Attualità

Coronavirus ultime notizie. Gb, 10 morti in 24 ore, mai così pochi da settembre. Olanda sospende AstraZeneca per tutti fino al 7 aprile

In Italia superata la soglia dei 110mila morti. Zona rossa in tutto il paese per il week end di Pasqua e Pasquetta, dal 6 aprile Marche, Veneto e la Provincia Autonoma di Trento passano in arancione

Coronavirus, in Valle d’Aosta 379 contagi ogni 100mila abitanti, Sardegna a 74
  • Francia, 70.417 morti in ospedale. Oggi altre 213 vittime

    La Francia ha registrato 70.417 decessi per coronavirus in ospedale, con un aumento di 5.273 terapie intensive rispetto al giorno precedente. Nelle ultime 24 ore si sono registrate altre 213 vittime.

  • Nel Lazio 1.095.884 vaccinazioni eseguite finora

    Sono 1.121.026 in totale le vaccinazioni anti-Covid effettuate finora nel Lazio, secondo l'ultimo aggiornamento del 'contatore' della Regione, reso noto dall'assessorato alla Salute

  • In Ucraina nuovo record contagi: oltre 20mila in 24 ore

    L'Ucraina ha registrato un nuovo record di oltre 20mila casi di contagi di coronavirus in 24 ore. Il ministro della Salute Maxim Stepanov ha dichiarato che sono state registrate 20.341 nuove infezioni, quasi 500 in più rispetto al record del giorno precedente. L'Ucraina ha iniziato le vaccinazioni alla fine di febbraio, ma solo circa 230mila persone hanno ricevuto le dosi, a causa della diffusa riluttanza. I numeri in forte aumento hanno spinto il sindaco della capitale Kiev a ordinare la chiusura di scuole e trasporti pubblici per due settimane a partire da lunedì. Nel complesso, durante la pandemia sono stati registrati oltre 1,7 milioni casi di infezioni e 34mila decessi confermati.

  • L'Aquila, in mille si sottopongono a test rapido per riapertura scuole 7 aprile

    Sono 815 le persone, di cui 2 risultate positive, che oggi si sono sottoposte a test antigenico rapido nell'ambito della campagna di screening promossa dal Comune dell'Aquila, aperta ad alunni e personale scolastico che dopo le vacanze pasquali, il 7 aprile, torneranno a svolgere attività didattica in presenza.Complessivamente nella due giorni di monitoraggio, aperta anche a operatori degli scuolabus e del trasporto pubblico locale, sono stati somministrati 1.093 tamponi, con 4 positivi, nelle sedi della scuola primaria di Pile e della scuola media Dante Alighieri a Colle Sapone. “La ripresa delle lezioni in aula - dice il sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi - è un elemento che, oltre ad avere una grande importanza sotto il profilo formativo, è determinante per la crescita e lo sviluppo della socialità di bambini e ragazzi. Per questa ragione abbiamo promosso questo ultimo screening, che si aggiunge a quelli dei mesi scorsi dedicati esclusivamente a studenti e lavoratori che hanno contatti diretti o indiretti con il mondo della scuola. La campagna vaccinale è pronta a decollare ma non è ancora a pieno regime e, pertanto, l'attività di prevenzione e tracciamento dei positivi rimane la principale azione in grado di contrastare la diffusione della pandemia oltre, ovviamente, alle ormai note regole di comportamento”.

  • Covid: 14 Regioni e Pa oltre soglia critica terapie intensive, peggiore Lombardia

    Reparti di terapia intensiva ancora sotto pressione. La percentuale media nazionale di occupazione dei posti letto da parte di pazienti Covid nelle rianimazioni è al 41% (con lievissime oscillazioni nell'ultima settimana), ovvero ben 11 punti percentuali oltre la soglia critica fissata al 30% dal ministero della Salute, come certificano gli ultimi dati dell'Agenzia per i servizi sanitari (Agenas), aggiornati alle 18.35 di oggi. In particolare sono 14 le Regioni e Province autonome che 'sforano' oltremodo il livello critico. La situazione peggiore è quella della Lombardia al 61%, seguita dal Piemonte al 59% e dalla Provincia autonoma di Trento (57%). Ancora molto sopra soglia: Marche (56%), Emilia Romagna (48%), Friuli Venezia Giulia (45%), Puglia e Toscana (44%), Lazio (42%), Umbria e Valle d'Aosta (40%), Molise (36%), Liguria (35%), Abruzzo (33%).

  • Bari, al via domani vaccini per pazienti oncoematologici Istituto Tumori

    Inizia domani a Bari la campagna vaccinale per i pazienti onco-ematologici in cura all'Istituto Tumori 'Giovanni Paolo II'. Così come indicato dal piano nazionale vaccini anticovid 19, rientrano in questa categoria i pazienti onco-ematologici in trattamento con farmaci immunosoprressivi, mielosoppressivi o coloro che hanno sospeso le cure da meno di 6 mesi. Da venerdì, il personale sanitario dell'Istituto Tumori ha provveduto a contattare i pazienti in cura che rientrano in questa categoria di vulnerabilità. Per ogni paziente, si provvederà a vaccinare anche il caregiver. Le vaccinazioni procederanno non in ordine anagrafico ma in base alle fasce di priorità condivise nell'ambito della Rep, la rete ematologica pugliese, su indicazione della Società Italiana di Ematologia. Nella prima giornata di vaccinazione saranno vaccinati 54 pazienti (con vaccino Pfizer) e 60 caregiver (con vaccino Astrazeneca). Si procederà alla vaccinazione anche nella giornata di lunedì 5 aprile. Al momento sono stati reclutati più di 800 pazienti. Le vaccinazioni andranno avanti per tutta la settimana.

  • Francia, dispiegati 6.600 agenti nella regione parigina

    Le autorità francesi hanno dispiegato 6.600 poliziotti e gendarmi nella regione parigina per assicurare il rispetto delle misure anticovid, mentre il paese si appresta ad entrare in lockdown per la terza volta dall'inizio della pandemia di coronavirus. Le nuove regole entrano in vigore questa sera alle 19, con l'inizio del coprifuoco. Le misure restrittive che vengono imposte in tutta la Francia erano già in vigore nella regione parigina. Nella capitale è stato però imposto ora anche il divieto della vendita di alcool da parte di bar e ristoranti che fanno l'asporto. Tutti gli spostamenti oltre i dieci chilometri da casa devono essere giustificati. Tuttavia, riferisce Le Figaro, vi sarà una certa tolleranza fino a lunedì per le persone che devono uscire dalla loro regione per raggiungere il luogo dove trascorreranno il lockdown. Le nuove misure sono state annunciate mercoledì dal presidente francese Emmanuel Macron di fronte ad un nuovo aumento dei contagi di coronavirus. Negli ultimi sette giorni l'incidenza dei nuovi casi di covid-19 è stata di oltre 400 casi per 100mila abitanti.

  • Johnson, in Gb raggiunto traguardo 5mln con seconda dose

    “Abbiamo raggiunto un altro traguardo nel nostro programma di vaccinazione, con 5 milioni di persone che hanno ricevuto la seconda dose”. Lo scrive il primo ministro britannico Boris Johnson sui suoi profili social. “Esorto tutti ad assumere la seconda dose appena viene loro resa disponibile”, aggiunge il premier.

  • Turchia, 44.756 nuovi casi nelle ultime 24 ore

    La Turchia ha registrato 44.756 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, il picco più alto raggiunto dall’inizio della pandemia.

  • Genova, trombosi in 32enne vaccinata il 22 marzo

    L'ospedale Policlinico San Martino di Genova segnala un caso di quadro trombotico ed emorragico cerebrale riferito a una insegnante di 32 anni vaccinata presso la Asl di residenza in Liguria con vaccino AstraZeneca il 22 marzo e con esordio sintomatologico dal 2 aprile. La donna è giunta oggi al Pronto Soccorso dopo essere stata trovata in gravi condizioni presso il proprio domicilio ed è ricoverata in Rianimazione. La direzione del Policlinico, spiega una nota, ha attivato le previste segnalazioni nell'ambito delle procedure di farmacovigilanza verso Aifa.

  • A New York 32,5% ha ricevuto prima dose vaccino, quasi 20% anche seconda

    Il 32,5 per cento dei newyorkesi ha ricevuto almeno la prima dose del vaccino contro il coronavirus e il 19,9 per cento anche la seconda. Lo ha scritto su Twitter il governatore di New York Andrew Como, spiegando che sono 10.174.773 le dosi di vaccino contro il Covid-19 finora somministrate, 249.541 nelle ultime 24 ore.

  • Gelmini sente prefetto Brescia, «Esercito in campo contro gesti eversivi»

    «L'atto eversivo di questa mattina a Brescia, con due molotov lanciate contro il centro vaccinale di via Morelli, è una spia pericolosa che non va sottovalutata. I nostri sanitari e coloro che somministrano le dosi devono sentire lo Stato dalla loro parte. Ho sentito il dovere di chiamare il prefetto di Brescia, Attilio Visconti, per manifestare alla cittadinanza la vicinanza e la solidarietà di tutto il governo. Il prefetto mi ha assicurato il massimo impegno per rintracciare i responsabili di questo inqualificabile episodio, e mi ha garantito che il centro vaccinale di via Morelli sarà - anche grazie all'operazione ‘strade sicure' - sorvegliato 24 ore su 24 da militari dell'esercito. Una importante iniziativa, che l'esecutivo condivide e che sarà certamente apprezzata dai bresciani». Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali e le autonomie.

    Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali e le autonomie. (ANSA/ROBERTO MONALDO )

  • In Sicilia 1.014 nuovi casi e 14 decessi

    Sono 1.014 i nuovi casi di coronavirus in Sicilia nelle ultime 24 ore. Sono invece 14 i decessi registrati. Lo comunica il ministero della Salute.

  • Nel Milanese 1.117 nuovi positivi, in provincia Varese 633

    Sono 1.117 i nuovi positivi al coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in provincia di Milano. Secondo i dati della Protezione civile, questi i dati nelle singole province: a Bergamo sono 349, a Brescia 547, a Como 250 a Cremona 173, a Lecco 124, a Lodi 74, a Mantova 219, a Monza e Brianza 308, a Pavia 181, a Sondrio 74 e a Varese 633.

  • In Puglia 2.142 nuovi casi e 23 decessi

    Sono 2.142 i nuovi casi di coronavirus registrati in Puglia nelle ultime 24 ore, 23 i decessi. Lo comunica il ministero della Salute.

  • Gb, 10 morti in 24 ore, mai così pochi da settembre 2020

    Cala ai minimi da sette mesi il numero dei decessi per covid nel Regno Unito: nelle ultime 24 ore si registrano 10 morti, il numero più basso di vittime dal 14 settembre del 2020. I nuovi contagi scendono oggi a 3.423. Lo ha reso noto il ministero della Salute di Londra.

  • In Lombardia 4.132 nuovi casi e 97 decessi

    Sono 4.132 i nuovi casi di coronavirus registrati in Lombardia nelle ultime 24 ore, con 97 decessi. Lo comunica il ministero della Salute.

  • In Italia altri 21.261 casi e 376 vittime. Tasso di positività al 5,9%

    In Italia si registrano altri 21.261 casi di coronavirus con 359.214 tamponi e 376 vittime nelle ultime 24 ore. Il tasso di positività si attesta al 5,9%. I dimessi/guariti crescono di +21.311 unità, mentre il saldo fra ingressi e uscite nelle terapie intensive è in positivo di 10 unità.
    I numeri di oggi

  • In Liguria 460 nuovi casi e un decesso

    Sono 460 i nuovi positivi al Covid-19 oggi in Liguria, a fronte di 4.068 tamponi molecolari effettuati nelle ultime 24 ore, ai quali si aggiungono altri 2.577 tamponi antigenici rapidi. Si registra anche un decesso. Lo comunica la Regione Liguria.

  • In Calabria 448 nuovi positivi

    In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 638.174 soggetti per un totale di 679.005 tamponi eseguiti (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 48.393 (+448 rispetto a ieri), quelle negative 589.781. Sono questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della Salute.
    I casi confermati oggi sono così suddivisi: Cosenza 166, Catanzaro 77, Crotone 61, Vibo Valentia 26, Reggio Calabria 109, Altra Regione o Stato estero 9. Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 212. Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile.

  • In Piemonte 2.127 nuovi casi e 23 decessi

    Oggi l'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 2.127 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 220 dopo test antigenico), pari al 5,0% dei 42.325 tamponi eseguiti, di cui 30.514 antigenici. Dei 2.127 nuovi casi, gli asintomatici sono 799 (37,6%). Sono 23 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 1 verificatosi oggi (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid).
    Il totale è ora di 10.422 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 1.479 Alessandria, 643 Asti, 398 Biella, 1.257 Cuneo, 852 Novara, 4.889 Torino, 474 Vercelli, 341 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 89 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte.

  • Germania, polizia caccia oltre 300 turisti tedeschi da costa baltica

    Niente deroghe in Germania alle rigide norma anticoronavirus durante il weekend pasquale. La polizia del Meclemburgo-Pomerania ha finora cacciato fuori da questa regione settentrionale ben 343 persone, in 189 automobili, arrivate da ieri sulla costa baltica, senza validi motivi. Le disposizioni non permettono i viaggi per turismo. Sono possibili solo visite a familiari.

    Turisti a Scharbeutz, sulla costa del Mar Baltico, ieri 2 aprile. (REUTERS/Fabian Bimmer)

  • Abruzzo, 225 nuovi positivi, 15 morti. Aumentano terapie intensive

    Sono 225 i nuovi casi di coronavirus accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall'analisi di 4.529 tamponi molecolari: è risultato positivo il 4,97% dei campioni. Si registrano altri 15 decessi, che fanno salire a 2.166 il bilancio delle vittime. Sostanzialmente invariato il dato complessivo sui ricoveri - 645 ieri e 644 - ma tornano ad aumentare quelli in terapia intensiva, con tasso di occupazione posti letto ancora oltre la soglia di allarme. Le località con più nuovi casi sono Avezzano (19) e Vasto (16); 15 i casi all'Aquila e 11 a Pescara. A livello provinciale, l'incremento più consistente si registra nell'Aquilano (89), seguito dal Chietino (60), dal Teramano (46) e dal Pescarese (30). Continua a scendere in Abruzzo l'incidenza settimanale per centomila abitanti: al momento è pari a 145, a fronte di una soglia d'allarme fissata a 250. La situazione migliore si registra nel Pescarese, con un'incidenza pari a 83, in rapida discesa. Poi ci sono il Chietino (154), il Teramano (157) e l'Aquilano (190). Gli attualmente positivi sono 10.299 (-41): 573 pazienti sono ricoverati in area medica (-4) e 71 in terapia intensiva (+3). Al momento solo per le terapie intensive il tasso di occupazione dei posti letto è superiore alla soglia di allarme del 30%: il dato è pari al 33%. Gli altri 9.655 attualmente positivi sono in isolamento domiciliare (-40). I guariti sono 53.691 (+251). Nelle ultime ore sono stati eseguiti anche 1.974 test antigenici.

  • Iss, scende a 46 anni età media casi in ultime due settimane

    Nelle ultime due settimane l'età media dei casi di Covid-19 in Italia è scesa a 46 anni. È quanto emerge dal report integrale sull'epidemia dell'Istituto superiore di Sanità, che riporta i dati di sorveglianza con dati aggiornati al 31 marzo. Dalla fine di aprile 2020 si osserva un trend in calo dell'età media delle persone contagiate da Sars-Cov-2, con l'età che passa da oltre 60 anni a circa 30 anni nella settimana centrale di agosto, per poi risalire lentamente fino a 49 anni e riscendere a 46 anni nelle ultime due settimane. Nel complesso - riferisce l'Iss - l'età mediana dei casi di in Italia segnalati da inizio epidemia è 47 anni.

  • In Campania 2.314 nuovi casi e 34 decessi

    I nuovi casi di coronavirus registrati in Campania nelle ultime 24 ore sono 2.314, di cui 1.557 asintomatici. Lo comunica la Regione. I nuovi decessi sono 34 (32 deceduti nelle ultime 48 ore, 2 deceduti in precedenza ma registrati ieri), che portano il totale da inizio pandemia a 5.509. I nuovi guariti sono 1.968.

  • India, 114 milioni persone Maharashtra verso lockdown

    Il Chief minister del popoloso stato indiano del Maharashtra, lo stato di Mumbai e che conta da solo oltre 114 milioni di persone, ha preavvertito che sarà imposto il lockdown se gli abitanti non faranno più attenzione, non rispetteranno le misure di precauzione e non caleranno nelle prossime ore i dati del contagio da Covid-19. Nelle ultime 24 ore lo stato ha registrato quasi 48 mila nuovi casi a fronte degli 81mila registrati nell'intera India: i dati più elevati dallo scorso dicembre. “Considerate questo un avvertimento: potrei imporre un lockdown completo nei prossimo paio di giorni se le cose resteranno le stesse”, ha minacciato il chief minister del Maharashtra, Uddhav Thackeray, citato dalla Bbc. Nello stesso stato la città di Pune ha imposto il coprifuoco sui siti religiosi, ristoranti e hotel.

  • Covid: 3mila volanti e 10mila poliziotti in strada, vigiliamo su rischio razzie in negozi chiusi

    Oltre tremila volanti, con oltre 10mila persone su strada, saranno impiegate per il controllo del territorio nei giorni di Pasqua e Pasquetta, coordinati da 2000 operatori nelle sale operative, che agiranno sulla base delle direttive della Direzione Centrale Anticrimine. Controlli che saranno diversi in base alle restrizioni anti-covid in vigore nelle varie zone d'Italia ma che comunque, come sottolinea all'Adnkronos il vicequestore Alessandro Carini del Servizio Controllo del Territorio della Polizia, saranno improntati al rigore alla luce della serietà del contesto e consapevoli del peso delle restrizioni per la popolazione ''già molto provata da oltre un anno di restrizioni''. In ogni caso, aggiunge, ''non ci aspettiamo situazioni di particolare complessità''.

  • Voli covid tested da NY a Malpensa,'inizio della ripartenza'

    Rappresentano “un segnale molto importante” e “l'inizio della ripartenza” i due aerei Covid tested provenienti da New York e atterrati questa mattina a Malpensa con circa 100 passeggeri a bordo: li ha definiti così il ministro del Turismo Massimo Garavaglia, presente questa mattina nel Terminal 1 dell'aeroporto lombardo assieme al presidente della Regione Attilio Fontana. Si tratta di voli che permettono di evitare la quarantena o l'isolamento fiduciario all'arrivo grazie alla possibilità di fare un tampone antigenico sia alla partenza sia all'arrivo e che per il momento possono essere usati per motivi di salute o di lavoro, e non per turismo.

    “Questa è un'ottima iniziativa - ha detto Garavaglia - è l'inizio della ripartenza. Sappiamo che sta per arrivare il green pass europeo, un lasciapassare che sostanzialmente con i tamponi permetterà di riprendere a viaggiare. Ecco, questo è l'inizio e si parte con Milano-New York che ha un significato molto, molto importante” “E' il primo volo in assoluto da New York da fine marzo 2020, ci è voluto un anno per far ripartire questo collegamento cruciale per le persone e per l'economia - ha aggiunto Armando Brunini, amministratore delegato di Sea - Ci auguriamo che vengano al più presto allentate le restrizioni: se sono voli sicuri, bisogna consentirne l'utilizzo anche per chi vola per turismo”.

  • Iran, vaccinazioni di massa da settembre

    ''Le sanzioni americane hanno rallentato i nostri piani, ma pensiamo di poter procedere con vaccinazioni di massa contro il Covid-19 entro la fine di settembre''. Lo ha dichiarato il direttore scientifico della task force iraniana incaricata di monitorare l'andamento della pandemia nella Repubblica islamica, Mostafa Ghanei, alla tv di Stato. Entro quella data verranno anche completati i test per i vaccini prodotti in Iran e che quindi potranno essere utilizzati nella campagna di vaccinazione, ha affermato il pneumologo Ghanei. Inizialmente il ministero della Sanità aveva fissato la data del 31 agosto come quella entro la quale tutti gli 83 milioni di cittadini iraniani potessero essere vaccinati, sia con dosi prodotte in patria, sia con quelle arrivare dall'estero. Ma il piano è fallito a cause delle sanzioni e delle restrizioni imposte al governo di Teheran. Finora in Iran sono quasi 63mila le persone che hanno perso la vita per complicanze riconducibili al coronavirus e sono oltre 1,9 milioni i contagi registrati dal febbraio dello scorso anno.

  • Covid:studio, non c'è evidenza circolasse prima gennaio 2020

    “Non c'è alcuna evidenza di circolazione del SARS-CoV-2 in Lombardia prima di gennaio 2020”. È quanto emerge dallo studio pubblicato sulla prestigiosa rivista “Travel Medicine and Infectious Disease” e condotto dai team del Laboratorio di Virologia Molecolare della Fondazione Policlinico San Matteo di Pavia, guidato dal professor Fausto Baldanti, e del Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell'Università degli Studi di Milano, guidato dalla professoressa Elena Pariani. I ricercatori hanno analizzato 1.581 tamponi nasali che sono stati raccolti in tutta la Lombardia nell'ambito della sorveglianza delle infezioni gravi respiratorie causate da influenza e dalla sorveglianza sentinella delle sindromi simil-influenzali. Lo scopo dell'analisi era evidenziare l'eventuale presenza di RNA di SARS-CoV-2 in un periodo antecedente il primo caso di COVID-19 diagnosticato in Lombardia il 20 febbraio 2020. Di questi 1.581 campioni, effettuati dal 1 ottobre 2019 al 20 febbraio 2020, nessuno ha evidenziato la positività al SARS-CoV-2. Quanto emerso suggerisce che non ci sia alcuna evidenza di circolazione del coronavirus in Lombardia tra il mese di ottobre 2019 e l'inizio di gennaio 2020. “I risultati di questo studio si aggiungono ad altri da noi ottenuti in precedenza - commenta il responsabile del laboratorio di Virologia Molecolare del San Matteo, Fausto Baldanti - ovvero che il virus ha iniziato a circolare in modo silente sul territorio lombardo dalla seconda metà del mese di gennaio 2020, ovvero circa un mese prima del caso diagnosticato in provincia di Lodi”.

  • Ue, fornitura Covax a Serbia è segno solidarietà

    “Un nuovo, ammirevole segno di solidarietà globale da parte di Covax la scorsa notte”. Lo scrive la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen facendo riferimento alla prima fornitura di vaccino anticovid giunta in Serbia ieri sera e prevista nell'ambito del programma internazionale Covax per i Paesi in via di sviluppo e a basso reddito. Si tratta di 57 mila dosi di vaccino AstraZeneca. “Team Europe è uno dei principali donatori di Covax - ha aggiunto von der Leyen-. Siamo al fianco dei nostri partner nei Balcani occidentali!”.

  • Codacons, nuova truffa sui vaccini contraffatti

    “Vendevano vaccini contraffatti su Telegram che, oltre ad essere inefficaci nella lotta al Covid, rappresentavano un grave rischio per la salute pubblica. Sono stati smascherati e denunciati per truffa dalla guardia di finanza”. A segnalarlo il Codacons in una nota. I truffatori propongono illegalmente al pubblico dosi di vaccino della AstraZeneca spa, Pfizer srl e Moderna inc. attraverso il Dark-Web a prezzi esorbitanti: 155 euro per una presunta dose di vaccino e fino a 20.000 per uno stock di 800 fiale con garanzia di anonimato, tracciabilità della spedizione, imballaggio refrigerante controllato e persino richiamo incluso nell'offerta. Peculiari le tecniche adottate per realizzare la compravendita: i canali Telegram, accessibile previa autorizzazione del gestore, servivano da vetrina per poi indirizzare l'acquirente nei Marketplaces dedicati all'acquisto sul Dark-Web, ove poter scegliere il vaccino desiderato e realizzare il pagamento unicamente tramite criptovalute, secondo quanto ricostruisce il Codacons.

    “I vaccini contraffatti, oltre ad essere inefficaci nella lotta al Covid, rappresentano un grave rischio per la salute pubblica - afferma il Presidente del Codacons Marco Maria Donzelli - Ricordiamo ai consumatori che erano stati coinvolti in questa truffa di contattarci per informazioni sul tema, per segnalazioni e per ricevere assistenza legale”.

  • Controlli in corso a Milano su rispetto zona rossa

    Controlli in corso a Milano da parte dei carabinieri per il rispetto della zona rossa, scattata in tutta Italia per il week-end pasquale ma da tempo in vigore in Lombardia e nel capoluogo meneghino. Nessun inasprimento da parte delle forze dell'ordine, impegnate come di consueto nei controlli. Complice la bella giornata di sole, occhi puntati in particolare nelle zone più frequentate dai milanesi come la Darsena e i Navigli, ma anche i parchi cittadini, già presi d'assalto nei fine settimana scorsi.

  • Bangladesh, lockdown di una settimana

    Il governo del Bangladesh ha imposto un lockdown di una settimana a partire da lunedì per ridurre i contagi da coronavirus. Potranno continuare ad operare i servizi di emergenza, ma anche le fabbriche e i mulini che rispetteranno i protocolli di sicurezza anti contagio. Ieri sono stati registrati 6.830 contagi giornalieri, il numero più alto raggiunto in questo paese dall'inizio della pandemia. Giovedì era stato imposto un bando ai voli con l'Europa e altri 12 paesi, dopo che per diversi giorni vi erano state oltre 5mila infezioni giornaliere. Tutte le principali aree turistiche del paese sono state chiuse. Secondo i dati ufficiali, finora sono stati registrati 624.596 contagi e 9.155 morti. Il paese aveva imposto un lockdown l'anno scorso per due mesi fra il 26 marzo e il 31 maggio.

  • Vaccini, Olanda sospende AstraZeneca per tutti

    L'Olanda ha deciso di sospendere completamente l'utilizzo del vaccino AstraZeneca contro il Covid-19. Lo hanno riferito le autorità sanitarie del Paese, citate dai media locali.

  • Colomba con vaccini su muro ministero, Speranza ringrazia street artist

    “Questa mattina arrivando al ministero della Salute ho trovato un bel messaggio dello street artist Harry Greb. Buona Pasqua a tutti”. Lo scrive sulla sua pagina Facebook, il ministro della Salute, Roberto Speranza, postando l'immagine - dipinta sul muro nocciola tipico del quartiere romano di Trastevere dove ha sede il dicastero - di una colomba che ha sul corpo il portellone aperto di un aereo e due flaconi di vaccino anti-Covid che scendono con un paracadute. Sempre sui social ieri il ministro ha ringraziato tutti per la solidarietà dopo le gravi minacce ricevute via mail, per le quali la procura di Roma ha indagato 4 persone.

    La foto postata dal ministro Speranza su Facebook

  • Consiglio Stato accoglie ricorso Codacons, Anac riaprirà dossier su Ricciardi

    La V sezione del Consiglio di Stato ha accolto il ricorso del Codacons contro Walter Ricciardi: l'Autorità Anticorruzione dovrà infatti riaprire il dossier sulle possibili incompatibilità nell'attività del consulente del ministro della Salute Roberto Speranza. Lo annuncia il Codacons, che aveva presentato ricorso prima al Tar, poi al Consiglio di Stato, contro la decisione dell'Anac di archiviare un esposto dell'associazione in cui si denunciavano conflitti di interesse in capo a Walter Ricciardi, promotore del piano nazionale di prevenzione vaccinale per il biennio 2016-2018. Ricciardi “rivestiva il ruolo di presidente Iss pur avendo ricevuto finanziamenti e sponsorizzazioni da aziende farmaceutiche produttrici di vaccini (Glaxo Smith Kline, Pfizer, Sanofi Pasteur Msd e AbbVie Srl). Vicenda che, come noto, a seguito delle denunce del Codacons sfociate nell'inchiesta giornalistica de Le Iene, portò Ricciardi alle dimissioni”, spiega l'associazione. Una archiviazione che il Consiglio di Stato ha ritenuto ingiusta perché basata su una istruttoria “carente”, e che non ha considerato i finanziamenti ricevuti da Ricciardi anche durante il suo mandato come presidente dell'Iss.

  • Apre centro vaccinale di Varese, a regime oltre 2.500 dosi al giorno

    E' entrato in funzione questa mattina il nuovo centro vaccinale di Varese montato dall'Esercito italiano. La struttura a pieno regime ospiterà oltre 2.500 persone al giorno e sarà il punto di riferimento per le vaccinazioni del capoluogo varesino e dei Comuni vicini. Da oggi, e per le prime settimane, nelle tensostrutture saranno vaccinate le persone over80, per poi passare, a partire dal 12 aprile, alla campagna che coinvolgerà gradualmente tutta la popolazione del territorio. Indicativamente si parla di circa 300 mila cittadini che riceveranno il vaccino tra il centro di Varese e quello di Rancio Valcuvia. A inaugurare il nuovo centro di Varese questa mattina è stato il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini insieme al presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana e al sindaco di Varese, Davide Galimberti. Presenti anche il coordinatore della campagna vaccinale lombarda, Guido Bertolaso, il presidente della provincia, Emanuele Antonelli e il direttore generale di Asst Settelaghi, Gianni Bonelli.


  • Fontana: «Spero da 12 aprile si dica basta limitazioni»

    “L'ultima cosa che ci manca è che arrivino i vaccini, ma sono convinto che gli impegni che sono stati assunti verrano rispettati e che dal 12 o 13 aprile inizierà questa grande operazione e riusciremo a dire basta a queste troppo limitazioni che stiamo subendo”. Lo ha detto il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, nel corso dell'inaugurazione dell'hub vaccinale 'Giuseppe Zamberletti' della Schiranna di Varese. “Ringrazio Guido Bertolaso che dal momento in cui è stato chiamato in Lombardia sta lavorando in maniera indefessa per realizzare questo grande progetto di vaccinazione di massa”, ha aggiunto.

    Fontana: Lombardia in zona rossa fino a fine settimana di Pasqua
  • Guerini: «Esercito ha realizzato 2,5 milioni di tamponi in 180 drive through»

    “Come Difesa stiamo dando un contributo importante e lo stiamo dando anche oggi e lo facciamo in tutta Italia, nei drive through, dove abbiamo fatto 2,5 mln di tamponi in 180 centri e con altre iniziative”. Lo ha detto il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, inaugurando l'hub vaccinale alla Schiranna di Varese. “Oggi abbiamo un traguardo da raggiungere - ha sottolineato Guerini - che è quello di implementare il numero di vaccinazioni giornaliere: ora siamo a 300mila e bisogna arrivare all'obiettivo fissato dei 500mila al giorno per permettere alla società di poter riprendere la propria vita. E' una battaglia difficile ma abbiamo la capacità, i valori e le competenze affinché questa battaglia possa essere vinta”.

  • Decollato da Verona volo “Covid-tested” per le Canarie

    È decollato questa mattina alle 10 dall'aeroporto Catullo di Verona il volo “covid-tested” della compagnia aerea Neos, diretto a Tenerife e Fuerteventura. Le persone imbarcate nel Boeing 737/800 erano 170, pari a oltre il 90% del coefficiente di riempimento dell'aeromobile. I passeggeri hanno presentato al banco check-in l'esito negativo del tampone molecolare effettuato nelle 72 ore antecedenti al loro ingresso alle Canarie. Per il rientro in Italia, sabato 10 aprile, i passeggeri esibiranno all'aeroporto di partenza, alle Canarie, la certificazione relativa al tampone effettuato nelle 48 ore antecedenti.

    Foto Cecilia Fabiano/ LaPresse

  • Cgia: il 2021 sarà anno d’oro per il lavoro nero

    La pesante crisi economica in corso fa crescere l'esercito dei lavoratori in nero presente in Italia. Lo sostiene la Cgia di Mestre, ricordando che nell'ultimo anno la crisi pandemica ha provocato una perdita di circa 450 mila posti di lavoro. Con le chiusure imposte nelle ultime settimane, a tanti di questi disoccupati si sono aggiunti molti addetti del settore alberghiero e della ristorazione e altrettante finte parrucchiere ed estetiste che quotidianamente si recano nelle case degli italiani ad esercitare irregolarmente i servizi e le prestazioni più disparate. Un numero di invisibili difficilmente quantificabile, anche se secondo gli ultimi dati stimati qualche anno fa dall'Istat, quindi ben prima dell'avvento del Covid, i lavoratori in nero presenti in Italia erano molti: circa 3,2 milioni.

    Nei prossimi mesi, secondo gli Artigiani, la situazione è destinata a peggiorare. Con lo sblocco dei licenziamenti previsti dapprima a fine giugno, per coloro che lavorano nelle Pmi e nelle grandi imprese, e successivamente in autunno, per quelli che sono occupati nelle micro e piccolissime aziende, c'è il pericolo che il numero dei senza lavoro aumenti in misura importante. Non meno impattante viene giudicato l'effetto chiusura imposto dal governo nelle ultime settimane a bar, ristoranti, negozi, massaggiatori, parrucchieri e centri estetici.

  • Vaccini: Gb, sette morti per trombosi dopo AstraZeneca

    Sette persone sono morte nel Regno Unito a causa di coaguli di sangue dopo essere state vaccinate contro il coronavirus con il siero di AstraZeneca: lo ha reso noto oggi la Medicines and Healthcare Products Regulatory Agency (MHRA). Ieri la stessa MHRA aveva detto di avere identificato 30 casi di eventi avversi riguardanti la coagulazione del sangue su oltre 18 milioni di somministrazioni dello stesso vaccino.

  • Veneto, 1.563 nuovi casi e 32 morti da ieri

    Sono 1.563 i nuovi casi di contagio da Coronavirus in Veneto nelle ultime 24 ore. Lo riporta il bollettino di stamane della Regione. Il totale dei contagi dall'inizio della pandemia è di 387.601. Gli attuali positivi sono 37.503. Si registrano 32 decessi, con il totale a 10.714. Nei reparti ordinari sono ricoverati 1.652 pazienti, 279 in meno rispetto a ieri; in terapia intensiva i ricoverati sono 286 (-13).

    Il presidente Luca Zaia: “Da martedì Veneto in zona arancione” (Ansa)

  • In Russia superata soglia dei 100mila morti

    La Russia nelle ultime 24 ore ha registrato 9.021 nuovi casi di coronavirus e 384 morti, superando così la soglia delle 100mila vittime dall'inizio della pandemia. Lo riporta il quartier generale per la lotta all'epidemia nel bollettino quotidiano, ripreso da Interfax. I morti ufficiali per Covid-19 sono infatti 100.017.

  • India, contagi record, il numero più alto da settembre

    Il governo indiano ha confermato che nelle ultime 24 ore sono stati registrati circa 90mila casi di contagio da Coronavirus nel paese, il numero più alto da settembre, mentre il numero dei decessi ha superato i 164mila. Su Twitter, il ministero della Sanità ha precisato che le infezioni sono state 89.129, i morti 714, per un totale di 12.392.260 casi e 164.110 decessi da inizio pandemia.

    Muirales “anti Covid” a New Delhi, India. (Photo by Jewel SAMAD / AFP)

  • Bottiglie incendiarie contro centro vaccinale a Brescia

    Bottiglie incendiarie sono state lanciate all'alba contro il centro vaccinale di via Morelli a Brescia. Non si registrano feriti, ma sono ancora da quantificare i danni. Il centro è stato realizzato con i fondi della raccolta AiutiAMO Brescia avviata nel corso della prima ondata del Covid. Le indagini sono affidate alle forze dell'ordine che stanno provando a ricostruire quanto accaduto anche attraverso le telecamere di sicurezza installate in strada.

    Le bottiglie incendiarie sarebbero state due, di cui solo una ha colpito una struttura del centro. L'altra sarebbe invece finita a terra senza provocare danni. Sono ancora da quantificare i danni alla struttura, ma in ogni caso non si registrano feriti. A essere danneggiata è stata una delle tensostrutture che ospita una sala mensa per gli operatori e che non conteneva materiale sanitario. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri, con il personale della scientifica che sta esaminando la scena.

    Brescia, molotov contro centro vaccinale. Direttore Spedali Civili: "Non ci fermeremo"
  • In Ucraina 20.341 nuovi casi, record

    Record di nuovi contagi in Ucraina, che nelle ultime 24 ore ha registrato 20.341 nuove infezioni. Lo riferisce il ministro della Salute Maxim Stepanov. Le persone ricoverate sono 5.186, i morti 396.

  • Germania, 18.129 nuovi casi di contagio

    Le autorità sanitarie tedesche hanno reso noto che nelle ultime 24 ore sono stati registrati 18.129 nuovi casi di contagio da Coronavirus in Germania. I decessi attribuiti al Covid-19 sono stati 120. Una settimana fa, il Robert Koch Institut registrava 20.742 nuove infezioni e 157 decessi nell'arco di 24 ore.

  • I casi nel mondo superano la soglia dei 130 milioni

    I casi di coronavirus a livello globale hanno superato la soglia dei 130 milioni: è quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University. Secondo l'università americana l'attuale bilancio complessivo dei contagi nel mondo è di 130.260.529, mentre dall'inizio dalla pandemia il Covid ha provocato un totale di 2.838.162 decessi.

    Il coronavirus nel mondo dal 26 marzo al 2 aprile
  • In Brasile 2.922 morti e 70 mila contagi in 24 ore

    Il Brasile ha registrato 2.922 morti di Covid-19 e 70.238 contagi nelle ultime 24 ore. Lo rivela il Consiglio nazionale delle segreterie di salute (Conass). Il bilancio totale sale a 328.206 vittime a fronte di 12.910.082 casi accertati.

    Sepoltura nel cimitero Belem Novo a Porto Alegre, in Brasile. REUTERS/Diego Vara

  • Positivo il presidente dell'Argentina Fernández

    Il presidente dell'Argentina Alberto Ángel Fernández è positivo al coronavirus. Lo ha annunciato lui stesso in un tweet precisando di aver fatto il test a causa di una lieve febbre a 37,3 e un leggero mal di testa. “Sto bene fisicamente e, anche se avrei voluto concludere il mio compleanno senza questa notizia, sono anche di buon umore”, si legge in un secondo tweet, in cui ribadisce ai suoi concittadini di “seguire le attuali raccomandazioni. È chiaro che la pandemia non è passata e dobbiamo continuare a prenderci cura di noi stessi”.

    Il presidente argentino Alberto Fernandez.. (Photo by ESTEBAN COLLAZO / Argentina's Presidency Press Office / AFP)


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti