Attualità

Coronavirus ultime notizie. Olanda in lockdown da domattina alle 5, in vigore fino al 14 gennaio

Da lunedì Marche, Liguria, Veneto e Trentino passano in zona gialla. Nuovo picco di contagi in Italia. In una settimana 200 mila i nuovi vaccinati, il 75,39% dei ragazzi tra i 12 e i 19 anni ha ricevuto almeno la prima dose

I dati dei vaccinati al 18 dicembre 2021
  • Il premier olandese: dobbiamo agire adesso contro Omicron

    Per arginare la rapida diffusione della variante Omicron del Covid “dobbiamo agire adesso”. Lo ha detto il premier olandese Mark Rutte, annunciando il lockdown di Natale fino al 14 gennaio. Come spiegato, fino a quel momento resteranno chiusi negozi non essenziali, ristoranti, attività ricreative e sportive, scuole e parrucchieri. Inoltre non si potranno invitare più di due ospiti a casa.

  • Lazio verso obbligo mascherine all’aperto

    La Regione Lazio sta valutando un’ordinanza per imporre l’obbligo di mascherina all’aperto anche in zona bianca. Il provvedimento dovrebbe essere varato la prossima settimana, forse già lunedì, e comunque prima di Natale. La misura allo studio è dovuta a contenere i contagi che con la variante Omicron stanno salendo in tutta Italia. Il Lazio per Natale resterà in zona bianca ma rischia la gialla per la fine dell’anno.

  • Fonti: si valuta obbligo mascherina all’aperto e tamponi grandi eventi

    Obbligo di mascherina all’aperto e tamponi per accedere a grandi eventi o locali chiusi. Sono questi, a quanto si apprende, alcuni dei temi di cui si parlerà nella cabina di regia convocata dal premier Draghi per giovedì. L’incontro sarà un’occasione per valutare la curva dei contagi, il tasso di ospedalizzazione e la diffusione della variante omicron in Italia. Eventuali nuove restrizioni non dovrebbero riguardare il weekend di Natale.

  • Calcio, positivo giocatore del Lecce

    Attraverso una breve nota apparsa sul proprio sito, l’US Lecce comunica che, “a seguito dei test molecolari effettuati nella mattinata di oggi, un componente del gruppo squadra è risultato positivo al Covid-19. Il soggetto è stato isolato dal gruppo”.

  • In Piemonte 35.700 somministrazioni, tra cui 1.328 pediatriche

    Sono 35.700 le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate oggi all'Unità di Crisi della Regione Piemonte (dato delle ore 18). A 3.136 è stata somministrata la prima dose, a 2.361 la seconda, a 30.203 la terza. Dall'inizio della campagna si è proceduto all'inoculazione di 7.597.680 dosi, di cui 3.077.266 come seconde e 1.097.803 come terze, corrispondenti al 97,5% di 7.791.250 finora disponibili in Piemonte. Sono stati 1.328 nel terzo giorno in Piemonte i vaccini pediatrici somministrati ai bambini tra 5 e 11 anni.

  • Variante Omicron, 10 casi trovati dall’ospedale Careggi

    Individuati 10 casi di sospetta variante Omicron dal laboratorio dell’Aou di Careggi a Firenze e sono di cittadini residenti nell’area della Asl Toscana centro (Firenze,Prato, Pistoia). La direzione generale dell’ospedale afferma: “Non ci dobbiamo allarmare, ma bisogna tenere alta la guardia e fare la terza dose” di vaccino antiCovid. E’ stato il laboratorio di microbiologia a individuare i casi, che riguardano sette donne e tre uomini tra 11 e 60 anni di età. L’accertamento è conseguente allo screening sistematico effettuato dal laboratorio sui tamponi molecolari. Sarà effettuato il sequenziamento per la conferma definitiva”.

  • In Olanda lockdown da domattina alle 5 dura, fino al 14 gennaio

    I Paesi Bassi torneranno in lockdown dalle 5 del 19 dicembre. Il periodo di confinamento si protrarrà fino al 14 gennaio, per frenare la diffusione della variante Omicron.

  • Operativa la revoca del Green Pass ai positivi

    E’ in Gazzetta ufficiale il Dpcm che indica le modalità per la revoca del Green pass qualora il possessore del certificato dovesse risultare positivo durante il periodo di validità del documento o in caso di pass falsi. A generare la revoca automatica in caso di psoitività è la ’Piattaforma nazionale-Dgc’. La stessa revoca sarà comunicata anche al Gateway europeo. Sarà poi annullata automaticamente a seguito dell’emissione della certificazione verde di guarigione.

  • Omicron: Gb, contagi triplicati in un giorno, 6 morti

    Il Regno Unito ha triplicato i nuovi casi legati a Omicron. Nelle ultime 24 ore ne sono stati segnalati 10.059, rispetto ai 3.201 registrati ieri, portando il totale della nuova variante del Covid a 24.968. Il numero dei decessi legati a Omicron è passato da uno a sette in Inghilterra, al 16 dicembre., mentre i ricoveri sono passati da 65 a 85. Lo riportano i media britannici. A Londra, il sindaco Sadiq Khan ha messo in guardia da una “enorme ondata” della nuova variante ed ha adottato una procedura d’allerta per coordinare la risposta dei servizi pubblici.

  • Anestesisti, curva cresce e Omicron spaventa, c’è pressione su reparti

    “Siamo nella quarta ondata. Ora, mentre l’andamento dei contagi è in una franca progressione esponenziale e la curva cresce, abbiamo il dato relativo ai ricoveri ordinari e in terapia intensiva che sostanzialmente cresce in modo lineare. Però è ragionevole supporre che la variante Omicron, molto più contagiosa, farà aumentare i casi quindi i ricoveri e ci sarà una pressione maggiore sui reparti. Nel breve-medio periodo prevediamo che ci sarà una crescita consistente ma non tale da creare situazioni di grande criticità”.

    Lo afferma all’Adnkronos Salute Alessandro Vergallo, presidente nazionale dell’Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri italiani (Aaroi-Emac). A preoccupare molto gli anestesisti che vedono tanti casi disperati in rianimazione, sono i milioni di italiani non vaccinati. “E’ mancato l’ apprendimento della lezione, in una fascia di persone, che chi non è immunizzato è una serbatoio per la riproduzione del virus. Oggi - osserva Vergallo - chi non è vaccinato ha un rischio 3 volte più alto di una progressione seria di malattia. E’ inaccettabile”.

  • In 100 assembrati e senza mascherine, polizia interrompe festa

    La polizia di Assisi ha scoperto una festa con un centinaio di persone, assembrate e prive di mascherine. Intervenuti sul posto, riferisce la questura perugina, gli agenti hanno interrotto la festa, avendo rilevato il mancato rispetto della normativa anti-covid. Nello specifico, spiega la questura, una sala era stata destinata a essere utilizzata come discoteca, con tanto di dj. La polizia ha provveduto allora a sanzionare il responsabile dell’organizzazione dei festeggiamenti per le violazioni riscontrate.

  • Omicron, in Inghilterra 9.500 nuovi casi e 85 morti totali

    Aumentano nel Regno Unito i contagi dovuti alla variante Omicron. I casi confermati in Inghilterra della nuova variante, secondo i dati resi noti oggi dalle autorità sanitarie (Ukhsa), sono 23.168, con un incremento di 9.427 casi. nelle ultime 24 ore. In Scozia è stato registrato un totale di 792 casi, con un incremento di 96, in Galles 181, con un aumento di 22 casi e in Irlanda del Nord 827, con un aumento di 514 casi. I decessi confermati in Inghilterra a causa della uova variante sono invece in totale 85, rispetto ai 65 registrati precedentemente.

  • In Trentino già prenotate 2.173 dosi 5-11 anni

    In Trentino sono 2.173 le prenotazioni già effettuate per le vaccinazioni anti Covid per i bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni. In mattinata nell’hub di Lavis sono state fatte 400 inoculazioni e, l’azienda sanitaria, prevede che saranno almeno 650 in serata. “L’afflusso ci conferma la risposta positiva da parte della comunità - dice Stefania Segnana, assessora provinciale alla salute -. Ringrazio le famiglie che hanno aderito e i volontari che sono impegnati in vario modo a rendere più allegra questa esperienza per i bambini, accogliendoli e consegnando loro anche un attestato di merito. Un grazie va anche al personale sanitario che è ancora impegnato nella sfida di contrastare la pandemia. L’attività dedicata ai bambini arriva infatti dopo giorni molto impegnativi per la maratona vaccinale che si è appena svolta”.

  • Ft, Londra valuta il piano C, lockdown dopo Natale

    Boris Johnson ha ricevuto dagli esperti una serie di opzioni nell’ambito di un cosiddetto Piano C per fronteggiare l’epidemia di Covid, che vanno da “una serie di restrizioni fino al lockdown”. Lo riporta il Financial Times, citando persone vicine al premier britannico, che vorrebbe ancora seguire la strada delle raccomandazioni, ma a cui è stato chiesto un approccio realistico di fronte alla crescente minaccia di Omicron. Secondo Ft, c’è l’ipotesi del divieto di incontri al chiuso tranne che per motivi di lavoro e la limitazione di servizi all’aperto per pub e ristoranti, per due settimane dopo Natale.

  • Usa, studenti non vaccinati esposti a Covid restano in classe

    Gli studenti non vaccinati esposti al Covid possono restare in classe a patto che siano asintomatici, vengano testati due volte nella settimana successiva e in ambedue i casi il risultato sia negativo. Lo afferma il Centers for Disease Control and Prevention, la massima autorità sanitaria americana, illustrando le sue nuove linee guida. Il protocollo ’test-and-stay’ punta a evitare che i bambini siano costretti a stare in casa se venuti a contatto con un positivo e ad alleggerire il compito dei genitori, in possibile difficoltà sulla gestione dei bambini con le scuole chiuse.

  • L’Emilia Romagna chiede 120 militari per il tracciamento

    La Regione Emilia Romagna ha chiesto al commissario per l’Emergenza la disponibilità di 120 militari per il tracciamento e da destinare anche alle vaccinazioni. Per ora, fa sapere la Regione, la disponibilità confermata dalla struttura guidata dal commissario Figliuolo è per due unità destinate alla Asl Romagna, tre a Imola e tre a Bologna. La Regione ribadisce, comunque, che dai primi di gennaio sarà rafforzata, per quanto necessario, la rete dei sanitari che, nell’ambito delle azioni di contrasto alla pandemia da Covid-19, saranno impegnati a seguire la catena dei possibili contagi.

  • In Emilia Romagna ancora 2.451 contagi e 15 morti


    Sono 2.451 i nuovi casi di positività al coronavirus riscontrati in Emilia Romagna nelle ultime 24 ore sulla base di quasi 40mila tamponi registrati. Si contano anche 15 vittime, di età compresa fra i 70 e i gli 87 anni e tornano a crescere i ricoverati in terapia intensiva che sono attualmente 107, cinque in più di ieri. Circa il 40% dei nuovi positivi (1.087) sono asintomatici e l’età media è di 39,1%. Salgono i casi attivi che raggiungono quasi quota 40mila, con il 97,2% di loro in isolamento domiciliare, perché non necessitano di particolari cure. Nei reparti Covid ordinari sono ricoverate 986 persone, tre in meno rispetto a ieri. Le nuove vittime sono cinque nel Bolognese (uno dei quali residente fuori regione), quattro nel Ferrarese, due nelle province di Modena, Rimini e Forlì-Cesena. In termini assoluti Bologna è la provincia con l’incremento quotidiano di contagi maggiore: 607 (76 dei quali nell’Imolese). Seguono Reggio Emilia (388) e Modena (305).

  • Oms: Omicron in 89 Paesi, casi raddoppiano in 1,5-3 giorni

    La variante Omicron del coronavirus è stata segnalata in 89 Paesi e il numero dei casi raddoppia in 1,5 - 3 giorni nelle zone in cui c’è trasmissione locale del virus. Lo afferma l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), secondo quanto riporta il Guardian. Per quanto riguarda la gravità clinica di Omicron, l’Oms afferma invece che “ci sono ancora dati limitati” e che “servono più dati per capire il profilo di gravità e quale sia l’impatto della vaccinazione e di un’immunità pre-esistente”.

  • Germania, Lander chiedono regole più severe per viaggiatori

    I ministri della Sanità dei lander tedeschi chiedono regole più severe per i viaggiatori in entrata nel Paese. Le misure, affermano i ministri in una risoluzione anticipata dall’agenzia Dpa, dovranno essere applicate ai viaggiatori provenienti dai Paesi colpiti dalla variante Omicron. “Rendere gli ingressi più sicuri contribuisce a prevenire la diffusione così rapida della variante Omicron”, ha detto il ministro federale della Sanità Karl Lauterbach. “Non possiamo impedire la sua diffusione, solo rallentarla. Più tempo ci metterà Omicron a diffondersi anche in Germania, meglio sarà”, ha aggiunto. Nello specifico, a tutti i viaggiatori maggiori di 6 anni che sono stati negli ultimi 10 giorni in un Paese nel quale è stata rilevata la variante Omicron, sarà richiesto un test molecolare negativo. Il test antigenico non sarà più sufficiente.

  • Iss: in aumento i ricoveri nei bambini sotto i 3 anni

    In aumento i ricoveri per Covid-19 tra i bambini più piccoli di età inferiore ai 3 anni. Lo rileva il Report esteso dell’Istituto superiore di sanità, che integra il monitoraggio settimanale sul Covid. “Si osserva, nelle ultime settimane - si legge nel report - un aumento del tasso di ospedalizzazione nella fascia <3 anni (poco sopra i 4 ricoveri per 100.000 abitanti), mentre nelle altre fasce di età risulta stabile”. Nell’ultima settimana, si sottolinea inoltre nel Rapporto, “si conferma l’andamento osservato nella precedente settimana, con il 28% dei casi totali diagnosticati nella popolazione di età scolare (<20 anni). Il 51% dei casi in età scolare è stato diagnosticato nella fascia d’età 6-11 anni, il 33% nella fascia 12-19 anni e solo il 10% e il 6% sono stati diagnosticati, rispettivamente tra i 3 e i 5 anni e sotto i 3 anni”. Il report evidenzia pure come sia in calo da sei settimane la percentuale di casi tra operatori sanitari rispetto al resto della popolazione.

  • Iss: sale a 317 l’incidenza casi Covid tra i bimbi 0-9 anni

    Sale l’incidenza di casi Covid-19 nelle fasce di età 0-9 anni e 10-19 anni. Nell’ultima settimana l’incidenza ha raggiunto i 317 casi per 100mila per la fascia 0-9 anni (contro i 275 casi della scorsa settimana). Nella fascia 10-19 anni l’incidenza è salita invece a 296 casi. Il dato è contenuto nel Report esteso dell’Istituto superiore di sanità, che integra il monitoraggio settimanale sul Covid. Nelle fasce di età 30-39 e 40-49 anni l’incidenza sale a valori compresi tra 200 e 250 casi per 100.000 abitanti e solo nelle fasce di età sopra 80 anni nell’ultima settimana l’incidenza rimane compresa tra i 50 e i 100 casi per 100.000.

  • Il 23 dicembre cabina di regia presieduta da Draghi

    Giovedì 23 dicembre a Palazzo Chigi si terrà la riunione della cabina di regia sul Covid-19 presieduta dal presidente del Consiglio, Mario Draghi. È quanto riferisce una nota di palazzo Chigi.

  • Iss: largamente atteso aumento casi di Omicron

    “La presenza della Omicron era largamente attesa, in linea con quanto osservato anche negli altri paesi, ed è probabile un aumento dei casi nei prossimi giorni»”. Lo spiega Silvio Brusaferro, presidente dell'Iss commentando gli 84 casi di variante Omicron analizzate e depositate nella piattaforma ICoGen, che riceve le segnalazioni della rete di oltre 70 laboratori regionali coordinata dall’Iss. “La crescita del numero dei casi depositati testimonia l'efficienza della rete di monitoraggio, e dei sistemi messi in campo per seguire l'evoluzione della variante. Restano fondamentali le raccomandazioni date finora, di iniziare o completare il ciclo vaccinale anche con la terza dose, di usare la mascherina quando indicato e di seguire le misure individuali e collettive per ridurre al minimo la diffusione del virus”, continua.

  • Nel Lazio 2.409 nuovi casi e 6 morti

    “Oggi nel Lazio su 23.844 tamponi molecolari e 40.298 tamponi antigenici per un totale di 64.142 tamponi, si registrano 2.409 nuovi casi positivi (+288 rispetto a ieri), sono 6 i decessi (-4), 832 i ricoverati (+4), 112 le terapie intensive (+1) e +854 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 3,7%. I casi a Roma città sono a quota 1.085”. Lo comunica l’assessore regionale del Lazio alla Sanità, Alessio D’Amato.

  • Iss: salgono a 84 i casi Omicron in Italia, forte crescita

    Sono salite a 84 le sequenze della variante Omicron analizzate e depositate nella piattaforma ICoGen, che riceve le segnalazioni della rete di oltre 70 laboratori regionali coordinata dall’Istituto superiore di sanità (Iss). Lo rende noto l’Istituto. Il dato, rileva, è “in forte crescita rispetto alle 55 presenti ieri mattina”. La maggior parte delle segnalazioni (aggiornate alle ore 9 del 18/12) è arrivata da Lombardia (33) e Campania (20), mentre in generale la variante è segnalata in 13 regioni (Lazio 8, Puglia 7, Veneto 5, Piemonte e Emilia Romagna 2, Abruzzo, Calabria, Liguria, Sardegna, Sicilia, Toscana 1) e 1 PA (Bolzano,1).

  • Olanda verso nuovo lockdown, premier convoca stampa alle 19

    Il premier olandese, Mark Rutte, ha convocato per stasera alle 19 una conferenza stampa per annunciare nuove misure per arginare la diffusione della variante Omicron del coronavirus. Lo riporta la stampa locale, spiegando che la conferenza stampa seguirà una riunione d’emergenza del governo, in programma per questo pomeriggio, in cui verranno prese decisioni. La squadra nazionale per la gestione dell’epidemia, l’Outbreak Management Team (Omt), ha raccomandato l’imposizione di un lockdown e la chiusura di tutti i negozi non essenziali, come pure di bar, scuole, cinema, teatri, musei e palestre. Alla conferenza stampa di stasera, insieme a Rutte ci saranno il ministro della Salute, Hugo de Jonge, nonché il capo dell’Istituto di salute pubblica Rivm, Jaap van Dissel.

  • Germania, riunione di emergenza dei ministri della Sanità

    I ministri della Salute del governo federale e dei lander tedeschi si riuniscono oggi in un vertice di emergenza per discutere della situazione della pandemia e delle scorte di vaccini nel Paese. A lanciare recentemente l’allarme è stato il ministro della Sanità Karl Lauterbach, preoccupato per le scorte di vaccini per il primo trimestre del 2022. Lauterbach intende acquisire vasti quantitativi di vaccini, anche se è appena stato annunciato l’arrivo, prima del previsto, di 35 milioni di dosi del vaccino Moderna.

  • Gb pensa a 2 settimane lockdown dopo Natale

    Nel Regno Unito le autorità stanno elaborando un piano per un ipotetico lockdown di due settimane dopo Natale, che includerebbe il divieto di riunioni al chiuso tranne che per motivi di lavoro e la limitazione del servizio per pub e ristoranti solo all'esterno. A riferire di questa bozza è il Times, spiegando che le misure sarebbero finalizzate a rallentare la diffusione della variante Omicron del coronavirus. Secondo la testata, tuttavia, il premier Boris Johnson non ha ancora approvato il piano e non intende “chiudere”.

  • Speranza: lunedì nuova indagine su diffusione variante Omicron

    “In queste ore il ministero della Salute ha deciso che nella giornata di lunedì si farà una nuova flash survey, una nuova verifica della prevalenza delle varianti nel nostro paese. È
    fondamentale capire quanto sta crescendo questa variante nel nostro paese e con che ritmo, anche rispetto alla valutazione dell’andamento epidemiologico”. Lo comunica il ministro della Salute Roberto Speranza, ospite dell’evento ’Il Corriere della salute migranti’ di Sanità di frontiera Onlus, in riferimento alla variante Omicron del coronavirus.

  • Esperti: in Inghilterra rischio 3mila ricoveri al giorno

    In Inghilterra è necessario adottare al più presto misure più restrittive perché in relazione alla diffusione della variante Omicron del coronavirus si rischia di raggiungere i 3mila ricoveri in ospedale al giorno. È l’allarme lanciato dal comitato di esperti Sage (Scientific Advisory Group for Emergencies), in una riunione tenutasi giovedì, della quale la Bbc rivela i contenuti avendo potuto visionare alcuni minuti dell’incontro.

  • Germania, oggi manifestazioni no vax in varie città

    Varie manifestazioni No Vax e contro le misure anti Covid sono in programma oggi in diverse città tedesche. La protesta che si annuncia più numerosa è quella prevista ad Amburgo, dove dalle 16 sono previste 8mila persone. Sotto lo slogan, “Giù le mani dai nostri bambini”, i manifestanti hanno in programma di marciare lungo il centro cittadino, secondo quanto annunciato dalla polizia. Manifestazioni sono attese anche a Friburgo, a Neumarkt e Hannover, sebbene sia prevista una partecipazione più ridotta. La manifestazione in programma a Berlino è invece stata vietata dalla polizia, per il timore che venissero violate le norme anti Covid. Lo scorso sabato, nel corso di una manifestazione a Greiz sono rimasti feriti 14 agenti di polizia.

  • Vaccini, oltre 2,66 miliardi di dosi in Cina continentale

    Sono oltre 2,66 miliardi le dosi di vaccini anti Covid-19 somministrate in Cina continentale alla data di ieri. È quanto si evince dai dati odierni della Commissione Sanitaria Nazionale.

  • Iss: con richiamo efficacia vaccino contro malattia severa sale 93,4%

    “L'efficacia della dose di richiamo nel prevenire diagnosi e malattia severa sale al 75,5% e al 93,4%”. Lo evidenzia l'aggiornamento report dell'Istituto superiore di sanità pubblicato ogni sabato. “Rimane elevata l'efficacia vaccinale nel prevenire casi di malattia severa, in quanto l'efficacia del vaccino nei vaccinati con ciclo completo da meno di 150 giorni è pari al 92,7%, mentre cala all'82,6% nei vaccinati che hanno completato il ciclo vaccinale da oltre 150 giorni”, sottolineano gli esperti.

    Covid, Brusaferro: “Netta crescita curva, salgono casi e ricoveri”
  • Due neonati contagiati e ricoverati in Calabria

    Ci sono anche due neonati, uno di sei e l'altro di otto mesi, tra i bambini finiti in ospedale dopo essere stati contagiati da familiari risultati positivi in provincia di Vibo Valentia. Per uno di loro, in condizioni più preoccupanti, si è anche reso necessario il trasferimento nell'ospedale di Catanzaro; l'altro, invece, è stato ricoverato nell'ospedale Jazzolino di Vibo Valentia. Non si ferma in provincia la corsa del Covid: i contagiati attivi sono al momento 720, con 65 nuovi positivi nella giornata di ieri. Sempre nel Vibonese sono iniziate stamane, al centro commerciale Vibo Center, le operazioni di vaccinazione dei piccoli di età compresa tra i 5 e gli 11 anni. Le attività si svolgono all'interno della struttura nei locali in cui in precedenza c'era un negozio di sport.

  • Staner (Moderna): «In 3 mesi vaccino anti Omicron se booster non basterà»

    “Dobbiamo affrontare l'inverno. E l'unica soluzione rapida per contrastare Omicron oggi è la terza dose”. Lo afferma in un'intervista a 'la Repubblica', Dan Staner, vicepresidente e responsabile del ramo europeo dell'azienda americana Moderna, che prevede che un vaccino specifico per la nuova variante sia pronto verso giugno. “Ma siamo ancora nella fase dei test di laboratorio - continua - Non abbiamo preso una decisione ufficiale. In compenso sappiamo che la terza dose riporta in alto il livello degli anticorpi e protegge anche contro Omicron”.

    “Secondo Anthony Fauci la terza dose di un vaccino a Rna è sufficiente a contrastare la variante. Vediamo anche che il richiamo con Moderna dopo un primo ciclo con un altro tipo di vaccino ha un'efficacia molto alta - osserva - Noi portiamo avanti diverse altre analisi in parallelo. Studiamo una dose da 100 microgrammi, equivalente a quella della prima e della seconda dose, ma doppia rispetto alla terza che è di 50 microgrammi. Valutiamo poi la possibilità di mettere a punto un vaccino specifico per Omicron. E testiamo due versioni di vaccino multivalente”.

    Per approfondire: Pfizer e Moderna, corsa a produrre un vaccino contro Omicron in 100 giorni

  • Cancellati fuochi artificio e concerti Capodanno a Parigi

    Il municipio di Parigi ha annunciato la cancellazione dei fuochi d'artificio e dei concerti sugli Champs-Elysée per Capodanno per evitare la diffusione del Covid.

    I fuochi d’artificio sopra l’Arc de Triomphe, a Parigi, in un’immagine del 31 dicembre 2019. (Photo by Martin BUREAU / AFP)

  • Veneto, + 4.016 contagi registrati in 24 ore

    In Veneto i positivi al Covid registrati nelle ultime 24 ore, sono 4.016. Secondo il report della Regione Veneto salgono così a 574.858 i casi registrati da inizio pandemia. Si contano anche 8 decessi in più rispetto a ieri, per un totale di 12.161. I malati Covid ricoverati in area medica sono ora 1.079 (-175), in terapia intensiva 162 (-2).

    Per approfondire: Covid, i dati e la mappa

  • Milano, il sindaco Sala annulla impegni dopo contatti membri cda Rai positivi

    Il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha sospeso momentaneamente tutte le attività istituzionali in attesa dell'esito del tampone a cui si è sottoposto dopo avere appreso della positività di alcuni membri del cda della Rai incontrati giovedì scorso. Intanto, l'appuntamento di questa mattina previsto per le ore 11 al Teatro Lirico Giorgio Gaber è annullato.

    Fiona Swarovsky e Beppe Sala all’accensione dell’albero di Natale Swarovsky in galleria Vittorio Emanuele, Milano, 12 Dicembre 2021. ANSA/MATTEO CORNER

  • Sottosegretario Costa: «Al momento non previste ulteriori restrizioni»

    Al momento sul tavolo del Governo non ci sono in previsione ulteriori restrizioni. I dati sulla campagna vaccinale sono straordinari, siamo tornati oltre le 500mila somministrazioni al giorno. Definirei positiva l'adesione alla campagna vaccinale per i bambini. C'è bisogno del sostegno della collaborazione dei pediatri. Per gli under 12 non è prevista nessuna restrizione, confidiamo che il paese saprà dimostrare un grande senso di responsabilità. Il numero delle prenotazioni per i bambini è incoraggiante”. Lo dichiara il sottosegretario di Stato al Ministero della Salute, Andrea Costa, intervistato da SkyTG 24. “È ovvio che dobbiamo monitorare con grande attenzione quelli che saranno i dati epidemiologici nel corso delle prossime settimane. Dobbiamo analizzare i dati per quello che sono. Non vi è il solito incremento proporzionale per quello che riguarda la terapia intensiva, grazie al fatto che 40 milioni di concittadini si sono vaccinati”, prosegue il sottosegretario.

    Il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa. ANSA/MASSIMO PERCOSSI

    “Per quanto riguarda altre misure restrittive, abbiamo cercato di anticipare eventuali scenari peggiori, come con il Super Green Pass. Dobbiamo dire con chiarezza che dobbiamo vaccinare i più piccoli per metterli in sicurezza. Guai a veicolare il messaggio che dobbiamo vaccinare i più piccoli per mettere in sicurezza gli adulti, il vaccino porta benefici in primo luogo a chi lo riceve”, aggiunge Costa.

  • Coldiretti, Natale in zona gialla per 12 mln italiani

    Sono oltre 12 milioni di italiani che trascorreranno il Natale in zona gialla per l'avanzare dei contagi. E' quanto emerge dall'analisi della Coldiretti su dati Istat in riferimento agli effetti del cambio di colore da lunedì 20 dicembre per Liguria, Marche, Veneto, provincia di Trento come è già avvenuto per Calabria, Friuli Venezia Giulia e la Provincia Autonomia di Bolzano. Una situazione che sta facendo posticipare prenotazioni e programmi per le feste e spinge un numero crescente di italiani - sottolinea la Coldiretti - a ridimensionare i programmi per pranzi e cenoni di Natale e rimanere in patria magari organizzando una vacanza di prossimità. La maggioranza del 52% degli italiani consumerà il menu di Natale in tavolate con al massimo sei persone, soprattutto familiari all'interno delle case, secondo l'indagine Coldiretti/Ixe'. Ma l'avanzare della campagna di vaccinazione con la somministrazione delle terze dosi e l'arrivo del super green pass hanno restituito anche il coraggio di trascorrere il Natale fuori dalle mura domestiche a 3,5 milioni di persone che hanno infatti programmato di mangiare in ristoranti e agriturismi, anche se si tratta della metà rispetto al 2019, l'ultimo Natale prima della pandemia.

    Per approfondire: Vacanze di Natale 2021 con il Green pass: il 97% resterà in Italia

  • Rsa trentine, meglio evitare che ospiti passino Natale in famiglia

    “Non è stata una decisione presa a cuor leggero, ma necessaria per tutelare la salute dei nostri ospiti. Dopo aver ascoltato il parere della consulta dei medici, abbiamo diramato a tutte le strutture le nostre indicazioni: meglio che i nostri anziani non rientrino a casa per le festività. Poi, ogni singola residenza, così come previsto dal regolamento, farà le proprie scelte”. Così Michela Chiogna, presidente dell'Unione provinciale istituti per anziani del Trentino subito dopo la riunione del consiglio di amministrazione con cui l'ente ha invitato le direzioni delle residenze per anziani a sospendere il rientro familiare degli ospiti visto l'aumento dei contagi. “Meglio che siano i parenti a fare visita ai propri cari con green pass e mascherina obbligatoria”, ha aggiunto Chiogna.

  • Parigi: da mercoledì vaccini a bambini da 5 a 11 anni, obbligo per caregiver

    Vaccinazione anticovid a tutti i bambini dai 5 agli 11 anni da mercoledì. Lo ha annunciato il ministro della Sanità Olivier Véran. “Se tutto va bene, dal 22 pomeriggio iniziamo la vaccinazione dei bambini nei centri attrezzati per l'infanzia”, ha detto il ministro su France Inter. Venerdì 17 dicembre il Comitato Etico Consultivo Nazionale (CCNE) aveva espresso parere favorevole per questa fascia di età. Il ministro ha inoltre annunciato l'obbligatorietà dei vaccini per gli operatori sanitari e i vigili del fuoco dal 30 gennaio''. A France Inter ha quindi spiegato che ''abbiamo diversi cluster ospedalieri della variante Omicron, in particolare nella regione di Parigi”.

    Per approfondire: Perché è importante vaccinare anche i bambini contro la Covid-19

  • Veneto, Zaia: «Zona gialla subito e via ad altre misure, giusto proteggere i nostri confini»

    Da lunedì 20 dicembre anche il Veneto passa in zona gialla ma il presidente Luca Zaia ha deciso di anticipare i tempi firmando un'ordinanza che reintroduce le restrizioni della fascia già da oggi. “Lo considero un atto dovuto - dice Zaia in un'intervista al Corriere della Sera - nel momento in cui i dati sanitari mi confermano che il quadro epidemiologico della mia Regione sta peggiorando. Il ritorno della mascherina all'aperto non ci sconvolgerà la vita e io ho voluto aggiungere pure altre limitazioni, non previste ma fondamentali”. “Gli operatori sanitari dovranno fare il tampone ogni 4 giorni anziché 10, anche se vaccinati - spiega il governatore - lo stesso dovranno fare i degenti, dopo il test all'ingresso in ospedale. Questi ultimi potranno essere accompagnati da una persona soltanto e così sarà pure per gli anziani nelle case di riposo. Sono sospesi i rientri in famiglia degli ospiti delle Rsa, per le eccezioni abbiamo stabilito un periodo di quarantena di 7 giorni al rientro nella struttura, con tampone all'inizio e alla fine della vigilanza”.

    Zaia fa il tampone rapido in diretta su Facebook

    Per evitare che la Omicron dilaghi, il governo ha deciso poi di stringere le maglie sui turisti in arrivo per le feste. Una decisione che ha suscitato proteste tra le imprese del settore. «Io penso che sia un segnale positivo nei confronti di chi sceglie l'Italia per trascorrere le sue vacanze - dice Zaia -e d'altronde credo che oggi sia chiaro a tutti che l'Italia è la punta di diamante dell'Europa nella lotta al Covid. Il nostro modello funziona”.

  • Le Pen, “Pass vaccinale condanna a morte sociale per non vaccinati”

    ''Il Pass vaccinale condanna alla morte sociale i francesi che non sono vaccinati''. Così Marine Le Pen, candidata alla presidenza della Francia del Rassemblement National, ha commentato all'emittente Bfmtv il disegno di legge che il governo francese presenterà in Parlamento all'inizio di gennaio per trasformare l'attuale pass sanitario in certificato vaccinale. ''Si tratta di una misura sproporzionata che contraddice tutte le promesse fatte al governo'', ha aggiunto. Sono circa sei milioni i francesi ancora non vaccinati contro il Coronavirus.

    Marine Le Pen (Photo by Ali AL-DAHER / AFP)

  • Francia, 10% nuovi contagi sospetti casi Omicron

    Circa il 10 per cento dei nuovi casi di coronavirus in Francia si sospetta che siano riconducibili alla variante Omicron. Lo ha detto il ministro della Salute Olivier Veran, definendo la Omicron ''molto, molto, molto più contagiosa della variante Delta. Si riproduce estremamente velocemente''.

    Per approfondire: Omicron, due dosi non bastano. Cosa sappiamo sulla nuova variante

  • Record di casi in stato NY, annullati spettacoli Rockettes e Broadway

    È record di contagi di Covid nello stato di New York, che ne ha registrati più di 21.000 in un giorno. “I numeri stanno aumentando esponenzialmente di giorno in giorno”, ha detto la governatrice Kathy Hochul alla Cnn. Nella Grande Mela, lo show delle ballerine Rockettes hanno interrotto la stagione di spettacoli e numerose esibizioni di Broadway sono state annullate a causa di focolai tra i membri del cast.

    Fuori dal teatro Richard Rodgers di Broadway un cartello annuncia la cancellazione del musical Hamilton a causa del picco di contagi da Covid (REUTERS/Carlo Allegri)

  • Usa, corte ripristina obbligo Biden di vaccino in aziende

    La Corte d'appello degli Stati Uniti per il Sesto circuito ripristina l'obbligo di vaccino o di test settimanale imposto dall'amministrazione Biden per le aziende con oltre 100 dipendenti a partire dal 4 gennaio. La misura decisa dal presidente è bloccata dal 6 novembre, ovvero dall'indomani della sua formalizzazione ufficiale. Secondo la corte del Sesto circuito, i costi di un ritardo dell'attuazione della norma potrebbero implicare costi elevati.

    Il presidente Usa, Joe Biden delivers ( REUTERS/Evelyn Hockstein)

  • Tentata concussione per lavori al Policlinico di Messina, arrestato architetto

    I carabinieri di Gravina di Catania, il 15 dicembre scorso, ma la notizia e' stata diffusa stamani, hanno arrestato in flagranza del reato di tentata concussione l'architetto Daniele Inserra, direttore dei lavori del progetto per la realizzazione di 16 posti di terapia intensiva del policlinico G. Martino di Messina, finanziato dalla regione siciliana, ufficio del commissario delegato per l'emergenza Covid-19. L'indagato non avrebbe approvato il prezzario proposto dalla ditta ditta incaricata della realizzazione dei lavori, la ‘Leil Costruzioni S.r.l.' di Partinico, nel palermitano, per poi proporre di approvare i prezzi proposti in cambio della consegna di 35mila euro. Alla netta opposizione della ditta, che faceva presente come la società non si era mai prestata ad ottenere lavori pubblici in cambio di tangenti, l'indagato avrebbe proposto di mascherare l'esborso di denaro tramite l'affidamento da parte della ditta di una consulenza fittizia ad un tecnico di sua fiducia nell'ambito del suindicato progetto.

  • Austria, dal 20 dicembre quarantena per viaggiatori non vaccinati

    Da lunedì, 20 dicembre, potrà entrare in Austria senza restrizioni solo chi ha già ricevuto la terza dose del vaccino anti Covid. Le persone vaccinate (che però non hanno ancora ricevuto la terza dose) o guarite dovranno essere in possesso di un tampone pcr negativo non più vecchio di 72 ore. Per i non immunizzati scatta invece una quarantena di dieci giorni. L'isolamento potrà essere interrotto dopo cinque giorni con un pcr negativo. Lo ha annunciato il ministro alla Salute Wolfgang Mueckstein. La misura non vale per bambini fino ai 12 anni, donne incinte e persone che per motivi di salute non possono essere vaccinate.

    Per i pendolari transfrontalieri basta invece il pass '3-G' (guariti, vaccinati oppure testati). “Solo così possiamo frenare la diffusione di Omicron”, ha detto Mueckstein. Il presidente dei gestori degli impianti di risalita in Austria, Franz Hoerl, ha definito il provvedimento “totalmente fuori dal mondo”. Con così poco preavviso, ha commentato, non sarebbe praticabile per chi viaggia più giorni per arrivare in Austria.

    Per approfondire: Veneto, Liguria, Marche e Trentino in zona gialla da lunedì

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti