Asia e Oceania

Coronavirus ultime notizie: Usa, piano del governo per 1.200 miliardi di dollari

La Ue chiude le frontiere esterne, verso riunione straordinaria del Consiglio in videoconferenza
Gb: pacchetto da 330 miliardi di sterline
Calcio: rinvio per Euro 2020 e Mondiale per club Fifa
Usa pronti a un piano da 850 miliardi di aiuti
Science: per 1 caso confermato, 5-10 sommersi
G7: tragedia umanitaria mondiale
In Cina un nuovo caso e altri 20 contagi di ritorno, 13 morti quasi tutti nello Hubei
Oltre 8.000 casi in Germania e 22 morti
Manila chiude la Borsa, prima al mondo a causa del virus
Tasso di guarigione all’83,8% nella Repubblica popolare
Crollo di investimenti e produzione in Cina
Daimler sospende gran parte produzione in Ue
Rischio bancarotta per molte compagnie aeree



  • Prima vittima in Turchia

    Si registra la prima vittima del coronavirus in Turchia. Lo comunica il ministero turco della Salute. Il numero di casi confermati nel Paese è di 98.

  • Il Portogallo decreta lo stato di calamità

    Il governo portoghese ha decretato lo stato di calamità e ha ordinato l’isolamento sanitario del comune di Ovar, centro di circa 30mila abitanti.

  • Usa, piano del governo per 1.200 miliardi di dollari

    L'amministrazione Trump sta discutendo un piano che potrebbe ammontare a 1.200 miliardi di dollari - compresi i pagamenti diretti di 1.000 dollari o più agli americani entro due settimane - per attenuare parte dell'impatto economico dell'ampliamento dell'epidemia di coronavirus. Il segretario al Tesoro Steven Mnuchin ha stanziato una prima tranche di 250 miliardi cui potrà seguire una seconda tranche dello stesso importo a distanza di quattro settimane, se ci sarà ancora un'emergenza nazionale.
    «Gli americani hanno bisogno di soldi adesso, e il presidente vuole dare soldi adesso. E intendo ora, nelle prossime due settimane», ha detto martedì Mnuchin durante un briefing alla Casa Bianca insieme al presidente Donald Trump.
    «Abbiamo messo sul tavolo una proposta che inietterebbe oltre mille miliardi nell'economia» ha sottolineato Mnuchin. Il primo piano ipotizzato da Trump prevedeva un intervento di 850 miliardi, ma l’ammontare è stato poi ampliato e ora verrà sottoposto al Congresso. Sono previsti, tra gli altri interventi, un sostegno diretto ai cittadini (almeno mille dollari, secondo le intenzioni dell’amministrazione) e 300 miliardi da destinare alle piccole imprese.

  • Olanda, in campo misure per 20 miliardi

    Anche l’Olanda si appresta a mettere in campo un corposo pacchetto economico a sostegno dell’economia colpita dall’emergenza coronavirus. Amsterdam è pronta a varare misure per 20 miliardi di euro. Una cifra che potrà essere incrementata nei prossimi mesi, se ce ne sarà bisogno.

  • Stato di New York: picco atteso tra 45 giorni

    Il picco dei contagi da coronavirus a New York non arriverà prima di 45 giorni: lo ha detto il governatore dello stato Andrew Cuomo citando le proiezioni fatte dagli esperti. Il governatore ha quindi spiegato che a quel punto serviranno almeno 110.000 posti letto per far fronte all'epidemia.
    Al momento i contagi a New York hanno superato i mille casi.

  • Ministri trasporti Ue: focus su sblocco traffico merci al valico del Brennero

    Lo sblocco dei colli di bottiglia per il trasporto delle merci su gomma ai valichi del Brennero, causati dai controlli e dalle chiusure per il coronavirus introdotti dall'Austria, saranno tra gli argomenti di discussione domani alla videoconferenza dei ministri dei Trasporti dei 27. Ieri la Commissione europea ha adottato una serie di linee guida per la gestione delle frontiere, in cui si sottolinea l'importanza di mantenere aperto il flusso delle merci nel mercato unico. Tra le proposte di Bruxelles, si lavora alla creazione di corsie rapide per il trasporto di medicinali, equipaggiamento medico, cibo, bestiame, e beni essenziali.

  • Auto, sindacato Usa chiede chiusura stabilimenti a Gm, Ford e Fca

    Il sindacato dei lavoratori dell’auto statutinitensi - lo United Auto Workers - fa pressioni sulle tre principali case automobilistiche perché chiudano gli stabilimenti come misura di sicurezza contro ilrischio di contagio da coronavirus. La richiesta era stata avanzata nella giornata di domenica, ma le multinazionali General Motors, Ford e Fiat Chrysler Automobiles l’avevano respinta mettendo sul tavolo in cambio una profonda sanificazione degli impianti produttivi per rendere il lavoro sicuro, chiedendo al contempo due giorni di rinvio. La deadline, fa sapere il sindacato, scaden martedì pomeriggio quando è in programma un nuovo incontro tra i rappresentanti delle aziende e dei sindacati. L’appuntamento è fissato per le 18 ora americana (le 24 circa a Detroit). I sindacati hanno fatto sapere di essere pronti ad aumentare la pressione nei confronti dei costruttori, citando anche l’appoggio del governatore Gretchen Whitmer e della deputata Debbie Dingel. I sindacati non sembrano accontentarsi, quindi, delle misure stringenti annunciate dalle tre case automobilistiche: misure di sicurezza, controlli sui visitatori, profonda disinfezione dei reparti e dei locali. Gm ha confermato la riunione in programma martedì - secondo quanto riporta Bloomberg - mentre Ford e Fca non hanno commentato.

  • Gran Bretagna: pacchetto da 330 miliardi di sterline

    Il primo ministro inglese Boris Johnson ha annunciato di voler procedere più rapidamente nei prossimi giorni nelle azioni di contrasto all’epidemia di coronavirus, agendo con il governo come in tempo di guerra per sostenere l’economia. Gli ha fatto eco il ministro delle Finanze Rishi Sunak che ha invitato le banche a mettere in campo flessibilità nei prestiti in questa fase dell’economia colpita dagli effetti dell’epidemia. Il pacchetto che la Gran Bretagna mette in campo è di 330 miliardi di sterline: si tratta, hanno sottolineato Sunak e Johnson, di una misura senza precedenti.

  • Germania vuole raddoppiare i posti letto in terapia intensiva

    Il Bund e i Laender tedeschi vogliono raddoppiare i posti letto in terapia intensiva per combattere al meglio il coronavirus. Stando ai dati del ministero della Salute in Germania, ci sono attualmente 28 mila posti.

  • Trump: aiuteremo Boeing. E spero non serva “chiudere” l’America

    Mentre gli Stati Uniti mettono insieme un pacchetto di aiuti di circa 850 miliardi di dollari, Donald Trump spera che gli Usa non abbiano bisogno di un “lockdown” nazionale. Lo ha detto in una conferenza stampa alla Casa Bianca sul coronavirus. Lo stesso presidente americano anche anche assicurato che interverrà per aiutare Boeing: «Il governo federale aiuterà Boeing, è impensabile ciò che le è accaduto» ha detto il presidente statunitense durante un briefing sulla gestione dell’emergenza legata al Covid-19 alla Casa Bianca. Boeing era «la più grande azienda al mondo» prima dello scoppio dell'epidemia da coronavirus. «Aiuteremo Boeing», ha aggiunto Trump che ha poi sottolineato in merito all’emergenza: «Stiamo lavorando bene, vogliamo meno morti possibile e non vogliamo trovarci nella situazione dell’Italia».

    Donald Trump (Reuters)
  • Meghan e Harry in isolamento nella loro casa in Canada

    Meghan Markle e il principe Harry sono in isolamento nella loro casa in Canada dopo che il primo ministro Justin Trudeau ha ordinato la chiusura dei confini per contenere la diffusione del coronavirus. La coppia si è riunita dopo aver lasciato separatamente il Regno Unito in seguito al loro ultimo impegno ufficiale da reali. Secondo quanto scrive il New York Post, i coniugi hanno mostrato preoccupazione per la moglie del premier Sophie Trudeau, una loro amica, e al momento in isolamento dopo aver contratto il virus durante una visita ufficiale a Londra.

  • Calcio, Fifa rinvia il Mondiale per club

    La Fifa ha deciso di rinviare la prima edizione del Mondiale per club “allargato” (a 24 squadre), che avrebbe dovuto svolgersi a giugno del prossimo anno in Cina. Lo ha ufficializzato con una nota in cui si precisa che «accogliendo le richieste delle confederazioni continentali, è stato deciso lo spostamento del Mondiale per club a fine 2021 o 2022 0 2023». Una data precisa dello svolgimento di questa competizione verrà presa «quando la situazione sarà più chiara». Viene poi chiarito che lo spostamento del torneo è stato stabilito «dopo averne discusso con il governo e la federazione calcio cinese». Alla luce delle'emergenza del Coronavirus, la Fifa fa poi sapere di aver disposto la donazione di 10 milioni di dollari all'Organizzazione Mondiale della Sanità.

  • Jaguar continua produzione veicoli nel Regno Unito, per ora

    Jaguar Land Rover, principale costruttore automobilistico del Regno Unit0, ha comunicato che intende proseguire la produzxione di veicoli in Gran Bretagna almeno fino alla fine della settimana, questo nonostante l’epidemia da coronavirus

  • Croazia vara ampio pacchetto di aiuti contro crisi economica

    Per far fronte alle conseguenze economiche dell'epidemia del coronavirus, il governo di Zagabria ha varato oggi un pacchetto di una sessantina di misure fiscali e di sussidi ai datori di lavoro. Le misure prevedono una sospensione della riscossione delle tasse e dei contributi per tre mesi, vari tipi di moratorie nei pagamenti dei debiti e mutui, garanzie statali agli imprenditori per nuovi prestiti e sussidi per i datori di lavoro per evitare licenziamenti. Il ministro delle Finanze, Zdravko Maric, ha comunque detto di credere che «per quanto il pacchetto di aiuti sia ampio e generoso, è probabile che non basterà e lo si dovrà estendere». In questo momento il timore maggiore è l'effetto che l'epidemia avrà sul turismo, motore dell'economia del Paese che contribuisce nel Pil del Paese con il 20 per cento circa, specie se la crisi si estenderà all'estate.

    Primosten, Croatia (Reuters)
  • Arabia Saudita: preghiere sospese nelle moschee, salvo alla Mecca e a Medina

    L'Arabia Saudita ha sospeso le preghiere collettive in tutte le moschee del Paese, con l'eccezione delle due grandi moschee della Mecca e di Medina. Ne dà notizia l'agenzia saudita Spa, citata dalla televisione panaraba Al Arabiya. La decisione, nel tentativo di arginare la diffusione del coronavirus, è stata presa in un incontro oggi tra il ministero della Salute e il Consiglio dei leader religiosi del Paese. Sono 133 fino ad ora i casi di contagio da coronavirus registrati in Arabia Saudita.

  • Gb, stop a operazioni chirurgiche non urgenti

    Il sistema sanitario britannico (Nhs) ha annunciato un rinvio di 3 mesi di tutti gli interventi chirurgici non urgenti in Inghilterra per liberare 30.000 letti negli ospedali per i pazienti contagiati in forma più grave dal coronavirus: letti da aggiungere ai 6000 posti scarsi di terapia intensiva disponibili nell'intero Regno, all'83% già occupati.
    Intanto il consigliere scientifico del governo Johnson, Patrick Vallance, ha raccomandato agli ultrasettantenni di evitare anche i pranzi domenicali in famiglia, per cautela. Poi, commentando sospetti medici rimbalzati dalla Francia su un possibile effetto collaterale negativo sul virus Covid - 19 per chi assume Ibuprofen, ha suggerito di sostituire questo antidolorifico con il paracetamolo a scanso di equivoci, non importa “se il sospetto sia fondato o meno”.

    Londra (Reuters)
  • Usa: Maryland rinvia primarie a 2 giugno

    Anche il Maryland rinvia le sue primarie, dal 28 aprile al 2 giugno, a causa del coronavirus. Lo ha annunciato il governatore

  • Oltre 8.000 casi in Germania e 22 morti


    E' aumentato di quasi un quarto rispetto a ieri il numero dei contagiati in Germania arrivando a 8.009, secondo il conteggio comunicato da ciascun Land e riportato da Sueddeutsche Zeitung. Le vittime sono salite a 22. Ieri sera il numero degli infetti secondo l'istituto epidemiologico Robert Koch era ancora di 6012. Il Land più colpito è ancora il Nordreno Westfalia con 3.060 casi, seguito dalla Baviera con 1.352.

    Monaco di Baviera (Epa)
  • Usa: Mnuchin, assegni ai cittadini Usa entro prossime 2 settimane

    Il governo federale vuole inviare assegni ai cittadini americani entro le prossime due settimane come parte di un pacchetto di misure per cercare di attutire l'impatto del coronavirus su imprese e individui. Lo ha detto il segretario al Tesoro, Steven Mnuchin, durante un briefing sulla gestione dell'emergenza legata al Covid-19 alla Casa Bianca. Il segretario non ha voluto pero' fornire indicazioni sulla somma che il governo vuole inviare ai cittadini ma Trump, che lo affiancava, ha sottolineato come si tratti di una cifra considerevole, “vogliamo fare le cose in grande!”. Mnuchin ha poi spiegato che sta negoziando il pacchetto di misure con il Senato e con la Camera dei Rappresentanti. Infine il segretario ha sottolineato come il presidente Trump abbia accettato di condonare il rinvio di fino a 300 miliardi di dollari in tasse. Stando a segretario, gli individui possono richiedere un rinvio di 90 giorni su tasse fino a un milione di dollari mentre per le imprese il limite e' fissato in 10 milioni di dollari.

  • Daimler sospende gran parte produzione in Ue

    Il gruppo Daimler sospende gran parte della produzione in Europa a causa del Coronavirus. La misura inizia questa settimana e durerà per le prossime due settimane. Lo scrive la Dpa.

  • Tennis: Roland Garros rinviato a fine settembre

    Il torneo di tennis del Roland Garros, previsto tra il 24 maggio ed 7 giugno, è stato rinviato e si giocherà dal 20 settembre al 4 ottobre, a causa della pandemia da coronavirus. Per lo stesso motivo la scorsa settimana era stata comunicata la cancellazione di Indian Wells, in California, mentre resta in bilico il torneo londinese di Wimbledon, in programma dal 29 giugno al 12 luglio.

  • Usa, Mnuchin (segretario al Tesoro): potremmo ridurre orario mercati finanziari, ma no chiusure

    Le compagnie aeree sono quasi ferme, la situazione è peggio di quella seguita all'11 settembre: lo ha detto il segretario al tesoro Usa Steven
    Mnuchin in un briefing alla Casa Bianca della task force Usa
    contro il coronavirus, ribadendo che le compagnie aeree sono tra
    le aziende che verranno aiutate. Mnuchin ha poi dichiarato che è possibile una riduzione dell’orario dei mercati finanziari, ma ha escluso chiusure. Steven Mnuchin ha riferito poi che sta lavorando con il Senato per l'approvazione rapida di un pacchetto coraggioso di aiuti all'economia che dettaglierà nelle prossime ore.

  • Brasile, Bolsonaro critica 'isterismo' dei governatori

    Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha criticato oggi i governatori di diversi Stati del Paese, che hanno annunciato misure per contenere l'epidemia di coronavirus, denunciando che stanno cedendo all' “isterismo” e causando danni economici alle regioni che gestiscono.
    “Ci sono governatori che stanno prendendo decisioni che faranno molto male alla nostra economia”, ha detto Bolsonaro in un'intervista radiofonica, poco dopo che il governatore di San Paolo, Joao Doria, e quello di Rio de Janeiro, Wilson Witzel, hanno annunciato le prime “misure di emergenza” contro la diffusione della malattia.
    Il presidente brasiliano ha aggiunto che “la vita continua e va avanti, bisogna evitare ogni isterismo, perché questo isterismo rischia di portarci alla bancarotta”.
    Queste dichiarazioni riprendono altre fatte da Bolsonaro negli ultimi giorni, nelle quali ha denunciato la “nevrosi” e l'”isterismo” che, a suo avviso, ha scatenato l'epidemia di coronavirus.
    Dopo essere risultato negativo a un primo test sulla malattia, Bolsonaro ha annunciato che si sarebbe messo in quarentena, ma poi domenica scorsa ha salutato i manifestanti che si erano concentrati a Brasilia per appoggiare il suo governo, stringendo la mano e concedendo molti selfie ai suoi simpatizzanti. Il risultato di un secondo test del presidente dovrebbe essere pubblicato a breve.

    Jair Bolsonaro (Reuters)
  • In Tanzania scuole chiuse da domani per un mese

    La Tanzania ha annunciato la chiusura di tutte le scuole contro la diffusione del coronavirus. La misura di prevenzione scatta da domani e ha validità di un mese, come ha dichiarato il primo ministro Kassim Majaliwa citato da Bbc Africa.
    Sospesi anche tutti gli eventi pubblici, compresi quelli sportivi. Queste decisioni arrivano il giorno dopo la conferma del primo caso positivo di coronavirus, una tanzaniana di 46 anni rientrata domenica dal Belgio.
    Diverse persone in contatto con la paziente sono state rintracciate e messe in quarantena, mentre prosegue la ricerca di altri suoi contatti, ha detto ancora Majaliwa.
    Il primo ministro ha inoltre affermato che la Tanzania è ben preparata a gestire la situazione se si dovessero registrare altri casi di Covid-19.

  • S&P, tasso default imprese no finanziarie in Europa salirà verso 10%

    L'improvviso blocco delle attività economiche provocato dalle misure di contenimento del coronavirus porterà a una recessione globale quest'anno mettendo sotto un'intensa pressione sui profili di credito a livello globale. E' quanto osservano gli esperti di S&P secondo cui il crollo del cash flow, associato a condizioni finanziarie molto più ristrette e al simultaneo shock petrolifero andrà a danneggiare in genere il merito di credito delle imprese a livello globale. “Questi fattori - scrive la responsabile della ricerca di S&P Alexandra Dimitrijevic - risulteranno con ogni probabilità in un forte aumento dei defaults, con un tasso di default per le imprese non finanziarie negli Usa che potrebbe salire oltre il 10% nei prossimi dodici mesi” mentre in Europa dovrebbe attestarsi di poco sotto il 10%. La magnitudine di questo impatto varierà in modo significativo a seconda dell'industria e della classe di asset interessata. In ogni caso, “una contrazione grave ma di breve durata (come da scenario base di S&P) impatterà soprattutto i crediti più deboli o quelli nei settori più direttamente esporti alla crisi. Ma una recessione prolungata potrebbe avere implicazioni più ampie”.

  • Trump, economia rimbalzera' rapidamente

    L'economia si riprenderà rapidamente: lo ha detto Donald Trump in un briefing alla Casa Bianca della task force Usa contro il coronavirus

  • Spagna, piano per mobilitare 200 miliardi

    Il governo spagnolo ha annunciato un piano per mobilitare 200 miliardi di euro per fare fronte alle conseguenze della crisi economica provocata dall'epidemia di coronavirus. Lo ha annunciato il premier Pedro Sanchez, secondo quanto scrive El Pais online

  • Gran Bretagna, quasi 2mila casi, + 407

    Balzano a 1.950, con un aumento record di 407 casi in più in 24 ore, i contagi accertati da coronavirus nel Regno Unito, secondo i dati aggiornati quotidianamente dal ministero della Sanità britannico. Il numero dei test eseguiti ha superato invece quota 50.000, con circa 6.000 tamponi in più in un giorno.

  • Tokyo 2020: Cio conferma impegno per Olimpiadi

    Cio conferma impegno per le Olimpiadi di Tokyo 2020, raccomandando agli atleti di continuare a prepararsi

  • Nissan, stop a produzione in Uk

    La casa automobilistica Nissan ha sospeso la produzione nella più grande fabbrica in Uk per limitare l’impatto del coronavirus. Il sito produce circa 350mila auto su un totale di 1,3 milioni prodotte in Uk.

  • Ue ai 27, cittadini Unione devono poter tornare a casa

    A causa dell'epidemia di coronavirus “ci sono cittadini dell'Ue bloccati nella stessa Unione europea e questo ora deve finire. Abbiamo proposto soluzioni per permettere alle persone di tornare a casa, e per consentire il trasporto di merci in Europa. Dobbiamo mantenere il flusso delle merci, in particolare quelle di prodotti medicinali”. Così la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, nell'annunciare il sostegno di Bruxelles al rimpatrio di 290 cittadini europei rimasti bloccati in Marocco.

  • Bce: banche eurosistema prendono 109 mld in prima asta Ltro

    Le banche dell'eurosistema hanno chiesto e ottenuto 109 miliardi di euro nella prima asta Ltro, le operazioni di rifinanziamento a lungo termine aggiuntive annunciate la scorsa settimana dalla presidente Bce Christine Lagarde come parte del pacchetto di misure per fornire liquidità alle banche da far più giungere tramite i canali del credito alle pmi.

  • Fed di nuovo in campo con liquidità a imprese

    La Fed in campo a sostegno delle imprese. La banca centrale riapre la commercial paper funding facility, usata già in passato per rispondere alle difficoltà delle società nel raccogliere fondi sul mercato dei commercial paper. Il Tesoro americano fornirà alla Fed 10 miliardi di dollari come garanzia. La nuova facility resterà aperta fino al marzo 2021 e consente alla Fed di intervenire sul mercato dei prestiti a breve delle imprese.
    “Il mercato dei commercial paper è stato sotto considerevole tensione negli ultimi giorni con le imprese e le famiglie alle prese con una maggiore incertezza a causa del coronavirus”, afferma la Fed. La commercial paper funding facility “dovrebbe incoraggiare gli investitori” ad affacciarsi di nuovo al mercato dei commercial paper, aggiunge la Fed. La banca centrale americana non può erogare prestiti direttamente alle famiglie o alle imprese, ma può invocare poteri di emergenza per l'apertura di strumenti di prestito che possono estendere il credito a un pubblico ampio. Per tutelare la Fed contro possibili perdite sulla commercial paper funding facility il Tesoro americano fornirà 10 miliardi di dollari provenienti dall'Exchange Stabilization Fund, che conta su 94 miliardi di dollari.

  • Gran Bretagna, la regina da giovedì a Windsor

    Durerà solo fino a domani il ritorno al lavoro 'business as usual' della regina a Buckingham Palace annunciato ieri dalla corte. La sovrana, 94 anni fra un mese, tornerà infatti giovedì nel più isolato castello di Windsor, per restarvi fino a dopo Pasqua. La precisazione è giunta oggi dal palazzo, secondo cui Elisabetta II in questo modo si adegua alle nuove indicazioni sull'emergenza coronavirus del governo britannico che raccomandano a tutti di evitare i contatti sociali e particolare cautela alle persone anziane.

  • Bce: banche prendono 109 miliardi euro di liquidità

    Le banche europee hanno attinto 109 miliardi di euro nella prima asta Ltro, le operazioni di rifinanziamento a lungo termine aggiuntive varate la scorsa settimana dalla Bce, nell'ambito delle misure dispiegate per fronteggiare l'emergenza coronavirus, “allo scopo di fornire immediata liquidità a supporto del sistema finanziario dell'area euro”. I prestiti Ltro sono una misura ponte varata dalla Bce per assicurare liquidità alle banche in attesa che a giugno scattino i nuovi prestiti Tltro III.

  • Spagna, 200 miliardi per mitigare gli effetti del coronavirus

    Il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez annuncia un pacchetto da 200 miliardi di aiuti per mitigare l’impatto del coronavirus.

  • Moody’s taglia il rating di Lufthansa a Ba1

    L'agenzia Moody's taglia il rating di Lufthansa a Ba1, a livello junk ovvero spazzatura, da Baa3. Il rating resta sotto osservazione per un possibile downgrade. “La rapida diffusione del coronavirus, il deterioramento dell'outlook economico globale, il calo dei prezzi del petrolio stanno creando degli shock in diversi settori, in diverse aree e in diversi mercati”, afferma Moody's, sottolineando che a innescare il downgrade è stato il forte calo del traffico passeggeri.

  • Nuova asta Fed da 500 miliardi

    La Fed condurrà un'altra asta pronti contro termine a un giorno (repo overnight) da 500 miliardi di dollari nelle prossime ore.

    La Federal reserve entra in campo anche a sostegno delle imprese. La banca centrale riapre la commercial paper funding facility, usata già in passato per rispondere alle difficoltà delle società nel raccogliere fondi sul mercato dei commercial paper. Il Tesoro americano fornirà alla Fed 10 miliardi di dollari come garanzia. La nuova facility resterà aperta fino al marzo 2021 e consente alla Fed di intervenire sul mercato dei prestiti a breve delle imprese.

  • Uefa rinvia gli Europei

    È ufficiale: la Uefa ha rinviato al 2021 gli Europei di calcio che si dovevano svolgere la prossima estate. Sospese anche le competizioni di Champions ed Europa League.

    La Uefa ha istituito un gruppo di lavoro per esaminare le possibilità di organizzare i tornei in futuro. L'obiettivo è disputare la finale delle due competizioni entro giugno.

  • Chiesa anglicana sospende le liturgie

    La Chiesa d'Inghilterra sospende da oggi «fino a ulteriori comunicazioni» tutte le liturgie e le funzioni, sullo sfondo della stretta sui contatti sociali annunciata ieri dal premier Boris Johnson a causa dell'epidemia di coronavirus. Lo ha annunciato oggi l'arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, massimo dignitario ecclesiastico della confessione cristiana nazionale britannica che ha come sua guida formale la regina. Un portavoce ha tuttavia precisato che funerali e matrimoni continueranno per ora a essere officiati.

  • In Bosnia proclamato stato di calamità

    Il governo bosniaco ha proclamato oggi in tutto il Paese lo stato di calamità naturale, a causa della pandemia di coronavirus. Sono inoltre rafforzate le condizioni imposte per l'ingresso in Bosnia dei cittadini di molti altri paesi, compresa l'Italia, ad eccezione dei camionisti e piloti d'aerei. Fra breve, ha annunciato il leader serbo-bosniaco Milorad Dodik, sarà vietato l'ingresso in Bosnia di tutti i cittadini stranieri, mentre i bosniaci provenienti dall'estero dovranno prima trascorrere 14 giorni in quarantena nella tendopoli in via di allestimento ai valichi di frontiera. Finora in Bosnia-Erzegovina sono stati accertati 24 contagi da coronavirus.

  • Oms: Paesi Ue prendano misure più audaci

    L'Oms chiede ai paesi europei di prendere misure «più audaci» per bloccare la diffusione del coronavirus.

  • S&P: verso ondata default società Usa e Ue

    Il coronavirus, facendo crollare i flussi di cassa e dando una stretta alle condizioni finanziarie, associato allo shock sui prezzi petroliferi «darà un colpo al merito di credito» di molte aziende, portando probabilmente a «un balzo dei default». Lo scrive Standard & Poor's, che prevede un tasso di default che negli Usa potrebbe superare il 10% e in Europa avvicinarsi a tale livello nei prossimi 12 mesi.

  • S&P,recessione globale è già realtà

    «La recessione globale è già qui». Lo scrivono in un report gli economisti di Standard & Poor's, secondo cui la stretta ai contatti fra individui e ai movimenti delle persone comporteranno, come in Cina, anche in Usa ed Europa un «collasso della domanda» con crescita globale che si fermerà all'1, massimo 1,5%, livelli da recessione. I rischi per la previsione sono al ribasso

  • In Spagna quasi 500 morti accertati

    Sono quasi 500 i morti in Spagna a causa del coronavirus. Lo ha reso noto il ministero della Salute, aggiornando anche il conto dei contagi a 11mila. Le vittime accertate, in particolare, sono almeno 491. La Spagna è il quarto Paese più colpito al mondo dalla diffusione del Covid-19, dopo Cina, Italia e Iran.

  • Positivo Friedrich Merz, candidato a succedere ad Angela Merkel

    Friedrich Merz, candidato a succedere alla cancelliera Angela Merkel, è positivo al coronavirus. Lo riporta Focus Magazine su Twitter.

  • Israele: «Non uscite di casa»

    Il ministero della sanità israeliana ha annunciato questa mattina nuove direttive sul coronavirus limitando severamente le attività pubbliche e l'uscita da casa «se non per situazioni che lo impongono». Bandita quindi ogni attività ricreativa - è stato spiegato - e tra queste le visite nei parchi, in spiaggia, in piscina, nei musei, parchi giochi, biblioteche. Tra i servizi essenziali ammessi quelli legati all'acquisto del cibo e di assistenza medica. Il ministero ha anche previsto misure restrittive per le persone a rischio.

  • Gran Bretagna: stop ai viaggi all’estero per un mese

    Il Foreign Office raccomanda da oggi a tutti i cittadini britannici di evitare qualunque viaggio all'estero, se non per ragioni essenziali, a causa della pandemia di coronavirus. L'indicazione vale per 30 giorni, ma è prorogabile, ha precisato alla Camera dei Comuni il ministro
    degli Esteri, Dominic Raab.

  • Nove paesi Schengen notificano controlli alle frontiere

    Con la notifica di Estonia e Norvegia sale a 9 il numero di Paesi dell'area Schengen ad aver notificato a Bruxelles la decisione di reintrodurre i controlli alle frontiere interne, per far fronte all'epidemia di coronavirus. Lo rende noto un portavoce della Commissione europea.
    I due Stati vanno così ad aggiungersi ad Austria, Ungheria, Repubblica Ceca, Danimarca, Polonia, Lituania, Germania e Svizzera. Non sono invece arrivate le notifiche di Francia e Spagna, ma come ha spiegato il portavoce «i contatti sono continui».

  • Casa Bianca chiederà 850 miliardi per aiuti

    La Casa Bianca intende dispiegare oltre 800 miliardi di aiuti nelle prossime settimane per sostenere l'economia Usa colpita dalla crisi del
    coronavirus. Lo riporta Politico. Tra le priorità il rinvio del pagamento delle tasse, prestiti agevolati o pagamenti diretti alle compagnie aeree, all'industria dell'ospitalità e alle piccole e medie aziende colpite dall'emergenza. I dettagli del piano potrebbero essere diffusi già domani.

  • Gran Bretagna chiude i cinema, pressing per le scuole, aziende chiedono aiuto


    Doveva essere il Paese che aveva una strategia diversa dagli altri, come al solito gli inglesi. Invece nel Regno Unito regna il caos mentre il governo dice che si devono limitare solo viaggi, eventi pubblici , un viceministro della salute invita a rispettare le regole della distanza fra persone (altro che immunità di gregge) e a lavorare da casa, le universitàa scelgono le lezioni online contro il parere del governo, viene cancellata la Boat Race tra Cambridge e Oxford, le aziende chiedono aiuto al governo perché vedono la piena che sta arrivando: alle aziende il governo ha dato risposta affermativa.


  • Goldman Sachs, Eurozona in chiara recessione in I e II trimestre

    L’Eurozona è chiaramente in recessione e accuse “pesanti contrazioni” nel primo e nel secondo trimestre. Lo scrivono gli esperti di Goldman Sachs in un rapporto pubblicato oggi in cui sottolineano come la diffusione del coronavirus riguardi ormai tutta l'Europa e nel corso degli ultimi giorni le condizioni finanziarie dell'area abbiano conosciuto un deciso peggioramento andando a impattare anche la fiducia dei consumatori e la loro propensione a spendere. “Pertanto alziamo le nostre stime sull’impatto che il coronavirus avrà sulla crescita in tutta Europa - si legge nel rapporto -. Sebbene l'incertezza resti molto grande, le nostre stime puntano a un impatto sulla crescita a livello di eurozona (non annualizzato) pari a 1 punto percentuale nel primo trimestre e a 3 punti nel secondo. L'impatto più forte sarà probabilmente in Italia ma ci attendiamo flessioni anche in Germania, Francia e Spagna. Di conseguenza vediamo ora l'Europa chiaramente in recessione, con pesanti contrazioni sia nel primo che nel secondo trimestre”.

  • Iran conferma rilascio 85mila detenuti

    Circa 85 mila detenuti in Iran sono stati temporaneamente rilasciati nelle ultime due settimane per contrastare la diffusione del coronavirus. Lo ha dichiarato il portavoce della magistratura di Teheran, Gholamhossein Esmaili, sostenendo che tra questi c'è anche più di metà dei prigionieri per reati politici. Le sue parole giungono dopo i numerosi appelli interni e internazionali alla scarcerazione dei detenuti a rischio di contrarre il virus e l'avvio di uno sciopero della fame da parte di alcuni prigionieri politici, tra cui la nota avvocata e attivista per i diritti umani Nasrin Sotoudeh, cui non è stato concesso il rilascio.

  • Polonia, governo in quarantena

    L'intero governo polacco è stato messo in quarantena dopo che un ministro è risultato positivo al coronavirus.

  • Spagna, i casi salgono a 11.778 e 491 morti

    I casi di contagio da coronavirus in Spagna salgono a 11.778. Lo ha dichiarato il ministro della Salute. I morti sono 491. Una esclation preoccupante a fronte del grande ritardo con cui si è mosso il premier Pedro Sanchez

  • Germania, Lufthansa prepara ponte aereo per i rifornimenti

    La compagnia aerea tedesca Lufthansa sta lavorando con il governo per preparare un ponte aereo e assicurare così che i beni di prima necessità possano continuare ad arrivare in territorio tedesco durente l’epidemia del coronavirus. A questo scopo la compagnia aerea sta riorganizzando i sui 747 aerei, con la revisione degli orari dell’equipaggio.

  • Afp, superati i 7.050 morti nel mondo

    Il nuovo coronavirus ha fatto almeno 7.063 morti nel mondo dalla sua comparsa in dicembre, secondo un bilancio compilato questa mattina dall'Afp in base a dati ufficiali. I casi di contagio sono oltre 180.090 in 145 Paesi

  • Egitto, 300 famiglie in isolamento in villaggio


    L'Egitto ha messo in quarantena oltre 300 famiglie in un villaggio del Delta del Nilo per bloccare la diffusione del coronavirus dopo la morte di due persone. «Abbiamo messo in isolamento nelle loro case più di 300 famiglie che rimarranno in quarantena», ha detto il ministro della Sanità Hala Zayed, senza precisare il nome del villaggio che si trova nel governatorato di Daqahliya a 150 chilometri a nord del Cairo.

  • Positivo vicecapo comitato olimpico Tokyo


    Il vice capo del comitato olimpico giapponese è risultato positivo al coronavirus. Lo ha annunciato lo stesso comitato in una nota. Il governo giapponese aveva detto nella mattinata del 17 marzo di voler continuare con la preparazione delle Olimpiadi di Tokyo, confermando la data di inizio prevista per questa estate.

  • Rivista Science: per 1 contagio confermato, 5-10 sommersi


    Per ogni caso confermato di covid-19 ci possono essere molto plausibilmente altri 5-10 casi 'che girano' non individuati. Questi sono in genere con sintomi più leggeri e sono di per sé meno contagiosi (la metà, il 50%, dei casi confermati), ma sono nel complesso responsabili addirittura di quasi l'80% di tutti i nuovi casi di infezione. È quanto emerso da un rapporto appena pubblicato sulla rivista Science, condotto da scienziati dell'Imperial College di Londra e coordinato da epidemiologi della Columbia University a New York.

  • Germania: pandemia a ondate, potrà durare 2 anni

    In Germania, sono stati superati i 6000 contagi da coronavirus e il rischio che la popolazione si infetti è ora alto, dichiara il Robert Koch Institut, l’istituto governativo per la salute pubblica. “Le pandemie vanno avanti a ondate, questo è noto. La pandemia da coronavirus, stando alle nostre valutazioni, potrà durare due anni”, dice il presidente dell'istituto tedesco Robert Koch, Lothar Wieler, a Berlino in conferenza stampa. “Ovviamente tanto più presto arriverà il vaccino tanto meglio sarà”, ha aggiunto.

  • Ministro Le Maire: pronto a nazionalizzare per proteggere le società francesi


    La Francia a pronta a ricorrere alle nazionalizzazioni, “se necessario”. Lo ha detto il ministro francese delle Finanze, Bruno Le Maire. Il governo, ha precisato, è pronto a utilizzare “tutti gli strumenti”, compresa la nazionalizzazione per “proteggere” le società francesi minacciate dalla crisi del coronavirus. “Non esiterò - ha precisato nel corso di una conferenza stampa telefonica - a utilizzare tutti i mezzi a mia disposizione per proteggere le grandi aziende francesi”. “Si può passare - ha detto il ministro - attraverso la capitalizzazione o un investimento azionario. Posso anche usare il termine nazionalizzazione se necessario”, ha precisato.

  • Pakistan, contagi triplicati per pellegrini di ritorno da Iran


    In Pakistan i casi di coronavirus si sono triplicati in 2 giorni, arrivando a quota 194 e si registra il primo morto. La maggior parte dei nuovi contagi si registra nella provincia meridionale di Sindh, e si tratta per lo più di pellegrini sciiti rientrati dall’Iran. Per contenere l'epidemia, le autorità hanno chiuso scuole e cinema, ma il trasporto pubblico e le attività commerciali rimangono sostanzialmente aperti. Venerdì, sono stati chiusi i confini con Iran e Afghanistan.

  • La Cina contro Trump per un tweet


    La Cina accusa Donald Trump di infangare il Paese dopo che il tycoon ha scritto “virus cinese” in un tweet, per imputare al coronavirus i danni alle industrie e al business Usa. In conferenza stampa, il portavoce del ministero degli Esteri Geng Shuang ha detto che la Cina “si oppone con forza” all'uso di quelle parole. Oms e comunità internazionale “sono chiaramente contrari a legare il virus a Paesi e regioni specifici”, ha affermato Geng, notando che tutti si oppongono “alla creazione di un marchio infamante. Gli Usa dovrebbero prima prendersi cura delle loro questioni”.

  • Volkswagen verso stop alla produzione in Europa

    Volkswagen vuole interrompere la produzione in molte fabbriche in Germania e in Europa a causa del coronavirus. Lo scrivono i media tedeschi. L’ad Herbert Diess ha detto che il gruppo chiuderà gran parte degli stabilimenti in Ue per «due o tre settimane» e ha aggiunto che «verrà fatta ogni cosa possibile per ridurre l'impatto del virus». Il costruttore automobilistico tedesco ha previsto che il 2020 sarà un anno «molto difficile» per la pandemia che continua a progredire, l'impatto sul gruppo resta «incerto». Nel 2019 Volkswagen ha realizzato un utile in crescita del 15% a 14 miliardi di euro. I ricavi sono saliti a 252,6 miliardi di euro, il 7,1% in più rispetto 2018.

  • La Borsa delle Filippine chiude, prima al mondo a causa del coronavirus

    La Borsa delle Filippine ha chiuso oggi fino a nuovo avviso, diventando la prima piazza d'affari al mondo a intraprendere tale azione a causa dell'epidemia del nuovo coronavirus.

  • Le Maire: Francia prepara piano da 45 miliardi, stima -1% Pil nel 2020

    La lotta contro il coronavirus «sarà una guerra economica e finanziaria» che «durerà nel tempo». Il ministro dell'Economia francese, Bruno Le Maire dai microfoni di Rtl parla di una «guerra lunga e violenta che richiederà di mobilitare tutte le nostre forze» e annuncia un piano di sostegno da 45 miliardi di euro per imprese e lavoratori. Le Maire ha anche precisato che il Governo si aspetta di entrare in recessione, annunciando una stima di caduta dell'1% del Pil nel 2020.

  • Stazioni di Parigi affollate prima del blocco

    Le stazioni ferroviarie di Parigi stamane sono affollate di gente che vuole lasciare la città, prima che scatti il blocco agli spostamenti non necessari decretato ieri dal presidente francese Emmanuel Macron, per far
    fronte all'emergenza coronavirus. Il blocco scatterà a mezzogiorno e molti residenti dell'Ile-de-France, riferisce l'emittente all news Bfm-tv, sono in fila nelle stazioni per lasciare Parigi fin quando sarà possibile, ma con il risultato di creare assembramenti che favoriscono la diffusione del virus. Al contrario, il traffico automobilistico nell'area è nettamente inferiore rispetto ad un normale martedì mattina. La parola d'ordine, annunciata da Macron ieri sera alla nazione, e ribadita dal ministro dell'Interno Castaner, è “restare a casa”, sul modello italiano, per almeno 15 giorni.

  • La Borsa di Sydney rimbalza e guadagna il 6%

    Chiusura in rialzo per la Borsa di Sydney che ha guadagnato il 6 per cento. L'indice di riferimento della borsa australiana, ASX/200, aveva registrato ieri la peggiore sessione della sua storia, con un crollo del 9,7% a causa della preoccupazione causata dall'epidemia di Covid-19. Oggi invece ha chiuso con un aumento di 291,4 punti, ovvero del 5,83%, a 5.293,4 punti, che rappresenta il suo più grande progresso in una seduta nel giro di due decenni.

  • Corea del Sud, 84 nuovi casi, totale sale a 8.320

    La Corea del Sud ha approvato una stretta ai controlli a partire da giovedì su tutti gli arrivi internazionali contro i rischi del contagio di ritorno, nel mentre ha annunciato su lunedì 84 nuovi casi di coronavirus che hanno portato il totale a quota 8.320. Secondo i Korea Centers for Disease Control and Prevention, i morti sono saliti a 81. Malgrado un leggero rialzo sui 74 casi di domenica, il trend è sotto quota 100 per il terzo giorno di fila. Circa il 61% dei casi certi sono legati alla Chiesa di Gesù Shincheonji, setta religiosa di Daegu.

  • Cina: solo un caso a Wuhan, 20 importati

    La Cina ha registrato ieri un solo caso a Wuhan, focolaio del coronavirus, e altri 20 di contagio di ritorno. Secondo gli aggiornamenti della Commissione sanitaria nazionale (Nhc), i morti sono stati 13, di cui 12 nella provincia dell'Hubei - di cui Wuhan è capoluogo - e uno in quella di Shaanxi. Tra i casi mortali, nove sono stati rilevati a Pechino, tre a Shanghai e nel Guangdong, e uno nelle province di Zhejiang, Shandong, Guangxi, Yunnan e Shannxi. I contagi di ritorno sono così saliti a 143.

  • Usa, governatore Ohio rinvia primarie

    Ignorando la decisione di un giudice, il governatore dell'Ohio, Mike DeWine, ha deciso di rinviare le primarie previste per oggi sulla base dell'emergenza sanitaria pubblica dichiarata dal dipartimento statale per la sanità a causa del coronavirus. Nello stesso tempo ha annunciato che il segretario di Stato cercherà una via giudiziaria per estendere le opzioni di voto.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...