Il bollettino della pandemia

Coronavirus oggi: in Italia altri 17.959 casi e 86 vittime, tasso di positività al 3,18%

I dati del ministero della Sanità

Coronavirus: bollettino dell’8 Dicembre 2021

5' di lettura

I DATI DEL CONTAGIO
Loading...

Oggi, 8 dicembre, in Italia sono stati scoperti 17.959 nuovi contagi (ieri 15.756) da coronavirus , rilevati attraverso 564.698 tamponi (ieri 695.136). Il tasso di positività è del 3,18% (ieri era al 2,3%). Le vittime oggi sono state 86 (ieri erano 99). Nei grafici sotto, e nella pagina di Lab24 , tutti i dati aggiornati.

Le vittime

Il report quotidiano diffuso dal ministero della Salute e della Protezione civile alle 17.07 di oggi, domenica 8 dicembre, conta dunque 86 vittime, 13 in meno rispetto alle 99 registrate ieri.

Loading...

Terapia intensive e altri dati

Per quanto riguarda invece il quadro relativo ai soggetti presi in carico dal sistema sanitario abbiamo:
- totale dei ricoverati per Covid nei reparti di terapia intensiva pari a 791 unità (+15 rispetto a ieri, quando erano in totale 776);
- soggetti ricoverati con sintomi del Coronavirus nei reparti ordinari sono 6.099 (+21, erano 6.078 nella precedente rilevazione);
- persone in isolamento domiciliare sono 242.324 (+8.284, erano 234.040 ieri);
- persone attualmente positive sono 249.214 unità (ieri oltre 240.000);
- totale dei soggetti dimessi/guariti da febbraio 2020 a oggi è pari a 4.768.578 (ieri 4.759.038);
- casi totali di contagio rilevati dall’inizio della pandemia sono a 5.152.264.

IL TREND GIORNO PER GIORNO

Casi attualmente positivi, guariti, morti e casi totali dal primo rilevamento a oggi. Casi nuovi giorno per giorno

Loading...

Nel Lazio 1.554 nuovi casi e 3 morti

“Oggi nel Lazio su 17.665 tamponi molecolari e 35.339 tamponi antigenici per un totale di 53.004 tamponi, si registrano 1.554 nuovi casi positivi (+80), sono 3 i decessi (-9), 760 i ricoverati (-9), 113 le terapie intensive (+7) e +891 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 2,9%. I casi a Roma città sono a quota 740”. Lo comunica in una nota l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. “Oggi - sottolinea - superata quota un milione di dosi di richiamo oltre 35% del target, continuiamo cosi', obiettivo a dicembre quota 2 milioni di dosi booster. Chiesto alla struttura commissariale un aumento forniture di anticorpi monoclonali. Nella giornata di ieri sono state 55 mila le dosi somministrate con un incremento del 56% rispetto alla settimana precedente. Mancano all'appello oltre 100 mila nella classe di eta' 40/49 anni che non hanno effettuato la vaccinazione. Invitiamo al più presto a farla, si corre un rischio troppo grande”.
Per chi avesse effettuato all'estero le prime dosi di vaccino è ora possibile prenotare la dose di richiamo nel Lazio accedendo nella sezione ‘dosi booster per aire e residenti all'estero (https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it/main/home).

In Emilia Romagna ancora 13 morti, crescono i ricoveri

Crescono ancora i ricoveri in Emilia-Romagna con gli ospedali sempre più sotto pressione. Nelle ultime 24 ore si registrano quasi 1.400 nuovi casi di positività e si contano anche 13 nuove vittime, fra le quali un uomo di 66 anni in provincia di Ferrara. I nuovi contagi sono 1.391, individuati sulla base di oltre 36mila tamponi. Di questi circa la metà, 687, sono asintomatici, individuati soprattutto attraverso le attività di contact tracing.
I casi attivi superano quota 27mila e il 96,6% sono in isolamento a casa. In terapia intensiva ci sono 82 pazienti, uno in più di ieri, mentre negli altri reparti Covid 837 (+30). I morti sono 2 nelle province di Forlì-Cesena, Bologna, Modena, Ferrara e Reggio Emilia, uno a Piacenza, Parma e Ravenna. In termini assoluti il numero più alto di nuovi contagi è a Bologna (292 casi, 40 dei quali nell’Imolese) seguita da Rimini e Forlì-Cesena (200 in entrambe le province).

In Basilicata 116 nuovi positivi su 1.336 tamponi

Centosedici dei 1.336 tamponi esaminati in Basilicata nelle ultime 24 ore sono risultati positivi: si tratta di una cifra - resa nota nel bollettino della task force regionale - che non si registrava da tempo. Le persone ricoverate negli ospedali sono 21, una delle quali - e anche questa è una novità - è curata in terapia intensiva, dove non vi erano positivi da oltre una settimana. Non si sono registrate altre vittime: in isolamento domiciliare ci sono 1.233 persone e 68 sono i nuovi guariti registrati ieri.

In Puglia 468 contagi in Puglia, tasso positività va al 2,3%

Su 20.631 test sono risultate positive oggi in Puglia 468 persone, con un tasso di positività del 2,3% in forte rialzo rispetto ai 362 di ieri (pari all’1,6%). Non risultano decessi. Sono 4.833 i positivi, 141 i ricoverati in area non critica, 18 in terapia intensiva. Questa la suddivisione per provincia: 156 nel Barese, 9 nella Bat, 81 nel Brindisino, 82 nel Foggiano, 80 in provincia di Lecce, 52 in quella di Taranto, 4 i residenti fuori regione, 4 in provincia in via di definizione.

TERAPIE INTENSIVE E RICOVERI

Il numero di ricoveri giornalieri, quelli in terapia intensiva, e la crescita percentuale giornaliera.

Loading...

In Sicilia 4.967 casi in una settimana, incidenza 97/100mila

In Sicilia nella settimana appena trascorsa, tra il 29 novembre ed il 5 dicembre 2021, sono stati diagnosticati altri 4697 nuovi casi con un valore di 97 su 100.000 abitanti (sfiorando la soglia di un nuovo caso ogni mille abitanti), pur senza un ulteriore sensibile incremento del trend.
Il rischio più elevato rispetto alla media regionale, in termini di nuovi casi su popolazione residente, si concentra ancora nelle province di Messina (137,5/100.000 abitanti), Caltanissetta (140,8), Catania (128,9) e Siracusa (121,3).
A sostenere la crescita della curva epidemica sono soprattutto i più giovani, compresi nella fascia d’età tra i 6/10 anni (212/100.000) e tra 11/13 anni (193,7/100.000), che fanno registrare un'incidenza più che doppia rispetto alla media della popolazione generale. Resta tuttavia limitato il numero di nuove ospedalizzazioni (164), con l'80% dei soggetti attualmente ospedalizzati che risultano non vaccinati o con un ciclo incompleto di vaccinazione. Il tasso di occupazione dei posti letto è pari al 5% per le terapie intensive e 9% per l'area medica.

In Umbria ieri 179 nuovi positivi, stabili i ricoveri

Nuovo picco dei positivi in Umbria, ma situazione sul fronte ricoveri che si mantiene stabile e, al momento, sotto controllo. Questo l’andamento in base ai dati giornalieri resi noti dalla regione. Nelle ultime 24 ore, sono stati rilevati 179 nuovi positivi, su un totale di quasi 10.800 test analizzati. Il tasso di positività si attesta all’1,65%.
A fronte di 161 guariti, la curva degli attualmente positivi cresce quindi di 18 unità, raggiungendo quota 1.979. Per quello che riguarda i ricoveri, si registrano 49 pazienti, uno in più rispetto a ieri. Di questi, sette in terapia intensiva, in calo di un’unità rispetto al giorno precedente.

In Friuli Venezia Giulia 763 nuovi contagi e 8 morti

In Friuli Venezia Giulia su 8.802 tamponi molecolari sono stati rilevati 643 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 7,3%. Sono inoltre 15.330 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 120 casi (0,78%).
Si registrano i decessi di 8 persone: nello specifico, si tratta di una donna di 89 anni e di un uomo di 80 anni di Grado (entrambi deceduti in Rsa), una donna di 85 anni e un uomo di 57 anni di Cordenons (entrambi deceduti in ospedale), un uomo di 74 anni di Gemona del Friuli (morto in ospedale), un uomo di 70 anni di Tavagnacco (morto in ospedale), un uomo di 72 anni e una donna di 68 anni di Trieste (entrambi deceduti in ospedale).
Lo comunica il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi. Le persone ricoverate in terapia intensiva scendono a 27, mentre i pazienti in altri reparti si riducono a 300. I decessi complessivamente ammontano a 4.043, con la seguente suddivisione territoriale: 940 a Trieste, 2.054 a Udine, 723 a Pordenone e 326 a Gorizia. I totalmente guariti sono 123.999, i clinicamente guariti 304, mentre quelli in isolamento risultano essere 7.728.
Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 136.401 persone, con la seguente suddivisione territoriale: 32.552 a Trieste, 58.415 a Udine, 26.742 a Pordenone, 16.806 a Gorizia e 1.886 da fuori regione. Il totale dei casi positivi è stato ridotto di 11 unità a seguito di 6 test antigenici non confermati dal successivo tampone molecolare e a seguito di 5 test positivi rimossi dopo la revisione dei casi.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti