Attualità

Coronavirus, ultime notizie. Oms: italiani in sofferenza, servono norme contro “diserzioni”. Gualtieri (Mef): Ue condivida rischi, servono bond comuni

Protezione civile: 662 morti in più, siamo a 8.165
Gabrielli: nuovo modello autocertificazione
Fontana: numeri non belli, aumentati troppo i contagi
Berlusconi: «Serve liquidità»
Di Maio: «Alleanza globale per un vaccino»
Chiuse le frontiere con l’estero
Rallentano i contagi per il quarto giorno consecutivo
Garante scioperi proroga stop astensioni al 30 aprile
Magrini (Agenzia del farmaco): a casa almeno 2-3 settimane
Veneto verso 7.000 casi, 287 i morti



  • In Campania accordo con i privati: 3mila posti letto

    Abbiamo chiuso l'accordo con ilprivato convenzionato. Le cliniche della Campania hanno messo adisposizione della sanità regionale tremila posti letto tra covid e non covid. L'accordo sarà operativo da domani”. Loannuncia Enrico Coscioni, consigliere per la sanità delpresidente della Regione Campania Vincenzo De Luca al terminedella riunione che si è tenuta oggi con i rappresentanti dellasanità privata convenzionata.

  • Il Papa dona 30 respiratori a ospedali

    “Nel pomeriggio di oggi il Santo Padre ha affidato 30 respiratori acquistati nei giorni scorsi all'Elemosineria Apostolica perché questa ne possa fare dono ad alcune strutture ospedaliere nelle zone più colpite dalla pandemia di covid-19. Tali strutture verranno individuate nei prossimi giorni”. Lo rende noto la stessa Elemosineria.

  • Berlusconi: da Parlamento Ue 37 miliardi per emergenza

    «Sto partecipando da remoto, come tutti i parlamentari europei, alla Sessione plenaria straordinaria convocata per discutere e votare le prime tre proposte della Commissione europea per affrontare gli effetti della pandemia di Covid19 negli Stati membri» afferma Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia. «Votiamo per mobilitare le riserve di liquidità dei Fondi strutturali per 37 miliardi di euro che saranno utilizzate per investimenti nei sistemi sanitari e per fare in modo che anche il Fondo di solidarietà possa essere utilizzato per le emergenze sanitarie», dice.
    Abbiamo votato per dare un aiuto alle compagnie aeree, un settore già in grave difficoltà: non saranno più obbligate ad effettuare voli vuoti per conservare gli slot durante la crisi. È solo l'inizio, ma è un buon inizio».

  • Alitalia: Cigs per altri 2.900, in totale 6.860

    Alitalia, secondo quanto si apprende, si appresta ad integrare la nuova cigs fino al 31 ottobre chiedendo di aggiungere altri 2.900 dipendenti ai 3.960 già richiesti, per far fronte all'emergenza Coronavirus. Si tratta di 2.700 dipendenti aggiuntivi per Alitalia e altri 200 per Cityliner (finora non coinvolta dalla cigs). Con questa nuova richiesta il totale dei dipendenti per cui è chiesta la cigs sale a 6.860.

  • Di Maio: l’Italia spenderà quanto serve

    «È il momento che il popolo italiano venga aiutato», questo «significa poter spendere tutti i soldi che servono per aiutare imprenditori, lavoratori e famiglie e poterci rialzare» da questa crisi, ha detto ancora il ministro Di Maio parlando al Tg1.

  • Di Maio: bene Conte in Ue, Italia pronta a fare da sola

    “Conte ha fatto bene” a respingere la bozza del vertice Ue: “Se si vogliono proporre vecchi strumenti faremo da soli”. Lo afferma al Tg1 il ministro degli EsteriLuigi Di Maio.

    Per approfondire: Vertice Ue, Italia e Spagna rifiutano bozza conclusioni. «Subito i coronabond»

  • Germania accoglie 47 italiani in terapia intensiva

    Sono 47 in tutto i pazienti affetti da coronavirus dalle terapie intensive italiane che sono stati o saranno presi in carico negli ospedali di diversi Land in Germania. Lo ha comunicato via twitter il dicastero degli Esteri tedesco. Alcuni pazienti sono già arrivati nei giorni scorsi, altri arriveranno nei prossimi.

  • Positivo operaio del nuovo viadotto di Genova

    Un operaio del cantiere del Nuovo viadotto di Genova è risultato positivo al Covid-19. L'uomo,secondo quanto riferito dalla struttura commissariale, è in buone condizioni di salute e si trova in quarantena presso ilproprio domicilio. Immediatamente è scattata la procedura di
    controllo. “Si sta lavorando - scrive la Struttura delCommissario - da subito, appena appresa la notizia, perricostruire i contatti che l'operaio ha avuto sul luogo di lavoro prima di avere la febbre”.

  • Oms: in Italia curva dei contagi rallenta, decisivi i prossimi giorni

    “La curva dei contagi da coronavirus rallenta, ora è importante non abbassare la guardia. Speriamo nei prossimi giorni una diminuzioni sostenuta della casistica”. Lo ha detto il vice direttore vicario dell'Oms nel corso della conferenza stampa alla Protezione civile. Anche il vice capo della Protezione civile, Agostino Miozzo, conferma “un rallentamento della curva” anche se “non possiamo aspettarci un'improvvisa diminuzione. “Stiamo analizzando la ragione del piccolo incremento di oggi - ha sottolineato - forse c'è stato un accumulo di tamponi”.

  • Oms: italiani in sofferenza, servono norme contro “diserzioni”

    “In Cina la rapidità di decremento della curva è frutto dell'isolamento sociale. Lì c'è unacapacità di coesione sociale di un certo tipo, da noi è diversa leggermente, ma rimango stupito dell'accettazione delle misure da parte della popolazione. Ma gli italiani sono in sofferenza, serve una mitigazione (con servizi sul territorio, ndr) per evitare diserzioni nel lungo periodo”. Lo ha detto Ranieri Guerra, vice direttore vicario dell'Oms, in conferenza stampa alla Protezione civile.

  • Tajani (FI): serve tavolo Conte-Salvini-Berlusconi-Meloni

    “Serve un tavolo in cui siedano Conte Berlusconi, Meloni e Salvini. Serve un tavolo politico per faregrandi scelte. Poi, i nostri rappresentanti declineranno inparlamento queste decisioni con un doppio relatore, uno dimaggioranza e uno di opposizione”. Così il vicepresidente di FiAntonio Tajani in diretta Fb. “Questo non significa governissimo” aggiunge Tajani che a proposito del tavolo convocato dal ministro D'Incà dice: “è un primo passo. Non siariunione per decidere calendario dei lavori...”

  • Sindaco Gori: a Bergamo 212 morti non contati

    “A Bergamo, dall'1 al 24 marzo, i decessi dei residenti sono stati 446: 348 più della media degli ultimi anni (98). I decessi ufficialmente dovuti a #Covid19 nelperiodo sono 136. Ce ne sono 212 in più”. Lo scrive sul suoprofilo twitter il sindaco di Bergamo Giorgio Gori. “Con una mortalità all'1,5-2%, i contagiati in città sarebbero tra 17 e 23mila”, conclude Gori.

  • Oms: tutelare il personale sanitario con i tamponi

    “Riguardo alla protezione a favore del personale sanitario, i livelli di contagio sono elevati:questo significa che il personale si è esposto in prima persona.Queste persone devono essere tutelate, non soltanto con dispositivi e mascherine ad hoc. Deve essere anche garantitaloro la capacità dignostica per capire se sono positivi. E che non vengano esposti alla possibilità di contagiare i propripazienti”. Lo ha detto in conferenza stampa il vice direttorevicario del'Oms, Ranieri Guerra.

  • In Lombardia eseguiti 90mila tamponi

    Sono stati 90 mila i tamponi eseguiti in Lombardia: lo ha detto in diretta Facebook dalla Regione Lombardia il professor Fausto Baldanti del PoliclinicoSan Matteo. “È il numero più alto fatto fuori dalla Cina” haaggiunto sottolineando che inizialmente ad occuparsi dell'analisi dei test per il Coronavirus erano 3 laboratorimentre ora sono 22. Due sono i tipi di test: quello molecolare e quello sierologico, che per un certo periodo di tempo però“possono dare dei falsi negativi”.

  • Protezione civile: da stasera via a bando per infermieri

    “Da oggi alle 20 è aperto online l'appello per reclutare infermieri, all'indirizzo infermieripercovid.protezionecivile.it. Nei prossimi giorni speriamo di aggiungere un numero importante di infermieri per dare respiro ai colleghi sui territori”. Lo ha detto il vicecapodella Protezione civile Agostino Miozzo in conferenza stampa.

  • Quasi 11mila casi in Emilia Romagna, +762

    Salgono a 10.816 i casi di positività in Emilia-Romagna, 762 più di ieri. Le guarigioni sono 792, 71 in più dall'ultimo aggiornamento, mentre i decessi salgono a 1.174, 97 in più. I pazienti in terapia intensiva sono 301, 7 in più da ieri. “Siamo in un trend positivo rispetto a giornate precedenti e questo ci fa ben sperare”, ha spiegato il commissario per l'emergenza in Regione, Sergio Venturi, durante in diretta Facebook.

  • Protezione civile: 662 morti in più, siamo a 8.165

    Sono 8.165 i morti in Italia a causa del coronavirus, con un aumento rispetto a ieri di 662. Mercoledì l'aumento era stato di 683. Il dato è stato reso noto dalla Protezione civile.

    Per approfondire: Coronavirus: in Italia oltre 80mila casi (+8,3%) e più di 8.100 decessi. In Lombardia quasi 35mila casi (+7,86%) e oltre 4.800 morti

  • Protezione civile: guariti crescono di 999 unità

    Sono 10.361 le persone guarite in Italia dopo aver contratto il coronavirus, 999 in più di ieri. Il dato è stato reso noto dalla Protezione Civile nel corso della conferenza stampa alla quale anche oggi non è presenteAngelo Borrelli, a causa di uno stato febbrile. Ieri l'aumentodei guariti era stato di 1.036.

  • Assessore Gallera: in Lombardia altri 2.543 casi e 387 morti

    Sono 34.889 le persone positive al coronavirus in Lombardia, con un aumento di 2.543 casi in ungiorno, mentre i decessi sono arrivati a 4.861, con un aumentodi 387 vittime. Sono i dati resi noti dall'assessore al Welfaredi Regione Lombardia Giulio Gallera. Sono 27 i nuovi ricoveri in terapia intensiva, mentre sono 655 i nuovi accessi nei reparti normali. “Purtroppo sono dati che segnano una crescita, anche significativa”, ha detto Gallera

  • Upb: Dl Cura-Italia impatta sul 64% delle imprese

    Dal punto di vista numerico, il 64% delle imprese italiane opera nei settori ad alto e medio impatto del coronavirus, con percentuali più basse tra le società di capitali (58,9%). È la stima dell'Ufficio parlamentare di bilancio che, nella memoria sul Cura Italia trasmessa alla Commissione Bilancio del Senato, calcola come il 36% delle imprese potrebbe invece risentire in maniera meno marcata del rallentamento della propria attività, “ma beneficiare comunque delle misure di sostegno previste”.

  • Garante scioperi apre procedimento nei confronti Usb per stop del 25 marzo

    La Commissione di garanzia dell'attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, con riferimento allo sciopero generale in tutte le unità produttive pubbliche e private, per il giorno 25 marzo 2020 proclamato dalla Confederazione nazionale dell'Unione Sindacale di Base (Usb) - nonostante il fermo invito del Garante affinché venisse rinviato lo sciopero generale, in ragione dello stato di emergenza epidemiologica nazionale dovuto al diffondersi del coronavirus - ha deliberato l'apertura del procedimento, ai fini della valutazione del comportamento, nei suoi confronti. Si legge in una nota che riporta le violazioni riscontrate: mancato rispetto del termine di preavviso; mancata garanzia delle prestazioni indispensabili; mancato rispetto delle regole, relative all'obbligo di sospendere gli scioperi in casi di avvenimenti eccezionali di particolare gravità o di calamità naturali.

  • Speranza (Salute) a G7: servono misure condivise

    “Servono misure armoniche e condivise e il massimo sforzo di convergenza sulla ricerca. Trovare farmaci efficaci e un vaccino è la via per uscire da questa emergenza definitivamente. Solo tutti insieme ce la faremo”. Lo afferma il ministro della Salute, Roberto Speranza, dopo il vertice in teleconferenza dei ministri della Salute dei Paesi del G7, tenutosi oggi.

  • Csm boccia norme Dl Cura-Italia sulle carceri

    Il Csm boccia gli interventi per ridurre il sovraffollamento carcerario e limitare il contagio nelle carceri da coronavirus del decreto legge Cura Italia. Con una delibera approvata a maggioranza, l'assemblea di Palazzo dei marescialli - riunita oggi con pochi consiglieri presenti e la gran parte da remoto - avverte: aver condizionato la detenzione domiciliare ai braccialetti elettronici, di fatto indisponibili, “contribuirà significativamente” a rendere questo istituto “inadeguato” alle sue finalità.

  • Bozza conclusioni vertice Ue: no riferimento a eurobond

    «Prendiamo nota del progresso fatto dall'Eurogruppo sul sostegno per la crisi della pandemia” e lo invitiamo “a definire senza ritardi e sviluppare le specificazioni tecniche necessarie. La nostra risposta terrà conto “della natura senza precedenti dello choc covid-19 che colpisce tutti i nostri Paesi e sarà intensificato, se necessario, con ulteriori azioni in modo inclusivo, alla luce degli sviluppi, al fine di fornire una risposta globale”. Così è scritto nella bozza di conclusioni del Consiglio europeo che è stato sottoposto ai capi di Stato e di governo. Il riferimento è all'uso del Meccanismo europeo di stabilità (prestiti agli Stati) sul quale l'Eurogruppo non era riuscito a raggiungere l'unanimità dei consensi. Nel testo non c'è alcun riferimento al coronabond, tuttavia in un passo viene indicato in termini generici che “useremo gli strumenti Ue per sostenere l'azione (degli Stati) per sostenere le economie e alleviare i problemi sociali e di occupazione nella misura necessaria”. Emerge chiaro il riferimento al ruolo della Banca europea degli investimenti: i ministri finanziari dovranno “esplorare rapidamente le possibilità incrementare la risposta complessiva della Bei”. È possibile che proprio la leva Bei sia usata per rafforzare la risposta Ue

  • Ministro delle Finanze tedesco: Coronabond non sono lo strumento giusto

    “Non ritengo che gli Eurobond siano lo strumento giusto”. Lo ha detto il ministro delle Finanzetedesco, Olaf Scholz, a un forum su youtube secondo quanto riferisce Bloomberg.

  • Comune di Milano: stop cremazioni per i non residenti

    Il Comune di Milano ferma le cremazioni per coloro che sono deceduti in città ma non sono residenti e questo a causa della “saturazione” dovuta all'emergenza coronavirus dell'impianto di cremazione di Lambrate. La misura, come si legge in una determina pubblicata nell'albo pretorio del Comune, sarà in vigore dal 29 marzo.

  • Pisano (Innovazione): prudenza su app anti-contagio, prima testarla

    “Bisogna essere molto prudenti e non pensare che l'app, se mai venisse selezionata e si decidesse di usarla, sarebbe la soluzione di tutto: per fare in modo che funzioni la prima cosa è testarla in un'area, quindi nondiffonderla subito su scala nazionale”. Così la ministra dell'Innovazione, Paola Pisano, ai microfoni di 'In viva voce' su Radio Rai Uno, parlando dell'applicazione che potrebbe tracciare gli spostamenti in chiave anti-contagio.

  • Confindustria: attivare i 120 mld del Mes

    “Con le necessarie modifiche” sul fronte dell'impatto sull'economia dell'emergenza coronavirus “potrebbero essere utilizzate le risorse disponibili del Mes, il meccanismo europeo di stabilità creato in corsa per uscire dallaprecedente crisi, quella dei debiti sovrani del 2011-2012”. Confindustria, in una memoria inviata alla Commissione Bilancio del Senato sul Dl Cura Italia, segnala così che “tra glistrumenti del Mes già disponibili, ma finora mai utilizzati, c'èla possibilità di mettere a disposizione di uno Stato sovrano una linea di credito precauzionale”.

  • L’Austria boccia i Coronabond

    L'Austria boccia i cosiddetti Coronabond. “Respingiamo una mutualizzazione generalizzata dei debiti”, ha detto il cancelliere austriaco Sebastian Kurzdurante una conferenza stampa a Vienna in vista del vertice Ue. Secondo Kurz, si tratta di “un vecchio modello” che non hafunzionato neanche in passato.

  • Gualtieri (Mef): Ue condivida rischi, servono bond comuni

    “Come giustamente richiamato da Draghi, a fianco di interventi di sostegno al reddito occorre mettere a disposizione ingenti garanzie pubbliche per consentire al sistema finanziario di erogare alle imprese tutta la liquidità necessaria per sostenere il sistema economico ed evitare una distruzione di capacità produttiva e di posti di lavoro che avrebbe conseguenze disastrose. Stiamo varando un sostegno alla liquidità basato su garanzie pubbliche che non ha precedenti e che è al livello delle iniziative più ambiziose in Europa”. Così il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri. Il ministro assicura poi che il Governo farà tutto il necessario per uscire dall’emergenza coronavirus.
    “Di fronte a uno shock simmetrico, per massimizzare l'efficacia di questi interventi e assicurare coesione e convergenza tra i paesi, essi dovrebbero essere sostenuti da una piena condivisione del rischio anche attraverso l'emissione di strumenti di debito comune”, h aaggiunto il ministro, sottolineando che “le iniziative della Bce in questo quadro sono molto positive”.

  • Azzolina (Istruzione): anno scolastico è valido

    “Una misura altamente significativa è quella che sancisce la conservazione della validità dell'anno scolastico 2019-2020. L'articolo 32 del decreto-legge n. 9 recita: “Qualora le istituzioni scolastiche del sistema nazionale d'istruzione non possono effettuare almeno 200 giorni di lezione, a seguito delle misure di contenimento del COVID-19, l'anno scolastico 2019-2020 conserva comunque validità anche in deroga a quanto stabilito dall'articolo 74 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297”. Lo ha ribadito la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina durante una informativa in Senato. Azzolina ha ricordato che i ragazzi che non possono accedere agli edifici scolastici sono 8,3 milioni.

  • 22 contagiati in centro anziani nel Foggiano

    Salgono a 22 i casi positivi al coronavirus nella Residenza sanitaria per anziani ”San Raffaele” di Troia (Foggia). Lo comunica il sindaco Leonardo Cavalieri che ieri, prima di avere l'esito dei tamponi, aveva parlato di una “situazione grave” nella struttura sanitaria dove lunedì scorso, 23 marzo, si erano registrati i primi 4 casi di contagio: due operatori e due pazienti. Al momento risultano contagiati 15 ospiti e 7 operatori. “I tamponi eseguiti su ospiti e dipendenti - spiega il sindaco - hanno rilevato la presenza di un focolaio circoscritto principalmente al terzo piano della Rsa, nel reparto Alzheimer”. “A seguito di ciò - prosegue Cavalieri - la task force dell'Asl ha deciso di trasferire tutti gli ospiti negativi al reparto Geriatria del Lastaria di Lucera (Foggia), mentre tutti i pazienti risultati positivi al momento rimarranno al San Raffaele”.

  • Conte a partite Iva: in arrivo altre misure

    “Ai tanti autonomi, alle tante partite Iva dico con chiarezza e trasparenza: questo è solo l'inizio, stanno arrivando altre misure”. Lo scrive il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in un post su Facebook. “Ho dato chiara indicazione a tutti gli uffici pubblici - scrive Conte - affinché si superino gli ordinari passaggi burocratici, si abbrevino al massimo i tempi normali. Il Decreto Cura Italia è stato solo un primo, pur importante, passo: oltre 11 miliardi di euro sono destinati agli ammortizzatori sociali, agli indennizzi e ai bonus in favore di autonomi e professionisti. Una prima risposta per 11 milioni di cittadini”.

  • Conte: non garantisco miracoli ma ce la mettiamo tutta

    “Nei giorni scorsi ho dichiarato con fermezza che lo Stato c'è. Non vi ho garantito che riusciremo a fare miracoli economici. Ma vi chiedo di non dubitare che il Governo ce la sta mettendo tutta e sta premendo al massimo sull'acceleratore per sostenere con forza e rapidità operai, lavoratori autonomi e professionisti che ogni giorno rendono grande l'Italia.” Lo scrive il premier Giuseppe Conte in un post su Fb. “Tutti insieme dobbiamo lavorare per far rialzare l'Italia. Subito”, aggiunge.

  • Garante scioperi proroga stop astensioni al 30 aprile

    La Commissione di garanzia dell'attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, preso atto del perdurare dello stato di emergenza epidemiologica sull'intero territorio e considerato quanto previsto dai provvedimenti normativi adottati dal Governo, rinnova il fermo invito a tutte le organizzazioni sindacali ed alle associazioni professionali a non effettuare astensioni collettive fino alla data del 30 aprile 2020. Lo si legge in una nota.

  • 23 contagiati in casa di riposo del Nuorese

    Diciotto ospiti sui 21 presenti nella casa di riposto di Bitti, nel Nuorese, sono risultati positivi al coronavirus. Cinque i casi riscontrati, invece, tra i 14 operatori sanitari della struttura. Negativi invece i nove
    tamponi del personale del 118 e medici di base entrati in contatto con loro, al momento della scoperta del primo contagio. È una situazione delicata quella degli ospiti della struttura contagiati - tutti ultraottantenni e alcuni ultranovantenni con altre patologie -, anche se al momento non presentano particolari criticità. Stanno bene i cinque operatori sanitari contagiati: si trovano in quarantena e risultano asintomatici.

  • Zaia: in Veneto frena la curva dei contagi

    “Siamo riusciti a frenare la curva dei contagi, che poteva impennarsi in maniera verticale, ma purtroppo abbiamo i morti”. È il commento del presidente del Veneto Luca Zaia, ai dati di stamani sul coronavirus in regione. “L'isolamento di oltre 17 mila persone - ha aggiunto - dà la misura del grande lavoro che stiamo facendo, l'effetto-tamponi. Crescono i paznenti dimessi, e questo dà la dimensione di cosa significhi un sistema di cure che funziona”, ha concluso Zaia.

  • In Sicilia 1.095 positivi, ricoverati in calo

    In Sicilia sono 1.095 le persone trovate positive al coronavirus fino ad ora, 159 in più rispetto a ieri ma con un calo dei ricoverati e delle persone in terapia intensiva. Questo il quadro riepilogativo della situazione nell'Isola, aggiornato alle ore 12 di oggi, così come comunicato dalla Regione Siciliana all'Unità di crisi nazionale. Dall'inizio dei controlli, i tamponi validati dai laboratori regionali di riferimento sono 9.658.

  • Ieri 5.800 denunciati, 120mila dall'11 marzo

    Salgono a 2.675.113 le persone controllate dall'11 al 25 marzo 2020, 115.738 quelle denunciate per inosservanza egli ordini dell'Autorità, 2.737 le denunce per false dichiarazioni a pubblico ufficiale; 1.233.647 gli esercizi commerciali controllati e 2.607 i titolari denunciati. Ieri, informa il Viminale, le Forze di polizia hanno controllato, in applicazione delle misure di contenimento del contagio, 202.188 persone di cui 5.774 sono state denunciate.

  • Prot. civile a Campania: «Consegnati 1 mln di dispositivi»

    Contrariamente a quanto sostenuto dal Governatore Vincenzo De Luca ”sono stati , alla Regione Campania fino ad oggi, circa un milione di dispositivi”. Lo afferma in una nota il Dipartimento della Protezione civile. “Nel dettaglio, si tratta 788.600 mila mascherine, circa 99mila ffp2 e ffp3, 109mila guanti in lattice, oltre 3.000 dispositivi - tra camici chirurgici, copriscarpe e visiere di protezione - e 15 ventilatori per terapia intensiva e sub-intensiva. È in corso un lavoro incessante che, anche grazie all'approvazione del Decreto Cura Italia, sta dando segnali di risposta concreta anche in termini quantitativi che aumenteranno giorno dopo giorno”, conclude la nota.

  • Viminale denuncia per vilipendio il sindaco di Messina

    Sono stati segnalati all'autorità giudiziaria i comportamenti tenuti dal sindaco di Messina “perché censurabili sotto il profilo della violazione dell'articolo 290 del Codice penale (Vilipendio della Repubblica, delle Istituzioni costituzionali e delle Forze armate)”. La decisione, informa il Viminale, è stata assunta dal ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, “a seguito delle parole gravemente offensive, e lesive dell'immagine per l'intera istituzione che lei rappresenta, pronunciate pubblicamente e con toni minacciosi e volgari”.

  • Fontana: +2.500 positivi, sono preoccupato

    «Oggi siamo intorno ai 2.500» positivi in più in Lombardia rispetto al dato di ieri. Così il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, nel corso di una conferenza stampa a chi gli chiedeva quale fosse il trend dei contagi. «Io personalmente - ammette - sono preoccupato». Ma il lavoro di analisi sui dati odierni, aggiunge, «non è ancora concluso».

  • Fontana: oggi numeri non belli, aumentati troppo i contagiati

    «I numeri dei contagiati, purtroppo, oggi non sono molto belli: il numero dei contagiati è in aumento un po' troppo rispetto a quelli dei giorni scorsi». Così il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, nel corso di una conferenza stampa di aggiornamento sulla diffusione del virus. «Dovremo valutare e capire – spiega il governatore – se è un fatto eccezionale o se, invece, il trend ricomincia a essere in aumento, nel qual caso la cosa sarebbe abbastanza imbarazzante».

  • Zaia: diventeremo donatori terapia intensiva

    «Stiamo mettendo su un contingente di terapia intensiva da paura, alcune le daremo a qualcun altro per aiutarli se avranno difficoltà, diventeremo donatori per chi avrà ancora questa emergenza». Lo ha sottolineato il presidente del Veneto Luca Zaia, a proposito dell'emergenza coronavirus.

  • Piemonte: altri 16 morti

    All'elenco dei pazienti morti positivi al cronavirus in Piemonte si sono aggiunti oggi altre 16 vittime, casi comunicati questa mattina dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte: 7 in provincia di Torino, 1 nell'Alessandrino, 4 nel Novarese, 2 nel Cuneese, 1 nel VCO, 1
    residente fuori regione. Il totale complessivo è ora di 499 deceduti positivi al virus.

  • Tridico: nessun problema per il sistema pensionistico

    «Il sistema pensionistico è garantito dallo Stato, non c'è alcun problema. Le pensioni sono assolutamente in garanzia». Lo ha assicurato il presidente Inps, Pasquale Tridico, a 'Sky Tg24'.

  • Piemonte, i casi salgono a 6.534

    Sono 6.534 le persone finora risultate positive al “Coronavirus Covid-19” in Piemonte, di cui 3.108 in provincia di Torino. I ricoverati in terapia intensiva sono 408. I tamponi diagnostici finora eseguiti sono 18.054, di cui 11.052 risultati negativi. I nuovi decessi sono 16 di persone positive al virus, che portano il totale a 499. Lo comunica la Regione Piemonte.

  • Tamponi a Santa Marta, anche per il Papa

    Dopo che un prelato in servizio alla Segreteria di Stato e residente a S.Marta, dove abita il Papa, è risultato positivo al Covid19, sono in corso da questa mattina, a quanto si apprende, i controlli nella stessa residenza. I dipendenti della Segreteria di Stato che possono aver avuto contatti con il monsignore italiano ora al Gemelli, sono convocati per sottoporsi al tampone. Secondo le stesse fonti, lo stesso papa Francesco sarebbe stato sottoposto al tampone ma ancora non se ne conosce l'esito.

  • Altri 24 posti al Fatebenefratelli di Milano

    È stato aperto questa mattina il nuovo reparto per pazienti Covid-19 all'Ospedale Fatebenefratelli di Milano. L'area potrà ospitare fino a 24
    pazienti ed è stata ottenuta convertendo un reparto pediatrico
    mentre i letti destinati ai un bimbi sono stati trasferiti in altro piano della struttura. Il reparto dispone di due posti di terapia intensiva e di altri due posti di sub-intensiva.

  • Gabrielli: colpire i furbi, spezzare contagi

    «Ci sono le straordinarie persone che combattono negli ospedali e poi c'è un'altra battaglia che vede impegnati i nostri uomini, quella di spezzare la catena del contagio, perseguendo i furbi, chi con comportamenti sbagliati introduce un vulnus al sistema che può vanificare gli sforzi che
    si stanno facendo». Lo ha dichiarato il capo della Polizia Franco Gabrielli.

    «La stragrande maggioranza dei cittadini - ha osservato Gabrielli - è rispettosa dei divieti, ma c'è un'altra parte che forse non è consapevole dei rischi o è allergica ai divieti e si comporta in maniera negativa. Io - ha
    ricordato - nei giorni scorsi avevo sottolineato l'esigenza di misure più efficaci ed il Governo ha fatto un nuovo decreto che, all'articolo 4, introduce un quadro sanzionatorio diverso. I comportamenti scorretti potranno venire sanzionati con l'articolo 452 del Codice penale, che punisce i comportamenti colposi con una pena fino a 12 anni di reclusione».

  • Altre 75mila mascherine per le carceri

    Altre 75.000 mascherine di tipo chirurgico per l'Amministrazione Penitenziaria, sono state consegnate ieri dalla Protezione Civile e messe a
    disposizione del Servizio Approvvigionamento e Distribuzione Armamento e Vestiario (SADAV) di Roma. La distribuzione verso i Provveditorati regionali è iniziata questa mattina presto e viene curata dal Provveditorato del Lazio-Abruzzo-Molise; la quota per gli istituti della Sardegna è arrivata per nave già nelle prime ore della mattinata, in Sicilia sarà consegnata domani.

  • Gabrielli: cambia modulo di autocertificazione

    Cambia ancora in modulo per l'autocertificazione degli spostamenti. Lo ha detto il capo della Polizia, Franco Gabrielli, a SkyTg24. Su questo, ha
    spiegato, «sono state fatte ironie, ma cambiano le disposizioni e noi dobbiamo aggiornare il modulo, anche per intercettare» i
    quesiti che arrivano dai cittadini.

  • Aeroporto di Napoli, dipendenti in cassa integrazione per un anno

    L'aeroporto di Napoli ha concluso le procedure per l'avvio della cassa integrazione per tutto il personale a rotazione per un massimo di un anno. Lo annuncia la Gesac, la società che gestisce lo scalo di Capodichino. Gesac ha infatti concluso con il parere positivo delle
    organizzazioni sindacali e della Giunta Regionale della Campania, l'esame congiunto per l'avvio della Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria, a rotazione, per tutto il personale dell'aeroporto di Napoli, per un periodo massimo di 12 mesi, con mantenimento dei servizi minimi essenziali.

  • Conftrasporto: sistema portuale a rischio

    «Penso che vi sia una pericolosissima sottovalutazione dello sforzo che il sistema logistico, portuale e marittimo sta facendo per garantire servizi essenziali al Paese, ma questo sacrificio non può durare a lungo in assenza di provvedimenti concreti». Lo afferma il presidente nazionale di
    Federlogistica-Conftrasporto (la Confederazione dei trasporti che fa capo a Confcommercio), Luigi Merlo, ribadendo l'appello lanciato già alcune settimane fa sull'emergenza coronavirus e sulle proposte, ancora inascoltate, del settore marittimo dei trasporti e della logistica per far fronte a una situazione complessa e pericolosa.

  • Cagliari: dipendente positiva, Poste in stato di agitazione

    Sono in stato di agitazione i lavoratori delle Poste degli uffici recapito di via Brenta a Cagliari, dove si registra un caso di positività al Covid 19.
    L'allarme arriva - proprio nel primo giorno di distribuzione delle pensioni in ordine alfabetico - dalla Slc Cgil che ha chiesto un incontro urgente via web con l'azienda per avere informazioni su quanto accaduto, sulle implicazioni e le dovute precauzioni da prendere in base ai protocolli previsti per il contenimento del coronavirus.

    «La nostra forte preoccupazione - ha detto il responsabile di settore per la Slc Cgil Antonello Zedda - riguarda il fatto che nello stesso stabile operano tutti i portalettere impegnati nel recapito nella città di Cagliari e di alcuni Comuni limitrofi: gli uffici della lavoratrice risultata positiva al test sono vicini a un andito nel quale si trovano diversi distributori automatici di bevande che sarebbero stati transennati dalla Asl».

  • S&P: Pil Italia a -2,6% nel 2020

    Standard and Poor's prevede per il Pil italiano una flessione del 2,6% quest'anno, seguita da un ripresa del +2,9% nel 2021, sullo sfondo di una flessione del 2% per il Pil dell'Eurozona. Si tratta del calo più pronunciato tra i maggiori Paesi dell'Eurozona. Le stima per la Germania sono di -1,9% seguito da +2,6%, per la Francia di -1,7% e +3,2% e per la Spagna di -2,1% e +3,1%. Nel formulare le sue stime l'agenzia presuppone che le misure di lockdown introdotte in Europa si protrarranno fino alla fine di aprile, ma avverte che se il lockdown dovesse protrarsi per quattro mesi la caduta del Pil dell'Eurozona potrebbe raggiungere il 10% in 2020 .

  • Spallanzani, 214 pazienti positivi

    «I pazienti covid 19 positivi sono in totale 214. Di questi, 24 pazienti necessitano di supporto respiratorio. In giornata sono previste ulteriori dimissioni di pazienti asintomatici o paucisintomatici». È quanto si
    evidenzia nel bollettino di oggi dello Spallanzani di Roma. «I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 114».

  • Deceduto un altro farmacista a Nettuno

    Deceduto un altro farmacista per l'epidemia da Covid-19: è Paolo D'Ambrogi, che esercitava nella sua parafarmacia di Nettuno. Lo rende noto il presidente della Federazione degli ordini dei farmacisti italiani (Fofi), Paolo Mandelli. «Continuiamo a prestare la nostra opera sul territorio e nelle strutture del SSN - afferma - anche se ancora non siamo
    stati dotati di protezioni adeguate, così come gli altri professionisti della salute impegnati a contrastare l'emergenza».

  • Coronavirus: 910 (+74) casi e 53 (+8) decessi in Alto Adige

    Sono 910 (+74) le persone attualmente infettate dal Coronavirus in Alto Adige. Sale a 53 (+8) il numero delle vittime, mentre sono 51 le persone in
    terapia intensiva. Da ieri a questa mattina sono stati analizzati 677 tamponi. Complessivamente ad oggi sono state testate 4.895 persone che
    sono state sottoposte a 7.744 tamponi.

    Ricoverate all'ospedale ci sono 222 persone malate di Covid-19. Ulteriori 59 casi di pazienti ricoverati sono attualmente sospetti. Il numero delle persone contagiate dal nuovo Coronavirus e decedute per complicanze legate ai sintomi del Covid-19 è aumentato ulteriormente. In quarantena domestica si trovano allo stato attuale 3.215 persone.

    Sono 127 le collaboratrici e i collaboratori dell'Azienda sanitaria dell'Alto Adige risultati positivi al test per il nuovo Coronavirus. In provincia di Bolzano sono guarite finora 50 persone.

  • Tesoro: in asta tassi Ctz tornano positivi, +0,307%

    Il Tesoro ha assegnato in asta tutti i 2,75 miliardi di euro di Ctz a due anni, scadenza novembre 2021, con tassi in rialzo, tornando positivi, allo 0,307% da -0,143 dell'asta di febbraio. La domanda è stata pari a 1,63
    volte l'importo offerto da 1,55 precedente. Collocati anche 691 milioni di euro di Btp indicizzati all'inflazione a 30 anni, con un rendimento dell'1,77% dall'1,02% di novembre (+0,75 punti percentuali) ed una domanda pari ad 1,51 volte l'importo offerto.

  • Riminese di 101 anni è guarito: dimesso dall’ospedale

    A 101 anni, ha contratto il Covid-19, ma è guarito ed è tornato a casa. A rendere noto la notizia, la vice sindaco di Rimini, Gloria Lisi, «Questa mattina - scrive - mi è stata data una piccola notizia: un uomo, riminese, positivo al Covid 19, è stato dimesso dall'ospedale 'Infermi' di Rimini ed è tornato a casa, dalla sua famiglia». «Il signor P., riminese, è nato nel 1919, nel pieno di un'altra tragica pandemia mondiale. 101 anni, il secolo breve vissuto quasi per intero e poi questo primo scorcio del nuovo Millennio», scrive ancora Lisi.

  • Outlook sistema bancario Italia, Francia, Spagna, Danimarca, Olanda e Belgio rivisto a “negativo”

    Moody's ha rivisto a ‘negativo' da ‘stabile' l'Outlook di 6 sistemi bancari europei per l'impatto economico della pandemia del coronavirus, destinato ad aumentare i crediti problematici. Il peggioramento delle prospettive riguarda – indica un comunicato – Francia, Italia, Spagna, Danimarca, Olanda e Belgio. L'Outlook resta poi negativo per i sistemi bancari della Germania e del Regno Unito, mentre sono confermate le prospettive stabili per la Svezia e la Svizzera. La variazione dell'Outlook – spiega l'agenza – è legata alle ricadute sull'attività economica in Europa causate dalla diffusione del coronavirus che ha portato alla sospensione dell'attività di molte aziende e a restrizioni nei contatti sociali. Moody's si aspetta una contrazione dell'economia nel primo e secondo trimestre dell'anno. Le misure di politica monetaria e fiscale probabilmente aiuteranno la ripresa con una crescita sopra il trend nei trimestri successivi e nel 2021, ma - rileva l'agenzia - è improbabile che la perdita di produzione accusata nel secondo trimestre venga recuperata. Su questo sfondo, i crediti problematici delle banche aumenteranno e i maggiori accantonamenti per perdite sui crediti ridurranno la redditività delle banche, che è già inferiore rispetto agli istituti globali di pari livello. Secondo Moody's le misure messe in atto dai governi per dare sostegno alle aziende non saranno sufficienti a contrastare completamente l'impatto negativo degli stop all'attività legati al coronavirus. Ad essere più vulnerabili – ricorda l'agenzia - saranno i settori degli alberghi e della ristorazione, delle linee aeree, l'automotive e le vendite al dettaglio, come pure in generale le Pmi. Nella maggior parte dei sistemi bancari – rileva per altro Moody's – la liquidità è forte e i cuscinetti di capitale rilevanti, il che fornisce una solida base per assorbire perdite inattese.

  • Nave-ospedale a Genova, via a lavori per altre 25 camere

    Sono stati autorizzati e sono partiti i lavori per adibire altre 25 cabine della nave-ospedale Gnv Splendid al ricovero di pazienti affetti da coronavirus che necessitano di cure a medio-bassa intensità. Lo conferma Asl3. Il traghetto, trasformato a tempo di record in nave-ospedale, ospita già 25 pazienti provenienti dagli ospedali genovesi che trascorreranno a bordo della nave la convalescenza in quarantena. Secondo il piano stilato da sanità ligure e protezione civile, la nave potrebbe arrivare a ospitare 350 pazienti a medio-bassa intensità di cure e due ospedali da campo per pazienti infetti nei due hangar da 2.400mq ciascuno.

    La nave-ospedale Gnv Splendid ormeggiata alla banchina Colombo della Stazione marittima di Genova. (Ansa/Luca Zennaro)
  • Procura Torino indaga su carenza mascherine per medici e infermieri

    La Procura di Torino ha aperto una inchiesta sulla carenza di dispositivi di protezione individuale per medici e infermieri. Come anticipato sulle pagine locali di alcuni quotidiani, si tratta al momento di una inchiesta conoscitiva. Nelle scorse ore i carabinieri hanno effettuato alcuni sopralluoghi, acquisendo informazioni in merito.

    (ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO)
  • Toti (Liguria): stiamo aiutando la Lombardia, posti per terapia intensiva anche da cliniche private

    «Per quanto possibile aiutiamo la Lombardia, oltretutto alcune cliniche private della Liguria ci hanno messo a disposizione le loro sale di terapia intensiva e quindi anziché trasportare lì pazienti Covid che rischiavano di infettare un'intera struttura, abbiamo deciso di dedicarle ad altri». Lo spiega il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti a Mattino Cinque su Canale 5. «La Liguria ha circa 150 posti di terapia intensiva in azione su una popolazione di un milione e mezzo di abitanti, la Lombardia ne ha mille su 10 milioni, siamo sulle stesse percentuali, è stato uno sforzo davvero eccezionale anche per la nostra sanità, però la solidarietà regionale funziona e la centrale della Protezione civile di Pistoia che smista i casi sanitari tra le Regioni, funziona», evidenzia Toti.

    Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria. (ANSA/LUCA ZENNARO)
  • Veneto verso 7.000 casi. 287 i morti

    Il Veneto va verso i 7.000 casi di coronavirus accertati, raggiungendo stamani quota 6.935, 353 in più rispetto alla rilevazione di ieri pomeriggio. Sono 287 i morti, con 14 nuovi decessi registrati stamani. Le persone in isolamento, tra contagiati e loro contatti, sono 17.457. I ricoverati in area non critica sono 1.447, 11 in più rispetto a ieri pomeriggio, quelli in terapia intensiva 326 (+8), i dimessi 508. Rimane fermo il cluster di Vo' Euganeo, mentre la provincia con il maggior numero di casi è Padova (escluso Vo') con 1.693, e con il maggior incremento su ieri (+93).

  • Magrini (Agenzia del farmaco), a casa almeno 2-3 settimane

    «Non siamo ancora fuori dalla crisi emergenziale e non bisogna mollare, bisogna restare a casa per 2-3 settimane almeno». Lo ha affermato a Radio Capital il direttore generale dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) Nicola Magrini, sottolineando come gli ultimi dati «sono buoni e indichino una decrescita di casi e decessi, e ciò è di fondamentale importanza» ma «non si deve mollare».

  • Papa celebra regolarmente messa a Santa Marta

    Papa Francesco ha celebrato questa mattina regolarmente la messa a Casa Santa Marta. Come sempre erano presenti i suoi tre segretari, l'assistente personale e le suore. Tutto come i giorni precedenti, dunque, nonostante il fatto che ieri da ambienti vaticani si sia diffusa la notizia di un monsignore, che abita a Santa Marta, contagiato dal Covid-19 e ricoverato in ospedale.

  • Gallera, è corsa per reperire ossigeno e farmaci

    «È una corsa su tutto, sui farmaci siamo arrivati ad avere scorte esigue di quelli anestetizzanti; dovrebbero essere arrivati questa notte e oggi ricominciamo a distribuirli». Lo ha spiegato l'assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, in collegamento con la trasmissione Mattino Cinque. «C'è un problema di ossigeno, sia per i domicili e quindi nelle farmacie non c'è più, ma anche la pressione all'interno degli ospedali è al limite della rottura. - ha concluso -. È una situazione di una dimensione tale che l'intero sistema, ma mondiale non solo lombardo, lo gestisce al meglio delle proprie capacità».

  • Medici italiani, appello su British Medical Journal: subito dispositivi di protezione

    Sbloccare immediatamente le forniture di dispositivi di protezione individuale ed eseguire test a risposta rapida, seguiti da tamponi, in maniera sistematica a tutti gli operatori sanitari nel pubblico e nel privato che mostrano sintomi di infezione da Covid-19 anche lieve e in assenza di febbre o che sono stati in contatto con casi sospetti o confermati. Sono le richieste immediate dei medici italiani in una lettera pubblicata sul British Medical Journal a firma del presidente Fnomceo Filippo Anelli.

  • Molise, 87 i positivi. 16 contagi in una casa di riposo

    Da ieri sera in Molise, dopo l'aggiornamento fornito dall'Azienda sanitaria regionale (Asrem), i casi di positività al coronavirus sono saliti a 87 in seguito all'esito positivo di 16 tamponi effettuati nella Casa di riposo di Cercemaggiore (Campobasso): a risultare contagiati, 13 anziani ospiti della struttura e tre operatori sociosanitari. Si attende ora la decisione del Governatore Donato Toma che potrebbe decretare una nuova zona rossa portando così a cinque i Comuni molisani interessati dai provvedimenti: Montenero di Bisaccia e Riccia, in provincia di Campobasso, Venafro e Pozzilli in quella di Isernia.

  • Medici, i contagi sono 6.205, i morti 36

    Si allunga l'elenco dei medici che non ce l'hanno fatta a causa dell'epidemia di Covid-19: i deceduto erano 33 ma ieri in tarda serata, si apprende dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo), è giunta notizia della scomparsa di altri tre camici bianchi, tutti di Bergamo. Aumenta anche il numero degli operatori sanitari contagiati: secondo gli ultimi dati dell'Istituto Superiore di Sanità, sono saliti a 6205, vale a dire più del 9% dei casi totali.

  • Fontana, l’ospedale in Fiera procede a ritmi serrati

    Per l'allestimento dell'ospedale destinato ai pazienti Covid alla Fiera di Milano, «la malattia di Guido Bertolaso non è stata certo d'aiuto, è stata un grande intoppo perché era lui il punto di riferimento» ma «si sta procedendo a ritmi serrati» e i tempi di consegna «saranno rispettati o sforati di pochi giorni». Lo ha assicurato il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana in collegamento con Uno Mattina. Nei padiglioni al Portello «ci sono persone bravissime e abilissime che stanno portando avanti il lavoro» ha sottolineato Fontana, inviando un saluto a distanza all'ex capo della Protezione Civile, ricoverato all'Ospedale San Raffaele di Milano dopo essere risultato positivo al coronavirus.

    Il governatore della Lombardia Attilio Fontana. (ANSA/ MOURAD BALTI TOUATI)
  • Cirio, governatore Piemonte: il governo ci invii materiale sanitario

    «Tutto quello che era possibile fare come Piemonte lo abbiamo fatto, lo stiamo facendo e il nostro personale lo farà ancora, ma abbiamo bisogno di un rapporto più diretto e più continuo con i flussi di approvvigionamento da Roma». Il governatore del Piemonte Alberto Cirio, ospite di Unomattina, torna a ribadire così la necessità di un maggiore aiuto da Roma nell'acquisto del materiale sanitario necessario per far fronte all'emergenza coronavirus. «Credo debba esserci un ordine di priorità nell'assegnazione alle Regioni, che dev'essere rapportato all'effettivo bisogno e all'effettivo utilizzo - sostiene il governatore -. Una macchina ventilatore che arriva a Torino dopo un'ora è attaccata a un paziente e lo tiene vivo, in altre realtà d'italia è una prevenzione. Io credo che prima di prevenire sia importante curare e salvare le vite». Di qui la richiesta, “con forza”, che «ad ogni richiesta fatta dalle regioni si affianchi sempre il flusso dei contagi e il tasso di saturazione tra letti di terapia intensiva e letti disponibili».

    Alberto Cirio, governatore della Regione Piemonte. (ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO)
  • Borrelli negativo al tampone

    Il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli è risultato negativo al tampone per il coronavirus. Lo rende noto il Dipartimento della Protezione Civile sottolineando che Borrelli «che attualmente continua ad accusare un lieve stato influenzale» continuerà a lavorare da casa rimanendo in costante contatto con il comitato operativo e l'unità di crisi.

  • Confcommercio: calo dei consumi può toccare i 52 miliardi

    Con il protrarsi delle chiusure delle attività produttive e di quelle del terziario, come commercio, turismo, servizi, trasporti e professioni - e con la prospettiva che questa situazione si prolunghi nel tempo il calo dei consumi potrebbe toccare i 52 miliardi. Lo stima Confcommercio considerando «realistica l'ipotesi della riapertura del Paese solo all'inizio di ottobre». L'unico comparto che cresce è quello alimentare con un aumento del 4,2% nel 2020 rispetto al 2019 mentre si prevede un crollo soprattutto per i trasporti (-12,7%), alberghi e ristoranti (-21,6%).

  • Moody’s taglia o rivede l’outlook per 15 banche italiane

    L’agenzia di rating Moody’s ha tagliato l’outlook di 15 banche italiane a causa del deterioramento della situazione economica per l’emergenza coronavirus. In particolare Intesa Sanpaolo ha visto ridurre da stabile a negativo l’outlook sul long-term senior unsecured debt ratings mentre rimane confermato quello sul long-term deposit ratings. Confermati i ratings sul deposit e il senior debt. Confermato il rating ma passa da stabile a negativo l’outlook di Mediocredito Trentino-Alto Adige, di Credito Valtellinese, di Banco Bpm, di Bper, del Credito Emiliano, Mediobanca. Per Banca Monte dei Paschi di Siena l’outlook cambia da positivo a «in sviluppo». I rating di Cassa Centrale, Banca Sella, Cassa Centrale Raiffesein, vengono messi sotto osservazione per un possibile downgrade.

  • Berlusconi: «Bisogna mettere liquidità sul mercato»

    C’è urgente bisogno di mettere liquidità sul mercato, e lo Stato ha una sola cosa da fare subito, «come ha già fatto la Germania»: dare alle banche la garanzia sui crediti alle aziende. Di fronte all’emergenza economica, intervistato dalla Stampa Silvio Berlusconi manda questo messaggio al governo. E torna sulle proposte già avanzate all’esecutivo, chiedendo di essere informati non a decisioni già prese, «come avvenuto finora». Un messaggio anche per l’Ue: «serve solidarietà, altrimenti sarebbe il fallimento per sempre».

  • Di Maio: «Alleanza globale per il vaccino»

    Serve una grande alleanza internazionale contro il virus per mettere a punto il vaccino. Lo dice al Corriere della Sera il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, dopo la videoconferenza con i colleghi del G7 sull’emergenza Covid-19. «Noi siamo disponibili a condividere la nostra conoscenza - assicura il titolare della Farnesina, - ma devono farlo tutti: la corsa al vaccino non può essere individuale. Questa è una guerra dove tutti combattiamo contro lo stesso nemico». Quindi fa sapere: «Il sostegno della Cina? La mia è Realpolitik».

  • Chiuse le frontiere con l’estero

    Entrato in vigore da mezzanotte del 26 marzo l’ultimo decreto che prevede, tra le altre cose, la chiusura delle frontiere italiane. Nel testo, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, si prevedono «limitazioni o divieto di allontanamento e di ingresso nei territori comunali, provinciali o regionali, nonché rispetto al territorio nazionale». Rispetto al testo approvato in Cdm compare l’accezione delle limitazioni e quindi non solo il divieto, ma la misura si estende anche ai confini nazionali. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ne annuncia un altro ad aprile «da almeno 25 miliardi». Intesa intanto tra Governo e sindacati sulle aperture delle imprese. Nella giornata di venerdì il premier riferirà al Senato.

  • Rallentano i contagi

    Per il quarto giorno consecutivo rallenta l’aumento delle positività al coronavirus in Italia: altre 3.491 quelle riportate mercoledì 25 marzo. Frena anche l’aumento dei decessi, che hanno superato i 7mila in totale. Intanto destano preoccupazioni le condizioni di salute di Angelo Brrelli, capo della Protezione civile che ha accusato sintomi influenzali. Guido Bertolaso, suo predecessore che in questa emergenza ricopre l’incarico di consulente delle regioni Lombardia e Marche, positivo al coronavirus, è stato invece rivoverato al San Raffaele di Milano.

    PER APPROFONDIRE:
    Coronavirus, tutto quello che devi sapere
    La mappa dei contagi

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...