ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIl bollettino della pandemia

Coronavirus, ultime notizie. In Italia altri 35.360 casi (+295,3% sulla settimana) e 134 morti

I dati del ministero della Sanità elaborati sulla base di 207.761 tamponi. Tasso di positività al 17%. Agenas: occupazione reparti ordinari ferma a 10%, sopra al 15% solo in tre regioni

Coronavirus: bollettino del 23 agosto 2022

5' di lettura

I DATI DEL CONTAGIO
Loading...

Oggi sono 35.360 i nuovi casi di positività al Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore, 24.942 in più rispetto ai 10.418 rilevati ieri. Il dato nazionale si basa su 207.761 tamponi contro i 63.188 del giorno precedente (vengono considerati sia test rapidi antigenici che i tamponi molecolari). Il numero dei tamponi si riflette sulla percentuale di positività sul totale dei test fatti: il “tasso di positività”, cioè il rapporto tra il numero totale dei tamponi effettuati e quelli che risultano postivi si attesta così al 17%, in leggero aumento rispetto al dato registrato lunedì (16,5%).

Il totale di nuovi contagi odierno segna un incremento rilevate del 295.3% rispetto allo stesso giorno di una settimana fa, quando si erano registrati appena 8.944 nuovi positivi, ma si trattava di un giorno “anomalo” (il 16 agosto), caratterizzato da una attività di testing notevolmente ridotta.

Loading...

Il report quotidiano diffuso dal ministero della Sanità e della Protezione civile alle 16.00 di oggi, martedì 23 agosto, conta anche 134 vittime, 59 in più rispetto alle75 registrate ieri. Il totale delle vittime rilevate dall'inizio dell'emergenza Covid ha raggiunto così quota 174.931.

Questo invece il quadro relativo ai soggetti presi in carico dal sistema sanitario: il totale dei ricoverati per Covid nei reparti di terapia intensiva è pari a 254 unità (una in meno rispetto a ieri, quando erano in totale 255), mentre sono 6.378 i soggetti ricoverati con sintomi del Coronavirus nei reparti ordinari (-138, erano 6.516 nella precedente rilevazione). Le persone in isolamento domiciliare sono invece 745.459 (-14.847, erano 760.306). Nel complesso, le persone attualmente positive sono meno di 800mila: sono infatti 752.091. Il totale dei soggetti dimessi/guariti da febbraio 2020 a oggi è invece pari a 20.769.220. I casi totali di contagio rilevati dall'inizio della pandemia sono arrivati a 21.696.242.

In Veneto 4.432 nuovi casi e 12 decessi

Sono 4.432 i nuovi casi di Covid-19 in Veneto nelle ultime 24 ore con 12 decessi. È quanto riporta il bollettino quotidiano della Regione.

D’Amato: nel Lazio) oggi 2.555 casi e otto decessi

“Oggi nel Lazio, su 3.743 tamponi molecolari e 15.014 tamponi antigenici per un totale di 18.757 tamponi, si registrano 2.555 nuovi casi positivi (+1.673), sono 8 i decessi (+2), 680 i ricoverati (-22), 38 le terapie intensive (-2) e +10.525 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 13,6%. I casi a Roma città sono a quota 1.100”. Lo comunica in una nota l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Toscana, sette morti e 1.637 nuovi casi

Altri 1.637 nuovi casi (età media 49 anni) e sette morti per Covid nelle 24 ore in Toscana. Le ultime vittime sono state 3 nell’area di Firenze, 2 a Pistoia, 1 a Pisa e a Livorno. Il totale dei decessi sale a 10.615 dall’inizio dell’epidemia. I nuovi casi portano a 1.369.059 i positivi totali (+0,1% sul totale del giorno precedente). I guariti - 1.614 nelle 24 ore con il tampone negativo - crescono dello 0,1% e raggiungono quota 1.275.487 (93,2% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 82.957 (+0,02% rispetto a ieri). Tra loro i ricoverati sono 352, di cui 19 in terapia intensiva (+1 persona il saldo tra ingressi e uscite, pari al +5.6%). Altre 82.605 persone positive sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (+32 persone su ieri, pari al +0,04%).

IL TREND GIORNO PER GIORNO

Casi attualmente positivi, guariti, morti e casi totali dal primo rilevamento a oggi. Casi nuovi giorno per giorno

Loading...

In Friuli Venezia Giulia 191 ricoveri, due decessi

Sono 1.000 i nuovi contagi da Covid-19 registrati questa mattina in Friuli Venezia Giulia, ieri erano stati 189. Su 3.564 tamponi antigenici effettuati sono stati riscontrati 889 positivi, mentre su 2.552 tamponi molecolari i positivi sono stati 111.Torna a salire, sensibilmente, il tasso di positività ogni 100mila abitanti che si attesta questa mattina a 446,7, ieri era a 379,4. In calo invece i ricoveri, oggi a 191 (199 ieri) per effetto di una riduzione dei pazienti in area non critica (187 oggi, 195 ieri) e della stabilità di quelli in terapia intensiva (4 oggi come ieri). Nella giornata odierna si registrano 2 decesso, ieri era stato 1.

Quattro morti e 2.237 casi in Puglia, il 18,2% dei test

Sono 2.237 i nuovi casi di positività al Covid 19 registrati nelle ultime ore in Puglia su 12.274 test eseguiti. Quattro le persone morte. Il tasso di positività è del 18,2 per cento. Le persone attualmente positive sono 32.358, 305 quelle ricoverate in area non critica, 20 in terapia intensiva.

Tornano a scendere i ricoverati in Umbria

Dopo due giorni di leggera risalita tornano a scendere i ricoverati Covid in Umbria, 164, quattro in meno di lunedì, con tre pazienti, uno in più, nelle terapie intensive. È il quadro sul sito della Regione che segnala altri quattro morti per il virus. Nell’ultimo giorno sono emersi 490 nuovi casi e 636 guariti, con gli attualmente positivi in calo a 4.653, 150 in meno. Sono stati analizzati 2.888 tra tamponi e test antigenici, con un tasso di positività del 16,9 per cento mentre era 23,2 lunedì e 16,6 lo stesso giorno di due settimane fa (17,99 quella scorsa, il giorno dopo ferragosto quando ne erano stati però processati di meno).

TERAPIE INTENSIVE E RICOVERI

Il numero di ricoveri giornalieri, quelli in terapia intensiva, e la crescita percentuale giornaliera.

Loading...

In Molise due decessi nelle ultime 24 ore

Due persone, entrambe di Termoli in provincia di Campobasso, sono decedute all’ospedale Cardarelli del capoluogo molisano per complicanze legate al Sars Cov 2. Si tratta di un uomo di 80 anni e di una donna di 73 anni, quest’ultima trattata in terapia intensiva. In ospedale il numero totale dei ricoverati è 21, due in terapia intensiva e 19 in malattie infettive. Finora il numero delle vittime dall’inizio della pandemia nella regione Molise è 666, secondo il report aggiornato delle autorità sanitarie.

Contagiati sopra quota 1.000 ma nessun morto in Sardegna

Torna a correre il Covid in Sardegna, ma nelle ultime 24 ore non si registra alcun decesso. I nuovi casi accertati sono 1.102 (+ 737), di cui 1.046 diagnosticati da antigenico. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 4.174 tamponi per un tasso di positività che scende dal 29,8 al 26,4 per cento. Migliora la situazione negli ospedali. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 10 (- 1), in area medica 121 (- 3). In calo i casi di isolamento domiciliare, in tutto 14.552 (- 151).

Abruzzo, positivi sempre sopra quota 25mila, due i decessi

Sono 1.243 i casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza - al netto dei riallineamenti - a 533.016. Il bilancio dei pazienti deceduti registra due nuovi casi (risalenti ai giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl) e sale a 3615. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 504.067 dimessi/guariti (+1.043 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo sono 25.334 (+201 rispetto a ieri). Di questi, 176 pazienti (-6 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 8 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre i restanti sono in isolamento domiciliare.

Agenas: occupazione reparti ordinari ferma a 10%

È stabile al 10%, nell’arco di 24 ore in Italia, la percentuale di posti letto occupati per Covid nei reparti ordinari (un anno fa era al 7%) e sono tre le regioni in cui il valore supera la soglia del 15%: Umbria (25%), Calabria (20%) e Liguria (20%). Sempre a livello nazionale, è stabile al 3% la percentuale di terapie intensive occupate da pazienti Covid (un anno fa era al 5%). Questa la rilevazione dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) sui dati del 22 agosto.


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti