Attualità

Coronavirus, il 17enne italiano resta bloccato in Cina

Il ragazzo di Grado ha di nuovo la febbre. Negativo il test sulla donna in quarantena alla Cecchignola, portata allo Spallanzani



  • Negativo il test della donna in quarantena portata allo Spallanzani

    «Il test al Coronavirus effettuato presso l’Inmi Spallanzani sulla donna proveniente oggi dalla Cecchignola è negativo al 2019-nCoV». Lo comunica la Direzione sanitaria dell'Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma.

  • Coronavirus, prosegue l’odissea a bordo della Diamond Princess: stanno bene i 35 italiani a bordo

    Prosegue l’odissea della Diamond Princess dove 3711 passeggeri sono costretti all’isolamento dal 4 febbraio a bordo dell'imbarcazione ferma nel porto giapponese di Yokohama. I nuovi test hanno rivelato tre nuovi casi di contagio del coronavirus: due persone di nazionalità americana e una ragazza cinese. Tutti sono stati trasportati a terra e condotti in ospedali della prefettura di Kanagawa. Il bilancio degli infettati è salito a 64 persone, ha affermato Takamasa Kojima, portavoce del ministero della Salute di Tokyo. I 35 italiani, di cui 25 membri dell’equipaggio, incluso il comandante Gennaro Arma, stanno tutti bene.

  • Coronavirus, Cio: «Piena fiducia, piano Tokyo20 va avanti»

    «I preparativi per Tokyo 2020 continuano come previsto e non vediamo l'ora di definire la prossima revisione del progetto olimpico a febbraio». Così in una nota il Cio dopo la diffusione del Corinavirus dalla Cina. «È prassi normale che il Cio collabori con tutte le principali agenzie delle Nazioni Unite, quando necessario, in vista dei Giochi e questo include naturalmente l’Oms. Siamo fiduciosi - ripete il comitato olimpico . che le autorità competenti, in particolare in Giappone e Cina e l' Organizzazione Mondiale della Sanità, prenderanno tutte le misure necessarie per affrontare la situazione». Le contromisure contro le malattie infettive «costituiscono una parte importante dei piani di Tokyo 2020 per ospitare un’Olimpiade sicura e protetta».

  • Coronavirus, Fedriga: «Decisione ministero risultato importante»

    «Ritengo positivo il fatto che il ministero competente abbia deciso di aggiornare la propria circolare sulla salute nelle scuole e considero apprezzabile la collaborazione tra le istituzioni che, nel caso specifico, ha portato a buoni frutti. Il fatto di essere riusciti a garantire la massima tutela alla popolazione, e in particolar modo alle fasce più deboli, in un contesto di incertezza di forti preoccupazioni, è un risultato importante per i cittadini del nostro Paese», ha dichiarato il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga.

    GUARDA IL VIDEO - Coronavirus, 636 morti: fra loro anche medico che lanciò allarme

  • Coronavirus, compagnie di crociera vietano l’imbarco ai cinesi

    Con il fermo dei voli da e per la Cina di molte compagnie aeree e di alcuni Paesi, la paura per la diffusione del coronavirus viaggia sempre più sul mare. E spinge due grandi compagnie di crociera - la Royal Caribbean e la Norwegian Cruise Line - ad adottare misure drastiche come il divieto di imbarco sulle proprie navi a tutti i potenziali passeggeri e membri d'equipaggio con passaporto cinese, di Hong Kong o di Macao.

  • Coronavirus: Di Maio, il 17enne resta bloccato a Wuhan


    «Purtroppo Niccolò, il ragazzo italiano di 17 anni che si trova a Wuhan, in Cina - scrive Di Maio su Facebook - oggi ha registrato ancora un po' di febbre e, malgrado sia risultato negativo ai test del Coronavirus per già due volte, non è potuto rientrare in Italia. Ho appena sentito la sua famiglia al telefono per rassicurarla del fatto che gli sarà dato tutto il supporto necessario. Ho sentito persone forti che chiedono solo di riabbracciare il proprio figlio». Al nostro ambasciatore a Pechino, ha scritto il titolare della Farnesina, «ho detto di assistere Niccolò e di dargli tutto l'aiuto di cui ha bisogno. In queste ore faremo ogni sforzo per riportare a casa Niccolò il prima possibile. Grazie a tutte le persone che stanno lavorando h24 per garantire ogni italiano all'estero e in patria».

  • Coronavirus: dieci cinesi a Bari in auto quarantena

    «Una decina di cittadini cinesi, rientrati a Bari e in provincia nei giorni scorsi dalla Cina, in particolare dalla città di Wenzhou, sta seguendo una procedura di auto-quarantena di 14 giorni» prevista dal protocollo di contenimento del contagio del Coronavirus. Lo spiega Peng Shen, portavoce dell'Associazione cinesi di Bari, sottolineando che «stanno tutti bene: l'ultimo di loro dovrebbe essere rientrato il primo febbraio». Shen, che insegna in un liceo pugliese, spiega che i cittadini cinesi a Bari e in provincia sono «circa quattromila, anche se è difficile stabilire un numero preciso: per ora - aggiunge - non mi risultano particolari casi di discriminazione a causa della paura scatenata dal virus». Shen ha sotolineato che è vero che «c’è stato un al calo delle vendite nelle attività gestite dai cinesi», e per questo suggerisce «di acquistare attraverso il web». «Voglio rassicurare tutti gli italiani - sottolinea - perché in Cina si sta facendo di tutto per tenere sotto controllo la situazione, e presto tutto questo finirà».

  • Coronavirus: 17enne ha la febbre, partenza a rischio

    Lo studente 17enne di Grado in attesa di essere evacuato da Wuhan a bordo del volo britannico con altri 8 italiani presenta di nuovo qualche linea di febbre e rischia di rimanere ancora bloccato in Cina. Lo si apprende da fonti informate. Già lunedì scorso al ragazzo fu impedito di prendere il volo dell'Unità di Crisi della Farnesina con gli altri 56 connazionali per le stesse ragioni.

  • Coronavirus, Salvini: «Chiedano scusa ai governatori Lega»

    «Anche il ministero alla fine ha deciso: niente scuola per gli studenti di ritorno dalla Cina, che possono stare a casa giustificati. I governatori della Lega, insultati da qualche fesso di sinistra per giorni, allora avevano ragione e aspettano le scuse di chi li ha accusati di allarmismo è razzismo: prevenire è meglio che curare», ha dichiarato il segretario della Lega Matteo Salvini.

  • Coronavirus, presidi: «Al personale sanitario il controllo dei sintomi»

    «Per quanto è dato di sapere - ha spiegato il presidente dell’Associazione nazionale presidi, Antonello Giannelli - il personale sanitario provvederà in questi casi a rilevare lo stato febbrile e gli altri eventuali sintomi, e questo costituisce un deciso miglioramento rispetto a quanto previsto dalla precedente circolare che affidava il monitoraggio al personale scolastico». Il ministero della Salute, nel ribadire che il diritto all'istruzione ed alla frequenza scolastica è inviolabile, se non in presenza di «evidenti e conclamate controindicazioni di carattere sanitario», afferma, ricordano i presidi, «anche di essere favorevole alla autonoma scelta delle famiglie di decidere la permanenza volontaria fiduciaria a casa dei ragazzi interessati. Ancora una volta - continua Giannelli - si fa affidamento sulla affidabilità dei dirigenti scolastici e sul loro senso di responsabilità per impedire che un rischio ancora oggi molto contenuto possa amplificarsi e minacciare la popolazione».

  • Coronavirus, Fontana: «Nostro buonsenso ha prevalso»

    «Apprezziamo la decisione del ministero della Salute di aggiornare la circolare per le scuole che recava indicazioni per la gestione degli studenti e dei docenti di ritorno o in partenza verso zone affette dalla Cina. Il buonsenso auspicato da me e dai colleghi di Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino ha avuto il sopravvento». Così il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, commenta l'aggiornamento della circolare ministeriale per le scuole, annunciato dal ministero della Salute oggi. «Ringrazio il ministro Speranza per aver ascoltato le istanze del territorio - ha aggiunto Fontana - non lasciandosi condizionare da quei 'sepolcri imbiancati' che hanno voluto strumentalizzare la nostra richiesta, mossa dall'unico obiettivo di garantire la massima tutela e precauzione possibile per la salute e incolumità dei nostri bambini e ragazzi».

    GUARDA IL VIDEO - Coronavirus, un italiano positivo. Restano chiusi i voli con Cina

  • Coronavirus: Tokyo prepara misure a sostegno turismo

    Il governo giapponese ha allo studio misure a sostegno dell'industria del turismo per fronteggiare l'emergenza causata dal coronavirus e migliorare l'accesso a informazioni. Lo rivelano all'agenzia Kyodo fonti a conoscenza del dossier. Il governo di Tokyo stanzierà fra l'altro aiuti finanziari per gli operatori turistici di piccole e medie dimensioni, e per i settori che più sono stati penalizzati dal crollo delle presenze dei turisti cinesi. A riguardo l'esecutivo guidato dal premier Shinzo Abe ha già detto che intende accedere ai fondi di riserva del budget statale per l'anno fiscale in corso, e coadiuvare gli aiuti economici tra i diversi ministeri. Prima dell'emergenza coronavirus i viaggiatori cinesi rappresentavano il 30% di tutti i turisti stranieri nell'arcipelago giapponese, contribuendo a oltre il 35% del totale delle spese nel settore delle attività turistiche.
    caso».

  • Coronavirus, Gallera, assessore Lombardia: «Fondati timori governatori Nord»

    «Le nuove indicazioni diramate poco fa dal ministero della Salute sulla sorveglianza attiva degli studenti provenienti dalla Cina, che favoriscono la loro permanenza volontaria a casa, sono importanti e significative, e dimostrano che le preoccupazioni espresse pochi giorni fa dai Governatori e in particolare dal presidente Attilio Fontana erano assolutamente fondate, correnti e pertinenti». Lo ha detto l’assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera. «Siamo pronti ad attuare le direttive ministeriali con grande senso di responsabilità e leale collaborazione come abbiamo sempre fatto in precedenza, a tutela della salute pubblica e a beneficio della sicurezza dei cittadini».

  • Coronavirus: presidi, ora nuove istruzioni per scuole

    «L’aggiornamento delle misure precauzionali di contrasto alla diffusione del coronavirus, deciso dal ministero della Salute, prevede che il ministero della Istruzione dirami a sua volta nuove istruzioni alle scuole». Secondo il presidente dell’Associazione nazionale presidi, Antonello Giannelli, «sembra che i dirigenti scolastici saranno chiamati ad attivare il Dipartimento di prevenzione della Asl di riferimento ma solo su segnalazione delle singole famiglie di alunni e studenti tornati dalle regioni cinesi interessate dal contagio nei 14 giorni precedenti».

    Che cosa sono i coronavirus
  • Coronavirus: due scuole chiuse in Alta Savoia per test

    Due scuole in Alta Savoia, frequentate da un bambino britannico di nove anni che è uno dei cinque nuovi casi di Coronavirus annunciati oggi dalle autorità francesi, rimarranno chiuse la prossima settimana per essere sottoposte a test e verifiche. Lo riferiscono le autorità locali.

  • Coronavirus:l'11/2 audizione Speranza in bicamerale Schengen

    Martedì 11 febbraio, alle ore 14.30, presso l’Aula del II piano di Palazzo San Macuto, il Comitato parlamentare di controllo sull’attuazione dell’accordo di Schengen, di vigilanza sull’attività di Europol, di controllo e vigilanza in materia di immigrazione, svolge l’audizione del ministro della Salute, Roberto Speranza, sulle misure di sicurezza, sotto il profilo sanitario, adottate alle frontiere esterne dello spazio Schengen, con particolare riferimento alla diffusione del coronavirus. L’appuntamento viene trasmesso in diretta webtv.

  • Coronavirus: Lega, bicamerale valuterà sospendere Schengen

    «Sarà un appuntamento cruciale quello che vedrà il Ministro della Sanità, Roberto Speranza, relazionare martedì 11 Febbraio alle ore 14.30 presso Palazzo San Macuto sulle misure in campo per contenere l’epidemia del Coronavirus. Un’audizione richiesta dal Comitato Bicamerale Schengen, Europol e Immigrazione non solo per monitorare sullo stato attuale delle iniziative governative, ma anche per valutare se ricorrano le condizioni per procedere ad una temporanea sospensione dell'accordo di libera circolazione europea al fine di poter controllare con maggior efficacia dal punto di vista sanitario ogni ingresso nel nostro Paese». Così Eugenio Zoffili, deputato della Lega e presidente del Comitato parlamentare di controllo sull’attuazione dell’accordo di Schengen.

  • Coronavirus: alunni da Cina possono stare a casa

    Monitoraggio con «permanenza volontaria a casa» per la «puntuale verifica della febbre e dei sintomi tipici del nuovo coronavirus 2019-nCoV» rivolto a bambini e studenti, di ogni nazionalità, che nei 14 giorni precedenti il loro arrivo in Italia siano stati nelle aree della Cina interessate dall’epidemia. Lo prevede l’aggiornamento da parte del ministero della Salute della circolare per le scuole ispirata «al principio di massima precauzione». Le assenze sono giustificate.

  • Coronavirus:Ordini medici,reclutata task-force per aeroporti

    Sono stati trovati e reclutati «in meno di una settimana i giovani medici, per la maggior parte Corsisti e Medici di Medicina Generale, che presteranno la loro opera negli aeroporti di Torino, Bologna, Firenze, Napoli, Bari e Brindisi. I controlli sui passeggeri in arrivo verranno estesi infatti a questi scali, dopo quelli di Roma e di Milano». Ad annunciarlo, durante l’ultimo Consiglio nazionale, il presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, Fnomceo, Filippo Anelli, che lo ha ripetuto oggi in occasione del Consiglio nazionale Fimmg, la Federazione dei Medici di Medicina Generale.

  • Coronavirus: video mostra sospetti malati trascinati da casa

    Gente portata a forza fuori da casa a Wuhan e rinchiusa in “campi” di quarantena da agenti in tute antisettiche, come anche una donna trascinata per i piedi fuori da un supermercato perché sorpresa senza mascherina protettiva e messa in isolamento: è quanto si vede in filmati che stanno circolando su alcuni media, in particolare sui siti di alcuni tabloid britannici, che - come il Daily Mail - titolano “Arresti in massa per il virus cinese”. In uno di questi filmati si vedono tre persone trascinate da agenti in tuta bianca e una di esse, che rifiutava di muoversi, portata di peso da quattro agenti per mani e piedi.

  • Coronavirus: Di Maio, non è il momento delle polemiche

    «Voglio dirlo chiaramente: questo non è e non deve essere il momento delle polemiche o delle strumentalizzazioni. È doveroso agire in maniera compatta, con serietà e professionalità, pensando solo ed esclusivamente al bene dei nostri cittadini»: lo scrive il ministro degli Esteri Luigi Di Maio in un post su Facebook sull’emergenza coronavirus.

  • Coronavirus: rientro italiani possibile con triangolazioni

    Partirà da Wuhan a mezzanotte e mezza di domenica 9 febbraio (ora locale) per arrivare in Gran Bretagna alla base Raf di Brize Norton alle 4:15 locali dello stesso giorno - informa una nota del Dipartimento della Protezione civile- un volo organizzato dal Governo inglese con a bordo anche i nostri nove connazionali che si trovano nella provincia di Hubei. Ad attenderli nella base inglese ci sarà un volo organizzato dal Coi-Difesa e coordinato dall’Unità di crisi della Farnesina. Dopo un primo screening sanitario, i passeggeri saranno trasferiti a Pratica di Mare. Insieme ai cittadini italiani viaggeranno anche 2 cittadini greci, 7 danesi e 4 svedesi. Dalla nostra base militare i 13 cittadini stranieri proseguiranno il viaggio verso i propri Paesi mentre gli italiani saranno trasportati presso l’ospedale militare del Celio per essere sottoposti ad un periodo di quarantena.

    Coronavirus, a Fiumicino i nuovi termoscanner: ecco come funzionano
  • Coronavirus: italiani in Cina, riaprite i voli da Hong Kong

    Un appello a riaprire i voli e i collegamenti diretti verso la Cina iniziando da Hong Kong viene lanciato oggi dalla comunità degli italiani residenti nella metropoli asiatica e nella vicina Macao. Questa disposizione - dicono alcuni di loro all’agenzia Ansa - è veramente «una sciocchezza, perché attraverso vari scali, la gente, se vuole, dalla Cina in Italia ci arriva». Inoltre, «chiudere i voli diretti mette gli italiani che stanno a Macao e a Hong Kong più in pericolo. I rischi aumentano perché ci obbligano a prendere più voli, ad attraversare più Paesi, più aeroporti, ad entrare in contatto con più persone. E quindi questo mette più a rischio i cittadini italiani che devono tornare a casa. Tutto questo - spiegano gli italiani in Cina - già sarebbe sufficiente per cancellare questa sciocchezza e rimettere i voli diretti. Inoltre - spiegano in particolare i residenti italiani a Hong Kong e Macao - da oggi chi arriva a Hong Kong dalla Cina viene messo in quarantena per 15 giorni».

  • Coronavirus: stabili condizioni coppia turisti cinesi

    «I due cittadini cinesi provenienti dalla città di Wuhan, positivi al test del nuovo coronavirus, sono tuttora in terapia intensiva. Le loro condizioni cliniche permangono stabili, con parametri emodinamici invariati». È quanto emerge dal nuovo bollettino medico dell’ospedale Spallanzani. «Continua il trattamento antivirale con il farmaco remdesivir. La prognosi è tuttora riservata», prosegue l’ospedale.

  • Coronavirus:donna in quarantena portata a Spallanzani

    Trasferimento precauzionale allo Spallanzani per uno dei 56 rimpatriati da Wuhan e in quarantena alla Cecchignola. Si tratta - riferisce una nota del ministero della Salute - «di una donna con sola congiuntivite. Sebbene negativa al test di nuovo coronavirus 2019-nCoV, è stata trasferita, a titolo precauzionale, all'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma per ulteriori accertamenti», riferisce ancora il ministero.

  • Coronavirus: contro pregiudizio menù cinese in 56 scuole

    Contro il pregiudizio nelle scuole della Piana fiorentina si mangia cinese: accadrà il 13 febbraio in 56 istituti serviti da Qualità&Servizi, l’azienda pubblica che eroga il servizio mensa per i comuni di Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Signa e Calenzano. Oltre settemila i bambini coinvolti nell’iniziativa, promossa in segno di solidarietà verso la comunità cinese.

  • Coronavirus: Spallanzani,italiano in buone condizioni


    «È in buone condizioni generali con quadro clinico invariato» l’italiano positivo al Coronavirus trasferiti allo Spallanzani due giorni fa. È quanto emerge dal nuovo bollettino medico. «Persiste lieve febbricola e iperemia congiuntivale in fase di risoluzione» continua l’ospedale.

  • Coronavirus: Cina indica pangolino come possibile fonte virus

    Dopo i serpenti il pangolino: potrebbe essere questo l’animale selvatico nel quale il coronavirus dei pipistrelli potrebbe essere mutato e diventato capace di aggredire l’uomo. A puntare l’indice su questo piccolo mammifero simile a un formichiere e minacciato di estinzione, nonché vittima di traffici illeciti, è la ricerca condotta in Cina da Shen Yongyi e Xiao Lihua, entrambi della South China Agricultural University (Scau) di Guangzhou. La ricerca, basata su dati genetici, al momento è pubblicata soltanto sul sito dell’università cinese ed è questo uno dei motivi per cui è stata accolta con perplessità dalla comunità scientifica internazionale.

  • Coronavirus: Speranza, 13/2 riunione ministri Salute Ue

    È stata convocata per il 13 febbraio a Bruxelles, su richiesta dell’Italia, la riunione dei ministri della Salute dell’Unione Europea. Lo ha annunciato questa mattina il ministro della Salute, Roberto Speranza, alla task force sul Coronavirus 2019-nCov.

  • Coronavirus: Sala, auspico riapertura voli prima fine aprile

    «Capisco la decisione del governo italiano di chiudere i voli» da e per la Cina «ma mi auguro che si possa riaprire prima del previsto, che adesso è la fine aprile». Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, aprendo l’appuntamento della colazione con i cittadini che questa volta si tiene in via Sarpi, nella Chinatown milanese, al Centro culturale cinese. «Non ho conoscenze per capire quanto la situazione sia grave e la misura possa funzionare ma è un auspicio, - ha aggiunto - e la misura d’altro canto è stata presa perché il problema c’è».

  • Coronavirus: 9 italiani via da Wuhan su aereo Gb

    Nove italiani saranno evacuati da Wuhan nel pomeriggio a bordo di un aereo britannico che trasporterà anche cittadini di altri paesi europei. Tra i nove connazionali c’è anche lo studente 17enne di Grado che era rimasto bloccato in città. Il volo Gb arriverà alla base della Raf di Brizenorton, vicino Londra, da dove i connazionali verranno prelevati da un aereo italiano che arriverà a Pratica di Mare. L’operazione viene coordinata dall’Unità di crisi della Farnesina. I nove saranno poi trasferiti all'ospedale militare del Celio per la quarantena.

  • Coronavirus: 5 nuovi casi confermati in Francia

    Cinque nuovi casi di persone colpite dal coronavirus sono stati confermati in Francia. Le loro condizioni non sono gravi, ha precisato la ministra della Salute Agnes Buzyn nel dare la notizia. Si tratta di quattro adulti e di un bambino. Salgono così a 11 in casi in Francia. Solo uno di questi pazienti è in condizioni critiche.

  • Virus Cina, allarme Coldiretti, Pechino blocca il made in Italy

    Dalle mele alle pere fino alle carni bovine e al riso, le frontiere cinesi sono chiuse a molti prodotti del Made in Italy perchè il gigante asiatico frappone ostacoli per motivi sanitari e chiede assicurazioni sulla assenza di patogeni (insetti o malattie) non presenti sul proprio territorio con estenuanti negoziati e dossier che durano anni e che affrontano un prodotto alla volta. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti in riferimento alla richiesta delle Autorità cinesi di riaprire alcuni collegamenti aerei tra Italia e Cina bloccati con l'emergenza coronavirus.

    Che cosa sono i coronavirus
  • Coronavirus: 43enne ha influenza,al momento escluso contagio

    Escluso per il momento il contagio da Coronavirus per il 43enne della provincia di Chieti ricoverato da ieri pomeriggio, 7 febbraio, nel reparto di malattie infettive del policlinico Santissima Annunziata. L’uomo è risultato positivo al test dell’influenza di tipo A. Lo comunica il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute della Regione
    Abruzzo.

    LA MAPPA DEL CONTAGIO

    Lo hanno stabilito le analisi eseguite nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara, che ha trasmesso i risultati nel corso della notte. Un altro campione biologico, come previsto dai protocolli ministeriali, è stato inviato contemporaneamente all’Istituto Superiore di Sanità e si resta in attesa del secondo responso per confermare definitivamente la diagnosi di non contagio da Coronavirus. L’uomo, dunque, resta ricoverato precauzionalmente in sorveglianza sanitaria.

  • Coronavirus: 724 i morti totali, fra essi il primo straniero

    I morti del coronavirus sono saliti, a livello globale, a 724, di cui 722 solo in Cina, 86 in più rispetto a ieri, 7 febbraio: tra questi c’è il cittadino americano di 60 anni, primo straniero deceduto in un ospedale di Wuhan il 6 febbraio. Gli altri due casi sono stati registrati, rispettivamente, a Hong Kong e nelle Filippine. Un giapponese di circa 60 anni è deceduto oggi per una grave polmonite a Wuhan, città dell’epicentro dell'epidemia: malgrado i sospetti sul coronavirus, il ministero degli Esteri di Tokyo ha detto che nessuna conclusione finale poteva essere raggiunta. Nel briefing online con i media di giovedì, la portavoce del ministero degli Esteri cinese Hua Chunying aveva parlato di 19 stranieri contagiati, di cui due guariti e 17 curati in isolamento.

  • Coronavirus: Hong Kong impone quarantena per chi entra

    Hong Kong si è data nuove regole per contenere l’epidemia di coronavirus e ha imposto 14 giorni di quarantena per chiunque entri nel territorio semiautonomo dalla Cina continentale, con rischio di finire in carcere per chi la violi. I visitatori, fanno sapere le autorità citate da Bbc, potranno isolarsi in albergo o in centri gestiti dal governo, i residenti nelle loro case. Chi viene sorpreso in pubblico durante la quarantena rischia una multa e una condanna detentiva.

  • Coronavirus, prima vittima straniera: è un americano

    Prima vittima straniera del coronavirus. Si tratta di un 60enne americano deceduto in un ospedale di Wuhan. La conferma è arrivata dall’ambasciata statunitense a Pechino. Il numero dei morti sale così a 722, con i contagiati che sfiorano i 35.000. Altri tre casi di positività anche sulla nave da crociera all’ancora in Giappone, a bordo della quale ci sono anche 35 italiani. I contagiati sono due statunitensi e un cinese

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...