Attualità

Coronavirus, ultime notizie. Italia, il 26% di cittadini con doppia dose

Le notizie sulla pandemia di domenica 20 giugno in diretta dall’Italia e dal mondo

Coronavirus: bollettino del 19 giugno 2021
  • Sicilia: anche l’Esercito a supporto della campagna vaccinale

    Raggiungere i cittadini più anziani e fragili non ancora vaccinati ovunque si trovino, anche nelle aree più isolate. Con questo obiettivo prosegue la campagna vaccinale in Sicilia con il supporto dell’Esercito. Su input del commissario straordinario all’emergenza Covid, generale Francesco Figliuolo, dopo una riunione operativa col presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, si trovano sull’Isola i primi presidi vaccinali mobili, che «stanno svolgendo un’attività di grande importanza sociale e umanitaria: la campagna d’immunizzazione nelle aree isolate - ossia nei paesi più difficilmente raggiungibili e dotati di presidi sanitari insufficienti - e a domicilio - si legge in una nota della Regione Sicilia -, raggiungendo una fascia di popolazione che molto difficilmente avrebbe accettato o semplicemente avuto l’opportunità di vaccinarsi a fronte di spostamenti, spesso difficoltosi, dal proprio domicilio».

  • Covid: protesta a palazzo Lombardia, breve momento di tensione

    Esattamente come un anno fa centri sociali, associazioni e sindacati come i Cub sono tornati sotto la Regione Lombardia per protestare contro la gestione dell’emergenza Covid con il claim ’Cacciamoli’. Una manifestazione con striscioni e bandiere che si è svolta tranquillamente fin quasi alla fine. Attorno alle 18.00, da quanto è stato riferito, un gruppo di una cinquantina di giovani, in particolare del centro sociale Zam, hanno inscenato un ’processo’ ai vertici regionali con tanto di sentenza. Sentenza che si è tradotta in una “lettera di allontanamento popolare” indirizzata al presidente Attilio Fontana, alla sua vice Letizia Moratti e a tutta la giunta.

    Il gruppo ha quindi cercato attaccare a una delle porte di ingresso del Palazzo della Regione. Per far questo hanno tentato di oltrepassare le transenne nella piazza interna dell’edificio. Si è registrato così qualche attimo di tensione con la polizia schierata. Come è stato denunciato da Milano in Movimento, le forze dell’ordine avrebbero usato i manganelli e un ragazzo sarebbe rimasto lievemente ferito.

  • Francia: 1.703 ricoveri in terapia intensiva, dati invariati nelle ultime 24 ore

    In Francia sono 1.703 le persone ricoverate in terapia intensiva per Covid-19, dato invariato rispetto ai numeri di sabato.

  • Brasile: 82.288 nuovi casi, 2.301 decessi per Covid-19

    Il Brasile registra oggi 82.288 nuovi casi di coronavirus e 2301 nuovi decessi per Covid-19. Ad aggiornare il bollettino dell’epidemia è stato il ministero della Salute.

  • Covid: D’Amato, Aifa certifica Lazio prima regione per uso anticorpi monoclonali

    «L’ultimo Rapporto Aifa ha certificato che il Lazio è la prima regione d'Italia nell'utilizzo delle cure con gli anticorpi monoclonali. Oggi registriamo un numero di casi più basso da agosto dello scorso anno, 68 in tutta la regione. Vaccini e cure sono l'arma vincente. Avanti così». Lo dichiara in una nota l'assessore alla Sanità e Integrazione sociosanitaria, Alessio D'Amato.

  • Toti: stop a mascherine all’aperto in estate, sarà simbolo ripartenza

    «È arrivato il momento di togliere le mascherine all’aperto. L’Italia deve prendere esempio dal resto d’Europa che sta già cercando di tornare lentamente alla normalità. Le temperature calde ma soprattutto i numeri dei contagi da coronavirus ci portano verso questa decisione di buon senso e credo che anche il nostro Paese debba adeguarsi almeno nei luoghi all’aperto, dove ci sono meno possibilità di contagio». Così il presidente di Regione Liguria e assessore alla Sanità, Giovanni Toti, sulla possibilità di togliere le mascherine all’aperto.

  • Belgio: autorità, corpo ritrovato è del militare no vax

    Le autorità del Belgio hanno confermato che il corpo ritrovato nei boschi vicino alla città di Dilsen-Stockem è del militare di estrema destra Jurgen Conings, latitante dal 17 maggio. Lo riporta la stampa locale. Conings, 46 anni, si sarebbe suicidato. L’uomo, a cui le forze hanno dato la caccia per giorni, aveva minacciato un importante virologo coinvolto nel programma Covid-19 del Paese e aveva nascosto armi pesanti in una caserma dell’esercito prima di scomparire.

  • Covid: mascherine essenziali per ridurre la trasmissione

    L’uso delle mascherine è associato a una notevole riduzione nella trasmissione del virus SarsCoV2, al punto da far scendere l’indice di contagio Rt del 25,8%, e la loro diffusione in tutto il mondo è stata solo in minima parte influenzata dal fatto che alcuni governi abbiano reso obbligatorio indossarle. Lo indica la ricerca condotta dall’università britannica di Bristol e online sul sito MedRXiv, che accoglie gli studi in attesa del vaglio da parte della comunità scientifica.

    Condotta in 56 Paesi di tutto il mondo dal primo maggio al primo settembre 2020, la ricerca presenta i suoi risultati in un periodo in cui molti Paesi hanno appena revocato l’obbligo della mascherina o, come l’Italia, si preparano a farlo. Tuttavia non è stata l’imposizione ad avere determinato l’utilizzo così diffuso delle mascherine in moltissimi Paesi. Per i ricercatori, coordinati dall’informatico Gavin Leech, “fattori diversi devono avere contribuito alla diffusione” e, fra questi l’informazione è uno dei più efficaci: dalla comunicazione dei vantaggi che offrono le mascherine alle linee guida per indossarle correttamente.

  • Vaccini: in Piemonte 3,2 milioni di somministrazioni in totale

    Sono 34.764 le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate oggi all’Unità di crisi della Regione Piemonte (dato delle ore 18.00). A 14.594 è stata somministrata la seconda dose. Tra i vaccinati di oggi in particolare sono 6.847 i 16-29enni, 2.825 i trentenni, 7.211 i quarantenni, 2.490 i cinquantenni, 3.962 i sessantenni, 4.208 i settantenni, 1.378 gli estremamente vulnerabili e 318 gli over 80.
    Dall’inizio della campagna, sono state inoculate 3.280.110 dosi (di cui 1.030.866 come seconde), corrispondenti al 92,3% di 3.552.480 finora disponibili per il Piemonte.

  • Sullivan: Cina rischia isolamento senza indagine su origini virus

    La Cina rischierà l’isolamento internazionale se non consentirà un’indagine “reale” sul suo territorio sulle origini del virus che ha causato la pandemia, ha affermato il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Jake Sullivan.

  • Vaccini: il 26% degli italiani ha copertura totale

    Sono 45 milioni 767.366 le somministrazioni effettuate finora in Italia dall’inizio della vaccinazione anti-Covid e ieri ne sono state effettuate oltre 510mila. È quanto emerge dai dati nazionali sulle vaccinazioni. Il 26,24% della popolazione nel nostro Paese ha completato il ciclo vaccinale mentre il 24,43% ha ricevuto una sola dose. Almeno uno shot è stato somministrato a oltre il 50%. Considerando la popolazione vaccinabile (dai 12 anni in su), la percentuale sale al 58,45% mentre in questa categoria il 29,12% ha la totale copertura (richiamo o monodose).

  • Vaccini: la Cina supera il miliardo di dosi

    La Cina ha somministrato oltre un miliardo di dosi di vaccino contro il Covid, quasi la metà dei 2,5 miliardi finora inoculati nel mondo intero. La Cina, con i suoi 1,4 miliardi di abitanti, primo Paese ad ammalarsi e, ufficialmente, il primo ad essere guarito, con dati epidemiologici - stando alle fonti ufficiali cinesi - risibili rispetto al resto del mondo (nelle ultime 24 ore si segnalano solo 23 casi, tutti importati dall’estero), ha ora l’obiettivo di vaccinare con due dosi il 40% della sua popolazione entro la fine di giugno. La Cina ha finora autorizzato quattro vaccini, tutti con prestazioni ritenute inferiori a quelle dei principali preparati diffusi in Occidente, fra cui Pfizer e Moderna, che nei test hanno mostrato un’efficacia intorno al 95 per cento.

  • Alto Adige: stop a mascherine all’aperto da mezzanotte

    Scatta da mezzanotte di oggi in Alto Adige l’ordinanza, valida sino al 31 luglio, che sancisce il passaggio in zona bianca e riguarda in particolare l’abolizione del divieto di spostamento. Ciò significa che le persone saranno libere di muoversi al di fuori del proprio domicilio anche in orario notturno. Altro passaggio importante quello relativo agli strumenti di protezione naso-bocca.

    Sarà, infatti, ancora obbligatorio avere con sé la mascherina (sarà sufficiente la chirurgica) ma l’obbligo di indossarla - specifica la Provincia autonoma di Bolzano - scatterà solamente nei luoghi al chiuso diversi dalla propria abitazione e all’aperto quando non fosse possibile mantenere la distanza interpersonale oppure in caso di assembramenti di persone. Sempre a proposito di strumenti di protezione, per le attività inerenti ai servizi alla persona rimane l’obbligo di indossare la mascherina Ffp2, ma per coloro che sono in possesso del corona-pass (sia personale che clienti) è sufficiente la mascherina chirurgica.

  • Covid: in Liguria 18 nuovi positivi e un morto

    Sono 18 i nuovi positivi al Covid-19 oggi in Liguria, a fronte di 2.153 tamponi molecolari effettuati nelle ultime 24 ore, ai quali si aggiungono altri 1.355 tamponi antigenici rapidi. Si registra 1 nuovo decesso. I ricoverati con sintomi sono 42, di cui 8 in terapia intensiva. Lo comunica il bollettino della Regione. Ecco, nel dettaglio, la suddivisione dei nuovi contagi in base alla residenza della persona testata: Imperia (Asl 1) 1; Savona (Asl 2) 5; Genova 9, di cui 8 in Asl 3 e 1 in Asl 4; La Spezia (Asl 5) 3.

  • Covid: deficit cognitivi per metà dei guariti

    Una persona su due che si è ammalata di Covid-19 presenta disturbi cognitivi due mesi dopo la dimissione dall’ospedale e la guarigione dalla malattia. È quanto emerso dalla ricerca italiana presentata nel congresso dell’Accademia Europea di neurologia (EAN). Lo studio è stato condotto da Massimo Filippi, dell’Università Vita-Salute San Raffaele e direttore dell’unità di Neurologia dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano. «Il nostro studio - rileva Filippi - ha confermato significativi problemi cognitivi e psicopatologici associati all’infezione da Covid-19 che persistono diversi mesi dopo la remissione dalla malattia».

    La ricerca ha coinvolto 49 pazienti con diagnosi confermata di Covid-19, sottoposti a una valutazione neuropsicologica estesa e a una risonanza magnetica due mesi dopo la remissione, in seguito al manifestarsi di sintomi neurologici. È emerso che quasi un paziente su 5 (il 18%) presenta un disturbo da stress post-traumatico, il 16% disturbi depressivi; un altro 16% presenta problemi delle funzioni esecutive, come disturbi di pianificazione e velocità di elaborazione delle informazioni; il 6% mostra problemi di memoria a lungo termine e un altro 6% problemi di natura visuo-spaziale.

  • Tokyo: positivo un ugandese, primo caso Covid Giochi

    Primo caso di positività al Covid tra le delegazioni in arrivo alle Olimpiadi di Tokyo, quando manca poco più di un mese al via dei Giochi. Si tratta di uno dei nove componenti una delegazione in arrivo dall’Uganda, con pugili, tecnici e dirigenti. Non è stata resa nota l’identità della persone testata positiva all’arrivo all’aeroporto di Tokyo Narita, ma i media locali sottolineano che tutti erano già vaccinati e risultavano negativi alla partenza dall’Uganda. Immediatamente sono scattate le procedure anti-Covid e la quarantena per la persona positiva.

  • Toscana: Mazzeo, contagi al minimo, prestare attenzione

    «Nelle ultime 24 ore si sono registrati 55 nuovi casi. Uno dei dati più bassi dalla fine di settembre 2020. Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 172 (10 in meno rispetto a ieri), 38 in terapia intensiva (stabili rispetto a ieri). La curva dei contagi è al minimo, ma bisogna prestare la massima attenzione e vaccinarsi tutti perché la maggior parte dei ricoveri è composta da non vaccinati. Da domani siamo in zona bianca, mi raccomando: buonsenso e responsabilità, saremo al sicuro solo quando avremo vaccinato tutti. Forza Toscana! Insieme ce la faremo». Lo afferma il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Antonio Mazzeo, in un post su Facebook.

  • Covid: Regno Unito, altri 9.824 casi e 6 morti

    Sono 9.284 i nuovi casi di Covid e sei i decessi registrati nel Regno Unito nelle ultime 24 ore. Lo ha riferito la Bbc, dopo il balzo dei contagi di giovedì scorso, 11.007, il dato più alto mai toccato dallo scorso 19 febbraio. Ieri intanto sono state vaccinate oltre 516mila persone, per un totale di oltre 74,3 milioni di dosi somministrate dall’inizio della campagna.

  • Tunisia: lockdown generale in 4 governatorati

    In considerazione dell’alto tasso di contagi in alcune regioni, il governo tunisino ha decretato il lockdown generale in quattro governatorati del Paese, ovvero Kairouan, Siliana, Zaghouan e Beja, dove il tasso di incidenza dei contagi da covid-19 ha superato i 400 casi per ogni 100mila abitanti negli ultimi quattordici giorni. In un comunicato l’esecutivo di Tunisi annuncia che il numero di governatorati interessati da questo provvedimento potrà aumentare in funzione dell’evoluzione della situazione sanitaria. Ogni governatorato dovrà inoltre comunicare un resoconto giornaliero dei contagi. La situazione in Tunisia sotto la pressione del Covid-19 è “critica”, secondo il ministro della Salute, Faouzi Medhi, con 86 morti nelle ultime 24 ore e 2.193 nuovi contagi su 7408 tamponi, con una percentuale di risultati positivi del 29,60%. Dall’inizio della pandemia il Paese conta 381.175 contagi e 13.960 decessi. Il piano vaccinale va a rilento, con poco più di un milione e mezzo di persone su 12 milioni di abitanti ad aver ricevuto almeno una dose e 400 mila ad averne ricevute due.

  • 150.522 tamponi in 24 ore: tasso positività allo 0,58%

    Ammontano a 150.522 i tamponi, fra molecolari e antigenici rapidi, analizzati nelle ultime 24 ore in Italia. Il tasso di positività, ovvero il rapporto fra nuovi casi di Covid-19 e test, è in crescita allo 0,58% contro lo 0,47% di ieri.

  • In Friuli Venezia Giulia 7 nuovi casi e nessun morto

    Oggi, in Friuli Venezia Giulia, su 1.985 tamponi molecolari sono stati rilevati 7 nuovi contagi - di cui due di importazione - con una percentuale di positività dello 0,35 per cento.

  • Stop mascherina, su data inciderà il numero dei vaccinati

    La data sullo stop alla mascherina all’aperto sarà calcolata anche in base alla percentuale di popolazione vaccinata, tenendo conto delle somministrazioni sia per la prima che per la seconda dose. E’ quanto si apprende in merito alla data che sarà fissata per eliminare l’obbligo della mascherina all’aperto, sul quale è previsto un parere del Cts la prossima settimana. L’ipotesi principale è di introdurre la fine dell’obbligo a inizio luglio, probabilmente lunedì 5. Togliendo la mascherina, bisognerà comunque mantenere il distanziamento se non si è congiunti e va comunque indossata nei luoghi a rischio assembramento. Restano però timori sulla diffusione della variante Delta, in particolare per i vaccinati solo con prima dose, che non sarebbero abbastanza protetti da evitare il contagio.

  • Bennett, Israele verifica presenza variante Delta

    Le autorità israeliane stanno verificando la possibile presenza nel Paese della variante Delta (ex indiana) del coronavirus. Lo ha detto il premier Naftali Bennett, facendo riferimento ai contagi di allievi sviluppatisi negli ultimi giorni in due istituti scolastici distanti fra di loro. In quelle scuole è stato subito reimposto l’obbligo delle mascherine, anche nelle aree aperte. Secondo Bennett viene verificato in particolare se l’ingresso della variante sia da attribuire ad un mancato rispetto delle regole sanitarie da parte di persone rientrate di recente dall’estero. Il ministero della sanità ha intanto ordinato l’isolamento immediato di 450 persone che ieri hanno assistito a Beit Shean (Tiberaide) a uno spettacolo assieme con una ragazza risultata poi affetta da coronavirus. Quell’isolamento è stato imposto anche a quanti sono vaccinati o sono guariti del Covid. Secondo un documento ufficiale citato dai media, la variante Delta è ritenuta al 60% più aggressiva di quella Alfa (la cosiddetta britannica). Alla luce di questi sviluppi è subito cresciuto il numero degli adolescenti che chiedono adesso di essere vaccinati. Ieri in Israele sono stati registrati 46 nuovi contagi.

  • In Toscana 55 nuovi contagi e 5 decessi

    Sono 55 in più rispetto a ieri i nuovi casi positivi di coronavirus in Toscana (tutti confermati con tampone molecolare), che portano a 243.864 i casi registrati dall’inizio della pandemia. I nuovi casi sono lo 0,02% in più rispetto al totale del giorno precedente. L’età media dei 55 nuovi positivi odierni è di 37 anni circa (24% ha meno di 20 anni, 25% tra 20 e 39 anni, 42% tra 40 e 59 anni, 9% tra 60 e 79 anni, 0% ha 80 anni o più). Oggi si registrano 5 nuovi decessi: 2 uomini e 3 donne con un’età media di 85,2 anni.

  • In Emilia-Romagna 73 nuovi casi e 1 decesso

    Dall’inizio dell’epidemia da coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 367.429 casi di positività, 73 in più rispetto a ieri, su un totale di 13.087 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dello 0,5%. Si registra 1 nuovo decesso nella provincia di Modena (un uomo di 72 anni). Il totale delle vittime sale a quota 13.246. È quanto emerge dal bollettino della Regione.

  • A San Marino in 2.700 ballano nella discoteca covid-free

    In 2.700 hanno ballato, fino alle prime luci dell’alba, all’Area eventi Shooting club di San Marino, una grande discoteca a cielo aperto che ha sperimentato ’The vibe is on’, il primo evento musicale covid-free. Soddisfatti gli organizzatori, il gruppo Musica di Riccione e la Segreteria di Stato per il Turismo della Repubblica di San Marino. “Abbiamo dimostrato - commentano - che è possibile organizzare eventi in perfetta sicurezza e osservando le disposizioni per il contenimento del contagio”. A San Marino è stato applicato il modello ’green pass’: l’ingresso era consentito esclusivamente a chi poteva esibire un certificato di avvenuta vaccinazione o della guarigione da Covid-19 o, in alternativa, un tampone negativo eseguito entro le 48 ore precedenti l’ingresso. Alla serata hanno lavorato circa 250 persone tra baristi, facchini, tecnici e Pr e più di 100 steward che hanno presidiato i check point. Gli spettatori sono arrivati da molte parti d’Italia e anche dall’estero: alcuni di loro hanno fatto scalo all’aeroporto ’Marconi’ di Bologna direttamente nella giornata di sabato mentre tanti altri hanno soggiornato nelle strutture ricettive di San Marino e della Riviera. In consolle c’era Sven Vath, uno dei dj più noti dell’ambiente, che ha voluto essere al fianco del gruppo Musica per riaccendere i riflettori sul mondo delle discoteche. Insieme a lui Dana Ruh, Massimino Lippoli, Idriss D, Fabrizio Maurizi, Philipp & Cole, Enrico Barbuti.

  • Lisbona, balzo dei contagi dovuti alla variante Delta

    Oltre la metà dei nuovi casi di coronavirus registrati nella regione di Lisbona, in Portogallo, risulterebbero legati alla nuova e altamente contagiosa variante Delta. È quanto emerge dai dati preliminari di domenica diffusi dalle autorità portoghesi.

  • In Puglia 45 casi positivi e un decesso

    Domenica 20 giugno in Puglia sono stati registrati 45 casi positivi su 3.990 test per l’infezione da Covid-19, con un’incidenza dell’1,1 per cento. I nuovi positivi sono 9 in provincia di Bari, 12 in provincia di Brindisi, 5 nella provincia Bat, 7 in provincia di Foggia, 9 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto. È stato registrato un decesso in provincia di Bari. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.615.098 test e sono 8.655 i pazienti guariti; 237.399 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 252.863.

  • Russia, congedo non retribuito per i lavoratori che rifiutano il vaccino

    Potrebbero essere costretti a prendere un congedo non retribuito i lavoratori in Russia che rifiutano di vaccinarsi contro il Covid-19 malgrado l’obbligo per alcune categorie. Lo ha annunciato il ministro russo del Lavoro, Anton Kotyakov, mentre nel Paese aumentano i contagi e la campagna di vaccinazione procede a rilento. «Se le autorità sanitarie di una regione rendono obbligatoria la vaccinazione per alcune categorie di lavoratori, un dipendente non vaccinato potrebbe essere sospeso», ha affermato il ministro, citato dai media locali. Secondo Kotyakov, la sospensione dal lavoro durerà fino a quando sarà in vigore il decreto per la vaccinazione obbligatoria. Nella capitale Mosca questa misura riguarda i lavoratori del settore dei servizi.

    Mosca, volontaria di un centro vaccinale (Reuters)

  • Emilia Romagna, 73 nuovi casi e un morto

    Sono 73 i nuovi casi di positività rilevati nelle ultime 24 ore in Emilia Romagna, sulla base di 13.087 tamponi fra molecolari e antigenici. C’è anche un morto, un uomo di 72 anni, in provincia di Modena. Dei nuovi positivi, 27 sono asintomatici, individuati grazie a screening e contact tracing e l’età media dei nuovi positivi è 37,9 anni. Il maggior numero di casi è stato rilevato a Parma (24), seguita da Bologna (15) e Rimini (11). I casi attivi, cioè i malati effettivi, scendono a 5.590: di questi, le persone in isolamento domiciliare sono il 95,3%. Calano ancora i ricoveri: i pazienti in terapia intensiva sono infatti 38, uno in meno di sabato, quelli negli altri reparti Covid 223 (-10). I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 38 (-1 rispetto al giorno precedente), 223 quelli negli altri reparti Covid (-10).

    Bologna, le primarie del Centrosinistra in tempo di Covid (Lapresse)

  • Cina, nessun contagio locale. I casi importati sono 23

    In Cina continentale sono stati segnalati 23 casi importati di Covid-19 ma non vi è stato alcun nuovo contagio trasmesso a livello locale. Lo ha reso noto la Commissione sanitaria Nazionale nel consueto bollettino quotidiano. Tra i casi importati, 12 sono emersi nel Guangdong, 4 nello Yunnan, 3 a Shanghai, 2 nello Zhejiang e uno per provincia nel Fujian e nel Sichuan. Non sono stati registrati casi sospetti né vi sono stati ulteriori decessi correlati alla malattia. Alla fine della giornata di sabato il totale dei casi importati nella Cina continentale ammontava a 6.398, tra i quali 6.035 dimessi dagli istituti in cui erano in cura dopo essersi ripresi e 363 pazienti tuttora ricoverati. Non sono stati segnalati decessi tra i casi importati. Il totale dei contagi confermati in Cina continentale al 19 giugno ha raggiunto quota 91.587, con 510 pazienti ancora in terapia, 18 dei quali in condizioni gravi.

    Cina, vaccinazione di massa a Qingdao, nella provincia di Shandong (Reuters)

  • Sileri: via la mascherina da settimana prossima

    «Se toglieremo le mascherine all’aperto la settimana prossima? Credo proprio di sì e spero proprio che il Cts si esprima in questa direzione». Si è espresso così il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri secondo cui i tempi sono «maturi per poter togliere la mascherina. Questo non vuol dire eliminarla, ma tenerla in tasca per essere utilizzata in caso di assembramenti».

    Il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri (Ansa)

  • Sardegna, il Covid arretra: 9 contagi e nessun decesso

    Sono 57.118 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati nove nuovi casi (13 quelli di sabato) e nessun decesso (1.485 in tutto). In totale sono stati eseguiti 1.354.772 tamponi, con un incremento di 1.333 test rispetto al dato precedente. Il tasso di positività è dello 0,6 per cento. Invariato il numero dei ricoveri ospedalieri: 68 i pazienti in area medica, cinque in terapia intensiva, dove non si registrano nuovi ingressi. Le persone in isolamento domiciliare sono 11.505, i guariti 44.055 (+28). Sul territorio, dei 57.118 casi positivi complessivamente accertati, 14.951 (+1) sono stati rilevati nella città metropolitana di Cagliari, 8.677 (+1) nel Sud Sardegna, 5.165 a Oristano, 10.960 a Nuoro, 17.351 (+7) a Sassari.

    Stintino, spiaggia della Pelosa (Afp)

  • Francia, prima notte senza coprifuoco

    Quella di domenica 20 giugno in Francia sarà la prima notte dallo scorso 30 ottobre in cui non sarà in vigore il coprifuoco, con l’eccezione del periodo di Natale. Lo evidenziano i media locali, ricordando come la revoca della misura fosse stata annunciata dal premier Jean Castex nei giorni scorsi a fronte di un miglioramento del quadro epidemiologico. La Francia è stata tra gli ultimi Paesi in Europa insieme con Italia e Grecia a mantenere il coprifuoco. Introdotto per la prima volta alle 21, a metà gennaio, è stato anticipato alle 18 per poi essere posticipato alle 19 a marzo, alle 21 a maggio e alle 23 dal 9 giugno. Da giovedì, inoltre, in Francia non sarà più obbligatorio indossare la mascherina all’aperto.

    La movida sul lungo Senna (Afp)


  • Tokyo 2020, atleta dell’Uganda risultato positivo all’arrivo

    Un membro della squadra olimpica dell’Uganda è risultato positivo al coronavirus all’arrivo in Giappone e gli è stato negato l’ingresso nel paese. Lo riporta Kyodo News. Si tratta del primo caso noto di Covid-19 tra le squadre provenienti dall’estero in arrivo a Tokyo per le Olimpiadi. Il membro dello staff faceva parte di un gruppo di nove atleti ugandesi impegnati nella boxe, sollevamento pesi e nuoto. La delegazione ugandese è il secondo gruppo di atleti ad arrivare in Giappone per i Giochi dopo l’arrivo della squadra femminile australiana di softball. La persona risultata positiva al coronavirus aveva ricevuto due dosi di vaccino Astrazeneca e ha presentato un test negativo svolto entro 72 ore dalla partenza per il Giappone.

    La squadra ugandese in gara a Tokyo 2020 al momento dell’arrivo (Reuters)

  • Veneto, 24 casi e un morto: numeri tra i più bassi di sempre

    Numeri Covid tra i più bassi dall’inizio dell’epidemia in Veneto. Nelle ultime 24 ore si registrano 24 nuovi casi di positività al virus e un solo decesso. Lo riferisce il bollettino della Regione. Il totale degli infetti dal febbraio 2020 sale così a 425.009, quello delle vittime a 11.603. Leggero rialzo invece dati ospedalieri; rispetto a sabato i ricoveri risalgono a 338 ricoveri (+2); i posti letto occupati dai malati Covid sono 297 (+3) nelle normali aree mediche e 41 (-1) in terapia intensiva.

    RT PER REGIONE
    Loading...
  • Gran Bretagna, restano le restrizioni sui viaggi all’estero

    Il governo britannico ha annunciato che per ora manterrà le restrizioni sui viaggi all’estero per controllare l’aumento delle infezioni da coronavirus e il rischio che nuove varianti prendano piede. Lo ha dichiarato il ministro alla Giustizia Robert Buckland, secondo cui «non è ancora il caso di fare vacanze “normali” quest’anno». C’è una crescente preoccupazione per una terza ondata di casi nel Regno Unito, nonostante uno dei programmi di vaccinazione più incisivi del mondo.

    Robert Buckland

    «Ci dovranno essere significativi compromessi», ha detto Buckland. «Abbiamo cercato di trovare il giusto equilibrio tra il bisogno naturale in alcuni casi di viaggi internazionali e l’imperativo di di fare tutto il possibile per contenere e prevenire la diffusione involontaria di nuove varianti».

  • Lazio, 68 casi giornalieri: numero più basso da agosto 2020

    «L’ultimo Rapporto Aifa ha certificato che il Lazio è la prima regione d’Italia nell'utilizzo delle cure con gli anticorpi monoclonali. Oggi registriamo un numero di casi più basso da agosto dello scorso anno, 68 in tutta la regione. Vaccini e cure sono l’arma vincente. Avanti così». Lo dichiara in una nota l’assessore alla Sanità e Integrazione sociosanitaria, Alessio D’Amato.

    Roma, graduale ritorno alla normalità (Reuters)


  • Sostegni bis, arrivano nuovi sconti: dai matrimoni a Rc auto

    Rc auto gratis per due mesi, visto che i mezzi sono rimasti in garage causa Covid. Ma anche una detrazione del 25% fino a 25mila euro delle spese per i matrimoni, 300 euro di voucher per iscriversi in piscina o in palestra e perfino uno sconto per l’acquisto di opere di giovani artisti italiani o il dimezzamento della tassa sul porto di fucile da caccia: sono solo alcuni degli emendamenti al Dl Sostegni bis per distribuire mini-aiuti «segnalati» dai partiti. che andranno al voto dalla prossima settimana. Bipartisan alcune proposte come il rifinanziamento degli incentivi auto o lo stop all’Imu sulle case con gli sfratti bloccati.

    Sostegni bis, tra gli emendamenti anche lo sconto fiscale per i matrimoni (Ansa)

    Tra le proposte condivise - e segnalate - da più partiti moltissime riguardano gli aiuti alle imprese, dal rifinanziamento della Nuova Sabatini, che dovrebbe essere tra le modifiche in pole position, alla richiesta di estendere fino a fine anno, o almeno fino a settembre, il credito di imposta sugli affitti. Ci sono poi gli aiuti ad alcune filiere particolarmente colpite come la ristorazione collettiva, il tessile, le fiere, fino alla richiesta bipartisan di rinviare ancora l’entrata in vigore del nuovo codice delle crisi d’impresa. Tutti i gruppi hanno segnalato anche un emendamento fotocopia per intervenire contro il caro-materie prime (con una norma simile a quella comparsa nelle prime bozze del decreto Trasporti, non ancora approdato in Consiglio dei ministri). E sempre bipartisan resta il pressing per la proroga del Superbonus 110% al 2023 e per l’estensione agli alberghi, mentre i 5S ripropongono il cosiddetto Superbonus imprese, cioè la possibilità di cedere il credito d’imposta 4.0 approvato e poi cassato dalla Ragioneria per problemi di coperture.

  • Toscana, 55 nuovi casi. Il tasso di positività è 0,43%

    «I nuovi casi registrati in Toscana sono 55 su 12.732 test di cui 6.354 tamponi molecolari e 6.378 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 0,43% (1,4% sulle prime diagnosi). I vaccini attualmente somministrati in Toscana sono 2.709.618». Lo annuncia il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, in un post su Facebook che, come da tradizione, anticipa i dati del bollettino regionale.

    Firenze, turisti in coda per glli Uffizi (Ansa)


  • Sei italiani su dieci pronti a spostare le vacanze per il vaccino

    «Oltre sei italiani su dieci (63%) sono disposti a spostare le ferie pur di farsi iniettare la prima o la seconda dose di vaccino, con la paura per il Covid che è più forte della voglia di relax». È quanto emerge dalla prima indagine Coldiretti - Ixé sulle vacanze degli italiani al tempo della pandemia, in riferimento al passaggio di quasi tutta l’Italia in zona bianca anti-Covid e l'attesa della decisione sull’obbligo di mascherina all’aperto.

    Il ritorno dei turisti a Roma (Lapresse)

    «La tutela della salute resta la priorità degli italiani con solo il 23% di italiani che preferisce rimandare il vaccino - sottolinea Coldiretti - pur di godersi le ferie, mentre il restante 8% è indeciso. La scelta di vaccinarsi prima di andare in vacanza è spinta anche dalla possibilità di accedere al green pass che consente di godere di offerte e servizi altrimenti preclusi. Resta il fatto che l’emergenza Covid ha condizionato quest’anno la scelta del luogo di quasi un italiano su due (49%) che va in vacanza secondo un’analisi Coldiretti su dati Istat. Non a caso ben il 33% dei vacanzieri resterà all’interno della propria regione, e solo il 6% prevede di andare all’estero. Il resto si recherà in una regione diversa da quella di residenza».

  • Calabria, firmate le ordinanze per le riaperture

    Il presidente facente funzione della Regione Calabria Nino Spirlì ha firmato due ordinanze con cui, rispettivamente, si applicano in Calabria le misure previste per la «zona bianca» dopo l’ordinanza del ministro della Salute del 18 e si prende atto delle disposizioni che definiscono le modalità di rilascio delle Certificazioni verdi digitali.

    Catanzaro, il palazzo della Giunta regionale della Calabria

    Dal 21 giugno, «cessa la limitazione oraria degli spostamenti ed è prevista l’anticipazione delle date di riapertura», rispetto a quelle fissate dai decreti legge 52 e 65, per parchi tematici e di divertimento; piscine coperte; centri benessere e termali; feste private anche conseguenti cerimonie civili e/o religiose all’aperto e al chiuso; fiere, grandi manifestazioni fieristiche, congressi e convegni; eventi sportivi aperti al pubblico che si svolgono al chiuso; sale giochi e scommesse, sale bingo e casinò; centri culturali, centri sociali e centri ricreativi; corsi di formazione. In relazione alle discoteche si applicano le previsioni di cui all’articolo 5 del decreto legge 52, «fermo restando che le attività di ristorazione e bar sono equiparate a quelle già autorizzate dalla normativa vigente».

  • Roma, controlli a tappeto nel primo weekend in zona bianca

    Primo fine settimana in «zona bianca», nella Capitale, e i carabinieri di Roma hanno ulteriormente intensificato i già presenti servizi di controllo del territorio nei luoghi della movida. A Trastevere, i militari, con la collaborazione dei Nas, del Nil e della Tutela Forestale, hanno eseguito una serie di accertamenti che hanno portato a cinque sanzioni amministrative nei confronti di alcuni esercizi commerciali. In particolare, in un ristorante di piazza della Scala, i carabinieri hanno accertato la presenza di un lavoratore «in nero» che è costata al gestore una sanzione dell'importo di 1.800 euro.

    Piazza Navona in zona bianca (Lapresse)

    Supercontrollati anche i minimarket della zona: in tre casi i carabinieri hanno accertato la vendita di bevande alcoliche oltre l’orario consentito, sanzionando i gestori per complessivi 1.200 euro. In un’enoteca di Vicolo del Cinque, i militari hanno «pizzicato» il personale a servire bevande alcoliche a un minore di età compresa tra i 16 e i 18 anni. Inevitabile la sanzione di 250 euro. In totale, nel corso dei vari servizi di controllo svolti nello storico rione, i carabinieri hanno identificato 220 persone e 20 veicoli.

  • Russia, 17.611 nuovi casi e 450 morti

    La Russia nelle ultime 24 ore ha registrato 17.611 nuovi casi di Covid-19 di cui 8.305 a Mosca. Il conteggio nazionale dall’inizio della pandemia sale così a 5.316.826 unità La task force governativa sul coronavirus fa poi sapere che sono morte 450 persone, con il bilancio nazionale delle vittime che sale a quota 129.361. Diverso, come noto, il conteggio dell’agenzia federale di statistica che stima 270mila morti legate al Covid-19 da aprile 2020 ad aprile 2021.

    Mosca, la sanificazione delle stazioni ferroviarie (Afp)

  • Corea del Sud, da luglio si allenta il distanziamento sociale

    La Corea del Sud allenterà le proprie regole sul distanziamento sociale a partire dal mese prossimo, dato che i casi di coronavirus rallentano grazie all’aumento delle vaccinazioni.
    Il paese farà salire il numero massimo di persone che possono riunirsi privatamente dal primo luglio, secondo quanto ha detto il primo ministro Kim Boo-kyum. I negozi potranno rimanere aperti più a lungo, a seconda dei casi quotidiani.

    Il primo ministro sudcoreano Kim Boo-kyum annuncia le nuove regole per il distanziamento sociale (Epa)

    Il numero di infezioni giornaliere è diminuito nelle ultime settimane in Corea del Sud, mentre le vaccinazioni stanno aumentando. Più di 15 milioni di persone - circa il 30% della popolazione - hanno ricevuto almeno un’iniezione e il governo è fiducioso sul fatto che l’immunità di gregge possa essere raggiunta prima di quanto inizialmente previsto.

  • Cina, somministrate più di un miliardo di dosi

    Oltre un miliardo di dosi di vaccino contro il coronavirus sono state somministrate in Cina, secondo quanto fornito dal ministero della Salute che tuttavia non ha specificato la percentuale di popolazione immunizzata. Il dato cinese rappresenta più di un terzo del totale di dosi somministrate nel mondo, ovvero 2,5 miliardi.

    Vaccinazione di massa a Chongqing, Cina (Afp)

  • Svizzera, partono le vaccinazioni per la fascia 12-15 anni

    La Svizzera prevede di permettere ai giovani dai 12 ai 15 anni vaccinarsi contro il Covid-19 già dalla prossima settimana, secordo quanto riferisce il responsabile della campagna vaccinale Christoph Berger in un’intervista pubblicata da Neue Zürcher Zeitung.
    La decisione arriva due settimane dopo che l’ente regolatore dei medicinali della Svizzera, Swissmedic, ha esteso l’autorizzazione ordinaria in via temporanea del vaccino Pfizer-BioNTech per quelle fasce di età.

    La vaccinazione dei teenager in Francia (Afp)


  • India, numero più basso di contagi giornalieri degli ultimi 3 mesi

    L’India ha registrato 58.419 nuove infezioni da Covid-19 nelle ultime 24 ore, il numero giornaliero più basso in quasi tre mesi, secondo i dati del ministero della Sanità.
    Il numero totale di casi dall’inizio della pandemia sale così a 29,9 milioni unità, quello dei morti a 386.713. Giorno su giorno, i decessi sono aumentati di 1.576 unità.

    Nuova Delhi, il mercato di Sarojini Nagar (Afp)

  • Brasile oltre il mezzo milione di morti

    Il Brasile ha superato la soglia del mezzo milione di morti causate dal Covid-19. Lo riferisce la stampa locale, basandosi sui dati dei dipartimenti sanitari statali: il Paese conta ora 500.022 vittime del nuovo coronavirus. Il Brasile ha finora 17.822.659 casi confermati mentre la vaccinazione procede a rilento: in circa cinque mesi di campagna, meno del 12% della popolazione ha già assunto le due dosi.

    Brasilia, due giovani partecipano alla messa a Placa del Cruzeiro (Epa)

    Il traguardo delle 500mila vittime coincide con un nuovo giorno di proteste contro il presidente Jair Bolsonaro, accusato di non aver combattuto la pandemia e di aver favorito la circolazione del virus.

  • Stop alla mascherina all’aperto, ipotesi inizio luglio

    Con l’Italia che entrerà quasi tutta in zona bianca anti-Covid, quella che inizia lunedì 21 giugno sarà la settimana decisiva per capire quando cadrà l’obbligo di mascherina all’aperto. Si valuta l’anticipo a inizio luglio. Il ministro della Salute Roberto Speranza chiede il parere del Cts.

    Speranza, Draghi e Figliuolo in conferenza stampa (Ansa)

    Sui vaccini il commissario per l’emergenza Francesco Paolo Figliuolo assicura che «la quantità disponibile entro settembre consentirà di immunizzare nei tempi previsti l’80% della platea». Arriva intanto l’ok al richiamo con Astrazeneca per gli under 60 che rifiutino il mix. Johnson & Johnson sarà somministrato anche a migranti e senza tetto.

  • In Italia 1.197 positivi e 28 morti

    Erano 1.197 i nuovi positivi al coronavirus di sabato 19 giugno (+50 giorno su giorno) rilevati dal bollettino quotidiano diffuso dal ministero della Sanità. Il totale degli attualmente contagiati arrivava così a 89.150 unità.

    I DATI DEL CONTAGIO
    Loading...

    Il dato è stato elaborato sulla base di 249.288 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore contro i 216.026 di venerdì. Il tasso di positività si attestava così allo 0,5%, il livello più basso registrato nel 2021 (venerdì era allo 0,6%). I morti, nelle ultime 24 ore, erano 28 (-7), per un totale di 127.253 decessi registrati da febbraio 2020.

    PER APPROFONDIRE:
    La mappa dei contagi
    Vaccini in tempo reale
    Vaccini nel mondo
    Cosa ha scoperto la scienza

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti