USA

Coronavirus ultime notizie,Trump: ci saranno molti morti, situazione incredibile. Sanchez insiste su coronabond. Oms, sempre più giovani malati

In Spagna 124.736 casi e 11.744 vittime
Oltre 7mila morti negli Usa. Trump: no a un ordine nazionale di restare a casa
Germania terza dopo Italia e Spagna per contagi in Europa: sono 91.159 e 1.275 morti
Che cosa è successo ieri 3 aprile nel mondo



  • Usa, 8.000 vittime. Trump: molti morti nelle prossime settimane

    “Ci saranno molti morti nelle prossime settimane”: lo ha detto il presidente americano parlando al briefing quotidiano con la stampa della task force anticoronavirus della Casa Bianca. Gli ultimi dati Usa parlano di oltre 8.000 vittime e oltre 300 mila casi di contagio. “E' una situazione incredibile, non si è mai vista una cosa simile”, ha aggiunto Trump che dice che la prossima sarà la settimana piu dura.

  • Afp: Europa paga il prezzo di vite più alto


    Sono più di 45mila i morti in Europa per il coronavirus, secondo un conteggio della France Presse. L'85% delle 46.033 vittime si registra in Italia (15.362), Spagna (11.744), Francia (7.560) e Regno Unito (4.313). L'Europa è il continente che paga il prezzo più alto in termini di morti.

  • Aumento dei casi contenuto in in Tunisia e Algeria

    In Algeria, 1252 contagiati e 130 decessi l'ultimo bilancio del coronavirus nel Paese nordafricano. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Algeri in un comunicato della Commissione speciale per monitorare il diffondersi della malattia, precisando che 90 pazienti hanno potuto lasciare l'ospedale essendo guariti e altri 626 sono attualmente trattati con un farmaco alla clorochina in varie strutture del Paese. La Tunisia registra altri 50 nuovi contagi da coronavirus che portano a 553 il totale dei casi confermati nel Paese. Lo rende noto in un comunicato il ministero della Sanità di Tunisi precisando che i decessi ufficiali sono ormai 19. Sono invece 508 le persone in quarantena, ancora in osservazione.

    A Madrid un applauso al personale sanitario degli ospedali della capitale sotto assedio Covid19
  • Stato di New York: 630 morti in un giorno


    Nello stato di New York sono morte sabato 4 aprile 630 persone, comunica il governatore Andrew Cuomo, il giorno peggiore dello stato. Il totale dei decessi dello stato che include la citta di New York è 3,565 persone.

  • Bosnia, muore dirigente della Croce Rossa


    In Bosnia-Erzegovina è salito a 615 il numero dei contagi da coronavirus, con 19 decessi. Fra le vittime del Covid-19, riferiscono i media, figura Djoko Mihajlovic (62 anni), segretario generale della Croce Rossa nella Republika Srpska (Rs), l'entità del Paese a maggioranza serba. Sempre secondo i media locali, stanno arrivando in questi giorni a Banja Luka, capoluogo della Republika Srpska, componenti ed equipaggiamenti di un ospedale da campo acquistato dal governo della Rs. Tale ospedale da campo, che dovrebbe accogliere i malati meno gravi di Covid-19 e alleggerire quindi la pressione sulle esistenti strutture ospedaliere, è costato quasi due milioni di euro. Avrà una superficie di 6.000 metri quadri e una capacità di 500 posti letto. Sia in Republika Srpska che nella Federazione croato-musulmana (Bh), l'altra entità della Bosnia Erzegovina, tra le misure restrittive per l'emergenza coronavirus vige un coprifuoco notturno dalle 20 alle 5.

  • Regno Unito, bimbo di 5 anni fra ultime vittime


    C'è un bimbo di appena 5 anni, di cui non è stato al momento precisato il sesso, fra le ultime vittime del coronavirus in Gran Bretagna, secondo dati resi noti oggi dall'NHS England, la sezione inglese del servizio sanitario
    nazionale del Regno. Si tratta del secondo bambino, il più giovane in assoluto nel Paese, dopo il 13enne Ismail Mohamed Abdulwahab, deceduto nella zona sud di Londra e sepolto ieri. I contagi da Covid-19 fra i giovani e i minorenni restano un'eccezione statistica, stando ai dati globali sull'epidemia, ma si stanno moltiplicando in cifra assoluta.
    Nei giorni scorsi una bambina di 5 anni, con problemi di salute pregressi, era morta anche in Italia, a Vipiteno, secondo quanto annunciato da un ospedale della zona dell'Alto Adige.

  • Trump: altri soldi per le piccole imprese

    Nel disperato tentativo di aiutare tutta l’economia americana, il presidente Trump, ondivago sulle misure di sicurezza sanitaria, ha dichiarato che ha l’intenzione di chiedere al Congresso altri soldi - oltre il pacchetto di 2mila miliardi - per aiutare le piccole aziende . Aiuto che si dovrebbe concretizzare in prestiti se le somme già disposte finiranno.

    Jogging con mascherina a Woolwich, Gran Bretagna
  • Sanchez: non rinuncio a coronabond

    La Spagna non rinuncia all’idea degli eurobond, dichiara il premier spagnolo Pedro Sanchez. Gli eurobond sono una battaglia che unisce Spagna e Italia a cui non si oppone la Francia, mentre si oppongono i Paesi del Nord Europa in primis Germania e Olanda. Anche il presidente dell’Eurogruppo Mario Centeno ha detto in una intervista a Repubblica che gli eurobond sono lo strumento adeguato per combattere la peggiore recessione europea degli ultimi 70 anni. La cruciale riunione dell’Eurogruppo con al centro anche l’ipotesi eurobond in programma il prossimo 7 aprile.

  • Francia ordina 2 miliardi mascherine


    La Francia continua i suoi sforzi per equipaggiarsi adeguatamente di mascherine e gli ordini presso fabbricanti in Cina ammontano a 2 miliardi di esemplari: lo ha detto il ministro della Salute, Olivier Veran, confermando notizie già diffuse nei giorni scorsi. “Gli ordini di maschere - ha precisato - sono molto più alti rispetto a quello che riceviamo” e sono sottoposti a “una competizione mondiale”. Ma la Francia, parallelamente, sta anche rafforzando la sua produzione nazionale di maschere di protezione contro il coronavirus. Rispondendo a una domanda sul cambiamento di metodo rispetto a quanto raccomandato in precedenza sull'inutilità per le persone sane di indossare la mascherina, Véran ha risposto: “Dobbiamo essere capaci di produrre maschere per persone che non lavorano nel settore sanitario, che sono persone in seconda linea, a contatto con il pubblico. Ma anche di poter proporre domani a tutti di indossare una protezione... ne stiamo discutendo con il comitato scientifico, gli esperti in virologia, le agenzie sanitarie. Abbiamo chiesto loro di rivalutare le direttive. E' tutto in costante evoluzione”.

  • Gran Bretagna, recordo di 708 morti in un giorno


    Nuovo record di 708 morti in più in 24 ore negli ospedali del Regno Unito per coronavirus (contro i 684 indicati ieri), secondo gli ultimi dati aggiornati del ministero della Sanità britannico diffusi oggi. I decessi totali registrati salgono a 4.313, mentre i contagi passano da 38.168 a
    41.903, con un incremento giornaliero di poco più di 3700 inferiore rispetto ai 4.450 di ieri. I test eseguiti nel Paese toccano infine i 183.190, con un ritmo quotidiano che scende seppur di poco sotto quota 10.000.

  • Portogallo, plateau alla fine di maggio


    Il Portogallo ha confermato 10.524 casi e 266 morti, con le autorità sanitarie che si aspettano il plateau, ovvero l’aumento stabile dei casi che dovrebbe precedere il calo, alla fine di maggio.

  • Oltre 60.000 morti nel mondo


    Sono 60.115 le vittime del coronavirus in tutto il mondo, secondo i dati raccolti dalla Johns Hopkins University. Italia, Usa e Spagna sono i Paesi più colpiti per numero di morti.

  • Cina, morti quasi 100 agenti e ausiliari


    Il ministero cinese della Pubblica Sicurezza ha dichiarato che 60 agenti di polizia e 35 agenti di polizia ausiliari sono morti in servizio dall'inizio
    dell'epidemia di Covid-19. Gli agenti, otto dei quali provenivano dalla provincia di Hubei, avevano lavorato in prima linea nella lotta contro il
    coronavirus, rintracciando pazienti positivi o i loro contatti stretti o indagando su truffe legate a forniture anti-virus, ha detto il ministero.

  • Cina, zone high-tech fondamentali per ripresa


    Le 169 zone high-tech della Cina stanno svolgendo un ruolo di primo piano nella ripresa del lavoro mentre l'epidemia di coronavirus perde terreno nel Paese, con il 79% delle loro imprese che ha ripreso la produzione, ha detto ieri un funzionario del Ministero della Scienza e della Tecnologia cinese. Tra tutte le imprese, il 94,2 per cento di quelle con un fatturato annuo di oltre 20 milioni di yuan ha ripreso a lavorare dal primo aprile, ha dichiarato Bao Xianhua, direttore del dipartimento di commercializzazione della ricerca e innovazione del ministero in una conferenza stampa. Un totale di 35 zone nazionali high-tech hanno visto tutte le loro impreseriprendere la produzione, ha detto Bao.

  • Prima vittima in Kuwait, in totale 479 casi


    Il Kuwait ha registrato la sua prima vittima per coronavirus su 479 casi confermati, ha annunciato oggi il ministero della salute, citato da al Arabiya online. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 62 nuovi casi, oltre a 11 guarigioni, ha reso noto la stessa fonte, precisando che 17 persone sono nel reparto di terapia intensiva mentre 93 in totale sono guarite. Il Kuwait ha applicato diverse misure precauzionali il mese
    scorso per rallentare la diffusione del coronavirus, incluso un coprifuoco giornaliero di 11 ore dalle 17 alle 4 del mattino. Chiunque venga sorpreso a infrangere il coprifuoco verrà incarcerato per un massimo di tre anni e multato per 32 mila dollari.

  • La Spagna proroga il lockdown fino al 26 aprile


    Il governo spagnolo ha deciso di prorogare di due settimane, fino al 26 aprile, le misure restrittive introdotte per contrastare la diffusione del
    coronavirus. Lo scrive El Pais. Il premier Pedro Sanchez ha preso la decisione dopo aver consultato il comitato scientifico responsabile per analizzare i dati sull'evoluzione dell'epidemia. E' la terza proroga di 15 giorni cui fa ricorso Madrid e anche in questo caso il provvedimento è soggetto all'approvazione del Congresso.

  • Giappone, in campo SoftBank per lo stato di emergenza


    Oltre l’80% di chi ha risposto su Twitter al sondaggio lanciato da Masayoshi Son, ceo di SoftBank sostiene la dichiarazione di stato di emergenza per combattere il coronavirus, mentre Tokyo supera per la prima volta quota cento casi a Tokyo.

  • Svizzera, 56 morti in un giorno


    Il bilancio dei morti in Svizzera ha raggiunto 540, riferisce l’agenzia pubblica per la salute, ieri erano 484.

  • Romania, oltre 3.600 contagi e 141 decessi


    In Romania sono stati registrati 430 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, con il totale salito a 3.613, mentre i decessi sono finora 141,
    25 nell'ultimo giorno. La Romania è il Paese della regione balcanica con il bilancio più pesante in termini di contagi e vittime. Intanto, la polizia ha denunciato un infermiere dell'ospedale Floreasca di Bucarest, che adesso rischia un processo penale, per aver sottratto 2 mila mascherine e diverse bottigliette di disinfettanti dal nosocomio in cui lavorava.

  • Gentiloni: servono bond comuni, il Mes light non basta

    Per sostenere la ripresa servono bond comuni “emessi per uno specifico scopo e come misura one-off destinata a rispondere esclusivamente a queste circostanze eccezionali. Penso che la Germania e gli altri Paesi del Nord lo potranno accettare”. Lo ha detto il commissario Ue all'economia Paolo Gentiloni in un'intervista pubblicata oggi sul quotidiano tedesco Die Welt. “Il Mes senza condizioni può essere uno strumento utile, ma solo uno tra molti”, ha aggiunto.

  • La Gran Bretagna si prepara a rilasciare 4.000 detenuti

    Un piano per il rilascio di 4000 detenuti dai penitenziari britannici è stato messo a punto dal governo di Boris Johnson per far fronte all'emergenza coronavirus e alleggerire l'affollamento carcerario, come anticipa oggi la Bbc. Il provvedimento, per ora riservato a Inghilterra e Galles, esclude comunque dalla libertà anticipata i reclusi condannati per crimini violenti o reati gravi. Al momento, secondo il ministero della Giustizia, sono stati registrati 88 contagi da Covid-19 in 29 prigioni del Regno.

  • Spagna: 124.736 casi e 11.744 vittime

    Il numero di malati di coronavirus è arrivato oggi in Spagna a 124.736, in aumento dai 117.710 contagiati di ieri. Le vittime salgono a 11.744 dalle 10.935 di ieri: 809 nelle ultime 24 ore.

    Ronda, Spagna (Afp)
  • Gran Bretagna verso la rimozione del blocco a fine maggio

    È improbabile che la Gran Bretagna proroghi le sue rigide regole di blocco fino alla fine di maggio, ha detto oggi un importante consigliere del governo, avvertendo che la diffusione del coronavirus deve comunque prima rallentare e devono essere introdotti test intensivi. Al momento, il governo ha chiuso pub, ristoranti e quasi tutti i negozi, ordinando alle persone di rimanere a casa a meno che non fosse assolutamente necessario. L’ordine ha la finalità di frenare la diffusione di Covid-19 nel Paese, che ha quasi 40.000 casi confermati e 3.605 morti.

    (Afp)

    “Vogliamo passare a una situazione in cui almeno entro la fine di maggio siamo in grado di sostituire il blocco completo che abbiamo ora con alcune misure meno intensive, più basate su tecnologia e test” ha detto Neil Ferguson, uno dei principali professori di biologia matematica all'Imperial College di Londra alla BBC Radio.

    Inizialmente la Gran Bretagna ha adottato un approccio minimale verso l’epidemia, ma il primo ministro Boris Johnson ha cambiato rotta e ha imposto severe misure di distanziamento sociale dopo che la modellistica di Ferguson aveva mostrato che un quarto di milione di persone nel Paese avrebbero potuto morire.

  • Bri: la paura che le banconote trasmettano il virus incrementerà i pagamenti digitali

    La paura che le banconote possano trasmettere il coronavirus incrementerà i pagamenti digitali, anche se i rischi di trasmissione del contagio sono minori rispetto a quelli nel digitare il pin della carta che, per essere sicura, dovrebbe essere contactless. Lo afferma un paper della Bri, la banca centrale delle banche centrali con sede a Basilea secondo cui l'aumento dell'uso del digitale “potrebbe aprire un solco nell'accesso agli strumenti di pagamento e impattare negativamente sugli anziani e chi non ha un conto corrente”.

  • Corea del Sud, 94 nuovi casi. Il totale sale a 10.156

    La Corea del Sud ha riportato 94 ulteriori casi di coronavirus in 24 ore, portando il totale a 10.156, secondo una dichiarazione del ministero della salute.

  • Cina: 64 nuovi casi, di cui 26 importati

    La Cina ha segnalato 64 nuovi casi asintomatici, 26 dei quali sono stati importati. La nazione ha riportato in totale 19 nuovi casi di virus e quattro decessi, tutti avvenuti a Hubei. Il numero di casi rimanenti negli ospedali è di 1.562.

  • Germania: le morti salgono a 1.275, i contagi sono 91.159

    Il numero di decessi per coronavirus e di casi confermati in Germania è aumentato ulteriormente, un giorno dopo che il presidente dell'Istituto Robert Koch Lothar Wieler ha avvertito che il Paese potrebbe aver ancora bisogno di ulteriore spazio di terapia intensiva anche dopo aver aumentato la capacità di oltre il 40% dall'inizio dell'epidemia.

    Le morti sono aumentate di 168, facendo arrivare il totale a 1.275. 91.159 persone sono infette: 6.365 in più nelle ultime 24 ore. La Germania è terza in Europa dopo Italia e Spagna per numero di contagi. Il tasso di mortalità nella più grande economia europea è stato ben al di sotto dei livelli osservati in Italia e Spagna, ma i funzionari governativi e gli esperti sanitari insistono che è troppo presto per allentare le regole di allontanamento sociale e le restrizioni sui trasporti.

    Angela Merkel è tornata nel suo ufficio ieri dopo una quarantena di 12 giorni. Almeno tre test hanno dimostrato che la cancelliera, 65 anni, non aveva coronavirus. Parlando al pubblico per la prima volta dopo quarantena, ha esortato i cittadini a continuare a ridurre al minimo i contatti sociali durante le vacanze di Pasqua.

  • Oms: un crescente numero di persone giovani si sta ammalando

    Un crescente numero di persone giovani o comunque sotto i 60 anni si sta ammalando gravemente o sta morendo a causa del coronavirus: lo ha detto Maria Van Kerkhove, responsabile tecnico del programma per le emergenze dell'Oms, secondo quanto riporta l'Independent. “Stiamo vedendo un maggior numero di persone più giovani gravemente malate”, ha affermato l'esperta. “Nel complesso gran parte delle persone affette gravemente da questa malattia e ricoverate nei reparti di terapia intensiva sono più anziane e sono persone con malattie pregresse - ha proseguito -. Ma in alcuni Paesi stiamo vedendo individui sulla trentina, la quarantina e la cinquantina che vengono ricoverati in terapia intensiva e muoiono”. Come è noto, il virus non risparmia nemmeno i bambini. Finora, tra gli altri, un bimbo è morto negli Usa, uno nel Regno Unito e una bambina in Belgio. Inoltre, un neonato è morto nello Stato dell'Illinois e sono decine i bambini nel mondo risultati positivi ai test.

  • La Cina si è fermata in memoria delle vittime

    La Cina si è fermata e ha onorato la memoria delle oltre 3.300 vittime del coronavirus e dei primi 14 martiri caduti in prima linea nell'Hubei lottando contro la pandemia. L'intero Paese s'è raccolto in silenzio alle 10 (le 4 in Italia) per 3 minuti e nell'aria sono risuonate sirene e clacson di auto. Il presidente Xi Jinping e i vertici di Partito comunista e governo, tutti con un fiore bianco sul petto, hanno tenuto una cerimonia alla Zhongnanhai, compound di Pechino della leadership, sostando in raccoglimento davanti alla bandiera nazionale cinese a mezz'asta.

    Pechino, commemorazione del 4 aprile (Reuters)
  • Oltre 7mila morti negli Usa. Trump: no a un ordine nazionale di restare a casa

    Nuovo triste record negli Stati Uniti, dove - secondo i dati della John Hopkins University - le vittime da coronavirus in 24 ore sono state 1.480. In totale i decessi da quando si è diffusa la pandemia nel Paese sono 7.406. I casi accertati in tutto il Paese sono 274 mila. New York, lo stato più colpito, raggiunge quota 3.000 morti, il doppio rispetto a tre giorni fa.

    Il presidente americano Donald Trump (Epa)

    “Lasceremo la decisione sull'ordine ai cittadini di stare a casa ai singoli governatori, stato per stato”: lo ha detto il presidente americano Donald Trump che esclude un ordine a livello nazionale nonostante le pressioni di molti, anche tra gli esperti che collaborano con la Casa Bianca come Anthony Fauci. “In Italia e Spagna è diverso - ha aggiunto - loro hanno un problema più grande”.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...