Ultimi dati

Coronavirus, ultime notizie: in Italia i casi totali sono 119.827 (+3,9%), decessi a quota 14.681 (+5,5%). In calo la pressione sulle terapie intensive

I numeri forniti dalla Protezione civile attestano 4.585 contagi nelle 24 ore. Guariti in crescita dell’8,1 per cento. Cala la pressione sulle terapie intensive

Coronavirus, sotto la lente di Google gli spostamenti in 131 Paesi

I numeri forniti dalla Protezione civile attestano 4.585 contagi nelle 24 ore. Guariti in crescita dell’8,1 per cento. Cala la pressione sulle terapie intensive


2' di lettura

Rallenta la corsa del coronavirus. I casi totali, alle ore 17 del 3 aprile, sono 119.827 (+3,9%), mentre i decessi sono 14.681 (+5,5%). Questi i dati forniti dalla Protezione civile elaborati su 619.849 tamponi effettuati. Negli ultimi due giorni sono stati più di 80mila i tamponi eseguiti. Dimessi/guariti a quota 19.758 (+8,1%). A livello di dati assoluti, nelle ultime 24 ore, i casi registrati sono stati 4.585. I decessi, invece, sono stati 766 e i guariti 1.480. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 4.068, appena 15 in più rispetto al 2 aprile (0,3%).

Le polemiche sulla fase 2
A illustrare i dati il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli che è tornato sul tema della fase 2, notizia di giornata dopo la sua intervista a Radio anch’io: «Al momento l’unica data che esiste - ha detto Borrelli - è quella del 13 aprile. Alcune mie dichiarazioni sono state oggi schematizzate e riportate erroneamente. Ribadisco che qualsiasi valutazione sul “dopo” attribuita alla mia persona non ha rilevanza, perché non sono soggetto titolato a parlarne».

La situazione in Lombardia
In Lombardia i casi totali di coronavirus al 3 aprile sono 47.520, ossia 1.455 in più rispetto a giovedì (+3,1%), mentre i decessi registrati sono 8.311, ovvero 351 in più (+4,4%). A fornire i dati, come di consueto con qualche minuto d’anticipo sulla conferenza stampa della Protezione Civile, l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera. I ricoveri in terapia intensiva in regione sono stati 30 in più rispetto al giorno precedente (+2,2%), per un totale di 1.381 ricoverati da inizio emergenza. Crescono anche i tamponi effettuati: toccata quota 135.051, con 6.765 rilevazioni in più (+5,2%).

LA MAPPA DEI CONTAGI

Curva in calo
Prosegue insomma lentamente il calo della curva epidemica nazionale di incremento dei casi totali giorno su giorno: il 3 aprile siamo al +3,9 contro il +4,2% del giorno precedente. I contagiati sono 119.827 con 85.388 infezioni in corso, 19.758 guarigioni e 14.681 deceduti. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 4.068 (4.053 quelli del 2 aprile). In Lombardia, che da sola rappresenta il 40% della casistica nazionale, la crescita è del +3,1% contro il +2,8% del 2 aprile. Il quadro generale sembra così confermare l’appiattimento della curva epidemica, ormai vicina al suo momento di picco. Non bisogna, in ogni caso, abbassare la guardia. «Il picco non si è ancora esaurito», ha detto il direttore della terapia intensiva del Gemelli e membro del Comitato tecnico scientifico Massimo Antonelli in conferenza stampa, sottolineando che la «tendenza in calo a cui stiamo assistendo è il frutto di quel che è accaduto nelle ultime tre settimane».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...