Attualità

Coronavirus oggi. Mattarella: «Sottrarsi ai vaccini significa mettere a rischio vite»

Le notizie sulla pandemia di domenica 5 settembre in diretta dall’Italia e dal mondo

I dati dei vaccinati al 5 settembre 2021
  • Bianchi: «Pronti all’obbligo vaccinale a scuola, se necessario»

    «Ragazzi vaccinatevi. Non fatelo solo per voi ma per i compagni, gli amici e la famiglia». Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, parlando a Sky Tg24 nell’indirizzare un messaggio agli studenti in vista della riapertura delll’anno scolastico. Quanto all’obbligo vaccinale, il ministro ha aggiunto: «Siamo pronti in ogni condizione. Il governo userà tutti gli strumenti laddove fosse necessario».

  • Liguria, 24mila vaccini prenotati in una settimana e 73mila fatti

    «In Liguria in una settimana sono stati somministrati 72.628 mila vaccini, una conferma di come la lotta per sconfiggere il Covid nella nostra regione non si sia mai fermata, pur con un fisiologico calo dovuto al fatto che gran parte della popolazione ha ormai ricevuto almeno una dose». Così il presidente di Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti in merito all’andamento della campagna vaccinale. Dal 26 agosto sono state somministrate 68.871 di vaccino a mRna (Pfizer o Moderna) e 3.757 AstraZeneca. «In una settimana si sono registrate anche 24.053 prenotazioni - ha aggiunto il presidente Toti -. Chi era rimasto indietro sta capendo che il vaccino è l’unica arma per sconfiggere il virus e per ripartire in sicurezza dopo un’estate che per tanti ha rappresentato un ritorno alla normalità. Una libertà che non possiamo permetterci di perdere con l’arrivo dell’autunno e dell’inverno. Oggi i nuovi positivi registrati sono 109, un numero che si conferma in discesa e che permette di consolidarci con un Rt sotto l’uno».

  • Mattarella: «Sottrarsi ai vaccini significa mettere a rischio vite»

    «Non si invochi la libertà per sottrarsi dalla vaccinazione, perché quella invocazione equivale alla richiesta di licenza di mettere a rischio la salute altrui e in qualche caso di mettere in pericolo la vita altrui. Chi pretende di non vaccinarsi, con l’eccezione di chi non può farlo per salute, e di svolgere una vita normale frequentando luoghi di lavoro o svago, costringe tutti gli altri a limitare la propria libertà, a rinunciare alla propria possibilità di recuperare in pieno luoghi e modi e tempi di vita». Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Pavia.

  • Fauci: presto l’autorizzazione per la terza dose di Pfizer

    Anthony Fauci, consulente della Casa Bianca sulla pandemia, ha detto che presto dovrebbe arrivare l’autorizzazione alla terza dose di Pfizer, mentre per quella di Moderna sarà necessario attendere più tempo. Interrogato in diretta sulla Cbs a proposito dell’obiettivo del presidente Joe Biden di somministrare i nuovi richiami a partire dal 20 settembre, Fauci ha detto che «per alcuni aspetti» questo rimane il piano, precisando comunque che mentre Pfize e -BioNTech hanno presentato tutti i dati necessari sui richiami alla Food and Drug Administration (Fda), Moderna deve ancora completare l’iter. Fauci ha detto di augurarsi che l’autorizzazione per i due vaccini avvenga contestualmente, ma se Moderna tarda nell’integrare i dossier potrebbero esserci ritardi per la sua terza dose

  • Francia, 10.410 casi e 49 morti

    In Francia, nelle ultime 24 ore si registrano 10.410 nuovi casi e 49 decessi legati al coronavirus che portano il totale dei morti, dall’inizio della pandemia, a quota 88.208. Scendono di 16 unità, giorno su giorno, le persone ricoverate in terapia intensiva: in questo momento se ne contano 2.217.

  • Landini: la soluzione è l’obbligo vaccinale, il green pass aggira il problema

    «La soluzione migliore è adottare l’obbligo vaccinale con un provvedimento legislativo. Utilizzare invece il Green pass è un modo per aggirare una questione che all’interno del governo e del Parlamento non sono stati in grado di risolvere». Lo ha detto il segretario della Cgil, Maurizio Landini, intervistato alla festa del Fatto. Riguardo alle accuse rivolte in queste settimane ai sindacati di strizzare l’occhio ai no vax, Landini ha affermato di vedere «il tentativo di screditare le organizzazioni sindacali per dire che non siamo persone che possono discutere delle scelte di fondo» che riguardano il Paese.

  • Speranza: il Patto di Roma garantirà i vaccini ai paesi fragili

    «Ci sono le condizioni per costruire il Patto di Roma che garantirà i vaccini anche nei paesi più fragili». Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, al termine della prima giornata dei lavori del G20 Salute. «Oggi ci sono diseguaglianze molto forti con i paesi più ricchi che hanno ormai percentuali di vaccinazione molto significative, e ci sono paesi che invece sono indietro. L’impegno di questo Patto a cui stiamo lavorando è quello di costruire condizioni per cui il vaccino sia un diritto di tutti e non un privilegio di pochi e io penso - ha rilevato -che questa sia una sfida che tutti i paesi presenti condividono».

  • In Emilia Romagna 497 nuovi casi e 7 decessi

    Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 414.548 casi di positività, 497 in più rispetto a ieri, su un totale di 24.234 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 2%. Si registrano sette decessi

  • In Sardegna 144 nuovi casi e 3 decessi

    In Sardegna si registrano oggi 144 ulteriori casi confermati di positività al Covid, sulla base di 2.178 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 2.543 test. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 27 (2 in più rispetto a ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 231 (2 in meno rispetto a ieri). 6.455 sono i casi di isolamento domiciliare (99 in meno rispetto a ieri). Si registrano 3 decessi: una donna di 49 anni e un uomo di 69 anni, entrambi residenti nella Città Metropolitana di Cagliari, e un uomo di 79 residente nella Provincia di Nuoro.

  • Cuba, presidente riceve italiani portatori di aiuti

    Il presidente cubano Miguel Díaz-Canel ha ricevuto nel Palazzo della Rivoluzione di L’Avana una delegazione italiana che ha portato a Cuba una donazione di 30 tonnellate di medicinali, materiali e attrezzature. Per l’occasione, riferisce il quotidiano ufficiale Granma, Díaz-Canel, ha avuto modo di dialogare in particolare con Michele Curto, presidente dell’Agenzia per gli scambi culturali ed economici con Cuba (Aicec). “Diversi rappresentanti della delegazione - ha inoltre indicato il giornale - hanno partecipato all’incontro esprimendo la loro solidarietà a Cuba e riconosciuto l’aiuto fornito dai medici cubani, membri del Contingente Henry Reeve, che lo scorso anno si sono recati in Lombardia”. Il carico di aiuti, valutato in circa 1,5 milioni di euro è stato inviato per “contribuire a far fronte all’attuale situazione epidemiologica causata dal Covid-19”. Nella conversazione Díaz-Canel, riferisce infine Granma, “ha mostrato la sua gratitudine per le altre attività che si stanno sviluppando per continuare a promuovere le relazioni economiche e commerciali italo-cubane”.

  • Regno Unito, passaporto vaccinale per locali notturni e grandi eventi

    Il governo britannico ha confermato che prevede di introdurre il passaporto vaccinale per i locali notturni e i grandi eventi a partire dal prossimo mese. Il ministro dei vaccini Nadhim Zahawi ha riferito che i funzionari stanno cercando di introdurre la misura dalla fine di settembre, quando all’intera popolazione di età superiore ai 18 anni saranno state offerte le due dosi dei vaccini contro il Covid-19. Zahawi ha detto a Sky News che questa era la «cosa giusta da fare» per garantire che l’economia rimanga aperta. I parlamentari e le imprese, tuttavia, hanno criticato la misura dicendo che creerebbe divisioni e potenziali discriminazioni.

  • Iran, 610 morti in un giorno

    L’Iran ha confermato altri 610 morti per complicanze riconducibili al Covid-19 nelle ultime 24 ore, portando il bilancio totale delle vittime dallo scoppio della pandemia a 110.674. La media giornaliera dei morti per complicanze legate al coronavirus in Iran è stata di oltre 600 per più di una settimana dopo record giornaliero di 709 decessi il 24 agosto. Le autorità sanitarie di Teheran hanno anche registrato 25.870 nuovi casi, in calo rispetto al picco di 50.228 del 17 agosto.

  • Israele, Bennett: la terza dose eviterà il lockdown durante le festività ebraiche

    Il primo ministro israeliano Naftali Bennett ha affermato che la somministrazione delle terze dosi dei vaccini contro il Covid-19 consentiranno al Paese di evitareil lockdown durante le prossime festività ebraiche. Sia gli israeliani religiosi che quelli laici lunedì sera festeggeranno il capodanno ebraico Rosh Hashana. Gli ebrei celebreranno nei prossimi giorni anche lo Yom Kippur e il festival di Sukkot. La stagione delle vacanze è caratterizzata da tradizionali riunioni di famiglia e da cerimonie affollate nelle sinagoghe. Il governo ha esortato le famiglie a evitare grandi assembramenti. E le preghiere in sinagoga saranno limitate a piccoli gruppi di persone vaccinate. Bennett ha detto che i bambini non vaccinati non dovrebbero essere portati nelle sinagoghe. L’anno scorso la stagione delle vacanze ha portato a un picco di infezioni da coronavirus e al successivo lockdown.

  • Ricoverati allo Spallanzani di Roma 73 positivi, 18 in terapia intensiva

    Sono 73 i pazienti ricoverati in questo momento all’ospedale Spallanzani di Roma, positivi al tampone per la ricerca di Sars-Cov-2, uno di questi in via di dimissione. Diciotto, invece, sono ricoverati in terapia intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o in altre strutture territoriali sono 3.087.

  • Conte, obbligo è estrema ratio da valutare

    Io sono favorevole ad un utilizzo maggiore del green pass”, per quanto riguarda “l’obbligo secco vaccinale, se sarà necessario dobbiamo considerarlo come estrema ratio”. Lo ha detto il leader del M5s Giuseppe Conte alla festa del Fatto Quotidiano. “Valutiamo i dati e manteniamoci aperti a tutte le soluzioni che diano sicurezza ai cittadini”, ha aggiunto.

  • Abruzzo, chiesto trasferimento hub vaccinale da palestra istituto Vivenza

    Pochi giorni per tornare a scuola e rientrare in classe, ma ad Avezzano (L’Aquila) è incerto l’uso della palestra per gli studenti della Scuola secondaria di primo grado Alessandro Vivenza, attualmente impiegata come centro per la somministrazione dei vaccini anti covid 19. L’amministrazione comunale punta a restituire agli alunni della Vivenza tutti gli spazi educativi e per concordare sul da farsi e trovare una sede alternativa all’hub vaccinale Domenico Di Berardino, vicesindaco di Avezzano, ha chiesto un incontro a Marco Marsilio, presidente della Regione Abruzzo, e agli assessori regionali alla Sanità, Nicoletta Veri, al Patrimonio Guido Liris, alle Attività produttive Daniele D’Amario e al direttore generale della Asl 1, Ferdinando Romano. “Senza per questo voler interferire nelle competenze della Regione e della Asl rispetto alle questioni legate alla tutela della sanità pubblica, nello spirito di leale collaborazione istituzionale”. Lo ha scritto Di Berardino nella richiesta di incontro urgente individuando per il nuovo hub vaccinale, alcune aree alternative alla palestra nel nucleo industriale o all’interporto marsicano.

  • Salvini, green pass a statali? Per chi ha contatti con pubblico può essere ragionamento

    Il green pass esteso agli statali? “Per coloro che hanno contatti col pubblico può essere un ragionamento, ma proporlo per fare gli esami universitari a distanza mi sembra veramente il teatro dell'assurdo”. Lo afferma il segretario della Lega Matteo Salvini ospite a Cernobbio. Dell'ipotesi di estendere il green pass alla Pa se ne parlerà in cabina di regia la prossima settimana: “vediamo la proposta”, chiosa Salvini.

  • Chiuse due discoteche a Cattolica per violazione norme anti-contagio

    Nelle notti di questo fine settimana, i carabinieri di Riccione hanno fatto chiudere, per cinque giorni, due discoteche a Cattolica, in provincia di Rimini, applicando nei loro confronti la sanzione amministrativa per violazione delle disposizioni anti-contagio. Lo hanno fatto sapere i carabinieri di Riccione, che sono intervenuti sia tra venerdì e sabato, sia la scorsa notte. In base a quanto riferito, i due locali, nonostante ci fossero già stati episodi simili, avevano organizzato e ospitato serate di intrattenimento, con diversi giovani, in pista senza mascherine o distanziamenti.

  • Salvini: Speranza eccessivo, allarmare non è buon servizio a Paese

    Quella di Speranza mi sembra una preoccupazione eccessiva, solo lui ne parla: come fai a parlare di lockdown il 5 settembre? Tornare ad allarmare, a preoccupare significa non fare un buon servizio al Paese”. Lo afferma il segretario della Lega Matteo Salvini intervenendo sul tema vaccini. “Ci sono 40 milioni di italiani che si sono vaccinati, siamo tra i paesi più vaccinati d'Europa. Non penso che si arriverà a nessun obbligo perché la gente sta rispondendo volontariamente”, conclude Salvini.

  • Positivo in partenza da porto Ancona fugge da ospedale

    Un quarantenne di nazionalità greca, risultato positivo al covid, è fuggito dal pronto soccorso dell’ospedale di Torrette, dove era stato trasportato per essere sottoposto a tampone molecolare, dopo essere risultato positivo al test rapido nel porto di Ancona. L’uomo stava per imbarcarsi con la moglie su un traghetto diretto in Grecia. Quando il test antigenico ha dato esito positivo è stato accompagnato da un’ambulanza della Croce Gialla all’ospedale di Torrette, dove anche il tampone molecolare ha confermato la positività al coronavirus.

    Avrebbe dovuto osservare la quarantena, ma è riuscito ad allontanarsi dal reparto covid del pronto soccorso, facendo perdere le sue tracce, probabilmente per riunirsi alla moglie che non era stata fatta salire sull’ambulanza. Dell’episodio sono state informate le forze dell’ordine. La Croce Gialla è intervenuta anche per una donna di 60 anni, anconetana, che pur avendo febbre, tosse e debolezza, era andata nello studio del medico di famiglia, dove è svenuta. Trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Torrette, anche lei è risultata positiva al covid al tampone molecolare.

  • Sindacati: green passo obbligatorio? Sarebbe abuso di potere

    “Si tratterebbe di un abuso di potere, urge un confronto a tutela dei lavoratori e del servizio, affinché si trovino le soluzioni più idonee a evitare disagi e potenziali rischi. Si rischia una vertenzialità diffusa e caotica. La Regione Toscana vigili”. Le dure critiche arrivano da una nota unitaria di Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl in risposta alla dichiarazione del Coordinamento Gestori Rsa toscane sull'obbligatorietà del Green Pass per i lavoratori delle strutture di residenza per anziani.

    “Abbiamo appreso dalla stampa regionale dell'intenzione del Coordinamento Gestori delle Rsa toscane di rendere obbligatorio il possesso di green pass per i lavoratori delle Residenze Sanitarie Assistenziali per anziani e disabili, da domani lunedì 6 settembre 2021. La nostra risposta è molto chiara: qualora si verificasse questo tipo di controllo sulle lavoratrici e i lavoratori, quale condizione pregiudiziale per prestare il proprio orario di servizio, saremmo di fronte a un abuso di potere. Se le aziende sanitarie sono in ritardo nel segnalare alle strutture i lavoratori che, pur essendo vincolati a un obbligo vaccinale per legge, non sono ancora in regola con la somministrazione, questo non può consentire ai datori di lavoro di assumere iniziative in merito a un aspetto già ampiamente normato dal Governo, fin nei tempi e nelle modalità di sanzione”, spiegano.

  • Nessun nuovo caso locale in Cina continentale

    In Cina continentale ieri non è stato segnalato alcun nuovo caso di Covid-19 trasmesso a livello locale. Lo ha reso noto oggi la Commissione Sanitaria Nazionale nel consueto bollettino quotidiano. La stessa giornata ha tuttavia visto la segnalazione di 28 nuovi casi importati, di cui 9 a Shanghai e nello Yunnan, 4 nel Guangdong, 2 ciascuno a Tianjin e nella Mongolia Interna e uno ciascuno a Pechino e nel Sichuan. Non sono emersi nuovi casi sospetti né vi sono stati ulteriori decessi correlati alla malattia.

    Alla fine di ieri il totale dei casi importati nella Cina continentale ammontava a 8.450, tra i quali 7.824 dimessi dagli istituti in cui erano in cura dopo essersi ripresi e 626 pazienti tuttora ricoverati. Non sono stati segnalati decessi tra i casi importati. Il totale dei contagi confermati in Cina continentale al 4 settembre ha raggiunto quota 95.010, con 876 pazienti ancora in terapia, 5 dei quali in condizioni gravi. Nel complesso i dimessi a seguito di guarigione in Cina continentale sono 89.498, con il numero dei decessi causati dal nuovo Coronavirus fermo a quota 4.636. Ieri in Cina continentale vi è stata la segnalazione di 23 nuovi asintomatici, 22 dei quali provenienti dall’esterno. Il totale degli asintomatici sotto osservazione medica era invece pari a 421, di cui 380 importati.

  • In Russia superati i 7 milioni di contagi, 18.645 in 24 ore

    Superati i sette milioni di casi di coronavirus in Russia, dove sono stati riportati 18.645 nuove infezioni nelle ultime 24 ore e 793 morti per complicanze. Le autorità sanitarie russe hanno infatti aggiornato a 7.012.599 il totale dei contagi dallo scoppio della pandemia, mentre il bilancio delle vittime complessivo è salito a 187.200. Più alto il bilancio del servizio statistico statale russo Rosstat, che tiene un conteggio diverso dei casi e delle vittime secondo il quale ad agosto erano 365.000 le persone morte di Covid o di cause correlate in totale.

  • In Germania 10.453 nuovi casi, superati i 4 milioni in totale

    In Germania sono stati confermati 10.453 nuovi casi di coronavirus e altri 21 decessi per complicanze nelle ultime 24 ore. Lo ha reso noto il Robert Koch Institute (Rki), l’agenzia incaricata dal governo di Berlino di monitorare l’andamento della pandemia nel Paese. Il numero totale di casi confermati in Germania è ora pari a 4.005.641 e i decessi a 92.346.

  • D’Amato: Lazio come Danimarca, con 90% immuni via il pass

    Quando avremo vaccinato il 90 per cento della popolazione, non saranno necessarie limitazioni, chiusure e Grenne pass. Il modello è quello della Danimarca, che sta provando questo tipo di strategia, dobbiamo studiarlo per capire se funziona”. E’ questo, in sintesi, il pensiero espresso dall’assessore alla Salute della Regione Lazio Alessio D’Amato in un’intervista al Messaggero. Che aggiunge: “Io sono favorevole ad un ampliamento dell’obbligo vaccinale, condivido le parole dette da Draghi su questo”. D’Amato definisce poi una “provocazione” la sua proposta di far pagare le cure ai non vaccinati che finiscono in terapia intensiva, perchè “il Lazio cura tutti e lo fa bene”.

  • Israele, meno casi ma anche meno tamponi

    Sono scesi a 4.975 i nuovi positivi in Israele ma i tamponi - come ogni sabato - sono stati molti di meno: 87.744. Il tasso di morbilità è ora al 5.76%, il più basso da 2 settimane. I malati gravi - su 91.346 casi - si attestano a 679. I vaccinati con la terza dose sono saliti a 2.581.893. Il direttore generale del ministero della Sanità, Nachman Ash, ha detto di aspettarsi che i tassi di infezioni si abbasseranno nei prossimi giorni. “L’effetto dei vaccini - ha spiegato - supererà le conseguenze dell’inizio dell’anno scolastico e vedremo una diminuzione della morbilità nei prossimi giorni”.

  • In Trentino 3.446 operatori no vax. Fugatti: No al tampone gratis

    A otto giorni dalla prima campanella, il Trentino fa i conti con 3.446 lavoratori della scuola non vaccinati. Secondo i dati resi noti dal report del governo, infatti, solo il 70,49% del personale scolastico trentino ha completato il ciclo vaccinale, con la somministrazione delle due dosi o del vaccino in dose unica. “Il personale scolastico è libero di non vaccinarsi, ma il green pass devono averlo - sottolinea il presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti -. Di tamponi pagati dall’amministrazione non se ne parla. Potremmo ripensarci solo se dal governo arrivasse una decisione diversa. In questo momento, non investo risorse per chi ha deciso di non vaccinarsi”.

  • Speranza, più vaccini per evitare nuove restrizioni

    O si rafforza ancora la campagna vaccinale, o si è costretti a immaginare che a un certo punto bisognerà usare misure del passato. Il messaggio è del ministro della Salute Roberto Speranza, che con il Corriere della Sera - nel giorno del G20 della Salute che punta ad un patto per immunizzare il mondo - spinge sulla necessità di controllare la diffusione del virus anche per evitare di dover immaginare nuove chiusure. E sull’ ipotesi obbligo vaccinale, dice che ’se difesa del diritto alla salute e necessità di evitare nuove privazioni di libertà ci dovessero portare a questa soluzione, certo non ci spaventeremo e non ci fermeremo’.

  • Cina, 28 nuovi casi di coronavirus

    La Cina ha registrato 28 nuovi casi di coronavirus il 4 settembre, lo stesso valore registrato il giorno precedente. Lo comunica l’autorità sanitaria nazionale il 4 settembre.

  • Messico: 15.586 nuovi casi e 647 vittime

    Il Messico ha registrato 15.586 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, con 647 altre vittime, portando il totale a 3.420.800 contagi e 268.868 decessi.

Brand connect

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti