#stIamoincasa

Coronavirus, la testimonianza da Shanghai: 11 consigli per convivere 45 giorni in famiglia in tempi di quarantena

Un amico e giornalista cinese, ora libero di circolare, dopo il lungo periodo passato chiuso in casa suggerisce un prontuario di sopravvivenza che è valido per noi italiani costretti al ritiro sociale

di Luisanna Benfatto

Coronavirus, riapre in parte Shanghai Disney Resort

6' di lettura

Martin Guo è un amico e un giornalista cinese. Ama l'Italia, il Milan, lo spezzatino con la polenta e i porcini, che ha mangiato a casa mia anni fa. Come io amo la Cina: i grattacieli di Shanghai, il Maglev, il dim sum, e tutti i bei ricordi di questo scambio di affetto e culturale tra le nostre famiglie globalizzate.Dieci anni fa mia figlia ha visto per la prima volta i panda allo zoo della sua città, sua figlia, appena nata, ha ricevuto come regalo un vestitino Made in Italy che le ho spedito da Milano (città della Moda) ed è cresciuta con il latte Granarolo comprato online sui siti di ecommerce cinesi. 

Ci siamo confrontati su molte cose: sul successo dell’Expo prima a Shanghai e poi a Milano, sull’effetto positivo di questa grande manifestazione sulle nostre città. Ma non siamo più riusciti a vederci. Sono passati gli anni. Abbiamo continuato a sentirci per gli auguri, per raccontarci la nostra vita: soprattutto in questo periodo. Prima per confortare lui, segregato, in casa a Shanghai e ora Martin, libero, che indirizza a noi tutta la vicinanza necessaria - anche se virtuale- per superare questi momenti di emergenza e non arrendersi alla paura.

Martin, che ha studiato giornalismo negli Stati Uniti, è caporedattore per una multinazionale di consulenza che opera anche in Cina, la Kantar. Vive a Shanghai e, come a 1.4 miliardi di cinesi, gli è stato richiesto di stare in casa verso la fine di gennaio, quando la Cina ha chiuso i luoghi pubblici, le scuole, i ristoranti, per contenere l’epidemia del virus COVID-19. Lui, la moglie, la figlia di 6 anni e la suocera hanno passato la maggior parte del loro tempo in un appartamento in centro di 90 metri quadri per più di 45 giorni. Gli ho chiesto dei consigli, ecco la sua testimonianza.
 
I consigli di vita quotidiana

1.     Fare scorta di prodotti per la pulizia
Comprate sempre saponi liquidi o saponette durante le visite al supermercato. Lo stesso vale per le salviettine igienizzanti per bambini o adulti, visto che sono utili quando l’acqua non è a disposizione. Se reperibile, acquistate disinfettante tipo Amuchina, visto che deterge le mani efficacemente. Ricordarsi di comprare anche detersivi per la biancheria visto che bisognerà anche fare la lavatrice. Se il vostro supermercato di zona o sito online preferito ha abbastanza scorte, non c’è bisogno di fare incetta di flaconi ingombranti, è meglio evitare di occupare molto spazio in casa, dove si passerà molto tempo.

2.   Fare scorte di cibo, ma ricordarsi di usare al meglio lo spazio e il tempo disponibile
Mangerai cibo preparato a casa tre volte al giorno. Forse, dovrai anche lavorare da casa mentre badi alla famiglia. Potresti avere un frigo piccolo, come nel mio caso. Quindi, quando stai facendo la spesa scegliendo il cibo pensa a quanto semplice sarà da cucinare, quanto tempo può conservarsi fuori dal frigo, quanto nutrimento ti può dare in relazione allo spazio che occupa nella dispensa. Nel mio caso, cucinava mia suocera. Io compravo soprattutto ingredienti che si possono utilizzare per la zuppa, che può essere cucinata una volta e mangiata per diversi giorni. Ciò aiutava mia suocera a risparmiare tempo ed energie in cucina: aggiungendo al brodo e e alle verdure del manzo surgelato a fette lei poteva creare qualcosa di nutriente senza occupare tanto spazio in frigo.

 3.     Fare scorta di medicine e avere cura di sé stessi
In questa situazione, i dottori e infermieri, purtroppo, saranno poco disponibili per i pazienti non affetti da COVID-19. Gli ospedali sono poi luoghi pericolosi per le persone vulnerabili, come gli anziani, i bambini e le persone con malattie croniche. Consiglio quindi di avere tutte le medicine necessarie in casa. Se convivi con una malattia cronica, chiedi al tuo dottore di prescriverti abbastanza medicine per tre mesi. Fai anche attenzione a come ti muovi in casa, non è tempo di incidenti domestici e, ripeto, è meglio evitare l’ospedale.

Loading...

4.     Rafforzare la connessione digitale a casa
Una ricerca ha rivelato che la popolazione ha passato molto più tempo su servizi di streaming video e social media, visto che non potevano uscire. Ti troverai a comprare molti articoli online ora che molti negozi sono chiusi.Devi anche lavorare a distanza per guadagnarti lo stipendio o sostenere la tua azienda. I mezzi digitali sono anche importanti per tenersi informati sulla crisi. Quindi assicurati di avere una connessione internet veloce , se necessario acquista un nuovo piano dati, apri un conto in banca online in modo da poter acquistare sui siti di e-shop quello che ti serve, prima che alcuni articoli siano esauriti. Abbonati a servizi di streaming di film, serie e altri servizi di intrattenimento, renderanno la vita a casa più piacevole.

5.     Stare pronti in caso si rompa qualcosa
Scoprirai presto quanto cose di uso quotidiano si possano rompere in soli 45 giorni. Nell’ordine, a me è capitato un guasto alla mia macchina del caffè (ne ho comprata una nuova della DeLonghi), alla lavatrice (un idraulico è venuto a metterla a posto), al cestino della spazzatura (l'ho riparato io), alla TV via cavo (problema irrisolvibile), e infine a varie lampadine (per fortuna ne ho sempre da parte). Se hai qualcosa che ha bisogno di revisioni a breve, preparati con anticipo.

I consigli per stare meglio

6.   Combatti le fake news e la discriminazione
Ci sono in giro molte fake news sul virus. Controlla sempre le fonti di quello che leggi prima di credere al primo titolo o affermazione ad effetto. La discriminazione rispetto alle persone malate, ai pazienti sospettati di contagio, e alle persone che vengono a contatto con loro dovrebbe essere fermata, perché così la gente mirerà soltanto a nascondere la propria malattia e a diffondere ancor più il virus.

7.     Accogli le emozioni legate a questo particolare momento
Sentirai un sacco di storie tristi. Sentirai anche un sacco di storie eroiche. Entrambe sono vere ed entrambe succedono. Piangi quanto vuoi. Se ti senti depresso o in ansia, tira fuori questo sentimento e se credi sia il caso, cerca aiuto.

8.     Fai buon uso del tuo tempo
Molte persone sono riuscite a far rendere al meglio questo tempo a casa. Uno scrittore è riuscito a scrivere un capitolo di 3000 parole ogni giorno per il suo libro a lungo rimandato. Qualcuno ha cominciato un corso online. Io ho fatto gli straordinari con il lavoro da casa, anche durante i week-end. Quando cominci ad usare il tuo tempo per creare qualcosa di utile, metterai da parte la depressione e l’ansia.
 

9.     Abbassa le aspettative e rispetta coloro con cui convivi
Quando le persone si vedono per 24 ore al giorno tutti i giorni in uno spazio limitato per settimane, tutti si annoiano e si stressano. Quindi abbassa le tue aspettative nei confronti del tuo partner, figli, parenti, coinquilini. Chiedi agli altri solo le cose veramente essenziali, e ignora le cose minime che possono generare conflitto.

10.  La routine giornaliera è importante
Continua a fare con rigore tutte le attività che mettono ordine nella vita, anche i piccoli rituali aiutano a creare e mantenere un nuovo clima di normalità. Sentirai i giorni volare via più veloci. Ricordati di raderti tutti i giorni. Truccati in modo semplice per stare in casa. Stappa una bottiglia di vino per festeggiare un anniversario, prepara una torta per un compleanno, posta su Facebook una foto del piatto che hai appena cucinato. Potresti passare così tanto tempo in casa solo una volta nella vita.


11.  Concediti dello spazio e dei premi
Molto spesso, mia moglie ed io ci troviamo a pensare che “la vita è troppo corta” e “è bello essere vivi”. Ci sentiamo molto tristi per coloro che sono morti a causa del COVID-19, direttamente o insieme ad altre malattie. Siamo entrambi stremati a causa del tanto lavoro che comunque portiamo avanti da casa, sempre facendo gli straordinari. Un bicchiere di whiskey Singleton o un po’ di cognac Remy Martin mi aiuta ad avere un po’ di sollievo dopo il lungo giorno che è appena passato. Un cioccolatino Lindor è il toccasana di mia moglie. Concediti qualche premio. Rendi la tua vita degna di essere vissuta.

Per approfondire:
Tutta l’Italia bloccata: aperti solo alimentari, farmacie, imprese, benzinai, edicole
Il vademecum: cosa si può fare e cosa no

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti