Europa

Coronavirus, ultime notizie: Francia torna sopra 13mila casi in 24 ore, nuova scala di allerta con colore scarlatto. Regno Unito: contagi al top da maggio, salta la finanziaria d’autunno

● Netanyahu: Israele verso lockdown completo
● A Parigi vietati raduni di più di 10 persone
● Benalla , ex discusso bodyguard di Macron in rianimazione
● Germania, 1.769 casi e 13 vittime
Il Mobile World Congress di Barcellona slitta a giugno
● In Messico 4.883 contagi giornalieri
● In Brasile 33.536 nuovi casi
Negli Usa superati i 200mila morti: che cosa è successo ieri 22 settembre



  • Uil Napoli, scuola a rischio per 5.500 bambini

    A rischio il primo giorno di scuola per 120 strutture e un totale di 5.500 bambini degli asili nido e della materna che fanno capo al Comune di Napoli. E' quanto fanno sapere Annibale De Bisogno, segretario regionale Uil Fpl, e Francesca Pinto, segretario provinciale di Napoli. Maestre, educatrici, personale ata protesteranno domani e dopodomani, a Napoli, davanti a Palazzo San Giacomo: “Non è stato fatto nulla per mettere in sicurezza le scuole e tutto il personale in termini di prevenzione del contagio”. “Non è stato predisposto nulla in materia di individuazione del responsabile Covid-19, nè modalità organizzative in caso di necessità - dice De Bisogno - mancano gli addetti ai termoscanner e alla registrazione degli accessi”. Gli asili nido “non sono stati forniti nemmeno dei guanti che servono per poter cambiare i pannolini ai più piccoli”. “Servirebbe inoltre, sempre per evitare la diffusione del contagio, un bidello in ogni classe - conclude - invece allo stato attuale c'è un bidello ogni 5 classi”.

  • Francia, 13.072 nuovi casi e altre 43 vittime

    In Francia si sono registrati 13.072 nuovi contagi da coronavirus nelle ultime 24 ore e altre 43 vittime. Il totale dei contagi dall’inizio della pandemia arriva a quota 481.141

  • A Parigi i bar chiuderanno alle 22, chiusura totale locali a Marsiglia e Aix-en-Provence

    Divieto di assembramenti oltre 10 persone, feste di studenti e associative vietate, chiusura di bar e locali alle 22: questi alcuni dei provvedimenti annunciati stasera in tv dal ministro della Sanità francese, Olivier Véran, che ha parlato di «situazione ormai degradata» in diverse città e in particolare a Parigi e nella regione Ile-de-France, zona passata in «allerta rafforzata». L'area di Marsiglia ed Aix-en-Provence è - insieme alla Guadalupa - in «allerta massima», con restrizioni ancora più rigide. Infatti, a partire da lunedì, tutti i bar e i ristoranti osserveranno una chiusura totale a Marsiglia e ad Aix-en-Provence.

  • Netanyahu: Israele verso lockdown completo

    «Stiamo andando verso un completo lockdown a causa della risalita delle infezioni». Lo ha annunciato il premier Benyamin Netanyahu mentre è ancora in seduta il Gabinetto di governo convocato per decidere le nuove restrizioni. Una riunione - in corso da 6 ore - che molte fonti indicano come contrastata per i dissidi sulle misure da parte dei ministri, in particolare quelli religiosi a proposito della ventilata chiusura delle sinagoghe per Kippur. Ipotesi alla quale quei ministri oppongono il contemporaneo fermo delle manifestazioni non previsto dall'attuale blocco. «È preferibile adottare il lockdown durante le feste con un prezzo economico basso e non - ha insistito Netanyahu che a favore di un intervento immediato - dopo le feste con un costo economico maggiore». «È una decisione seria e complessa», ha ammonito il premier ma «devo salvare la vostre vite». Secondo le indiscrezioni, il lockdown ancora più ristretto andrebbe da Kippur (28 settembre) fino alla fine della festa di Sukkot il 9 ottobre. Chiuse le sinagoghe, limiti alle manifestazioni, fermo delle imprese non essenziali, blocco dell'aeroporto Ben Gurion ai voli in partenza, completo stop di ogni assembramento e obbligo per gli israeliani di restare con il loro nucleo familiare per le feste. I ministri religiosi - secondo i media - hanno più volte minacciato le dimissioni durante la riunione del Gabinetto se saranno chiuse le sinagoghe e non fermate le dimostrazioni. Blu Bianco di Benny Gantz, alleato di governo, si opporrebbe invece al bando delle manifestazioni.

  • Toti (Liguria) autorizza ingresso mille persone in stadi

    Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti nelle prossime ore firmerà un'ordinanza per consentire l'ingresso fino a mille persone negli stadi per assistere alle partire di calcio. Lo comunica lo stesso Toti insieme al sindaco di Genova Marco Bucci nel punto stampa sulla pandemia covid. «Come altre Regioni anche noi autorizziamo le prime persone ad assistere alle prossime partite di serie A fino a un massimo di mille ingressi rispettando tutte le norme di sicurezza anti covid», rimarca Toti.

  • Dati ufficiali: Usa superano le 200mila vittime, oltre 49mila nuovi contagi

    I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) hanno segnalato un aumento di 49.285 casi rispetto a ieri, con il totale che tocca quindi 6.874.982 casi. In giornata ci sono state 813 vittime, 200.275 dall’inizio dell’epidemia.

  • A Modena 2 positivi in ospedale, vicini di letto

    Un contagio da coronavirus in ospedale è stato rilevato a Modena. Un paziente di 79 anni, ricoverato in Medicina interna al Policlinico, è risultato positivo e in seguito ai controlli è emersa la positività anche di un secondo paziente, 71 anni, vicino di letto. Il paziente, spiega una nota dell'azienda ospedaliera universitaria, era stato ricoverato il 15 settembre, proveniente dal Pronto Soccorso, dopo aver sostato in zona filtro ed un tampone risultato negativo. Al consueto controllo prima della dimissione è stato fatto - come previsto dalle procedure aziendali - un nuovo tampone che è risultato, invece, positivo. «Voglio anzitutto rassicurare sul fatto che al momento i due pazienti sono in buone condizioni - spiega il direttore generale dell'Aou di Modena, Claudio Vagnini - Al momento sono stati trasferiti in Malattie Infettive, ma potrebbero essere dimessi a breve. Come detto, sono in corso i controlli sul personale e sugli altri pazienti in modo da poter ricostruire la catena di contagio. La situazione è costantemente monitorata. Il sistema di controllo ha funzionato e questo è importante».

  • Altri 503 casi nei Territori Palestinesi

    Sono stati 503 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore Territori Palestinesi per un totale, da inizio pandemia, di 47.117. Lo ha fatto sapere il ministro della sanità Mai al-Kailah, citata dalla Wafa secondo cui ci sono state 3 nuove vittime che portano il bilancio, dall'avvio delle infezione, a 317. I casi di contagio ad oggi sono 12.379 e di questi 44 sono quelli gravi con 8 in ventilazione. A Gaza - che fa parte del numero totale dei casi - le infezioni ad oggi sono 2.518.

  • Ospedale Cotugno di Napoli, file per ottenere il tampone

    Ricompaiono le file - in concomitanza con l'aumento dei contagi da coronavirus - davanti all'ospedale per malattie infettive Cotugno di Napoli. Fin dalle 6 del mattino decine di persone chiedono di essere sottoposte a tamponi; si tratta di persone che sono state inviate dalle Asl dopo la segnalazione dei medici curanti o di cittadini che denunciano sintomi per i quali chiedono approfondimenti. Le persone in fila aumentano di giorno in giorno anche perchè altri centri - aperti per la campagna dei tamponi predisposta per chi rientrava dalle vacanze - hanno, nel frattempo, chiuso. Il Cotugno - dove affluiscono e vengono analizzati tamponi provenienti anche da altri centri di raccolta - sta comunque, per ora, garantendo a tutti l'accesso all'esame.

  • Brasile, disoccupazione aumenta del 27,6% in 4 mesi

    Il Brasile ha concluso il mese di agosto con circa 12,9 milioni di disoccupati, 2,9 milioni in più di quanto registrato a maggio, il che corrisponde a un aumento del 27,6% nel periodo considerato, caratterizzato dalla crisi economica provocata dalla pandemia da coronavirus: è quanto sottolineano i dati diffusi oggi dall'Istituto brasiliano di geografia e statistica (Ibge). La popolazione occupata nel mercato del lavoro è stata calcolata in 82,1 milioni di persone, accumulando una riduzione del 2,7% rispetto a maggio, quando questo contingente era di circa 84,4 milioni di persone. Di conseguenza, il tasso di disoccupazione complessivo si è attestato al 13,6%. In base al sondaggio, il Paese ha chiuso il mese di agosto con 27,9 milioni di lavoratori informali, contro i 29,3 milioni di maggio.

  • Algeria, 186 casi e 9 morti in 24 ore

    L'Algeria registra per il terzo giorno meno di 200 nuovi nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, per la precisione 186 (ieri erano 192), che portano il bilancio totale a 50.401 contagiati nel Paese nordafricano dall'inizio del diffondersi dell'epidemia. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Algeri in un comunicato della Commissione speciale per il monitoraggio della diffusione della malattia, precisando che i decessi sono saliti a 1698. 121 i nuovi guariti per un totale di 35.334 complessivi. Rimangono ancora chiusi i confini.

  • Uk, niente finanziaria d'autunno

    Niente finanziaria d'autunno quest'anno nel Regno Unito, tenuto conto della difficoltà di fare piani a lungo termine a causa dell'impatto sull'economia dell'emergenza coronavirus. Lo hanno annunciato oggi fonti del governo di Boris Johnson citate dalla Bbc. Il Tesoro prevede comunque una revisione di bilancio che sarà illustrata a tempo debito dal cancelliere dello Scacchiere, Rishi Sunak, al Parlamento. Mentre già domani lo stesso Sunak è atteso alla Camera dei Comuni per indicare una serie di misure mirate a sostegno dell'occupazione, destinate a sostituire il maxi programma di sussidi statali in scadenza a fine ottobre, finanziato in questi mesi con miliardi di sterline per garantire una super cassa integrazione fino all'80% dello stipendio a circa 10 milioni di lavoratori messi in congedo dalle aziende in seguito al lockdown.

  • Turchia, 1.767 casi e 72 vittime in 24 ore

    Sono 1.767 i casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Turchia, su 112.102 test effettuati. Il dato porta il totale dei contagi nel Paese a 308.069. Le nuove vittime sono 72, portando i decessi complessivi a 7.711. I pazienti in terapia intensiva aumentano a 1.561, mentre quelli guariti crescono di 1.027 unità, arrivando in tutto a 270.723. Lo ha riferito nel suo bollettino quotidiano il ministro della Salute turco Fahrettin Koca.

  • in Lombardia 196 nuovi casi, nessun decesso

    Sono 196 rispetto a ieri i nuovi casi positivi al coronavirus in Lombardia (di cui 29 “debolmente positivi” e 6 a seguito di test sierologico) a fronte di 22.805 tamponi eseguiti (totale complessivo: 1.990.912.). In terapia intensiva. secondo i dati della Regione, sono 33 pazienti (-1) mentre quelli non in terapia intensiva sono 308 (+14). Non si registrano decessi (il totale complessivo è di 16.925).

  • L’Opera di New York cancella l’intera stagione 2020-21

    Il Metropolitan Opera ha annunciato che la pandemia l'ha costretto ad annullare l'intera stagione 2020-21. L'epidemia ha tenuto chiuso il teatro dell'opera da 3.800 posti dalla metà di marzo, tagliando gli oltre 150 milioni di dollari di entrate e lasciando a casa circa 1.000 dipendenti a tempo pieno, tra cui la sua orchestra e il suo coro di fama mondiale.

  • In Gran Bretagna oltre 6mila contagi, record da maggio

    Nuovo picco da maggio dei casi di coronavirus nel Regno Unito secondo i dati giornalieri diffusi oggi dal governo, che certificano altri 6.178 contagi contro i quasi 5.000 di ieri. Stabile invece - alla vigilia dell'entrata in vigore delle nuove restrizioni annunciate ieri da Boris Johnson - la conta dei morti (37 nelle ultime 24 ore come ieri), nonché il totale dei ricoveri nazionali in terapia intensiva, fermo a 181. Circa 220.000, infine, i test quotidiani eseguiti, fino a una somma di oltre 19 milioni dall'inizio della pandemia.

  • Ft: Italia uno dei Paesi più virtuosi nel controllo del virus

    L'Italia ha fatto tesoro della “dura lezione” dell'epidemia di coronavirus, abbattutasi a febbraio, riuscendo a gestire meglio di altri paesi europei la nuova emergenza e “tenendo sotto controllo” l'epidemia. Lo rileva il Financial Times, facendo il paragone con la situazione in Spagna, Francia e Regno Unito, in grave difficoltà. Il Ft cita alcuni esperti che elencano le ragioni della buona risposta italiana alla seconda ondata. Per Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università degli Studi di Milano, «l'Italia è in una situazione migliore rispetto ad altri Paesi perché siamo stati tra i primi al mondo ad affrontare l'uragano Covid». Il suo sistema sanitario e il governo hanno avuto più tempo per pianificare la sua risposta post-lockdown e l'eliminazione delle restrizioni è stata più graduale, consentendo al governo una maggiore agilità nel reintrodurre le restrizioni quando necessario. Inoltre, in Italia è stato registrato «un elevato grado di accettazione della popolazione alla restrizioni, come la mascherina obbligatoria nei negozi e nei trasporti». E «le aziende sono state incoraggiate a estendere lo smart-working all'autunno». «Siamo passati dal Paese più colpito a uno dei Paesi virtuosi nella gestione della pandemia grazie alla chiarezza delle regole sin dall'inizio e alla volontà di tutti di rispettarle», ha detto Ferdinando Luca Lorini, direttore dell terapia intensiva presso un ospedale di Bergamo. Andrea Crisanti, professore di microbiologia all'Università di Padova, ha posto l'accento anche sulla qualità dei test e del tracciamento: «La risposta della sanità pubblica si è concentrata non solo sui test di massa, ma anche su un'efficace sorveglianza per rintracciare chiunque fosse entrato in contatto con una persona infetta».

  • Ministro Catalfo negativa ai test ma in quarantena precauzionale

    Il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo, si è sottoposto “in via precauzionale al regime di quarantena dopo aver scoperto che un soggetto con il quale era venuta a contatto è risultato positivo al Covid-19. Il ministro ha effettuato due test, risultati entrambi negativi”. Lo comunica una nota del ministero.

  • Diagnosi, dalla Svezia nuovo test rapido

    Un nuovo test, più rapido ed economico del tampone e ugualmente accurato nel rilevare la presenza del virus SarsCov2, è stato messo a punto in Svezia, dal gruppo dell'Istituto Karolinska di Stoccolma guidato Bjorn Reinius, e i dati relativi sono pubblicati sulla rivista Nature Communications. “Abbiamo iniziato a lavorare su questo test appena abbiamo visto l'evoluzione dell'epidemia in Asia ed Europa e abbiamo finito di svilupparlo già alla fine di aprile. Da allora abbiamo reso disponibili tutti i dati su internet”, scrivono i ricercatori. Gli attuali test diagnostici del nuovo coronavirus rilevano l'Rna del virus nei campioni prelevati con il tampone naso-faringeo, da cui vengono poi estratte e purificate le molecole dell'Rna. Un processo, questo, che richiede strumenti e reagenti costosi. Quello sviluppato dai ricercatori svedesi aggira invece la procedura di estrazione: una volta che il campione prelevato, le eventuali particelle di virus presenti in esso vengono inattivare per mezzo del calore e rese in questo modo non più infettive; dopo questo passaggio è possibile eseguire la reazione che rileva la presenza del virus. Secondo i ricercatori, i due punti chiave del nuovo metodo sono proprio la procedura di inattivazione del virus e la nuova formulazione della soluzione usata per raccogliere e trasportare il campione di materiale prelevato dal paziente, più semplice ed economica. “In questo modo riusciamo ugualmente a rilevare il virus con un'alta sensibilità direttamente dal campione originale - commenta Reinius - senza passaggi intermedi”.

  • Regno Unito, progetto finanziato dal governo prevede infezione dei volontari con virus

    Volontari disposti a farsi iniettare il coronavirus quindi a essere deliberatamente infettati per sperimentare l’efficacia del vaccino, è quanto rivela il Financial Times a proposito di un progetto in Gran Bretagna che prevede trial clinici con questo gruppo di volontari. Il progetto finanziato dal governo sarà avviato a Londra a gennaio. Secondo FT, i volontari prima saranno vaccinati e poi verrà loro iniettato una dose di nuovo conronavirus. Non si cita il nome del candidato vaccino che sarà utilizzato nel progetto.

  • Francia, nuova scala allerta con colore scarlatto

    Il ministro della Salute francese, Olivier Véran, presenterà oggi una nuova cartografia dell'epidemia che farà passare diverse città francesi, tra cui Parigi, in categoria 'super-rosso' o 'scarlatto', il che comporterà una serie di nuove restrizioni sanitarie contro il nemico invisibile: è quanto riferiscono fonti del governo. Dopo un Consiglio Difesa consacrato al Covid, in mattinata, il ministro della Salute presenterà alle ore 18 una nuova cartografia della circolazione del virus, in particolare nelle grandi città, elencando le diverse risposte raccomandate a seconda di categorie, 'rosso', 'super-rosso' e 'scarlatto'.

  • Il Mobile World Congress 2021 slitta a fine giugno

    Il Mobile World Congress 2021 a Barcellona in Spagna, la più importante fiera mondiale della telefonia mobile, è stato spostato da marzo a giugno del prossimo anno, precisamente si terrà dal 28 giugno al 1° luglio 2021. Mentre il Mobile World Congress di Shangai è si terrà dal 23 al 25 febbraio prossimo.

  • Germania: stop a rigore di bilancio anche per 2021

    Il Governo tedesco ha approvato la sospensione delle regole costituzionali sulla disciplina di bilancio per il 2021, per il secondo anno consecutivo, per fronteggiare le conseguenze del Coronavirus. “Per il 2020 e 2021 siamo obbligati a chiedere al Bundestag di autorizzarci a utilizzare una somma inusualmente elevata”, ha dichiarato il ministro delle Finanze Olaf Scholz, dopo l'approvazione del programma di bilancio 2021 nel consiglio dei ministri.

  • In Lombardia morti 80 medici, di cui 13 a Milano

    I medici e gli operatori sanitari lombardi hanno pagato un tributo altissimo nella lotta alla pandemia: di Covid-19 dall’inizio dell’epidemia sono morti circa 80 medici lombardi, di cui 13 a Milano, e si è ammalato circa il 13% di medici e operatori sanitari milanesi. Lo ha detto oggi Roberto Carlo Rossi, presidente dell'Ordine dei medici di Milano, alla presentazione del libro 'Storia dell'ordine dei medici di Milano'. “La Lombardia ha pagato un tributo pesantissimo alla pandemia, con circa la metà dei medici morti per Covid. Ci sono nazioni invece in cui questo non è accaduto, e questo perché non è stato fatto tutto il necessario per evitarlo”, lamenta Rossi. Durante i mesi più duri dell'epidemia, i medici “sono stati mandati in trincea a mani nude contro un nemico enorme e invisibile, non sono stati dati i dispositivi di protezione - continua -. Questo non deve più succedere, bisogna avere dei piani pronti per far fronte a questa come ad altre emergenze simili che potranno verificarsi anche in futuro”.

    Gli errori, secondo il presidente dell'ordine milanese, sono stati commessi “nel coordinamento dei medici ospedalieri e del territorio. Il territorio è stato lasciato solo, perché impoverito nel corso degli anni. La rete di sanità pubblica è stata ridotta all'osso, con pochissimi medici e operatori sanitari, e questo ha portato ai guai che abbiamo visto”.

    Una lezione che va tratta, secondo Rossi, è quindi quella di “non lasciare più sguarnito il territorio con i suoi medici di medicina generale e pediatri di famiglia, che vanno usati ora per fare prevenzione, isolare i focolai e aiutare nel fare le indagini epidemiologiche. E poi bisogna far comunicare in modo corretto e non cervellotico ospedali e medicina territoriale, nell'emergenza come nella routine”.

  • Usa, fase 3 del vaccino Janssen su 60mila volontari

    Parte negli Stati Uniti il test di fase 3 del candidato vaccino anti Covid-19 dell'azienda Janssen, della Johnson & Johnson, basato su una sola dose. Si prevede di arruolare 60.000 volontari presso 215 centri negli Usa. Lo annunciano oggi Anthony Fauci, direttore generale dell'Istituto americano per le malattie infettive (Niaid), che fa parte del National Institutes of Health (Nih), e l'ente americano per la ricerca e biomedica Barda (Biomedical Advanced Research and Development Authority). E' il quarto test di fase 3 in corso negli Usa dopo quelli delle aziende Moderna, AstraZeneca e Pfizer, grazie a una corsa mai vista finora nel rilascio delle autorizzazioni.

  • In India superati i 90mila morti

    L'India ha superato oggi i 90 mila decessi per Covid-19, con 1.085 nuove vittime nelle ultime 24 ore. Lo ha reso noto questa mattina il ministero alla Salute. Secondo i dati del ministero, i nuovi casi di infezione sono saliti di nuovo a 83.347, dopo che ieri erano scesi a 70 mila. Il totale dei positivi in India dall'inizio della pandemia raggiunge i 5 milioni 646mila, ma il ministero sottolinea che ieri i guariti, 89.746, hanno superato i nuovi infettati e che il tasso di guarigione nel paese è pari all'81,25 per cento.

  • Xi ribadisce impegni della Cina all'Onu

    La Cina continuerà a condividere con altri Paesi le proprie buone pratiche di contenimento dell'epidemia di Covid-19, nonché la diagnostica e le terapie dedicate, offrendo supporto e assistenza alle nazioni più bisognose e garantendo la stabilità delle filiere di approvvigionamento dei materiali necessari a contrastare la diffusione dei contagi. Lo ha annunciato ieri il presidente cinese Xi Jinping, intervenendo in collegamento video al dibattito della 75/ma sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite. La Cina, ha affermato il capo di Stato, parteciperà anche attivamente alla ricerca globale sull'origine e sui mezzi di trasmissione del virus. In questa occasione, Xi ha sottolineato l'impegno assunto dalla Cina per la cooperazione internazionale mentre i vari Paesi sono ancora alle prese con la pandemia. Al momento, diversi vaccini contro la Covid-19 sviluppati dalla Cina sono entrati nella fase III della sperimentazione clinica. Quando il loro sviluppo sarà completato e saranno disponibili all'uso, ha ribadito Xi, questi vaccini saranno offerti per primi agli altri Paesi in via di sviluppo.

  • Gran Bretagna, verso stadi chiusi per tutto l'inverno

    Stadi chiusi almeno fino a marzo: è questo lo scenario più probabile che attende lo sport inglese, destinato ad aspettare altri sei mesi, come minimo, per poter riaccogliere sugli spalti i suoi tifosi. Una vera doccia fredda per la Premier League, ma non solo: dal rugby al cricket, dalle corse d'ippica ai motori, tutte le discipline sportive professionistiche dovranno rinunciare ancora a lungo del sostegno dei propri sostenitori. E' stato lo stesso Ministro dello Sport - nel corso di un incontro che si è svolto ieri a Londra - a confermare che la riapertura degli impianti sportivi, seppur parziale, inizialmente prevista per il 1 ottobre, è stata rinviata a data da destinarsi. Con ogni probabilità - secondo le indiscrezioni di questi giorni - almeno alla conclusione dell'inverno. “Il protrarsi della chiusura degli stadi per altri sei mesi priva le società di introiti cruciali, soprattutto in un periodo come questo, caratterizzato da significative perdite economiche”, il commento del direttore generale del massimo campionato di rugby, la Premiership, Darren Childs

  • L’ex discusso bodyguard di Macron in rianimazione

    Alexandre Benalla, il ventinovenne ex bodyguard di Emmanuel Macron finito al centro dello polemiche per le violenze da lui commesse durante la manifestazione del primo maggio 2018 a Parigi, è stato ricoverato oggi in rianimazione dopo aver contratto il coronavirus: è quanto riferisce Le Parisien. Benalla è stato “trasportato in ambulanza dai pompieri presso il servizio rianimazione dell'ospedale Cocin per un peggioramento” delle sue condizioni di salute, precisano fonti a lui vicine.

  • Dl Covid: in corso esame Senato, governo porrà fiducia

    E' in corso al Senato l'esame del Dl Covid, già approvato con la fiducia alla Camera, a inizio settembre. In avvio di seduta, la presidente di turno di Palazzo Madama, Anna Rossomando, ha comunicato che il governo ha “preannunciato l'apposizione della questione di fiducia” anche la Senato. Il decreto è stato varato a fine luglio per prorogare le misure urgenti legate alla “dichiarazione di emergenza epidemiologica da Covid-19 deliberata il 31 gennaio 2020” e contiene anche norme sul “rinnovo degli incarichi di direzione di organi del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica”. Il provvedimento scade il 28 settembre.

  • Tokyo, contagi giornalieri ai minimi in 3 mesi

    Tokyo nuovamente in controtendenza nella diffusione dei contagi del coronavirus, con gli ultimi dati sui casi giornalieri sui minimi in 3 mesi. Nella giornata di mercoledì si sono registrate 59 infezioni, comunica il governo metropolitano. Una tendenza al ribasso che va consolidandosi a seguito degli 88 di ieri e delle 98 positività di lunedì. Il valore odierno rappresenta il minimo dal 30 giugno, quando si segnalarono 54 casi. Da metà agosto i contagi nella capitale giapponese hanno visto una progressiva discesa dopo il record fatto segnare nella prima settimana di agosto. Le autorità cittadine hanno abbassato il livello di allerta a 2 su una scala di 5, raccomandando “cautela per una possibile risalita delle infezioni”. Il totale dei casi a Tokyo si assesta a 24.453 e rimane il numero più alto tra tutte le 47 prefetture del Paese. A livello nazionale i contagi superano di poco quota 80.000 con 1.534 decessi complessivi.

  • Francia, oggi annunci su restrizioni a Parigi

    Un Consiglio di difesa dedicato al Covid - riunione ristretta di governo - è in corso questa mattina all'Eliseo. Sul tavolo dei ministri attorno al presidente Emmanuel Macron le misure sanitarie restrittive a Parigi, ormai ritenute indispensabili per l'aumento della circolazione del virus. Nella capitale, il tasso di incidenza del virus è salito ed ha toccato i 204 casi su 100.000 persone, al di sopra del dato registrato a Lione e Marsiglia. In una riunione preparatoria con la prefettura e il Comune, sono stati ipotizzati, fra l'altro, il divieto di vendita di alcol dopo le 20, il limite di assembramento a 10 persone e quello di partecipazione a grandi eventi da 5.000 a 1.000. Si è anche discusso del divieto di affitto di sale per festeggiamenti, compresi i matrimoni. Nessun giro di vite, invece, sui trasporti né sulle aperture di bar e ristoranti, a quanto sembra per la decisa opposizione della sindaca di Parigi, Anne Hidalgo. Il Comune, infatti, ha messo in guardia contro misure troppo restrittive che colpirebbero ulteriormente la vita economica e sociale della capitale.

  • Papa: oltre ai colossi finanziari, ascoltare anche operatori in prima linea

    Per trovare rimedi alla pandemia non possono essere ascoltati solo i colossi finanziari. Sul “modo di curare il virus si ascoltano più le grandi compagnie farmaceutiche che gli operatori sanitari, impegnati in prima linea negli ospedali o nei campi-profughi. Questa - ha detto Papa Francesco nell'udienza generale - non è la strada buona. Tutti vanno ascoltati”. “Per uscire migliori da una crisi, il principio di sussidiarietà dev'essere attuato, rispettando l'autonomia e la capacità di iniziativa di tutti, specialmente degli ultimi”, ha aggiunto il Papa.

  • In Pakistan otto morti e 532 casi nelle 24 ore

    In Pakistan il Covid-ha provocato otto morti e 532 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore. Lo ha reso noto il ministero della Salute. Con le nuove infezioni, il numero totale di casi di coronavirus confermati ha raggiunto 307.418, mentre le vittime sono 6.432. Finora, 293.916 persone sono guarite dalla malattia nel paese. Il numero di pazienti critici è di 558 nel Paese.

  • Argentina, ancora un record di morti in 24 ore

    L'Argentina ha registrato nelle ultime 24 ore un nuovo record di morti dovuti alla pandemia da coronavirus. L'ultimo rapporto giornaliero del ministero della Sanità ha reso noto infatti che sono 470 le persone decedute in tutto il Paese, portando il totale generale da marzo a 13.952. Alto anche il numero dei contagiati (12.027) che hanno fatto salire il bilancio globale dei casi rilevati in sette mesi a 652.174, di cui 120.994 sono ad oggi ancora attivi. In questo modo l'Argentina consolida la sua posizione al decimo posto al mondo per numero di contagi, e al quinto in America latina, dietro Brasile, Colombia, Perù e Messico. Per quanto riguarda infine i casi più gravi, sono 3.362 le persone ricoverate nei reparti dirianimazione, con una occupazione di letti del 60,4% a livello nazionale e del 65,9% nell'area metropolitana di Buenos Aires

  • Russia, 6,431 nuovi casi e 150 morti nelle ultime 24 ore

    In Russia 6.431 nuovi casi e 150 morti nelle ultime 24 ore. Il giorno prima i casi sono stati 6.215 e i morti 160.

  • Nuovo record in Israele, 6.861 contagi

    Nuovo record di contagi in Israele: nelle ultime 24 ore il ministero della sanità ha segnalato 6.861 casi a fronte di quasi 60mila test, con un tasso di morbilità di poco meno del 12% Al momento negli ospedali sono ricoverate 1.352 persone, di cui 668 gravi. Si prevede che nel fine settimana si sorpassino gli 800 casi, limite massimo per gli ospedali. Oggi altra riunione del Gabinetto di governo: possibili restrizioni alle funzioni religiose di Kippur e alla possibilità di manifestare.

  • India 83.347 nuovi casi

    Le infezioni da coronavirus in India sono aumentate di nuovo oggi, un giorno dopo essere scese alla cifra più bassa in quasi un mese. Nelle ultime 24 ore ci sono stati 83.347 nuovi casi, con 1.085 morti. L'India, con una popolazione di circa 1,4 miliardi di abitanti, segnala costantemente il più alto numero giornaliero di contagi al mondo,anche a causa di servizi sanitari sovraccarichi. I suoi 5,6 milioni di casi sono secondi nel mondo solo agli Stati Uniti e più di 90mila persone sono morte.

  • In arrivo nuove misure restrittive per Parigi

    Il governo francese dovrebbe svelare le restrizioni più severe sul coronavirus per Parigi oggi dopo una riunione di gabinetto, hanno riportato BFM TV e il quotidiano Le Parisien.
    Tra le misure previste c'è il divieto di raduni pubblici di più di 10 persone, la partecipazione a grandi eventi potrebbe essere limitata a 1.000 persone dalle 5.000 consentite ora e la vendita di alcolici all'aperto sarà vietata dopo le 20. Le nuove regole per Parigi, se confermate, seguiranno misure simili a Lione, Marsiglia, Bordeaux e Nizza.

  • In Repubblica Ceca 2.394 nuovi contagi: secondo aumento più alto dall’inizio della pandemia

    La Repubblica Ceca ha registrato 2.394 nuove infezioni in un giorno: è il secondo aumento giornaliero più alto dall'inizio della pandemia di coronavirus, come hanno mostrato i dati del Ministero della Salute. I nuovi casi sono raddoppiati a settembre con l'aumento dei contagi al secondo tasso più veloce in Europa, per un totale di 53.158 casi dai primi rilevamenti nel Paese a marzo.
    Le autorità hanno ripristinato alcune misure per tenere a freno il virus, come indossare la mascherina e, da domani 24 settembre, limiti più severi all'orario di apertura dei bar.

  • In Germania 1.769 casi e 13 vittime

    Il numero di casi confermati di coronavirus in Germania è aumentato di 1.769, una cifra che porta il totale delle infezioni dall’inizio della pandamia a 275.927. Il bilancio delle vittime è aumentato di 13, per un totale di 9.409. Lo rivelano i dati del Robert Koch Institute (RKI) per le malattie infettive.

  • In Messico 4.883 contagi giornalieri

    Il numero di casi confermati di coronavirus in Messico è salito a 705.263, secondo i dati aggiornati del ministero della salute, mentre il numero totale di morti è di 74.348.
    Le autorità hanno segnalato 4.683 nuovi casi insieme a 651 decessi martedì, ma le cifre reali sono probabilmente significativamente più alte a causa di pochi test.

  • In Brasile 33.536 nuovi casi

    Il Brasile ha registrato 33.536 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, oltre a 836 decessi per la malattia, ha detto martedì il ministero della Salute. Il Brasile conta più di 4,59 milioni di contagi dall'inizio della pandemia, mentre il bilancio ufficiale delle vittime è salito a 138.108, secondo i dati del ministero.

  • 241 morti in Spagna: che cos’è successo ieri

    Record di contagi da coronavirus nel mondo la scorsa settimana, secondo l'Oms, che dall'inizio della pandemia conta 30,6 milioni di casi e 950 mila morti. Nell'insieme calano i decessi, ma in Spagna ieri sono stati 241 in un giorno e negli Stati Uniti hanno superato i 200 mila. In Italia la curva si mantiene stabile, tuttavia gli esperti invitano alla prudenza. Boris Johnson ha annunciato, con 5.000 contagi nelle ultime 24 ore, una nuova stretta per sei mesi in Gb: locali chiusi alle 22, limiti con multe salate agli assembramenti su cui se necessario vigilerà anche l'esercito. Rinviato il vertice europeo a 27: il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel è in quarantena dopo la scoperta di un addetto alla sicurezza positivo al test.

    Per approfondire: le notizie del 22 settembre

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti