Beauty-Benessere

Coronavirus, Polo della Cosmesi: «Le aziende dimostrano forza e professionalità»

Mentre il Coronavirus sta cambiando radicalmente la situazione delle aziende per gli imprenditori l’imperativo resta uno solo: cercare di salvare il proprio business e i posti di lavoro

di Marika Gervasio

2' di lettura

Mentre il Coronavirus sta cambiando radicalmente la situazione delle aziende, soprattutto quelle delle zone considerate più a rischio, per gli imprenditori l’imperativo resta uno solo: cercare di salvare il proprio business e i posti di lavoro. Nell’incertezza sul futuro, sui tempi e sugli esiti della vicenda, c’è chi sceglie il telelavoro, chi produce e chi non può.

A raccontare la situazione, Matteo Moretti, presidente del Polo della Cosmesi, l’associazione cremasca che riunisce oltre 80 imprese della filiera produttiva cosmetica, molte delle quali sono concentrate proprio in Lombardia, una delle regioni più colpite dall’emergenza.

Loading...

Com’è cambiata la vita in azienda in queste ultime settimane?
Radicalmente e in modo inaspettato: ci siamo trovati a far fronte ad un'emergenza globale, imprevista e imprevedibile. Il pensiero è corso subito ai collaboratori e alle loro famiglie, a come preservare la loro salute e incolumità, ma al contempo, da imprenditore, ho dovuto affrontare anche una quotidianità lavorativa fatta di: fake news, dubbi, paure, screening delle temperature, mascherine di protezione, gel igienizzanti, controlli costanti, niente voli né strette di mano.
Un modo di essere, di lavorare, di vivere a cui nessuno ci aveva preparato, ma con il quale abbiamo dovuto presto imparare a convivere.

Come avete reagito all’emergenza?
In questa situazione così problematica una cosa è stata subito chiara: non era possibile fermarsi in attesa di aiuti dal mondo politico o dalle istituzioni, occorreva reagire e andare avanti. E così abbiamo fatto: non ci siamo fermati e la produzione è continuata. Dove è stato possibile abbiamo portato avanti il lavoro in essere e confermato gli appuntamenti presi, adottando tutte le misure a tutela della salute dei collaboratori e dei clienti, e dove non è stato possibile continuare nell’operato quotidiano come facevamo prima ci siamo attrezzati con turni, mail, smart working e conference call.

Che cosa si sentirebbe di dire ai tanti imprenditori che come lei stanno vivendo questa situazione?
Dare consigli è sempre difficile, ma sicuramente la strada è quella di rimboccarsi le maniche e reagire. Subito. I conti si faranno più avanti; ora è il momento di essere determinati e coesi, fare fronte comune, aiutarsi se occorre. Il networking, d’altronde, serve proprio a questo. È importante rassicurare i clienti, soprattutto all'estero, che la merce non è contaminata e che le aziende italiane stanno lavorando senza interruzioni. Non solo. Per garantire l'incolumità di tutti sono state adottate immediatamente tutte le misure di prevenzione e le prescrizioni igienico-sanitarie indicate dal Ministero della Salute e dal Governo. L’attenzione è altissima.

In questi giorni l’immagine dell'Italia all’sterno è quella di un Paese duramente colpito dall’epidemia, ma determinato a reagire. È cosi?
Sì. Anzi vorrei sottolineare la forza, il coraggio e la dignità con cui le aziende italiane stanno affrontando questa emergenza. In Lombardia e in particolare nel cremasco e nel lodigiano, alcune delle zone più colpite da questa emergenza e dove vengono prodotti oltre il 65% dei cosmetici mondiali, le aziende hanno dimostrato determinazione e professionalità continuando a lavorare senza compiangersi. Nessuno di noi si è fermato. Una lezione di stile e di serietà per tutti. E questo è il made in Italy che vogliamo portare nel mondo e che vogliamo rappresentare come Polo della Cosmesi.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti