ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùle conseguenze

Coronavirus, scuole e università chiuse fino al 3 aprile in Lombardia e 14 province, fino al 15 marzo nel resto d’Italia

Il Dpcm firmato dal presidente del consiglio Giuseppe Conte prolunga la chiusura delle scuole e università fino al 3 aprile in Lombardia e nelle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia

di Francesca Barbieri

Coronavirus, come cambia il calendario scolastico con l’emergenza

Il Dpcm firmato dal presidente del consiglio Giuseppe Conte prolunga la chiusura delle scuole e università fino al 3 aprile in Lombardia e nelle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia


1' di lettura

Scuole e università chiuse fino al 3 aprile in tutta la Lombardia e nelle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia. Chiusura invece confermata fino al 15 marzo nel resto d’Italia. Lo prevede il decreto della presidenza del consiglio dei ministri firmato nella notte dell’8 marzo dal premier Giuseppe Conte che entrerà in vigore oggi 8 marzo e sono efficaci, salve diverse previsioni contenute nelle singole misure, fino al 3 aprile 2020). Nel resto del territorio nazionale, invece, sono sospesi fino al 15 marzo i servizi educativi per l’infanzia, le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado e quelli delle università.

Attività scolastica a distanza
Il Dpcm precisa - per tutta Italia - che sono ammesse le attività formative a distanza a esclusione dei corsi per i medici in formazione specialistica e dei corsi di formazione specifica in medicina generale nonchè delle attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie. Per mantenere il distanziamento sociale, viene esclusa qualsiasi altra forma di aggregazione alternativa. Sospese le riunioni degli organi collegiali in presenza. «Gli enti gestori - si legge nel decreto - provvedono ad assicurare la pulizia degli ambienti e gli adempimenti.

Loading...

Inoltre sono sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

Per approfondire
Coronavirus: scuola, smart working anche per le segreterie. Come sarà la didattica a distanza

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti