coronabufale del giorno

Coronavirus, pensioni dimezzate e niente stipendi nella Pa: è pandemia di bufale

Tra le altre fake news che circolano sui social: un assegno di 350 euro per chi resta a casa e treni carichi di carri armati nelle stazioni

di Enrico Marro

3' di lettura

In pericolo per il coronavirus, gli anziani ora vengono presi di mira anche dalle fake news. «Il pagamento delle pensioni per il mese di aprile avverrà in forma ridotta del 50% -recita il messaggio n. 1003 dell’Inps diffuso su WhatsApp - per poi essere recuperato integralmente nel mese di agosto». Una bufala, per fortuna, ma confezionata molto bene, con carta intestata dell’Inps e firma del Direttore Generale Vicario dell’Istiuto di previdenza.

NoiPa sospende i pagamenti di marzo e aprile
La bufala dell’Inps è una delle tante che circolano su WhatsApp in questi tempi difficili, simile al finto comunicato di NoiPa, il portale che gestisce i pagamenti dei dipendenti pubblici. Un comunicato su carta intestata che annuncia la «sospensione temporanea dei pagamenti per i mesi di marzo-aprile 2020» al fine di «reperire risorse finanziarie urgenti da destinarsi all’acquisto di attrezzature sanitarie e presidi medico-chirurgici atti a contrastare efficacemente la diffusione del COVID-19». Tutto falso, come ha precisato NoiPa sulla sua pagina Facebook.

Loading...

Macché vaccino, basta la vitamina C
Sempre sulla temibile WhatsApp, ecco la voce di una donna: «La vitamina C è molto efficace sui pazienti affetti da coronavirus. La stanno utilizzando come terapia e le persone rispondono benissimo», afferma, spiegando che la stanno usando con successo gli ospedali San Gerardo di Monza, Policlinico e Sacco di Milano. «Smentisco categoricamente la notizia - ha dichiarato Andrea Gori, direttore Malattie Infettive del Policlinico di Milano - . Le terapie che utilizziamo per trattare i pazienti con coronavirus al Policlinico, così come al Sacco e al San Gerardo, sono standardizzate perché sono state decise dai primari di malattie infettive di tutta la Regione Lombardia in modo coordinato: la vitamina C non è assolutamente contemplata». A proposito. A dispetto di quanto si legge sui social, il Cebion non rende immuni dal coronavirus. o stesso produttore, la Dompè farmaceutici, si è dissociata dal messaggio ingannevole annunciando che perseguirà le vie legali per difendere la propria reputazione.

Assegno di 350 euro per restare a casa
Approvata una circolare del Ministero, 350 euro a chi resta a casa” è una delle fake che gira su WhatsApp. Un altro messaggio virale recita “PS4 regala un buono da 50 euro a tutti i ragazzi che rimangono a casa!”, ma è un'altra fake che non c'entra nulla con il PlayStation Network. L'ennesimo falso, così come è falso che sia stato Papa Francesco in persona a scrivere la preghiera “Stasera prima di addormentarvi pensate a quando torneremo in strada”, o che all'ospedale Niguarda di Milano stiano effettuando triage estremi per abbandonare gli anziani contagiati al loro destino. Tutte bufale, con l’ospedale milanese che è passato al contrattacco con un esposto alla polizia. A proposito: secondo un’altra bufala che circola in Rete, l'Organizzazione mondiale della Sanità non avrebbe dichiarato il Covid-19 “pandemia” fino al 15 marzo, per non fare pagare alla Banca Mondiale i pandemic bond. Peccato che l’Oms abbia ufficializzato la “pandemia” l'11 marzo.

I carri armati nelle stazioni ferroviarie e i barconi di corona-migranti
I fan del complottismo hanno fatto circolare un'altra “catena” con immagini di treni carichi di carri armati in sosta in una stazione ferroviaria italiana (che a volte viene fatta passare per Milano, altre volte per Viareggio). Il testo chiede perché i militari siano “esenti da protezione”. Semplice: perché è una foto che risale al 2015. Nell’Italia della pandemia da fake, poi, ecco rispuntare i barconi dei migranti: 195 sarebbero sbarcati a Messina, 12 con sintomi di coronavirus. Una news che al tampone è risultata positiva: è una bufala.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti