nessun caso covid a vo’

Coronavirus, contagiati 1.492 studenti e 349 prof

A un mese dalla ripresa delle lezioni, gli istituti di Vo', vincono, per ora, la battaglia contro il virus

Arriva la stretta anti-contagi: dalle mascherine all’aperto alle feste a numero chiuso

A un mese dalla ripresa delle lezioni, gli istituti di Vo', vincono, per ora, la battaglia contro il virus


2' di lettura

Gli studenti positivi sono 1.492. Il personale docente che risulta contagiato è pari a 349 persone positive, sono 116 i casi di positivi tra il personale non docente: per gli studenti la percentuale è dello 0,021% . I dati si evincono sulla base delle percentuali del contagio nelle scuole che ha reso noti la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina al termine dell'incontro con il Cts e l'Iss.

A Vo’ nessun contagiato

A un mese dalla ripresa delle lezioni, le scuole di Vo', vincono, per ora, la battaglia contro il Coronavirus. Il primo comune d’Italia ad aver avuto un morto per pandemia, traccia un bilancio positivo dei giorni in aula, iniziati il 7 settembre e scanditi, una settimana dopo, dalla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e della ministra dell’istruzione Lucia Azzolina. Su 650 alunni tra scuola dell'infanzia, elementari e medie sono i 50 gli studenti che hanno dovuto a sottoporsi a tampone nell’ultimo mese: tra questi non risulta alcun contagio da Covid. Nessuna classe è stata isolata. Oltre a quella sanitaria, Vo' vuole superare a pieni voti anche la gara della solidarietà. Il dirigente Alfonso d'Ambrosio ha preso contatti con alcune scuole del Sud, in particolare della Campania, per regalare banchi dismessi ma ancora utilizzabili.

Loading...

Arcuri: dispositivi e attrezzature più che sufficienti

Dalle mascherine chirurgiche a quelle FFP2 e FFP3, dal gel igienizzante ai camici: gli approvvigionamenti già effettuati, nonché le disponibilità nei magazzini del Commissario, garantiscono una fornitura di dispositivi di protezione già adeguata a fronteggiare l'epidemia da Covid-19 e a soddisfare il fabbisogno espresso dalle regioni nei prossimi mesi. Lo ha assicurato il commissario straordinario per l'emergenza, Domenico Arcuri, durante la riunione odierna del Comitato tecnico scientifico.Le scorte a disposizione, acquisite nei mesi scorsi, in preparazione di un possibile aumento delle esigenze, infatti, sono già sufficienti a garantire gli approvvigionamenti degli ospedali, delle Rsa, delle pubbliche amministrazioni locali, dei trasporti pubblici locali, dei servizi essenziali e delle forze dell'ordine, per i prossimi mesi. Sono già disponibili 300 milioni di mascherine chirurgiche, 230 milioni di mascherine FFP2 e FFP3, 14 milioni di camici, 28 milioni di guanti, 600mila fra visiere e occhiali e oltre 590mila litri di gel igienizzante.Inoltre, prosegue la distribuzione di circa 11 milioni di mascherine chirurgiche al giorno negli oltre 18.000 istituti scolastici di tutto il Paese, che continuano ad essere settimanalmente riforniti anche di gel igienizzante.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti