LA RICHIESTA DI CHIARIMENTI

Coronavirus, in tilt alcuni numeri dell’emergenza

Con l’entrata in vigore delle nuove norme per arginare la diffusione del Covid-19 cresce l’esigenza di fornire indicazioni ai cittadini ma non sempre i numeri messi a disposizione sono facilmente contattabili

di An.C.

Coronavirus, il vademecum: cosa fare in caso di dubbi

2' di lettura

Tante domande, che non sempre trovano una risposta. Il giorno dell’entrata in vigore delle nuove regole previste dal Governo per arginare la diffusione del Coronavirus le richieste di spiegazioni sono molte ma le occasioni per ottenere delle indicazioni poche, considerando che alcuni numeri messi a disposizione da Stato e regioni - stando ad alcuni tentativi effettuati questa mattina -, probabilmente travolti da un sovraccarico di chiamate, non sono raggiungibili o nel peggiore dei casi il telefono squilla a vuoto.

Occupato l’1500
Dal 27 gennaio il ministero della Salute ha attivato un numero di pubblica utilità per rispondere alle domande dei cittadini sul virus. Se si compone l’1500 rispondono, o dovrebbero rispondere, dirigenti sanitari e mediatori culturali H24 dalla sala operativa del dicastero. Dei cinque tentativi effettuati dalle 9:43 alle 10:45, nessuno è andato in porto. Sempre occupato.

Loading...

Irraggiungibile il numero verde della Regione Lazio
“Niente di fatto” neppure con l’800118800, il numero verde che la Regione Lazio ha messo a disposizione di chi ha fatto, sta per fare o farà ingresso nel suo territorio, proveniente dalle zone rosse. L’obbligo di segnalazione è previsto da una ordinanza pubblicata nel pomeriggio di domenica. Ma la stretta che scatta da oggi e fino al 3 aprile, con tutta l’Italia - Lazio compreso - di fatto zona rossa, spinge a chiedersi se l’obbligo di comunicazione è ancora vigente o se è stato superato dal Dpcm pubblicato lunedì sera sulla Gazzetta ufficiale. Il numero verde che potrebbe fornire ragguagli in materia è però irraggiungibile. «Al momento le linee sono sovraccariche, si invita a richiamare», spiega un messaggio registrato. L’invito viene colto, e in più di un’occasione, ma anche questa volta senza successo.

Tempi stretti per contattare il numero verde della Lombardia
Il quadro cambia invece se si contatta il numero verde messo a disposizione dalla Regione Lombardia per chi cerca informazione sul Coronavirus. Basta digitare l’800894545 e in pochi minuti, dopo un messaggio registrato nel quale si avverte chi sta chiamando che «a causa del’alto afflusso di richieste la chiamata potrebbe cadere per saturazione», si è messi in collegamento con l’operatore. Alla domanda su quali siano i sintomi sulla base dei quali è opportuno contattare il 112, l’operatrice fornisce tutte le indicazioni richieste.

Non risponde la linea della Campania
Non è occupato ma suona a voto il numero verde messo a disposizione della Campania (800909699). Dopo che un messaggio registrato spiega che «il servizio è attivo 24 ore su 24», il telefono continua a squillare senza che qualcuno risponda.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti