Attualità

Coronavirus oggi. Manovra: verso fondo governo per emergenza Covid nel 2022

In Italia il Cdm proroga lo stato d’emergenza al 31 marzo, mentre il ministero della Salute impone il tampone a chi arriva dall’estero. Negli Usa superati gli 800mila morti

Perù, Babbo Natale consegna i doni ai bambini ricoverati per coronavirus (Reuters)
  • Canada sconsiglia viaggi all'estero, Omicron preoccupa

    Il governo canadese sconsiglia i viaggi non essenziali all'estero e rafforza i controlli alle frontiere a causa della variante Omicron. “Dobbiamo adattarci alla nuova realtà e il nostro governo raccomanda ufficialmente di evitare i viaggi non essenziali all'estero”, afferma il ministro della salute Jean-Yves Duclos, dicendo “a chi prevede di viaggiare che non è il momento di farlo”.

  • Italia invia 10 tonnellate materiale sanitario in Libia

    È giunta il 14 dicembre al porto di Tripoli una spedizione umanitaria composta da oltre 10 tonnellate di materiale sanitario per il contrasto al Covid-19 (ventilatori polmonari, mascherine chirurgiche e tute protettive) messo a disposizione dalla struttura di supporto al Commissario straordinario per l'emergenza Covid-19, Gen. Francesco Paolo Figliuolo e dalla Cooperazione italiana, partita dal Deposito di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite (Unhrd) di Brindisi. Lo rende noto la Farnesina. La fornitura di beni umanitari sarà utilizzata dal Ministero della Salute libico nel quadro delle attività di prevenzione della diffusione del virus.

  • Von der Leyen (Ue): Pronti a fornire vaccini alla Bielorussia

    “L’Ue è pronta a fornire vaccini alla popolazione bielorussa e vogliamo farlo non appena possibile”. Lo ha detto la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen al termine del vertice con i Paesi del partenariato orientale. Al vertice la sedia riservata al premier bielorusso è rimasta vuota. “Spero che possa essere presto occupata - ha detto la presidente della Commissione - da un leader legittimo ed eletto democraticamente”. Finora la Ue ha condiviso con i partner orientali ben 30 milioni di dosi e sta lavorando per assicurare ulteriori forniture, ha poi aggiunto von der Leyen.

    La Presidente della Commssione europea Ursula von der Leyen (Ap/Olivier Matthys)

  • Macron (Francia): La vaccinazione dei bambini non è obbligatoria

    “Penso che sia auspicabile vaccinare i bambini da 5 a 11 anni, ma la scelta è dei genitori”: lo ha detto il presidente francese, Emmanuel Macron, nell’intervista che va in onda stasera su TF1, rispondendo alle prime domande, riguardanti la 5/a ondata del Covid-19 . “Siamo praticamente quasi alla vaccinazione obbligatoria - ha detto Macron - quando si ha il 90% delle persone vaccinabili che l’hanno fatto».

    Il Presidente francese Emmanuel Macron negli studi televisivi French TV channel TF1 (Ludovic Marin /Afp)

  • Powell (Fed): Ripresa economica su giusta strada ma rischi da Omicron

    “L’attività economica è sulla giusta strada per espandersi a un ritmo robusto quest’anno, riflettendo i progressi sui vaccini e la riapertura dell’economia”. Così il presidente della Fed, Jerome Powell, in conferenza stampa precisando che “il numero crescente di casi di Covid nelle ultime settimane insieme all’emergenza dovuta alla variante Omicron pongono rischi all’outlook. Penso che ondata dopo ondata le persone stiano imparando a convivere” con il Covid”.
    Il presidente della Fed ha inoltre precisato che “sempre più persone si stanno vaccinando, quindi coloro che si infettano con la nuova variante sono molto meno vulnerabili di quanto non lo siano i non vaccinati. Questo può avere un effetto economico. Penso solo che a questo punto non sappiamo molto. Ne sapremo molto di più in 3 settimane e ne sapremo ancora di più tra 6 settimane”.
    La stretta Fed: acquisti azzerati a marzo, tassi vicini all'1% a fine 2022

    Il Presidente Usa Joe Biden e il presidente della Federal Reserve Jerome Powell (Jim Watson /Afp)

  • Oggi in Piemonte oltre 33.200 vaccini, più di 29 mila le terze dosi

    Tra le 33.214 persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate oggi all'Unità di Crisi della Regione Piemonte a ricevere la terza dose sono state 29.062, mentre a 2.051 è stata somministrata la prima ed a 2.101 la seconda.Dall'inizio della campagna si è proceduto all'inoculazione di 7.490.284 dosi, di cui 3.070.025 come seconde e 1.006.147 come terze, corrispondenti al 98,9% di 7.569.990 finora disponibili in Piemonte.

    I dati dei vaccinati al 15 dicembre 2021
  • Record di contagi in Sudafrica, quasi 27mila in 24 ore

    Record di contagi in Sudafrica, primo Paese a segnalare la variante Omicron del coronavirus. Il National Institute for Communicable Diseases (NICD) ha registrato 26.976 contagi nelle ultime 24 ore e 54 morti.

  • Spagna, 27mila casi in 24 ore, record da luglio

    Sono 27.140 i casi di Covid-19 e 77 i morti notificati oggi in Spagna, record dal 28 luglio scorso. Lo si apprende dall'ultimo bollettino del ministero della Sanità. In termini di incidenza, l'indice su 14 giorni si colloca oggi sui 441 casi ogni 100.000 abitanti, mentre ieri era di 412. I tassi di occupazione di posti letto negli ospedali sono del 5,2% nei reparti ordinari e del 13,4% nelle terapie intensive.

    Bambini in coda per la prima dose di vaccino anti Covid a Madrid, Spagna. REUTERS/Susana Vera

  • Manovra: verso fondo governo per emergenza Covid nel 2022

    Inserire in manovra un fondo autonomo del governo, con risorse per circa 150 milioni di euro, da utilizzare all'occorrenza per fronteggiare nuove necessità legate al protrarsi dell'emergenza Covid nel corso del 2022. È una delle novità emerse, secondo quanto si apprende, nell'incontro fra il ministro dell'Economia Daniele Franco, la viceministra Laura Castelli e i relatori della commissione Bilancio del Senato, il presidente Daniele Pesco (M5S), Vasco Errani (LeU) ed Erica Rivolta (Lega).

  • Fauci, booster per adolescenti ancora sotto esame

    Gli esperti americani stanno ancora esaminando l’opportunita’ di una terza dose dei vaccini anti-covid per gli adolescenti e al momento non e’ stata presa alcuna decisione. Lo ha fatto sapere oggi Anthony Fauci, precisando che i teen-ager tra i 12-15 anni “mostrano una risposta immunitaria ai vaccini molto piu’ robusta” delle altre fasce della popolazione, in particolare gli anziani.

    Dr. Anthony Fauci. (EPA/TASOS KATOPODIS / POOL)

    E percio’ potrebbero non avere bisogno di un booster, ma gli scienziati continuano ad analizzare questa possibilita’. “Esaminiamo per esempio di continuo la durata della risposta immunitaria e del livello di anticorpi indotti dai vaccini nelle persone coinvolte in vari studi e continuiamo a tenere sotto controllo la possibilita’ che emerga la necessita’ di sottoporre a booster questi giovanissimi”.

  • Fonti Ue, Italia ha notificato nuove restrizioni, ora analisi

    L’Italia ha notificato alla Commissione europea le nuove restrizioni introdotte per i viaggiatori dall’Ue. La comunicazione è arrivata oggi pomeriggio. Ora l’Esecutivo Ue analizzerà il contenuto delle misure. Lo riferiscono fonti Ue.

  • Censis-Tendercapital, un milione di nuovi poveri e forte stress

    Paura e pessimismo sull’evoluzione della pandemia nei prossimi dodici mesi caratterizzano le opinioni dei cittadini, in particolare quelle dei gruppi sociali più vulnerabili: il 24,7% degli italiani è confuso, il 39% è ottimista e il 36,3% è pessimista. Più pessimisti sono i bassi redditi (40,3%), operai ed esecutivi (42,1%) e le donne (42,2%). Lo rileva il terzo Rapporto Censis-Tendercapital secondo cui “il 20,7% spenderà meno per i prodotti alimentari, il 33,1% per regali a familiari e amici, il 42,4% per viaggi e vacanze”. Dall'inizio della pandemia il 58,5% degli italiani dice di aver vissuto situazioni di forte stress psicofisico, il 58,8% di depressione, il 60,9% di ansia e paura indefinita. La pandemia ha generato anche nuove sacche di povertà con oltre un milione di nuovi poveri nel 2020 (+21,9% rispetto al 2019) delle quali 532mila donne (+22,9%) e 222mila giovani (+23,2%). Sono invece 333mila le famiglie in povertà assoluta in più nel 2020 rispetto al 2019.

    Un senza fissa dimora riposa su una panchina. (ANSA/DANIEL DAL ZENNARO)

  • Francia, 65.713 nuovi casi di Covid nelle ultime 24 ore

    La Francia ha registrato 65.713 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, portando la media mobile degli ultimi sette giorni oltre quota 50mila. È il valore più alto che si sia registrato dal novembre 2020.

  • Iss, Omicron a 0,19%, Delta resta dominante

    In Italia il 6 dicembre scorso “la variante Delta era ancora largamente predominante, con una prevalenza stimata superiore al 99%, mentre per la Omicron sono stati trovati 4 casi, corrispondenti allo 0,19% del campione esaminato”. Questi i risultati principali della nuova indagine rapida condotta dall'Iss e dal ministero della Salute, insieme ai laboratori regionali e alla Fondazione Bruno Kessler. L'indagine integra le attività di monitoraggio di routine, e - precisa l’Iss - non contiene quindi tutti i casi di varianti rilevate ma solo quelle relative alla giornata presa in considerazione.

    (Photo by Oli SCARFF / AFP)

    Per l'indagine “è stato chiesto ai laboratori delle Regioni e province autonome di selezionare dei sottocampioni di casi positivi e di sequenziare il genoma del virus - prosegue la nota dell’Iss - Il campione richiesto è stato scelto dalle Regioni e province autonome in maniera casuale fra i campioni positivi garantendo una certa rappresentatività geografica e, se possibile, per fasce di età diverse. In totale, hanno partecipato all'indagine le 21 Regioni e province autonome e complessivamente 114 laboratori e sono stati sequenziati 2241 campioni, di cui 4 sono risultati positivi alla Omicron”.

    “In linea con i risultati della ’quick survey’ del mese di settembre 2021, la variante Delta rappresenta la variante predominante di Sars-CoV-2 nel nostro Paese (prevalenza stimata maggiore del 99%) - osserva l’Iss - La variante omicron è stata segnalata in 4 casi in tre Regioni, relativamente alla data di campionamento di questa survey dell'inizio di dicembre (prevalenza grezza 0,19%, prevalenza pesata per numero di casi regionali 0,32%)”. A partire da questi risultati, “anche considerando i possibili bias, si sottolinea che la vaccinazione continua a prevenire i decessi, riduce il numero dei ricoveri nonostante il continuo predominio della variante Delta, che è fino al 60% più trasmissibile rispetto alla variante precedentemente dominante, Alfa”, concludono gli esperti.

  • Draghi, difendo normalità, prezzo è stato 134mila morti

    “Possiamo guardare a Natale e alle feste con relativa tranquillità. Ma ci sono stati 134mila morti: ci siamo ripresi una normalità a questo prezzo. Noi vogliamo difendere e difenderemo questa normalità con le unghie e con i denti”. Lo dice il premier Mario Draghi nella replica in Senato in vista del Consiglio europeo.

  • Bozza vertice Ue, restrizioni non siano sproporzionate contro viaggi

    In una prima bozza delle conclusioni del Consiglio europeo che sarà sul tavolo dei leader europei domani e che LaPresse ha potuto visionare, si sottolinea che le misure contro il Covid debbano essere coordinate, basate sugli sviluppi scientifici e che eventuali restrizioni debbano basarsi su criteri oggettivi e non ostacolare in modo sproporzionato la libera circolazione.

  • Francia, verso obbligo tampone per chi arriva da Regno Unito

    Il governo francese prevede di imporre un test molecolare per i passeggeri in arrivo dal Regno Unito, dove oggi si è registrato il record di casi dall’inizio della pandemia con oltre 78mila nuovi contagi. E’ quanto ha appreso l’emittente Bfmtv da fonti governative

  • Moderna, Omicron riduce efficacia vaccino ma booster aumenta difese

    Luci e ombre nei primi dati sul vaccino anti-Covid di Moderna contro la variante Omicron di Sars-CoV-2: da un lato dopo le due dosi del ciclo primario i titoli degli anticorpi neutralizzanti, pur rilevabili, sono risultati “significativamente inferiori” per Omicron rispetto al virus originario wild-type. Ma il booster ha mostrato di “aumentare significativamente” le difese. A riferirlo è l’azienda che comunica quanto emerso da “un primo sguardo dato alla valutazione del vaccino e del booster” da 50 microgrammi (dose dimezzata rispetto a quelle che si inoculano nel ciclo primario) contro il nuovo mutante. “Dopo la serie primaria a 2 dosi del nostro vaccino - informa via Twitter - le persone avevano titoli di anticorpi neutralizzanti rilevabili contro Omicron”, ma “erano significativamente inferiori rispetto al virus wild-type”.

    (EPA/ARSHAD ARBAB)

  • Grecia, obbligo di tampone per tutti i viaggiatori

    Tutti i viaggiatori in arrivo in Grecia, sia vaccinati che non, da domenica prossima dovranno presentare un tampone molecolare con risultato negativo. Lo ha reso noto il ministero della Salute di Atene, dopo che nelle ore precedenti la stampa greca aveva parlato di obbligo limitato solo ai passeggeri in arrivo da Regno Unito e Danimarca. Stando alle nuove disposizioni, saranno esentati dal test le persone in transito in Grecia per meno di 48 ore. Il tampone negativo, per essere valido, dovrà essere effettuato nelle 48 ore precedenti il viaggio

  • Stellantis: stop mascherine a Mirafiori, 500 in cigs

    Stellantis non produrrà più le mascherine anti Covid a Mirafiori perché il contratto con il commissario straordinario è scaduto. I circa 500 lavoratori - di cui circa la metà con ridotte capacità lavorative - andranno per un anno in cassa integrazione straordinaria per riorganizzazione aziendale. Lo rendono noto i sindacati. I lavoratori saranno utilizzati nell’ambito della riorganizzazione dell’attività a Mirafiori dove è previsto un rafforzamento legato all’elettrificazione.

  • + 634.638 tamponi, tasso positività al 3,6%

    Sono 634.638 i tamponi in più effettuati nelle ultime 24 ore e il tasso di positività è del 3,6%. Emerge dai dati aggiornati sull’emergenza Covid. In aumento (+146 rispetto a ieri) i ricoverati con sintomi e sono +7 i ricoveri in terapia intensiva. Il totale dei ricoverati sale a 7.309 mentre il totale dei ricoverati in terapia intensiva sale a 870 con 84 ingressi del giorno.

  • Superati i 300mila attualmente positivi in Italia

    Superati i 300mila attualmente positivi in Italia: secondo i dati del ministero della salute sono 305.653, 8.259 in più rispetto a ieri. Dall’inizio della pandemia i casi totali sono 5.282.076, i morti 135.178. I dimessi e i guariti sono invece 4.841.245, con un incremento di 14.802 rispetto a ieri.

  • In Gb è record di contagi, raddoppiano casi Omicron

    E’ boom di contagi da Covid nel Regno Unito: sono stati registrati 78.610 casi, un record assoluto giornaliero da inizio pandemia, con 160 morti. Mentre le infezioni da variante Omicron sono quasi raddoppiate, salendo da 4.671 a 10.017.

  • Grecia, da domenica obbligo tampone per chi arriva da Uk e Danimarca

    Da domenica prossima per entrare in Grecia i viaggiatori provenienti da Regno Unito e Danimarca dovranno presentare un tampone molecolare con risultato negativo insieme al certificato di vaccinazione. Lo ha reso noto il ministero della Salute di Atene, secondo quanto riporta il sito ’Ekhatimerini’. Stando alle nuove disposizioni, saranno esentati dal test le persone transitate nei due Paesi europei, tra i più colpiti dalla variante Omicron di Sars-CoV-2, per meno di 48 ore. Il tampone negativo, per essere valido, dovrà essere effettuato nelle 48 ore precedenti il viaggio.

  • Usa, focolaio a Cornell University Ithaca, 900 positivi

    La Cornell University di Ithaca, nello stato di New York, è alle prese con un focolaio di covid ed è stata costretta a sospendere tutte le attività. Secondo i media Usa, nella settimana dal 7 al 13 dicembre sono stati registrati 903 positivi, e una “percentuale molto alta” sono casi di variante Omicron. “Praticamente tutti i casi di Omicron fino ad oggi sono stati riscontrati in studenti completamente vaccinati, una parte dei quali aveva anche ricevuto il richiamo”, ha spiegato il vice presidente per le relazioni universitarie, Joel Malina.

  • Regno Unito, boom di casi: 78.610. Altri 165 morti

    Il Regno Unito ha raggiunto un rialzo record di casi di Covid nelle ultime 24 ore: 78.610, il picco da inizio pandemia. Nell’Isola si sono registrate altre 165 vittime.

  • Puglia, parte domani vaccinazione fascia 5-11 anni, adesione da 151 scuole

    Sono già 151 le scuole che hanno organizzato le sessioni vaccinali anticovid in Puglia in sinergia con i Dipartimenti di prevenzione delle sei Asl. Le somministrazioni partiranno da domani. In Puglia la campagna per i bambini coinvolgerà anche gli studi pediatrici. Massima priorità ai bambini con fragilità che potranno ricevere la prima dose anche nei centri specialistici di cura delle aziende ospedaliere, che stanno contattando direttamente le famiglie, oppure a casa per chi non può uscire.

    Domani alle 9.30 nel parco dell'Ospedale Pediatrico ‘Giovanni XXIII' di Bari in via Amendola, partirà la campagna vaccinale per i pazienti fragili di età compresa tra i 5 e gli 11 anni. I piccoli affetti da patologie metaboliche, infettive, nefrologiche, cardiologiche, neurologiche, diabetologiche e pediatriche saranno vaccinati negli 8 ambulatori allestiti nell'ospedale pediatrico. A seguirli ci saranno sia i medici specialisti dei centri di cura ospedalieri sia i medici vaccinatori per rispondere a tutte le domande dei genitori. All'ingresso dell'ospedale un gonfiabile gigante a forma di pupazzo di neve con il personaggio dei cartoon Olaf darà il benvenuto ai piccoli e alle loro famiglie.

    A intrattenere i pazienti durante l'attesa post vaccino ci saranno clown, supereroi e Babbo Natale che distribuirà ai pazienti doni lasciati dalle associazioni. Nell'area giochi dell'ospedale sono previste attività ludiche e musica e saranno distribuiti succhi di frutta e cioccolata calda. Nella prima giornata dell'Ospedale Pediatrico sono stati convocati circa 200 pazienti e le vaccinazioni dei pazienti con fragilità in età pediatrica proseguiranno nei giorni successivi. Parteciperanno alla visita il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il direttore del Dipartimento regionale Promozione della Salute Vito Montanaro, il direttore generale del Policlinico di Bari Giovanni Migliore. Alle 15.30 secondo appuntamento per il presidente Emiliano che seguirà la partenza delle vaccinazioni nelle scuole da Bari, dalla scuola Massari Galilei, in via Daniele Petrera, insieme al direttore della Asl Bari, Antonio Sanguedolce e al direttore del Dipartimento Salute regionale, Vito Montanaro.

  • Vaccini: in Puglia da domani parte campagna 5-11 anni

    Parte domani in Puglia la campagna di vaccinazione contro il Covid 19 per i bambini di età compresa fra 5 e 11 anni. Stando a quanto reso noto dalla regione, sono 151 le scuole che hanno organizzato le sessioni vaccinali assieme ai dipartimenti di prevenzione delle sei Asl pugliesi.
    La campagna avrà inizio domani alle 9.30 domani nel parco dell’Ospedale Pediatrico Giovanni XXIII di Bari, con le prime vaccinazioni dei pazienti fragili da 5 a 11 anni. Sono stati allestiti otto ambulatori, a fronte della convocazione di circa 200 pazienti.
    Sarà presente il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano che nel pomeriggio di domani, alle 15,30, seguirà le vaccinazioni nella scuola Massari Galilei di Bari.

  • Fonti, decisione Italia nel dibattito a vertice Ue di domani

    Ci si aspetta che la questione delle misure aggiuntive come l’obbligo di tamponi ai viaggiatori Ue vaccinati introdotte da Italia e Portogallo sia affrontata nella discussione sul coordinamento delle misure anti-Covid al Consiglio europeo di domani. Lo si apprende da un alto funzionario Ue che ha ricordato che sulla decisione italiana è intervenuta anche la commissaria Jourovà.

  • Turismo: Garavaglia, si può sciare in serenità

    “Le regole ci consentono una serena stagione sciistica, sprenotare non ha senso”. Lo dice al question time il ministro del Turismo Massimo Garavaglia, che lancia anche un appello alla comunicazione: “se iniziassimo a parlare un po’ meno di Covid e un po’ più di sviluppo, sarebbe meglio”. In montagna, dice Garavaglia, “si può sciare tranquilli anche in zona arancione, auspichiamo che tutto possa procedere per il meglio”. Importante anche, sottolinea il ministro, “dare messaggi positivi” perché se è vero che le cose non vanno ancora bene, fa notare, è vero anche che “siamo abituati a convivere con il Covid”.

  • Ecdc, solo i vaccini non bastano per frenare Omicron

    “La probabilità di un’ulteriore diffusione della variante Omicron è molto elevata e la sola vaccinazione non ci permette di prevenirne l’impatto; è urgente una forte azione per ridurre la trasmissione e contenere l’impatto sui sistemi sanitari. Una rapida introduzione di misure non farmaceutiche è necessaria per ridurre la trasmissione della variante Delta e rallentare Omicron”. E’ quanto dichiarato da Andrea Ammon, la direttrice dell’Ecdc, il centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie.

  • Kyriakides, gli Stati Ue alzino la guardia

    “Gli Stati membri devono prendere le giuste decisioni basate sulla scienza e con la salute pubblica come priorità. Tutti devono pianificare immediatamente l’aumento della capacità di assistenza sanitaria, assicurarsi che le misure di sanità pubblica vengano reintrodotte e rafforzate e che le vaccinazioni vengano rapidamente aumentate”. Così la Commissaria alla salute Stella Kyriakides a commento della valutazione del rischio Covid aggiornata dall’Ecdc.

  • Ecdc, Omicron dominerà in Europa entro primi 2 mesi 2022

    La trasmissione comunitaria della variante Omicron di Sars-CoV-2 “è già in corso nei Paesi dell’Ue/Spazio economico europeo. Nei prossimi 2 mesi è previsto un ulteriore rapido aumento dei casi da questo nuovo mutante”. E, sebbene la Delta sia attualmente ancora la variante più diffusa, “in base ai modelli previsionali e in base al vantaggio di crescita e al livello di fuga immunitaria, è probabile che Omicron diventi la variante dominante nell’Ue/See entro i primi 2 mesi del 2022”. E’ l’analisi contenuta in uno dei punti chiave dell’ultimo aggiornamento alla valutazione rapida del rischio, diffuso dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie Ecdc. Il documento, focalizzato in particolare sul rischio legato a Omicron in Europa, aggiorna le previsioni e guarda anche al periodo delle festività natalizie.

  • Nel 2020 causa pandemia 1,7 milioni di ricoveri in meno

    La pandemia di Covid-19 ha avuto un forte impatto sui servizi ospedalieri, con una riduzione complessiva dell’ospedalizzazione pari a 1 milione e 700 mila ricoveri in meno rispetto al 2019. Tale riduzione ha riguardato in misura minore i ricoveri urgenti (-13%), mentre l’impatto è stato più marcato per i ricoveri ordinari programmati e per i day-hospital (con riduzione di almeno un quarto dei volumi). E’ quanto emerge dal Programma Nazionale Esiti (PNE,) 2021, relativo ai dati 2020, sviluppato dall’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità.

  • Speranza, sfida aperta ma 102 mln dosi in 12 mesi è successo

    “Abbiano dati che indicano una sfida ancora aperta ma i risultati della campagna di vaccinazione sono incoraggianti e positivi: 102 mln e mezzo di dosi di vaccino non si fanno in meno di 12 mesi se non si ha un grande Ssn. Ieri 510 mila somministrazioni fatte e procediamo con un ritmo incessante, e 30mila prime dosi fatte ieri che indicano che molti stanno superando le paure”. Così il ministro della salute Roberto Speranza alla presentazione del Rapporto Nazionale Esiti 2021. “Oggi dentro la crisi del Covid si apre una nuova finestra di opportunità e c’è la consapevolezza che il Ssn è la risorse più importante e bisogna investire”.

  • Fiaso, il 74% dei ricoverati in terapia intensiva è no vax

    I ricoveri per Covid negli ultimi sette giorni sono aumentati dell’8% con una lieve decelerazione rispetto al 7 dicembre con un balzo delle terapie intensive del 17%. Lo comunica la Fiaso (Federazione di Asl e aziende ospedaliere) sottolineando che la percentuale di no vax presenti nelle rianimazioni dei 16 ospedali sentinella è del 74%.

  • In Valle d’Aosta 64 nuovi casi e 2 decessi

    Sono 64 i nuovi casi Covid registrati nelle ultime 24 ore in Valle d’Aosta per un totale di 14.008 da inizio pandemia. È quanto emerge dal bollettino della Regione. Sono 2 i decessi comunicati per lo stesso arco temporale, dato che porta il complessivo delle vittime valdostane a 485. Sono invece 810 gli attuali positivi al Covid di cui 1 in terapia intensiva, 19 in ospedale e 790 in isolamento domiciliare: 32 i guariti.

  • Fonti, obbligo test sempre possibile per Stati Ue

    La decisione dell’Italia di imporre ai viaggiatori provenienti dagli altri Paesi Ue l’effettuazione di un test Covid, anche per i vaccinati, trova la comprensione di altri Stati membri, anche se la Commissione sottolinea che la misura avrebbe dovuto essere notificata preventivamente, cosa che non è avvenuta. “Credo che domani sentiremo da Mario Draghi le ragioni di questa decisione - dice una fonte diplomatica europea - ma presumo che sia basata sulla situazione domestica” e soprattutto sui rischi posti dalla variante Omicron. Anche se nell’Ue si tenta il più possibile di muoversi “in modo coordinato” su questa materia, ricorda, “c’è sempre la possibilità per decisioni nazionali e anche regionali”. E’ “diritto individuale” degli Stati membri prendere decisioni simili

  • Consulta: green pass per Camera e Senato non viola attribuzioni dei parlamentari

    Il Green Pass per accedere alla Camera dei deputati e al Senato è una misura che non viola le attribuzioni dei parlamentari. Lo ha detto oggi la Corte costituzionale dopo aver esaminato in camera di consiglio due conflitti di attribuzione tra poteri, promossi, rispettivamente, da otto deputati iscritti alla componente del gruppo misto “L’Alternativa c’è” e dal senatore Gianluigi Paragone. Entrambi hanno a oggetto le delibere con cui gli organi interni di Camera e Senato – alla luce dell’articolo 9 quinquies del decreto legge n. 52 del 2021 – hanno richiesto il green pass per partecipare ai lavori parlamentari. In entrambi i giudizi i ricorrenti agiscono in qualità di singoli parlamentari e lamentano la menomazione di proprie attribuzioni costituzionali.

  • Caso Covid nell’entourage, Blinken interrompe tour in Asia

    Il segretario di Stato Usa, Antony Blinken, ha interrotto il suo viaggio nel sud-est asiatico a causa di un caso Covid nel suo entourage. Lo rende noto un funzionario del Dipartimento di Stato, scrive il Guardian. La decisione è stata presa per mitigare il rischio di contagio e dare priorità alla salute e alla sicurezza, e Blinken ha espresso per telefono il suo profondo rammarico al ministro degli Esteri della Thailandia, dove era atteso domani, ha detto il portavoce del Dipartimento di Stato, Ned Price. Il caso positivo è stato confermato stamane mentre Blinken era in Malesia mentre ieri e l’altro ieri si trovava in Indonesia.

  • Club europei, non daremo giocatori a Coppa d’Africa

    L’Associazione Europea dei Club (ECA) minaccia di non rilasciare giocatori internazionali per la Coppa d’Africa (gennaio-febbraio 2022 in Camerun), preoccupata per il protocollo sanitario dell’evento sullo sfondo della pandemia di Covid 19. “A nostra conoscenza, la Confederazione calcistica africana non ha ancora reso pubblico un protocollo medico e operativo adeguato per il torneo CAN, in assenza del quale i club non potranno liberare i propri giocatori”, si legge in una mail inviata venerdì scorso alla Fifa.

  • Zaia, non viviamo con drammaticità pressione ospedali

    “Il bollettino di oggi riporta 1.040 ricoverati in area non critica e 144 in terapia intensiva: siamo quasi all’80% di ricoverati in terapia intensiva non vaccinati. Sentiamo la pressione ospedaliera ma non la viviamo con drammaticità”. Lo ha detto il Presidente del Veneto Luca Zaia, sottolineando che la Regione “si è presa la briga anche di fare un paragone rispetto alla situazione dello scorso anno senza vaccini: oggi abbiamo un terzo dei ricoverati”.

  • Germania:arrestato no-vax per minacce di morte a governatore

    Nell’ambito dell’indagine sulle minacce di morte al ministro-presidente della Sassonia Michael Kretschmer per le misure anti-covid nel suo Land, è stato arrestato un uomo per possesso di armi durante una serie di perquisizioni a Dresda. Lo ha annunciato un portavoce dell’ufficio criminale del Land, Tom Bernhardt. L’uomo arrestato aveva affermato in una chat su Telegram di voler andare fino in fondo per contrastare le misure assunte dal Land nella gestione della pandemia. Le perquisizioni hanno riguardato cinque persone sospettate di stare pianificando un reato grave ai danni dello Stato. Nel corso delle perquisizioni sono state ritrovate due balestre e armi. Il governatore della Baviera Markus Soeder ha chiesto di procedere in modo duro contro la piattaforma di chat Telegram. “Quello che sta accadendo in Sassonia, dalle fiaccolate alla scoperta di un complotto omicida è ripugnante e richiede un’azione determinata e coerente da parte delle autorità giudiziarie e di sicurezza”, ha detto Söder dopo una riunione del gabinetto bavarese contro l’incitamento all’odio su internet.

  • Greco (Cts), variante Omicron scalzerà quella Delta

    “E’ chiaro che la variante Omicron presumibilmente scalzerà la variante Delta e occuperà il Paese, un poco alla volta. Ma questo non significa uno ’tsunami’ perché abbiamo già visto che la severità di questa infezione nuova non è peggiore della Delta e la trasmissibilità è veloce, come per tutte le nuove varianti”. Così Donato Greco, epidemiologo e membro del Cts, ospite a ’Un giorno da pecora’ su Rai Radio1

  • Gb: Johnson sotto attacco, ’troppo debole per guidare Paese’

    “Il peggior primo ministro possibile nel peggior momento possibile” e “troppo debole per guidare il Paese”. Con queste dure parole prounciate durante un Question Time di fuoco alla Camera dei Comuni il leader dell’opposizione laburista Keir Starmer ha attaccato Boris Johnson in forte difficoltà dopo che ieri sera un centinaio di suoi deputati conservatori hanno votato contro l’introduzione delle misure anti-Covid previste dal piano B dell’esecutivo Tory per contenere l’avanzata della variante Omicron. Starmer ha ribadito più volte che le restrizioni sono state approvate solo grazie ai voti del Labour e che Johnson deve chiedersi se ha la fiducia dei suoi parlamentari e ancora l’autorità. A questo si sono aggiunte le rinnovate accuse sullo scandalo dei party di Natale organizzati dai funzionari nelle sedi istituzionali, fra cui Downing Street, un anno fa in aperta violazione delle regole anti-Covid vigenti allora. Johnson ha cercato di contrattaccare ricordando i risultati del governo in fatto di crescita dell’economia, occupazione e programma di vaccinazione anti-Covid tramite la somministrazione delle terze dosi. “Noi vacciniamo, loro vacillano”, ha affermato Johnson in risposta a Starmer.

    Il primo ministro britannico Boris Johnson

  • Roma annulla il concerto di Capodanno al Circo massimo

    È stato annullato il Concertone di Capodanno a Roma. Lo annuncia in una nota Alessandro Onorato, Assessore ai Grandi Eventi, Sport e Turismo di Roma Capitale. “Era tutto pronto per celebrare il Capodanno in grande stile e riportare Roma al centro dei grandi eventi. Avevamo scelto per la ripartenza alcuni grandi artisti romani, una location spettacolare come il Circo Massimo e un’organizzazione impeccabile per la sicurezza. Coez, Blanco e Tommaso Paradiso avrebbero garantito una grande partecipazione di pubblico e l'interesse di tutti i media nazionali. Ma in questo momento la nostra priorità è e deve essere quella di salvaguardare la salute dei romani e evitare assembramenti che possono aggravare una situazione pandemica che, pur sotto controllo, presenta aspetti preoccupanti. Per questo dopo aver sentito anche il parere delle autorità competenti e la Prefettura siamo costretti ad annullare il Concertone di Capodanno’’.

  • Chef Cannavacciuolo, “oltre a Green pass rafforzato anche un tampone a settimana”

    “Fosse per me, aggiungerei anche un tampone obbligatorio a settimana”. Lo ha detto rispondendo all'Adnkronos - riguardo il decreto approvato ieri dal Consiglio dei Ministri, che prevede il certificato verde rafforzato per entrare nei ristoranti al chiuso anche in zona bianca - Antonino Cannavacciuolo, chef di Villa Crespi a Orta San Giulio, Novara, e giudice di Masterchef Italia, durante la conferenza di presentazione del talent culinario che partirà domani in prima serata su Sky e in streaming su Now.

  • Italia dona all’Angola quasi 1.9 milioni di dosi

    Sono giunte all’aeroporto 4 de Fevereiro di Luanda 1.814.400 dosi del vaccino Janssen (Johnson & Johnson) donate dall’Italia all’Angola nel quadro dell’iniziativa Covax, in collaborazione con Unicef. Alla cerimonia di consegna dei vaccini, (la prima donazione in questo Paese), che si è svolta ieri, ha preso parte in rappresentanza dell'Italia l'Incaricato d'Affari dell'Ambasciata Italiana Gabriele Magnini; erano presenti la Direttrice Nazionale per la Salute Pubblica Helga Freitas, la Coordinatrice Nazionale del programma vaccinale Alda de Sousa e il rappresentante dell’Unicef in Angola Ivan Yerovi.

    La donazione da parte dell’Italia, una delle maggiori finora ricevute dal governo angolano, consentirà l’immunizzazione di un elevato numero di cittadini in una fase in cui le varianti del Coronavirus continuano a rappresentare un fattore di rischio per la salute e la stabilità globali. La Direttrice Freitas ha espresso la gratitudine del governo angolano e in particolare della Ministra della Salute, Silvia Lutucuta, per quella che è stata definita una “significativa donazione che permetterà di portare avanti con successo la campagna vaccinale nelle zone più remote e difficilmente accessibili del Paese”.

  • Draghi, difendere normalità con le unghie e i denti

    “Siamo contenti di come è andato quest’anno e, come ha detto l’onorevole Noja, dobbiamo difendere la normalità che abbiamo conquistato ’con le unghie e con i denti’”. Lo dice il premier Mario Draghi nella replica in Aula alla Camera.

  • Inchiesta Procura Napoli, falsificati anche super Green pass

    Il gruppo criminale scoperto dalle indagini coordinate dalla Procura di Napoli, in grado di produrre Green pass illegali a fronte di vaccini mai effettuati, utilizzava le stesse tecniche anche per produrre i cosiddetti super Green pass, versione rafforzata della certificazione verde, introdotta di recente. Anche i super Green pass illegali erano in grado di resistere ai controlli possibili mediante l’apposita App di verifica. Le pagine web create a fini criminosi sono state poste sotto sequestro in esecuzione di un decreto di sequestro preventivo disposto in via d’urgenza dal pubblico ministero. Nell’ambito dell’operazione svolta oggi sono state eseguite 40 perquisizioni locali e 67 sequestri preventivi. Allo stato delle indagini preliminari, risultano essere stati acquistati falsi Green pass da 120 persone.

  • Il Nobel Parisi testimonial del nuovo spot Ministero

    Il premio Nobel per la fisica Giorgio Parisi sarà uno dei testimonial di eccellenza del nuovo spot realizzato dalla Presidenza del consiglio dei Ministri insieme al ministero della Salute, per promuovere la vaccinazione anti Covid. E’ quanto annunciato oggi durante la conferenza stampa tenutasi al ministero sull’avvio delle vaccinazioni per bambini 5-11 anni. Il nuovo spot è in lavorazione e sarà presentato in tv nelle prossime settimane. Insisterà in particolare sul valore della terza dose e del vaccino pediatrico, in quest’ultimo caso ponendo l’accento sullo slogan: “Parlane con il tuo pediatra”.

  • Draghi,restrizioni viaggi? Non c’è molto da riflettere

    “C’è Omicron che ha capacità di contagio nettamente superiore alle altre varianti, da noi i contagi con Omicron sono meno dello 0,2%, in altri Paesi la variante è molto diffusa, ad esempio in Danimarca, in Regno Unito diffusissima, per cui si è pensato di attuare la stessa pratica che si usa oggi per i visitatori che provengono dal Regno Unito, non credo ci sia molto da riflettere su questo”. Lo dice il premier Mario Draghi in Aula alla Camera, in replica a un’osservazione sull’ordinanza sui viaggi emanata ieri dal governo che riguarda anche i Paesi dell’Ue.

  • Ue, nessuna notifica ricevuta da Italia su restrizioni

    “Non abbiamo ricevuto nessuna notifica dall’Italia” sull’ordinanza sul tampone obbligatorio per l’ingresso nel Paese. “I Paesi membri sono obbligati ad informare” la Commissione su eventuali restrizioni ai viaggi. Lo spiega un portavoce dell’esecutivo europeo rispondendo ad una domanda sull’ordinanza sui viaggi emanata ieri dal governo italiano.

  • Ema, ok a dose booster con vaccino J&J dopo 2 mesi

    La dose booster del vaccino contro il Covid-19 Janssen di Johnson & Johnson può essere presa in considerazione almeno due mesi dopo la prima dose nelle persone di età pari o superiore a 18 anni. È quanto indica l’Ema, l’agenzia europea del farmaco. La raccomandazione arriva dopo che dai dati esaminati risulta che una dose booster del vaccino Janseen data dopo due mesi dalla prima dose negli adulti porta a un aumento degli anticorpi contro SARS-CoV-2, il virus che causa il Covid-19. Il rischio di trombosi in combinazione con trombocitopenia (TTS) o altri effetti collaterali molto rari dopo un richiamo non è noto e viene attentamente monitorato. L’Ema ha anche concluso che una dose booster con il vaccino Janssen può essere data dopo due dosi di uno dei vaccini a mRna autorizzati dall’Ue, ovvero i vaccini Comirnaty (Pfizer/BioNTech) e Spikevax (Moderna). Come per tutti gli altri farmaci, si indica in una nota dellp’Ema, l’agenzia continuerà a verificare i dati sulla sicurezza e l’efficacia del vaccino Janssen.

  • Record di morti in Polonia, al via nuove restrizioni

    La Polonia ha introdotto nuove misure restrittive anti Covid per far fronte alla continua espansione del virus nel Paese, che nelle ultime 24 ore ha provocato la morte di altre 669 persone, il livello più alto dallo scorso aprile. Da oggi sono in vigore nuovi limiti del 30% alla capacità di ristoranti, hotel e teatri, che comunque non riguardano i vaccinati. Parallelamente, in Parlamento si discute una proposta di legge che permetterebbe ai datori di lavoro di verificare se i dipendenti sono vaccinati o sono in possesso di un test anti Covid negativo. Inoltre, sempre da oggi i viaggiatori provenienti da Paesi fuori dall’area Schengen dovranno presentare un tampone negativo effettuato non prima di 24 ore dal loro arrivo.

    Un ospedale a Varsavia

  • Spagna, vaccinazione bimbi partita in alcune regioni

    È partita anche in Spagna la campagna di vaccinazione contro il Covid rivolta a bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni: in alcune regioni del Paese, le prime dosi del vaccino pediatrico di Pfizer autorizzato dalle autorità competenti sono state iniettate da unità specializzate nelle scuole, riportano i media iberici. In altri territori, come a Madrid, le vaccinazioni avverranno in centri specializzati in orario pomeridiano, in modo tale che i bambini non perdano lezioni scolastiche, hanno spiegato le autorità locali. “È una giornata di emozioni”, ha commentato ai media iberici la ministra della Sanità, Carolina Darias, che per l’occasione ha visitato un centro sanitario della Castiglia La Mancia, la regione dove venne somministrata anche la prima dose anti Covid in assoluto in Spagna, il 27 dicembre 2020.

  • Miss Italia: finale rinviata per Covid

    L’elezione di Miss Italia 2021, in programma domenica sera a Venezia, è stata rinviata. Nel corso dei controlli quotidiani previsti, sono purtroppo emersi due casi di contagio da Covid tra le concorrenti. L’incoronazione slitta a gennaio.

  • Omicron: agenzia Gb, maggiore minaccia da inizio pandemia

    La variante Omicron del coronavirus “è probabilmente la minaccia più significativa per la salute pubblica dall’inizio della pandemia”. Lo ha detto Jenny Harries, a capo dell’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito (Ukhsa), parlando davanti a una commissione del Parlamento britannico. Harries ha aggiunto che i dati in arrivo nei prossimi giorni saranno “sconcertanti” rispetto a quelli delle altre varianti. Secondo l’esperta, potrebbe crearsi una situazione “molto preoccupante” per la tenuta del servizio sanitario pubblico, che è sotto pressione per il Covid e per una serie di problemi organizzativi di più vecchia data.

    Fila per la vaccinazione a Londra

  • Locatelli, nei bimbi 65 ricoveri ogni 10.000 casi sintomatici

    La vaccinazione anti Covid tra 5 e 11 anni “offre uno strumento importante per proteggere i bambini dal rischio di malattia grave. Stime dell’Ecdc valutano come ogni 10.000 casi sintomatici pediatrici ci sono 65 ospedalizzazioni, 6 ricoveri in intensiva e un decesso. In più in età pediatrica il Covid si può manifestare con sindrome infiammatoria multisistemica, che ha si verifica a un’età media di 9 anni, il 45% dei casi sono diagnosticati tra 5 e 11 e il 70% può richiedere terapia intensiva”. Così Franco Locatelli, presidente del Css, nella conferenza stampa sulla campagna vaccinale in età pediatrica”.

  • Bonaccini,per Emilia-Romagna probabile in zona gialla

    “Può darsi” che l’Emilia-Romagna passi in zona gialla per le festività natalizie. Ancora “non lo sappiamo”. Lo dice il presidente della Regione Stefano Bonaccini a margine di un evento a Riccione. “Pur avendo in questi giorni superato il numero di contagi dello stesso periodo dell’anno scorso, abbiamo un numero molto inferiore di decessi” e “anche di ospedalizzazioni”, rileva il presidente, che sottolinea l’efficacia dei vaccini. Se anche la regione dovesse passare a breve in zona gialla “non cambia nulla”, precisa Bonaccini, “non chiuderà nessuna attività economica, a differenza del passato”. “Dobbiamo però continuare a combattere, a vaccinare il più possibile”, dice il presidente, che riporta i risultati della sua regione: “Abbiamo superato il 91% di prime dosi, siamo oltre l’89% di seconde. Superate 800mila terze dosi. Cominciano a prenotare le famiglie per i propri bambini dai 5 agli 11 anni”.

  • Vaccini, arrivati nella notte dieci voli con le dosi per i bambini

    Nella notte sono arrivati in Italia dieci voli con le forniture vaccinali di Pfizer Biontech per la campagna di vaccinazione dei bambini dai 5 agli 11 anni. Lo rende noto Dht Express Italy.
    Le consegne sono state effettuate con nell0hub di Milano Malpensa e negli aeroporti di Roma Ciampino, Napoli, Ancona, Pisa, Bologna, Brescia e Venezia, dove Dhl Express Italy è presente con le proprie strutture operative. I carichi sono stati gestiti secondo i protocolli di sicurezza in vigore, sotto il coordinamento della struttura del Commissario straordinario all’emergenza Francesco Paolo Figliuolo. Dai rispettivi aeroporti, i carichi sono stati poi consegnati nel corso della giornata dalle diverse strutture sanitarie territoriali.

    Vaccini, le consegne aeree via C-27J (Ansa)

  • Green pass falsi, violati i sistemi sanitari delle Regioni

    Green pass falsi acquistati da oltre 120 persone che non avevano mai ricevuto alcun vaccino né eseguito alcun tampone, aggirando i presidi di sicurezza informatica dei sistemi sanitari di Campania, Lazio, Puglia, Lombardia, Calabria e Veneto, attraverso intrusioni illegali. È quanto emerge dalle indagini che hanno portato a perquisizioni in tutta Italia da parte della polizia postale su delega della Procura di Napoli. Le false certificazioni erano ottenute sfruttando i canali di accesso messi a disposizione delle farmacie per inserire i codici dei tamponi e dei vaccini effettuati e così generare il green pass.

    Le indagini sui green pass falsi (Ansa)

    Al momento sono 120 le persone che hanno acquistato i green pass falsi. Gli utilizzatori sono stati sinora localizzati nelle province di Napoli, Avellino, Benevento, Caserta, Salerno, Bolzano, Como, Grosseto, Messina, Milano, Monza-Brianza, Reggio Calabria, Roma e Trento, ma sono in corso accertamenti finalizzati a definire il numero reale, che si stima essere assai più ampio, di coloro che si sono rivolti nel tempo all’organizzazione criminale oggetto delle indagini per sfruttarne gli illeciti servizi.

  • In Russia 28.363 contagi e 1.142 morti

    Nelle ultime 24 ore, in Russia, si sono registrati 28.363 contagi da coronavirus e 1.142 decessi provocati dalla malattia. Lo riferisce il centro operativo nazionale anticoronavirus, ripreso dalla Tass. Secondo i dati, dall’inizio dell’epidemia in Russia sono stati rilevati 10.103.160 casi di Covid-19 e 292.891 persone sono morte a causa della malattia. La Bbc riferisce che secondo l’agenzia statale russa di statistiche Rosstat più di 537mila persone sono morte nel Paese tra l’aprile del 2020 e l’ottobre del 2021 dopo che è stata confermata o sospettata la malattia. In Russia vivono circa 146 milioni di persone.

    Mosca, un altro inverno all’insegna della pandemia (Afp)

  • Von der Leyen: «Dobbiamo aumentare il numero dei vaccinati in Europa»

    «Dobbiamo aumentare il numero dei vaccinati in Europa». Lo ha detto la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen intervenendo alla plenaria del Parlamento europeo al dibattito sulla preparazione del Consiglio europeo. «Dobbiamo superare lo scetticismo e la reticenza», ha aggiunto. L’Unione europea ha «la forza» e «i mezzi» per superare il Covid-19, ma anche quest’anno il Natale sarà «all’ombra della pandemia», ha continuato la von der Leyen sottolineando che il blocco è preparato a contrastare la variante Omicron, mentre il 66,6% della popolazione europea è completamente vaccinato contro il virus.

    Ursula von der Leyen (Ap)

  • Figliuolo: «Abbiamo vaccini per tutti i bambini»

    «Pronti a vaccinare tutta la platea» di bambini di 5-11 anni. Campagna vaccinale spedita: fino a Natale vi sarà una «media di 500 mila somministrazioni nei feriali e di 300-350mila nei festivi». Questi i punti principali del piano del generale Francesco Figliuolo - elencati a La Stampa - appena nominato capo del Comando operativo di vertice interforze. L’incarico gli permetterà di coordinare i vari corpi delle forze armate per spingere l’ultimo tratto della campagna vaccinale. Quello che «specie con i team sanitari mobili - ha spiegato il generale - porterà le vaccinazioni nelle zone remote del Paese, casa per casa, in favore di persone anziane e fragili che hanno difficoltà ad accedere alla vaccinazione».

    Il generale Francesco Paolo Figliuolo (Ansa)

    Le Regioni hanno registrato «un buon numero di prenotazioni» per le vaccinazioni dei più piccoli. La struttura diretta da Figliuolo «ha programmato la distribuzione a dicembre di 1,5 milioni di dosi pediatriche di vaccino Pfizer», e si tratta solo «della prima tranche», ha specificato il commissario. Per convincere le famiglie più titubanti, «credo molto nel ruolo sempre più importante che stanno giocando i pediatri di libera scelta», ha detto il generale. Dall’esercito arriva anche l’aiuto alle Regioni per il servizio di contact tracing. «La Difesa - ha spiegato Figliuolo - ha messo a disposizione undici laboratori per processare tamponi Pcr in otto Regioni, oltre a diversi team sanitari mobili sul territorio nazionale, che integreranno le attività delle Asl per il tracciamento nelle scuole».

  • Covac, Pfizer e BioNtech preparano il sorpasso su AstraZeneca

    Pfizer e BioNtech sono destinati a sostituire AstraZeneca come principale fornitore di vaccini Covid-19 al programma globale Covax all’inizio del 2022, un cambiamento che mostra la crescente importanza del loro contributo per gli stati più poveri. Il sorpasso creerà non pochi grattacapi ar i paesi riceventi che non hanno sufficiente capacità di stoccaggio a freddo per gestire il vaccino Pfizer e, anzi, fanno i conti con una carenza di siringhe adeguate all preparato. AstraZeneca è attualmente il farmaco più distribuito da Covax, secondo i dati di Gavi, l’alleanza dei vaccini che co-gestisce il programma con l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

    (Reuters)


  • Germania, 51mila casi e 453 decessi

    In Germania, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 51.301 nuovi casi di coronavirus che portano il totale, dall’inizio della pandemia, a quota 6.613.730. Nell’ultimo giorno, poi, i morti sono stati 453 con il conteggio complessivo che sale a 106.680 unità.

    Berlino, negozi aperti soltanto ai vaccinati al coronavirus (Afp)

  • Gsk e Sanofi: positivi i dati sul booster al vaccino. La sperimentazione continua

    Gsk e Sanofi comunicano dati preliminari positivi per il loro candidato vaccino di richiamo per il Covid 19 e annunciano che la sperimentazione di Fase III continuerà secondo le raccomandazioni del comitato di controllo indipendente. I risultati preliminari del trial clinico VAT0002, sottolineano in una nota, «mostrano che la dose ha aumentato gli anticorpi da nove a 43 volte, indipendentemente dal vaccino ricevuto in precedenza e per tutti i gruppi d’età testati. Il richiamo è stato ben tollerato, con un profilo di sicurezza simile ai vaccini contro il Covid-19 attualmente approvati». Lo studio proseguirà, con risultati attesi nel primo trimestre 2022. «Questi dati preliminari mostrano che abbiamo un forte candidato al richiamo, qualunque sia il vaccino primario ricevuto», ha affermato Thomas Triomphe, vicepresidente esecutivo di Sanofi Pasteur.

  • Lazio, partono le vaccinazioni dei bambini dai 5 agli 11 anni

    Parte mercoledì 15 dicembre alle 15.30 il V-Day pediatrico per il Lazio, con le prime somministrazioni del vaccino per la fascia 5-11 anni. Appuntamento presso l’Hub vaccinale pediatrico dell’Inmi Spallanzani di Roma alla presenza del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, dell’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato, del direttore generale dell'Istituto Spallanzani, Francesco Vaia e il segretario della Federazione italiana Medici Pediatri Lazio, Teresa Rongai. L’evento si svolge a Roma presso l’hub vaccinale pediatrico allestito nel padiglione «Di Raimondo» dell’Istituto di Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani in via Portuense 292.

    Lazio, partono le vaccinazioni ai bambini (Ansa)

  • Usa, superate le 800mila morti

    «Mentre superiamo gli 800mila americani morti per Covid-19, dobbiamo ricordare tutti coloro che abbiamo perduto e pregare per i loro cari, specialmente in questo periodo festivo. Per favore, vaccinatevi e ricevete la dose di rinforzo. Sconfiggeremo il Covid-19 e andremo avanti, insieme, come nazione unita». Lo ha scritto su Twitter il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden.

    Prende spunto dall’ultima rilevazione della John Hopkins University, secondo cui le persone decedute per Covid-19 negli Usa sono in totale 800.343, i casi di contagio confermati oltre 50milioni. Nel mondo, i dati sono rispettivamente 5.320.993 e oltre 271milioni.

  • Tamponi a chi arriva in Italia, l’Ue chiede spiegazioni

    In un’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza stretta sugli arrivi dall’estero in Italia: obbligo di quarantena per i non vaccinati e tampone per chi è immunizzato. Una decisione che si porta dietro reazioni diplomatiche: l’Unione europea chiede infatti spiegazioni.

    Covid, Speranza: "E' ancora una sfida da vincere"
  • Stato d’emergenza prorogato fino al 31 marzo. Super pass anche in zona bianca

    Il Consiglio dei ministri proroga fino al 31 marzo lo stato d’emergenza anti-Covid in Italia. Il nuovo decreto prevede anche il super Green pass in zona bianca: precluse ai non vaccinati attività come ristoranti al chiuso, cinema e discoteche.

    Il premier Mario Draghi (Ansa)

  • In Italia 20.677 nuovi casi e 120 morti

    Sono 20.677 i nuovi casi di positività al coronavirus di martedì 14 dicembre, 7.965 in più rispetto ai 12.712 rilevati il giorno precedente. Il dato si basa su 776.563 tamponi, contro i 313.536 di lunedì (vengono considerati sia test rapidi antigenici che i tamponi molecolari). Il numero dei tamponi si riflette sulla percentuale di positività sul totale dei test fatti: il «tasso di positivit», cioè il rapporto tra il numero totale dei tamponi effettuati e quelli che risultano postivi scende al 2,66% (era 4,05% nelle 24 ore precedenti).

    I DATI DEL CONTAGIO
    Loading...

    A quota 120 le vittime giornaliere, 22 in più rispetto a lunedì, per un totale di 135.049 morti da inizio pandemia. Il totale dei ricoverati per Covid nei reparti di terapia intensiva è pari a 863 unità (lunedì erano 856), mentre sono 7.163 i soggetti ricoverati con sintomi nei reparti ordinari (6.951 quelli della precedente rilevazione). Gli attualmente positive arrivano a 297.394 (lunedì erano 290.757).

    Coronavirus, per saperne di più

    Le mappe in tempo reale

    L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
    Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

    Gli approfondimenti

    La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

    La newsletter sul Coronavirus

    Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti