Europa

Coronavirus oggi. Vaccini, Fda autorizza booster Moderna e J&J

Oltre 44 milioni di vaccinati in Italia mentre gli Usa cominciano la terza dose per gli over 40. Iss, vaccinati deceduti ‘iperfragili’, età media alta e malati. Il ministro Speranza: somministrate oltre 700mila terze dosi, valuteremo ampliamento

Coronavirus: bollettino del 19 ottobre 2021
  • Usa, Fda autorizza booster di vaccini Moderna e Johnson&Johnson

    La Food and Drugs Administration statunitense ha dato il via libera al ’booster’ vaccinale di Johnson&Johnson e di Moderna. Per quanto riguarda Moderna la terza dose di vaccino è consigliata soprattutto per le pensione più anziane e a rischio, sei mesi dopo la dose precedente. Per la seconda dose di Johnson&Johnson la raccomandazione riguarda tutte le persone dai 18 anni in su che hanno ricevuto la prima almeno due mesi fa.

  • Serbia, a Belgrado protesta contro pass vaccinale

    Una manifestazione contro l’introduzione del pass vaccinale è stata inscenata in serata nel centro di Belgrado. I dimostranti, riferiscono i media, si sono radunati davanti alla sede del parlamento, bloccando la circolazione in un importante incrocio stradale. La polizia controlla la situazione, ma finora non è intervenuta. Tra i dimostranti vi è fra gli altri Bosko Obradovic, uno dei leader dell’opposizione. Oggi il governo serbo, alla luce della forte ripresa della pandemia e del crescente numero di contagi e decessi, ha annunciato l’introduzione da sabato prossimo del pass vaccinale, limitato tuttavia a ristoranti e bar e solo dopo le 22. Una manifestazione di protesta contro il passa vaccinale si è svolta oggi anche nella capitale bulgara Sofia.

  • Spagna, nuovo aumento dell’incidenza dei contagi

    Torna a crescere l’incidenza dei contagi di Covid in Spagna dopo il lieve calo registrato ieri: ora l’indice su 14 giorni è di 43,15 casi ogni 100.000 abitanti, mentre ieri era di 41,9, secondo il Ministero della Sanità. Negli ultimi giorni in diverse regioni è stata registrata una tendenza stabile o in leggero aumento. Si tratta comunque di una situazione generale di “basso rischio” di trasmissione del coronavirus, secondo i parametri stabiliti dalle autorità nazionali. Da inizio pandemia sono stati notificati quasi 5 milioni di contagi e 87.082 morti.

  • Premier polacco, “terze dosi per tutti gli adulti nelle prossime settimane”

    Davanti all'esplosione di nuovi casi di coronavirus in Polonia, il premier Mateusz Morawiecki annuncia che nelle prossime settimane saranno a disposizione le terze dosi di vaccino per tutti gli adulti. “Gli over 18 che hanno ricevuto la loro ultima dose almeno sei mesi fa potranno averne un'altra”, scrive il primo ministro in un post su Facebook.

  • Governo difende Bolsonaro, “ha tentato salvare vite”

    In Brasile, il senatore di maggioranza, Marcos Rogerio, ha illustrato oggi la sintesi di un rapporto alternativo al testo di oltre mille pagine presentato stamani dalla Commissione parlamentare d'inchiesta (Cpi) e in cui si accusa il presidente della Repubblica, Jair Bolsonaro, di “crimini contro l'umanità” e una decina decina di altri reati per la gestione della pandemia di coronavirus. Nel testo, Rogerio in particolare definisce come “tentativo di salvare la vita del maggior numero possibile di brasiliani” il ricorso da parte del governo al cosiddetto “trattamento precoce” dei pazienti affetti da Covid-19 allo stato iniziale. L'uso di farmaci come idrossiclorochina e ivermectina, nonostante non vengano raccomandati dall'Oms, è stato costantemente difeso da Bolsonaro, definito un “ciarlatano” dalle opposizioni per il suo presunto ritardo nell'acquistare i vaccini.

  • Gb stringe accordi per farmaci antivirali di Merck e Pfizer

    Il Regno Unito ha raggiunto accordi per l’acquisto di 730mila dosi di due farmaci antivirali che potrebbero dare un contributo nella lotta contro il Covid-19. Lo ha annunciato il ministro britannico della Sanità, Sajid Javid. Si tratta del Molnupiravir di Merck Sharp & Dohme e del Ritonavir di Pfizer, che sono ancora in attesa di ricevere l’approvazione dell’ente regolatore britannico. In base agli accordi, Londra si è assicurata 480mila Molnupiravir e 250mila PF-07321332/ritonavir. “Questi antivirali hanno il potenziale di accelerare i tempi di ripresa e impedire ai contagi di progredire. Se questi trattamenti otterranno l’approvazione dell’ente Mhra, quest’inverno potremo fornire ad alcuni dei pazienti più vulnerabili una protezione fondamentale”, ha detto Javid.

  • Green pass, Draghi: con l’obbligo morti calate del 94%

    «Dal decreto che prevede l’estensione ai luoghi di lavoro» del green pass «le prime dosi di vaccino sono cresciute del 46% rispetto al trend atteso tra il 16 settembre e il 13 ottobre. Ci sono state 559.954 prime dosi di più rispetto al previsto. Non stiamo a guardare anche il numero dei decessi che è caduto del 94%, del 95% i ricoveri in terapia intensiva, le ospedalizzazioni del 92%. Mi pare che ci siano molti fatti che giustificano l’attuale scelta politica su questo». Lo ha detto il premier Mario Draghi nella replica in Aula alla Camera.

  • Ministro Sanità Gb: «Deputati diano esempio e indossino mascherina»

    Il ministro britannico della sanità Sajid Javid ammette che più deputati dovrebbero indossare la mascherina per dare «l’esempio». Interrogato dai giornalisti se le frasi del ministro dei Trasporti Kwasi Kwarteng che invita «a organizzare party di Natale» e i deputati conservatori che non vogliono mettere la mascherina in parlamento non siano in contraddizione con l’invito del governo a comportamenti prudenti, Javid ha ammesso che questo è un punto importante. «Abbiamo tutti un ruolo da svolgere. Abbiamo il nostro ruolo pubblico, ma abbiamo anche un ruolo da svolgere per dare l’esempio come privati individui», ha affermato.

    Il ministro britannico della sanità Sajid Javid. (TOBY MELVILLE / POOL / AFP)

  • In Abruzzo 54 nuovi casi e due decessi

    Sono 54 i nuovi casi di Covid-19 accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall’analisi di 3.430 tamponi molecolari: è risultato positivo l’1,57% dei campioni. Si registrano due decessi recenti: uno riguarda un 89enne della provincia dell’Aquila, l’altro risale ai giorni scorsi ed è stato comunicato solo oggi dalla Asl competente. Il bilancio delle vittime sale così a 2.557. Si riducono i ricoveri, che passano dai 60 di ieri ai 56 di oggi. I nuovi positivi hanno età compresa tra 5 e 82 anni. Gli attualmente positivi sono 1.311 (+18): 52 pazienti (-4) sono ricoverati in ospedale in area medica e 4 (invariato) sono in terapia intensiva, mentre gli altri 1.255 (+22) sono in isolamento domiciliare. i guariti sono 78.126 (+34).

  • Bolsonaro: «Non sono colpevole di nulla»

    Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro mercoledì ha respinto le accuse mosse contro di lui in un rapporto della Commissione del senato secondo cui la sua gestione della pandemia di Covid-19 costituisce crimini contro l’umanità e altri reati (leggi sotto, ndr). «Sappiamo di non essere colpevoli di assolutamente nulla. Sappiamo di aver fatto la cosa giusta dal primo momento», ha detto Bolsonaro in risposta alla commissione comitato che gli ha contestato almeno dieci reati.

  • Ministro Sanità Gb: «Per ora niente mascherine obbligatorie»

    Per ora niente mascherine obbligatorie in Gran Bretagna. «Pensiamo la decisione giusta sia imparare a convivere con il virus», ha detto il ministro britannico della Sanità Sajid Javid, dopo aver previsto il rischio che si arrivi a 100mila casi di covid-19 al giorno durante l’inverno. «Siamo preoccupati» ha affermato il ministro, ma ha aggiunto che i vaccini stanno funzionando e quindi non è necessario passare al piano B, con maggiori restrizioni. Javid ha ammesso che il sistema sanitario è sotto pressione, ma si è detto certo che la situazione «non è insostenibile».

    Il ministro ha esortato tutti a vaccinarsi contro il covid e influenza, consigliando ai britannici di incontrarsi all’esterno il più possibile, aprire le finestre negli incontri al chiuso e indossare la mascherina nei luoghi affollati. Di fronte alle domande dei giornalisti se vi sarà l’obbligo di mascherina, ha riposto che il governo potrebbe imporlo in futuro in alcuni luoghi, ma che per ora non è il caso. Infine Javid ha confermato un accordo raggiunto dal governo per l’acquisto di nuovi farmaci antivirali per la cura del Covid-19.

  • Francia, oltre 6mila nuovi casi e 21 vittime

    In Francia ci sono stati 6.036 nuovi contagi nelle 24 ore, con 21 vittime. Il totale dei decessi dall’inizio della pandemia è quindi di 90.473.

  • In Gb 49.139 casi e 179 morti in 24 ore, dati in aumento

    In Gran Bretagna sono 49.139 i nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore e 179 i decessi per complicanze legate all’infezione. Lo hanno reso noto le autorità sanitarie locali. Gli ultimi dati mostrano che i casi sono aumentati del 17,2% in una settimana, mentre i decessi sono aumentati del 21,1%, sempre in una settimana.

    Leggi anche su 24+: Epidemia a rischio ripresa, ma non raggiungeremo i numeri del Regno Unito

  • Sileri (sottosegr. Salute): «Ritorno concerti in stadi molto prima estate 2022»

    La ripresa dei concerti negli stadi ci sarà «molto prima dell’estate 2022. Vediamo come procede la situazione anche con le nuove varianti ma ormai ne siamo fuori». Lo ha sottolineato il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, ospite di Radio 105.

  • Green pass, Draghi: dati dimostrano efficacia delle misure

    I dati dimostrano «l’efficacia delle misure messe in campo» con l’estensione del Green pass obbligatorio ai luoghi di lavoro: «dal decreto con l’estensione nei luoghi di lavoro le prime dosi di vaccino sono cresciute del 46% rispetto al trend atteso dal 16 settembre». Lo dice il premier Mario Draghi nella replica in Aula alla Camera.

  • Figliuolo a Regioni, procedere con immediatezza su terza dose

    In merito alla tempistica di somministrazione della terza dose secondo le categorie già indicate dal ministero della Salute, «considerata l’attuale ampia disponibilità di vaccino e la perdurante elevata potenzialità di somministrazione», le Regioni «procedano con immediatezza ad effettuare i richiami vaccinali in parallelo a tutte le categorie indicate, fermo restando il solo vincolo del rispetto dell’intervallo temporale di almeno 6 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario». È quanto scrive in una circolare il Commissario per l’Emergenza, Francesco Paolo Figliuolo alle Regioni.

    Il Commissario per l’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo. (ANSA/GIUSEPPE LAMI)

  • Gb, rischio 100mila contagi al giorno in inverno

    C’è il rischio che si arrivi a 100mila contagi al giorno da Covid nel Regno Unito in inverno ma per ora il servizio sanitario regge. Lo ha detto in conferenza stampa il ministro della Sanità britannico, Sajid Javid, dopo i record di infezioni registrati negli ultimi giorni.

  • Green pass, Draghi: intese con 16 Stati, serve coordinamento Ue

    «Ci sono 16 Stati a cui è riconosciuta l’estensione del Green pass. Per altri è in corso di analisi: c’è molto lavoro del ministero della Salute per accordi ad hoc. Se si riuscisse ad avere un coordinamento europeo su questo sarebbe sicuramente meglio, ne parlerò al Consiglio». Lo dice il premier Mario Draghi nella replica in Aula alla Camera.

  • Gb, ministro della Sanità conferma: identificata nuova versione variante Delta

    Il ministro della Sanità del Regno Unito, Sajid Javid ha confermato: è stata identificata una nuova versione della variante Delta. Javid ha comunque specificato che non ci sono ragioni per credere che la nuova versione sia più minacciosa dell’attuale.

  • Draghi: non usciremo dal Covid in un istante, serve gradualità

    «Dopo 132mila morti bisogna fare tutto il possibile e necessario». Lo ha detto il premier Mario Draghi, a proposito della pandemia da Covid, alla Camera. Il premier ha anche sottolineato che «non ne usciremo in un istante, serve gradualità nella riduzione delle misure». Infatti, il premier ha specificato che sul Covid «non solo il passato ma il presente ci insegna che questa è la strada giusta: il Regno Unito abbandonata ogni cautela si trova di fronte a 50mila contagi giornalieri e 200 morti ieri. Questo ci insegna che non usciremo da questa situazione in un istante. Anche nell’uscita bisognerà uscire con gradualità».

  • Usa, nuovi contagi al livello minimo degli ultimi tre mesi

    Il numero giornaliero di contagi da coronavirus negli Usa ha toccato il livello più basso degli ultimi tre mesi. Con 81.238 nuovi casi registrati martedì, il totale delle infezioni da Covid-19 nel Paese ha raggiunto i 45.139.222 casi da inizio pandemia, secondo i dati della Johns Hopkins University. La media settimanale di contagi si è attestata su 79.348, con una diminuzione del 22 per cento nelle ultime due settimane. Al bilancio delle vittime del Covid negli Usa si aggiungono i 2.357 decessi registrati martedì, per un totale di 728.296 morti dall’inizio della pandemia. Sul fronte della campagna vaccinale, i dati pubblicati dal Centers for Disease Control and Prevention, indicano che 189.487.793 persone, pari al 57,1 per cento della popolazione, sono ora completamente vaccinate contro il virus. Le persone finora guarite sono invece 35.710.331.

  • I nuovi positivi in Lombardia sono 457, i morti 4

    In Lombardia ci sono 457 nuovi positivi al Covid, lo 0,4% dei 100.312 tamponi processati nelle ultime 24 ore. I morti sono 4 e portano il totale da inizio pandemia a quota 34.130. Diminuiscono i ricoverati nei reparti (-3), che ammontano a 280 in tutto. I pazienti Covid in terapia intensiva oscillano sempre intorno agli stessi numeri: oggi sono 55, due in più rispetto a ieri. I nuovi casi in provincia di Milano sono 125 di cui 45 in città. Numeri più contenuti nelle altre province: a Bergamo sono 57, a Brescia 46, a Como 23, a Varese 45. La provincia di Cremona ne conta 22, Lecco 11, Lodi 18, Mantova 15, Monza 17, Pavia 39 e Sondrio 12.

  • Da Fondazione Gates 120 mln dollari per accesso a pillola antivirale Merck

    La Bill and Melinda Gates Foundation spenderà 120 milioni di dollari per aumentare l’accesso alle versioni generiche della pillola antivirale Covid-19 del produttore farmaceutico Merck per i Paesi a basso reddito, se il farmaco verrà approvato dalle autorità di regolamentazione. La fondazione privata ha affermato che non ha determinato come allocare le risorse, ma che utilizzerà i fondi per «sostenere la gamma di attività necessarie per sviluppare e produrre versioni generiche» del farmaco molnupiravir.

  • Brasile, Commissione parlamento chiede incriminazione Bolsonaro

    Una Commissione parlamentare d’inchiesta del Senato brasiliano mercoledì ha chiesto l’incriminazione del presidente Jair Bolsonaro per 10 crimini «intenzionali» durante la pandemia di Covid-19, incluso quello di «crimine contro l’umanità». Il rapporto della Commissione sulla gestione della pandemia che ha causato più di 600.000 vittime in Brasile è stato reso pubblico dai media mentre il suo relatore si preparava a leggere il documento.

    «Al termine di sei mesi di intenso lavoro, questa Commissione parlamentare ha raccolto prove che dimostrano che il governo federale (...) ha agito lentamente nella lotta alla pandemia di coronavirus, mettendo volutamente la popolazione a rischio di un vero e proprio contagio di massa», si legge nel rapporto di quasi 1.200 pagine. Composta da senatori di varia estrazione politica, la Cpi ha emesso un verdetto devastante per l’immagine del capo dello Stato, chiedendone anche l’incriminazione per «ciarlataneria» o «prevaricazione». Per i senatori, i reati citati nel rapporto sono «intenzionali», avendo deliberatamente deciso il governo Bolsonaro di non adottare le misure necessarie per contenere la circolazione del virus. Accuse gravissime, che dovrebbero comunque avere una portata solo simbolica per il presidente che beneficia di un sostegno in Parlamento tale da impedire l’apertura di una procedura di impeachment.

  • Oggi in Italia 3.702 nuovi casi e 33 vittime

    Sono 3.702 i nuovi casi di positività al coronavirus registrati nelle ultime 24 ore, 1.005 in più rispetto ai 2.697 rilevati ieri. Il dato di oggi segna un aumento dei casi del 33,5% rispetto a una settimana fa; si basa su 485.613 tamponi, contro i 662.000 del giorno precedente (vengono considerati sia test rapidi antigenici che i tamponi molecolari). Le vittime sono 33, 37 in meno rispetto alle 70 registrate ieri.

    L’articolo completo

  • Un decesso in Trentino e 43 nuovi contagi

    C’è un nuovo decesso per Covid-19 in Trentino. Lo dice il bollettino dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari. Si tratta di un anziano, vaccinato, affetto da altre patologie che è deceduto in ospedale. Sul fronte dei contagi ci sono altri 43 casi positivi su circa 8.000 tamponi analizzati. Ieri sono stati effettuati 7.586 test antigenici che hanno rilevato 21 casi positivi. I molecolari analizzati invece sono stati 411: in questo caso sono emersi 22 nuovi casi positivi ai quali si aggiungono 6 conferme di positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Fra i casi di oggi da rilevare la presenza di 13 nuovi contagi fra ultra ottantenni. Ieri le classi in quarantena erano 4. Negli ospedali scendono ancora i ricoverati dopo che ieri sono state dimesse 3 persone a fronte di un solo nuovo ingresso: al momento i pazienti sono 14, di cui sempre 2 in rianimazione. I nuovi guariti sono 27 guariti. Le vaccinazioni sono arrivate a quota 776.233, cifra che comprende 356.524 seconde dosi e 8.056 terze dosi.

  • Green pass: Coldiretti, bene Ue, 1 lavoratore agricolo su 2 vaccinato con Sputnik

    Con quasi un lavoratore agricolo straniero su due che proviene da Paesi in cui è stato autorizzato il vaccino Sputnik, l'apertura dell'Unione Europea è importante per garantire la regolarità dell'attività nelle campagne dove sta per finire la vendemmia mentre è all'inizio la raccolta delle olive. È quanto afferma la Coldiretti nel commentare la possibilità dei singoli Paesi di riconoscere ai fini del Green Pass anche altri vaccini oltre a quelli autorizzati dalla Ue. Una strada che l'Italia – sottolinea la Coldiretti - ha già aperto con l'accordo raggiunto per i cittadini di San Marino e che adesso è importante estendere a tutti gli stranieri presenti in Italia che hanno scelto il vaccino russo, a partire dai lavoratori agricoli. Sono circa 180 mila gli addetti stranieri in agricoltura che – precisa la Coldiretti - provengono da Paesi che hanno autorizzato il vaccino russo sia in Europa che in altri continenti, ma non mancano gli stranieri immunizzati con il siero cinese Sinovac.

  • Gb, escluso nuovo lockdown ma Javid prevede «inverno duro»

    La Gran Bretagna ha escluso di imporre un nuovo lockdown completo per contenere la diffusione del coronavirus, come ha detto un portavoce di Downing Street. Ma, a detta del suo ministro della Salute Sajid Javid, ci si «aspetta un inverno particolarmente duro». Secondo quanto riportato da Sky News, Javid ha detto ai parlamentari che c’è «un’enorme pressione» sul servizio sanitario in Inghilterra anche per «la carenza di personale». Nelle prossime due settimane, ha detto il ministro, verrò svelato il piano messo a punto con il sistema sanitario nazionale per affrontare i mesi invernali. Previsti «finanziamenti aggiuntivi».

    Nel frattempo, oggi nel Regno unito sono state riscontrate 179 vittime; ieri erano state 223.

  • Piemonte, un decesso e 280 nuovi casi

    L'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 280 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 102 dopo test antigenico), pari allo 0,5% di 53.556 tamponi eseguiti, di cui 46.980 antigenici. Dei 280 nuovi casi, gli asintomatici sono 158 (56,6%). I casi sono 130 di screening, 111 contatti di caso, 39 con indagine in corso. Il totale dei casi positivi diventa quindi 386.445, di cui 31.794 Alessandria, 18.478 Asti, 12.185 Biella, 55.705 Cuneo, 29.986 Novara, 205.800 Torino, 14.368 Vercelli, 13.752 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 1.592 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 2.785 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 19 (invariato rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 189 (+ 5 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 3.225. I tamponi diagnostici finora processati sono 7.771.587 (+ 53.556 rispetto a ieri), di cui 2.312.159 risultati negativi. Un decesso di persona positiva al test del Covid-19, non di oggi, è stato comunicato dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte. Il totale diventa quindi 11.799 deceduti risultati positivi al virus.

  • In Calabria 143 nuovi contagi, terapie intensive stabili, +89 guariti e 1 morto

    Secondo il bollettino sull'emergenza Covid-19 diffusi dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria, sono 143 i nuovi contagi registrati (su 4.302 tamponi effettuati), +89 guariti e 1 morto (per un totale di 1.435 decessi). Il bollettino, inoltre, registra +53 attualmente positivi, +52 in isolamento, +1 ricoverati e, infine, terapie intensive stabili (per un totale di 8).

  • 247 nuovi casi in Emilia-Romagna, altri 1.052 guariti

    Sono 247 - 428.483 da inizio epidemia - i nuovi casi di positività al coronavirus su un totale di 28.611 tamponi eseguiti, registrati in Emilia-Romagna nelle ultime ventiquattro ore. Sul territorio in testa la provincia di Ravenna con 65 contagi seguita da (54), Rimini (27), Forlì (20), Cesena (18), Modena (16), Parma e Reggio Emilia (13 entrambe), Piacenza e Ferrara (8 entrambe) e Circondario Imolese (5). Da ieri risultano guarite 1.052 persone, per un totale di 402.677 mentre i casi attivi, cioè i malati effettivi, calano di 809 unità a quota 12.264. Di questi, le persone in isolamento a casa sono complessivamente 11.937 - in calo di 804 unità - il 97,3% del totale dei casi attivi. Nelle ultime ventiquattro ore si registrano quattro decessi - una donna di 85 anni in provincia di Piacenza; un uomo di 90 anni e una donna di 68 anni in provincia di Parma e una donna di 91 anni in provincia di Bologna -: dall’inizio dell’epidemia, le morti in regione sono state 13.542. Sostanzialmente stabili i pazienti ricoverati in terapia intensiva che salgono di 2 unità a quota 31 mentre scendono di 7 unità, a quota 296 i ricoverati negli altri reparti Covid. Sul fronte della campagna vaccinale, al primo pomeriggio sono state somministrate complessivamente 6.733.721 dosi. Sul totale, sono 3.422.129 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

  • Nel Lazio 381 nuovi casi e 4 decessi

    Sono 8.485 le persone attualmente positive a Covid-19 nel Lazio, di cui 314 ricoverati, 48 in terapia intensiva e 8.123 in isolamento domiciliare. Dall’inizio dell’epidemia i guariti sono 372.635 e i morti 8.736, su un totale di 389.856 casi esaminati, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio. Oggi ci sono stati 381 nuovi casi e 4 decessi.

  • Austria, green pass nei luoghi di lavoro dal primo novembre

    Anche l’Austria fa ricorso a green pass sui luoghi di lavoro, mentre tornano a salire i contagi di Covid-19. A partire dal primo novembre sarà necessario esibire il passaporto verde per lavorare a contatto con altre persone. Le autorità sanitarie faranno dei controlli a campione per verificare il rispetto delle nuove regole. In caso di mancato possesso del green pass, il datore di lavoro dovrà pagare un’ammenda di 3.600 euro e il dipendenti di 500, ha annunciato il ministro del Lavoro, Martin Kocher.

    Kocher ha auspicato che i datori di lavoro facciano rispettare le norme, aggiungendo che sarà possibile mettere in smart working chi non vuole esibire il green pass. Saranno esenti dall’obbligo i lavoratori che non entrano in contatto con altre persone, fra cui i camionisti. Al momento in Austria è pienamente vaccinato quasi il 62% dell’intera popolazione. L’incidenza su sette giorni del contagio di covid-19 è recentemente salita, raggiungendo 183 casi su 100mila abitanti, dopo essere rimasta sotto 150 per diverse settimane.

  • Draghi: «Italia ha triplicato donazioni vaccini, più generosi possibile»

    «L'Italia ha recentemente triplicato le donazioni di vaccino, da 15 a 45 milioni di dosi, da distribuire principalmente attraverso il meccanismo Covax. A oggi, abbiamo assegnato più di 11 milioni di dosi: tra questi, circa tre milioni ciascuno a Vietnam e Indonesia, 1,5 milioni all'Iran e 700 mila a Libano, Yemen e Iraq. La lista dei paesi è lunga», figurano tra questi anche «Uganda, Albania, Algeria, insomma si cerca di essere più attivi e generosi possibili». Così il premier Mario Draghi, nelle comunicazioni in Aula alla Camera in vista del Consiglio europeo al via da domani a Bruxelles.

  • In Campania 406 nuovi casi, 1 morto, 21 ricoveri in intensiva

    Sono 406 i nuovi casi di coronavirus emersi ieri in Campania dall’analisi di 23.637 tamponi. Nel bollettino odierno diffuso dall’Unità di crisi della Regione Campania è inserito un nuovo decesso. In Campania sono 21 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva e 183 i pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza.

  • Green pass: prefetto Trieste, attese venerdì 20mila persone

    «S’ipotizza una presenza di 20mila persone alla manifestazione no Green pass a Trieste» prevista per venerdì. Lo ha detto il prefetto Valerio Valenti, sottolineando però che al momento è stata solo pre-annunciata in quanto non è stata ancora depositata alcuna richiesta in Questura. Si mantiene «l’attenzione massima» anche verso possibili frange estremiste.

  • Putin approva stop lavoro per una settimana

    Il presidente russo, Vladimir Putin, ha approvato la proposta del Gabinetto di dichiarare una settimana non lavorativa a partire dal 30 ottobre, per far restare a casa i lavoratori e contrastare l’aumento dei contagi di Covid-19. La task force del governo ha riferito di 1.028 decessi nelle ultime 24 ore, il numero più alto dall’inizio della pandemia. Il bilancio dei morti è arrivato a 226.353, il più alto in Europa. Nella settimana dal 30 ottobre, quattro di sette giorni sono festività nazionali. Putin ha aggiunto che in alcune zone, dove la situazione è particolarmente grave a livello di pandemia, lo stop potrebbe iniziare sabato.

  • Speranza, oltre 700mila terze dosi. Valuteremo ampliamento

    «La terza dose è stata autorizzata in sintonia con Ema prima di tutto per gli immunocompromessi. Le altre categorie autorizzate sono gli over-80, i residenti nelle Rsa, il personale sanitario, gli over60 e i fragili di ogni età. Valuteremo la terza dose eventualmente anche per altre categorie che oggi sono fuori. Ad oggi sono state somministrate oltre 700mila terze dosi». Lo ha affermato il ministro della Salute, Roberto Speranza, rispondendo al question time alla Camera.

  • Casa Bianca prepara piano vaccinale per bimbi dai 5 agli 11 anni

    I bambini statunitensi di età compresa tra 5 e 11 anni potranno presto ottenere un vaccino contro il Covid-19 presso gli ambulatori pediatrici, le farmacie locale e anche le loro scuole. La Casa Bianca sta dettagliando oggi il piano vaccinale per i più piccoli, in attesa dell’ok della Fda al vaccino Pfizer per i bambini più piccoli, che dovrebbe arrivare nel giro di poche settimane. Il paese dispone di ampie scorte di vaccini per immunizzare i circa 28 milioni di bambini che saranno presto idonei. I regolatori federali si incontreranno nelle prossime due settimane per valutare i benefici della somministrazione di dosi di vaccino ai bambini, dopo lunghi studi volti a garantire la sicurezza dei vaccini.

  • In Sardegna 28 nuovi casi, in aumento ricoveri

    Ci sono 28 nuovi casi di positività al coronavirus in Sardegna, nell'ultimo bollettino dell'Unità di crisi regionale, sulla base di 1.979 persone testate. Per un riallineamento dei dati i tamponi processati, tra molecolari e antigenici, sono 29.705. Sono 11 i pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva e 59 (+10) quelli ricoverati in area medica. In isolamento domiciliare ci sono 1.373 persone. Non si registrano decessi.

  • De Luca (Campania), se continuiamo a distrarci a novembre richiudiamo

    «Noi siamo ancora a fine marzo, ma non ci illudiamo, se continuiamo a distrarci a novembre richiudiamo». A lanciare l’allarme è il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante un’iniziativa a Palazzo Santa Lucia, per i 25 anni della fiction ’Un posto al sole’. «Già l’ultima settimana abbiamo avuto un aumento di positivi e siamo obbligati a seguire mattina, sera, notte quando ci arrivano i comunicati dei positivi della giornata, a non dormire», aggiunge il governatore campano.

    Il presidente della Regione Campania , Vincenzo De Luca. (ANSA / CIRO FUSCO)


  • Tridico (Inps): «In pandemia cig ha dimezzato perdita salario per lavoratori fragili»

    Durante la pandemia la Cig ha quasi dimezzato le perdite di salario per i lavoratori, soprattutto quelli fragili: «la disuguaglianza è aumentata solo del 55% invece che del 93%. Un impatto che è stato anche più rilevante per le categorie fragili: donne e giovani». A fare il punto dell’impatto Covid sull’economia e i lavoratori è il presidente Inps, Pasquale Tridico, in una audizione alla Commissione Lavoro della Camera.

    Il presidente dell'Inps, Pasquale Tridico. (ANSA / CIRO FUSCO)


  • Marocco vieta voli con Gb, Germania e Olanda

    Il Marocco ha vietato i collegamenti aerei con la Gran Bretagna, la Germania e l’Olanda per cercare di contenere la diffusione del coronavirus. La decisione è stata annunciata dalla principale compagnia aerea marocchina, la Royal Air Maroc, ed entrerà in vigore alla mezzanotte di oggi.

  • New York impone obbligo vaccino ai dipendenti municipali

    La città di New York impone l’obbligo di vaccino per tutti i dipendenti municipali, eliminando la possibilità di effettuare test per essere ammessi al posto di lavoro. Lo ha annunciato il sindaco Bill de Blasio, sottolineando che la nuova regola riguarda 160.500 lavoratori, di cui il 71% è in parte o completamente vaccinato. Chi deciderà di non vaccinarsi per il Covid entro il 29 ottobre rischia di perdere il posto di lavoro.

  • Russia, 1.028 morti in 24h, nuovo record da inizio epidemia

    In Russia nel corso dell’ultima giornata si sono registrati 1.028 decessi provocati dal Covid-19, il massimo in un giorno dall’inizio dell’epidemia: lo riferisce l’agenzia di stampa statale russa Tass citando i dati del centro operativo nazionale anticoronavirus. Stando ai dati ufficiali, nel corso delle ultime 24 ore nel Paese sono stati accertati 34.073 nuovi casi di Covid-19.

  • Serbia, green pass in ristoranti e bar dalle 22

    In Serbia, dove la situazione epidemiologica resta molto critica con un alto numero di contagi e decessi, il governo ha annunciato oggi l’obbligo del pass vaccinale nelle ore serali per ristoranti, caffè, bar e altri locali al chiuso. Parlando al termine di una nuova riunione dell’unità di crisi per la lotta al covid, la premier Ana Brnabic ha detto che la misura restrittiva entrerà in vigore dal 23 ottobre e varrà dalle 22 in poi, l’ora di maggiore affollamento dei locali. Gli stranieri dovranno presentare il pass europeo o quello dei Paesi con cui la Serbia ha un accordo sul reciproco riconoscimento dei certificati vaccinali. Il pass, ha precisato la premier, potrà essere cartaceo o digitale e con esso si potrà dimostrare l’avvenuta vaccinazione, o un test molecolare negativo non anteriore a 72 ore, un antigenico non anteriore a 48 ore o la guarigione dal covid non anteriore a sette mesi. La situazione, ha osservato, è catastrofica, con una campagna vaccinale che procede molto a rilento e la popolazione che non mostra interesse all’osservanza delle misure di prevenzione anticovid. Con la prima dose, ha detto, è stato vaccinato il 54,6%, con la seconda appena il 52,5%, mentre quasi il 15% ha ricevuto la terza dose. Nelle terapie intensive, ha aggiunto, oltre il 90% dei pazienti non è vaccinato, e a contrarre il contagio sono ora anche tanti giovani e ragazzi. L’ultimo bilancio diffuso ieri per la Serbia parlava di 7.664 contagi e 57 decessio nelle 24 ore, con il Paese balcanico che resta ai primi posti in Europa per incidenza di casi du 100 mila abitanti. (ANSAmed).

  • Ue, Stati possono riconoscere Sputnik per Green pass

    Il “riconoscimento” della vaccinazione Covid-19 con Sputnik, il vaccino russo in rolling review all’Agenzia europea del farmaco Ema da marzo, ai fini dell’ottenimento del Green pass “può essere decisa a livello nazionale. Di base è una decisione nazionale”, anche se naturalmente qualsiasi provvedimento assunto in merito deve essere “senza discriminazioni” nei confronti delle persone provenienti da altri Stati Ue. Lo ricorda il portavoce della Commissione Europea Christian Wigand, a Bruxelles durante il briefing con la stampa.

  • Ocse: Italia sostenga ripresa finchè necessaria

    L’Italia dovrebbe dare un sostegno finanziario mirato finché la ripresa non è in corso e poi deve investire nelle infrastrutture verdi e riformare la giustizia”. Lo hanno detto in audizione, in videoconferenza, alla commissione Bilancio del Senato i rappresentanti dell’ Ocse circa il Rapporto economico 2021 sull’Italia. L’Ocse prevede una crescita del 6% quest’anno e del 4,1% nel 2022 e il Pil tornerà ai livelli del 2019 entro metà del 2022, è stato spiegato. “Il rimbalzo a breve termie è un punto importante ma l’Italia non può tornare ai livelli di crescita pre-covid perché erano troppo bassi”, hanno sottolineato i rappresentanti Ocse.

  • Ue, «Valneva? Più vaccini abbiamo meglio è»

    La Commissione Europea “non commenta” le indiscrezioni sulla possibile conclusione di un accordo con Valneva per comprare dosi del vaccino anti Covid, che secondo quanto comunicato dalla biotech francese ha un’efficacia migliore del Vaxzevria di AstraZeneca, ma “più vaccini ci sono sul mercato meglio è”. Lo dice la vice portavoce capo della Commissione Europea Dana Spinant, durante il briefing con la stampa a Bruxelles.

  • Hockey: giocatore falsifica certificato vaccinale, squalificato per 21 partite in Nhl

    Sospeso per 21 partite, senza stipendio, per aver violato il protocollo Covid-19 della National hockey league (Nhl). È quanto accaduto ad Evander Kane, 30enne attaccante dei San José Sharks, che aveva presentato un falso certificato vaccinale contro il Coronavirus. Il giocatore è stato oggetto di un'indagine da parte della federazione nordamericana e del suo club: come ha riportato la Nhl, Kane è stato squalificato per “violazione accertata e mancanza del rispetto dei protocolli Nhl/Nhlpa (l’associazione dei giocatori) Covid-19 e non è idoneo a tornare fino a quando gli Sharks non affronteranno i New Jersey Devils il 30 novembre”.

  • Oms, discesa rallenta nel mondo, +7% contagi Europa in 7 giorni

    Rallenta il trend in discesa dei nuovi casi e dei morti Covid, che si osservava da settimane nel mondo. Negli ultimi 7 giorni presi in esame dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), i numeri si stanno stabilizzando a livello globale: i contagi registrati sono oltre 2,7 milioni e oltre 46mila sono stati i decessi nel periodo 11-17 ottobre, con un calo rispettivamente del 4 e del 2%. L’inversione di tendenza comincia a essere chiara nella regione Europea, che è l’unica area a registrare per la terza settimana consecutiva un aumento dei nuovi casi di Covid: +7% rispetto alla settimana precedente, per un totale che supera 1,3 milioni di contagi in 7 giorni. Anche sul fronte delle morti il dato è in crescita: +4%, per un totale settimanale di 17.998. Nel periodo considerato dal bollettino Oms, un caso su 2 è stato registrato in Europa e quasi il 40% delle morti segnalate a livello globale. Lievissimo aumento dei decessi (1%) anche nella regione del Pacifico occidentale. La più grande diminuzione dei nuovi casi settimanali è stata segnalata invece dalla regione Africana (18%), seguita dalla regione del Pacifico occidentale (17%). Il numero cumulativo di casi confermati segnalati a livello globale è ora superiore a 240 milioni e il numero cumulativo delle morti è superiore a 4,8 milioni. Anche il più grande calo dei nuovi decessi settimanali è stato segnalato dalla regione Africana, che mostra una diminuzione del 24% rispetto alla settimana precedente.

  • Focolaio contagi in residenza anziani Campobasso

    Isolamento cautelare all’interno della struttura per tutti gli ospiti e operatori fino all’esito dei tamponi eseguiti dall’Azienda sanitaria regionale (Asrem), divieto di accesso o di uscita da parte di chiunque ad eccezione di medici, operatori sanitari o altri incaricati alla prevenzione sanitaria e all’assistenza degli ospiti della struttura. È quanto stabilisce un’ordinanza del sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, a seguito della positività al Covid-19 di diversi ospiti e visitatori della Casa di riposo ’Pistilli’ del capoluogo. Il provvedimento è stato preso in quanto “sussiste l’elevato rischio di aumento del contagio a mezzo dei frequentatori della Residenza per anziani” e, pertanto, “è necessario adottare misure finalizzate a ridurre e mitigare la propagazione epidemica da Covid-19”.

  • Balzo positivi in Veneto, +455 contagi in 24 ore

    Il Veneto registra 455 nuovi contagi Covid nelle ultime 24, ore, uno dei rimbalzi più importanti nelle ultime settimane, e tre decessi. Lo riferisce il bollettino della Regione. Il numero complessivo degli infetti da inizio dell’’epidemia sale a 475.593, quello delle vittime a 11.810. Cresce di poco il dato dei soggetti attualmente positivi, 8.868 (+51), mentre è in rialzo, per il secondo giorno, il numero dei ricoveri nei normali reparti medici, 202 (+9). Migliora invece la situazione nelle terapia intensive, dove sono 32 (-4) i posti letto occupati da pazienti Covid.

  • In Toscana 2 decessi e 2 ricoveri in più

    Sono due oggi in Toscana i decessi attribuiti al Covid-19: due uomini con un’età media di 93 anni. Sono 7.239 i deceduti nella regione dall’inizio dell’epidemia.
    I casi di positività al Coronavirus registrati oggi in Toscana sono 224, che portano il totale a 286.392. L’età media dei 224 nuovi positivi odierni è di 47 anni circa (23% ha meno di 20 anni, 14% tra 20 e 39 anni, 27% tra 40 e 59 anni, 23% tra 60 e 79 anni, 13% ha 80 anni o più). I guariti, oggi 323 in più rispetto a ieri, crescono dello 0,1% e raggiungono quota 274.029 (95,7% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 5.124, -1,9% rispetto a ieri. I ricoverati sono 233 (2 in più rispetto a ieri), di cui 22 in terapia intensiva (1 in meno).

  • Viola, con farmaci vaccini inutili? «Doppia dose 40 euro, monoclonali 2mila»

    “Ora che abbiamo i farmaci, che senso ha sprecare soldi pubblici per i vaccini? Non è meglio curare chi si ammala? Ecco un altro argomento utilizzato in questi giorni contro la vaccinazione di massa”, rileva Antonella Viola, immunologa dell’università di Padova, che sul tema invita a fare “due conti”. “Parliamo, quindi, di costi: il ciclo completo dell’antivirale della Merck (molnupiravir) è di circa 600 euro (e riduce le ospedalizzazioni del 50%) - sottolinea la scienziata su Facebook - Il costo di una singola dose di anticorpi monoclonali si aggira intorno ai 2.000 euro; il costo giornaliero di un paziente ricoverato in terapia intensiva varia da 1.500 a 4.500 euro. Due dosi di vaccino mRna costano circa 40 euro (e riducono il rischio di ospedalizzazione oltre il 90%). E ho detto tutto...”.

  • Sanità inglese chiede al governo di attivare il ’piano B’

    A fronte dell’impennata dei contagi da coronavirus “il governo di Boris Johnson dovrebbe attivare il piano B per l’inverno”. Lo sottolinea NHS Providers, che rappresenta gli ospedali del servizio sanitario inglese, centrale e locale, ed i servizi di ambulanze. Lo riporta il Guardian sottolineando che altri esperti sanitari del Regno vanno oltre, affermando che ora è assolutamente necessario un piano B ’plus’. A settembre scorso il governo britannico aveva messo a punto una strategia (il piano B) in vista dell’inverno se la situazione del virus fosse peggiorata

  • Georgieva (Fmi), ’continua ripresa nel mondo ma ancora incompleta’

    “Continua la ripresa nel mondo ma è incompleta. Nuove sfide continuano a emergere. Lo spazio limitato per le politiche con un debito pubblico che per far fronte alla crisi Covid è cresciuto fortemente in molti paesi e hanno aggravato la situazione economica in molti paesi. Per i politici e i governi le scelte sono sempre più spinose: devono porre fine alla pandemia e spingere per la ripresa. Abbiamo bisogno di disporre di tutte le risorse per gestire i cambiamenti necessari e in questo quadro le Banche pubbliche di sviluppo sono importanti”. Ad affermarlo è il direttore del Fmi, Kristalina Georgieva partecipando a ’Finance in Common 2021’ organizzato dalla Cdp.

  • Oms: Europa unica regione con contagi in aumento

    In Europa la scorsa settimana è stato registrato un aumento di contagi di coronavirus del 7% e si tratta dell’unica regione al mondo in cui i nuovi casi di Covid-19 sono cresciuti. È quanto riferisce l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) nella sua valutazione settimanale sulla pandemia.

    Dal documento risulta che la scorsa settimana sono stati registrati circa 2,7 milioni di nuovi casi di Covid-19 e oltre 46mila morti, dati simili a quelli della settimana precedente.

    Regno Unito, Russia e Turchia hanno registrato il maggior numero di casi. Il maggior calo di casi di Covid-19 è stato registrato in Africa e nel Pacifico occidentale, dove i contagi sono calati rispettivamente del 18% e del 16%.

    Anche il numero di decessi in Africa è calato, di circa un quarto, nonostante la disperata mancanza di vaccini nel continente. Altre regioni come Americhe e Medioriente hanno registrato numeri simili alla settimana precedente, riferisce l’Oms.

    Ma per la terza settimana consecutiva i casi di coronavirus sono aumentati in Europa, con circa 1,3 milioni di nuovi casi; oltre la metà dei Paesi della regione hanno registrato un aumento dei contagi, riferisce ancora l’Oms.

  • Israele, scoperto primo caso mutazione variante Delta

    È stato scoperto in Israele il primo caso della nuova mutazione della variante Delta del coronavirus Sars-CoV-2 (AY.4.2), riscontrata in un numero crescente di casi nel Regno Unito. Lo ha riferito il ministero della Salute di Tel Aviv, secondo quanto riportato dal ’Times of Israel’. La mutazione è stata individuata su un ragazzo di 11 anni tornato da un viaggio in Moldavia e al momento, secondo le autorità israeliane, questo è l’unico caso accertato.

  • Covid, ricoveri in calo in Lombardi a ottobre: -82% sul 2020

    Ospedalizzati Covid in Lombardia a ottobre 2021 in calo a -82% sullo stesso mese del 2020 con 579 ricoveri rispetto ai 3.274 dell’anno precedente. Secondo quanto emerge dai dati dell’assessorato al Welfare, il calo è più evidente anche rispetto ai mesi estivi nel 2021.

    A settembre 2021 si è infatti registrato un aumento del 17% sullo stesso mese nel 2020 (1.761 contro 1.510). Aumento più marcato ad agosto 2021 con +81% rispetto allo stesso mese dello scorso anno (1.840 contro 1.015). A luglio 2021 infine l’aumento è stato del 51% (1.133 contro 752).

  • Riccardi: «Casi Covid in aumento in Friuli-Venezia Giulia per diffusione virus a Trieste»

    «La crescita dell’incidenza del Covid-19 nelle ultime settimane in Friuli Venezia Giulia è collegata in prevalenza all’aumento dei casi registrato a Trieste dovuto sia alla più bassa percentuale di vaccinati rispetto alla media regionale che all’età mediamente più avanzata della popolazione e alla numerosità degli ospiti delle case di riposo e alla popolazione scolastica. Gli anziani sono stati i primi a essere sottoposti a vaccino ma è noto che la loro risposta immunitaria tende ad affievolirsi nel tempo: un fatto dimostrato dalla ripresa nelle strutture residenziali di alcuni focolai fortunatamente di bassa gravità clinica».

    Lo ha affermato questa mattina in Consiglio regionale il vice governatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, rispondendo a una apposita interrogazione.

  • Tumori, nell’anno del Covid 2,5 milioni di screening in meno

    «A marzo e aprile 2020, a causa dell'esplosione dell'emergenza Covid, si è verificata la sospensione degli screening. Complessivamente sono stati eseguiti circa 2 milioni e mezzo di screening in meno».

    Lo ha detto Paola Mantellini, direttrice Ons, osservatorio nazionale screening, in occasione della presentazione dei numeri dei tumori in Italia.

    «Un'indagine condotta dall'Ons ha quantificato il ritardo accumulato nel 2020 rispetto al 2019 in termini di inviti, test e mesi standard. La riduzione degli inviti è stata pari al 33% per lo screening cervicale, al 31,8% per quello colorettale e al 26,6% per quello mammografico - ha affermato - La riduzione degli esami è stata pari al 45,5% per lo screening colorettale (-1.110.414 test), al 43,4% per quello cervicale (-669.742), al 37,6% per le mammografie (-751.879). Complessivamente La paura del contagio ha avuto un peso determinante sulla partecipazione ai programmi di prevenzione».

  • Consiglio Stato, legittimo obbligo vaccino per sanitari

    E' legittimo l'obbligo vaccinale per il personale sanitario. Lo ha stabilito il Consiglio di Stato che con la sentenza n. 7045/2021 pubblicata oggi ha respinto l'istanza di alcuni medici, paramedici, farmacisti e parafarmacisti ed altri operatori sanitari della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, non ancora vaccinati, confermando l'obbligo vaccinale contro il virus Sars- CoV-2, così come previsto per il personale sanitario dall'art. 4 del d.l. n. 44 del 2021.

  • Adolescenti, Pfizer riduce rischio malattia del 93%

    Le due dosi del vaccino anti Covid-19 della Pfizer/BioNTech BNT162B2 riducono del 93%negli adolescenti il rischio di sviluppare la malattia con sintomi rispetto ai coetanei non vaccinati, e riducono del 90% il rischio di infezione ridotto del 90%. Si rileva inoltre una protezione dalla variante Delta del virus SarsCoV2. E’ quanto indicano i dati del primo studio su vasta scala, condotto in Israele, sulle vaccinazioni nella fascia d’età compresa fra 12 e 18 anni. I risultati sono pubblicati sul New England Journal of Medicine. La ricerca è stata condotta presso il Clalit Research Institute, in collaborazione con i ricercatori della Harvard University di Boston e ha coinvolto 94.354 adolescenti fra 12 e 18 anni vaccinati con la doppia dose, confrontati con altrettanti coetanei non vaccinati. Lo studio è stato condotto tra giugno e settembre 2020, quando la variante Delta era già dominante. I dati indicano inoltre che nel periodo immediatamente precedente la seconda dose (14-20 giorni dopo la prima dose), l’efficacia del vaccino era inferiore, ma comunque buona: dopo la prima dose il rischio di COVID-19 sintomatico si riduceva del 57% e quello di infezione del 59%. Non ci sono dati a sufficienza per stabilire quanto si reduca il rischio di malattia grave, ricovero e morte nei giovani vaccinati, perché comunque si tratta di eventi di per sé rari negli adolescenti. Questi risultati convalidano e completano quelli del trial clinico di fase III del vaccino Pfizer che era stato eseguito prima che la variante Delta divenisse dominante e comunque su un gruppo ben più piccolo, 1.983 adolescenti di 12-15 anni.

    Un minore riceve il vaccino Pfizer a Città del Messico

  • Risoluzione maggioranza, puntare a ripresa libera circolazione in Ue

    “Confermare l'obiettivo del graduale ritiro delle misure restrittive alla libera circolazione nell'Ue alla luce della situazione epidemiologica, contrastando, al contempo, l’impatto della crisi a livello sociale e sul mercato del lavoro, e promuovere rapide e condivise decisioni in merito all'autorizzazione e al riconoscimento dei vaccini e di equivalenza dei certificati vaccinali, anche al fine di agevolare la circolazione delle persone e le attività lavorative”. E’ uno degli impegni al Governo contenuti nella risoluzione presentata dalla maggioranza in Senato dopo le comunicazioni del presidente del Consiglio, Mario Draghi, in vista del Consiglio europeo di domani. “In vista della prossima e controllata riapertura delle frontiere - aggiunge la maggioranza - analizzare le tipologie di vaccini che possono essere riconosciuti equivalenti a quelli dell'Ue dalle Autorità europee e quindi validi ai fini del Green Pass in quanto autorizzati dalle Autorità sanitarie di altri Stati, Ue e non”.

  • Tumori: Italia meno morti che Ue, rischio doppio malati Covid

    Nel 2021, in Italia si muore di cancro meno rispetto alla media Ue: -13% negli uomini e -10% nelle donne, e migliora la sopravvivenza. Sono stimate infatti 181.330 morti per neoplasie (100.200 uomini e 81.100 donne), 1870 in meno sul 2020. Il rischio di morte è tuttavia raddoppiato per i malati oncologici con infezione Covid (è maggiore di 1,6 volte rispetto ai pazienti oncologici negativi) e la pandemia pesa anche sull’assistenza perché si osservano neoplasie in fase sempre più avanzata ed il numero delle operazioni chirurgiche nel 2020 è in calo rispetto al 2019. Emerge dal Rapporto Aiom-Iss sui numeri del cancro in Italia 2021

  • Consulta, non fondate censure proroga blocco sfratti

    Non sono fondate le censure sulla proroga del blocco degli sfratti legata all’emergenza Covid sollevate dai Tribunali di Trieste e di Savona. Lo ha stabilito la Corte costituzionale. In particolare i Tribunali di Trieste e di Savona avevano sollevato dubbi sulla legittimità costituzionale delle norme (articolo 13, comma 13, del dl n. 183/2020 e articolo 40-quater del dl n. 41/2021, entrambi convertiti in legge) che hanno prorogato, per alcuni provvedimenti di rilascio di immobili, la sospensione disposta a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Nella sentenza che deve essere ancora depositata, la Corte ha osservato, in particolare, che il legislatore ha progressivamente ridotto, con l’attenuarsi della pandemia, l’ambito di applicazione della sospensione, destinata comunque a cessare il 31 dicembre 2021.

  • 120mln $ dalla fondazione Gates per accesso dei Paesi poveri alla pillola

    La fondazione Bill e Melinda Gates investe 120 milioni di dollari per l'accesso dei Paesi poveri all'uso della pillola per Covid 19. Questo nuovo farmaco, molnupiravir, sviluppato da Merck, dovrebbe ridurre notevolmente il rischio di ospedalizzazione e morte se assunto nei primi giorni di infezione, costituisce una valida alternativa ai vaccini ed è di facile somministrazione. La sua autorizzazione è attualmente in fase di valutazione da parte della United States Medicines Agency (FDA).

    Il miliardario Bill Gates con la regina Elisabetta

  • Poliziotti Usa rifiutano dire se vaccinati, stop paga

    Le autorità di Chicago hanno sospeso lo stipendio a 21 poliziotti della città che si rifiutano di fornire il loro status vaccinale contro il Covid, come previsto da un ordine del Comune: lo ha reso noto il capo della polizia, David Brown, riporta il Guardian. “Questo virus non è diverso dai colpi di arma da fuoco che prendiamo come agenti...”, ha detto Brown, sottolineando che “sarebbe contro il nostro giuramento portare questo virus nelle case” dei residenti. Il sindaco di Chicago, Lori Lightfoot, ha accusato il sindacato della polizia e il suo presidente di fare disinformazione sull’obbligo di segnalazione dello status vaccinale, che prevede un margine di tempo in cui gli agenti posso sottoporsi a test anti Covid a spese proprie fino alla somministrazione dei vaccini.

  • Iss, vaccinati deceduti ‘iperfragili’, età media alta e malati

    I deceduti per Covid-19 che hanno completato il ciclo vaccinale hanno un'età media più alta (85,5 vs 78,3) rispetto ai non vaccinati, e anche il numero medio di patologie osservate è significativamente più alto in questo gruppo (5,0 vs 3,9 patologie pre-esistenti). Lo afferma un approfondimento contenuto nel report periodico sui decessi dell'Istituto superiore di sanità pubblicato oggi, basato sull'analisi di un campione di 671 cartelle cliniche relative a decessi avvenuti dal 01/02/2021 fino al 05/10/2021.

  • Farmacisti, tamponi oltre orario servizio e giorni chiusura

    Il Commissario straordinario per l’emergenza Covid Francesco Figliuolo, sentito il Ministero della Salute, ha chiesto alle Regioni di agevolare le farmacie affinché “possano continuare a effettuare i tamponi antigenici rapidi oltre gli orari di servizio e nelle giornate di chiusura” e possano eseguire i tamponi “anche nei casi in cui i soggetti non si siano prenotati”. Lo rende noto la Federazione degli ordini dei farmacisti italiani (Fofi), rilevando che il commissario ha accolto le proposte della Fofi. I farmacisti, afferma la Fofi, “sapranno sfruttare questa opportunità per rendere un servizio ancora più efficace ed efficiente”.

    Code davanti alle farmacie domenica pomeriggio

  • Green pass: ancora lunghe code a Bolzano

    A Bolzano anche oggi si registrano lunghe code, soprattutto davanti alle farmacie ’low cost’ per i test anti-Covid. Il mercoledì è infatti la seconda giornata clou della settimana perché scadono le 48 ore di validità dei test antigenici per poter accedere ai posti di lavoro. I controlli degli ispettori del lavoro per il momento non hanno comunque portato alla luce degli ’obiettori’, anche se il numero di tamponi effettuati negli ultimi giorni è molto inferiore ai quasi 40 mila lavoratori non vaccinati in provincia di Bolzano.

  • Parlamento Brasile a Bolsonaro,crimini contro umanità

    Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro dovrebbe essere accusato di una serie di reati, tra i quali quello di “crimini contro l’umanità”, per la sua gestione della pandemia di coronavirus: è quanto emerge da una bozza, ottenuta dai media, del rapporto redatto dopo 6 mesi di lavori dalla Commissione parlamentare d’inchiesta (Cpi) del Paese. Lo riporta la Bbc

  • Vaccini: von der Leyen, su export Ue mantenuto promesse

    “All’ordine del giorno del Consiglio europeo ci sono tante tematiche importantissime, una di queste è la crisi del Covid-19 e dovremo fare un punto della situazione perché abbiamo raggiunto il miliardo di dosi di vaccino esportati dalla Ue. Questo è eccezionale perché siamo l’unica regione al mondo che ha continuato ad esportare dosi di vaccino nel corso di questi mesi difficili e siamo riusciti a mantenere la nostra promessa dicendo che una dose su due sarebbe stata esportata”. Così la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen intervenendo al dibattito al parlamento europeo sulla preparazione del Consiglio europeo del 21 e 22 ottobre “Discuteremo anche della cyber-sicurezza, della trasformazione digitale e della Polonia”, ha aggiunto.

  • Papa, Riscopriamo dimensione comunitaria della libertà

    “In questo momento storico, abbiamo bisogno di riscoprire la dimensione comunitaria, non individualistica, della libertà: la pandemia ci ha insegnato che abbiamo bisogno gli uni degli altri, ma non basta saperlo, occorre sceglierlo ogni giorno concretamente, decidere su quella strada. Diciamo e crediamo che gli altri non sono un ostacolo alla mia libertà, ma la possibilità per realizzarla pienamente. Perché la nostra libertà nasce dall’amore di Dio e cresce nella carità”. Lo ha detto Papa Francesco in udienza generale.

    Un bimbo di 10 anni si avvicina al Papa


  • Speranza a question time Camera su inchiesta mascherine e gratuità tamponi

    I ministri della Giustizia, Marta Cartabia, e della Salute, Roberto Speranza, parteciperanno oggi alle 15 nell’Aula della Camera alla seduta del question time.
    Speranza risponderà a interrogazioni riguardanti le segnalazioni di non conformità di mascherine chirurgiche acquistate in Cina, alla luce di una recente inchiesta giudiziaria che vede coinvolto l'ex Commissario straordinario, Domenico Arcuri; l'ipotesi di effettuare richiami per il vaccino anti Covid-19 alla popolazione con sistema immunitario non compromesso; la gratuità dei test antigenici rapidi in favore dei lavoratori non vaccinati e per estendere la validità delle relative certificazioni verdi ad almeno 72 ore. Il ministro interverrà anche su questioni relative alla distribuzione di ausili e componenti protesici a tecnologia avanzata e al riconoscimento della fibromialgia quale malattia invalidante.

  • Draghi, curva epidemiologica sotto controllo

    “La curva epidemiologica è sotto controllo grazie al senso di responsabilità dei cittadini. Questo ci permette di mantenere aperte le scuole, le attività economiche e i luoghi della nostra socialità”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi parlando in Aula al Senato nelle comunicazioni sul prossimo Vertice Ue.

  • Draghi, in Italia la campagna vaccini procede più spedita della media Ue

    “In Italia, la campagna procede più spedita della media europea. A oggi, l'86% della popolazione sopra i 12 anni ha ricevuto almeno una dose e l'81% è completamente vaccinata”. Così il presidente del Consiglio Mario Draghi parlando in Aula al Senato, nelle comunicazioni sul prossimo Vertice Ue. “Voglio ricordare che prima dell'ultimo Consiglio europeo, a fine giugno, meno di un terzo della platea aveva completato il ciclo vaccinale. Negli ultimi tre mesi e mezzo, l'Italia ha dunque vaccinato metà della popolazione con più di 12 anni. Uno sforzo straordinario, per cui dobbiamo essere grati al nostro sistema sanitario, a partire da medici e infermieri”.

  • Israele, rilevato caso di sottovariante Delta AY4.2

    Una sottovariante della mutazione Delta del coronavirus è stata rilevata in un adolescente israeliano rientrato dalla Moldova ed il suo caso viene adesso seguito con attenzione dai responsabili sanitari. Il ragazzo è stato diagnosticato al suo ritorno all’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv e subito sottoposto ad isolamento. Secondo i media locali la sottovariante in questione è nota come AY4.2 ed è già presente in Gran Bretagna. Nei giorni scorsi il premier Naftali Bennett aveva annunciato che Israele “sta sconfiggendo la variante Delta, ma non abbandona il pedale dell’acceleratore e si prepara fin d’ora ad un possibile ’scenario Omega’” (il nome in codice di una nuova variante). Una consultazione di esperti è stata intanto convocata oggi per esaminare il possibile impatto della nuova sottovariante della Delta.

  • Covid: Brusaferro, ’scordiamoci immunità di gregge’

    “L’immunità di gregge, intesa come livello di immunizzazione che azzera la circolazione di un virus, non è obiettivo che ci possiamo porre con il SarsCov-2”. Ad affermarlo è il portavoce del Comitato tecnico scientifico Silvio Brusaferro per il quale “gli obiettivi sono altri: ridurre il più possibile la circolazione del virus ed i contagi e contenere al minino ricoveri e morti”. Nelle prossime settimane si valuterà l’impatto delle riaperture, ha detto il presidente dell’Istituto superiore di Sanità. “Se l’incidenza dei casi continuerà a scendere sarà possibile considerare un allentamento delle restrizioni”, afferma. Segnali chiari da oltremanica dove aumentano i contagi nonostante la campagna vaccinale. “Quello che sta succedendo nel Regno Unito conferma che non basta la copertura immunitaria, serve anche mantenere le misure di contenimento, come mascherine e distanziamento”, ha detto l’esperto. E sulle piazze no vax e no pass Brusaferro commenta con “sconcerto”, perché “se il nostro Paese sta riuscendo meglio di tanti altri a contenere la circolazione del virus”, spiega, “lo si deve sia ai progressi della campagna vaccinale che alle misure di contenimento adottate, Green Pass compreso”.

  • Costa, verso 100% capienze entro fine anno

    “E’ ragionevole pensare che entro le fine dell’anno, proseguendo con la campagna vaccinale, si possa arrivare al 100% delle capienze”. Lo sottolinea il sottosegretario di Stato alla Salute, Andrea Costa, intervistato a Sky Tg24.

  • Vaccini: Costa, platea terza dose anti-Covid estesa entro fine anno

    “E’ ragionevole pensare che ci sarà un’estensione della terza dose. Sarà dunque diffusa”. Così il sottosegretario di Stato alla Salute, Andrea Costa, intervistato a Sky Tg24, che aggiunge: “La decisione sarà presa su basi scientifiche”. E conclude: “E’ ragionevole pensare che entro la fine dell’anno, o l’inizio del prossimo, si procederà con allargamento platea di chi dovrà riceve terza dose”.

  • Vaccini: Usa verso via libera a terza dose per over 40

    Il governo degli Stati Uniti probabilmente raccomanderà presto una terza dose di vaccino anti-Covid alle persone con più di 40 anni che hanno ricevuto Moderna o Pfizer.
    Lo riportano fonti alla Cnn. Il mese scorso, la Food and Drug Administration, l’Agenzia per gli alimenti e i medicinali, ha autorizzato i richiami per le persone di età pari o superiore a 65 anni che hanno ricevuto la seconda iniezione del vaccino Pfizer almeno sei mesi fa.

    Manifestazione contro l’obbligo vaccinale negli Stati Uniti di lavoratori della Boeing


  • Vaccini: esenzioni false a Catania, denunciati 4 medici

    I Nas di Catania hanno denunciato 4 medici operanti nella provincia che non erano autorizzati a rilasciare certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti Covid. L’indagine nasce dalle verifiche effettuate dai militari presso gli hub del territorio etneo, per accertare la corretta applicazione delle procedure per il rilascio del green pass. Gli accertamenti sono stati estesi alla documentazione sanitaria non ancora evasa, presentata da numerosi cittadini che hanno chiesto l'esenzione alla vaccinazione, esenzione che può essere data solo da medici certificatori dei centri vaccinali hub, sulla base di specifiche condizioni cliniche documentate. I medici denunciati, invece, rilasciavano gli esoneri alla vaccinazione certificando che i loro pazienti potevano “essere ammessi in qualunque ambiente di vita e di lavoro, non presentando, e non presentasse sintomi o segni di malattie infettive o contagiose in atto”.

  • Green pass: Trieste, situazione tranquilla in piazza Unità

    E’ tranquilla stamani la situazione di piazza Unità d’Italia a Trieste, dove si sono concentrate le iniziative dei manifestanti contro il Green pass dopo le tensioni dei giorni scorsi. Sono circa un centinaio le persone che hanno bivaccato nel grande spazio cittadino durante la notte, dopo che ieri sera era stato dato vita a una sorta di ’speaker’s corner’ con l’erezione di un palco non autorizzato. Verso l’una di notte il palco è stato smontato, e la situazione si è ulteriormente tranquillizzata. Anche al varco 4 del porto non si registrano assembramenti di persone, e l’attività economica prosegue regolarmente.

  • Roche: salgono vendite 9 mesi con test Covid, alza outlook e vede aumento cedola

    Il gruppo farmaceutico Roche ha chiuso i 9 mesi con un fatturato in crescita dell’8% a cambi costanti (6% in franchi svizzeri) a circa 46,7 miliardi di franchi (43,3 miliardi di euro) con le vendite della Divisione Farmaceutica cresciute del 5% e le vendite della Divisione Diagnostica del 18% nel terzo trimestre e del 39% nei primi nove mesi a causa dell’elevata domanda di test Covid-19, della forte ripresa del business di base e delle piattaforme di diagnostica lanciate di recente. Il gruppo forte dei risultati alza l’outlook per l’anno: le vendite dovrebbero ora crescere nell’intervallo a una cifra medio, a tassi di cambio costanti (dalla stima precedente di un intervallo a una cifra medio-basso). L’utile per azione è destinato a crescere sostanzialmente in linea con le vendite, a tassi di cambio costanti. Roche prevede di aumentare ulteriormente il dividendo.
    Il ceo Severin Schwan ha commentato: “La domanda di test per il coronavirus è rimasta elevata nel terzo trimestre a causa della variante Delta. Insieme ai farmaci e alle piattaforme diagnostiche lanciate di recente, hanno contribuito alla forte crescita delle vendite. Abbiamo anche compiuto progressi significativi nella nostra pip

    eline di prodotti nel terzo trimestre, incluso Polivy, il primo farmaco che in 20 anni ha migliorato significativamente i risultati in una forma di cancro del sangue aggressivo. Sulla base dei risultati finora raggiunti, stiamo alzando le nostre prospettive per l’intero anno”.

  • Singapore, record di 4mila nuovi contagi in un giorno

    Singapore registra un record di infezioni con quasi 4mila casi giornalieri, che mettono sotto pressione il sistema sanitario statale. Le autorità stanno monitorando la situazione per vedere se una fiammata temporanea o un ulteriore aumento di casi.

  • Giappone: esportazioni auto -40% a settembre

    Le esportazioni auto del Giappone sono scese del 40,3 per cento a settembre rispetto all’anno precedente, poiché la pandemia ha interrotto la catena di approvvigionamento nel sud-est asiatico con una carenza mondiale di semiconduttori che ha costretto le case automobilistiche a tagliare la produzione, indicano i dati del governo. Secondo un rapporto preliminare del Ministero delle Finanze, le esportazioni di auto hanno registrato il primo calo anno su anno in sette mesi e il più grande calo dal 49,9 per cento registrato a giugno dello scorso anno durante lo shock iniziale della pandemia, e può ostacolare la ripresa economica del paese. Le esportazioni totali nel mese di settembre hanno visto un aumento del 13,0 per cento rispetto all’anno precedente e si sono attestate a 6,84 trilioni di yen (60 miliardi di dollari), rispetto ai guadagni del 26,2 per cento di agosto e del 37,0 per cento in luglio. Le importazioni sono aumentate del 38,6 per cento a 7,46 trilioni di yen (65,2 miliardi di dollari), in aumento per l’ottavo mese consecutivo, principalmente innescato dall’aumento dei prezzi del petrolio greggio acquistato dai paesi produttori. Come risultato, la bilancia commerciale del Giappone ha mostrato un deficit di 622,76 miliardi di yen (5,4 miliardi di dollari), rispetto ad un surplus di 667,36 miliardi di yen (5,8 miliardi di dollari) di un anno fa.

  • Oltre 44 milioni i vaccinati in Italia

    Sono 44.047.436 le persone vaccinate in Italia di cui 1.487.869 con vaccino monodose e 1.624.126 per pregressa infezione.

  • I dati di ieri. Record di tamponi

    I dati di ieri

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti