Asia e Oceania

Coronavirus ultime notizie: Ue lancia fondo da 25 miliardi. Austria e Slovenia chiudono frontiere con Italia. Macron: un errore

Il 10 marzo 2020, il coronavirus colpisce oltre 100 Paesi nel mondo: i morti sono 4mila, i contagi 111mila
Negli Usa in quarantena deputato che venerdì era con il presidente Trump
Commissario Ue Breton: le banche sostengano le Pmi in emergenza. Risorse prevista dall’Italia non peseranno su vincoli fiscali
Cina quasi fuori dall’incubo epidemia: numero di casi ai minimi
Nello Stato di New York il maggior numero di casi negli Usa
Francia, il bilancio sale a 1.784 casi e 33 morti
Anche EasyJet sospende i voli da e per l’Italia. Il nostro Paese senza più collegamenti con il Regno Unito
Dombrovskis, «misure audaci» prese dall’Italia, pronto a sostenerle «in ogni modo»
La Bild cita Angela Merkel: «Si infetterà fra il 60 e il 70% della popolazione»
Air France ferma i voli da e per l'Italia dal 14 marzo al 3 aprile
Oltre mille i morti fuori dalla Cina
Aumenta la diffusione in Germania: in un giorno 200 nuovi positivi
EasyJet allunga lo stop dei voli da e per l’Italia fino al 3 aprile



  • Biden e Sanders cancellano i comizi

    L'emergenza coronavirus travolge anche la campagna elettorale americana, e dopo BernieSanders anche Joe Biden cancella il comizio di stasera aCleveland, in Ohio. Il governatore dello stato aveva lanciato unappello a non partecipare ad assembramenti e comizi per evitare la diffusione del contagio

  • Von der Leyen: fondo da 25 miliardi contro il coronavirus

    La Commissione Ue proporrà dicreare un fondo da 25 miliardi che andrà «a sostegno del sistema sanitario, delle Pmi, del mercato del lavoro e delle parti più vulnerabili dell'economia», colpite dal Coronavirus: lo ha annunciato la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, a ltermine del vertice straordinario a 27 in videoconferenza. «Proporrò a Parlamento e Consiglio di liberare 7,5 miliardi di euro di liquidità» dai fondi Ue, che faranno da leva per ottenere la massima capacità del nuovo fondo.

  • Wall Street, primi casi in Barclays e Blackrock

    Il coronavirus arriva a WallStreet. Barclays ha annunciato che un suo dipendente a New Yorkè risultato positivo al test ed è in quarantena dal 4 marzo. Positivo anche un dipendente di Morgan Stanley e uno di
    BlackRock.

  • Macron: sbagliato chiudere frontiere con Italia

    La decisione della Slovenia di chiudere il confine con l'Italia è “sbagliata”: lo ha detto ilpresidente francese, Emmanuel Macron, rispondendo ai cronisti altermine della videoconferenza con i colleghi europei sul
    coronavirus.

  • Francia, i casi salgono a 1.784 (+372), i morti sono 33

    Sono questa sera 1.784 i casi positivi al Coronavirus confermati in Francia, 372 in più nelleultime 24 ore, secondo quanto annunciato nel quotidiano puntostampa dal direttore generale della Sanità, Jerome Salomon.Fra i 1.784 casi, ce ne sono 86 gravi. I decessi sono 33, 8
    in più rispetto a lunedì sera.

  • EasyJet allunga lo stop dei voli da e per l’Italia fino al 3 aprile

    Easyjet estende la cancellazione dei voli da a per l'Italia inizialmente annunciato per 2 giorni (leggi sotto) all'intero periodo compreso da oggi al 3 aprile. Lo rende noto un portavoce del vettore britannico, precisando che la compagnia garantirà nei prossimi giorni solo alcuni «voli di soccorso» per il rimpatrio e gli ultimi spostamenti essenziali nei due sensi (per “lavoro o salute”) nei suoi collegamenti fra Italia e Regno Unito. I clienti dei voli cancellati saranno contattati via mail o sms con l'offerta di opzioni di rimborso o riprenotazione.

  • Aumenta la diffusione in Germania: in un giorno 200 nuovi positivi

    Il Coronavirus si diffonde sempre più rapidamente in Germania: nel giro di un giorno, fino a martedì pomeriggio, nei sei Lander più colpiti si sono registrati 200 nuovi casi positivi. È quello che scrive la Dpa, sottolineando che il ministero della Salute non aggiornerà il bollettino ufficiale, dove sono segnalati ancora 1.139 casi di contagio, prima di domani. Il Robert Koch Institut ha infatti modificato le modalità di comunicazione dei dati. I nuovi casi emergono dai bilanci di Nordreno-Vestfalia, Baviera, Baden-Wuerttemberg, Assia, Niedersachsen, e Berlino.

  • Nuovo caso in Tunisia, il totale sale a 6

    La Tunisia annuncia un altro nuovo caso di coronavirus nel Paese che porta a sei il totale dei casi confermati. Si tratta, come ha spiegato il direttore generale dell'assistenza sanitaria di base presso il ministero della Sanità, del fratello di una persona risultata positiva al virus a Boumerdes, nel governatorato di Mahdia, precisando che lo stato di salute di questo nuovo paziente, attualmente in isolamento domiciliare, è stabile.

  • Oltre mille i morti fuori dalla Cina

    Il bilancio dei decessi per coronavirus fuori dalla Cina ha superato i mille morti.

  • Anche la Slovenia chiude la frontiera con l'Italia

    La Slovenia annuncia la chiusura della frontiera con l'Italia per l'emergenza coronavirus. La mossa di Lubiana segue la decisione dell'Austria (leggi sotto).

  • Air France ferma i voli da e per l'Italia dal 14 marzo al 3 aprile

    Air France sospende tutti i voli da e per l'Italia dal 14 marzo al 3 aprile per l'emergenza coronavirus. Fino al 14 marzo, sarà assicurato soltanto «un volo per destinazione», fa sapere la compagnia francese.

  • La Bild cita Angela Merkel: «Si infetterà fra il 60 e il 70% della popolazione»

    Il coronavirus sarà contratto da gran parte della popolazione, secondo la cancelliera tedesca Angela Merkel, citata in proposito dalla Bild. «Tra il 60 e il 70% della popolazione in Germania si infetterà con il virus», avrebbe detto Merkel nel corso di una riunione interna al gruppo parlamentare Cdu-Csu a Berlino, secondo quanto riporta il giornale. La cancelliera ha poi elogiato il comportamento del suo ministro della Salute Jens Spahn, «chiaro e concreto».

  • Di Maio: in arrivo dalla Cina 1.000 respiratori e medici specializzati. Pronte per l’export da oltre Muraglia 2 milioni di mascherine

    Pechino è disposta ad inviare 100mila mascherine di massima tecnologia e 20 mila tute protettive all'Italia, oltre che 50 mila tamponi per effettuare nuovi test. È quanto si apprende al termine del colloquio telefonico tra ilministro degli Esteri Luigi Di Maio e il suo omologo Wang Yi,che ha assicurato che in queste ore da parte del governo cineseè stata data chiara indicazione alle loro aziende di esportare 2milioni di mascherine mediche ordinarie all'Italia perl'emergenza coronavirus. Inoltre, insieme a mascherine e respiratori polmonari arriveranno dalla Cina anche «medici specializzati che hanno affrontato per primi il picco dell'emergenza coronavirus”, ha detto sempre Di Maio. «Non che ai nostri medici serva qualcuno che gli insegni il lavoro» ma i medici cinesi «sono stati i primi» e potranno portare la loro esperienza, ha spiegato.

  • Vestager, pronti ad aiuti per l'Italia

    «La situazione in Italia è particolarmente severa, restiamo pronti a lavorare con il Governo italiano su misure aggiuntive per rimediare ai seri problemi dell'economia, in base all' articolo 107.3 del Trattato»: lo ha detto la vicepresidente esecutiva della Commissione Ue e commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager.
    L'articolo 107.3(b) del Trattato citato dalla Vestager, parla degli aiuti che si possono mettere in campo, perché compatibili con il mercato interno. In questo caso si tratta di aiuti destinati «a rimediare ad una seria perturbazione nell'economia di uno Stato membro», si legge nel Trattato. In generale, Vestager ha anche ricordato che per tutti vale anche l'articolo 107.2(b) del Trattato, ovvero quello che considera compatibili gli aiuti di Stato «destinati a ovviare ai danni arrecati dalle calamità naturali oppure da altri eventi eccezionali».

  • Compagnie assicurative private Usa copriranno i costi dei test

    Le compagnie assicurative private Usa hanno concordato di coprire i trattamenti per il coronavirus e di cancellare il co-pagamento per il test: lo ha annunciato il vicepresidente Mike Pence, che guida la task force americana contro l'epidemia, in un incontro alla Casa Bianca con i dirigenti delle medesime compagnie. Quest'ultime si sono impegnate anche a coprire i costi della telemedicina per i pazienti che possono essere curati senza uscire di casa.

  • Trump attacca Nancy Pelosi: sta frenando sui tempi degli aiuti fiscali

    Donald Trump attacca la speaker della Camera Usa per aver frenato sui tempi per varare le misure economiche e fiscali contro gli effetti del coronavirus. «Nancy Pelosi ha appena detto ”non so se possiamo essere pronti questa settimana”. In altre parole è vacanza per i democratici
    fannulloni», ha twittato.

  • Calcio, amichevole Germania-Italia a porte chiuse

    L'amichevole Germania-Italia di calcio, in programma il 31 marzo a Norimberga, si terrà a porte chiuse per contrastare il diffondersi del coronavirus. Lo ha deciso il comune di Norimberga, che ha informato la federazione calcio.

  • Rbs, dilazioni di tre mesi per il pagamento dei mutui e il rimborso dei prestiti

    La Royal Bank of Scotland (Rbs), colosso bancario britannico tornato sotto controllo pubblico dopo il tracollo della crisi del 2008, ha annunciato oggi di essere pronto a concedere dilazioni di tre mesi sul pagamento delle rate dei mutui e dei rimborsi dei prestiti a tutti i clienti del Regno coinvolti dall'emergenza coronavirus. Un'altra banca, la Tsb, ha invece annunciato una proroga di due mesi sui soli mutui, più la possibilità per gli utenti di ritirare in anticipo se necessario depositi vincolati senza costi.

  • Trump: daremo aiuti a compagnie aeree e società crocieristiche

    Donald Trump ha ribadito oggi alla Casa Bianca che la sua amministrazione intende aiutare lecompagnie aeree e le società crocieristiche per la crisi legata all'epidemia di coronavirus.

    Washington. Donald Trump con Mike Pence (Reuters)
  • Sei casi alle Maldive, due sono italiani

    Sono sei i casi di coronavirus alle Maldive confermati dal governo dell'arcipelago. Lo riferisce la Bbc. Si tratta di sei stranieri, di cui due dall'Italia. Due resort sono stati messi in lockdown.

  • Prossima plenaria del Parlamento europeo spostata da Strasburgo a Bruxelles

    Il Parlamento europeo ha deciso di spostare a Bruxelles la prossima plenaria che si doveva tenere a Strasburgo dal 30 marzo al 2 aprile, a causa dell'emergenza Coronavirus. Nella capitale belga si terrà così una minisessione dal 1 al 2 aprile. Lo ha deciso la conferenza dei presidenti del Pe che ha adottato una revisione del calendario delle plenarie.

  • Dombrovskis, «misure audaci» prese dall’Italia, pronto a sostenerle «in ogni modo»

    Il vicepredidente della Commissione europea, Valdis Dombrovskis, accoglie favorevolmente le «audaci misure» prese contro il coronavirus dall'Italia che si dice pronto a sostenere «in ogni modo». «Il popolo italiano» sarà messo «a dura prova, ma è meglio prendere queste audaci misure ora per proteggere il maggior numero di persone possibile contro il virus», ha dichiarato il commissario lettone.

  • È la volta di WizzAir: sospesi tutti i voli verso l’Italia fino al 3 aprile

    La compagnia low cost ungherese Wizz Air ha annunciato la sospensione di tutti i voli verso l'Italia fino al 3 di aprile e quelli verso Israele fino al 23 marzo. Questa mattina l'organizzazione europea degli aeroporti Aci Europe ha parlato di shock senza precedenti per l'intero comparto europeo e ha sottolineato la situazione drammatica degli aeroporti italiani dove si sono registrati cali dei voli superiori al 60% nell'ultimo weekend.

  • Anche EasyJet sospende i voli da e per l’Italia. Il nostro Paese senza più collegamenti con il Regno Unito

    Easyjet si aggiunge ai vettori che hanno deciso di sospendere tutti i voli da e per l'Italia: l'annuncio della grande compagnia low cost britannica è arrivato oggi pomeriggio. Per ora sono cancellati tutti gli aerei in partenza o in arrivo negli aeroporti italiani per i prossimi due giorni, con successive revisioni previste fino al 4 aprile. Lo stop di EasyJet, dopo quello di British Airways e dell’irlandese Ryanair, oltre che di Jet2, porta verso l'azzeramento temporaneo i collegamenti aerei fra Italia e Regno Unito.

  • Ferrovie francesi, ridotti di un terzo i collegamenti Parigi-Milano

    Le Ferrovie Francesi (Sncf) hanno ridotto di 1/3 il servizio del Tgv tra Milano e Parigi fino al 13 marzo, rimodulando poi il servizio fino al 3 aprile in ottemperanza al decreto sul coronavirus. Lo annuncia la società ferroviaria spiegando che a seguito del taglio delle corse sarà possibile ottenere il rimborso o il cambio di data per chi ha acquistato biglietti fino al 30 aprile.

  • Chiudono scuole e università in Grecia

    La Grecia chiude tutte le scuole e le università del Paese per contrastare l'epidemia di coronavirus. Lo ha annunciato il ministro della Sanità Vassilis Kikilias, precisando che al momento la chiusura durerà due settimane. Il ministro, citato da Cnn.gr, ha invitato tutti a comportamenti responsabili, preannunciando misure a sostegno dei genitori che lavorano.

  • Mercoledì videomessaggio del Papa con preghiera a Maria

    Domani 11 marzo il cardinale vicario di Roma celebrerà (senza fedeli) la messa al Divino Amore nella giornata di digiuno e preghiera per l'emergenza coronavirus. «In occasione della Santa Messa celebrata in assenza dei fedeli, promossa dal cardinale vicario Angelo De Donatis presso il Santuario della Madonna del Divino Amore per la Giornata di preghiera e di digiuno, Papa Francesco invia un videomessaggio nel quale rivolge la sua preghiera alla Vergine». Lo riferisce il direttore della sala stampa vaticana Matteo Bruni. «In questi giorni di emergenza sanitaria, il Santo Padre affida la Città, l'Italia e il mondo alla protezione della Madre di Dio, come segno di salvezza e di speranza» aggiunge Bruni.

    Roma. Piazza san Pietro (Afp)
  • Francia, campionato di calcio a porte chiuse

    Tutte le partite del campionato di Francia previste entro il 15 aprile si giocheranno a porte chiuse: è quanto annuncia la Lega calcio francese (Lfp), che si conforma così alle misure adottate dal governo per contenere la propagazione del coronavirus.

    Parigi. Lo stadio Parc de Princes (Reuters)
  • Francia, il bilancio sale a 1.606 casi e 30 morti

    Sale a trenta morti e 1.606 persone contagiate il bilancio del coronavirus in Francia pubblicato oggi dal ministero della Salute. Le autorità francesi precisano che l'allerta resta ancora allo “stadio 2”, quella precedente all'epidemia. L'ultimo bilancio di ieri sera era di 25 morti e
    1.412 contagi riscontrati.

  • Bruxelles elogia l’Italia: «Pronti ad aiutare»

    «Ho parlato con il premier Conte, abbiamo discusso della situazione in Italia e di che tipo di sostegno aggiuntivo possiamo dare. Abbiamo deciso di sentirci in videoconferenza nei prossimi giorni per vedere come fornire ulteriore sostegno e che tipo di altre misure»: lo ha detto la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen.

    «Elogiamo le autorità italiane per le misure coraggiose che hanno preso, sappiamo che metteranno sotto tensione gli italiani, ma è meglio prendere queste misure pesanti ora, per proteggere quante più persone possibile dal virus»: lo ha detto il vicepresidente esecutivo della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis. «Sosterremo l'Italia e gli italiani con ogni mezzo e misure a disposizione», ha aggiunto.

    «La situazione in Italia è particolarmente severa, restiamo pronti a lavorare con il Governo italiano su misure aggiuntive per rimediare ai seri
    problemi dell'economia, in base all' articolo 107.3 del Trattato”: lo ha detto la vicepresidente esecutiva della Commissione Ue e commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager.

    Ursula von der Leyen (Afp)
  • Svizzera, Ticino chiede rinforzi a Berna per controllo confine con l’Italia

    Il governo del Canton Ticino ha inviato una lettera al Consiglio Federale di Berna in cui chiede ufficialmente «una presenza fisica ai valichi stradali, ferroviari e della navigazione, da parte del personale del Corpo
    federale delle guardie di confine» all'indomani dell'entrata in vigore del nuovo decreto in Italia. Lo riferisce il sito della televisione svizzera Rsi, che ha copia della lettera. Attualmente entrano liberamente in Svizzera soltanto i lavoratori frontalieri italiani, settantamila quelli residenti nelle province di confine, quasi cinquemila quelli impiegati nella sanità. Gli altri non possono passare: al valico di Ponte Chiasso, ad esempio, c'è un doppio controllo in uscita dall'Italia, da parte della Guardia di Finanza e delle guardie di frontiera elvetiche, che rimandano indietro chi non ha motivi di comprovata necessità. Nella missiva inviata ieri a Berna, il governo ticinese chiede anche disposizioni «simili alle misure indicate e in fase di attuazione da parte delle autorità italiane al confine nazionale» e di prendere contatto attivamente con l'Italia così da coordinare i controlli in entrata e in uscita.

    Un poliziotto ticinese controlla un automobilista al cofine italo-svizzero
  • Austria: italiani possono entrare solo con certificato medico

    Il governo austriaco rifiuterà l'accesso al suo territorio alle persone provenienti dall'Italia a meno che non abbiano un certificato medico che dimostri che non hanno contratto il coronavirus. È quanto emerso in una conferenza stampa del primo ministro Sebastian Kurz, che sta organizzando il rimpatrio dei suoi concittadini dall'Italia, spiegando che dovranno subire un periodo di quarantena «La priorità - ha detto - è fermare la propagazione del virus». Il governo ha anche annunciato restrizioni sugli incontri pubblici e sospeso le lezioni universitarie.

    Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz durante la conferenza stampa sul coronavirus
  • Spagna: 35 morti e 1.622 casi, la metà a Madrid

    È salito a 35 il numero dei morti legati al coronavirus in Spagna. Lo riferisce El Pais, citando dati del ministero della Salute secondo cui i casi confermati sono 1.622 in tutto il Paese, di cui la metà a Madrid. Rispetto a ieri a mezzogiorno, sottolinea il sito del quotidiano spagnolo, il numero dei contagi è aumentato di quasi il 40%.

  • Usa, corsi online per Harvard e Princeton

    Gli effetti del coronavirus si stanno facendo sentire anche nella prestigiosa università americana di Harvard. L’università Usa ha chiesto agli studenti di non fare ritorno al campus dopo il tradizionale “spring break” le vacanze di primavera.L’intenzione è di tenere tutti i corsi online a partire dal prossimo 23 marzo. Una scelta del resto già fatta da Princeton, mentre la Columbia university ha sospeso i corsi per un paio di giorni dopo l’esposizione al virus di una persona collegata alla scuola.

  • Usa, segretario alla Difesa rinvia i viaggi in India e Pakistan

    Il segretario alla difesa americano, Mark Esper, ha deciso di posticipare i viaggi programmati in India, Uzbekistan e Pakistan, per agevolare il dipartimento della difesa nelle azioni di contrasto al coronavirus. I viaggi non sono stati cancellati, ma rinviati a data a destinarsi.

    Il segretario alla Difesa Usa, Mark Esper
  • La Spagna cancella tutti i voli diretti con l’Italia

    La Spagna ha decido di cancellare tutti i voli diretti da e per l’Italia. La misura resterà in vigore dall’11 marzo fino al prossimo 25 marzo. Una ulteriore misura drastica che segue i provvedimenti restrittivi decisi dal governo italiano su tutto il territorio nazionale da un lato, e il raddoppio dei casi di contagio sul territorio spagnolo dall’altro. Non a caso nella giornata di lunedì sono state chiuse le scuole nella regione di Madrid.

  • Weber (Ppe europeo). serve flessibilità sugli aiuti di stato

    «La gente non riesce a capire come mai non riusciamo ad avere un approccio comune per affrontare questa emergenza e per questo abbiamo bisogno di una coerente comprensione» del fenomeno coronavirus. Lo afferma il presidente del Gruppo del Ppe al Parlamento europeo Manfred Weber. Per quanto riguarda l'economia, «dobbiamo fare un uso flessibile delle nostre norme sugli aiuti di Stato per assistere ad esempio le grandi compagnie come Alitalia e poi le Pmi che hanno bisogno di denaro corrente. Usiamo tutta la flessibilità che abbiamo per stabilizzare le nostre economie».

  • Italiani a Malta verranno reimpatriati con navi e voli charter

    Una corsa straordinaria di catamarano fra Malta e Pozzallo e un volo charter fra La Valletta e Roma saranno 'presumibilmente' organizzati entro oggi per gli italiani temporaneamente presenti a Malta che intendono rientrare in Italia. Lo rende noto l'ambasciata italiana. Il governo maltese ha interrotto il traffico passeggeri da e per l'Italia. Gli interessati devono inviare un'email a cons.lavaletta@esteri.it. Per le emergenze i numeri sono +35621233157 o +35622489800.

  • Ryanair cancella tutti i voli da e per l’Italia fino al 9 aprile

    Ryanair cancella tutti i voli da e per l'Italia da sabato fino al 9 aprile dopo le ultime misure adottate dal governo italiano per il contrasto del coronavirus. Lo annuncia un portavoce della compagnia citato dall'agenzia britannica Press Association.

  • Chiusi tutti gli ospedali da campo a Wuhan

    Le autorità di Wuhan, capoluogo della provincia cinese dell'Hubei, hanno chiuso gli ultimi due ospedali provvisori allestiti per accogliere i pazienti contagiati dal coronavirus, segnando così la chiusura di tutte e 16 le strutture dedicate in città. Gli ultimi 49 pazienti dimessi dall'ospedale di Wuchang hanno lasciato la struttura oggi.

  • Delta e American Airlines tagliano voli nazionali e internazionali

    Delta Air Lines e American Airlines hanno annunciato oggi pesanti tagli ai voli nazionali e internazionali, visto il crollo della domanda causato dalla diffusione globale del coronavirus. Delta ha reso noto che ridurrà fino al 25% i voli internazionali e del 10-15% quelli nazionali. Misure simili sono state annunciate da United, JetBlue e, questa mattina, da American Airlines, che ha comunicato un taglio dei voli internazionali del 10%, compresa una riduzione del 55% della capacità sulle tratte transpacifiche; negli Stati Uniti, previsto per aprile un taglio del 7,5% della capacità. La compagnia aerea ha poi deciso di sospendere i voli per la Cina continentale da Los Angeles e Dallas per l'estate e di sospendere i voli da Dallas a Hong Kong fino a giugno.

  • Ministro turco della Sanità: molto probabile arrivi qui il virus. l’Europa è in ritardo nel prendere misure

    È molto probabile che ci sia un focolaio di coronavirus in Turchia, ma per ora non ci sono stati casi confermati», ha detto il ministro turco della sanità Fahrettin Koca. «L'Europa è in ritardo nell'adottare misure ed è ancora troppo lenta», ha detto Koca. «È molto probabile che questo focolaio sia attualmente in Turchia. Comunque, non ci sono casi confermati di questo virus», ha aggiunto.

  • Macron: siamo solo all’inizio dell’epidemia

    «Siamo soltanto all'inizio di questa epidemia» di coronavirus in Francia: lo ha detto questa mattina il presidente francese, Emmanuel Macron, visitando una centrale che gestisce le chiamate urgenti in un ospedale parigino. «Bisogna essere molto chiari, lucidi - ha detto Macron -. Siamo organizzati e in particolare i nostri Pronto Soccorso affrontano l'inizio della crisi».

  • Anche Lagarde parteciperà al vertice Ue straordinario

    Anche la presidente della Bce Christine Lagarde parteciperà alla riunione straordinaria dei leader Ue sul Coronavirus, che si terrà in videoconferenza a partire dalle 17 di oggi. Lo comunica il Consiglio Ue.

  • In quarantena il capo di gabinetto di Macron

    Il capo di gabinetto del presidente francese Emmanuel Macron, Patrick Strzoda, insieme a uno dei suoi più stretti collaboratori, lavoreranno da casa i prossimi giorni per un provvedimento di quarantena. La misura è stata adottata “per precauzione” dopo che i due sono stati a contatto con un caso positivo di Coronavirus la scorsa settimana. Lo ha confermato l'Eliseo dopo che la notizia era stata diffusa dalla tv M6.

  • Austria chiude frontiera con Italia ma è giallo


    L’Austria chiude le frontiere, annuncia il cancelliere Sebastian Kurtz e specifica che la misura è concordata con l’Italia. Ma subito una smentita: la chiusura delle frontiere da parte dell'Austria non è stata concordata con l'Italia, come annunciato dal cancelliere Sebastian Kurz, ma semplicemente notificata all'ambasciatore italiano a Vienna a decisione già presa. Lo apprende l'Ansa da fonti informate.

  • Giappone, nuovo piano di stimolo da 8,5 miliardi di euro


    Nuovo piano di stimolo del governo giapponese del valore di mille miliardi di yen - pari a 8,5 miliardi di euro - da destinare alle attività commerciali e le categorie di lavoratori autonomi, per fronteggiare l'emergenza derivante dal coronavirus. Nel pacchetto sono compresi 500 miliardi di yen da utilizzare in prestiti a tasso zero a favore di piccole e medie imprese a corto di liquidità, dopo il drastico calo del fatturato. Il governo inoltre metterà a disposizione un importo pari a 4.100 yen (35 euro) al giorno per i lavoratori freelance che non potranno accettare un impiego per potersi prendere cura dei propri figli durante la chiusura delle scuole, prevista fino all'inizio di aprile. Le nuove misure dell'esecutivo giungono a circa un mese di distanza dall'approvazione del primo piano di stimolo per le aziende maggiormente penalizzate dal crollo delle presenze turistiche, in primo luogo i turisti cinesi che costituiscono il 35% di tutti i visitatori stranieri nel Paese del Sol Levante. Ad oggi il numero dei contagi da coronavirus in Giappone ha superato i
    1.230 casi, inclusi 696 dei 3.500 passeggeri che erano a bordo della nave da crociera Diamond Princess ormeggiata nella baia di Yokohama. Da ieri tutti i visitatori in Giappone che arrivano da Cina e Corea del Sud sono obbligati a rispettare un periodo di quarantena di 14 giorni in aree designate e a non utilizzare i trasporti pubblici. Circa 2,8 milioni di visti turistici emessi a cittadini cinesi e 17.000 sudcoreani sono stati annullati.

  • Tirolo austriaco, sarà chiuso il Brennero


    “Con l'estensione della zona protetta su tutta l'Italia, possiamo dire che saranno chiusi i confini” al Brennero, “ad eccezione del traffico di rientro”. Lo ha detto il governatore tirolese Guenther Platter, secondo
    l'agenzia Apa. Platter ha parlato di una “situazione drammatica in Italia”. “Ora serve calma e prudenza”, ha aggiunto. I controlli riguardano anche passo Resia e Prato alla Drava.

  • Koch Institut: Italia si è mossa in ritardo. Pazienti tedeschi, il 70% sono under 50


    La principale ragione per cui il numero dei contagi da coronavirus in Germania è ancora basso rispetto all'Italia dipende dal fatto che in Italia il
    Coronavirus “è stato diagnosticato tardi, dopo i primi casi di morte”, mentre in Germania “i casi positivi sono stati identificati molto presto”. Lo afferma il presidente del Robert Koch Institut, Lothar Wieler, in conferenza stampa a Berlino. Si tratta dell'istituto responsabile in Germania per la gestione dell'emergenza, al fianco delle istituzioni. Per la Germania, tutta l’Italia è zona a rischio. In Germania, al contrario che in Italia, i pazienti sono giovani. “Oltre il 70% dei pazienti positivi al Coronavirus in Germania ha un'età compresa fra i 20 e i 50 anni”. Questo ha un significativo impatto sul fatto che per ora nel paese non si sono registrate vittime. Gli esperti del Robert Koch Institut sostengono che in Germania si è iniziato a testare precocemente per identificare i casi di contagio. . Ma anche in Germania la situazione adesso è seria . Il Koch chiede a tutti i sindaci, ai Laender, e agli ospedali di attivare i piani di crisi e di iniziare ad adeguare le strutture” per l'epidemia in Germania.

  • Wizz Air sospende tutti i voli verso Italia e Israele


    Wizz Air sospende tutti i voli verso Italia e Israele. I voli da e per gli aeroporti italiani sono cancellati dal 10 marzo al 3 aprile. I
    voli verso gli aeroporti di Tel Aviv e Eilat saranno sospesi dal 12 al 23 marzo. Israele chiede a tutti indistintamente, chiunque arrivi un’autoquarantena di 14 giorni. Altri vettori low cost come easyJet e Ryanair hanno cancellato voli nazionali e internazionali con scalo in Italia.

  • Ue, seguire alla lettera le decisioni del governo


    “I prossimi giorni e mesi saranno cruciali per la nostra reazione e gli stati membri devono concentrarsi sugli sforzi per contenere fortemente il virus soprattutto dove ci sono pochi casi”. Lo ha detto la commissaria Ue alla Salute Stella Kyriakides. “I provvedimenti che vediamo toccano i nostri cittadini e la loro vita quotidiana - ha aggiunto - e le decisioni prese dai governi non sono prese alla leggera ma vanno seguite alla lettera”. Massima priorita’ e rallentare il virus.

  • Trump promette aiuti all’economia Usa

    Il presidente Trump promette “azioni davvero incisive” a sostegno dell’economia contro il rischio coronavirus. Il presidente americano e il Congresso sono pressati da vari settori dell’economia, viaggi e turismo, energia, manifattura, prodotti di largo consumo, affinche’ prendano provvedimenti incisivi il piu presto possibile per contenere il danno economico da coronavirus.

  • Cina, inflazione al 5,2% a febbraio


    L'inflazione cinese balza del 5,2% annuo a febbraio, dal 5,4% di gennaio (ai massimi ultimi 8 mesi) e in linea con le attese. Se la componente non alimentare sale dello 0,9% (+1,6% a gennaio), quella alimentare vola del 21,9% (massimi da aprile 2008) coi prezzi della carne di maiale saliti per il 12/mo mese di fila (+135,2% contro +116% di gennaio) per la peste suina africana che ha decimato gli allevamenti. Su base mensile, l'inflazione sale dello 0,8% (+1,4% a gennaio). Giù i prezzi alla produzione (-0,4% da attese a -0,3%) con il crollo delle attività per l'epidemia del coronavirus.

  • Marocco, sospesi tutti i voli da e per Italia


    Il Marocco sospende tutti i voli da e per l'Italia. La decisione governativa ha effetto immediato e dura fino a nuovo ordine, secondo il comunicato diffuso questa mattina. Per informazioni e emergenze sono a disposizione numeri del ministero della Sanità 0801004747 e del ministero degli Esteri.

  • La Tunisia chiude le scuole da giovedì

    Il ministro della Sanità tunisino, Abdellatif Mekki, ha annunciato la chiusura di scuole e università a partire da giovedì 12 marzo. È una delle misure decise dal consiglio di Sicurezza nazionale della Tunisia per
    affrontare l'emergenza sanitaria del coronavirus nel Paese. Cinque finora i casi confermati in Tunisia.

  • Usa: oltre 600 casi e 26 morti

    L'ultimo bilancio aggiornato delle autorità Usa sul coronavirus parla di almeno 26 morti e oltre 600 casi confermati (raddoppiati da venerdì scorso) in 35 dei 50 Stati americani.

  • Spagna, scuole chiuse nella regione di Madrid

    Anche la Spagna sta progressivamente adottando misure più drastiche. Nella serata di lunedì la regione di Madrid (la capitale) ha deciso la chiusura delle scuole per cercare di contenere la diffusione del virus che ha portato al raddoppio dei contagi.

  • Nave Grand Princess, gli italiani saranno rimpatriati

    Il governo Usa sta lavorando per rimpatriare con voli charter i passeggeri dei 54 Paesi stranieri, tra cui 32 italiani, a bordo della Grand Princess, la nave da crociera attraccata da poco nel porto di Oakland. Lo ha annunciato il governatore della California Gavin Newsom.

  • Brasile: 25 casi confermati, ma i sospetti salgono a 930

    I casi confermati di coronavirus in Brasile sono sempre 25 -cioè non sono aumentati da domenica- ma i casi sospetti sono passati da 663 a 930, secondo l'ultimo bollettino ufficiale diffuso dal ministero della Sanità.

  • Usa, in quarantena deputato repubblicano. Venerdì era con Trump

    Il deputato repubblicano Doug Collins è il terzo membro del Congresso che si mette in auto quarantena per aver interagito con un partecipante contagiato dal coronavirus alla conferenza dei conservatori Cpac di fine
    febbraio alle porte di Washington. Collins - che ha riferito di non avere alcun sintomo - era con Donald Trump venerdì scorso quando il presidente ha visitato le strutture dei Centers for Disease Control and
    Prevention (Cdc).

  • La Cina quasi fuori dall’incubo, i casi ai minimi

    La Cina vede avvicinarsi la fine dell’incubo coronavirus: 22 nuovi morti, ai minimi da gennaio, 40 contagi tutti nell’Hubei, provincia epicentro dell’epidemia, e nessuno per il secondo giorno di fila nel resto del Paese.

  • Positivo il ministro della cultura francese

    Il ministro della Cultura francese, Frank Riester, è positivo al Coronavirus. Lo si apprende da fonti ufficiali. Riester “sta bene”, a quanto si apprende.

  • Usa, nello Stato di New York il maggior numero di casi

    Lo stato di New York ha il più alto numero di casi per coronavirus, superando anche quello di Washington. Lo riferiscono i media Usa, citando l'ultimo aggiornamento del governatore Andrew Cuomo: 142, contro i 136 dello stato di Washington.

  • La Grecia blocca tutti i volti con il nord Italia

    L'Autorità per l'aviazione civile greca (Caa) ha annunciato la sospensione di tutti i voli da e verso il nord Italia. La misura durerà almeno fino al 23 marzo. La misura, fa sapere la Caa citata da Cnn.gr, riguarda tutti gli aeroporti e le aerolinee della Grecia e si applica ai collegamenti con Emilia Romagna, Piemonte, Lombardia e Veneto.

  • Oltre 4.000 i morti nel mondo

    I morti per il coronavirus nel mondo hanno superato quota 4 mila. È quanto emerge dalla mappa sull’andamento del virus della Johns Hopkins, aggiornata con i dati sui decessi resi noti poco fa dalla Francia e dal Canada e non ancora conteggiati.

  • Israele mette in quarantena chiunque arrivi dall’estero

    Chiunque arriverà in Israele dovrà osservare una quarantena di due settimane, in modo da evitare la propagazione del coronavirus nel Paese. Lo ha annunciato oggi il primo ministro, Benjamin Netanyahu. «Dopo una giornata di discussioni difficili, abbiamo preso una decisione: chiunque arrivi in Israele dall’estero dovrà rispettare l’isolamento di 14 giorni», ha detto Netanyahu in un video diffuso via Twitter.

  • Johnson, Gran Bretagna verso la quarantena per chi ha sintomi influenzali

    La Gran Bretagna prevede un picco dell’aggravamento dei contagi da coronavirus nei prossimi “10-14 giorni” e si prepara a imporre l’auto-isolamento generalizzato in casa per chiunque abbia sintomi “anche leggeri” d'influenza e infezioni respiratorie. Lo hanno detto Boris Johnson e i consiglieri medici del governo Chris Whitty e Patrick Vallance, aggiornando a 5 il numero di morti nel Regno (su 319 casi accertati). È stato però ribadito il no a misure restrittive «premature» che rischierebbero di «affaticare» la gente.

  • Circa 80 persone bloccate in battello da crociera sul Nilo

    Circa 80 persone, fra turisti e membri dell'equipaggio, vengono tenuti in quarantena a bordo di un battello per crociere sul Nilo nei pressi di Luxor, su cui erano stati scoperti casi di coronavirus. Lo ha riferito per telefono il componente di un gruppo di turisti francesi riferendo che a bordo della nave a tre piani “A-Sara”, fra gli altri, vi sono anche statunitensi e indiani. Sabato le autorità egiziane avevano reso noto di aver spostato in isolamento a terra 45 casi sospetti (33 passeggeri e 12 membri dell'equipaggio). La nave trasportava 171 persone, di cui 101 stranieri e 70 egiziani dell'equipaggio, aveva precisato il premier egiziano Mostafa Madbouly. Oggi il ministero della Salute egiziano ha dichiarato che in numero di casi noti in Egitto è salito a 55.

  • Ingressi contingentati al Louvre

    Il museo del Louvre ha contingentato oggi per il primo giorno gli ingressi dei visitatori, riservando l'entrata soltanto a quelli muniti di un biglietto elettronico o a chi aveva l'ingresso gratuito. Lo ha annunciato la direzione, spiegando che si tratta di un adeguamento alle nuove misure restrittive annunciate ieri sera per arginare l'epidemia di coronavirus. Il ministro della Salute, Olivier Véran, ha annunciato ieri che tutti gli assembramenti di oltre 1.000 persone sono vietati, mentre in precedenza il limite era di 5.000 e non riguardava il Louvre. Fra i visitatori che hanno diritto all'ingresso gratuito, i minorenni, i giovani entro i 26 anni residenti nell'Ue, persone con handicap, insegnanti e tutti gli aventi diritto ai sussidi minimi di povertà.

  • Superati i 500 morti in Europa

    In tutta l'Europa i morti per il coronavirus hanno superato i 500.

  • Governo Uk, presto chi ha sintomi lievi dovrà auto-isolarsi

    Nel Regno Unito verrà chiesto alle persone con solo sintomi minori di autoisolarsi nella prossima fase del piano del governo britannico per affrontare il coronavirus. Lo ha detto Chris Whitty, Chief Medical Officer del governo di Boris Johnson. «Andiamo molto vicini al momento, che capiterà probabilmente entro i prossimi 10-14 giorni, in cui diremo che tutti coloro che hanno anche lievi infezioni del tratto respiratorio o febbre dovrebbero auto-isolarsi per sette giorni in seguito», ha dichiarato Whitty in una conferenza stampa al fianco del primo ministro Johnson.

  • La Slovenia introduce controlli alla frontiera con l’Italia

    In Slovenia il Consiglio per la sicurezza nazionale ha adottato una serie di misure restrittive per circoscrivere la diffusione del coronavirus, fra le quali la misurazione della temperatura corporea al confine con l'Italia e all'aeroporto di Lubiana, lo svolgimento dei principali eventi sportivi senza spettatori, mentre scuole e asili nido verranno chiuse solo in caso di necessità e a discrezione del numero di infezioni in ciascuna area. Come riporta l'agenzia di stampa Sta, il ministro della Salute, Ales Sabeder, al termine della sessione del Consiglio per sicurezza ha detto che le attività preventive nei centri sanitari di Metlika, Novo Mesto, Crnomelj e nell'Ospedale generale di Novo Mesto, in Bassa Carniola (Bela Krajina) al confine sud-orientale con la Croazia, saranno sospese, mentre gli esami specialistici urgenti verranno rinviati.

  • In 5.000 in quarantena in cittadina tedesca

    Dopo un caso sospetto da coronavirus in una scuola del Brandeburgo, da 4000 a 5000 persone sono in quarantena domiciliare nella cittadina di Neustadt/Dosse. Lo riferisce la Dpa. Gli insegnanti della scuola avevano avuto contatti con un infettato di Berlino.

  • Cdc Usa: chi è a rischio faccia scorta di cibo e medicine

    Le autorità sanitarie Usa hanno sollecitato gli americani più a rischio sul piano medico a causa del coronavirus a fare scorte di cibo e medicine e di prepararsi a rimanere a casa per un certo periodo di tempo. L'appello, rivolto in particolare agli anziani e alle persone con patologie pregresse, è stato lanciato da Nancy Messonnier, responsabile dei Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) Usa.

  • Oms, sistema sanitario italiano «sotto forte pressione»

    In Italia il sistema sanitario è «sotto forte pressione» soprattutto nelle aree più colpite dall'epidemia di coronavirus. Lo ha detto Michael Ryan, direttore esecutivo dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), durante la conferenza stampa di aggiornamento sull'epidemia di coronavirus. In quelle aree, ha spiegato, «le difficoltà sono notevoli e non è detto che le limitazioni agli spostamenti decise dal Governo siano risolutive, ma daranno il tempo per prepararsi a quello che potrebbe succedere. E soprattutto fare in modo che le altre regioni, attualmente meno colpite, si trovino nella stessa situazione». La domanda, secondo Ryan, è se l'Italia sarà in grado di mettere in campo azioni aggressive e su larga scala nelle zone colpite e azioni aggressive anche nelle altre regioni: «Speriamo che il Governo agisca in modo aggressivo nelle zone colpite. Mi sembra una buona mossa da un punto di vista tattico, perché da tempo per prepararsi altrove», ha detto.

  • Ghebreyesus (Oms): la Cina sta riuscendo a mettere l’epidemia sotto controllo

    Dei quattro Paesi con il più alto numero di contagi da coronavirus «la Cina sta riuscendo a riportare l'epidemia sotto controllo e si assiste a un calo dei nuovi casi riportati in Giappone>. Questo dimostra che «non è mai troppo tardi per invertire la tendenza sul virus». Lo ha detto Tedros Adhanom Ghebreyesus.

  • Oms, il rischio di pandemia è molto reale

    «La minaccia di una pandemia sta diventando molto reale». Lo ha detto il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Ghebreyesus, nella conferenza stampa quotidiana sulla diffusione del coronavirus.
    L'epidemia di coronavirus «non è omogenea a livello globale» e «ci sono scenari differenti, che richiedono una risposta specifica e su misura, non bisogna scegliere tra contenimento e mitigazione, bisogna seguire entrambe le strade contemporaneamente», ha detto ancora Ghebreyesus. I numeri, ha spiegato il numero uno dell'Oms, «non raccontano la storia completa: finora, il 93% dei casi di contagio registrati a livello globale è concentrato in quattro Paesi».

  • Altri quattro contagi in Sudafrica, ora i positivi sono 7

    Altre quattro persone sono risultate positive al coronavirus in Sudafrica. Lo riporta Bbc Africa, specificando che i quattro casi fanno parte di un gruppo di dieci persone che ha viaggiato in Italia ed è tornato nel Paese la scorsa settimana. Questo dato porta a sette il numero di persone infette nel Paese africano.

  • Ryanair sospende tutti voli domestici su Malpensa e Bergamo e riduce quelli internazionali

    Ryanair annunciato ulteriori tagli ai propri operativi da/per l'Italia e all'interno del territorio nazionale, in risposta al “blocco” imposto nel weekend dal governo italiano per i viaggi da/per la zona arancione nel Nord Italia, oltre ad alcuni altri paesi dell'Ue (Slovacchia, Repubblica Ceca, Ungheria, Malta, Romania) che limitano i voli da/verso il Nord Italia con effetto immediato. Secondo quanto comunicato dal vettore irlandese, dalla mezzanotte di martedì 10 marzo alla mezzanotte di mercoledì 8 aprile, Ryanair sospenderà tutti i voli domestici in Italia da/per Bergamo, Malpensa, Parma e Treviso. Inoltre dalla mezzanotte di giovedì 12 marzo alla mezzanotte di mercoledì 8 aprile, Ryanair opterà per un piano fortemente ridotto di voli internazionali da/per Bergamo, Malpensa, Venezia, Parma, Rimini e Treviso, che saranno operativi solo il venerdì, il sabato, la domenica e il lunedì.

  • Dombrovskis: pronti a usare strumenti per sostenere l’economia

    Come ha già detto l'Eurogruppo «siamo pronti a usare diversi strumenti di policy per sostenere la nostra economia europea in questa complicata situazione, quindi lavoreremo con gli Stati membri per coordinare le necessarie misure economiche»: lo ha detto il vicepresidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis. «Le soluzioni ovviamente dipendono da come l'epidemia evolve», ha aggiunto.

  • Due casi a Cipro, ultimo Paese Ue contagiato

    Con due casi confermati a Cipro, ora sono tutti i paesi dell'Ue a essere interessati dal coronavirus.

  • Usa, 4 milioni di kit entro il fine settimana

    Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases, ha annunciato che entro oggi dovrebbero essere disponibili altri 400 mila kit per testare il coronavirus e 4 milioni entro la fine della settimana. La popolazione Usa è di 327 milioni di abitanti.

  • Prime due vittime in Germania

    La Germania registra i primi due decessi legati al Coronavirus. Lo riferiscono le autorità locali. Entrambi i decessi si sono verificati nel Nord Reno-Westfalia, il Land con la più alta popolazione del paese e la maggior parte dei casi di contagio. Una persona di sesso maschile è morta nel distretto di Heinsberg, mentre una donna anziana è deceduta nella città di Essen.

  • Stato di New York, 142 casi

    Sale il bilancio dei casi di coronavirus nello stato di New York; sono 142. Ad aggiornare sui numeri è il governatore Andrew Cuomo, notando come i casi sono concentrati nell'area di Westchester, dove se ne contano 98. Nella città di New York sono 19.

  • 1.191 casi positivi in Francia, 65 in più rispetto a ieri

    Sono 1.191 i casi di contagio da Coronavirus in Francia alle 15 di oggi, con un aumento di 65 rispetto alla stessa ora di ieri. Aumentano di 2 anche i decessi, che ieri erano 19 e oggi sono 21. Lo ha reso noto il ministero della Salute.

  • Post su Twitter di Trump: il crollo dei mercati non c’entra col coronavirus

    Raffica di post su Twitter del presidente Usa Donald Trump, che valuta a livello di “fake news” la crisi sull’epidemia di coronavirus, stigmatizzando che sia la causa del forte calo odierno sui mercati. In un intervento, Trump si lamenta: «Così tante fake news». In uno successivo, scrive: «L'Arabia Saudita e la Russia stanno discutendo sul prezzo e sul flusso di petrolio. Questo, e le fake news, sono la ragione della caduta del mercato!». Infine, un riferimento diretto al numero dei contagiati: «L'anno scorso sono morti 37.000 americani per l'influenza comune. In media [le vittime sono] tra 27.000 e 70.000 all'anno. Niente si ferma, la vita e l'economia vanno avanti. In questo momento ci sono 546 casi confermati di coronavirus, con 22 morti. Pensaci!»

  • Ministro della Salute turco: finora da noi nessun caso

    «Se non avessimo preso le misure in tempo, avremmo potuto essere come l'Italia». Lo ha detto il ministro della Salute di Ankara, Fahrettin Koca, dichiarando che nessun caso di contagio da coronavirus (Covid-19) è stato registrato finora in Turchia.

  • Hotel crollato in Cina, 51 in salvo e 12 morti

    Sono 51 le persone estratte vive dalle macerie dell'hotel Xinjia, crollato in Cina sabato sera a Quanzhou, città della provincia di sudest del Fujian, mentre i decessi confermati sono saliti a 12. È l'ultimo bilancio delle autorità locali aggiornato alle 19:00 (le 12:00 in Italia), mentre procedono gli sforzi dei soccorritori per ritrovare le ultime 20 persone che risultano ancora essere intrappolate sotto le macerie sui totali 71 presenti al momento della tragedia.

  • Ocse: epidemia ultima minaccia al nostro benessere

    «L'epidemia di coronavirus che adesso colpisce tanti Paesi è solo l'ultimo sconvolgimento ad oggi che minaccia profondamente il nostro benessere»: è quanto affermato dal segretario generale dell'Ocse, Miguel Angel Gurria, presentando il rapporto sul benessere di vita (Come va la vita?) concentrato quest'anno sulle molteplici forme di disuguaglianze tra persone.

  • Nel Regno Unito 319 contagi

    È salito a 319 il totale delle persone contagiate finora dal coronavirus nel Regno Unito, secondo il dato aggiornato a questa mattina appena diffuso dal ministero della Sanità britannico: con un incremento di 46 casi rispetto a 24 prima, in leggero calo rispetto al picco di oltre più 60 registrato fra sabato e domenica. In totale il numero dei morti resta al momento confermato a tre. Mentre i tamponi eseguiti sono saliti a quasi 25.000.
    Nel frattempo, il governo ha deciso che le partite di calcio della Premier League e latre manifestazioni sportive importanti non si svolgeranno a porte chiuse, almeno per ora. Lo ha confermato un portavoce di Downing Street, sottolineando fra l'altro la presenza del primo ministro Boris Johnson nel weekend allo stadio per un match di rugby.

  • In Europa il crollo delle Borse supera il tonfo post referendum Brexit

    Il crollo che stanno subendo le Borse europee a causa della paura del coronavirus è superiore anche a quello registrato in occasione del referendum sulla Brexit. L'indice Stoxx 600, che raggruppa le principali società quotate del Vecchio Continente, cede il 7,4%, dopo essere arrivato a perdere fino all'8,2%. Il 24 giugno 2016, dopo il voto per l'uscita dalla Ue, il paniere affondò del 7%. In questo momento Londra perde l'8,1%, Parigi e Francoforte il 7,7%, Madrid 7,9% e Milano -11.

  • Germania, il ministro della Salute: anche da noi ci saranno vittime

    «Anche in Germania ci saranno vittime per il Coronavirus, non siamo un'eccezione, anche qui la situazione si sta sviluppando». Lo ha detto oggi in conferenza stampa a Berlino il ministro della Salute Jens Spahn, a proposito dell'emergenza Coronavirus. La diffusione del virus ha superato i 1100 casi, ma per ora non si registrano vittime nel paese. Il primo tedesco morto è deceduto ieri in Egitto.

  • Spedizioni di iPhone -60% a febbraio

    Le spedizioni di iPhone di Apple sono precipitate di oltre il 60% il mese scorso, secondo i dati ufficiali cinesi, poiché il coronavirus ha costretto il colosso della tecnologia a chiudere i negozi nel più grande mercato di smartphone del mondo. Le spedizioni sono scese di circa 494.600 unità rispetto ai livelli dell'anno precedente.

  • Chiusi 14 dei 16 ospedali da campo a Wuhan

    Le autorità di Wuhan hanno chiuso 14 dei 16 ospedali provvisori allestiti per i convalescenti da coronavirus, mentre stanno drasticamente calando i contagi in città. L'ultima a chiudere è stata la struttura di Jianghan, un centro espositivo internazionale adibito a ospedale. Le autorità locali hanno fatto sapere che le ultime due strutture ospedaliere temporanee rimaste in funzione in città potrebbero chiudere domani.

  • Ferma la Columbia University: le lezioni continueranno online

    La Columbia University decide di cancellare le lezioni per due giorni e di impartirle online per il resto della settimana dopo un caso di quarantena di un membro dell'ateneo di New York a causa dell'esposizione al coronavirus. Il presidente Lee Bollinger ha confermato che non c'è alcun caso confermato di Covid-19 nel campus, tuttavia è stata decisa la chiusura in modo precauzionale.

  • Spagna, sale a 999 il numero dei casi confermati, quasi raddoppiati

    Il numero di casi confermati di coronavirus in Spagna è quasi raddoppiato durante la notte, con concentrazioni acute nella capitale Madrid e nei Paesi Baschi, uno degli hub industriali del Paese. Il numero di casi è salito a 999 lunedì dalle 589 dell'8 marzo, ha detto il ministero della salute. Circa 26 persone sono morte a causa del virus, ha riferito ABC. Mentre la Spagna non ha adottato le stesse misure dell'Italia che ha chiuso tutte le scuole e imposto restrizioni di viaggio nel nord del Paese, la città di Vitoria nel nord della Spagna ha ordinato la chiusura di tutte le scuole per 15 giorni per cercare di contenere l'epidemia.

  • Secondo caso in Nigeria

    Il governo nigeriano ha confermato un altro caso di coronavirus nello stato di Ogun, a sud-ovest del Paese. «Tutti gli altri contatti del paziente zero di Ogun e Lagos rimarranno isolati e verranno eseguiti tamponi su quelli non ancora testati», ha scritto sul proprio profilo Twitter il Centro per il controllo delle malattie (Ncdc) della Nigeria. Bbc riferisce che il nuovo caso è un nigeriano che era stato in contatto con l'italiano risultato positivo al coronavirus due settimane fa. Il governo del Paese sta mettendo in isolamento e testando tutti coloro che sono stati in contatto con il primo caso.

  • In Iran gira la voce che l’alcol adulterato funzioni come antidoto. Ma la falsa notizia ha provocato 27 morti

    È salito ad almeno 27 morti il bilancio della tragedia scatenata in Iran da fake news, che hanno indotto molte persone a bere alcol adulterato pensando che potesse annullare il coronavirus. Lo riferisce l'Isna, che riferisce di altre 218 persone ricoverate in ospedale in gravi condizioni. Il bilancio peggiore nella città di Ahvaz, vicino al confine con l'Iraq, con 20 vittime. Ieri si era appreso della morte di almeno 7 persone. Altri 7 sono morti a Karaj, a nord-ovest di Teheran.

  • 16 contagiati in Polonia

    Abbiamo in Polonia ormai 16 persone contagiate di coronavirus e il loro numero sta per crescere, ha annunciato il ministro della sanità Lukasz Szumowski spiegando che lo stato della salute di due contagiati è recentemente peggiorato. In tutto il paese sono 170 le persone icoverate negli ospedali per sospetto contagio e 4 mila quelle in quarantena a casa.

  • 25 i casi confermati in Brasile

    In base all'ultimo bollettino divulgato domenica sera, il Brasile nel fine settimana è passato da 16 a 25 casi confermati di coronavirus. Tre nuovi pazienti sono stati registrati dagli Stati di Rio de Janeiro, Minas Gerais e Alagoas, secondo il ministero della Sanità di Brasilia. Altri tre casi sono inoltre stati segnalati a San Paolo. In totale, il Paese sudamericano conta 663 casi sotto indagine e 632 scartati. Dei 25 confermati, 21 sono “importati” e quattro contagi sono avvenuti localmente.

  • Quasi 3.900 morti nel mondo, 111mila i contagi

    I morti per il coronavirus nel mondo sfiorano quota 3.900 mentre i contagi hanno superato i 111 mila casi. E' quanto rileva l'ultimo aggiornamento della Johns Hopkins University segnalando che a livello globale oltre 62.369 persone sono invece guarite. In particolare i decessi sono 3.892 mentre i casi positivi, segnalati a livello globale, sono pari a 111.228.

  • Iran, 237 vittime totali

    Si aggrava il bilancio dell'epidemia di coronavirus (Covid-19) in Iran. Altre 43 persone sono morte nelle ultime 24 ore, portando il totale a 237
    vittime. Il numero dei casi registrati è salito a 7.161, con 595 nuovi contagi confermati. Lo rende noto il ministero della Salute di Teheran.

  • Von der Leyen: valutiamo possibili azioni Ue per evitare recessione

    «Sono due gli approcci per fronteggiare l'impatto economico della diffusione del coronavirus: flessibilità per il patto di stabilità e fondi». Lo ha detto la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen in una conferenza stampa sui primi cento giorni dell'esecutivo Ue rispondendo a una domanda su che cosa stiano facendo le istituzioni europee per evitare una recessione.

    Von der Leyen ha precisato: «dal punto di vista macroeconomico sono in stretto contatto con la presidente della Bce Lagarde e poi ci sarà la riunione dei ministri finanziari la prossima settimana su possibili azioni a livello Ue». Quanto alla flessibilità sui bilanci pubblici «esploriamo tutta la possibilità esistente e anche sugli aiuti di Stato relativamente alle circostanze eccezionali» qual è quella del coronavirus.

  • Il Parlamento Ue valuta annullamento plenaria

    Il Parlamento europeo sta valutando di annullare l’assemblea plenaria prevista oggi a Bruxelles a causa dell’emergenza coronavirus. La seduta era già stata trasferita, in via eccezionale, da Strasburgo a Bruxelles.

  • Nigeria, confermato il secondo caso

    La Nigeria ha confermato il secondo caso di coronavirus nel paese. La persona è attualmente in stato di isolamento nella regione sud-occidentale di Ogun. Il primo caso registrato nel paese era stato un cittadino italiano che aveva viaggiato nello stesso Stato.

  • Albania, scuole chiuse per 2 settimane

    Il governo di Tirana ha deciso di chiudere per due settimane tutte le scuole, di sospendere le attività sportive e culturali, di impedire gli eventi di massa in luoghi chiusi, incluse le conferenze o fiere. Il premier ha invitato i cittadini a evitare il panico e tenere in considerazione solo le informazioni ufficiali diffuse dalle autorità.

    Nella notte il ministero albanese della Sanità ha comunicato i primi due casi di coronavirus nel Paese. Si tratta di padre e figlio rientrati da un viaggio a Firenze, i quali sono risultati “positivi al Covid-19”.

  • Germania, oltre 1000 casi registrati

    Sforano quota mille e salgono a 1.112 i casi positivi di Coronavirus in Germania. Lo rende noto il ministero della Salute, il cui bollettino era fermo ieri a 902 positivi. Resta particolarmente colpito il distretto di Heinsberg, nel Nordreno-Vestfalia, con 484 casi, e sale vistosamente anche il bilancio della Baviera con 256 contagi. Segue il Baden-
    Wuerttemberg con 199. A Berlino i positivi registrati sono 40.

  • La Romania cancella i voli da e per l’Italia

    La Romania ha deciso di sospendere tutti i voli da e per l’Italia, avviando un blocco che durerà per le prossime due settimane. Lo ha comunicato il ministro degli Interni Marcel Vela, spiegando che lo stop mira a contenere il contagio da coronavirus nel paese.

  • Corea del Sud, 96 nuovi casi

    La Corea del Sud ha registrato 96 nuovi casi di coronavirus, portando il totale a 7.478 unità.

  • Borse europee in caduta libera, Madrid a -7%

    Avvio in pesante ribasso per le borse europee. Il listino di Madrid perde l’7%, in un clima di nervosismo innescato dall’emergenza coronavirus.

  • Governo Giappone e Boj valutano un intervento

    Il governo giapponese e la banca centrale (Boj) sono pronti ad intervenire per garantire la stabilità del sistema finanziario in scia all'aumento
    dell'incertezza causata dall'espansione del coronavirus. «Il
    Giappone è deciso ad arginare ogni impatto negativo prodotto dal
    virus sull'economia del Paese». È il messaggio dell'esecutivo
    al termine della riunione di emergenza del ministero delle
    Finanze, l'Agenzia nazionale dei servizi finanziari e la Boj,
    ribadendo la contrarietà degli organi di vigilanza all'eccessiva
    volatilità dei cambi

  • Arabia Saudita, stop ai viaggi e tutte le scuole chiuse

    L’Arabia Saudita ha deciso di sospendere i viaggi da nove paese e chiudere tutte le scuole «a tempo indeterminato» per frenare l’espansione del coronavirus nel Medio Oriente.

  • Germania, 12,4 miliardi per proteggere l’economia

    Il governo tedesco ha annunciato investimenti aggiuntivi per 12,4 miliardi di euro tra 2021 e 2024 per sostenere aziende e lavoratori danneggiati dall’esplosione dell’epidemia di coronavirus.

  • La Banca di Francia abbassa stime di crescita a 0,1%

    La Banca di Francia ha abbassato le sue previsioni di crescita dell'economia francese nel primo trimestre allo 0,1%, contro lo 0,3% stimato in precedenza, a causa dell'espansione del coronavirus nel paese, secondo una seconda stima pubblicata oggi. Secondo l'indagine mensile sulle attività condotte dalla Banca di Francia con i leader aziendali, ora si prevede un declino dell'attività a marzo, sia nel settore industriale che nei servizi.

  • L’India nega l’attracco a nave da crociera Msc

    L'India ha deciso di chiudere i suoi porti alle navi da crociera straniere per timore di contagio da coronavirus e ha già negato il permesso di attracco
    a una nave europea, la Msc Lirica, capace di trasportare 2.000 passeggeri e 700 membri di equipaggio. Lo fanno sapere fonti indiane. La nave avrebbe dovuto attraccare nel fine settimana nel porto di Mangalore, nello stato del Karnataka. Non è chiaro se a bordo vi siano persone infette, né dove la Msc Lirica abbia deciso di dirigersi.

  • Le Maire: la Bce ha margine di manovra, Francia in crescita sotto l’1%

    Il ministro delle Finanze francese, Bruno Le Maire, ha dichiarato che la Banca centrale europea ha «margine di manovra» per misure sul coronavirus. L’impatto dell’epidemia sull’economia internazionale, ha aggiunto Le Maire, sarà «nell’ordine di diverse decine di punti base». Lo stesso Pil francese potrebbe crescere meno dell’1% nel 2020.

  • Corea del Nord, volo evacua 100 stranieri

    Un volo speciale di Air Koryo, la compagnia di bandiera nordcoreana, è partito questa mattina da Pyongyang con circa 100 stranieri per raggiungere dopo due ore circa Vladivostok, in Russia, chiudendo un periodo di 30 giorni di quarantena. Si tratta del charter a lungo negoziato dare a diplomatici e personale in forza alle Ong di lasciare il Paese eremita dopo lo stop ai collegamenti aerei e la chiusura della frontiera con la Cina decisa dal Nord a fine febbraio sui timori della diffusione del contagio del coronavirus.

  • Thailandia, crolla il turismo: -44,3% degli arrivi

    Gli arrivi di turisti stranieri in Thailandia sono crollati a febbraio del 44,3% rispetto all’anno precedente, con un calo dell’85,3% di visitatori cinesi. Lo riportano le autorità nazionali.

  • Coronavirus, raggiunte le 3.800 vittime

    Cresce il bilancio globale delle vittime del coronavirus. Secondo dati riportati dall’agenzia di stampa Bloomberg, il totale di morti causati dall’epidemia ha raggiunto le 3.800 unità, mentre l’infezione ha raggiunto circa la metà dei paesi mondiali.

  • Wizzair, compagnia ungherese, sospende i voli con il nord Italia

    Wizzair, compagnia low cost ungherese, ha annunciato oggi la sospensione di tutti i voli verso Milano, Treviso e Bergamo, zone fortemente interessate dall'epidemia di coronavirus. Come riferiscono i media serbi, l'aeroporto di Budapest ha fatto sapere da parte sua che da domani non saranno accettati voli da quelle tre città italiane.

  • Austria, i controlli al confine con l’Italia potrebbero slittare

    Potrebbe slittare l'avvio dei controlli sanitari da parte delle autorità austriache al confine con l'Italia, che avrebbero dovuto cominciare domani mattina. L'assessora alla Salute della Carinzia, Beate Prettner, al
    termine di una videoconferenza con il ministero competente
    austriaco, ha parlato infatti di verifiche che cominceranno «nel
    corso della settimana».
    In particolare, ci sarebbero ancora alcuni punti da chiarire in merito: chi effettuerà materialmente i controlli, polizia oppure sanitari e dove saranno effettuati. Lungo il confine tra Austria e Friuli Venezia Giulia, ad esempio, non sarebbe ancora stato stabilito se verranno monitorati veicoli e persone soltanto a Tarvisio o anche a Pramollo. Nei giorni scorsi il cancelliere Sebastian Kurz aveva parlato di controlli sanitari «mirati e non capillari», provvedimenti che porterebbero «a una sensibilizzazione e a un calo del traffico transfrontaliero, oltre che ad evitare i viaggi non
    indispensabili», e che durerebbero due settimane.

  • Usa, 21 i morti e oltre 490 i contagiati

    Aumentano i morti a causa del coronavirus negli Stati Uniti: sono 21, due più di ieri. I totale è di oltre 490 contagiati. I due nuovi decessi sono stati
    registrati nello stato di Washington, quello più colpito dal virus e dove è concentrato il maggior numero di vittime. Secondo il sindaco di New York Bill De Blasio, i casi in città potrebbero essere un centinaio i casi di coronavirus

  • Portogallo, presidente di mette in auto-quarantena

    Il presidente portoghese Marcelo Rebelo de Sousa ha annunciato che si si metterà spontaneamente e per precauzione in quarantena, annullando tutte le attività pubbliche, dopo che in una scuola da lui visitata nel nord del Paese è stato registrato un caso di coronavirus. La scuola è stata chiusa, in seguito alla scoperta. Ma, ha precisato la presidenza, Sousa - che non ha alcun sintomo - «non è stato in contatto né con lo studente ora ricoverato, né con la sua classe, che non era presente» durante la visita del presidente.

  • La Gran Bretagna sconsiglia i viaggi in Lombardia

    Il Foreign Office britannico sconsiglia da oggi qualunque viaggio non assolutamente indispensabile dal Regno Unito verso tutta la Lombardia e le 14 province isolate dal decreto della notte scorsa dal decreto del governo Conte a causa dell'emergenza coronavirus. Finora il cosiddetto «sconsiglio» era in vigore solo per gli 11 comuni lombardo-veneti in lockdown da qualche tempo. Parallelamente è stata estesa l'indicazione delle due settimane di auto-isolamento per chiunque arrivi nel Regno, anche senza sintomi di sorta, dall'intera Lombardia e dalle 14 province e chi vi ha soggiornato negli ultimi 14 giorni. Resta invece invariata la misura in base alla quale chi giunge dal resto dell'Italia deve auto-isolarsi solo laddove abbia sintomi come tosse, febbre o affanno, anche «lievi».

  • Repubblica ceca, 32 casi positivi

    Sono 32 i casi del coronavirus nella Repubblica ceca. Il governo ha deciso una quarantena di 14 giorni non solo per i cechi tornati dall'Italia ma anche per i turisti in arrivo nel Paese. Dalla misura sono esclusi gli autisti dei trasporti merci, i conduttori dei veicoli di sanità pubblica e i piloti degli aerei. Il più giovane infetto è un bambino di 2 anni. Il paziente più anziano ne ha oltre 70.

  • La Francia proibisce i raduni con più di mille persone

    La Francia ha proibito i raduni con più di mille persone, per contenere l'epidemia di coronavirus. Lo ha annunciato il ministero della Salute.

  • Nel mondo oltre 100 Paesi colpiti e 3.600 morti

    Il coronavirus ha superato la soglia psicologia dei cento Paesi colpiti: precisamente sono 106, inclusi i territori, quelli coinvolti dall'infezione, con un bilancio di oltre 106mila casi e circa 3.600 morti. Uno scenario da pandemia, sebbene l'Oms non l'abbia ancora dichiarata. Il Covid-19 si allontana progressivamente dalla Cina - che ha registrato solo 44 nuovi contagi, in continua diminuzione - per radicarsi in Europa, dove al contrario si fanno i conti con un'impennata di test positivi. A partire dall'Italia, che è seconda nel mondo per numero di vittime, e da Germania e Francia, entrambe sopra i mille contagi. Le cifre italiane, oltre 6.300 casi e 366 morti, sono il termometro del dilagare dell'epidemia nel Vecchio Continente. Fuori dai confini nazionali si moltiplicano gli appelli dei governi ai connazionali ad evitare viaggi nelle zone isolate della penisola, mentre l'Austria ha annunciato che martedì scatteranno i controlli sanitari al Brennero. E c'è chi vorrebbe misure ancora più drastiche, come il premier della Repubblica ceca Andrej Babis, che ha suggerito alle autorità italiane di vietare ai propri cittadini di andare all'estero.
    Francia e Germania, oltre mille contagi
    Il secondo Paese più esposto in Europa, la Francia, è alle prese con oltre 1.100 contagi e 19 morti, tanto che a Parigi ci si prepara ad aumentare l'allerta a livello 3, che certifica cioè l'epidemia. Anche la Germania ha superato i mille contagi ed ha registrato il primo morto, un turista deceduto in Egitto (in questo caso si tratta anche della prima vittima in Africa).
    Salgono i casi in Spagna e Uk
    In Spagna il bilancio degli ammalati è salito ad oltre 600, in Gran Bretagna si è registrato un nuovo picco, 63 casi in 24 ore, oltre 270 complessivi, con un massiccio ricorso ai test. Non va meglio negli altri Paesi, se si considera che il Belgio ha superato i 200 contagi e l'Olanda è oltre quota 260. Nuovi casi anche in Russia, Grecia, Slovenia, e il Covid-19 è apparso per la prima volta in Bulgaria.
    Emergenza negli Stati Uniti
    Nel resto del mondo è ancora critica la situazione in Iran, terzo paese per numero di vittime, quasi 200, ed oltre 6.500 contagi. Come nuova misura di contenimento, le autorità hanno sospeso tutti i voli verso l'Europa. Negli Stati Uniti si allarga il focolaio nello stato di New York, con almeno 105 contagi sui quasi 500 complessivi, mentre il numero dei morti nel Paese è arrivato a 19. A far discutere oltreoceano, stando a quanto riporta il New York Times, è anche la presunta reticenza della Casa Bianca ad una completa informazione sull'epidemia, nonostante le pressioni degli esperti sanitari, per il timore da parte di Donald Trump di un crollo dei mercati e del panico fra la popolazione.
    America Latina

    La mappa del contagio si è estesa ancora più a sud: il coronavirus ha provocato la prima vittima in America Latina, in Argentina, e si è affacciato anche in Paraguay. Dopo Cile, Perù,
    Colombia e Messico.

  • Germania: medico positivo, chiuso un ospedale

    In Germania è stato chiuso un intero ospedale dopo che un medico è risultato positivo al coronavirus al rientro da un soggiorno in Alto Adige. Lo scrive la stampa tedesca. Il medico dell'ospedale di Zerbst, in Sassonia Anhalt, dopo il suo ritorno, ha lavorato per alcuni giorni prima di manifestare i primi lievi sintomi. Il tampone è poi risultato positivo. Le autorità tedesche stanno ora ricostruendo i contatti dell'uomo per effettuare dei controlli. Nel frattempo il nosocomio non può accettare né nuovi pazienti né visitatori.

  • Germania, oltre mille casi di contagio. Morto in Egitto cittadino tedesco

    La Germania, che nella prima parte della giornata aveva superato i 900 casi di contagio, ha comunicato di aver superato quota mille nella serata di domenica. Nel corso della giornata si sono registrati gli appelli del ministro della Salute Jens Spahn a restare a casa e a cancellare le manifestazioni con più di mille partecipanti. Il primo morto in Africa, in Egitto, inoltre, è un cittadino tedesco.

  • L’Arabia Saudita chiude le scuole e le università

    L’epidemia di coronavirus e il dilagare della paura ad essa connessa non risparmia l’Arabia Saudita. Il Paese mediorientale ha deciso nel pomeriggio di domenica 8 agosto di sospendere le attività scolastiche di ogni ordine e grado, università compresa, per ridurre il rischio di contagi. L’Arabia Saudita ha anche annunciato nella serata di domenica il rinvio dei Giochi sauditi, il più importante evento sportivo del regno.

  • Altri 4 casi positivi in Slovenia: 16 in tutto

    In Slovenia sono stati accertati altri quattro casi di contagio da coronavirus, portando il totale a 16. Lo ha reso noto il premier uscente Marjan Sarec, citato dai media locali.

  • Usa, Oregon: stato di emergenza per il coronavirus

    Il governatore dell’Oregon ha dichiarato lo stato di emergenza per l’epidemia di coronavirus. Una decisione analoga era stata presa in precedenza da parte del governatore dello stato di New York. La decisione dell’Oregon è stata presa a seguito dei sette nuovi casi confermati di contagio che hanno portato il totale dello stato a 14.

  • Israele valuta la quarantena per tutti gli arrivi dall’estero

    Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha dichiarato domenica che Israele sta prendendo in considerazione l'estensione delle restrizioni all'ingresso ai viaggiatori di tutti i Paesi, una mossa che porterebbe ad azzerare il flusso di turisti stranieri. Durante una conferenza stampa, Netanyahu ha affermato che la misura, se adottata, richiederebbe che chiunque arrivi in Israele entrasse in quarantena per 14 giorni: una decisione definitiva in merito sarà presa nella giornata di lunedì 9 marzo, dopo una ulteriore consultazione con gli esperti sanitari. Israele richiede già l'auto-quarantena per i viaggiatori che arrivano da 15 paesi.

  • Cile: i casi di contagio salgono a 9

    Una persona di 39 anni, che vive nella regione di Maule, è il nono caso accertato di coronavirus in Cile. Lo ha reso noto oggi la radio BioBio di
    Santiago. Le autorità sanitarie cilene hanno precisato che si tratta di un paziente che ha avuto contatto con familiari risultati positivi al Covid-19 e che sono stati i primi due casi confermati sul territorio cileno. L'uomo, si è inoltre appreso, presenta una sintomatologia lieve per cui è stato posto in
    isolamento domiciliare, sotto sorveglianza medica. In mattinata la Clinica Las Conde della capitale aveva reso noto che una donna di 83 anni, dopo aver incontrato un parente tornato dagli Stati Uniti con sintomi seri di coronavirus, è stata a sua volta ricoverata ieri. I test di laboratorio hanno confermato il contagio al Covid-19.

  • Francia, oltre 1.100 contagi e 19 morti

    In Francia è stata superata la soglia dei mille contagi da coronavirus. Secondo quanto annunciato dal ministero della Salute, da sabato sera,
    altri tre decessi portano il bilancio delle vittime a 19. Ieri, i contagi erano stati conteggiati in 949, oggi alle 15 le autorità ne hanno annunciati 1.126, con un aumento di 177 casi.

  • Germania, 902 casi. Il ministro della Salute: state in casa

    Las Germania ha 902 casi di coronavirus confermati alla giornata di domenica. Per questo il ministro della Salute Jens Spahn invita gli organizzatori di manifestazioni ed eventi con più di mille partecipanti a cancellarli e le persone a stare a casa per contenere la diffusione del virus.

  • Usa, Sanders potrebbe annullare appuntamenti della campagna elettorale

    Bernie Sanders, candidato democratico alla Casa Bianca protagonista del testa a testa con JoeBiden nelle primarie del Partito Democratico, potrebbe annullare i prossimi appuntamenti della campagna elettorare se questo si rendesse necessario per fronteggiare la diffusione dell’epidemia da coronavirus e fosse ritenuto utile delle autorità sanitarie Usa. Sanders lo ha dichiarato nel corso di una intervista alla Nbc.

  • Primo morto in Egitto e in Africa: è un cittadino tedesco

    In Egitto si registra il primo morto per coronavirus. Secondo quanto riporta l’agenzia Reuters, che cita il ministero della Salute del Paese nordafricano, si tratta di un cittadino tedesco. Si tratta del primo morto
    causato dall'epidemia in Africa, secondo la mappa della Johns Hopkins University. L’uomo, con febbre, era stato portato in ospedale, nel reparto di terapia intensiva, dopo essere arrivato a Hurghada da Luxor, lo scorso 6 marzo.

  • Lancet: l’Europa ha fatto troppo poco e troppo tardi per contenere l’epidemia

    L'Europa probabilmente ha fatto «troppo poco e troppo tardi» per contenere l'epidemia del virus Sarà-CoV-2, a differenza della Cina che invece ha messo in atto «il più ambizioso agile e aggressivo sforzo mai visto nella storia» contro l'epidemia. Lo scrive in un editoriale non firmato la rivista Lancet, che esorta i governi ad una azione più decisa anche sul fronte delle restrizioni alle libertà personali. Il successo della Cina, scrive la rivista, è dovuto soprattutto a un sistema amministrativo forte che può mobilitarsi in caso di minaccia, combinato con il pronto accordo della popolazione cinese ad obbedire a procedure di salute
    pubblica stringenti. «Anche se altre nazioni non hanno la politica basata sul comando e il controllo che ha la Cina - scrive la rivista -, ci sono delle lezioni importanti che i presidenti e i primi ministri possono imparare dall'esperienza cinese. I segni sono che queste lezioni non sono state apprese». Fino a questo momento, scrive sempre la rivista, le evidenze
    suggeriscono che lo sforzo colossale del governo cinese ha salvato migliaia di vite. I paesi ad alto reddito che ora affrontano l'epidemia devono prendere rischi calcolati e agire in maniera più decisa. Devono abbandonare la paura delle conseguenze economiche e politiche a breve termine che possono seguire la restrizione delle libertà personali come parte di misure di controllo più decise».

  • Confronto Netanyahu-Pence sul coronavirus. Israele pronto a chiudere arrivi da diversi Stati Usa

    Confronto telefonico con al centro la sfida del coronavirus tra il premier israeliano Benjamin Netanyahu e il vicepresidente Usa Mike , nominato alcuni giorni fa dal presidente Donald Trump a capo della task force per fronteggiare l’epidemia. Alla telefonata fra i due leader faranno seguito confronti tecnici tra funzionari ed esperti sulle possibili collaborazioni da mettere in atto. Il premier israeliano ha inoltre comunicato che Israele sta valutando la possibile chiusura agli arrivi da un serie di stati Usa colpiti dal coronavirus. A oggi Israele ha registrato 25 casi positivi.

  • Stato di New York: salgono a 105 i casi positivi

    Gli americani a rischio di contagio da coronavirus o particolarmente vulnerabili dovrebbero evitare la folla e i momenti sociali con numerose persone. Questa una delle raccomandazioni insistenti diffuse nella giornata di domenica da parte di Anthony Fauci, il funzionario a capo dell’unità malattie infettive dell’Istituto nazionale di sanità.La crescente preoccupazione va di pari passo con l’incremento del numero di contagi: nello stato di New York i casi positivi sono passati da 89 a 105, secondo quanto riferito dal governatore Cuomo.

  • San Marino, via libera ai 6mila lavoratori transfrontalieri

    I circa 5mila frontalieri riminesi e i mille dalla provincia di Pesaro potranno domani andare regolarmente a lavoro, varcando il confine con la Repubblica San Marino. Lo ha confermato la segreteria di Stato di San Marino.

  • Usa 2020: annullato evento con Biden e Sanders in Florida

    La maggiore federazioni di sindacati negli Stati Uniti, l'AFL-CIO, cancella l'evento in calendario la settimana prossima a Orlando, in Florida, sulla scia dei timori per il coronavirus. All'appuntamento avrebbero dovuto partecipare Joe Biden e Bernie Sanders, i due candidati democratici alla Casa Bianca. La cancellazione mostra come il virus potrebbe avere ripercussioni anche sulla campagna elettorale. In precedenza, però, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, aveva ribadito che i suoi appuntamenti della campagna elettorale non avrebbero subuito modifiche. Intanto, tuttavia, anche a fronte del crescente numero di casi, le autorità sanitarie federali stanno mettendo a punto misure, tra cui anche il rispetto della distanza tra le persone, nel tentativo di contenere la diffusione dell’epidemia.

  • Polonia, altri due contagiati da coronavirus

    Altri due casi di persone contagiate di coronavirus sono stati scoperti in Polonia e il numero di malati di Covid-19 sale a otto persone. Lo ha reso
    noto oggi il ministero della sanità. Fra i due c'è un uomo ricoverato nel sud del paese, arrivato in bus dall'Italia pochi giorni fa. L'altra paziente, una cittadina spagnola, è arrivata in aereo dalla Germania ed è ricoverata a Varsavia. Nessuno degli otto malati rischia la vita. Il ministero ha inoltre fatto sapere che ogni giorno vengono realizzati 90-100 test per la presenza di virus ma le strutture permettono di realizzarne anche oltre 2000. Le autorità centrali, sulla base di una nuova legge anti-epidemia entrata in vigore oggi, consigliano di sospendere manifestazioni di massa. Finora solo alcune scuole per precauzione hanno sospeso le
    lezioni per alcuni giorni. Interrotti invece i programmi di scambi internazionali fra i studenti. La direzione del Museo di Auschwitz ha comunicato che per prevenire il rischio di contagio sarà ridotto il numero di visitatori. All'ingresso del memoriale sarà installato l'apparecchio per disinfettare le mani.

  • Ciclismo, Parigi-Nizza: ricusato il presidente della giuria perché italiano

    Spiacevole episodio prima del via della gara ciclistica internazionale Parigi-Nizza: l'italiano Gianluca Crocetti avrebbe dovuto essere il presidente di giuria ma, a causa della sua nazionalità, è stato ricusato e sostituito con un collega spagnolo, scelta voluta dagli organizzatori francesi. Crocetti, toscano di Pontremoli è stato presidente di giuria
    anche all'ultimo Tour de France.

  • Russia, low-cost di Aeroflot sospendo voli su Italia

    La compagnia aerea russa Pobeda - low-cost del gruppo Aeroflot - ha cancellato tutti i voli per l'Italia previsti per l'11-31 marzo. Lo ha dichiarato un portavoce della compagnia. Lo riporta Interfax. «Ai passeggeri dei voli cancellati verranno offerte due opzioni: un volo con l'Aeroflot da/per Milano, Roma, Venezia o Bologna oppure il rimborso completo», ha dichiarato il portavoce. La decisione è stata presa nel contesto del divieto
    di ingresso-uscita dalle diverse province italiane decisa dal governo. Pobeda opera voli da Mosca a Bergamo, Roma, Rimini, Pisa e Treviso. Al momento la compagnia di bandiera russa, l'Aeroflot appunto, continua a volare in Italia.

  • Stato di Washington pensa a limitare riunioni e raduni per contrastare epidemia

    Lo Stato di Washington sta valutando l'opportunità di adottare misure obbligatorie per limitare le riunioni e gli eventi sociali e contenere la diffusione del coronavirus nello stato duramente colpito. Lo ha annunciato domenica il governatore Jay Inslee.

  • Tre nuovi casi di contagio in Russia, sono persone che erano state in Italia di recente

    Tre nuovi casi di coronavirus sono stati registrati in Russia nelle ultime ventiquattro ore, le persone infette si trovano attualmente nelle regioni di
    Kaliningrad, Mosca e Belgorod. Lo ha detto il centro di risposta russo all'epidemia, aggiungendo che tutte queste persone hanno visitato l'Italia nelle ultime due settimane. Il numero totale di infetti in Russia sale così a 17. Lo riporta Interfax.

  • Malta, medici chiedono stop voli da e per l’Italia. Il premier: non è la peste, restiamo aperti

    L'associazione dei medici maltesi (Mam) è tornata a chiedere con una nota ufficiale lo stop immediato ai voli da e per nord Italia. Ma il governo per ora mantiene aperti tutti i collegamenti in Italia, anche se - secondo fonti di Malta Today - in una riunione del gabinetto dei ministri è stato duro il confronto tra il premier Robert Abela, favorevole al mantenimento delle misure attuali, ed il vicepremier nonché medico e ministro della salute Chris Fearne. «Il coronavirus non è la peste - ha detto Abela - Malta resta aperta».

    L'appello dei medici per il rafforzamento delle misure di difesa di Malta dal Covid-19 era stato lanciato per la prima volta 5 giorni fa ed è stato ribadito sia ieri, subito dopo la diffusione della bozza sul Dpcm, sia stamani dopo l'ufficializzazione delle misure del governo italiano. L'appello dei medici è stato ripreso da tutti i media nell'arcipelago, in cui è scattata un'ondata di forte preoccupazione ed una corsa all'accaparramento di provviste. Fortissimi i timori sul futuro delle industrie principali del paese, turismo e servizi finanziari.

  • Stato New York pronto a chiudere scuole se necessario

    «Se ci sarà bisogno di chiudere le scuole» per far fronte all'emergenza del coronavirus «le chiuderemo». Lo afferma il governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo. Nei giorni scorsi le autorità della città di New York hanno più volte sottolineato che la chiusura delle scuole deve essere
    considerata come l'ultima spiaggia: il sistema di scuole pubbliche della città è il più grande del paese con 1,1 milioni di studenti, di cui 750.000 considerati poveri. Una categoria quest'ultima che include 114.000 bambini senzatetto. Per questi bimbi svantaggiati la scuola è l'unico posto per ricevere tre pasti caldi al giorno e assistenza medica. A questo si aggiunge che la fascia più povera di bambini non ha internet a casa e
    quindi non è possibile perseguire neanche la strada dell'insegnamento a distanza.

  • Iran, convinti da fake news bevono alcool metilico contro il coronavirus: 7 morti, 48 gravi

    I rischi da fake news sono sempre dietro l’angolo e a volte possono avere conseguenze drammatiche. È quanto è accaduto in Iran, dove almeno sette persone sono morte e altre 48 sono ricoverate in ospedale, alcune in gravi condizioni e altre ancora hanno perso la vista, per aver bevuto alcol adulterato o metilico, dopo che una fake news asseriva che consumare alcol avrebbe ucciso il virus nel corpo. L'episodio è avvenuto nella cittadina di Ahvaz, nell'Iran centrale, rende noto il viceprocuratore Ali Beiranvand. «Altri 48 consumatori sono in cura in ospedale e alcuni di loro sono diventati ciechi», ha detto il magistrato, aggiungendo che altri potrebbero morire. In Iran il coronavirus ha ucciso finora 194 persone.

  • Germania: annullare manifestazioni con più di mille partecipanti

    Gli eventi pubblici che prevedono più di mille partecipanti devono essere annullatti. A dirlo è il ministro della salute tedesco, Jens Spahn, che ha ricordato come molte manifestazioni sono già state cancellate, ma anche che in molti altri casi gli organizzatori sono troppo lenti nell’agire.

  • Usa: accelerazione dei casi di coronavirus

    Gli Stati Uniti stanno sperimentando «un'accelerazione dei casi di coronavirus». Lo afferma Anthony Fauci, l'immunologo direttore dell'istituto americano per lo studio delle malattie infettive, il National
    Institute of Allergy and Infectious Diseases. «Le persone a rischio dovrebbero prendere le distanze dalle grandi folle e assolutamente evitare le crociere», aggiunge Fauci, precisando che i test per il coronavirus si stanno intensificando dopo «alcuni passi falsi iniziali sotto il profilo tecnico». E a proposito di crociere, domenica la Princess Cruise ha annunciato l’annullamento della crociera prevista in partenza dal porto di Los Angeles. Princess Cruise annuncia di aver ricevuto dalle autorità americane il divieto a partire fino a quando non saranno effettuati i test su un membro dell'equipaggio per il coronavirus. Princess Cruise precisa che uno dei membri dell'equipaggio è stato trasferito 15 giorni fa alla Royal Princess dalla Grand Pricness, la nave da crociera da giorni al largo delle coste della California con 21 persone positive al coronavirus, di cui 19 membri dell'equipaggio.

  • Regno Unito: i casi confermati salgono a 273

    Il numero di casi di coronavirus confermati nel Regno Unito sono saliti a quota 273 rispetto ai 209 della giornata di sabato. Il governo ha anche fatto sapere che in Gran Bretagna sono state sottoposte a test più di 23.500 persone.

  • Grecia, i casi salgono da 7 a 73

    La Grecia è un altro Paese che si aggiunge alla lista di quelli che hanno deciso di “chiudere” gli eventi sportivi al pubblico per almeno due settimane. Fermati anche i campi scolastici e convegni, così come le atività rivolte ai pensionati (per almeno quattrio settimane). La decisione è stata presa dopo che i casi sono praticamente decuplicati, passando dagli iniziali 7 a 73.

  • Olanda: non viaggiate nelle zone chiuse dell’Italia

    Il ministero degli Esteri olandese sul suo sito ufficiale avvisa: «Non viaggiate» nella zona rossa italiana (Lombardia e le 14 province oggetto del provvedimento del governo italiano). «La vita pubblica è quasi ferma: tutti gli eventi sono cancellati - si legge -. Musei, cinema, località sciistiche e scuole sono chiusi. Le persone devono stare ad un metro di distanza. Per questo il colore passa da “arancio” (solo viaggi necessari) a “rosso” (non viaggiare)».

  • Coronavirus: secondo morto in Svizzera

    Una seconda persona affetta dal coronavirus è deceduta in Svizzera: si tratta di un paziente che era ricoverato all'ospedale di Liestal, nel cantone di Basilea, riferisce oggi l'agenzia di stampa svizzera Keystone-Ats.
    Il primo decesso risale al 5 marzo, quando una 74enne era deceduta in ospedale a Losanna. In tutto il Paese i casi confermati di coronavirus sono di 281.

  • Ue, Breton: banche sostengano le Pmi. Misure Italia non peseranno su regole fiscali

    L'Unione europea esorta le banche a fornire prestiti alle imprese poiché l'epidemia di coronavirus è destinata a colpire pesantemente l’economia. L’appello arriva da Thierry Breton, commissario Ue per il mercato interno. «Le banche dovranno prestare ciò che è necessario durante questo periodo, con forse restrizioni un po’ meno rigorose» rispetto alle prassi usuali, per fare in modo che le piccole e medie imprese dell’Unione possano rimanere a galla. Breton ha reso pubblica la sua esortazione in occasione di una intervista radiofonica rilasciata a France Inter domenica. Sebbene sia «troppo presto» per valutare l'impatto economico del virus, Breton ha affermato che le Pmi devono affrontare problemi di flusso di cassa. «La mia preoccupazione - ha sottolineato il commissario - è assicurarmi che le piccole e medie imprese europee possano superare questa situazione». Breton ha citato il colpo subito dall'industria del turismo in Europa, che ha perso 1 miliardo di euro (1,13 miliardi di dollari) al mese a causa del calo dei visitatori cinesi negli ultimi due mesi.
    Breton ha anche affermato che la Banca centrale europea ha pochi margini di manovra per quanto riguarda la sua capacità di abbassare i tassi di interesse rispetto alla Federal Reserve degli Stati Uniti.
    Ha ribadito che le straordinarie misure di stimolo italiane da 7,5 miliardi di euro per attutire l'impatto dell'epidemia non saranno prese in considerazione quando l'Ue valuterà la conformità del Paese alle sue regole fiscali.

  • Nuovo caso registrato nel Consiglio Ue

    Un secondo caso di coronavirus è stato rilevato al Consiglio Ue a Bruxelles la scorsa settimana e 46 membri del personale sono stati invitati a rimanere a casa e monitorare la loro salute, secondo quanto riporta la Reuters. L'informazione fornita da William Shapcott, direttore generale del Consiglio per lo sviluppo organizzativo e i servizi, afferma che l'uomo ha partecipato a una riunione degli ambasciatori dei 27 stati membri il 2 marzo. Tutte le aree in cui era stato sono state sigillate e accuratamente pulite. Il Consiglio, che ospita riunioni ministeriali e vertici dell'Ue, ha uno staff di circa 3mila persone. Tutte le riunioni programmate, compresi i colloqui dei ministri del commercio dell'Ue il 12 marzo, andranno avanti e «non è stata presa alcuna decisione su un programma ridotto».
    La scorsa settimana, un altro ente dell'Ue, l'Agenzia europea per la difesa, ha segnalato un caso di coronavirus tra il suo personale. Il funzionario aveva recentemente viaggiato nel nord Italia.
    Il Parlamento europeo ha spostato una sessione plenaria prevista per la prossima settimana nella città francese di Strasburgo a Bruxelles a causa delle preoccupazioni sul rischio di coronavirus.
    Inoltre, il ministero della salute belga ha dichiarato domenica che il numero di casi di coronavirus nel paese ha raggiunto i 200.

  • Trump: piano coordinato contro coronavirus, e la campagna elettorale prosegue. Primi casi a Washington e in Virginia

    Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump ha dichiarato su Twitter che la Casa Bianca un piano perfettamente coordinato per affrontare l’emergenza da coronavirus. In precedenza Trump aveva dichioarato di essere intenzionato a continuare gli appuntamenti della campagna elettorale. In parallelo, però, Washington Dc e Virginia ha registrato i loro primi casi, mentre, in Sud America, l’Argentina ha registrato il primo decesso.

  • Olanda, due morti e 77 nuovi contagi

    Due morti e 77 nuovi contagi da coronavirus: sono i dati delle autorità olandesi sulla diffusione del Covid-19. Il totale dei casi, nei Paesi Bassi, sale così a 265, e tre decessi.

  • El Salvador: stop arrivi da Germania e Francia, dopo Italia, Corea e Iran

    El Salvador ha chiuso gli arrivi per visitatori da Germania e Francia a causa del coronavirus. In precedenza il Paese centro americano aveva preso provvedimenti analoghi per i viaggiatori provenienti da Italia, Corea del Sud e Iran, paesi con i maggiori focolai al di fuori della Cina.

  • Usa, segnali non incoraggianti: limitate riunioni e spostamenti delle forze armate

    Segnali poco incoraggianti circa la diffusione del coronavirus vengono percepiti anche dagli Stati Uniti. Tanto che l’alto funzionario
    Anthony Fauci, capo dell'unità per le malattie infettive del National Institutes of Health, ha dichiarato alla Nbc che l’epidemia si sta diffondendendo e che un quadro piùà preciso si potrà avere solo nei prossimi giorni. Tuttavia, Fauci ha ha avvertito che gli americani potrebbero aver bisogno di ripensare alla partecipazione a grandi riunioni. In contemporanea, le forze armate americane hanno deciso di limitare i viaggi dei soldati da e per la Corea del Sud e l’Italia, a causa del diffondersi dell’epidemia.

  • Calcio a porte chiuse anche in Bulgaria

    I prossimi due turni di tutte le leghe calcistiche della Bulgaria si svolgeranno a porte chiuse, secondo quanto stabilito domenica 8 marzo dall’Unione calcistica bulgara. Il motivo del provvedimento risiede nella necessità di contrastare la diffusione dell’epidemia da coronavirus.

  • Austria, premier Kurz: importante sforzo dell’Italia

    Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz ha annunciato ulteriori provvedimenti per frenare il più possibile il dilagare del coronavirus, ipotizzando indirettamente la chiusura di scuole, asili e università, e anche limiti alle manifestazioni. «Ogni giorno in più è un giorno che guadagniamo per aiutare il nostro sistema sanitario. Anche l’Italia fa grandi sforzi, perché altrimenti crolla l’intero settore», ha sottolineato il cancellieri alla tv pubblica Orf. Secondo Kurz, «le ricadute economiche per l’Italia saranno pesanti, ma anche l’Austria non ne uscirà indenne».

  • Israele, per il carnevale ebraico chiusi i valichi con i Territori

    In occasione del carnevale ebraico, il Purim, Israele ha imposto la chiusura dei valichi con la Cisgiordania e Gaza: da oggi fino a mercoledì incluso. Secondo le autorità israeliane, il provvedimento, imposto in origine per ragioni di sicurezza, serve anche per contendere la diffusione del coronavirus dopo che negli ultimi giorni a Betlemme (Cisgiordania) si sono verificati 19 casi. In due alberghi della città sono tenute in quarantena 43 persone, di cui 15 sono cittadini statunitensi. Intanto da venerdì la città di Betlemme è tenuta completamente sotto isolamento.

  • In Belgio 31 nuovi casi: i contagiati salgono a 200

    Con 31 nuovi casi, sale a 200 il numero di contagiati da coronavirus in Belgio. Su 422 test eseguiti, 31 persone sono infatti risultate positive al Covid-19 (16 nelle Fiandre, 8 a Bruxelles, e 7 in Vallonia). Lo rendono noto le autorità sanitarie del Paese.

  • In Iran 6.566 contagiati: bloccati i voli per l’Europa

    L’Iran ha bloccato tutti i voli per l’Europa a causa dell’emergenza coronavirus. Secondo gli ultimi dati del ministero della Salute, i casi di contagio nel Paese hanno raggiunto quota 6.566 (con 2.134 guarigioni e 194 morti). Come spiega l’agenzia di stampa Irna, Teheran assicurerà il rimborso dei bliglietti aerei ai clienti che li hanno già acquistati.

  • Bulgaria, primi quattro casi di contagio

    In Bulgaria sono stati registrati i primi casi di persone infette dal coronavirus. Lo ha dichiarato Todor Kantargiev, capo del Centro nazionale per le malattie infettive di Sofia e vicedirettore del Servizio di
    crisi per la gestione del coronavirus.

  • La nave Grand Princess attraccherà a Oakland

    La nave da crociere Grand Princess, bloccata al largo di San Francisco con oltre 3.500 persone a bordo tra cui 21 contagiate dal coronavirus, attraccherà nel porto di Oakland oggi. Lo riferiscono i media Usa e un passeggero. Sull'imbarcazione ci sono anche 31 italiani nell’equipaggio e uno tra i passeggeri, tutti in salute. A scendere per primi saranno «i passeggeri che hanno urgente bisogno di cure mediche o di essere ricoverati». Chi risiede in California, ha spiegato la compagnia, sarà portato «in una struttura per effettuare i controlli e restare in isolamento, gli altri saranno trasferiti dal governo federale in centri dislocati in diversi stati». L'equipaggio, composto anche da 31 italiani, resterà in quarantena a bordo della nave

  • Il Gran Premio del Bahrein senza spettatori

    Il Gran Premio di Formula 1 in Bahrein, previsto il 22 marzo, si svolgerà senza spettatori. Lo hanno annunciato gli organizzatori.

  • Il premier ceco: l’Italia dovrebbe impedire a tutti i cittadini di viaggiare in Ue

    Ai cittadini italiani dovrebbe essere impedito di viaggiare in Europa per limitare il contagio da coronavirus: lo ha dichiarato il premier della Repubblica Ceca, Andrej Babis.

  • Coronavirus: in Cina altri 27 decessi, bilancio sale a 3.097

    La Commissione sanitaria nazionale cinese ha reso noto che nel Paese sono stati registrati altri 27 decessi provocati dal coronavirus: il bilancio dei morti causati dal virus sale così a quota 3.097. Sono stati rilevati inoltre 44 nuovi casi di contagio, gran parte dei quali nella provincia dell'Hubei, epicentro dell’epidemia

  • Hotel crollato in Cina, i morti salgono a 7

    È salito a 7 il bilancio delle vittime del crollo in Cina dell'hotel Xinjia - a Quanzhou, città della provincia del Fujian - usato per la quarantena supplementare dei pazienti guariti dal coronavirus. Lo annuncia il ministero per la gestione delle Emergenze precisando che i dispersi sono 28.

  • Pence: rischi per americani restano bassi

    I rischi per gli americani di contrarre il coronavirus «restano bassi». Lo ribadisce il vice presidente, Mike Pence, nominato alla guida del Coordinamento della risposta americana all'emergenza. Pence ha parlato prima dell'inizio della riunione con i vertici dell'industria delle
    crociere, quella più colpita.

  • Malta: nessun blocco voli o chiusura scuole

    Il ministro della Salute maltese, Chris Fearne, ha affermato che per ora non sono previste ulteriori misure per contenere il coronavirus, escludendo il blocco dei voli per l'Italia e la chiusura delle scuole nell'arcipelago. Lo riportano i media maltesi.

  • Congresso Usa si prepara a lavorare da casa

    Il Congresso americano si prepara a lavorare da casa a causa del coronavirus. Lunedì aprirà i battenti un centro di coordinamento per i sistemi comunicazione in modo da essere pronti a un'eventuale emergenza. «Alla luce delle circostanze uniche e inusuali presentate dal coronavirus il centro offrirà l'occasione di ricevere l'assistenza tecnica necessaria qualora fosse necessario lavorare in remoto» si legge in una email fatta circolare fra i membri del Congresso e riportata da Fox.

  • Sinagoghe di New York cancellano la festa del Purim

    Diverse sinagoghe della città di New York hanno cancellato le celebrazioni per la festività di Purim, in programma domani e lunedì. La decisione è stata presa dopo che il governatore Andrew Cuomo ha dichiarato lo stato di emergenza per lo Stato. «La natura del carnevale, dove il contatto fisico non è limitato, presenta un rischio non necessario per la nostra comunità», spiega la sinagoga dell'Upper East Side, una delle maggiori della città, sottolineando che molte altre sinagoghe hanno optato per la stessa precauzione.

  • Sale il bilancio delle vittime in Usa, sono 19

    Sale il bilancio dei morti per il coronavirus negli Stati Uniti: sono 19 dopo due nuovi decessi nello stato di Washington, quello più colpito. I contagiati sono 401. Secondo il numero uno della Food and Drug Adimistration Stephen Han i test effettuati finora negli Stati Uniti per il coronavirus sono complessivamente 5.861.

  • Pence incontra i vertici dell’industria delle crociere

    Il vice presidente Mike Pence, nominato responsabile del coordinamento della risposta americana al coronavirus, è arrivato in Florida dove ha in calendario una riunione con i vertici dell'industria delle crociere, quella più colpita dal virus. L'incontro cade mentre la Grand Princess resta ancora al largo delle coste della California con a bordo 21 casi di coronavirus.

  • Malta, positivi anche i genitori della 12 enne italiana

    Sono positivi al Covid-19 anche i test sui genitori della 12enne italiana che stamattina era stata dichiarata come primo caso di coronavirus a Malta. Lo riferiscono fonti riservate citate dal sito del Malta Today. Nel pomeriggio il vicepremier e ministro della salute Chris Fearne, medico, ha confermato in una conferenza stampa che la ragazza, con la sorella ed i genitori era in auto-quarantena dopo che erano rientrati da una vacanza in Trentino attraverso Roma, aeroporto non compreso tra le regioni sotto controllo.

  • Francia, 949 contagi e 16 morti

    Sono aumentati nelle ultime 24 ore a 949 i contagi da coronavirus in Francia, che ieri erano 613 (+336). Lo ha annunciato il direttore generale della Sanità, Jerome Salomon, aggiungendo che i morti sono oggi 16, il più forte aumento in un solo giorno (ieri erano 9). Le persone in rianimazione sono 45,6 in più di ieri.

  • Lo Stato di New York dichiara l’emergenza

    Nello Stato di New York il governatore Andrew Cuomo ha dichiarato l’emergenza per il coronavirus. I casi sono ora 76, 21 in più di ieri (di cui 57 nella contea di Westchester e 11 nella città di New York). Cuomo ha criticato il Centers for Disease Control and Prevention per la lentezza nei test. E ha messo in guardia i commercianti a non approfittare della situazione per alzare i prezzi su beni come le mascherine.
    La dichiarazione del governatore fa seguito ai crescenti timori di una diffusione del virus. Nelle ultime ore l’autista di un taxi nel Queens è risultato positivo al Covid-19 (dopo essersi recato in ospedale con i sintomi dell’’influenza), costringendo a mettere in quarantena oltre 40 medici e infermieri che sono stati esposti.

  • Maldive, confermati i primi due casi di contagio

    Le Maldive confermano i primi due casi di contagio da coronavirus. Si tratta di due dipendenti di un resort, che si presume abbiano contratto il virus da un turista italiano (rientrato poi in patria e risultato positivo). Entrambi i malati sono in quarantena in una struttura appena fuori dalla capitale Malé.

  • Cina, salvate 38 persone dall’hotel crollato

    Sono salite a 38 le persone finora estratte vive dalla macerie dell’hotel Xinjia, crollato a Quanzhou, città della provincia di sudest del Fujian. Nell’albergo c’erano circa 70 persone, quasi tutte lì per osservare il periodo di quarantena supplementare dopo la guarigione dal coronavirus. Al lavoro ci sono oltre 700 soccorritori.

  • Francia, terzo caso di contagio in Parlamento

    Terzo caso di contagio da coronavirus in Francia all’Assemblée Nationale. Si tratta di una deputata, che è stata ricoverata dopo il tampone positivo, e che segue così un altro parlamentare, Jean-Luc Reitzer, e un cameriere della buvette. Il nuovo caso è stato confermato dalla presidenza
    dell'Assemblée Nationale.

  • Pechino, indagati quattro cinesi rientrati dall’Italia

    La polizia di Pechino ha deciso di indagare i quattro cinesi rientrati dall’Italia il 4 marzo e risultati infettati dal coronavirus. Le accuse, come riporta il Global Times, riguardano i presunti ostacoli al lavoro di prevenzione e controllo del Covid-19 da parte delle autorità sanitarie. I quattro, infatti, hanno preso medicine per abbassare la febbre prima di imbarcarsi e non hanno rivelato “correttamente” il loro stato di salute al rientro in Cina.

  • Iran, morta una parlamentare

    Una deputata iraniana è morta a causa del coronavirus. Si tratta del primo membro del Parlamento a cadere vittima del Covid-19, che ha già contagiato diversi deputati e alti funzionari di Theren. Fatemeh Rahbar, 55 anni, era entrata in coma giovedì scorso ed è il settimo politico iraniano a morire a causa del virus, come riporta l’Agenzia di stampa della Repubblica islamica.

  • Germania, i casi salgono a 684, nessun morto

    Salgono a 684 i casi di coronavirus registrati in Germania, il quinto Paese al mondo per numero di contagi. Lo riferisce la Bbc. Al momento non si registrano vittime

  • Media, Usa non vogliono usare i test Oms

    Gli Stati Uniti non hanno voluto usare, neanche temporaneamente, il test sul coronavirus messo a punto dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e spedito a quasi 60 Paesi. L'indiscrezione, riportata da Politico, arriva mentre infuriano le polemiche per la mancanza di test nel Paese che - secondo molti - ha ancora un numero limitato di casi solo perché non vengono fatti esami in numero sufficiente.

  • 60 nuovi casi in Olanda

    Le autorità sanitarie olandesi segnalano 60 nuovi casi di contagio per il coronavirus. Il numero dei positivi al Covid-19 sale così a 188. La maggior parte dei nuovi pazienti, 26, è stata segnalata nel Brabante Settentrionale.

  • Cina: crolla un hotel, 70 persone sotto le macerie

    Un hotel è crollato in serata a Quanzhou, città della provincia cinese sudorientale del Fujian. La struttura era stata di recente convertita per far osservare il periodo di quarantena supplementare disposto per i pazienti guariti dal coronavirus. Lo riporta il Quotidiano del Popolo, secondo cui l'hotel Xinjia, questo il nome dell'albergo, aveva un totale di 80 camere. Tra le circa 70 persone rimaste intrappolate sotto le macerie, 28 sono state finora tratte in salvo.

  • Spagna: 447 casi, annullata maratona Barcellona

    Salgono a 447 i casi di contagio da coronavirus in Spagna, secondo un bilancio ufficiale reso noto oggi dai media spagnoli. Tra questi ci sono 8 persone decedute e 30 ricoverati in ospedali. A causa dell'emergenza, il comune di Barcellona ha deciso di rinviare ad ottobre la maratona in programma il 15 marzo.

  • Altri 4 casi in Russia, legati all'Italia

    Nelle ultime 24 ore sono stati registrati quattro nuovi casi di coronavirus in Russia. «Quattro nuovi casi di coronavirus tra i cittadini russi, tre a Lipetsk, uno senza sintomi visibili, e uno a San Pietroburgo, sono stati registrati in Russia nelle ultime 24 ore», ha detto il quartier generale operativo di risposta al coronavirus. Tutte le persone hanno visitato l'Italia nelle ultime due settimane, ha detto il quartier generale. Tutti i ricoverati sono in reparti di isolamento. Il numero totale di casi è passato da dieci a 14. Lo riporta Interfax

  • In Islanda 45 casi, dichiarato stato emergenza

    Il governo dell’Islanda ha dichiarato lo «stato d’emergenza» per il coronavirus dopo che il numero di casi nel Paese è salito a 45 su una popolazione di poco più di 300mila abitanti. La maggior parte delle persone contagiate in Islanda rientravano dalla settimana bianca in Austria e Italia, ha fatto sapere la Protezione Civile locale

  • In Francia, 11 morti, 716 casi confermati

    Crescono i contagi e i decessi da coronavirus in Francia: i morti sono saliti a 11 (ieri erano 9), mentre i contagiati aumentano di oltre cento unità in 24 ore, da 613 a 716. Lo rendono noto le autorità sanitarie.

  • Per Manovra Ue terrà conto misure urgenti

    «Nel valutare il Programma di Stabilità per il 2020 la Commissione terrà conto della necessità di adottare misure urgenti per salvaguardare la salute e il benessere dei cittadini e mitigare gli effetti negativi del Coronavirus sull'economia, che vanno considerate compatibili con le regole europee». Lo si legge nella lettera di risposta della Commissione Ue alla richiesta italiana di scostamento dal deficit programmatico per l'emergenza coronavirus pubblicata sul sito del Mef.

    Ursula von der Leyen
  • In Belgio 60 nuovi casi

    Con 60 nuovi contagiati, sale a 169 il numero dei casi in Belgio, secondo i dati della Sanità pubblica del Paese. Le 60 infezioni sono emerse sulla base dell'esecuzione di 771 test. Dei nuovi casi, 40 sono nelle Fiandre, 15 in Vallonia, e 5 a Bruxelles. «La maggior parte dei pazienti positivi hanno viaggiato di recente, ma constatiamo sempre più infezioni locali. Il numero di casi non è raddoppiato - affermano le autorità - perciò è possibile che l'effetto ritorno di chi è andato in Italia del nord, termini»

  • Confermato il primo caso a Malta, è una 12enne italiana

    Malta conferma il primo caso di coronavirus: si tratta di una dodicenne italiana che si trova già in quarantena auto-imposta. Lo ha annunciato il ministro della Salute maltese Chris Fearne, citato dal Times of Malta. La ragazza e la famiglia vivono a Malta, ed erano rientrati martedì da una vacanza in Trentino passando per Roma. La ragazza ha iniziato a sentirsi male giovedì e, anche prima di aver contattato il medico, lei e la famiglia si erano messi in quarantena. «I loro contatti con altre persone sono stati
    minimi», ha detto Fearne.

  • In Iran i morti salgono a 145

    Altre 21 persone sono morte in Iran a causa del coronavirus, portando il totale a 145. Lo rendono noto le autorità sanitarie iraniane.

    Il presidente iraniano, Hassan Rouhani
  • Germania, i casi sono 684

    Il numero dei pazienti affetti da coronavirus in Germania è balzato a quota 684, con 45 nuovi casi dalla serata di venerdì 6 marzo. Lo fa sapere l’agenzia nazionale per la salute. I casi sono concentrati nel sud e nell’ovest del paese.

  • Crescono i casi di contagio negli Emirati Arabi

    Negli Emirati Arabi i casi di coronavirus sono saliti da 30 a 45. Lo riferisce il ministro della Salute. In Kuwait 3 nuovi casi portano il totale dei contagiati a 61, mentre il Qatar registra il 12esimo caso.

  • Corea del Sud supera i 7mila casi, a quota 7.041

    La Corea del Sud supera i 7.000 casi di infezioni da coronavirus, fino a quota 7.041: il Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc) ha infatti annunciato 274 nuovi contagi accertati nelle ultime 16 ore, in prevalenza concentrate nel focolaio di Daegu e in quello della vicina provincia di Nord Gyeongsang. I morti salgono a quota 44

  • Usa, 2 decessi in Florida

    Due persone sono morte in Florida a causa del coronavirus: lo ha reso noto il dipartimento della Sanità dello Stato, secondo quanto riportano i media locali. Si tratta una persona sulla settantina rientrata da un viaggio all'estero che era risultata positiva ai test nella contea di Lee. L'altra vittima è un residente nella contea di Santa Rosa che già soffriva di problemi di salute. Il numero di decessi causati dal virus negli Usa sale così a 16

  • Turisti americani in quarantena a Betlemme

    Quindici turisti americani sono stati messi in quarantena in un hotel a Betlemme come precauzione contro il coronavirus. Lo riferisce il governo palestinese. Le autorità locali hanno dichiarato lo stato di emergenza nei territori palestinesi dopo la conferma di oltre una dozzina di casi di coronavirus a Betlemme.

    L’hotel di Betlemme in quarantena
  • Cina, deficit commerciale di 7 mld di dollari

    L'epidemia del coronavirus costa alla Cina un deficit commerciale di 7,09 miliardi di dollari a gennaio-febbraio, mancando le attese dei mercati di un surplus di 24,6 miliardi. Oltre all'export, che nello stesso periodo è sceso del 17,2% annuo (a fronte di una stima a -14,2%), il calo dell'import si è fermato al 4% (rispetto ad un previsto -15%).

  • Olimpiadi, se cancellate Pil ridotto dell'1,4%

    La possibile cancellazione delle Olimpiadi di Tokyo in seguito all'emergenza coronavirus costerebbe al Giappone una riduzione del Pil dell'1,4%: è la stima della società di intermediazione Smbc Nikko Securities, in base a una previsione di una creazione della domanda per consumi durante i giochi di 670 miliardi di yen (l'equivalente di 5,7
    miliardi di euro). Un eventuale mancato svolgimento dell'evento significherebbe una riduzione della ricchezza del Paese di 7.800 miliardi di yen, che includerebbe la perdita del reddito generato dall'organizzazione degli eventi sportivi nelle capitale.

  • Corea del Sud: 483 nuovi casi, totale a 6.767

    La Corea del Sud ha registrato solo nella giornata di ieri 483 nuovi casi di infezione da coronavirus, portando il totale su scala nazionale a 6.767. Lo riferisce il Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc), secondo cui i decessi sono 42.

  • Cina: altri 28 morti, bilancio a 3.070

    La Cina ha registrato 28 ulteriori decessi legati al nuovo coronavirus e 99 nuove infezioni, di cui 74 nella provincia dell'Hubei, l'epicentro dell'epidemia. È l'ultimo bollettino della Commissione sanitaria nazionale (Nhc) sui dati aggiornati al 6 marzo, in cui si precisa che tutti i nuovi morti sono relativi all'Hubei, mentre il totale a livello nazionale è salito a quota 3.070. Il totale di contagi di coronavirus è salito a quota 80.651: le guarigioni, ha riferito la Commissione sanitaria nazionale (Nhc), sono salite a 55.404, sfiorando il 70%.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...