Attualità

Johnson: «Tampone pcr entro 48 ore per chi arriva nel Regno Unito»

Le notizie sul coronavirus di sabato 27 novembre in tempo reale

Coronavirus, Rt nazionale stabile a 1.23: Valle d'Aosta a 1.99, Calabria a 1
  • Olanda, quasi certo che i primi 61 passeggeri dal Sudafrica hanno la Omicron

    I primi 61 positivi rilevati sui due voli arrivati ad Amsterdam dal Sudafrica hanno contratto la variante Omicron con un indice di certezza del «95%». Lo ha comunicato il ministero della Sanità olandese. La notizia è riportata sui alcuni dei principali media dei Paesi Bassi.

  • I reali del Belgio rinviano visita ufficiale in Italia

    I reali del Belgio hanno rinviato la loro visita ufficiale in Italia prevista a inizio dicembre. Lo ha annunciato una nota della Casa Reale belga, precisando che la decisione è stata concordata con le autorità italiane e legata al “deterioramento della situazione sanitaria in Belgio ed Europa”, alla luce anche dei timori legati alla nuova variante Omicron. La visita era in programma dal primo al tre dicembre e avrebbe visto l'arrivo in Italia di Re Filippo, della Regina Mathilde e di alcuni ministri. Re Filippo sarà comunque a Roma il primo dicembre per una breve visita durante la quale incontrerà il presidente Sergio Mattarella.

  • Variante Omicron: paziente campano vaccinato con due dosi

    Era vaccinato con due dosi il professionista campano, dipendente di una azienda internazionale, rientrato nei giorni scorsi dal Mozambico e risultato positivo al Covid con una sequenza genomica riconducibile - ha resto noto l’Iss - alla variante Omicron. Lo si apprende da fonti qualificate della sanità campana. Le stesse fonti sottolineano che l'uomo è paucisintomatico e che le sue condizioni al momento non destano alcuna preoccupazione.

  • Olanda, almeno 85 i passeggeri positivi dal Sudafrica

    Sonno destinati a salire almeno a 85 i casi di positività - dai 61 annunciati inizialmente - tra i passeggeri provenienti da due voli dal Sudafrica e arrivati nelle scorse ore in Olanda. È questa infatti la stima del ministero della Salute olandese dopo i primi esami effettuati. Su 600 passeggeri i test sono stati completati per 110 persone, delle quali 15 sono risultate positive. La percentuale di contagio è quindi del 15% e la variante Omicron, spiega il governo olandese, potrebbe essere quella contratta dai passeggeri, partiti dal Sudafrica dopo essere stati regolarmente testati ed essere risultati negativi al tampone.

  • No Green pass, questura Milano: “Numerosi identificati, sanzioni anche per no mascherina!

    Le forze dell'ordine presenti in centro a Milano per evitare disordini da parte dei No Green pass hanno proceduto a “numerose identificazioni che si tradurranno anche in sanzioni pure per il mancato uso delle mascherine”. Lo rende noto la questura che spiega come verso le 18.20, “circa duecento manifestanti hanno tentato di imboccare via Torino dove sono stati immediatamente fermati”.

    I reparti di Polizia di Stato, carabinieri e Guardia di finanza “hanno tempestivamente realizzato una manovra di contenimento evitando movimenti di questo gruppo in altre direzioni e lo hanno respinto in piazza Duomo, per poi gradualmente disperderlo”. Subito dopo, “si è materializzato un altro gruppo di un centinaio di manifestanti che è stato bloccato in corso di Porta Ticinese, all’altezza del Museo Diocesano, mentre cercava di dirigersi in Darsena. La Polizia locale ha mitigato le occasionali e solo temporanee ricadute sul traffico”.

  • Papa: per festa Immacolata nessun evento pubblico a piazza di Spagna

    “Per evitare assembramenti, e il conseguente rischio di contagio da Covid 19, invece del consueto omaggio pubblico all’Immacolata, anche il prossimo 8 dicembre Papa Francesco compirà un atto di devozione privato, pregando la Madonna perché protegga i romani, la città in cui vivono e i malati che necessitano della Sua materna protezione ovunque nel mondo”. Lo comunica la sala stampa vaticana.

  • Francia, i contatti con positivi a variante Omicron devono isolarsi

    Dovranno autoisolarsi tutte le persone in Francia che, anche se vaccinate, sono entrate in contatto con casi di sospetta o confermata positività alla nuova variante omicron. Lo hanno riferito i media locali, informando sulla nuova disposizione comunicata dal ministero della Salute francese. “Qualsiasi persona a rischio di contatto con un possibile caso o un caso confermato della variante B1.1.529, indipendentemente dal proprio stato vaccinale, deve essere considerata ’contatto ad alto rischio’ e deve quindi essere posta in quarantena”, si legge nel testo del provvedimento inviato a strutture sanitarie e professionisti.

  • Iss, identificata sequenza Omicron in paziente Campania

    Identificata una sequenza riconducibile alla variante Omicron, in un paziente nella piattaforma ICoGen nell’ambito delle attività di sequenziamento genomico SarS-CoV2 della rete coordinata dall’Iss. Il genoma è stato sequenziato presso il Laboratorio di Microbiologia Clinica, Virologia e Diagnostica delle Bioemergenze dell’Ospedale Sacco di Milano da un campione positivo di un soggetto proveniente dal Mozambico. Il paziente e i suoi contatti familiari sono in buone condizioni di salute e sono residenti in Campania, i cui laboratori sono stati allertati e stanno già lavorando per ottenere i risultati genomici.

  • Confermati due casi variante Omicron in Germania

    A Monaco sono stati confermati i primi due casi della nuova variante Omicron del coronavirus in Germania. I due viaggiatori sono arrivati il 24 novembre su un volo dal Sudafrica, ha detto il ministro della Sanità bavarese Klaus Holetschek. Lo riporta lo Spiegel.

  • Commissione Ue al lavoro per affrontare variante Omicron

    “Dopo aver attivato il freno di emergenza per affrontare Omicron, stiamo lavorando su tutti i binari con i Commissari incaricati per: velocizzare la vaccinazione e i richiami, aumentare i test e il tracciamento dei contatti di persone provenienti dalla regione interessata, potenziare il sequenziamento e l’analisi delle acque reflue per individuare la variante”. Lo scrive su Twitter la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen.

  • Johnson: ”Tampone pcr entro 48 ore per chi arriva nel Regno Unito”

    Tutti i viaggiatori che entrano nel Regno Unito dovranno sottoporsi a un test pcr entro 48 ore dal loro arrivo ed autoisolarsi fino a quando non avranno ricevuto un risultato negativo. Lo ha annunciato il primo ministro britannico, Boris Johnson, nel corso di una conferenza stampa a Downing Street sulla nuova variante omicron. Johnson ha spiegato di non voler interrompere i viaggi, sottolineando che le restrizioni agli ingressi possono solo rallentare la diffusione di qualsiasi nuova variante, non fermarla.

  • Green pass: di nuovo in piazza a Torino il No Paura day

    Torna a Torino il ’No Paura Day’, la protesta contro il Green pass e le politiche sanitarie del governo per il contenimento della pandemia. Alcune migliaia di persone, meno dei precedenti sabato forse per il freddo, si sono ritrovate in piazza Castello per poi muoversi in via Pietro Micca e in via Cernaia nonostante i cortei nella ztl centrale del capoluogo siano stati vietati. “Lavoro Dignità Libertà No Green Pass Torino”, recita lo striscione che apre la manifestazione.

  • Vaccini: in 24h nuovo record terze dosi, 283mila

    Nuovo record sulla somministrazione giornaliera delle terze dosi di vaccino: nelle ultime 24 ore ne sono state inoculate 283.438 rispetto alle circa 270mila del giorno precedente. Il numero quotidiano delle prime dosi somministrate - con il conseguente calo di indecisi sul vaccino - continua a risalire (28.018 rispetto alle 25.607 del giorno precedente) a pochi giorni dall’annuncio dell’introduzione del super- Green pass da parte del Governo. Complessivamente, ieri sono state somministrate 339.578 dosi di vaccino anti-Covid.

  • Johnson, obbligo mascherina in negozi e trasporti

    Il primo ministro britannico Boris Johnson ha detto che sarà introdotto l’obbligo della mascherina nei negozi e sui trasporti pubblici per combattere la nuova variante Omicron del Covid-19. Le regole dovrebbero essere varate nei prossimi giorni e saranno riviste entro le prossime tre settimane.

  • Green pass: a Milano gruppo tenta corteo in via Torino, fermati

    Un gruppo di manifestanti no green a Milano ha tentato di dar vita a un corte non autorizzato in via Torino, una delle strade delle shopping più note e frequentante del centro cittadino. Immediato l’intervento della polizia che si è schierato in tenuta anti sommossa e ha bloccato il gruppo all’inizio della via all’altezza di piazza Duomo. Anche in questa occasione, i manifestanti hanno iniziato a intonare diversi cori al grido di “Libertà libertà”.

  • Covid: numero più alto vittime dall’1 giugno

    Le 90 vittime positive al Covid registrate nelle ultime 24 ore rappresentano il numero più alto dall’1 giugno, quando se ne contarono 93.

  • Johnson, molecolare e isolamento per chi entra in GB

    Per controllare la nuova variante Omicron del Covid-19, di cui due casi sono stati identificati nel Regno Unito, la Gran Bretagna introdurrà un test molecolare obbligatorio per chi arriva sul suo territorio e una quarantena fino al risultato. Lo ha detto il primo ministro Boris Johnson.

  • Prima foto Omicron da gruppo di ricerca del Bambino Gesu’

    Prima foto al mondo della variante Omicron, realizzata nell’area di ricerca di Medicina Multimodale del Bambino Gesu’ (coordinata dal Prof Carlo Federico Perno), con la diretta supervisione della Prof.ssa Claudia Alteri (in collaborazione con l’Universita’ Statale di Milano), da Valentino Costabile, Rossana Scutari, e Luna Colagrossi. La foto mostra la struttura della proteina spike della variante Omicron, a destra, e della variante Delta, a sinistra, rispetto alla spike originale di SARS CoV-2. Omicron ha molte piu’ mutazioni di Delta (gia’ molto variata), concentrate in una zona che interagisce con le cellule umane.

  • Green pass: a Trento duemila manifestanti no pass e no vax

    Circa duemila persone hanno partecipato alla manifestazione no vax e no green pass organizzata nel pomeriggio di sabato 27 novembre a Trento. Molti partecipanti sono arrivati dal vicino Alto Adige, da Bolzano, Merano, Pusteria e Val d’Ultimo, dove il movimento no vax è ben radicato. Tra i presenti anche l’ex comandante degli Schützen Jürgen Wirth Anderlan e quello della Schützenkompanie Trient Major Giuseppe de Betta, Paolo Primon. I manifestanti si sono radunati in piazza Dante, poco distante dalla stazione ferroviaria, dove si sono susseguiti alcuni interventi. Quindi il corteo si è diretto per le strade del centro, fermandosi davanti a Palazzo di Giustizia, paralizzando il traffico già congestionato dal Mercatino di Natale. I manifestanti, come nelle venti manifestazioni precedenti, hanno esposto cartelli e cantato slogan contro il governo e la “dittatura sanitaria”.

  • Green pass: manifestazione a Taranto, «giù le mani da bimbi»

    Si è parlato di “presunta pandemia”, di “dittatura sanitaria”, di “informazione manipolata” e di “dati non veritieri” durante la manifestazione no Green pass “Insieme per la Costituzione” che si sta svolgendo in piazza Fellini, nell’area del parco archeologico delle mura greche di Taranto, organizzata dal gruppo “Trieste chiama Taranto risponde-Movimento Reattività Taranto” e dal movimento “La gente come noi non molla mai-Puglia”. «Vogliamo esprimere il nostro dissenso - ha detto uno dei promotori - contro quello che sta succedendo. Giù le mani dai bambini».

  • Covid: 12.877 positivi, 90 vittime

    Sono 12.877 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute, ieri erano stati 13.686. Sono invece 90 le vittime in un giorno, in aumento rispetto a ieri, quando erano state 51.

  • Covid: variante chiamata Omicron per non offendere Cina

    La variante sudafricana del Covid è stata ribattezzata Omicron per non offendere la Cina. Rispettando l’ordine dell’alfabeto greco, criterio scelto dall’Oms per non stigmatizzare nessun paese, la nuova variante avrebbe dovuto chiamarsi “Nu”. Ma si rischiavano confusioni con la parola inglese “new”. La lettera seguente era a questo punto la Xi, ma ricordava troppo il presidente cinese Xi Jinping. Il Telegraph ha citato una fonte dell’Oms, secondo la quale si è preferito passare ad Omicron «per non stigmatizzare un’intera regione».

  • Covid: Ciccozzi, «da primi dati Omicron appare più contagiosa»

    «Dai primi dati epidemiologici la variante Omicron di Sars - Cov- 2, sembrerebbe davvero più contagiosa della Delta. Al momento nei laboratori del Sudafrica, con i quali siamo in costante contatto, sono già stati fatti più di 500 sequenziamenti. L’epidemiologia ci dice che sta soppiantando la variante Delta. Le informazioni certe, però, arriveranno dai dati molecolari, sia per quanto riguarda la contagiosità, sia per quanto riguarda la capacità dei vaccini di proteggere. E le analisi sono già in corso». È quanto ha spiegato Massimo Ciccozzi, responsabile dell'unità di Statistica medica ed Epidemiologia della facoltà di Medicina e Chirurgia del Campus Bio-Medico di Roma, già attivato sullo studio della nuovissima variante.

  • Green pass: Gelmini, governatori decisivi nel rafforzarlo

    «I governatori sono stati decisivi nell’approvazione del green pass rafforzato, senza di loro il governo non avrebbe agito in tempi così rapidi». Lo ha detto il ministro per gli Affari Regionali, Mariastella Gelmini, a margine del convegno “Transizione, la grande scommessa”, organizzato da Forza Italia a Erba, nel Comasco.

  • Green pass: Milano, presidio in piazza Duomo

    Un centinaio di persone si sono date appuntamento in piazza Duomo a Milano per protestare contro il green pass. “La gente come noi non molla mai” e “Libertà” sono gli slogan che scandiscono il ritmo della protesta intervallata da insulti contro il premier Mario Draghi e il ministro della Salute Roberto Speranza. La protesta è stata prontamente ‘interrotta' dall'intervento di polizia e carabinieri che ha circondato i manifestanti e impedisce qualsiasi possibilità di corteo. “Vergogna” è il grido che si alza all'indirizzo delle divise. In questo momento i manifestanti divisi in due piccoli gruppi stazionano in piazza.

  • Farnesina,assistenza connazionali in Africa dopo stop voli

    La Farnesina, attraverso l’Unità di Crisi e le Ambasciate e i consolati in loco, sta monitorando con attenzione gli effetti della recente ordinanza del Ministero della Salute che ha imposto restrizioni ai viaggi da Sudafrica e da altri Paesi della regione australe africana. Le Ambasciate coinvolte, in raccordo con l’Unità di Crisi, si sono rapidamente attivate per raccogliere le eventuali segnalazioni di connazionali ed assisterli alla luce del mutato scenario di queste ore.

  • Covid: Regione Puglia, 3° dose di vaccino a over 18 dal 1° dicembre

    «La Regione Puglia sta aggiornando le indicazioni operative della campagna vaccinale anticovid, in linea con quanto stabilito a livello nazionale. In particolare la somministrazione della terza dose di vaccino alla popolazione dai 18 anni in su sarà possibile in Puglia da mercoledì 1 dicembre». Lo ha detto il direttore del Dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro.

  • Covid: virologa Chironna, contro variante vaccinare bimbi

    « Sospendere i voli da e per il Sudafrica può essere momentaneamente utile ma sappiamo bene che, se una variante è molto più contagiosa e diffusibile, se avrà un vantaggio selettivo, varcherà tutti i confini e si diffonderà. Lo farà», ha scritto su Fb la virologa dell’Università di Bari, Maria Chironna, responsabile della rete dei laboratori anti Covid della Regione Puglia. «Quello che sappiamo da notizie che arrivano dalle stesse zone in cui si sta diffondendo, è che con i vaccini si prevengono le forme severe di Covid19 da variante Omicron. Perciò - ha concluso - bisogna continuare a vaccinare e, anzi, estendere la platea dei vaccinabili, comprendendo i bambini tra 5 e 11 anni».

  • Green pass: protesta no vax a Trento, in 2mila bloccano il traffico

    Alla fine a Trento sono arrivati da tutto il Trentino Alto Adige e da un centinaio i no vax e no green pass sono diventati più di 2mila. Dopo il sit in in piazza Dante, davanti al palazzo della Provincia, la protesta ha preso la forma del corteo che ha paralizzato tutte le strade che portano al centro, già intasate per il flusso turistico verso i mercatini di Natale di piazza Fiera e piazza Cesare Battisti, evitando però di forzare i divieti imposti dalle circolari ministeriali che prevedono il divieto di accesso nelle zone pedonali e commerciali.

  • Variante Omicron: Bertolaso, presto per dare giudizi su vaccini

    «La nuova variante Omicron presuppone l’esigenza di vaccinarsi. I primi pontefici hanno iniziato già a dire che non sarà sensibile al vaccino, ma queste sono tutte chiacchiere. In questo momento non siamo in grado di dare dei giudizi definitivi sul comportamento della nuova variante rispetto ai vaccini». Lo ha detto il consulente per la campagna vaccinale della Lombardia, Guido Bertolaso, a margine del convegno “Transizione, la grande scommessa”, organizzato da Forza Italia a Erba, nel Comasco. «Quello che è sicuro - ha aggiunto Bertolaso -, è che il vaccino attenua molto le conseguenze negative della malattia con la nuova variante, quindi lavoriamo con il materiale che abbiamo e stiamo attenti agli arrivi da certi Paesi. Già sono stati chiusi i voli, ma bisogna in qualche modo chiudere il Paese rispetto a questi rischi».

  • Green pass: una decina i manifestanti in piazza Fontana a Milano

    Sono poco più di una decina i manifestanti no green pass che si sono ritrovati in piazza Fontana a Milano in quello che idealmente sarebbe il 19esimo sabato consecutivo di protesta. Le forze dell’ordine al momento sta identificando tutte le persone che si sono date appuntamento a pochi passi dal Duomo. Tutta piazza Fontana è blindata dai mezzi delle forze dell’ordine e gli agenti stanno invitando i manifestanti a disperdersi.
    Dalle chat dei diversi gruppo no green pass, viene ancora confermato l’appuntamento per le 17 in piazza Duomo dove, oltre al serrato controllo da parte delle forze dell’ordine, vige da oggi l’obbligo della mascherina anche all’aperto a seguito dell’ordinanza del sindaco Beppe Sala.

  • Campania,in isolamento positivo di ritorno da Sudafrica

    Un cittadino campano, di ritorno dall’Africa australe, è risultato positivo al tampone molecolare. Con lui anche il suo nucleo familiare composto da cinque persone. Lievi i sintomi riscontrati. I pazienti e tutti i loro contatti, rende noto la Regione, sono stati posti in isolamento prudenziale. Ora si sta procedendo al sequenziamento del virus per accertare se si tratti di variante Omicron. Sottolinea il governatore De Luca: «Tenuto conto delle notizie di questi giorni sono state tempestivamente adottate tutte le misure precauzionali e si sta procedendo al sequenziamento del virus per verificarne la natura con certezza».

  • Variante Omicron: Rappuoli, terza dose dovrebbe coprirci

    «Con la terza dose dovremmo arrivare a livelli anticorpali tali da riuscire a coprire anche questa variante». Lo ha detto lo scienziato Rino Rappuoli, capo globale ricerca Gsk e coordinatore scientifico di Mad Lab a Toscana Life Sciences, rispetto all’efficacia che possono avere anticorpi monoclonali e vaccini sulla variante Omicron. Ora «sappiamo che la terza dose è indispensabile per immunità a lunga durata e per coprire le varianti, tra un anno vedremo se ci sarà necessità di una quarta o quinta dose. Dipende da come vaccineremo il resto del mondo. In Africa appena il 6% della popolazione è vaccinata».

  • Fauci: “Variante omicron potrebbe già essere negli Usa”

    La variante omicron potrebbe già essere negli Stati Uniti, ma non è ancora stata rilevata. Lo ha sottolineato l’immunologo e consigliere del presidente Usa Biden, Anthony Fauci, in un’intervista alla ’Nbc’. “Non sarei sorpreso se lo fosse, non l'abbiamo ancora rilevata, ma quando hai un virus che mostra questo livello di trasmissibilità e hai casi legati ai viaggi già individuati in altri luoghi, è quasi inevitabile che arrivi dappertutto”, ha dichiarato.

  • A Roma controlli per assembramenti e uso mascherine

    Al via a Roma ai controlli da parte della questura di Roma per verificare, nel corso di tutto il weekend, il rispetto del distanziamento, l’utilizzo della mascherina in caso di assembramenti e il possesso del Green pass. Così come deciso in sede di Comitato per l’Ordine e Sicurezza pubblica, tenutosi in Prefettura e nei tavoli tecnici in Questura, sono stati disposti, da parte del Questore, controlli rafforzati per il week end, soprattutto negli esercizi commerciali e nei luoghi in cui è previsto come obbligatorio. Insieme alla Polizia di Stato anche l’Arma dei Carabinieri, la Guardia di Finanza, la Polizia locale di Roma Capitale, la Polizia Provinciale e i volontari della Protezione Civile.

    Una serata quindi, quella di ieri, dedicata ai servizi straordinari di controllo del territorio nelle zone più frequentate della movida come Trevi Campo Marzio, San Lorenzo, Trastevere, Ponte Milvio, Campo de’ Fiori, Rione Monti e Pigneto, nelle aree verdi e parchi. Sono state controllate complessivamente 344 persone, 90 veicoli ed elevate 181 sanzioni al Codice della Strada. Sono stati altresì effettuati 193 i controlli di documentazione Green Pass, elevate 2 sanzioni covid, 4 sanzioni ad artisti di strada, 6 sequestri amministrativi e 2 sequestri penali, 1 verbale per inosservanza ad ordinanza anti-alcol, ritiro di una carta di circolazione, 3 contestazioni amministrative per consumo di stupefacenti, un denunciato per possesso di coltello a serramanico.

    Un fermo immagine tratto da un video della polizia di Roma, 26 novembre 2021: Gli interventi dei Nas hanno riguardato anche la corretta applicazione delle restanti misure di contenimento alla diffusione epidemica, contestando ulteriori 430 violazioni dovute all'inosservanza circa le operazioni di sanificazione, l'uso delle mascherine, le informazioni agli utenti e agli stessi dipendenti sulle norme di comportamento e di distanziamento. Sono stati emessi anche provvedimenti di chiusura temporanea da uno a cinque giorni nei confronti di 25 attività. (foto Ansa)

  • Il “padre” di AstraZeneca: “vaccino contro Omicron possibile in tempi rapidi”

    Se necessario può essere sviluppato “molto rapidamente” un vaccino contro la variante emergente omicron. Lo ha dichiarato il professor Andrew Pollard, lo scienziato britannico che ha guidato la ricerca alla base del vaccino contro il coronavirus messo a punto da AstraZeneca. “È estremamente improbabile che, come abbiamo visto l’anno scorso (con la variante Delta, ndr), si verifichi un riavvio di una pandemia in una popolazione vaccinata”, ha detto alla radio della Bbc il direttore dell’Oxford Vaccine Group, affermando che i vaccini esistenti dovrebbero funzionare contro il nuovo ceppo, ma per la conferma sarà necessario attendere ulteriori studi nelle prossime settimane. Ma “i processi su come si sviluppa un nuovo vaccino sono sempre più ben oliati, quindi se è necessario è qualcosa che potrebbe essere preso in esame molto rapidamente”, ha aggiunto.

  • Spagna, dal Regno Unito saranno ammessi solo vaccinati

    Dal primo dicembre la Spagna ammetterà l’ingresso di viaggiatori dal Regno Unito solo se vaccinati contro il Covid, oppure se si tratta di cittadini spagnoli o di persone in arrivo per cause di forza maggiore. Lo stabilisce un’ordinanza del Ministero dell’Interno pubblicata oggi sulla Gazzetta Ufficiale e lo riporta la testata specializzata Civio. Per chi arriva da Gran Bretagna e Irlanda del Nord, pertanto, non sarà più sufficiente presentare un test negativo o il certificato di guarigione.

  • Sudafrica, presidente Ramaphosa convoca task force contro il virus

    Alla luce della nuova variante del Covid 19, Omicron, scoperta in Sudafrica ma già ’emigrata’ in Europa, il presidente Cyril Ramaphosa ha anticipato ad oggi (era previsto per domenica) il suo incontro con il Consiglio nazionale del comando per il coronavirus. Lo riportano i media locali. “I risultati di questa riunione daranno indicazioni sulla necessità o meno di ulteriori consultazioni del Consiglio di coordinamento con il presidente”, ha affermato la presidenza in un tweet. Intanto, il Dipartimento della Salute sudafricano si dice fiducioso sul fatto che i vaccini esistenti possano essere efficaci anche per combattere il nuovo ceppo virale. Il ministro della Sanità Joe Phaahla evita di parlare di ulteriori restrizioni per i sudafricani e li invita a vaccinarsi.

  • Francia, tre milioni richieste richiami vaccino da giovedì

    L'annuncio che in Francia la terza dose di vaccino covid è disponibile per tutti sopra i 18 anni ha fatto schizzare in alto le richieste. Già tre milioni di persone si sono prenotate da giovedì, ha rivendicato oggi su Twitter il ministro della Salute Olivier Veran.

  • Covid, variante Omicron, due casi nel Regno Unito

    La variante omicron del covid è arrivata anche nel Regno Unito. Il ministro della Sanità britannico, Sajid Javid, ha reso noto che due casi sono stati rilevati a Chelmsford e Nottingham, in Inghilterra, dove sono stati disposti test mirati. Le due persone contagiate sono in isolamento con le loro famiglie. Secondo Javid, i due casi sono “legati”.

  • Covid, direttore AstraZeneca: estremamente improbabile ripresa pandemia

    Il professor Andrew Pollard, direttore dell’Oxford Vaccine Group che ha sviluppato il vaccino AstraZeneca, ha espresso cauto ottimismo sul fatto che i vaccini esistenti potrebbero essere efficaci nel prevenire malattie gravi dovute alla variante Omicron del coronavirus. Ha detto che la maggior parte delle mutazioni sembrano essere simili a quelle di altre varianti. «Questo ci dice che, nonostante quelle mutazioni esistenti in altre varianti, i vaccini hanno continuato a prevenire malattie gravi mentre siamo passati attraverso le varianti Alfa, Beta, Gamma e Delta», ha detto alla radio BBC.

    «Almeno da un punto di vista speculativo, abbiamo un certo ottimismo sul fatto che il vaccino dovrebbe ancora funzionare contro una nuova variante per una malattia grave, ma in realtà dobbiamo aspettare diverse settimane per avere la conferma». Pollard ha aggiunto che è «estremamente improbabile che si verifichi una ripresa della pandemia come quella che abbiamo visto l’anno scorso in una popolazione vaccinata».

  • Covid, report Iss: 12 volte più alto il tasso dei non vaccinati in terapia intensiva

    Si conferma la capacità del vaccino anti Covid di proteggere dalla malattia grave: «il tasso di terapie intensive nei non vaccinati, negli ultimi 30 giorni, è 6,7 ogni 100mila. Nei vaccinati da meno di sei mesi, invece, il tasso è 0,54x100mila. Il pratica 12 volte più basso». È quanto indica l’Istituto Superiore di sanità nel Report esteso sul Covid 19, a integrazione dei dati settimanali.

  • Covid, in Russia 1.239 morti nelle ultime 24 ore

    Nelle ultime 24 ore in Russia 1.239 persone sono morte a causa del Covid rispetto alle 1.235 del giorno prima, portando il bilancio totale delle vittime a 271.531. Lo ha riferito il centro di crisi anti-coronavirus. La letalità relativa rimane al 2,85%, secondo le statistiche. Lo riporta la Tass.

    Turisti alle prese con un selfie davanti al Moscow International Business Centre (Photo by Alexander NEMENOV / AFP)

  • Germania, rilevato primo caso di variante Omicron

    Rilevato in Germania il primo caso di covid da variante Omicron. Lo ha annunciato il ministro della Sanità dello stato tedesco dell’Assia, Kai Klose, secondo cui alcune mutazioni tipiche della nuova variante apparsa nei giorni scorsi in SudAfrica sono state riscontrate in una persona proveniente da quel Paese.

  • Di Maio: la pandemia ha aggravato il quadro diffusione droghe

    La pandemia di Covid «ha aggravato il quadro globale» sulla diffusione delle droghe e delle dipendenze in generale. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio intervenendo a Genova alla Conferenza Nazionale sulle Dipendenze ’Oltre le fragilità’. «La diffusione delle droghe è un problema globale che richiede un approccio condiviso di tutti settori della società. Si calcola che nel 2020, oltre 275 milioni di persone nel mondo abbiano fatto uso di droga e oltre 36 milioni abbiano sofferto di disturbi dovuti al consumo di stupefacenti.

    Nel 2019, l’uso di droghe ha portato alla morte di almeno mezzo milione di persone», ha detto Di Maio sottolineando che la pandemia di Covid «ha aggravato ulteriormente questo quadro: a causa della pressione sui sistemi sanitari e delle restrizioni alla mobilità, spesso in molti Stati non è stato possibile garantire livelli di trattamento e riduzione del danno paragonabili a quelli pre-crisi; stress psicologico e solitudine hanno accresciuto il rischio di dipendenze, si è registrato un aumento del traffico illecito tramite internet e darknet, il consumo è aumentato in fasce di popolazione tradizionalmente meno esposte».

  • Iss: impennata casi Covid fra 6-11 anni, è un caso su 4

    Nell’ultima settimana si osserva un aumento dell’incidenza in tutte le fasce d’età e in particolare nella popolazione di età inferiore ai 12 anni. «Nel periodo 8 - 21 novembre 2021, in questa popolazione sono stati segnalati 31.365 nuovi casi, di cui 153 ospedalizzati e 3 ricoverati in terapia intensiva». Nella classe di eta’ 6-11 anni «si evidenzia, a partire dalla seconda settimana di ottobre, una maggiore crescita dell’incidenza rispetto al resto della popolazione in eta’ scolare, con un’impennata nelle ultime due settimane». Lo rileva l’Iss nel suo report settimanale esteso, pubblicato oggi.

  • Rezza (Salute) su variante Omicron: molte mutazioni, ma ancora mancano dati

    «Si teme che l’elevato numero di mutazioni della proteina spike possa portare a un cambiamento significativo delle proprietà antigeniche del virus, ma finora non sono state effettuate caratterizzazioni virologiche e non ci sono prove di modificazioni nella trasmissibilità, nella gravità dell’infezione, o nella potenziale evasione della risposta immunitaria».

    Si legge nella circolare firmata dal direttore alla prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza alle Regioni sulla variante Omicron. Questa caratteristica può essere utilizzata per una rapida identificazione se non vi sia contemporanea circolazione di altre varianti simili.

  • Variante Omicron, ministero della Salute alle Regioni: rafforzare tracciamento

    In via precauzionale, in seguito all’arrivo della variate Omicron, il ministero della Salute, raccomanda in una circolare firmata dal direttore della prevenzione Gianni Rezza, inviata alle Regioni, di rafforzare e monitorare le attività di tracciamento e sequenziamento in caso di viaggiatori provenienti da Paesi o in caso di focolai caratterizzati da rapido ed anomalo incremento di casi e applicare tempestivamente e scrupolosamente le misure gia’ previste previste per la quarantena e l’isolamento gia’ previste per la variante Delta.

  • Olanda: 61 persone arrivate dal Sudafrica positive al Covid

    Sessantuno persone arrivate ad Amsterdam dal Sudafrica sono risultate positive al Covid. Lo hanno fatto sapere le autorità olandesi. Si tratta dei passeggeri di due voli Klm, a bordo dei quali c’era un totale di 600 persone. Stando a quanto riportato dai media, non è ancora chiaro se si tratti di variante Omicron.

  • Allarme Amref: «Date vaccini all’Africa o il mondo non si salverà»

    «Date i vaccini all’Africa o il mondo non si salverà dal Covid». È l’allarme lanciato da Githinji Gitahi, direttore di Amref Health Africa e responsabile della nuova Commissione africana di risposta al Covid-19, in un’intervista a Repubblica. «Questa è una pandemia globale - spiega -. E siccome il mondo è interconnesso, nessuno può sentirsi al sicuro fino a che tutti non sono al sicuro. Non serve proibire i voli dal Sudafrica, come state facendo. Non serve sbarrare le porte e le finestre, perché comunque il virus troverà la sua strada. La strategia più efficace - oltre che la più etica - è assicurarsi che tutti siano vaccinati».

  • Variante Omicron, Wto annulla conferenza plenaria a Ginevra

    La dodicesima conferenza ministeriale dell’Organizzazione mondiale del commercio (Wto) che si doveva svolgere la prossima settimana a Ginevra è stata posticipata a causa della diffusione della nuova variante del Covid, Omicron.

    L’ambasciatore dell’Ue presso il Wto, Joao Aguiar Machado, ha spiegato che «non è stata una scelta facile ma giusta». L’Ue, ha detto in un tweet, «rimane impegnata a lavorare insieme per combattere questo virus e con i membri di Wto per una futura conferenza ministeriale che sia un successo».

  • Covid, ieri in Germania oltre 67mila casi e 303 morti

    In Germania i contagi da covid restano a numeri record. Secondo il Robert Koch Institute, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 67.125 casi e 303 vittime, per un totale complessivo rispettivamente di 5.717.295 contagi e 100.779 vittime.

  • Covid, record di vittime in Corea del Sud: lunedì nuove misure

    Le vittime di Covid in Corea del Sud e i pazienti in condizioni critiche hanno raggiunto livelli record nelle ultime 24 ore e il governo di Seul ha avvertito che il prossimo lunedì saranno annunciate nuove misure. Lo riporta l’agenzia di stampa locale Yonhap. Sono 4.068 i nuovi casi di Covid, quasi tutti (4.045) locali, per un totale di 436.968, secondo l’Agenzia coreana per il controllo e la prevenzione delle malattie (Kdca). Il numero è aumentato di 167 rispetto ai 3.901 di ieri, ma è diminuito rispetto ai 4.115 di mercoledì, il numero più alto dall’inizio della pandemia. I pazienti ricoverati in condizioni gravi sono 634, mai così tanti da gennaio 2020. Record anche per il numero di vittime, 52, per un totale di 3.492.

  • New York in stato di emergenza per impennata dei contagi

    Stato d’emergenza a New York in vista di una possibile impennata di contagi a causa anche della variante Omicron, il nuovo ceppo sudafricano del virus su cui ieri l’Oms ha lanciato l’allarme. Lo ha annunciato la governatrice dello Stato, Kathy Hochul, precisando che l’emergenza entrerà in vigore venerdì prossimo 3 dicembre. «Continuiamo a vedere segnali di aumento in occasione dell’inverno e, anche se la nuova variante Omicron non è stata rilevata a New York, sta arrivando».

    La governatrice dello Stato, Kathy Hochul (Spencer Platt/Getty Images/AFP)

  • Covid, ieri in Italia 13.686 nuovi casi e 51 vittime

    Ieri in Italia sono stati rilevati 13.686 i nuovi casi di positività al Coronavirus, 78 in meno rispetto ai 13.764 registrati giovedì. Il dato di oggi si basa su 557.180 tamponi, contro i 649.998 del giorno precedente (vengono considerati sia test rapidi antigenici che i tamponi molecolari). Il tasso di positività sale a 2,46%. I decessi sono stati 51.

    PER APPROFONDIRE / L’articolo sul bollettino covid di venerdì 26 novembre

  • Lab24: l’84,4% degli italiani Over 12 è completamente vaccinato

    Il 76,94% della popolazione italiana ha completato il ciclo vaccinale primario. Il 2,54% è in attesa di seconda dose. Il 9,34% ha fatto la terza dose. Complessivamente – contando anche il monodose e i pre-infettati che hanno ricevuto una dose - è almeno parzialmente protetto il 79,47% della popolazione italiana. Considerando solo gli over 12, oggetto della campagna vaccinale, rispetto alla platea individuata dal Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 la percentuale di almeno parzialmente protetti è del 87,20% mentre l’84,41% è vaccinato.

    PER APPROFONDIRE:
    La mappa dei contagi
    Vaccini in tempo reale
    Tutto quello che ha scoperto la scienza

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti