Attualità

Coronavirus, ultime notizie. Vaccini, la Ue vuole esportare 700 milioni di dosi entro il 2021

Le notizie di sabato 12 giugno in tempo reale

Coronavirus, bollettino dell'11 giugno 2021
  • Vaccini, in Campania oltre 4 milioni di somministrazioni

    In Campania sono stati vaccinati 4.075.956 cittadini. Le prime dosi somministrate ammontano a 2.953.176, 1.122.780 quelle invece di richiamo. I dati sono diffusi dall’Unità di crisi regionale della Campania, aggiornati alle 17 di oggi.

  • Burioni, «con nuove varianti per non vaccinati infezione certa al chiuso»

    “Con queste nuove varianti molto più contagiose se non si è vaccinati al chiuso l'infezione è quasi certa. Se si è vaccinati (con i vaccini più efficaci) nessun problema”. Lo scrive il virologo Roberto Burioni su Twitter

  • La Ue vuole esportare 700 mln dosi vaccino entro 2021

    “L’Unione europea è la principale contribuente al Covax (il meccanismo per favorire l’accesso ai vaccini dei Paesi a medio e basso reddito) con un sostegno di 3 miliardi di euro. Fin dall’inizio l’Ue ha scelto l’apertura e la solidarietà, ed ha esportato metà della sua produzione, ovvero 350 milioni di dosi” di sieri. “Il nostro obiettivo è esportare 700 milioni di dosi entro fine anno”. Così la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, su Twitter.

  • Vaccini: Francia, 30 mln di prime dosi, obiettivo raggiunto

    Trenta milioni di francesi hanno ricevuto almeno una dose di vaccino contro il Covid-19, ha annunciato oggi pomeriggio il primo ministro Jean Castex. La soglia è stata superata nella giornata di oggi, ha confermato Castex, lanciando un appello a “vincere la battaglia contro il virus”. “Obiettivo raggiunto! - ha twittato il premier, che è in isolamento fino a mercoledì dopo la moglie è risultata positiva - Grazie a tutti quelli che si mobilitano per la vaccinazione”. Il governo aveva previsto il raggiungimento dei 30 milioni di vaccinati con almeno una dose per il 15 giugno, martedì prossimo.

  • Oggi in Italia 1.723 nuovi casi e altri 52 morti

    Sono 1.723 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.901. Sono invece 52 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 69

    Per approfondire / Coronavirus Italia: oggi 1.723 nuovi casi e altri 52 morti. Positività in calo: 0,81%

    Coronavirus: il bollettino del 12 giugno 2021
  • Vaccini: in Puglia anche J&J sarà inoculato solo a over 60

    Dopo Astrazeneca, la Regione Puglia, alla luce delle nuove raccomandazioni del Cts, ha deciso in via precauzionale di sospendere la somministrazione alla popolazione under60 del vaccino Johnson&Johnson. Lo apprende ANSA dall’assessore alla Sanità, Pierluigi Lopalco. “Adottiamo la raccomandazione del Cts”, spiega Lopalco. Quindi, da oggi, il vaccino monodose J&J sarà somministrato solamente agli over 60. Nei giorni scorsi nel Barese e nella Bat ci sono stati alcuni Open day con il siero J&J riservati agli uomini con più di 40 anni e alle donne con oltre 50 anni.

  • Mix di vaccini a under 60, la Lombardia prima li blocca e poi dice sì

    Dopo aver ricevuto la circolare del Ministero della Salute e del collegato «parere di Aifa», Regione Lombardia ha deciso di provvedere alla somministrazione della seconda dose di vaccino ai cittadini under60 vaccinati con AstraZeneca in prima dose, alla vaccinazione eterologa, ossia con vaccino Pfizer o Moderna. E’ quanto si apprende da fonti interne alla direzione Welfare di Regione Lombardia La riorganizzazione del programma vaccinale avverrà negli stretti tempi necessari sulla base delle dosi di vaccino disponibili

    L'assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti (d) e l'ad di Unipol Carlo Cimbri, in occasione dell'inaugurazione dell'hub vaccinale del gruppo Unipol a Milano (Ansa)

  • Morta 18 enne: sequestrato certificato anamnestico Camilla

    I carabinieri del Nas hanno notificato ieri all'Asl 4 un ordine di esibizione e sequestro del certificato anamnestico compilato da Camilla Canepa, la diciottenne di Sestri Levante (Genova) morta dopo la somministrazione del vaccino Vaxzevria (AstraZeneca) prima di ricevere la dose. Il documento, che si trova sotto sequestro negli uffici dell'Asl4, verrà consegnato agli inquirenti lunedì. Secondo quanto appreso, la procura vuole verificare se nel documento sia stata segnalata la piastrinopenia ereditaria citata anche nei documenti già in possesso degli inquirenti o l'assunzione di farmaci a base ormonale.

    Tra la documentazione che la procura di Genova vuole acquisire per fare luce sulla vicenda di Camilla Canepa, la diciottenne morta 10 giorni dopo avere ricevuto il vaccino Astrazeneca, ci sono anche la lettera del Comitato tecnico scientifico inviata alle regioni che avevano deciso di procedere con gli open day. In quella lettera il Cts “non rileva motivi ostativi a che vengano organizzate iniziative quali i vaccination day”. Nello stesso documento, però, i tecnici sottolineano anche che “occorre completare la vaccinazione dei soggetti vulnerabili e over 60 ancora non coperti per una percentuale che non può essere trascurata”.

  • In Emilia Romagna ieri zero morti

    “Ieri, per la prima volta dopo tanto tempo, zero decessi per Covid in Emilia-Romagna. E il numero delle persone ricoverate è sceso a 350 (di cui 60 in terapia intensiva)”. Lo anticipa su Facebook il sottosegretario alla presidenza della Giunta regionale, Davide Baruffi. “Sempre ieri, abbiamo superato la soglia dei 2 milioni di cittadini che hanno ricevuto almeno la prima dose. E da lunedì zona bianca”, prosegue.

  • Lombardia sospende seconda dose «eterologa»

    «In attesa di una nota ufficiale di Ministero della salute e di Aifa, competenti a rilasciare un parere scientifico, e allo scopo di tutelare quanto più possibile la salute dei cittadini e garantire i loro diritti, la Direzione generale Welfare ha deciso di sospendere cautelativamente i richiami eterologhi (quindi con un vaccino diverso) per tutti i cittadini under 60 che hanno ricevuto la prima dose di AstraZeneca. Per chi ha più di 60 anni nulla cambia». Lo spiega la Regione Lombardia in una nota.

  • Speranza: «Da lunedì oltre 40 mln italiani in zona bianca»

    “Da lunedì oltre 40 milioni di italiani saranno in 'zona bianca'. L'Italia ha, attualmente, uno dei migliori dati europei sull'incidenza. È un risultato incoraggiante che ci consente di guardare avanti con più fiducia. Dobbiamo insistere su questa strada con prudenza e gradualità. Oggi più che mai occorre conservare le corrette abitudini per non vanificare i tanti sacrifici fatti”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine di un incontro al ministero sul tema del rafforzamento della sanità territoriale.

    Covid, Speranza: Da lunedì 50% italiani in zona bianca
  • Morte Camilla, Codacons presenta esposto a procura di Genova

    Sul caso della morte della giovane Camilla Canepa, deceduta dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino AstraZeneca, il Codacons presenta oggi un esposto alla Procura della Repubblica di Genova chiedendo di iscrivere nel registro degli indagati il Ministro della Salute Roberto Speranza, il Commissario Francesco Paolo Figliuolo e la Asl competente. “Si tratta di un atto dovuto volto ad accertare il ruolo svolto nella vicenda dagli enti competenti -spiega l'associazione- Col nostro esposto vogliamo capire se vi siano responsabilità da parte del Ministro e del Commissario per aver autorizzato una vaccinazione potenzialmente pericolosa per gli under 60, e il ruolo della Asl nella gestione della somministrazione del vaccino alla ragazza e nella raccolta di informazioni sulla sua situazione clinica prima dell'iniezione”.

    Il decesso di Camilla “non può rimanere impunito, e se emergeranno errori od omissioni i responsabili, a qualsiasi livello, dovranno risponderne dinanzi la giustizia”, commenta il presidente Carlo Rienzi. Intanto il Codacons, dopo il caos sulle vaccinazioni Astrazeneca e la retromarcia del governo sulle somministrazioni ai più giovani, lancia oggi una azione collettiva in favore di tutti gli under60 che abbiano ricevuto il vaccino in questione, “finalizzata a chiedere a Stato, Regioni e Asl il risarcimento del danno morale per i potenziali rischi corsi sul fronte della salute”.

  • Piemonte sospende somministrazione Johnson&Johnson ad under 60

    Dopo Astrazeneca, alla luce delle nuove raccomandazioni delle autorità sanitarie nazionali sull'utilizzo dei vaccini a vettore adenovirale, la Regione Piemonte ha deciso in via precauzionale di sospendere la somministrazione alla popolazione under60 anche del vaccino Johnson&Johnson. Lo comunica una nota.

  • Verbale Cts, su rischi trombosi con J&J attento monitoraggio

    Pur avendo analogie con il vaccino anti Covid AstraZeneca, al momento, i dati “non permettono di trarre valutazioni conclusive rispetto al rapporto beneficio/rischio relativo al vaccino Janssen, connotato dal vantaggio della singola somministrazione, peculiarità che può risultare di particolare beneficio in determinate categorie di popolazione”. Ma “l'eventuale evidenza, nel contesto nazionale e internazionale, di fenomeni tromboembolici dopo vaccino Janssen dovrà essere oggetto di attento e costante monitoraggio attraverso le procedure di farmacosorveglianza e vaccino-vigilanza”. E' quanto si legge nel verbale n. 27 del Cts, di ieri 11 giugno, in cui è stato fornito il parere sull'utilizzo del vaccino AstraZeneca a partire dai 60 anni e sulla possibilità, per chi ha già fatto la prima dose, di completare il ciclo con un vaccino a mRna.

    Il comitato, si legge nel verbale, rileva che “il vaccino Janssen viene raccomandato, anche alla luce di quanto definito dalla Cts di Aifa, per soggetti di età superiore ai 60 anni. Qualora si determinino specifiche situazioni in cui siano evidenti le condizioni di vantaggio della singola somministrazione ed in assenza di altre opzioni, il vaccino Janssen andrebbe preferenzialmente utilizzato, previo parere del Comitato etico territorialmente competente”.

  • Vaccino J&J a over 60, parere comitato etico in specifici casi

    Il vaccino Janssen (Johnson & Johnson) monodose “viene raccomandato, anche alla luce di quanto definito dalla Commissione tecnico scientifica dell'Aifa, per soggetti di età superiore ai 60 anni. Qualora si determinino specifiche situazioni in cui siano evidenti le condizioni di vantaggio della singola somministrazione ed in assenza di altre opzioni, il vaccino Janssen andrebbe preferenzialmente utilizzato, previo parere del Comitato etico territorialmente competente”. Lo evidenzia il verbale del Comitato tecnico scientifico dell'11 giugno, allegato alla circolare del ministero della Salute di Aggiornamento del parere CTS sui vaccini.

    Per approfondire/ Decessi dopo il vaccino, cosa dicono davvero i numeri dei rapporti Aifa

    (Photo by Frederic J. BROWN / AFP)

  • Vendevano farmaci online, 20 siti oscurati dai Nas

    I Nas hanno oscurato 20 siti web, collocati su server esteri, sui quali venivano promosse e offerte, alcune in in lingua italiana, varie tipologie di medicinali correlate anche all'emergenza pandemica da Covid-19. Con quelli di oggi, sono 146 i provvedimenti sinora eseguiti nel 2021 dai Nas, di cui 121 correlati all'emergenza Covid.

  • Emanata circolare, AZ solo a over 60. Richiami under 60 a mRNA

    E' stata emanata dal ministero della Salute la circolare di 'Aggiornamento' del parere del CTS sui vaccini. La circolare, firmata dal direttore della Prevenzione del ministero Gianni Rezza, indica che il vaccino Vaxzevria di AstraZeneca “viene somministrato solo a persone di età uguale o superiore ai 60 anni (ciclo completo)”. Per persone che hanno ricevuto la prima dose di tale vaccino e sono al di sotto dei 60 anni di età, si legge, “il ciclo deve essere completato con una seconda dose di vaccino a mRNA (Comirnaty o Moderna), da somministrare ad una distanza di 8-12 settimane dalla prima dose”.

    PER APPROFONDIRE: Il testo del parere Cts

    Covid, AstraZeneca agli over 60. Ai giovani seconda dose diversa
  • Gb valuta rinvio di un mese per fine misure restrittive

    Il governo britannico valuta un rinvio fino a un massimo di quattro settimane per la revoca delle restanti misure restrittive imposte per contenere i contagi da coronavirus, inizialmente prevista in Inghilterra non prima del 21 giugno. E' quanto confermano fonti alla Bbc. L'ultima fase del percorso di revoca delle restrizioni prevede la fine di ogni limitazione per i contatti sociali.

    Fonti di Downing Street precisano che non c'è ancora una decisione definitiva e un annuncio è previsto per lunedì con varie opzioni sul tavolo, con quella del rinvio di quattro settimane che è al momento la più accreditata nel mezzo dei crescenti timori per la risalita dei contagi e la trasmissibilità della variante Delta. La proroga delle misure restrittive consentirebbe al programma di vaccinazioni di avere maggiore effetto.

    Il premier inglese Boris Johnson al summit G7 in corso a Carbis Bay, in Cornovaglia (Photo by Ludovic MARIN / AFP)

  • In India meno di 85mila nuovi casi, dato più basso da 70 giorni

    L'India segnala 84.332 nuovi casi confermati di coronavirus: per il gigante asiatico si tratta del bollettino meno preoccupante degli ultimi 70 giorni, come sottolinea su Twitter il ministero della Salute, dopo la terribile accelerazione dell'ondata di contagi nelle scorse settimane. E' il quinto giorno consecutivo, aggiunge il ministero, che vengono diagnosticati meno di 100.000 casi in 24 ore. Resta alto però il dato sui decessi, anche per gli aggiornamenti dei bollettini che arrivano dagli stati del gigante asiatico con una popolazione di oltre 1,3 miliardi di persone.

    Studenti in coda per il vaccino a Hyderabad, in India, venerdì 11 giugno. (Photo by NOAH SEELAM / AFP)

    Come riporta Ndtv, nelle ultime 24 ore ne sono stati segnalati 4.002 ma il dato viene attribuito alle comunicazioni aggiornate dallo stato di Maharashtra che da solo ha riportato 2.213 decessi. Il bollettino ufficiale sale così a 29.359.155 casi con 367.081 morti dall'inizio della pandemia. I casi attivi sono 1.080.690, mentre sono 27.911.384 le persone dichiarate guarite dopo aver contratto il coronavirus.

  • Maxi festa a Parigi, interviene polizia

    La polizia francese è intervenuta ieri sera per disperdere centinaia di giovani che si erano radunati sull'Esplanade des Invalides di Parigi per una festa non tenendo minimamente conto delle misure di sicurezza anti Covid. Le immagini pubblicate sui social mostrano gruppi di giovani privi di mascherine che ballano e urlano sulla vasta piazza anche dopo l'inizio del coprifuoco alle 23:00. “Intervento in corso della polizia per porre fine a una serata di festa che riunisce diverse centinaia di partecipanti nonostante le norme sanitarie”, ha twittato la prefettura intorno alle 23:30. La festa, ispirata al film americano 'Project X', era stata organizzata sui social e secondo alcuni partecipanti ha attratto fino a 1.500 persone.

    Persone lungo la Senna a Parigi dopo il coprifuoco: ieri notte in centinaia hanno partecipato alla festa non autorizzata all’Esplanade des Invalides. (Photo by GEOFFROY VAN DER HASSELT / AFP)

  • In Brasile 85.149 nuovi casi e 2.216 morti in un giorno

    Il Brasile ha registrato 85.149 nuovi contagi di coronavirus e 2.216 morti nelle ultime 24 ore. Il totale dei casi da inizio pandemia arriva così a 17.296.118 e quelli dei decessi arriva a quota 484.235.

  • In California via gran parte delle restrizioni da martedì 15 giugno

    Il governatore della California, Gavin Newsom, ha firmato un ordine esecutivo che cancellerà la maggior parte delle regole anti-coronavirus dello Stato americano ed entrerà in vigore martedì prossimo, 15 giugno.
    L'ordine, tra le altre cose, porrà fine all'ordinanza statale di soggiorno a casa. A partire da martedì, ancora, non ci saranno limiti di capacità o requisiti di distanziamento fisico per le aziende. Le persone che hanno completato il ciclo vaccinale potranno smettere di indossare mascherine nella maggior parte dei luoghi.
    Newsom ha detto che non porrà fine alla dichiarazione di emergenza in tutto lo Stato. Ciò garantisce al governatore il potere di modificare o sospendere le leggi statali in futuro.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti