando la variante delta è stata rilevata nel paese all'inizio di luglio, secondo i dati del Nigeria Center for Disease Control.

  • Pregliasco, «Green pass non elimina rischio, tenere alta la guardia»

    “Il Green pass non dà la certezza di non infettarsi, non cambia nulla, l'attenzione deve essere continua e non si deve abbassare la guardia”. Lo dice all'Adnkronos Salute il virologo Fabrizio Pregliasco, docente dell'Università Statale di Milano. “L'unico elemento - chiarisce il virologo - è sapere che si è più sereni, ma si deve continuare ad adottare il nuovo galateo” fatto di igiene, distanziamento e “mascherina assolutamente imprescindibile, anche al ristorante, tranne il tempo in cui si mangia”.

    PER APPROFONDIRE: Green pass obbligatorio, il nodo dei controlli affidati ai gestori

  • Calano casi e morti in Gb, 75% degli over 18 vaccinati

    Continua la tendenza a un graduale calo complessivo dell'impatto della variante Delta sui contagi da Covid nel Regno Unito, sui morti e sulle ospedalizzazioni. Lo confermano i dati odierni con 25.161 casi giornalieri (su quasi 700.000 tamponi), oltre 2000 meno di ieri, e 37 decessi contro 39 (seppure alleggeriti da un parziale ritardo nella raccolta statistica riferita al weekend che come di consueto sarà recuperata nei prossimi giorni). Stabile inoltre attorno a 5.500 il totale dei ricoveri, a conferma della tenuta apparente della barriera immunitaria garantita dai vaccini (anche dopo 20 giorni dalla fine di tutte le maggiori restrizioni del lockdown decisa per l'Inghilterra dal governo di Boris Johnson, obbligo di mascherina inclusa) in un Paese che si avvia verso le 87 milioni di dosi somministrate: con l'89% della popolazione over 18 residente 'coperta' dalla prima fiala e il 74,8% dall'intero ciclo vaccinale.

  • Lazio: 7,2 mln vaccinazioni, tornano Junior open day

    “Raggiunte 7,2 milioni di dosi somministrate nel Lazio. Il 70% della popolazione over 12 ha concluso il ciclo vaccinale”. Così l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, ribadendo che “l'obiettivo di agosto è arrivare all'80% di popolazione con vaccinazione completa”. E nel Lazio tornano gli open day Junior per i ragazzi dai 12 ai 17 anni. Nella “Asl Roma 4, 14-21-28 agosto e 4 settembre dalle ore 8:30 alle 19 presso il porto di Civitavecchia, Casa della Salute di Ladispoli, Fiano Romano, Padre Pio Bracciano e Rignano. Azienda ospedaliera San Camillo Forlanini, 23 e 24 agosto dalle ore 8 alle 20 (hub Majorana)” dice D'Amato.

  • Usa, media giornaliera oltre 110mila casi, situazione critica a Austin

    La variante Delta del coronavirus sta provocando un forte aumento del numero di nuovi casi di Covid-19 negli Stati Uniti, con la media sui 7 giorni tornata sopra i 100.000 casi al giorno per la prima volta da febbraio. Ieri, la media ha toccato i 110.360 casi al giorno, secondo i dati del New York Times, in rialzo del 112% rispetto a due settimane fa. Preoccupano anche i dati sui ricoveri, aumentati del 90%, e sui morti, cresciuti in queste due settimane del 92%. Situazione “critica” a Austin, in Texas, dove cominciano a scarseggiare i posti letto nelle terapie intensive degli ospedali, secondo quanto comunicato dalle autorità sanitarie.

  • Vaccini: Svizzera autorizza Moderna per la fascia 12-17 anni

    Le autorità sanitarie svizzere hanno annunciato di aver approvato il vaccino contro Covid-19 del laboratorio americano Moderna per la fascia di età dai 12 ai 17 anni, dopo aver già dato il via libera a quello di Pfizer-BioNTech per gli adolescenti all'inizio di giugno. Swissmedic ha dichiarato di aver dato il proprio consenso sulla base di uno studio in corso condotto su 3.732 bambini di questa fascia di età che ha mostrato una reazione immunitaria paragonabile a quella ottenuta nei giovani adulti di età compresa tra 18 e 25 anni con lo stesso dosaggio. La richiesta di estenderlo agli adolescenti è stata depositata dal laboratorio americano l'11 giugno, pochi giorni dopo l'autorizzazione da parte dell'agenzia sanitaria svizzera all'utilizzo del vaccino Pfizer-BioNTech per i minori di 12-15 anni. Come per gli adulti, Moderna dovrà essere somministrato in doppia dose anche agli adolescenti. In Svizzera, il 54,91% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino anticovid, mentre il 49,16% è completamente vaccinato. Sono le tre formule autorizzate nel Paese: Pfizer-BioNTech, Moderna e Johnson & Johnson.

    Foto EPA

  • Figliuolo, «Piano giovani in tutta Italia dopo Ferragosto»

    Per raggiungere l'obiettivo del 60% di studenti vaccinati prima dell'inizio delle scuole “il pensiero è quello di fare un Piano che possa dopo ferragosto permettere ai giovani corsie preferenziali, quindi senza prenotazioni: lo faremo in tutta Italia. Il presidente mi ha rassicurato e con il direttore generale della sanità hanno elaborato un ottimo piano”. Così il Commissario per l'Emergenza, Francesco Figliuolo, durante la sua visita in Basilicata. Per Figliuolo bisogna comunque “continuare a pensare agli over 50 perché è una categoria che ha bisogno di incrementare numeri di vaccinati e oggi con le varianti rimane più a rischio”.

    Il Commissario per l'Emergenza, Francesco Figliuolo. (ANSA)

  • Locatelli (Cts): «Terza dose da discutere, sì a chi ha sistema immunitario alterato»

    La terza dose di vaccino Covid “ha un suo forte razionale scientifico per i pazienti che hanno un'alterata funzionalità del sistema immunitario”, come “chi ha una patologia oncologica o oncoematologica, piuttosto che i riceventi di un trapianto di organo solido, giusto per citare due di queste categorie”. Invece “per la terza dose nei soggetti fragili per patologia concomitante o ragioni anagrafiche credo che il discorso vada affrontato in una prospettiva un po' diversa. Noi non sappiamo compiutamente quanto dura la protezione immunologica, certamente sappiamo che arriva a 9 mesi, ma molto probabilmente si estende anche di più. Quindi, se e quando sarà necessaria una terza dose è tutta una questione da discutere e analizzare in maniera precisa, anche perché non dimentichiamoci che abbiamo ancora popolazioni che devono completare il ciclo vaccinale”. Lo ha detto Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità (Css) e coordinatore del Comitato tecnico scientifico (Cts) per l'emergenza Covid, intervenuto a 'L'Aria che tira - Estate' su La7.

  • Vaccini: Figliuolo, dal 16 a fine agosto altre 10 mln dosi

    “Dal 16 agosto a fine mese avremo circa 10 milioni di dosi a livello nazionale che ci permetteranno di continuare con un ottimo passo”. Così il Commissario per l'Emergenza, Francesco Figliuolo, durante la sua visita in Basilicata. Figliuolo ha spiegato che “dal 16 agosto in avanti, rispetto a quello che pensavamo, avremo 3 milioni di dosi in più grazie all'azione di Draghi con la Commissione Ue e la presidente”.”Per bloccare la Delta e altre varianti è importante aumentare il tasso di vaccinazioni a livello globale - ha aggiunto -.In Italia siamo, come prime dosi, al 69% e circa al 64% di vaccinati. E dobbiamo continuare a correre”.

    I dati dei vaccinati al 9 agosto 2021
  • Anche negli Usa vendono green pass falsi su Internet

    Anche negli Usa sta nascendo il fenomeno della vendita illegale di certificati vaccinali falsi, soprattutto su Internet o nelle app di messaggistica. Mentre la variante Delta del coronavirus si diffonde negli Stati Uniti, un numero crescente di college e università richiede la prova della vaccinazione Covid-19 affinché gli studenti possano frequentare le lezioni di persona. Ma il requisito obbligatorio ha aperto la porta a coloro che si oppongono ai vaccini per ingannare il sistema e le forze dell’ordine. Sia i docenti che gli studenti di dozzine di scuole affermano di essere preoccupati per quanto sia facile ottenere tessere vaccinali false. Su Internet, è nata un’industria a domicilio per accogliere le persone che affermano che non verranno vaccinate per motivi personali o religiosi. Un account Instagram con il nome utente “vaccinationcards” vende tessere di vaccinazione Covid-19 laminate per 25 dollari ciascuna.

  • In Iran quasi 41.000 nuovi casi e 588 decessi in 24 ore, mai così tanti

    Nuovi dati preoccupanti arrivano dall’Iran nel mezzo della “quinta” ondata di contagi da coronavirus. Nella Repubblica Islamica nelle ultime 24 ore si sono registrati 588 decessi riconducibili al Covid-19 , mai così tanti dall’inizio della pandemia, come riporta l’agenzia Tasnim. Si tratta di un nuovo drammatico record dopo quello di ieri quando erano stati confermati 542 decessi. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria, secondo il bollettino ufficiale rilanciato anche dall’agenzia Mehr, in Iran si contano 94.603 morti su 4.199.537 contagi accertati dopo che il ministero della Sanità ha confermato altre 40.808 infezioni, un altro preoccupante record per la Repubblica Islamica. Secondo le autorità iraniane nel Paese, con 83 milioni di abitanti, più di 13 milioni di persone hanno ricevuto la prima dose di un vaccino contro il coronavirus.

  • Locatelli: Pass riduce rischio chiusure, vaccino vera strategia vincente

    Il tampone è “uno dei 3 pilastri su cui si fonda” il certificato verde. “E’ chiaro, però, che la vera strategia vincente è procedere il più convintamente possibile lungo la strada delle vaccinazioni” anti- Covid , “perché solo in questo modo poi uno riesce a ottenere un green certificate di lunga durata, che prescinde dal breve intervallo di tempo in cui è valido invece quello rilasciato sulla base del tampone”.

    (Photo by Andreas SOLARO / AFP)

    In ogni caso “il Green pass si inserisce nel solco di una strategia per rendere sempre più sicura la nostra vita e per consentirci di ridurre il più possibile il rischio di nuove chiusure, quindi il giudizio non può essere che largamente positivo a tutti gli effetti. E mi pare che il Paese abbia ben compreso nella larga maggioranza quella che è la logica che sottende alla sua implementazione”. Lo ha evidenziato Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità (Css) e coordinatore del Comitato tecnico scientifico per l’emergenza Covid, intervenuto a ’L’Aria che tira - Estate’ su La7.

  • In Liguria verso le 100mila dosi somministrate in farmacia

    “Stiamo continuando con il nostro trend che è di circa 10mila vaccinazioni alla settimana e alla fine di questa settimana probabilmente raggiungeremo la quota di 100mila vaccinazioni fatte”. Lo spiega Giuseppe Castello, presidente di Federfarma Genova, in merito ai numeri delle vaccinazioni eseguite nelle farmacie della Liguria, che in questi mesi hanno contribuito a far decollare la campagna vaccini contro il Covid. La Liguria è stata la regione capofila in Italia nello stipulare gli accordi che hanno permesso le somministrazioni anche all’interno delle farmacie. In totale sono stati oltre 306mila i vaccini prenotati nelle farmacie liguri da febbraio a oggi e 90.335 quelli somministrati, secondo l’Unione ligure associazioni titolari di farmacia, l’organismo regionale che raggruppa le 4 Federfarma provinciali. “Siamo stati la prima regione in assoluto - aggiunge Castello - le prime vaccinazioni sono partite il 30 marzo, nelle altre regioni e non in tutte la partenza è stata verso maggio o giugno. Quindi la risposta delle farmacie è stata notevole, c’è stato un incremento con il passare dei mesi e molte farmacie hanno aumentato anche la loro capacità vaccinale”.

    (Imagoeconomica)

  • In Abruzzo 25 nuovi positivi e 46 guariti

    Sono 25 (di età compresa tra 2 e 100 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza a 76907. Il bilancio dei pazienti deceduti non registra nuovi casi e resta fermo a 2515. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 72591 dimessi/guariti (+46 rispetto a ieri). Lo comunica l'Assessorato regionale alla Sanità. Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 1801 (-20 rispetto a ieri).(nel totale sono ricompresi anche 413 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall'inizio dell'emergenza, sui quali sono in corso verifiche). Quarantanove pazienti (+6 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 1 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 1751 (-26 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 1252 tamponi molecolari (1279736 in totale dall'inizio dell'emergenza) e 886 test antigenici (609516). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 1.16 per cento. Del totale dei casi positivi, 19459 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+6 rispetto a ieri), 19840 in provincia di Chieti (invariato), 18801 in provincia di Pescara (+14), 18073 in provincia di Teramo (+4), 616 fuori regione (+5) e 118 (-4) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

  • Dalla Regione Veneto altri 10 mln per il credito alle Pmi

    La giunta regionale del Veneto approva un nuovo incremento, da 10 milioni, alla dotazione finanziaria dei fondi di rotazione per i finanziamenti agevolati alle Pmi dei settori commercio secondario, terziario e artigianato. “Con questa nuova delibera - ha detto l’assessore regionale allo sviluppo economico Roberto Marcato - salgono a 60 milioni di i fondi a disposizione nel piano straordinario per la concessione di finanziamenti agevolati per esigenze di liquidità delle imprese colpite dall’emergenza epidemiologica da Covid-19. Il successo della misura, con un ottimo riscontro da parte delle imprese nell'accesso al credito agevolato tramite la nostra finanziaria Veneto Sviluppo, ci ha convinto ad aumentare la somma disponibile”. Dai dati del monitoraggio di Veneto Sviluppo si evince che la linea di intervento attivata dalla Regione a luglio dello scorso anno, a inizio agosto 2021 registrava 1.146 domande ammesse all'agevolazione, per un controvalore in termini di risorse regionali impegnate pari a 45.010.603,06 euro. Alla data del 3 agosto 2021, il plafond di 50 milioni di euro risulta impegnato al 90% circa, con una media di domande presentate e ammesse nel periodo maggio-luglio 2021 pari a 140 al mese.

    Mosaico di produzione artigianale veneta, per arredamento (Imagoeconomica)

  • In Toscana crescono tasso ospedalizzazione e incidenza positivi

    Nelle ultime 24 ore sono stati ricoverati per Covid negli ospedali toscani 25 persone in più rispetto a ieri. Il totale dei degenti positivi al Coronavirus sale a 283, dei quali 30 in terapia intensiva (7 in più rispetto a ieri). Ne consegue che il tasso di ospedalizzazione, il parametro più importante per i cambi di colore delle regioni, è salito al 5,03% per i reparti di area medica e al 5,26% nelle terapie intensive, con un incremento di un punto percentuale rispetto a ieri. Il servizio sanitario regionale conta di 5.033 posti letto per i ricoveri ordinari e 570 per le terapie intensive. Le soglie che fanno scattare la zona gialla sono il 15% di posti letto occupati nei reparti ordinari (503 ricoverati contro i 283 di oggi) e il 10% nelle terapie intensive (57 ricoverati contro i 30 di oggi). In crescita anche l’incidenza di nuovi positivi ogni 100mila abitanti, arrivata ieri a 120 contro un limite massimo di 150.

  • Lamorgese: Green pass si controlla senza chiedere documento di identità

    «Non si può pensare che i controlli sul green pass li facciano le forze di polizia perché questo sarebbe distogliere dal loro compito prioritario che è garantire la sicurezza mentre non escludo qualche controllo a campione da parte della polizia amministrativa». Così il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, sul green pass. “La regola è venga richiesto il green pass senza il documento di identità”, ha poi precisato il ministro.

    Luciana Lamorgese (Imagoeconomica)

  • In Brasile oltre 151 milioni di persone vaccinate

    Sono 151,7 milioni le persone vaccinate contro il Covid-19 finora in Brasile: lo rende noto il ministero della Salute locale, secondo cui ai 27 Stati federativi sono state consegnate 184,8 milioni di dosi di vaccini dall’inizio della campagna di immunizzazione nazionale. Del totale di somministrazioni, 106,5 milioni riguardano la prima dose e 45,1 milioni la seconda o singola dose.

  • Veneto +425 positivi e 2 decessi nelle ultime 24 ore

    Sono 425 i nuovi positivi al Covid riscontrati nelle ultime 24 ore in Veneto, e 2 i decessi. Lo riferisce il bollettino della Regione. Il totale degli infetti dall’inizio dell’epidemia raggiunge i 442.114, quello delle vittime 11.649. Il tasso di incidenza dei contagi (ieri sono stati solo 13mila i tamponi) è del 3,2%. Si tratta cioè - ha spiegato il governatore Luca Zaia - di tamponi richiesti per contatti diretti con persone positive, non di una vera attività di contact tracing I soggetti in isolamento salgono a 13.779 (+201). Scende di poco il totale dei ricoverati negli ospedali, 206 (-2); di questi 182 (-3) si trovano nei normali reparti medici, 24 (+1) in terapie intensiva; di questi ultimi la quasi totalità è costituita la pazienti non vaccinati.

    Luca Zaia presidente Veneto (Imagoeconomica)

  • Morti ancora in aumento in Iran, 588 in 24 ore

    Continuano ad aumentare i morti a causa del Covid in Iran. Il ministero della Salute ne ha registrati 588 nelle ultime 24 ore, rispetto ai 500 di sabato. I contagi sono stati 40.808, che hanno portato il numero totale dei decessi a 94.603 e dei contagi a 4.199.537. Sul fronte della campagna vaccinale, riferisce l’Irna, su almeno 60 milioni di persone in 3.146.130 hanno ricevuto entrambe le dosi e 13.002.245 la prima dose. Attualmente, 336 città sono in condizioni di rischio molto alto o rosse, 84 ad alto rischio o arancione e 28 a rischio medio o gialle. Inoltre gli ospedali stanno affrontando una carenza di attrezzature, compresi letti, ventilatori e farmaci.

    (Epa/Aref Taherkenareh)

  • Aifa, in 7 giorni 268 prescrizioni monoclonali, +48%

    Continuano ad aumentare le prescrizioni di anticorpi monoclonali a pazienti Covid, arrivate, nella settimana dal 30 luglio al 5 agosto, a 268, a fronte delle 181 dei sette giorni precedenti. È quanto evidenzia il 18/mo Report sugli Anticorpi Monoclonali per Covid-19 dell’Agenzia italiana del Farmaco (Aifa), da cui emerge che finora sono 6.835 i pazienti inseriti nei registri di monitoraggio di questi farmaci.

    AIFA Agenzia Italiana del Farmaco (Imagoeconomica)

    Gli anticorpi monoclonali sono farmaci specifici contro il Covid-19, autorizzati in via emergenziale e disponibili anche in Italia a partire da marzo scorso per persone particolarmente fragili, con infezione recente da Sars-Cov-2. Grazie all’aumento di persone anziane e fragili vaccinate, le dosi settimanali prescritte sono calate in modo netto da aprile in poi: tra il 16 e il 22 aprile, erano state ben 945, mentre sono state appena 34 nella settimana dal 25 giugno al primo luglio. Tuttavia, il loro numero è in risalita, di pari passo al numero dei contagiati: sono state 74 nella settimana 2-8 luglio (+118%) e 80 nella settimana 9-15 luglio (+8%), 161 dal 16 al 22 luglio (+101%), 181 dal 23 al 29 luglio (+12%) e 268 dal 30 luglio al 5 agosto (+48).

  • Costa, «ad oggi 60 mln di Green pass scaricati»

    “I dati ci dicono che gli italiani hanno preso ben coscienza dell’utilità del Green pass perché ad oggi sono stati scaricati oltre 60 milioni di certificati verdi”. Lo ha detto il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, ospite di ’L’aria che tira - Estate’ su La7. “C’è la consapevolezza - ha rimarcato Costa - che il Green pass è quello strumento che ci permette di proseguire in questo percorso di riaperture graduali nel nostro Paese e di ritorno alla normalità. Questo - ha concluso - è lo spirito con cui lo abbiamo introdotto nella consapevolezza che il Green pass tutela e garantisce le libertà”.

    Andrea Costa (Imagoeconomica)

  • Agenas, in Sardegna intensive a 11%, cresce la Sicilia al 7%

    In Italia è stabile al 3% il tasso di occupazione delle terapie intensive da parte dei pazienti affetti da Covid ma, secondo gli ultimi dati pubblicati l’8 agosto con il monitoraggio giornaliero dall’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), tre regioni vedono un aumento dell’1%: la Sicilia, che arriva al 7%, le Marche che arrivano al 3% e la Sardegna, che arriva all’11% oltre la soglia del 10% indicata come uno dei nuovi parametri principali per il cambio di colore delle regioni.

    (Ansa/Ciro Fusco)

  • Spagna, nessun obbligo di vaccino per gli insegnanti

    A differenza di Paesi come l’Italia, dove è stato annunciato l’obbligo di possesso del reen pass covid per accedere a scuola e università, il governo spagnolo non prende in considerazione, almeno per adesso, la possibilità di rendere obbligatoria la vaccinazione per gli insegnanti. Lo ha affermato la ministra dell’Istruzione, Pilar Alegría, in un’intervista concessa alla radio Cadena Ser. «Praticamente tutti gli insegnanti si sono già vaccinati volontariamente», ha detto Alegría. «Il nostro Paese sta offrendo un’immagine di assoluta responsabilità rispetto al processo di vaccinazione», ha aggiunto, in allusione al fatto che in altri Paesi europei i movimenti no-vax sembrano aver più forza che in Spagna.

  • Bergamo, 51 denunce per manifestazione no-Green pass

    Scattano a Bergamo le prime denunce per la manifestazione non autorizzata dello scorso 24 luglio, quando un gruppo di cittadini si erano riuniti per protestare contro il Green pass. La Digos della questura di Bergamo ha trasmesso all’autorità giudiziaria le prime 51 denunce nei confronti dei partecipanti al corteo. Le accuse sono l’adunata sediziosa e l’interruzione del pubblico servizio, visto che i cittadini avevano di fatto bloccato il trasporto pubblico di Bergamo. Alcuni dei denunciati dovranno anche rispondere del reato di mancato preavviso della manifestazione: si tratta di fatto degli organizzatori e di chi ha guidato la manifestazione stessa, come emerso dalle immagini registrate dalla Digos. A breve dovrebbero scattare ulteriori provvedimenti anche per la manifestazione del 31 agosto, anch’essa non autorizzata, mentre era tutto in regola per la manifestazione di sabato scorso, 7 agosto, quando era stata preavvertita la questura, come prevede la normativa.

    (Photo by Alberto Pizzoli / Afp)

  • Palermo, verso sospensione per medici non vaccinati

    Pronta la sospensione dalla professione per i medici palermitani non ancora vaccinati per il Covid 19. L’Asp ha avviato le procedure di accertamento richiedendo all’Ordine dei medici di Palermo la pec di 849 professionisti. Nei prossimi giorni, in ottemperanza al decreto legislativo 44 del 2021, scatteranno le sospensioni per tutti coloro che non abbiano provveduto all’obbligo vaccinale. «La sola alternativa per continuare a svolgere l'attività - spiega il presidente dell'Ordine dei medici di Palermo, Toti Amato, componente del direttivo della Federazione nazionale Fnomceo - è il trasferimento in un ruolo diverso che non comporti il contatto con i pazienti per i rischi di contagio delle infezioni da Sars-CoV-2».

    Palermo (Agf-Creative)

  • Speranza: «In tre giorni scaricati 20 milioni di green pass»

    «Venti milioni di green pass scaricati negli ultimi tre giorni. È un numero straordinario che dimostra la sensibilità e la partecipazione dei cittadini del nostro Paese alla lotta contro il Covid». Lo scrive su Facebook il ministro della Salute Roberto Speranza.

    Roberto Speranza. (Ansa/Palazzo Chigi)

  • Calabria, comune di Bagaladi in “zona rossa”

    Nuova “zona rossa”, in Calabria, nel comune di Bagaladi in provincia di Reggio Calabria. Il presidente della Regione, Nino Spirlì, a seguito dell’aumento dei casi di positività al Covid 19 riscontrati sul territorio del comune, ha firmato un’ordinanza che è entrata in vigore dalle 22 di ieri sera e avrà durata fino a tutto il 18 agosto. Nell’atto si rileva che il Dipartimento di prevenzione dell’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria ha comunicato «una crescita esponenziale dei contagi tra la popolazione residente, che determina una elevata incidenza, con 19 casi confermati attivi dei quali il 53% registratisi nelle ultime 24 ore, su una popolazione di circa 1.025 abitanti». Bagaladi è il centro del reggino interessato nei giorni scorsi dagli incendi che hanno devastato l’area grecanica della provincia di Reggio Calabria e dove si sono contate anche due vittime.

    Nino Spirli (Imagoeconomica)

  • Covid, Wuhan: completati test su intera popolazione

    Le autorità di Wuhan, da dove è partita la pandemia di Covid-19, hanno annunciato di aver completato i test sull’intera popolazione di undici milioni di abitanti. I test, iniziati martedì, forniscono una «fondamentalmente copertura completa» di tutti i residenti in città ad eccezione dei bambini di età inferiore ai sei anni e degli studenti in pausa estiva, ha detto l’alto funzionario di Wuhan Li Tao in una conferenza stampa, secondo l’agenzia di stampa Xinhua. Le autorità di Wuhan hanno diagnosticato ieri due contagi trasmessi localmente.

    (Afp)

  • Vaccini, Guardian: «Gran Bretagna vuole far scorta di 210 milioni di dosi»

    La Gran Bretagna intende «far scorta» di 210 milioni di vaccini contro il coronavirus. Lo rivela in esclusiva il Guardian mentre crescono le accuse a Londra di non pensare sufficientemente ai Paesi più poveri e di lasciarli a «lottare per gli scarti» e crescono le pressioni sul governo britannico perché «faccia di più». Entro la fine dell’anno, secondo i dati di Airfinity, una società di analisi e informazione scientifica, circa 467 milioni di vaccini dovrebbero essere consegnati nel Regno Unito. Saranno però necessari solo 256,6 milioni di vaccini per soddisfare la richiesta prevista di vaccinare tutti gli over 16 e offrire una terza dose ai più vulnerabili in autunno. Considerato che poco più dell’80 per cento degli adulti hanno ricevuto due dosi di vaccino contro il Covid-19, se quest’anno verrà mantenuto questo trend ci sarebbe un surplus di 210 milioni vaccini. E se si arrivasse a vaccinare completamente il 100 per cento della popolazione, i vaccini rimasti sarebbero 186 milioni. Dosi che potrebbero essere utili a vaccinare le circa 211 milioni di persone che vivono nei 10 paesi meno vaccinati del mondo, affermano gli attivisti della campagna Global Justice Now.

  • India, 35.499 nuovi casi di Covid-19 nella ultime 24 ore

    Nelle ultime 24 ore l’India ha registrato 35.499 nuovi casi di Covid-19. Lo rendono noto fonti governative.

  • Green pass falsi venduti online, in corso blitz della Polizia

    La Polizia di Stato sta eseguendo una vasta operazione, denominata ’Fake Pass’, di contrasto al commercio online di falsi Green pass Covid-19. Gli utenti - spiega un comunicato - venivano attratti con messaggi come «ciao, ti spiego brevemente come funziona: attraverso i dati che ci fornisci (nome e cognome, residenza, codice fiscale e data di nascita) una dottoressa nostra collaboratrice compila un certificato vaccinale e (quindi sì, risulti realmente vaccinato per lo Stato) e da lì il Green pass». Gli investigatori del Servizio Polizia postale e delle comunicazioni di Roma, Milano e Bari, con il coordinamento delle procure della Repubblica presso i tribunali di Roma, Milano e dei minorenni di Bari, stanno eseguendo perquisizioni e sequestri nei confronti degli amministratori di 32 canali Telegram responsabili della vendita di Green pass falsi.

  • Campagna vaccinale, i dati aggiornati a domenica 8 agosto

    Lo stato della campagna vaccinale in Italia, con i dati riferiti a ieri, domenica 8 agosto.

    I dati dei vaccinati all'8 agosto 2021
  • Covid, ieri in Italia 5.735 nuovi casi e 11 vittime

    Nella giornata di domenica 8 agosto in Italia sono stati registrati 5.735 nuovi casi di coronavirus, meno di quelli di sabato 7, che erano stati 6.902. Undici, invece, le vittime, che portano il totale a 128.220. I tamponi giornalieri sono stati 203.511, e rapportati ai nuovi casi danno un tasso di positività del 2,82%.
    I ricoverati con sintomi sono 2.631, mentre erano 2.533 il giorno prima, in terapia intensiva ci sono 299 ricoverati (24 gli ingressi del giorno), undici in più rispetto a sabato. In isolamento domiciliare si trovano 109.336 persone: 3.622 in più del giorno precedente. Il totale degli attualmente positivi è di 112.266 persone, contro le 108.535 delle 24 ore precedenti.

    DATI COVID / Leggi l’articolo completo sul report di ieri.

    PER APPROFONDIRE:
    La mappa dei contagi
    Vaccini in tempo reale
    Tutto quello che ha scoperto la scienza

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti