Attualità

Coronavirus ultime notizie Italia. Bellanova: riaprire il prima possibile ristoranti e bar. Inps avvisa: tentativo di truffa online sul bonus 600 euro, seguite le indicazioni

Turismo, la primavera perduta vale 10 miliardi
Pmi manifatturiero crolla a minimo storico
Catalfo: nel prossimo decreto 16 miliardi per cig
Appello di Conte alla responsabilità
Cala ancora il numero dei malati
Tre notizie per cominciare la giornata: ascolta il podcast Start
Patuanelli (Sviluppo economico): produzione -50%, non riusciremo a pareggiare il danno
Bilancio complessivo Fase 1: 12,3 milioni di controlli, 424mila sanzioni
Mef, ad aprile in calo gli incassi fiscali, il fabbisogno cresce di 17,9 miliardi
Ministro Spadafora: al lavoro su linee guida per sport di squadra e riapertura strutture



  • A.Mittal: Asl, 5 negativi a tampone dopo test sierologico

    A 5 dipendenti dello stabilimento ArcelorMittal di Taranto risultati positivi al test sierologico sono stati effettuati i tamponi rinofaringei nel laboratorio dell'ospedale Santissima Annunziata e tutti hanno dato esito negativo. Lo comunica l'Asl di Taranto, che oggi ha incontrato prima i sindacati e poi la dirigenza e il personale sanitario di ArcelorMittal per discutere del programma dei test sierologici per i dipendenti dell'Acciaieria avviato dalla multinazionale nei giorni scorsi e temporaneamente sospeso dopo le perplessità manifestate dalla stessa Azienda sanitaria in merito agli aspetti operativi e procedurali dei test rapidi. L'Asl spiega che l'azienda ha accolto “tutte le indicazioni del Dipartimento di Prevenzione che, indirizzate a una maggiore e completa informazione e tutela dei lavoratori e della collettività, saranno recepite in un nuovo protocollo operativo, che sarà ratificato nella giornata di domani e che consentirà la rapida ripresa delle operazioni di screening”.

  • Lombardia, bocciata mozione di sfiducia a Gallera

    «Con 49 voti contrari, 23 favorevoli e 2 astenuti il Consiglio regionale della Lombardia ha bocciato la mozione presentata dal Pd che chiedeva un “cambio di rotta” ai vertici dell'assessorato al Welfare, competente sulla Sanità. Il voto sull'operato di Giulio Gallera, su richiesta dello
    stesso Pd, è stato segreto e ha creato anche un breve discussione in Aula.

    Dalle dichiarazioni di voto in Aula, però, l' opposizione non ha seguito in modo compatto il gruppo dem: mentre il M5S e i Lombardi Civici hanno espresso voto favorevole alla mozione, il consigliere Michele Usuelli di + Europa si è astenuto e la consigliera Patrizia Baffi di Italia Viva ha spiegato invece di «non partecipare al voto sulla sfiducia all'assessore Gallera, un atto inopportuno - ha detto - sia nel merito che dal punto di
    vista politico».

    «In questo momento in cui la nostra Regione, la più colpita, è ancora in stato di emergenza, sarebbe estremamente pericoloso indebolirne la guida» ha spiegato la consigliera del partito di Matteo Renzi. «Nella nostra azione deve continuare a prevalere il senso di responsabilità su quella che potrebbe essere una pura azione politica, che tra l'altro produrrà quale unico effetto quello di ricompattare una maggioranza che scricchiola, dando una stampella a Gallera», ha concluso

  • De Micheli: rimandare a scuola i ragazzi anche per la loro crescita personale

    «Dobbiamo rimandare i ragazzi a scuola principalmente per una questione educativa e di crescita personale. La scuola deve essere innanzitutto una risposta alle esigenze educative non è solo una risposta ai bisogni di lavoro delle donne». Così il ministro delle Infrastrutture Paola de Micheli a “Otto e mezzo”. “Ho parlato con la ministra Azzolina - ha aggiunto - la sua è una proposta presentata e allo studio al comitato scientifico».

  • In Campania 1706 arrivi, 19 positivi a test rapido

    L'Unità di Crisi della Regione Campania rende noto che oggi, nell'ambito dei controlli effettuati presso le stazioni ferroviarie, ai caselli autostradali, nell'aeroporto di Capodichino e in altri luoghi nevralgici del territorio, sono stati registrati 1.706 passeggeri provenienti da fuori regione. Tutti sono stati sottoposti a misurazione della temperatura. 15 passeggeri avevano una temperatura pari o superiore a 37.5. Sulla base delle valutazioni mediche le Asl hanno sottoposto a test rapido ed eventualmente a tampone naso-faringeo, alcuni passeggeri. In particolare, 320 sono stati sottoposti a test rapido e 19 sono risultati positivi. Per quanto riguarda i tamponi effettuati: tre di questi relativi a persone sottoposte a screening alla barriera autostradale di Napoli Nord sono risultati negativi. Si attendono i referti dei restanti tamponi. 598 sono coloro che hanno comunicato alle Asl di appartenenza il proprio arrivo. Tutte le persone provenienti da fuori Campania sono state poste in isolamento domiciliare.

  • Da domani al via test sierologici a Livigno

    A Livigno (Sondrio) incominciano domani i test sierologici sulla popolazione su base volontaria. Sul modello di quanto sperimentato con successo dalla Regione Veneto, l'amministrazione comunale di Livigno ha deciso di cominciare ad effettuare i cosiddetti test sierologici per mappare il territorio e scoprire quanti abitanti della località turistica della Valtellina abbiano contratto il Covid 19.

  • De Micheli: ora iniziamo a lavorare al 18 maggio

    «Io penso che il governo abbia lavorato molto su questa fase 2 e da oggi inizia a lavorare sul 18 maggio. Non dico che sia tutto perfetto ma è una fase sotto controllo, avendo saputo gestire i flussi previsti. Stiamo lavorando con le aziende per il controllo dei flussi e delle attività. E oggi non c'è stato il caos che alcuni avevano ipotizzato». Così la ministra delle infrastrutture e dei trasporti Paola De Micheli (Pd), ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo su La7.

  • Bellanova (Politiche agricole): riaprire il prima possibile ristoranti e bar

    «Si riaprano il prima possibile ristoranti, enoteche e bar perché sono un sbocco per questo settore». Lo ha dichiarato la ministra per le Politiche agricole, alimentari e forestali Teresa Bellanova intervenendo oggi alla diretta live su Facebook “Il Mondo del vino al tempo del Covid-19”, organizzata da Assoenologi. Bellanova, nel suo intervento, ha aggiunto anche l'importanza di una campagna di comunicazione per il comparto vino sottolineando l'importanza che rivestono i mercati Usa e cinese. Ha rilevato inoltre che con la sospensione dell'edizione 2020 di Vinitaly è necessario fare promozione direttamente nei Paesi di interesse. La ministra Bellanova ha infine detto che la strategia deve essere quella di «rafforzare la filiera dell'eccellenza». Infine sollecitata sui tempi di approvazione del prossimo decreto del Governo ha detto che non si deve «promettere tutto a tutti», ma prendere misure selezionate quasi in maniera chirurgica e semplici.

  • Rientrate in Puglia quasi 900 persone

    La Regione Puglia comunica che dalla mezzanotte scorsa fino alle ore 19 sono 869 le persone che hanno compilato il modulo di autosegnalazione on-line per dichiarare di essere rientrate in Puglia da fuori regione. Il dato è in continuo aggiornamento.

  • In Toscana è possibile andare a pesca e a funghi

    In Toscana è tornato possibile spostarsi per praticare la pesca sportiva e fare la manutenzione dei capanni di caccia, pur con specifiche restrizioni. Lo spiega la Regione specificando alcuni contenuti dell'ultima ordinanza regionale, la numero 50, per la Fase 2 dell'emergenza Coronavirus. E' anche possibile andare a cercare funghi purché nello spostamento non si usi mezzi propri né pubblici. La pesca, spiega una nota, è consentita in quanto l'ordinanza permette di svolgere le attività sportive in forma strettamente individuale, sul territorio regionale, utilizzando per lo spostamento mezzi propri di trasporto e con l'obbligo del rientro in giornata presso l'abitazione abituale.

  • Nel Lazio riaperte 355mila imprese, 248mila a Roma

    Sono circa 355 mila le localizzazioni di imprese del Lazio che hanno riaperto oggi in occasione del 4 maggio, su un totale di 594 mila localizzazioni consentite. È quanto emerge da dati di Infocamere, che conteggia le 'localizzazioni' e non le 'sedi' d'impresa perché una azienda potrebbe avere alcune localizzazioni aperte e altre chiuse, ma anche per considerare le 'localizzazioni' nel Lazio di imprese che hanno però la sede altrove. Per 'riaperte' si intende localizzazioni che lunedì scorso, 27 aprile, risultavano chiuse. Analizzando le singole province, a Roma le imprese che hanno riaperto sono 248 mila (su un totale di 434 mila consentite), poi Latina con 38 mila (su oltre 57 mila). A Frosinone la cifra è di 30 mila (su quasi 47.500), poi Viterbo (oltre 27 mila su 38 mila) e infine Rieti: 11.400 su più di 16 mila.(

  • Veneto, nuova ordinanza su cibo da asporto, cantieri, imprese

    Nuove misure per il ritiro del cibo d'asporto, i cantieri che non possono avere la mensa aziendale, l'accesso in imprese e magazzini per le sanificazioni, l'addestramento degli animali. Sono alcuni dei punti per la Fase 2 in Veneto che il governatore Luca Zaia ha chiarito, o introdotto ex novo, con una nuova ordinanza firmata stasera, che sostituisce la n.44 entrata in vigore solo la mezzanotte scorsa. Anche questa è valida fino al 17 maggio. Tra i punti di rilievo, la possibilità per i cantieri (come quello ad esempio della Pedemontana) che non hanno mensa aziendale di potersi servire per il pranzo in ristoranti vicini, previa convenzione, in modalità da asporto e garantendo le misure di sicurezza per la consegna. Un altro punto consente l'accesso ai locali di qualsiasi attività, comprese quelle sospese, per lavori di vigilanza, manutenzione, pulizia e sanificazione. Il ritiro del cibo da asporto presso take away, alimentari, pasticcerie potrà avvenire anche senza prenotazione telefonica o on line (in linea con il Dpcm). Infine è consentito anche l'allenamento e l'addestramento degli animali negli specifici centri.

  • Ricciardi (consigliere ministero Salute), terapia al plasma approccio importante

    La terapia al plasma è «molto interessante e importante, un approccio molto sofisticato. Bisogna saperlo fare e avere grandi tecnologie». A dirlo è Walter Ricciardi, consigliere del Ministro della Salute, nel corso di una lezione in streaming di Maestri d'Italia, il programma di Tim-Operazione Risorgimento. Questa terapia «consente di trasferire gli anticorpi naturali da un soggetto a un altro - spiega Ricciardi -. È una cosa molto difficile, costosa e complessa. Se questi anticorpi naturali funzionano, la sfida è produrli artificialmente. È comunque un approccio su cui si sta lavorando anche in Italia».

  • Furlan (Cisl): subito confronto con le parti sociali

    «Tenere insieme la gestione dell'emergenza, il continuare a finanziare gli ammortizzatori sociali e garantire la liquidità alle imprese ed iniziare a definire un progetto Paese, che non può prescindere dagli investimenti sulle infrastrutture materiali e immateriali, sull'innovazione, sulla ricerca e sulla scuola». Lo afferma la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan. Per questo, «pensiamo da subito a vederci come parti sociali», prosegue rilanciando la necessità di “un grande patto, una grande alleanza tra istituzioni e parti sociali su come far ripartire la crescita. Nessuno - rimarca - può farcela da solo e questo vale per i Paesi europei ma anche nel nostro Paese per i soggetti istituzionali e sociali».

  • Ministro Spadafora: al lavoro su linee guida per sport di squadra e riapertura strutture

    «Ecco le linee guida per la pratica degli sport individuali. Si tratta di un lavoro molto approfondito e dettagliato, portato avanti con celerità e massima cura, pensando alla tutela degli atleti ma anche di tutti gli operatori dello sport»: così in un post su facebook il ministro per le politiche giovanili e lo sport, Vincenzo Spadafora. «Abbiamo infatti tenuto presente le osservazioni pervenute nei giorni scorsi - ha aggiunto - a partire dal dossier redatto dal Coni e dal Cip, con le indicazioni giunte da tutte le Federazioni e la supervisione della Federazione dei Medici Sportivi. L'Ufficio per lo sport ne ha tratto un documento utile per tutte le discipline, perché ogni sport merita la massima attenzione». «Ora siamo al lavoro per il protocollo per gli allenamenti degli sport di squadra - ha concluso - e per le linee guida per la riapertura delle strutture in cui si pratica lo sport di base. Un passo alla volta #losportriparte!».

  • Terapia col plasma, commissario E-R: attenzione ai tormentoni da social

    «La terapia con il plasma è stata utilizzata in tutta Italia su 21 pazienti, con tre studi, e non si può pensare con questi numeri di estenderla a tutti, lo ha detto anche il professor Luigi Viale, un immunologo, direttore dell'unità operativa di malattie infettive del Policlinico Sant'Orsola di Bologna. È promettente, si fa su tante malattie, ma per i malati di Covid abbiamo bisogno di più certezze». Così Sergio Venturi, commissario ad Acta per l'emergenza Coronavirus in Emilia-Romagna, ha risposto ai cittadini che gli chiedevano perché la Regione non decidesse di utilizzare questa terapia sui pazienti covid-19. «È un tormentone dei social, lo so, ma vi consiglio di verificare le notizie - ha detto Venturi - non vi fidate delle catene di Sant'Antonio. Si scrive che a Mantova e Pavia da settimane non ci sono più decessi, ma non è così. In Emilia-Romagna gli studi controllati li propongono i clinici e i ricercatori e li valutano i comitati etici e l'Aifa. In questa regione - ha concluso Venturi - i clinici sono a capo di diverse sperimentazioni, se vorranno proporre questa la faremo».

  • Ilaria Capua: su plasma bene sperimentazione, ma attenzione ai rischi

    «La sperimentazione su plasma è un metodo antichissimo. È stato utilizzato quando non c'erano gli antibiotici. Si usa ancora per la rabbia, dopo il morso di un cane a una persona non vaccinata, ma non si usa più ad esempio nel siero per il morso delle vipere. Oggi non esistono però malattie che si curano col siero. È una pratica medica che è stata abbandonata perché è sempre un po' una trasfusione di materiale biologico e quindi sempre un po' a rischio. Benissimo la sperimentazione, ma con valutazione dei rischi». Così la virologa Ilaria Capua in collegamento dalla Florida con Caterpillar, su Rai Radio2.

  • FS: in circolazione oggi circa 3.800 treni regionali

    Sono circa 3.800 i treni regionali di Trenitalia (Gruppo FS Italiane) in circolazione oggi per l'inizio della Fase 2 dell'emergenza sanitaria Covid-19. A questi si aggiungono 12 Frecce e 6 InterCity fra le principali città italiane utili agli spostamenti necessari indicati dalle Autorità competenti. Lo comunica Fs definendo l'offerta di trasporto «adeguata alla richiesta di mobilità».

  • Quattro casi asintomatici al Santa Lucia di Roma

    Quattro casi asintomatici, 2 nel personale sanitario e 2 pazienti, positivi al oronavirus, sono stati segnalati all'ospedale di neuroriabilitazione Fondazione Santa Lucia Ieccs di Roma. I casi asintomatici, rende noto lo stesso ospedale, sono stati confermati attraverso il test con tampone oro-faringeo e prontamente comunicati alle autorità competenti. Tutti i casi finora riscontrati non presentano sintomi di covid-19. È in corso lo screening su personale e pazienti.

  • L’area di Pescara è la più colpita del centro-sud

    «Quella di Pescara è l'area più colpita del centro-sud Italia. Principalmente per due caratteristiche: un'integrazione economica forte con il resto del Paese e una significativa densità di popolazione, con scambi e circolazione di persone». Così il primario delle Malattie infettive dell'ospedale del capoluogo adriatico, Giustino Parruti.

  • Emilia-Romagna: conclusi i test sierologici sugli operatori sanitari

    L'Emilia-Romagna ha concluso ieri i test sierologici su tutti gli operatori delle aziende sanitarie regionali. Lo ha annunciato il commissario ad Acta per l'emergenza Coronavirus, Sergio Venturi, durante la consueta diretta Facebook. Allo stesso tempo, però, Venturi ha sottolineato che il numero di tamponi in più rispetto a ieri, 3.352, «non è un bene», visto che l'Emilia-Romagna era arrivata anche a farne più di 7mila in un solo giorno. «Non ci sono code nei laboratori - ha spiegato il commissario regionale - quindi significa che in alcune giornate 'fisiologicamente' si fanno meno tamponi e questo non è un bene, soprattutto per i laboratori. A metà maggio arriveremo a 10mila test al giorno - ha aggiunto - e già nei prossimi giorni ci sarà un incremento che i laboratori faranno fatica a smaltire. È bene che le aziende programmino i tamponi, anche nei fine settimana».

  • Alitalia sospende il volo Fiumicino-New York

    Alitalia ha proceduto alla sospensione del collegamento Roma Fiumicino - New York JFK dal 5 al 31 maggio «a causa del forte rallentamento della domanda registrato negli ultimi dieci giorni di aprile e del preoccupante livello di casistica positiva al Covid-19 persistente a New York». Lo annuncia una nota del vettore.

    Aerei Alitalia fermi sulle piste dell'aeroporto Leonardo da Vinci, Fiumicino:.( ANSA/ TELENEWS)
  • Il consglio comunale di Milano chiede deroga sui vincoli di bilancio

    Il consiglio comunale di Milano chiede al governo una deroga ai vincoli di fiscalità di bilancio in seguito all'emergenza Covid. L'aula ha approvato, con 31 voti favorevoli e 10 astenuti, l'ordine del giorno presentato da Alleanza Civica che impegna il sindaco e la giunta «ad intervenire nei confronti del governo affinché siano attivate misure in tema di fiscalità in soccorso di Comuni, Province e Città metropolitane». In particolare con una «facoltà straordinaria concessa» agli enti locali «per il 2020 di chiudere l'esercizio con un disavanzo di amministrazione pari al massimo al 15% delle entrate consuntive, prevedendo il rientro da questo disavanzo nei prossimo triennio».

  • Riapre l’isola di Caprera, ma restano chiusi i parchi a La Maddalena

    Sì alle auto in tutto il territorio comunale, compresa l'isola di Caprera, e all'attività motoria all'aperto, ma ancora divieto di accesso ai parchi cittadini. Lo stabilisce l'ultima ordinanza firmata dal sindaco di La Maddalena, Luca Montella. Il provvedimento assunto alla luce delle prescrizioni fissate dall'ordinanza del presidente della Regione, Christian Solinas, annulla il divieto del transito veicolare su tutto il territorio comunale, e conferma anche nell'arcipelago gli spostamenti consentiti dalla legge con autocertificazione, prevedendo il tragitto più breve per raggiungere la propria destinazione.

  • Regione Lombardia fornisce 700.000 mascherine a Trenord

    Regione Lombardia ha fornito a Trenord 700.000 mascherine che verranno distribuite gratuitamente ai passeggeri dei treni. Le mascherine vengono distribuite nei punti di accesso ai binari da volontari e Protezione Civile in alcune delle principali stazioni lombarde tra cui Milano Cadorna e Porta Garibaldi, Saronno, Bergamo, Lecco, Pavia, Gallarate, Treviglio, Cremona, Brescia, Como San Giovanni, Mortara, Legnano, Seregno, Varese, Busto Arsizio, Monza, Lodi, Mantova e Sondrio.

  • Inps avvisa: tentativo di truffa online sul bonus 600 euro, seguite le indicazioni

    L'Inps avvisa gli utenti che è in corso un tentativo di truffa tramite email di phishing finalizzata a sottrarre fraudolentemente il numero della carta di credito, con la falsa motivazione che servirebbe a ottenere un rimborso o il pagamento del bonus 600 euro. Si invitano tutti gli utenti a ignorare email che propongono di cliccare su un link per ottenere il pagamento del bonus 600 euro o qualsiasi forma di rimborso da parte dell'Inps. Si ricorda che le informazioni sulle prestazioni Inps sono consultabili esclusivamente accedendo direttamente dal portale www.inps.it. e che l'Inps, per motivi di sicurezza, non invia in nessun caso mail contenenti link cliccabili.

  • Test su animali di vaccino da società italiana, risultati interessanti

    L'azienda italiana ReiThera ha annunciato i risultati ottenuti dai test del suo vaccino anti-Covid negli animali: “una singola somministrazione di vaccino ha indotto una forte risposta immunitaria sia per quanto riguarda gli anticorpi contro il coronavirus, che sono in grado di prevenire l'infezione, sia per quanto riguarda le cellule T che eliminano il virus già entrato nell'organismo». I test sull'uomo cominceranno in estate in collaborazione con l'Istituto Spallanzani di Roma.

  • Auto: ad aprile mercato fermo, crollo del 97,55%

    Sono soltanto 4.279 le auto vendute nel mese di aprile in Italia, con un crollo del 97,55% rispetto allo stesso mese del 2019. Nei primi quattro mesi dell'anno le immatricolazioni sono in tutto 351.611, il 50,69% in meno dell'analogo periodo dell'anno scorso. I dati sono del ministero dei Trasporti.

  • Mef, ad aprile in calo gli incassi fiscali, il fabbisogno cresce di 17,9 miliardi

    Ad aprile il fabbisogno è salito di 15 miliardi rispetto a un anno prima, raggiungendo i 17,9 miliardi di euro. Lo comunica il Mef in una nota, secondo cui nei primi quattro mesi dell'anno il fabbisogno è in aumento di circa 17 miliardi a circa 48,8 miliardi. Pesa la «forte contrazione» delle entrate fiscali, con i versamenti tributari e contributivi sospesi per contenere l'emergenza Covid-19, e i maggiori pagamenti dell'Inps per le indennità previste dal dl Cura Italia.

  • Bilancio complessivo Fase 1: 12,3 milioni di controlli, 424mila sanzioni

    È di 12,3 milioni di persone controllate e 424mila sanzionate (il 3,4% del totale) il bilancio dei controlli delle forze dell'ordine durante la cosiddetta Fase 1, di lockdown stretto, che è iniziata lo scorso 11 marzo e si è conclusa ieri. Monitorati nel periodo anche 4,8 milioni di esercizi commerciali: 8.260 titolari sono stati denunciati, disposti 1.421 provvedimenti di chiusura. I dati sono stati pubblicati sul sito del Viminale.

  • In Lombardia 577 nuovi casi, 63 decessi

    In Lombardia si registrano 577 nuovi casi di contagio da Covid-19 che portano il totale a 78.105 (ieri erano stati +526). I nuovi tamponi effettuati sono stati 7.978 per un totale di 418.835 (ieri 7.155). I posti in terapia intensiva restano stabili a 532 (ieri erano scesi di 13 unità). Il totale dei ricoverati è sceso di 195 unità a 6.414. (ieri c'era stato un aumento di 80 unità). I decessi sono stati 63, per un totale di 14.294 (ieri 42). Nella provincia di Milano i nuovi casi sono 186, contro i 118 di ieri (di cui 48 a Milano città, contro i 41 di ieri) per un totale di 20.254 (8.539 a Milano città). In provincia di Bergamo i nuovi casi sono 85 (11.538 il totale) e in quella di Brescia 94 (13.122 totali). Lo comunica la Regione Lombardia.

  • Coldiretti al Commissario Ue all’agricoltura: Europa difenda sovranità alimentare

    L'Europa deve difendere la propria sovranità alimentare garantendo un budget adeguato alla politica agricola comunitaria (Pac) per sostenere gli agricoltori e a non dipendere dall'estero per cibo e bevande che sono diventanti un elemento strategico per la ripresa economica dell'Ue. E' quanto ha sostenuto il presidente della Coldiretti Ettore Prandini nell'incontro con il Commissario europeo all'agricoltura Janusz Wojciechowski, come riferisce la stessa organizzazione agricola in una nota.

  • Gallera (welfare Lombardia) ospedale in Fiera Milano sarà strategico nei prossimi mesi

    L'Ospedale allestito nei padiglioni della Fiera di Milano per fronteggiare l'emergenza Covid e al momento sottoutilizzato, «sarà un punto di riferimento strategico per i prossimi mesi della fase 2, nella speranza di non doverlo utilizzare perché vuol dire che non ci sarà una seconda fiammata del coronavirus». Lo ha spiegato l'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera.

  • Patuanelli: presto finanziamenti per mezzo miliardo a startup innovative

    «Confermo che ci sarà un pacchetto intorno al mezzo miliardo per le start up, quelle innovative in particolare». Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Stefano Patuanelli rispondendo alle domande dei parlamentari in audizione alla Camera in riferimento al prossimo decreto legge.

  • Assessore Roma: i trasporti pubblici stanno reggendo, più bici in giro

    «L'assetto dei trasporti pubblici nella Capitale ha dato prova di essere pronto per l'avvio della Fase 2. I flussi dei passeggeri che stamane si sono spostati nell'orario di punta sono stati gestiti agevolmente, non c'è stato bisogno neanche di intervenire mettendo in esercizio i bus che erano pronti a supporto delle linee a più alta frequentazione». Così in un post su Fb l'assessore ai trasporti di Roma Pietro Calabrese, che ha sottolineato anche un altro dato: «più persone a piedi per i percorsi più brevi e soprattutto più bici in circolazione».

    Il traffico su Grande Raccordo Anulare di Roma oggi. (ANSA/GIUSEPPE LAMI)
  • Solinas (governatore Sardegna): nostra ordinanza coerente rispetto all’ultimo Dpcm

    «Ho ragione di pensare che la nostra ordinanza sia giuridicamente e amministrativamente coerente rispetto alle competenze dello Stato e della Regione autonoma della Sardegna». Così il governatore Christian Solinas a Sky tg 24 sul provvedimento varato sabato scorso che anticipa alcune aperture rispetto all'ultimo Dpcm del governo e sul quale il ministro Boccia potrebbe avanzare dei rilievi.

  • Conte: più donne nella gestione della crisi

    Il primo ministro Giuseppe Conte ha diffuso un comunicato auspicando una maggiore presenza femminile nelle commissioni tecniche per la gestione della crisi. «Ho molto apprezzato le parole del gruppo di senatrici che oggi dalle pagine di un quotidiano hanno rivendicato un maggior protagonismo delle donne nelle commissioni tecniche nate per supportare il Governo nella difficile gestione della crisi da Covid-19», sottolinea infatti Conte in una nota. «Oggi stesso chiamerò Vittorio Colao per comunicargli l'intenzione di integrare il comitato di esperti che dirige attraverso il coinvolgimento di donne le cui professionalità - sono certo - saranno di decisivo aiuto al Paese. Allo stesso modo, nelle prossime ore chiederò al capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, di integrare il Comitato tecnico-scientifico con un'adeguata presenza femminile. Analogo invito rivolgo anche a tutti i ministri affinché tengano conto dell'equilibrio di genere nella formazione delle rispettive task force e gruppi di lavoro», conclude Conte.

  • Conte: dall'Italia finanziamenti internazionali per vaccini e cure

    L'Italia darà un contributo di 10 milioni di euro alla Cepi (Coalition for Epidemic Preparedness Innovations) per «accelerare la ricerca per un vaccino. Darà un contributo di 10 mln di euro all'Oms, per sostenere i Paesi più vulnerabili nella risposta al Covid-19. Assegneremo mezzo milione di euro al Fondo globale per il meccanismo di risposta al Covid-19. Ci impegniamo a dare un contributo di 120 milioni di euro nei prossimi 5 anni all'alleanza Gavi per l'immunizzazione globale dal Covid». Lo annuncia Giuseppe Conte alla maratona per la raccolta fondi World against Covid-19. Inoltre, il premier ha sottolineato che «L'Italia vuole avere un ruolo speciale» negli sforzi per «assicurare un accesso equo e universale a vaccini, cure e diagnosi» sul Covid-19. L'Italia vuole avere questo ruolo, spiega Conte, «non solo come Paese che, sfortunatamente, ha raccolta grande esperienza nella lotta al virus e ora e pronto a condividere questa esperienza ma anche per la presidenza del G20 2021 in arrivo. L'Italia è pronta a fare la sua parte, insieme ce la faremo», aggiunge.

    Il primo ministro Giuseppe Conte. (ANSA/FILIPPO ATTILI)
  • Patuanelli: credito d’imposta 100% su affitti commerciali in Dl

    Sugli affitti «ci sarà un credito d'imposta al 100% per tutti gli affitti commerciali e stiamo attivando un pacchetto da 1,7 miliardi in questa direzione. Mentre per le bollette si interviene sugli oneri di sistema con uno stanziamento di 600 milioni per 3 mesi, portando virtualmente tutte le utenze sopra 3 kw ai costi di quelle di 3 kw, quindi abbattiamo mediamente di oltre il 70% gli oneri, circa per 3/4, quindi di fatto saranno quasi annullati». Lo ha precisato il ministro dello sviluppo Stefano Patuanelli sulle misure allo studio del Governo per il prossimo decreto.

  • Lo Spallanzani chiarisce sul vaccino “italiano”: nulla di certo sulla sua efficacia

    Circa la notizia sul vaccino italiano (leggi sotto), è arrivata la seguente comunicazione da parte di Marta Branca, direttore generale dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive (Inmi) “Lazzaro Spallanzani”, che riportiamo in forma completa.

    «In merito alle notizie di agenzia pubblicate stamattina e contenenti tra l'altro dichiarazioni dell'amministratore delegato di Takis, l'Istituto Nazionale Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” IRCCS ritiene opportuno precisare quanto segue:
    1. Il suddetto comunicato non è stato concordato con l'INMI né da esso autorizzato;
    2. L'INMI è fra i pochi a poter valutare il potere di neutralizzazione degli anticorpi contro il SARS-CoV-2, che sono un parametro importante, fra l'altro, nella valutazione dell'efficacia dei vaccini. Questa attività è messa a disposizione delle altre Istituzioni di ricerca, sia pubbliche che private, anche ai fini di allestire progetti per concorrere a bandi di finanziamento di ricerca.
    3 In questo ambito, l'Istituto riceve quotidianamente proposte di collaborazione, ed effettua valutazioni preventive di fattibilità, per poter valutare la possibilità di un proprio coinvolgimento in attività di ricerca comune.
    4. Nello specifico, l'Istituto ha partecipato ad una proposta di ricerca presentata da Takis nell'ambito di un bando “urgente” lanciato alla Comunità Europea, che non è stata finanziata. In vista della possibile partecipazione ad ulteriori bandi, sono state effettuate prove preliminari e parziali sulla risposta in termini di anticorpi neutralizzanti in topi inoculati con formulazioni iniziali di potenziali vaccini.
    5. I risultati di queste prove, tuttora in corso di valutazione, indicano che è possibile rilevare negli animali inoculati una risposta in termini di anticorpi neutralizzanti, il che è la premessa per lo sviluppo di un modello di studio basato sui consueti animali da esperimento.
    6. L'Istituto sta al momento completando queste valutazioni preliminari, per decidere sull'opportunità di continuare questi studi e formalizzare accordi specifici.
    7. In ogni caso, l'INMI non ha redatto alcun report ufficiale e non ha ancora distribuito in maniera formale i risultati degli esami effettuati
    8. Sulla base dei dati sinora disponibili l'INMI, per quanto a propria conoscenza, ritiene che non sia possibile giungere a conclusioni di qualunque natura sull'efficacia del potenziale candidato vaccinale».

  • Inps, cig in deroga pagata a 57.000 lavoratori

    Le domande di Cassa integrazione in deroga, determinate dalle singole regioni e inviate all'Inps per autorizzazione al pagamento, sono 173.565. Di queste 85.046 sono state autorizzate dall'Inps e 29.600 sono state pagate a una platea pari a 57.975 beneficiari. Lo si legge sul sito dell'Inps con riferimento ai dati fino al 3 maggio. La regione Lombardia ha avuto due decretazioni con un primo invio di 37 domande (33 pagate) e il secondo flusso più sostanzioso con oltre 19.800 domande di cig in deroga (6.484 pagate)..

  • Raggi, a Roma stiamo lavorando per predisporre navette aziendali

    «Stiamo lavorando per creare delle convenzioni affinché i dipendenti pubblici e delle grandi aziende private possano trovare un'alternativa al trasporto pubblico dedicata al loro specifico ufficio». Lo ha detto la sindaca Virginia Raggi, nel corso di una diretta Facebook con il vice ministro al ministero dell'Economia Laura Castelli sul tema della mobilità durante la fase 2 dell'emergenza coronavirus. «Quindi si pensava a un sistema di navette, shuttle, di autobus aziendali - ha spiegato Raggi - che, fatta una stima dei luoghi da cui vengono i dipendenti, possano fare delle tappe dedicate in alcuni punti di raccolta e li portino tutti insieme, nel rispetto del distanziamento, sul posto di lavoro». Per la sindaca in questo modo «ci sarebbe un assoluto abbattimento della promiscuità tra dipendenti di aziende diverse, limitando ancora di più occasioni di contagio». Questo sistema, «evita allo stesso tempo che queste persone debbano usare auto private e possano usare un ulteriore mezzo dedicato del loro ufficio».

    Il sindaco di Roma Virginia Raggi. (ANSA / RICCARDO ANTIMIANI)
  • Patuanelli: 600 euro a 3,2 milioni di persone, in futuro tempi più veloci

    «Oggi possiamo dire che sono quasi 3,2 milioni le persone che hanno ricevuto l'indennizzo» dei 600 euro previsto dal Cura Italia. Lo ha detto il ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli in audizione alla Camera, spiegando che «ci sono alcune centinaia di migliaia di pratiche ancora in trattazione e per alcune di queste uno dei problemi è che l'Iban è sbagliato». «Però riteniamo che nel prossimo decreto avere una banca dati già disponibile» sarà d'aiuto, ha aggiunto, puntualizzando che «riprogrammarla per il propssimo decreto, magari tarandola un po', aumentandone sia il numero di mensilità che l'importo, è fondamentale. I tempi di erogazione della nuova tranche che saranno di 800 euro, «su questo stiamo ancora limando i dettagli», saranno di «pochissimi giorni».

  • Patuanelli: su eco e sisma bonus detrazioni anche oltre il 100%

    Sul capitolo costruzioni, «eco e sisma bonus per incentivare l'efficientamento energetico, penso che la detrazione fiscale possa arrivare a un valore superiore al 100%, con la possibilità di scaricare in fattura e la cedibilità del credito al sistema bancario che prima non era possibile e su cui abbiamo finalmente ottenuto il via libera di Bankitalia». Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Stefano Patuanelli in audizione, citando come esempio «un credito maturato al 110%».

  • Ok dall’Ue al sostegno italiano ad agricoltura e pesca

    La Commissione Ue ha approvato il regime italiano di 30 milioni di euro a sostegno delle piccole e medie imprese nei settori agricolo e della pesca nel contesto dell'epidemia di coronavirus. «Questo regime consentirà di erogare prestiti a tasso zero fino a 30.000 euro per azienda attiva nei settori agricolo e della pesca in Italia. La misura aiuterà le aziende a coprire le loro immediate esigenze di liquidità e a continuare le loro attività cruciali nella catena alimentare durante questi periodi difficili», ha indicato la commissaria Margrethe Vestager. Il sostegno sarà concesso sotto forma di prestiti a tasso zero dall'istituto di servizi statale per il mercato agricolo e alimentare.

  • Patuanelli (Sviluppo economico): produzione -50%, non riusciremo a pareggiare il danno

    «In base ai dati che abbiamo ricevuto tramite il Mef che monitora il volume d'affari dei mesi in corso (i dati con la fatturazione elettronica), la riduzione della produzione è di oltre il 50-55% complessivo per aprile e di oltre il 30% per marzo, che ha visto un lockdown parziale. Questi numeri ci portano a pensare che il generale il calo di volume della produzione di tutti i comparti produttivi si attesterà sui 400-500 mld di euro su base annuale». Lo ha detto il ministro dello sviluppo Stefano Patuanelli in audizione alla Camera, sottolineando che per quante risorse si possano destinare «non riusciremo mai a pareggiare il danno reale per la mancata produzione».

  • Da Intesa Sp 5 milioni agli Spedali Civili di Brescia

    Intesa Sanpaolo ha donato 5 milioni agli Spedali Civili di Brescia, nell'ambito dei 100 milioni «messi a disposizione della sanità italiana tramite il Commissario straordinario e la Protezione Civile. La cifra, spiega una nota, «sarà utilizzata per l'acquisizione di apparecchiature e attrezzature necessarie alla cura dei pazienti Covid-19», nonché per sostenere «l'avvio del progetto internazionale “Birth against Covid” finalizzato alla creazione di nuovi protocolli, test, training e proposte diagnostiche e terapeutiche relative al coronavirus che consentirà importanti miglioramenti nel campo della diagnostica anti Covid-19».

  • Il sindaco di Firenze Nardella: anticipare aperture esercizi all’aperto

    «Tutte le attività commerciali all'aperto devono poter aprire prima delle date annunciate perché il rischio di contagio è minore rispetto ai luoghi al chiuso. Oggi proverò a chiamare il ministro Patuanelli per chiedere di trattare diversamente le attività economiche all'aperto e anticiparne l'apertura. Sarebbe un segnale concreto per migliaia di imprese che sono alla disperazione». Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella a margine di un'iniziativa di Confcommercio Toscana per chiedere la riapertura anticipata di negozi, bar e ristoranti. «Il Governo deve calarsi nel paese reale - ha aggiunto - e capire che non si può più parlare di domani ma dobbiamo parlare dell'oggi».

  • Salvini: riaprire calcio a giugno, o sarà un disastro

    «Se muore il calcio, di rimando si fermano tutti gli altri sport. Chi è al governo sappia che sono in ballo migliaia di posti di lavoro». Così il leader della Lega, Matteo Salvini, a “La politica nel pallone”, su Gr Parlamento. «Non penso a domani. Per la riapertura, mi auguro entro giugno. Se non si apre entro quella data, ci sarebbe un disastro, un altro miliardo di aiuti».

  • Venezia: i vaporetti reggono anche col limite di 55 passeggeri a bordo

    Il trasporto pubblico a Venezia ha retto all'impatto con il primo giorno della Fase 2 dell'emergenza Coronavirus. Fonti dell'Actv (azienda del trasporto pubblico che gestisce laguna e terraferma) rilevano che il numero massimo di 55 passeggeri a bordo di vaporetti e battelli è stato rispettato, sotto la responsabilità dei comandanti, e che nei casi di punta sono state attivate corse bis per soddisfare l'utenza. Quanto ad alcune immagini di affollamenti sui mezzi, che in queste ore circolano sui social, Actv osserva che si tratta di situazioni verificatesi per la scelta dei passeggeri di non distribuirsi subito correttamente all'interno delle imbarcazioni.

  • Abruzzo: tante persone e auto in circolazione

    Ripartenza in Abruzzo dopo quasi due mesi di lockdown. Non si registrano particolari criticità, ma sono comunque tante le persone e le automobili in circolazione, soprattutto nell'area metropolitana. Alcune centinaia di migliaia i lavoratori attualmente attivi, tra coloro che non si sono mai fermati e quelli che invece hanno ripreso oggi.

  • A Napoli traffico e gente in strada

    Traffico sostenuto, gente in strada, attese alle fermate dei bus. La 'ripartenza' a Napoli non ha visto orari sfalsati nè movimenti differenziati. Oggi non è sembrato di essere ancora nel pieno di un'emergenza ma una giornata come una di quelle pre lockdown. L'unica differenza l'hanno fatta le mascherine indossate in strada dalle persone sia a piedi, che sui mezzi pubblici che in auto. E probabilmente non c'è stato caos perchè le scuole e le università sono rimaste chiuse. Dalla Regione Campania è comunque arrivato un contributo per cercare di evitare affollamenti. L'ingresso negli uffici regionali è stato infatti regolato dall'ordine alfabetico del cognome dei dipendenti entrati secondo fasce orarie diverse.

  • Istat-Iss: a marzo decessi aumentati del 49%

    Considerando il mese di marzo 2020, si osserva a livello medio nazionale «una crescita del 49,4% dei decessi per il complesso delle cause». Il dati emerge dal Rapporto Istat-Iss 'Impatto dell'epidemia covid-19 sulla mortalità totale della popolazione residente. Primo trimestre 2020'.

  • Fnomceo: troppo presto per il rientro al lavoro delle persone fragili

    «È troppo presto per pensare a un ritorno in servizio dei lavoratori più fragili: immunodepressi, con patologie croniche invalidanti, persone sottoposte a terapie salvavita sono più suscettibili al Covid-19, con maggior rischio di ammalarsi e con conseguenze più gravi». La denuncia arriva dal presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Filippo Anelli, che chiede al governo un provvedimento per prorogare il termine scaduto il 30 aprile.

  • Sindacati scuola: servono 12 miliardi

    Per sdoppiare le classi di infanzia e primaria servirebbero 3 miliardi, per gli organici per scuola di secondo grado 2 miliardi e mezzo: in tutto per la riorganizzazione servirebbero 5 miliardi e mezzo, oltre ai 5 milioni al dì che servirebbero per mascherine e guanti. Altri 6 miliardi servono per ristrutturare le scuole. Lo hanno detto i sindacati della scuola. I sindacati, dove non possibile approntare altri spazi (ad esempio gli hotel), sono per i doppi turni. In classe devono esserci 10-13 alunni. «Serve un commissario per decidere e riconoscere le problematiche».

  • Veneto, 58 nuovi casi, la curva rallenta

    Solo 58 i nuovi casi di persone positive al Covid-19 in Veneto, per un totale di 18.373 soggetti infetti dall'inizio dell'epidemia, che scende a 7.234 se si considerano gli 'attualmente positivi' Il dato emerge dall'ultimo bollettino della Regione del Veneto, che sottolinea come in terapia intensiva si sia scesi sotto la soglia dei 100 pazienti (sono 99). Elementi che mostrano una curva in costante rallentamento. I pazienti nei semplici reparti Covid sono 957 (+8). Si contano però 5 nuovi decessi, per un dato complessivo di 1.528 vittime (tra ospedali e case di riposo).

  • Zaia: oggi è un po’ liberi tutti

    «Ufficialmente oggi finisce quel poco di lockdown che c'era. I cittadini escono di casa: le motivazioni sono tante, talmente variegate che chiunque può farlo. Il che, di fatto, vuol dire veramente liberi tutti». Lo ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia, spiegando che «il lockdown era già mezzo finito il 10 aprile quando il Governo ha deciso di aprire con il codice Ateco, le deroghe e le eventuali silenzi assensi. Oggi il lockdown è finito, restano alcune categorie e attività».

  • Confindustria stima -8% Pil secondo trimestre

    «Nel secondo trimestre c'è da attendersi una caduta del Pil italiano di almeno 8 punti percentuali», avvertono gli economisti di via dell'Astronomia traendo così la sintesi del quadro che emerge dall'Indagine Rapida sulla Produzione Industriale diffusa oggi dal Centro Studi di Confindustria. «È necessario - viene sottolineato - fare di tutto per sostenere adeguatamente imprese e famiglie; l'alternativa è un impoverimento generale e duraturo che riporterà i livelli di ricchezza indietro di quarant'anni».

  • Gualtieri: prima del varo Dl confronto con parti sociali

    «Tutte le misure vanno discusse con le parti sociali con cui intendiamo avviare un confronto nelle prossime ore, prima del varo del decreto» legge allo studio del Governo. Lo ha detto il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri in audizione in Parlamento.

  • Ferrari taglia guidance 2020, ricavi netti tra 3,4 e 3,6mld

    Ferrari taglia la guidance 2020. La Casa di Maranello aveva migliorato le stime per l'anno in corso il 4 febbraio scorso, alzando le previsioni rispetto a quelle del piano presentato in occasione del Capital markets day. Ora, a causa della pandemia di Covid-19, ha di nuovo rivisto le stime ma questa volta al ribasso. Ferrari stima ricavi netti tra 3,4 e 3,6 miliardi di euro, contro la precedente previsione di oltre 4,1 miliardi di euro. L'ebitda adjusted sarà tra 1,05 e 1,2 miliardi di euro, contro la precedente attesa tra 1,38 e 1,43 miliardi. L'ebit adjusted è previsto tra 0,6 e 0,8 miliardi, contro 0,95-1 miliardo di euro. L'utile diluito adjusted per azione è stimato nell'intervallo 2,4-3,1 euro per azione (da 3,90-3,95 euro per azione). Il Free cash flow industriale è atteso a 0,1-0,2 miliardi euro (da 0,4 miliardi).

  • Gualtieri: obiettivo varare dl maggio metà settimana

    Per il prossimo decreto, il decreto di maggio, “l'obiettivo è questa settimana, io spero già nella metà di questa settimana di poter varare questo decreto e realizzare queste ulteriori misure così importanti e urgenti”. Lo ha detto il ministro dell'economia Roberto Gualtieri in audizione. Il ministro ha spiegato che “una delle ragioni che ci hanno portato a prenderci qualche giorno di più” è stata l'attesa dell'adattamento del 'temporary framework' sugli aiuti di stato, che “è in arrivo probabilmente già domani”. “E' saggio per non ritrovarci nella situazione di prendere misure che poi non rientrano nel nuovo temporary framework o di non usare a fondo gli spazi”, ha spiegato.

  • Alitalia, sindacati: grave errore sospendere i voli per NY

    «La decisione di Alitalia di sospendere i voli per New York costituisce un grave errore strategico». Lo affermano Filt Cgil, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo, spiegando che “con grande sconcerto abbiamo letto su vari organi di stampa la falsa informazione che questo sarebbe accaduto per la presunta paura degli equipaggi a pernottare nella città. Il personale di volo Alitalia, nonostante operi in un ambiente ritenuto ad alto rischio di contagio da Covid 19 - proseguono i sindacati - ha sempre continuato e continuerà nei prossimi mesi un servizio pubblico necessario, permettendo tra l'altro il rimpatrio di migliaia di connazionali bloccati all'estero per l'emergenza, dando loro l'opportunità di poter rientrare nelle loro case e riabbracciare le proprie famiglie”. “Se l'azienda ha deciso di sospendere alcune tratte come il volo Roma New York - concludono Filt Cgil, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo - è dovuto semplicemente a ragionamenti di carattere economico e di revenue aziendale, che noi non condividiamo e che abbiamo già contestato ai vertici aziendali competenti”.

  • Gualtieri: rinvio adempimenti fiscali ma no condoni

    «Abbiamo fatto interventi molto significativi fiscali di sospensione- rinvio e interventi specifici sugli adempimenti che intendiamo proseguire; altro è immaginare misure di condono fiscale che non rientrano tra le linee politiche dell'azione di questo governo, bisogna distinguere tra la necessaria sospensione e alleggerimento degli adempimenti a fronte della crisi, ed è fondamentale che il sistema fiscale sia 'amico' ma anche che ci sia il giusto contrasto all'evasione che consenta di finanziare i servizi». Lo ha detto il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri in audizione sul decreto imprese.

  • Gualtieri: cassa integrazione a 4 milioni autonomi

    Il governo, oltre a una cassa integrazione “a tutti i dipendenti, a tutte le tipologie di imprese, anche molto piccole”, ha introdotto anche “un'indennità per una platea molto ampia di lavoratori autonomi, siamo sopra i quattro milioni di persone se si sommano gli oltre 3,5 milioni che l'hanno dall'Inps, gli 'ordinisti' che la ricevono dalle casse e le pratiche che avevano un errore originario di imprecisione o di Iban, e l'ultima componente del reddito di ultima istanza”. Lo ha detto il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri.

  • CsC: produzione in calo di oltre il 50% in marzo e aprile

    La produzione industriale in marzo e aprile registra una perdita di oltre il 50% cumulato. Lo rileva il Centro studi Confindustria nell'indagine sulla produzione industriale nella quale osserva che gli effetti delle misure restrittive introdotte per contenere la diffusione del Covid-19 hanno prodotto una caduta dell'attività senza precedenti nelle serie storiche disponibili. A giudizio del CsC, la fine del lockdown, a partire da oggi, non genererà un veloce recupero perché le famiglie continueranno a essere prudenti e a risparmiare anche a scopo precauzionale, le imprese dovranno smaltire le scorte che si sono accumulate negli ultimi mesi mentre la domanda estera risentirà della contrazione corale dell'attività in Europa. Il secondo trimestre, per queste ragioni, mostrerà una dinamica di Pil e produzione molto più negativa rispetto a quella osservata nel primo.

  • Cisl: a scuola 5mln di euro ogni giorno per mascherine

    In rapporto agli alunni e ai docenti, a settembre, rientrando tutti gli alunni a scuola, per garantire la sicurezza - tra guanti, mascherine e dispositivi di sicurezza - si spenderebbero ogni giorno 5 milioni e 600 mila euro. Lo ha detto la segretaria generale Cisl Scuola Maddalena Gissi che ha parlato di “difficoltà di rapporto con il ministero. Le uscite della ministra ci preoccupano molto. Quanto prefigurato ci fa pensare al Grande fratello con le telecamere nelle aule”.

  • Abi, a Fondo Garanzia Pmi 72mila domande

    Sono arrivate a 72. 660 le domande di garanzia pervenute, al 3 maggio, al Fondo garanzia Pmi, per oltre 4,6 miliardi di finanziamenti, di cui 52.313 le domande di garanzia per i finanziamenti fino a 25.000 euro corrispondenti a 1 miliardo e 100 milioni di finanziamenti. È quanto rende noto l'Abi citando i dati del Mediocredito Centrale.

  • Gualtieri: in nuovo dl anche interventi a fondo perduto

    «Nel decreto che stiamo completando ci saranno misure molto importanti a sostegno delle imprese anche sotto forma di contributi a fondo perduto a sostegno della capitalizzazione, degli investimenti e dell'innovazione». Lo ha detto il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri, dopo aver osservato che le misure a sostegno della liquidità dei due precedenti decreti “al netto delle difficoltà iniziali stanno dando i primi frutti attesi”.

  • Gualtieri: Garanzia Italia, istruttorie per 12,5 mld

    Garanzia Italia ha già rilasciato un primo prestito da 10 milioni di euro e “ci risultano in corso 170 potenziali operazioni per 12,5 miliardi attualmente allo studio e in fase di istruttoria”. Lo ha detto il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri. Sul fronte delle Pmi e dell'intervento del Fondo centrale di garanzia, “Mcc ci segnala 65.800 domande fra il 17 marzo e il 30 aprile, di cui 31.411 accolte, queste ultime hanno generato un importo di oltre 4,6 miliardi di finanziamento di cui 970 milioni per operazioni fino a 25.000 euro”.

  • Dl Imprese, Gualtieri: impennata richieste garanzie

    «È evidente che negli ultimi giorni stiamo assistendo finalmente a un'impennata delle richieste di garanzia al Fondo da parte delle banche, il trend conferma quanto ci aspettavamo». Lo ha detto il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri in audizione sul decreto Imprese, fornendo i dati di Mcc dal 17 marzo al 30 aprile: “65.800 domande, di cui 31.400 accolte e queste ultime hanno generato un importo di oltre 4,6 miliardi di finanziamenti, di cui 970 milioni per finanziamenti fino a 25 mila euro, l'ultimo consiglio ha accolto 11.600 operazioni e il consiglio di gestione punta a lavorare altre 25 mila domande nel corso della settimana e sta lavorando per rafforzare la capacità di analisi. Al netto delle difficoltà iniziali le misure stanno dando i primi frutti attesi”, ha detto. Il ministro ha sottolineato che le misure per la liquidità delle imprese “sono fra le più ampie in Europa con una dimensione superiore agli interventi di altri paesi, pari a oltre il 40% del Pil”.

  • Crociere, Costa prolunga la stop fino al 30 giugno

    Costa crociere annuncia la proroga dello stop delle crociere di un altro mese, fino al 30 Giugno 2020, a causa del protrarsi della situazione di emergenza legata alla pandemia Covid-19. «Il perdurare delle misure di contenimento quali chiusura porti e restrizioni alla circolazione delle persone non consentono di fatto di operare», afferma la compagnia in una nota.

  • Crimi: nel Dl reddito di emergenza e ristori a fondo perduto per imprese

    “Nel decreto maggio ci saranno forme di indennizzo diretto alle imprese, non prestiti, ma ristori a fondo perduto. Ci sarà un reddito di emergenza, incentivi per il turismo, ulteriori linee di credito, la replica dei 600 euro per le partite Iva”. Così il capo politico del M5S Vito Crimi a SkyTg24.

  • Fase 2, Confesercenti: oltre 1 mln imprese ancora ferme

    La ripartenza della Fase 2 è “a scarto (molto) ridotto”, secondo le stime di Confesercenti, con la maggior parte delle imprese ancora ferma. Solo nel commercio e nel turismo saranno inattive oltre un milione di attività. La ripresa, secondo l'associazione, “coinvolge solo una piccola quota di attività, ed esclude quasi totalmente i due settori”, a partire da quasi 140mila imprese del commercio ambulante e da 120 mila negozi di moda e calzature. Bloccati anche circa 30.000 tra parrucchieri, barbieri e estetisti.

  • Fase 2, Fontana: emergenza non finita, rispetto regole

    «Parte la Fase 2, ma l'emergenza non è finita». Lo ha scritto su Facebook il Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. «La Lombardia è stata la prima a essere colpita, abbiamo il dovere di essere i primi a indicare la strada per uscirne. Attenzione, rispetto delle regole, coraggio. Non dimentichiamo mai mascherine, guanti, igienizzante per le mani e distanza. Ci rialzeremo più forti di prima - ha aggiunto Fontana - Noi oggi siamo in Consiglio Regionale per l'approvazione dello stanziamento dei 3 miliardi per la ripartenza. Fondi veri per i 1500 comuni della Lombardia».

  • Rezza (Iss): aria condizionata non fa da aerosol

    «È stato ipotizzato che l'aria condizionata possa aerosolizzare il virus e trasmetterlo a distanza ma questo non è assolutamente provato». Al massimo può fare da “effetto vento e spingere goccioline di saliva all'interno di un ambiente chiuso “. Lo ha spiegato Giovanni Rezza, direttore dipartimento malattie infettive dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss) durante la trasmissione Agorà, su Rai tre, rispetto a una delle preoccupazioni in vista dell'arrivo dell'estate. Alcuni giorni fa, spiega, «è stato pubblicato un articolo sulla rivista americana, Emerging Infectious Diseases, dal titolo fuorviante, ovvero “Trasmissione del virus attraverso l'aria condizionata”. In realtà dai risultati si è visto che, all'interno di un ambiente chiuso dove due famiglie erano sedute a circa un metro di distanza, l'aria condizionata aveva fatto da vento, spostando le goccioline di saliva di poco più di un metro. Ma si tratta di un caso eccezionale, non è stata l'aria condizionata in sé a trasmettere il virus. Perché il virus si trasmette per contatti ravvicinati tra persone».

  • Nuoto, Mondiali del 2021 spostati a maggio 2022

    Si terranno dal 13 al 29 maggio 2022 i prossimi Mondiali di nuoto, inizialmente programmati per l'estate 2021 (16 luglio-1 agosto) in Giappone, ma rinviati a causa del differimento di un anno delle Olimpiadi di Tokyo 2020 dovuto alla pandemia di coronavirus. Lo ha annunciato la Federazione internazionale di nuoto (Fina). Non cambia la sede, che rimane Fukuoka, sull'isola di Kyushu, nel sud dell'arcipelago giapponese. “Dopo aver contattato le parti interessate e aver ricevuto il loro via libera, non abbiamo dubbi che la decisione presa offrirà le migliori condizioni possibili a tutti i partecipanti a questi campionati”, ha dichiarato il presidente della Fina, l'uruguaiano Julio Maglione.

  • Vaccino italiano funziona su cellule uomo, prima volta

    Per la prima volta al mondo un candidato vaccino contro il nuovo coronavirus ha neutralizzato il virus nelle cellule umane. Lo ha detto Luigi Aurisicchio, amministratore delegato della Takis di Pomezia che ha messo a punto il vaccino, spiegando che il test fatto allo Spallanzani è stato possibile grazie all'esperienza dell'istituto, che dopo avere isolato il virus ha messo a punto un metodo per verificare l'efficacia di vaccini e molecole direttamente sul virus.

  • Fase 2, Sala: situazione ampiamente sotto controllo

    “La situazione stamattina è ampiamente sotto controllo”. Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha commentato le prime ore della ripartenza in città per quanto riguarda il trasporto pubblico nel video sui social girato dalla sala della centrale operativa Atm. “Il che ci porterà ad anche maggiore attenzione nei prossimi giorni - ha aggiunto - La preoccupazione per la ripartenza c'era e il servizio è stato buono ma soprattutto i milanesi si sono comportati in maniera molto diligente”.

  • Sport, pubblicate linee guida per la ripresa

    Trentadue pagine con tutte le modalità per la ripresa dello sport. Sono state pubblicate dal ministero dello sport le linee guida, che, come anticipato nel week-end, regolano il graduale ritorno agli allenamenti degli atleti. Si va dalle norme igieniche agli ingressi scaglionati nei luoghi in cui si svolge l'attività, con tutte le indicazioni medico-scientifiche per una ripresa sicura in emergenza coronavirus.

  • Indice Pmi manifatturiero aprile crolla a minimo storico

    Contrazione senza precedenti, al minimo storico, della produzione manifatturiera in Italia a causa delle restrizioni per contenere il coronavirus. Lo evidenzia Ihs Markit. Il Covid-19 ha causato ad aprile un inasprimento della contrazione del settore manifatturiero italiano, con un peggioramento delle condizioni operative al tasso maggiore da giugno 1997, data di inizio dell'indagine. Anche la produzione e i nuovi ordini, per via delle chiusure delle aziende e delle misure di emergenza che hanno avuto un forte impatto sul settore, sono diminuiti al tasso piùveloce in oltre i 22 anni di storia dell'indagine. Allo stesso tempo, le imprese manifatturiere hanno ridotto ulteriormente la loro forza lavoro e al tasso maggiore da aprile 2009. L'Indice Pmi Ihs Markit del settore manifatturiero italiano – che con una sola cifra dà un'immagine degli sviluppi delle condizioni generali del settore manifatturiero – si è attestato ad aprile a 31,1, in diminuzione da 40,3 di marzo, segnalando un forte crollo delle condizioni operative del settore manifatturiero italiano. Il valore di aprile rappresenta l'indice più basso mai registrato in oltre i 22 anni di raccolta dati.

  • Test vaccino italiano, anticorpi bloccano il virus

    Funzionano gli anticorpi generati nei topi dal vaccino italiano dell'azienda Takis: lo indicano i test eseguiti nel laboratorio di Virologia dell'istituto Spallanzani. Lo ha detto all'Ansa l'amministratore delegato Luigi Aurisicchio. E' il livello più avanzato finora raggiunto nella sperimentazione di un candidato vaccino nato in Italia, ma i test sull'uomo sono previsti comunque dopo l'estate.

  • Fase 2, Catalfo: intervento a fondo perduto per Pmi

    “Stiamo prevedendo un intervento a fondo perduto per le imprese al fine di sostenerle nella fase di ripresa”. Lo ha sottolineato la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, spiegando gli interventi che il governo sta approntando per le imprese. Tutto ciò si inquadra nel contesto, ha spiegato Catalfo ai microfoni di “24 Mattino” su Radio 24, di “un ventaglio di interventi che sostengono da un lato i lavoratori italiani e dall'altro sostengono la liquidità delle imprese e gli investimenti”.

  • Fase 2, Catalfo: nel prossimo decreto risorse per la cig

    Nel prossimo decreto per affrontare la fase 2 dell'emergenza coronavirus le risorse per la cig non mancano. Lo ha assicurato la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, intervistata nella trasmissione di Radio 24 “24 Mattino”. Alla domanda se manchino o meno all'appello sette miliardi, la ministra ha chiarito: “No, abbiamo avuto un confronto con il ministero del Tesoro per quantificare le spese, sulla cig ci saranno 16 miliardi distribuiti a seconda del tipo di ammortizzatore sociale”.

  • Borsa: Milano apre in forte calo (-3,02%)

    Piazza Affari apre in forte calo. Dopo la pausa per la festività del primo maggio, l’indice Ftse Mib segna un calo del 3,02 per cento.

  • Fase 2, controlli anti-assembramento a Roma

    Controlli nei principali snodi ferroviari, ai capolinea di bus e fermate metro. Sotto la lente anche parchi, ville storiche e l'esterno dei locali che potranno riaprire per la vendita d'asporto. Sono scattate nella Capitale le nuove misure di sicurezza per l'avvio della Fase 2 dell'emergenza coronavirus. Massima attenzione a eventuali assembramenti che possono crearsi ora che si sono allentate le maglie dei divieti e più persone ritornano a circolare in città.

    Controlli dalle prime ore del mattino nelle principali stazioni per verificare arrivi e partenze, come anche in scali aeroportuali, marittimi e sulle strade di ingresso e di uscita dalla città. Massima l'attenzione anche ai capolinea dei bus e stazioni metro. Da oggi bus e metro potranno circolare fino alle 23.30 ma la capienza di ogni mezzo è ridotta. Si allunga l'orario di chiusura dei negozi, fissato alle 21,30, per chi può aprire.

    Riaprono anche i parchi. Saranno consentite passeggiate e jogging, rispettando le distanze di sicurezza ed evitando assembramenti, mentre rimarranno chiuse le aree gioco per bambini.

  • Al via la Fase 2

    Al via oggi la Fase 2. Appello di Conte alla responsabilità: «Il
    futuro dell’Italia è nelle nostre mani», avverte il premier. Il Viminale chiede «prudenza» ed «equilibrio». C'è una nuova autocertificazione, ma resta valida anche quella precedente, mentre la definizione di “congiunti” viene allargata anche ad “amici stretti”. Fuori regione si potrà andare solo per lavoro, salute o rientro in domicilio. Il ministro Boccia impugna l'ordinanza della Calabria, ma la presidente Santelli tira dritto. Cala intanto ancora il numero dei malati: 525 in meno.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti