Asia e Oceania

Coronavirus ultime notizie: la Banca mondiale stanzia 12 miliardi di dollari. Negli Usa 9 morti

In Cina 125 nuovi casi, ai minimi da sei settimane. Sette sono contagi “di ritorno” dall’Italia.
In Corea del Sud 600 nuovi casi, per un totale di oltre 4.800. Le misure del presidente Moon.
Il vicepresidente Usa Mike Pence annuncia che il vaccino potrebbe essere pronto per fine estate.
Superano quota 90mila i casi nel mondo, con 3mila decessi legati al coronavirus in 65 Paesi e 48mila le persone guarite
In Spagna 151 casi, sette in terapia intensiva
Primo contagio in Argentina
Twitter incoraggia tutti i dipendenti a lavorare da casa
Kenya, stop ai voli da Verona e Milano
Sono 212 i casi in Francia, 21 più di lunedì
Conferma ufficiale, dall’autorità sanitaria della Valencia, della prima vittima in Spagna.
Trump: possibile il blocco dei viaggi verso le zone a rischio
199 i casi in Germania
Furti di mascherine a Marsiglia e Parigi



  • Trump devolve lo stipendio per l’emergenza

    Donald Trump ha deciso di donare il compenso presidenziale dell’ultimo trimestre del 2019 al ministero della Sanità per contribuire alla lotta contro l’emergenza del coronavirus. Lo ha reso noto la portavoce della Casa Bianca, Stephanie Grisham, postando su Twitter un assegno da 100mila dollari del tycoon.

  • La Banca mondiale stanzia 12 miliardi di dollari

    La Banca Mondiale stanzia 12 miliardi di dollari per far fronte all’emergenza coronavirus. Le risorse saranno a disposizione dei paesi in via di sviluppo. Lo annuncia il presidente della Banca Mondiale, David Malpass. «L’obiettivo è offrire un’azione rapida ed efficace ai paesi che ne hanno bisogno», spiega Malpass.

  • Google cancella l’evento “fisico” destinato agli sviluppatori

    Google ha cancellato l’evento “fisico” per uno dei suoi appuntamenti più importanti, Google I/O, a causa della diffusione del coronavirus, ha confermato un portavoce dell'azienda. L’evento, destinato agli sviluppatori, era in programma a Mountain View (California) dal 12 al 14 maggio. La società ha dichiarato in una e-mail ai partecipanti che rimborserà coloro che hanno già acquistato i biglietti. La compagnia ha anche confermato di aver bloccato i viaggi internazionali dei dipendenti e che sta suggerendo ai propri impiegati che attualmente sono in viaggio di tornare a casa. Inizialmente Google aveva limitato i viaggi solo in alcuni Paesi, tra cui Cina, Italia e Iran.
    «A causa delle preoccupazioni relative al coronavirus e in conformità con le indicazioni sulla salute fornite da Cdc, Oms e le altre autorità sanitarie, abbiamo deciso di annullare l'evento fisico I/O di Google presso lo Shoreline Amphitheatre», ha dichiarato un portavoce in una nota. «Nelle prossime settimane esploreremo altri modi per far disputare l'I/O di Google, così da continuare a costruire la nostra comunità di sviluppatori. Il sito web di I/O continuierà ad essere aggiornato».

  • Furti di mascherine a Marsiglia e Parigi

    Furti di mascherine in Francia. Prima a Marsiglia, dove circa 2.000 mascherine sono state rubate in un ospedale. Le scatole erano conservate nel reparto centrale dell'ospedale della “Conception”, il cui accesso è riservato al personale sanitario abilitato e ai pazienti operati, secondo quanto precisa il quotidiano locale La Provence. Qualche ora dopo, c’è stato un furto anche a Parigi, dove 8.300 mascherine e 1.200 flaconi di soluzioni disnfettante sono sparite dagli armadietti dell’ospedale Bichat, nel nord della capitale francese.

  • Cuba rafforza i controlli. Finora nessun caso sull’isola

    Cuba «continua a rafforzare> la sorveglianza epidemiologica contro il coronavirus, sebbene abbia ribadito che sull'isola non sono stati rilevati casi della malattia. «Sebbene non siano stati diagnosticati casi positivi del nuovo Covid-19 nel paese, Cuba continua a rafforzare il controllo sanitario e la sorveglianza epidemiologica alle frontiere», ha affermato Francisco Durán García, direttore nazionale di Epidemiologia del ministero della Sanità pubblica (Minsap).

  • Stato di Washington: 9 morti su 27 casi

    Il numero totale di casi confermati di coronavirus nello stato Usa di Washington è aumentato oggi martedì a 27, inclusi nove decessi, in aumento rispetto a 18 casi e sei decessi il giorno prima, secondo quanto riferito dal Dipartimento della sanità dello stato. Le morti - otto nella Contea di King e una nella vicina Contea di Snohomish - segnano i primi decessi documentati negli Stati Uniti. Tutti e 27 i casi confermati sono raggruppati in due contee nella grande area di Seattle, rendendola la più grande concentrazione rilevata fino ad oggi dal sistema sanitario pubblico degli Stati Uniti. Complessivamente, i casi di coronavirus in tutti gli Usa sono saliti a 106, distribuiti in 12 stati. Quelli più colpiti sono la California con 20 casi e lo stato di Washington con 18 casi.

  • Tunisi, voli dall’Italia deviati sul terminal 2

    Tutti i voli provenienti dall'Italia saranno trasferiti da domani al terminal 2 dell'aeroporto Tunis-Carthage della capitale tunisina. Lo ha annunciato il ministero tunisino dei Trasporti e della Logistica, affermando che «si tratta di misure preventive contro il nuovo coronavirus che aiuteranno ad incrementare la sicurezza dei passeggeri». Le partenze verso gli aeroporti italiani invece non subiranno cambiamenti ed avverranno, come al solito, dal terminal 1 dello scalo.

  • Tre nuovi casi in Algeria

    Tre nuovi casi di coronavirus in Algeria; il totale quindi ad oggi nello Stato nordafricano è di 8. Lo ha detto il ministero della Salute locale. Gli otto casi includono sette algerini della stessa famiglia e un uomo italiano, ha affermato il ministero in una nota.

  • 199 i casi in Germania

    Sono saliti a 199 i casi di contagio da Coronavirus certificati in Germania. Il ministero della Salute tedesco riferisce sul sito di 196 casi, stando ai dati aggiornati alle 15 di oggi. In serata però la Dpa ha riferito di altri tre casi, due nel Meclemburgo-Pomerania, e uno nel Saarland. Con questi ultimi test risultati positivi, i Laender colpiti in Germania sono 15 su 16.

  • Trump: possibile il blocco dei viaggi verso le zone a rischio

    Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato che la sua amministrazione potrebbe interrompere i viaggi dagli Stati Uniti verso le aree con alti tassi di coronavirus, ma che d’altra parte i funzionari non stanno prevedebdo alcuna restrizione ai viaggi interni.

  • Germania, la scorsa settimana fatti 11mila test

    La settimana scorsa sono stati effettuati in Germania almeno 11 mila test per il Coronavirus. È questo il primo dato aggregato disponibile in Germania, fornito dall'associazione Kassenaerzlichen Bundesvereinigung, che rappresenta circa 175 mila studi di medici e psicoterapeuti nel paese. «Un dato complessivo per le settimane precedenti ancora non c'è», è stato spiegato dall'associazione. Il Robert Koch Institut ha in programma di reperirlo e pubblicarlo entro la fine della settimana.

  • Primo morto in Spagna

    Conferma ufficiale, dall’autorità sanitaria della Valencia, della prima vittima in Spagna. La vittima è un uomo della regione di Valencia deceduto lo scorso 13 febbraio, che all'autopsia si è dimostrato positivo al coronavirus. L'uomo è morto in ospedale a Valencia.

  • Sono 212 i casi in Francia, 21 più di lunedì

    Sono 212 i casi confermati di Coronavirus in Francia, 21 in più rispetto a lunedì: lo ha annunciato questa sera nel punto stampa quotidiano il direttore generale della Sanità, Jerome Salomon. Dodici sono i pazienti guariti, 4 i morti rispetto ai 3 di ieri, 152 i casi riconducibili a “cluster” sul territorio.

  • La regina Elisabetta partecipa a un evento in guanti bianchi. Precauzione anti-coronavirus?

    È stata interpretata da più parti come una precauzione in tempi di coronavirus l'apparizione oggi della regina Elisabetta in guanti durante una delle tradizionali cerimonie d'investitura a Buckingham Palace: ossia la consegna periodica di onorificenze e decorazioni. Sua Maestà, in buona forma ma pur sempre prossima fra un mese e mezzo al 94esimo compleanno, si è mostrata indossando un paio di guanti bianchi lunghi. Gesto non inedito e tuttavia piuttosto raro in circostanze del genere, all'interno del palazzo. Un portavoce di corte ha rifiutato di confermare se la sovrana lo abbia fatto per ragioni di cautela, magari suggerite dallo stesso governo britannico, affermando che l'uso dei guanti non è strano «negli impegni pubblici».

  • La Farnesina segue gli italiani in isolamento a Delhi

    L'ambasciata d'Italia a New Delhi, in stretto raccordo con l'Unità di Crisi della Farnesina, segue con la massima attenzione la situazione dei connazionali posti in isolamento sanitario in India, ed è in contatto con gli interessati e le autorità locali per fornire ogni possibile assistenza. Lo si apprende da fonti della Farnesina.

  • Twitter incoraggia tutti i dipendenti a lavorare da casa

    Twitter «incoraggia fortemente» i suoi quasi 5.000 dipendenti mondiali a lavorare da casa. La società lo ha detto lunedì, il giorno dopo aver sospeso tutti i viaggi non critici per i lavoratori, attraverso il blog interno. Lavorare da casa sarà obbligatorio per i dipendenti di Hong Kong, Giappone e Corea del Sud, mentre gli altri uffici rimarranno aperti per coloro che scelgono di recarsi comunque al lavoro. «Stiamo lavorando per garantire che le riunioni e altri compiti importanti siano ottimizzati per la partecipazione remota», ha scritto la società sul suo blog.

  • Fmi e Banca Mondiale, riunioni di aprile in forma “virtuale”

    Le riunioni di primavera del Fmi e della Banca Mondiale, in calendario in aprile a Washington, si terranno in formato virtuale. La decisione, nell'aria da giorni, è legata al coronavirus. Lo riportano i media americani.

  • Kenya, stop ai voli da Verona e Milano

    Il Kenya ha sospeso da oggi il permesso di atterraggio ai «voli provenienti dal Nord Italia, nello specifico Verona e Milano» diretti alle coste del Paese a causa del coronavirus. Lo scrivono media locali citando una dichiarazione del portavoce governativo, Crus Oguma. La misura appare sicuramente meno restrittiva rispetto ad altre che erano state prospettate nei giorni scorsi, come l'auto-quarantena per tutti i passeggeri provenienti dall'Italia.

  • Primo contagio in Argentina

    L'Argentina ha registrato oggi ufficialmente il suo primo caso di coronavirus. Si tratta di un paziente, di cui non è nota la nazionalità, ricoverato in una clinica di Buenos Aires, e che è reduce da un viaggio in Italia e Spagna.

  • Ecuador, salgono a 7 i casi confermati

    Il ministero della Salute pubblica dell'Ecuador ha riferito che il numero di casi confermati di nuovo coronavirus nel Paese è aumentato a sette. Secondo quanto riferito in una nota, l'ultima persona contagiata ha avuto contatti con il primo caso confermato sul territorio ecuadoriano. «Questo nuovo caso presenta sintomi lievi ed è in isolamento domestico, sotto controllo medico», ha dichiarato il ministero ecuadoriano in una nota. Gli altri sei casi confermati del Paese fanno parte del nucleo familiare della donna ecuadoriana di 71 anni arrivata dalla Spagna e il cui caso è stato segnalato sabato come il primo del Paese sudamericano.

  • In Spagna 151 casi, sette in terapia intensiva

    La Spagna registra 151 casi di coronavirus di cui 7 sono in terapia intensiva. Lo ha annunciato il Ministero della Salute, secondo quanto riporta El Pais. Tra i contagi ci sono anche 13 operatori sanitari, hanno reso noto le stesse fonti.

  • Transavia cancella 22 voli verso l'Italia

    La compagnia aerea olandese Transavia ha cancellato 22 voli con destinazione gli aeroporti di Verona, Pisa, Bari, Bologna e Napoli. Lo ha annunciato la compagnia aerea in un comunicato, precisando che i voli erano in programma per il periodo fra il 17 marzo e la fine di aprile.
    «Nonostante il Ministero degli affari esteri olandese non sconsigli di viaggiare in nessuna delle destinazioni, abbiamo notato che le persone rimandano i loro viaggi e prenotano meno biglietti verso una serie di destinazioni in Italia», si legge nel comunicato. «Abbiamo quindi deciso di adattare il nostro piano dei voli verso l'Italia». «Se saranno cancellati ulteriori voli dipenderà dagli sviluppi» della situazione, spiega Transavia.

  • Un intero hotel in quarantena a Tenerife

    Un ospite britannico è l'ultima persona a cui è stato diagnosticato il coronavirus in un hotel di Tenerife, attualmente in quarantena. Il britannico, che è risultato positivo al virus lunedì sera, non era stato isolato nella sua stanza in quanto non aveva presentato alcun sintomo, hanno detto le autorità, senza fornire ulteriori dettagli sulla persona infetta. «Il team di epidemiologia sta studiando i contatti che questa persona ha avuto>, ha detto una portavoce dei servizi sanitari locali. Gli ospiti senza sintomi sono stati autorizzati a circolare all’interno dell'hotel, facendo uso di strutture come piscine e sale da pranzo condivise, purché indossino una maschera, si lavino spesso le mani e si sottopongano a regolari controlli della temperatura.

  • Lettera di scuse di Canal+ all'ambasciatrice italiana

    «Voleva essere uno sketch umoristico ma non lo è»: così Canal Plus, in una lettera all'ambasciatrice d'Italia a Parigi Teresa Castaldo, si scusa per l'incidente che ha suscitato «dolore e rabbia» degli italiani, sentimenti che il presidente del gruppo, Maxie Saada, dichiara di «comprendere». «A nome della direzione di Canal Plus - scrive Saada - teniamo ad esprimere le nostre scuse più sincere all'Italia, a tutti gli italiani e alla comunità italiana in Francia». La gag che ha provocato tante proteste in Italia «è tanto più infelice in quanto arriva nell'attuale contesto di epidemia. È stata peraltro immediatamente soppressa da tutti i nostri media». Saada spiega poi che 'Groland' è «una trasmissione dall'umorismo aspro e sarcastico, che va in onda su Canal Plus dal 1992. Nessuno sfugge alle loro battute e gli autori scrivono il programma in grande libertà. Questo può avere la conseguenza, tanto rara quanto spiacevole, di produrre un testo o uno sketch inutilmente offensivo». Il presidente, a nome dell'intera emittente, esprime all'ambasciatrice «i sentimenti di fratellanza e amicizia per l'Italia e gli italiani» e si dice «solidale nella prova che
    l'Italia, come la Francia, sta attraversando».

  • Oms, sono le azioni dei Paesi colpiti che possono fare la differenza

    Fuori dalla Cina sono stati segnalati casi di coronavirus in 48 paesi, l'80% di questi in Corea del Sud, Iran e Italia. Dodici nuovi paesi hanno segnalato i loro primi casi e ci sono 21 paesi con un solo caso. I numeri sono stati illustrati dal direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, mostrano un'epidemia che «sta diventando sempre più complessa» e di fronte alla quale «le azioni intraprese oggi da questi paesi appena colpiti faranno la differenza tra una manciata di casi e un cluster più ampio».

  • Powell (Fed), il coronavirus avrà impatti sull’economia per diverso tempo

    Il coronavirus avrà un impatto duraturo sull'economia americana ma la Federal Reserve è pronta ad utilizzare tutti gli strumenti a disposizione e ad agire in modo appropriato per mitigare l'impatto del coronavirus sull'attività. Lo ha detto il presidente della banca centrale americana, Jerome Powell, in una conferenza stampa dopo che la Fed ha tagliato i tassi di interesse di mezzo punto all'1-1,25%. «La Fed continuerà a monitorare la situazione da vicino e a usare gli strumenti appropriati», ha detto il numero uno della banca centrale Usa. Powell ha notato che c'è molta incertezza sull'ampiezza e la durata degli effetti del coronavirus e che il taglio non risolverà tutti i problemi provocati dall'epidemia.

    Jerome Powell  (Reuters)
  • Oms: mancano i dispositivi medici, rischio per i paesi

    «Siamo preoccupati che la capacità dei paesi di reagire» al coronavirus «siano compromesse dalla grave e crescente interruzione della fornitura globale di dispositivi di protezione individuale, causata dall'aumento della domanda, dagli accaparramenti e dagli abusi». Lo ha detto il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, sottolineando che mancano «guanti, maschere mediche, respiratori, occhiali protettivi, visiere, abiti e grembiuli».

  • La Fed taglia i tassi di mezzo punto

    La Fed ha tagliato con effetto immediato di mezzo punto percentuale i tassi d'interesse statuntensi, citando l'evolversi «del rischio posto all'attività economica» dal Covid-19. Il presidente della banca centrale Usa, Jerom Powell, ha dichiarato che l’istituto è «pronto a utilizzare tutti gli strumenti in modo appropriato».

  • La moglie di Sepulveda: mio marito è stabile

    Le condizioni dello scrittore cileno Luis Sepúlveda, ricoverato da giorni nelle Asturie spagnole dopo avere contratto il coronavirus, sono «stabili»: è quanto afferma a La Nueva Espana la moglie Carmen Yáñez, ricoverata insieme a lui. «Mio marito sta come ieri, non va né avanti né indietro» ha affermato la donna, sottolineando che lo scrittore in ospedale è «ben protetto«. Quanto a lei, «penso di stare meglio, mi fa un po' male la testa, ma eccomi qui, in attesa», ha dichiarato la donna. Secondo il rapporto medico rilasciato ieri dal Ministero della Salute, lo scrittore è in condizioni «serie».

    Luis Sepulveda (Ansa)
  • New York, secondo caso di coronavirus

    Un uomo della contea di Westchester, nello stato di New York, è risultato positivo al coronavirus. Lo ha dichiarato il governatore Andrew Cuomo, confermando il secondo caso positivo nella regione.

  • Speranza, vertice con Oms Europa e ministri salute Ue

    «Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha partecipato questo pomeriggio, dalle 14 alle 15, nella sede della Protezione Civile, alla videoconferenza con i vertici Oms Europa, collegati da Copenaghen e i ministri della Salute Ue». Lo comunica il ministero della Salute aggiungendo che al centro dei colloqui c'è stata «l'evoluzione epidemiologica dei singoli Paesi e le misure volte a contenere la diffusione del Covid-19». «È essenziale il massimo coordinamento internazionale ora che il virus si sta diffondendo nel nostro continente» ha spiegato il ministro Speranza.

  • Francia, Macron requisisce tutte le mascherine

    «Mettiamo sotto sequestro tutti gli stock e la produzione di maschere di protezione. Le distribuiremo agli operatori sanitari nonché ai francesi infettati dal Coronavirus»: lo annuncia su Twitter il presidente della Francia, Emmanuel Macron.

    Montpellier, Francia (Afp)
  • La Francia supera i 200 casi confermati

    La Francia ha superato la quota dei 200 casi di contagio da coronavirus: è quanto annunciano le autorità di Parigi. ieri i casi erano 191. Si registra un primo caso anche nel Sud della Francia.

  • 51 casi in Gran Bretagna

    Il numero di casi confermati di coronavirus in Gran Bretagna è salito a 51, ha detto il ministro della Salute Matt Hancock: 12 in più rispetto a ieri. In precedenza, il governo ha svelato il suo “piano di battaglia” per affrontare la diffusione del coronavirus, avvertendo che ben un quinto dei dipendenti potrebbe essere senza lavoro al culmine dell'epidemia.

  • G7: pronti a misure per sostenere l’economia

    “Dato il potenziale impatto del Coronavirus sulla crescita globale, riaffermiamo l'impegno a usare tutti gli strumenti di policy più appropriati per salvaguardare la crescita dai rischi al ribasso”: lo scrive il G7 dei ministri finanziari nel comunicato finale. I ministri sono “pronti a prendere misure, anche di bilancio dove appropriato, per aiutare la risposta al virus sostenere l'economia in questa fase”.

  • Thailandia, auto-quarantena per chi arriva (anche) dall’Italia

    Chiunque arrivi in Thailandia da diversi Paesi, tra cui l’Italia, dovrà sottoporsi all’auto-quarantena per contenere l’epidemia di coronavirus. Lo ha reso noto il ministro della sanità Anutin Charnvirakul su Facebook, riporta la Cnn. I Paesi sono Giappone, Germania, Corea del Sud, Cina (con Hong Kong, Macao e Taiwan), Francia, Singapore, Italia e Iran, dichiarati «aree pericolose per le malattie trasmissibili». Chi arriva senza febbre o sintomi andrà in auto-quarantena per 14 giorni. Quarantena o isolamento con sintomi o febbre oltre i 37,5.

    Bangkok (Reuters)
  • Iran, domiciliari per 54 mila detenuti

    Le autorità iraniane hanno stabilito il trasferimento di 54 mila detenuti agli arresti domiciliari per evitare i rischi di diffusione del contagio da coronavirus (Covid-19) nelle carceri. Lo ha annunciato il portavoce della magistratura di Teheran, Gholamhossein Esmaili, spiegando che il relativo ordine è stato firmato la scorsa settimana dal responsabile della magistratura Ebrahim Raisi.

  • Il Cio: Olimpiadi confermate

    Le Olimpiadi di Tokyo 2020 si svolgeranno “con successo, a partire dal 24 luglio”. Ne e' certo il presidente del Cio, Tomas Bach, che ha parlato in apertura dell'esecutivo del comitato olimpico a Losanna. L’emergenza coronavirus sta investendo anche lo sport mondiale ma Bach ha ribadito la “forte determinazione allo svolgimento di Giochi coronati dal successo” a partire dalla data stabilita. Il ministro giapponese per le Olimpiadi, Seiko Hashimoto, aveva rilevato che il contratto col Cio prevede lo svolgimento entro la fine dell'anno, ventilando di fatto l'ipotesi di un rinvio, se l'emergenza coronavirus non sarà risolta .

    (Italy Photo Press)
  • Primo caso a Gibilterra, un uomo appena tornato dall’Italia

    Primo caso di coronavirus a Gibilterra, un uomo appena tornato da un viaggio nel Nord Italia. La persona che lo accompagnava non presenta sintomi. L'uomo è rientrato dall'Italia con un volo diretto a Malaga. Le autorità di Gibilterra, territorio britannico situato sulla costa meridionale spagnola, stanno ora cercando di identificare gli operatori sanitari che hanno curato il paziente e i contatti avuti dal contagiato, che ora è a casa in isolamento e sta abbastanza bene.

  • Boris Johnson: rischi significativi di espansione del virus nel Regno Unito

    Il premier britannico Boris Johnson, presentando il piano di contenimento del coronavirus nel Regno Unito, ha evocato “rischi significativi” di “espansione” dei contagi, anche se in larga maggioranza in forma lieve. Che, secondo le stime del piano, potrebbe produrre fino a un picco di assenze lavorative pari a un quinto dell'intera forza lavoro del Paese e costringere la polizia ad azioni di emergenza contro potenziali aumenti della criminalità e a richiedere l'aiuto di militari.

  • Le Olimpiadi di Tokyo potrebbero essere spostate alla fine dell'anno causa coronavirus

    Le Olimpiadi di Tokyo potrebbero essere spostate alla fine dell'anno causa coronavirus. È l'ipotesi evocata dal ministro giapponese per le Olimpiadi Seiko Hashimoto, citato dall'Independent. Secondo i termini dell'accordo fra Giappone e Cio, i Giochi devono tenersi entro il 2020, senza specificare quando. Ora sono previsti dal 24 luglio al 9 agosto. “Il contratto prevede che i Giochi si tengano entro il 2020. Questo potrebbe essere interpretato come una possibilità di spostarli, ma stiamo facendo tutto il possibile per far sì che si svolgano come previsto”.

  • Iran, 23 parlamentari contagiati

    Sono 23 i parlamentari iraniani risultati finora positivi al coronavirus (Covid-19). Lo ha riferito il vicepresidente del Majlis, l'Assemblea legislativa di Teheran, invitando tutti i parlamentari a evitare per il momento contatti con la popolazione per evitare ulteriori contagi. Nel Paese il bilancio dell’epidemia ha raggiunto i 2.336 contagi e 77 morti, 11 più di ieri.

  • La Banca d’Inghilterra adotterà le misure necessarie

    “La Banca di Inghilterra adotterà tutte le misure in suo potere per sostenere l'economia e il sistema finanziario del Regno Unito, in linea con le responsabilità definite nel suo mandato”. È quanto dichiara in un comunicato il governatore Mark Carney che assicura come la banca stia “monitorando da vicino la situazione e assicurandosi che tutti i piani di contingenza siano pronti per essere messi in campo”. Il ruolo della banca di Inghilterra, prosegue Carney, è di aiutare le imprese e le famiglie del Regno Unito a far fronte a uno shock economico che potrebbe rivelarsi grande ma che in definitiva sarà stato temporaneo.

    Londra, la Banca d’Inghilterra
  • I casi in Germania salgono a 188

    Il numero di casi confermati di coronavirus in Germania è salito a 188: 33 in più rispetto a ieri, ha dichiarato il Robert Koch Institute. Tredici dei 16 stati federali della Germania hanno ora riferito casi di contagio, con il Land del Nord Reno-Westfalia maggiormente colpito. La Germania non ha riportato vittime.

  • Primo contagio in Marocco

    Primo caso di coronavirus in Marocco: si tratta di un uomo di 39 anni di origine marocchina che risiede in Italia, arrivato a Casablanca con un volo proveniente da Bergamo. L'uomo è ricoverato all'ospedale Moulay Youssef di Casablanca e le sue condizioni non sono preoccupanti. Le autorità hanno avviato le verifiche sulle persone venute in contatto con il paziente e, come prima misura preventiva, hanno annullato la Fiera internazionale dell'Agricoltura (Siam), in programma a Meknes dal 14 al 19 aprile.
    In Algeria si registrano invece due nuovi casi di coronavirus: si tratta dei familiari dell'algerino 83 enne residente in Francia tornato con la figlia recentemente a Blida. I due nuovi casi confermati portano a 5 le persone contagiate nel Paese africano.

  • Oltre 90mila casi nel mondo

    L'epidemia di coronavirus ha portato i contagi in tutto il mondo oltre la soglia dei 90 mila. È quanto emerge dal rilevamento in tempo reale dell'università americana Johns Hopkins, secondo cui i contagi accertati finora sono 90.937. Sempre secondo i dati, le vittime sono 3.117, quelle
    guarite 48.101.

  • Primo caso in Ucraina

    Il ministro della Salute ucraino Ihor Kuzin ha confermato alla Reuters il primo caso di coronavirus nel Paese. È stato ricoverato nella città di Chernivtsi ed è rientrato in Ucraina dall’Italia attraverso la Romania.

  • Nuovi casi in Croazia e Belgio: provengono dall’Italia

    In Croazia è stato accertato un nuovo caso di contagio da coronavirus, che porta il totale a nove. Come riferiscono i media locali, si tratta di un camionista di Varazdin che era stato nel Nord Italia. Finora si erano registrati cinque casi di contagio a Rijeka (Fiume) e tre nella capitale Zagabria. Anche il Belgio registra cinque nuovi casi di coronavirus, sono tutti tornati recentemente da un viaggio nel Nord Italia. Tutte le persone risultate positive al virus presentano lievi sintomi come febbre e tosse. Due abitano nella regione delle Fiandre, uno a Bruxelles e due in Vallonia. Con questi cinque nuovi casi salgono così a 13 i contagi rilevati in Belgio, compreso un paziente già guarito.

  • La Bce discuterà il 12 marzo possibili misure (Afp) <br>

    La Banca centrale europea discuterà “il 12 marzo”, nella prossima riunione, sulle possibili risposte ai rischi che la progressione del nuovo coronavirus pone all'economia. Lo apprende l'Afp. «La discussione tra i governatori delle banche centrali della zona euro sulle azioni da intraprendere non è ancora avvenuta, si svolgerà nella prossima riunione», ha affermato una fonte vicina alla Bce. Già ieri sera la presidente della Bce, Christine Lagarde, si è unita alle altre principali banche centrali affermando che l'istituto è pronto «ad adottare misure appropriate e mirate» per contrastare gli effetti economici causati dal coronavirus.

  • In Corea del Sud quasi 5mila infetti, le misure di Moon

    Il numero dei contagi da coronavirus in Corea del Sud è salito a 4.812 casi. Il presidente sudcoreano Moon Jae-in ha posto le agenzie governative in stato di allerta permanente. La Corea del Sud ha registrato un focolaio di nuovi casi negli ultimi dieci giorni, il che ha portato alla cancellazione o al rinvio di più eventi culturali e sportivi, mentre le vacanze sono state prorogate di tre settimane in scuole e asili. La banca centrale ha abbassato le sue previsioni di crescita per la dodicesima economia mondiale, spiegando che l'epidemia peserebbe sui consumi e sulle esportazioni. Moon, dal canto suo, ha annunciato che il suo governo stanzierà una cifra pari a 22,5 miliardi di euro per aiutare l'economia ad affrontare questa situazione “grave”.

  • Pence, vaccino forse pronto a fine estate

    Il vaccino e il trattamento per curare il coronavirus potrebbe essere disponibile a partire dalla fine dell’estate, inizi dell’autunno: lo ha detto il vicepresidente americano, Mike Pence, che coordina la risposta del governo Usa all’emergenza. Intanto viene attuato il controllo sul 100% dei voli in arrivo negli Usa dall’Italia.

    LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL MONDO
    Loading...
  • Corea del Sud, 600 nuovi casi a quota 4.812


    La Corea del Sud ha riportato 600 nuovi casi di coronavirus, portando il totale delle infezioni a 4.812, con un allarmante incremento a Daegu, la città dove ha sede la Chiesa di Gesù Shincheonji, rivelatasi il vero focolaio dell’epidemia. In base ai dati aggiornati del Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc) ricontati e riorganizzati per data, ci sono anche tre morti ufficiali in più, per un totale di 28 decessi. Il nuovo balzo del numero di contagi segue i 1.062 registrati domenica e gli 813 di sabato.

  • In Cina 7 nuovi contagi dall’Italia


    La Cina ha registrato altri sette casi di “contagio di ritorno” dall'Italia, aumentando i timori di ricontaminazione del Paese da cui è partita l’epidemia. Sulle 11 nuove infezioni da coronavirus annunciate oggi fuori dall’Hubei, provincia epicentro, sette sono relative allo Zhejiang, ha detto la Commissione sanitaria nazionale. Sono cittadini cinesi tornati dall'Italia la scorsa settimana che, secondo il network statale Cgtn, lavoravano nello stesso ristorante di Bergamo e avevano stretti contatti con la prima donna rientrata il 28 febbraio e risultata positiva.

  • In Cina 125 nuovi casi, ai minimi da 6 settimane

    La Cina ha registrato ulteriori 125 nuovi casi di coronavirus, centrando il livello più basso delle ultime 6 settimane, e 31 morti aggiuntivi, tutti concentrati nella provincia epicentro dell'epidemia dell’Hubei. La Commissione sanitaria nazionale (Nhc) ha portato il totale dei decessi a 2.943 e delle infezioni complessive a quota 80.151. I casi di contagio hanno seguito un trend al ribasso negli ultimi giorni, malgrado gli 11 casi segnalati oggi fuori dall’Hubei rappresentino il livello più alto degli ultimi 5 giorni.

    Dove eravamo rimasti: Coronavirus, le notizie live internazionali del 2 marzo

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti