USA

Negli Usa 3.500 vittime, più dell’11 settembre. Ministri finanze di Germania e Olanda: pronti a solidarietà europea ma no a coronabond. Africa, colpiti 48 Paesi su 54

New York nuovo epicentro dalla pandemia
California, ragazzo morto perché senza assicurazione
Trump: improbabile che americani stiano a casa
Cina rimanda di un mese gli esami al college
Oms: la pandemia verso la stabilizzazione in Europa



  • Nigeria posticipa incremento tariffe elettriche

    La Nigeria ha deciso di posticipare almeno di tre mesi l’incremento delle tasriffe elettriche che era invece previsto. La decisione è stata presa, ha comunicato il ministro dell’Energia, a causa dell’epidemia di coronavirus e della situazione difficile in cui si trovano moltissimi cittadini

  • Africa, colpiti 48 Paesi su 54

    Sono saliti a 48 su 54 gli Stati africani colpiti dal coronavirus che nel continente ha provocato 5.413 contagi e 172 vittime. Lo riferisce su Facebook “Cdc Africa” dando il quadro aggiornato al pomeriggio di oggi con numero di morti invariato rispetto a stamattina. I guariti sono
    387. Secondo la Croce Rossa, inoltre, il sistema sanitario del continente africano rischia il collasso.

  • Qatar Airlines pianifica di tagliare del 40% il personale

    Qatar Airlines, il vettore dello stato emiratino omonimo, pianifica una riduzione del 40% del personale in risposta alla crisi innescata dall’epidemia di coronavirus. Lo scrive Bloomberg.

  • Tunisia estende il lockdown fino al 19 aprile

    La Tunisia ha esteso il periodo di lockdown fino al 19 aprile per arginare la diffusione del coronavirus nel paese. Si tratta di un’estensione di due settimane rispetto alla scadenza prevista.

  • Eba, rivedere le politiche di remunerazione

    L'Eba, l'autorità bancaria europea, chiede alle autorità nazionali di chiedere agli istituti di rivedere le politiche di remunerazione perché «siano più coerenti e promuovano una gestione del rischio efficace anche
    alla luce dell'attuale situazione economica.»

  • Negli Usa 3.500 vittime, più dell’11 settembre

    Il coronavirus negli Usa ha ormai fatto molti più morti dell'11 settembre e molte più vittime della pandemia in Cina: oltre 3.500, di cui quasi la
    metà a New York. Il dato, altamente simbolico per ogni americano, si registra nel giorno più nero da quando l'epidemia è scoppiata Oltreoceano, con circa 900 nuove vittime tra lunedì e martedì.

  • Michel: stiamo esplorando varie risposte economiche

    «Stiamo esplorando vari percorsi per rispondere alle conseguenze socio-economiche della pandemia. L'unica strada è una strategia comune in uno spirito di solidarietà». Così il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, dopo la riunione con i presidenti di Commissione Ue,
    Ursula von der Leyen, Bce, Christine Lagarde, ed Eurogruppo,
    Mario Centeno. «Per riavviare l'economia europea - afferma -
    dovremo usare tutte le leve, nazionali ed europee. Tutte le
    opzione compatibili con i trattati sono da considerare».

  • Francia, record di morti: 500 in un giorno

    E' di 499 morti l'aumento record di vittime di coronavirus in un giorno in Francia, che fa salire il totale a 3.523 decessi. Il numero dei contagiati è di 52.128, secondo il direttore generale della Sanità in Francia, Jerome
    Salomon.

    Di questi, 22.757 sono ricoverati in ospedale e 5.565 sono
    nei reparti di rianimazione (558 in più rispetto alle ultime 24
    ore). I guariti, dimessi dagli ospedali, salgono a 9.044

  • Etiopia, elezioni posticipate per il coronavirus

    Le elezioni in Etiopia, previste per agosto, sono state posticipate a causa del coronavirus. Il Paese, sede della Unione africana, ha registrato fin qui 26 casi di contagio.

  • Francia, 5.565 persone attaccate al respiratore

    Sono 5.565, secondo quanto riporano le autorità mediche, i cittadini francesi attaccati al respiratore in condizioni di emergenza. Il Paese sta registrando un’ascesa di cali sempre più vertiginosa.

  • Olanda: scuole e ristoranti chiusi fino al 28 aprile

    Il primo ministro olandese Mark Rutte ha comunicato che scuole, ristoranti e paestre devono rimanere chiuse fino al 28 aprile, esortando la popolazione a rispettare tutte le misure introdotte per contenere la proliferazione del virus.

  • Croce Rossa: Sanità in Africa verso il crollo

    Il Comitato internazionale della Croce Rossa (Cicr) afferma che i sistemi sanitari dell'Africa potrebbero crollare per la pandemia di Covid-19. Preoccupano in particolare le regioni del continente colpite da conflitti, visto che molti ospedali sono già stati danneggiati e si è a corto di acqua pulita e sapone necessari per combattere il virus. Nel nord del Mali, il 93 per cento delle strutture sanitarie è già stato distrutto.

    In Burkina Faso, mentre le persone fuggono dai combattimenti, la popolazione della città di Djibo - situata nella regione del Sahel - è raddoppiata. Il distanziamento sociale è quindi impossibile, come afferma ancora il Cicr. Nel frattempo le restrizioni ai viaggi introdotte da alcuni stati africani potrebbero arrestare i programmi di aiuto. Il Cicr ha vietato i viaggi non essenziali per il proprio personale, ma afferma che farà del suo meglio per continuare a fornire medicine e cibo alle fasce di popolazione più vulnerabili.

  • Ft: Ue prepara fondo anti-disoccupazione da 80-100 mld

    La Commissione Ue sta mettendo a punto una proposta per mobilitare risorse fino a 100 miliardi di euro al fine di finanziare le iniziative che i Paesi colpiti dall'emergenza coronavirus metteranno in campo per combattere l'attesa impennata della disoccupazione. Lo scrive il Financial Times online. La proposta dovrebbe finire sul tavolo dell'Eurogruppo della prossima settimana insieme alle altre iniziative allo studio per affrontare la recessione innescata dalla pandemia.

  • Oltre 800mila contagi nel mondo, più di 40mila morti

    La pandemia da coronavirus fino a oggi ha provocato oltre 40mila morti nel mondo, delle quali circa tre quarti in Europa. Per l'esattezza, facendo la somma dei dati ufficiali annunciati dai diversi Paesi, i decessi sono stati pari a 40.057, di cui 29.305 in Europa. L'Italia ha registrato 12.428 morti, la Spagna 8.189 e la Cina 3.305, anche se negli ultimi giorni si infittiscono le indiscrezioni di un numero molto più elevato nella Repubblica Popolare. Dall'inizio della pandemia, lo scorso dicembre, i contagi nel mondo sono saliti a 803.645 casi, dei quali 440.928 in Europa, 172.071 negli Stati Uniti e in Canada (nei due Paesi ci sono stati 3.243 decessi) e infine 108.421 in Asie (dove sono avvenuti 3.882 decessi). D'altra parte secondo gli esperti il numero ufficiale di contagi non riflette che una minima parte dei malati effettivi, dal momento che numerosi Paesi effettuano il test per rilevare il coronavirus solo nel caso di ospedalizzazione.

  • In Tunisia grazia speciale per oltre 1.400 detenuti

    Il presidente tunisino Kaies Saied, come preannunciato il 20 marzo scorso in occasione del 64mo anniversario dell'Indipendenza, ha firmato oggi un provvedimento di grazia supplementare a favore di 1.420 detenuti, che riguadagneranno la libertà, al fine di ridurre la popolazione carceraria e contribuire a preservare la loro salute come quella di tutti i tunisini, nell'ottica di limitare la diffusione del coronavirus. Il capo dello Stato, che parlerà stasera in televisione, ha anche ordinato la sanificazione di tutte le strutture carcerarie. La grazia non riguarda i responsabili di crimini gravi come terrorismo, traffico d'armi, spaccio di stupefacenti e omicidio volontario ma a beneficiarne saranno soprattutto i detenuti per reati legati al consumo di sostanze stupefacenti e chi si avvicina al fine pena. La decisione, accolta con favore dalle associazioni a tutela dei diritti umani, è stata adottata dopo aver consultato il ministro della Giustizia e la Commissione dell'amnistia.

  • In Francia medico in carcere per aver tossito sui gendarmi

    Un medico di 66 anni è stato condannato dal tribunale di Lille, nel nord della Francia, a tre anni di carcere, di cui uno con la condizionale, per aver tossito “in modo esagerato” in presenza dei gendarmi, aggiungendo di essere malato di Covid-19. Al termine del processo per direttissima l'uomo è stato condotto in cella. I gendarmi francesi lo avevano arrestato sabato sera, in un ospedale di Lille, per presunte “violenze coniugali”. Secondo quanto dichiarato dagli agenti, durante il trasporto in commissariato il sessantaseienne si è sfilato la mascherina mettendosi a tossire all'interno del mezzo in cui si trovava insieme ai militari. In quel momento avrebbe dichiarato di essere malato di coronavirus e di volerli così contagiare. Processato lunedì per direttissima, il medico è stato inoltre condannato a “seguire delle cure” e a “risarcire le parti civili”. Disposta anche un'ordinanza di allontanamento dalla consorte.

  • Cuomo: NY non tornerà presto alla normalità

    “Qualcuno voleva riaprire il Paese a Pasqua. In realtà nessuno sa quando si tornerà alla normalità, a New York di certo non avverrà presto”: lo ha detto il governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo, ribadendo come il picco è previsto in 14-21 giorni”.

  • <br>A New York 1.150 morti, 332 nelle ultime 24 ore

    La città di New York conta ora 75.795 casi di coronavirus, mentre il bilancio delle vittime sale a 1.150, 332 nelle ultime 24 ore. Lo ha reso noto il governatore dello Stato Andrew Cuomo.

  • S&amp;P taglia stime crescita globale 2020 a 0,4% ma +4,9% in 2021

    S&P si aspetta un declino “molto ripido” dell'attivita' nel 2020 e ha tagliato la propria stima di crescita per l'economia globale ad appena lo 0,4%. Prima dello scoppio della pandemia da coronavirus, aveva previsto un crescita del 3,3% per l'economia globale che aveva poi tagliato a 1,0-1,5% lo scorso 14 marzo. L'agenzia di rating si aspetta un rimbalzo della crescita economica globale del 4,9% nel 2021 ma sottolinea come i rischi sono di un ribasso a causa dell'elevata incertezza.

  • In quarantena il capo di Stato maggiore israeliano

    Il capo di stato maggiore israeliano, generale Aviv Kochavi, è stato posto oggi in quarantena dopo aver appreso di aver incontrato dieci giorni fa un ufficiale risultato poi positivo al coronavirus. Lo ha riferito il portavoce militare. Al momento, ha aggiunto il portavoce, il generale è in buone condizioni. Si è comunque sottoposto ad un esame, il cui esito ancora non è noto. A quanto pare il generale Kochavi dovrà restare in quarantena almeno fino a venerdì.

  • Acea: auto, la crisi investirà 1,1 milioni di posti di lavoro in Europa

    I posti di lavoro nel settore auto colpiti dal blocco dovuto al virus sono attualmente 1,11 milioni in Europa. Lo indica l'Associazione europea dei produttori di automobili (Acea). Questa cifra si riferisce solo alle persone direttamente impiegate dai produttori di automobili, camion, furgoni e autobus: l'impatto sulla più ampia catena di approvvigionamento automobilistica è ancora più critico. Le perdite di produzione in tutta la Ue ammontano a 1.231.038 veicoli a motore.

    La durata media dello spegnimento degli impianti è al momento di 16 gionia quasi 18 mila, in Spagna 60 mila, in Romani 20 mila, in Ungheria 30 mila. La perdita di produzione in Italia è stata finora di oltre 78 mila veicoli, in Germania di quasi 400 mila, in Francia di 13 mila, in Spagna 237 mila, in Cechia 83 mila, in Polonia 43.500, in Ungheria quasi 35 mila.rni lavorativi. In Italia si tratta di quasi 70 mila posti di lavoro, in Germania di oltre 569 mila, in Francia di 90 mila, in Belgio 14.600, in Cechia 45 mila, in Polo

  • Seehofer: con scenario peggiore un milione di morti

    Il ministro degli Interni tedesco Horst Seehofer ha ammesso che in un documento interno del suo dicastero si prevede che nello scenario peggiore dell'evoluzione dell'emergenza coronavirus in Germania si potrebbe superare il milione di morti. La ha dichiarato lo stesso Seehofer in un'intervista a Bild.

  • Mes, possibile attuare proposta Regling

    «Il coronavirus giustifica una risposta comune della Ue, la Commissione e la Bei insieme con la Bce hanno gli strumenti per attuare velocemente le proposte del Mes; il tempo è essenziale per superare questa crisi”. Lo ha indicato via Twitter il ministro delle Finanze lussemburghesi Pierre Gramegna precisando di “sostenere pienamente le proposte di Klaus Regling” (dg del Mes). Il Lussemburgo è uno dei Paesi che ha firmato con Italia, Francia, Spagna, Belgio, Slovenia, Irlanda, Portogallo e Grecia la lettera alla Ue con la proposta di emettere coronabond.

  • Le Maire: piano di emergenza per le aziende esportatrici

    Il Governo francese ha deciso un piano d'emergenza a sostegno delle imprese esportatrici per garantire loro liquidità e «permettere la loro ripresa dopo la crisi causata dal coronavirus». Lo ha annunciato il ministro dell'Economia Bruno Le Maire, in occasione di una conferenza stampa telefonica.

  • California, ragazzo morto per virus perché senza assicurazione

    Il ragazzo di 17 anni morto in California per coronavirus era stato rifiutato dall'ospedale perché non aveva l'assicurazione sanitaria. Lo racconta R. Rex Parris, il sindaco di Lancaster, la cittadina della California
    dove il teenager è morto, usando il caso per invitare tutti a stare a casa. «Il venerdì prima di morire era in salute, il mercoledì è morto», dice Parris. «Non aveva l'assicurazione sanitaria e non lo hanno curato», racconta Parris, riferendosi al pronto soccorso dell'ospedale dove si era inizialmente curato, suggerendogli di recarsi a un ospedale pubblico.

  • Ministro finanze Olanda: sì a solidarietà, noa ai coronabond

    Parziale mea cupa del ministro olandese delle finanze, Wopke Hoekstra, sommerso dalle critiche, anche nel suo Paese, per l'atteggiamento verso i Paesi del Sud. «Ho mostrato troppa poca empatia, avrei dovuto fare di meglio», ha detto in un'intervista all'olandese RTL Z. «La nostra
    posizione sui Coronabond è ferma, ma non quella sulla solidarietà. Non ho passato il messaggio con sufficiente empatia. Ma vogliamo vedere in modo solidale cosa è razionale e ragionevole» fare, ha detto.

  • New York, muore per la prima volta un bambino

    Nella città di New York per la prima volta un bambino muore a causa del coronavirus. La notizia è stata resa nota nel momento in cui il bilancio dei decessi in tutto lo Stato supera quota 1.300. Le autorità non hanno
    rilevato l'età del bambino, tuttavia hanno riferito che aveva delle patologie preesistenti. New York è l'epicentro dei contagi da coronavirus in tutti gli Stati Uniti con oltre il 40% di tutti i decessi. La maggior parte dei pazienti ha meno di 50 anni.

  • GB, in aprile emissioni record di debito per 45 miliardi di sterline

    Il Regno Unito si appresta a collocare sul mercato del debito in aprile bond per la cifra record di 45 miliardi di sterline, somma che servirà a finanziare le misure di sostegno all'economia per contrastare l'impatto della crisi provocata dal coronavirus.

    Lo ha annunciato oggi l'agenzia pubblica che gestisce le emissioni di debito (Dmo) precisando di aver ricevuto mandato dal Tesoro di modificare il proprio programma per tener conto “dei bisogni finanziari immediati del governo”. A paragone un anno fa il Regno Unito aveva collocato il aprile titoli per 9,5 miliardi di sterline. In occasione della presentazione del nuovo piano di budget l'11 marzo, il governo aveva anticipato di voler ricorrere al mercato del debito per approfittare di tassi sui minimi storici.

    Da allora la Boe ha abbassato ulteriormente i tassi rendendo il ricorso al mercato obbligazionario ancor più favorevole. Questa mattina il tasso sul decennale era allo 0,35%. La settimana scorsa tuttavia Fitch ha abbassato il rating sul Regno Unito a “AA-”, con outlook negativo a causa dell'indebolimento “significativo” delle sue finanze pubbliche a causa dell'epidemia di coronavirus.

  • G20, il piano d’azione a sostegno di debito emergenti

    Il piano d’azione predisposto dai paesi del G20 contro l’epidemia di coronavirus interverrà anche sulle «vulnerabilità del debito» dei paesi più poveri. Il gruppo collaborarà con il Financial stability board per coordinare le misure intraprese dai singoli paesi contro la pandemia.

  • Inghilterra, i morti salgono a 1.651

    Il bilancio delle vittime di coronavirus in Inghilterra è cresciuto a 1.651, pari a un incremento del 29% del totlae. Nella sola Scozia si contano 60 vittime.

  • Grecia, positiva migrante che ha partorito

    Una migrante ospite del campo di Ritsona, a nord di Atene, è risultata positiva al coronavirus dopo aver partorito in un ospedale della capitale. Lo ha reso noto il ministero per le Migrazioni greco, precisando che il
    neonato e i sanitari che hanno assistito la donna sono stati sottoposti al tampone e si attendono i risultati dei test. Il padre del piccolo è risultato negativo. La donna è di origine africana, è stato detto senza aggiungere altri dettagli. Si tratta del primo migrante ufficialmente positivo al coronavirus in Grecia.

  • Coronavirus: 26.856 voli in Ue, record negativo

    La giornata di ieri ha segnato un nuovo record negativo per l'aviazione in Europa, uno dei settori più colpiti dall'emergenza coronavirus. Con 26.856 voli in meno rispetto al 2019, lunedì è stato il giorno con il più
    drastico calo di traffico aereo in termini assoluti. Lo ha comunicato su Twitter Eamonn Brennan, direttore generale di Eurocontrol, l'organizzazione intergovernativa che coordina il controllo del traffico aereo a livello europeo.

  • Fmi: pandemia è schock diverso, cresce pressione su banche

    Il Fondo monetario internazionale avverte che sta «crescendo» la pressione sul sistema bancario globale a causa della pandemia da coronavirus e che molti osservatori adesso si attendono uno shock al settore finanziario «simile» in intensità a quello subito durante la crisi finanziaria del 2008. Lo hanno scritto Tobias Adrian, il direttore del dipartimento Monetario e dei mercati dei capitali del Fondo, e il suo vice, Aditya Narain, in una entrata pubblicata sul blog dell'Fmi.

    Per questo motivo il Fondo ha invitato le autorità incaricate di supervisionare il settore bancario a «non modificare le regole» in quanto provocherebbe «maggiore confusione»; a incentivare le banche a usare le riserve di capitale messe da parte per continuare a garantire l'erogazione del credito; e a incentivare le banche ad accettare la ristrutturazione dei debiti. L'Fmi chiede inoltre ai supervisori di favorire la trasparenza in quanto le «sorprese influiscono negativamente sulla risposta alla crisi» e la chiarezza su come verranno gestite le misure fiscale predisposte, oltre alla comunicazione e la coordinazione.

  • Ue, flessibilità dei fondi per aree rurali

    «Flessibilità all'interno dei programmi di sviluppo rurale» per aiutare le aree rurali a superare la crisi da coronavirus. E' una delle misure che la
    Commissione europea sta preparando, secondo quanto twittato dal
    commissario Ue Janusz Wojciechoski. Nel nuovo pacchetto, dichiara Wojciechowski, c'è anche la possibilità di una nuova proroga del termine di scadenza per la presentazione delle domande per gli aiuti diretti (già posticipato in via straordinaria dal 15 maggio al 15 giugno), semplificazione dei controlli e possibilità per i paesi di anticipare gli aiuti
    diretti.

    Secondo dati della Commissione europea, il 93% dei 100 miliardi del fondo europeo per lo sviluppo rurale 2014-20 sono già impegnati (83% a livello dei beneficiari), i restanti 7 miliardi possono essere usati per nuove misure. Per l'Italia i fondi Ue non impegnati dovrebbero attestarsi
    tra 1 e 1,5 miliardi, cui vanno aggiunti i contributi nazionali e regionali.

  • Germania: Scholz, ok a solidarietà ma niente coronabond

    La Germania è «pronta» a fare la sua parte sul fronte della «solidarietà europea», ma rifiuta un meccanismo di messa in comune dei debiti sovrani in Ue per far fronte alla pandemia di coronavirus nella zona euro. A ribadirlo è il ministro delle finanze tedesco, Olaf Scholz: «Siamo pronti per la solidarietà, ma una solidarietà ben ponderata» ha affermato l'esponente del governo tedesco, invitando in particolare a mobilitare le risorse di bilancio dell'Unione europea in via prioritaria verso i Paesi «con le esigenze più importanti», sia dal punto di vista sanitario che economico. Ma il ministro ha ribadito il netto rifiuto di Berlino di istituire «corona bond», prestiti comuni ai 19 Paesi della zona euro e richiesti da diversi partner, tra cui Francia, Spagna e Italia, per di fronte alla crisi economica causata dalla pandemia di coronavirus.

  • Ambasciata Usa rimpatria connazionali dalla Nigeria


    Gli Stati Uniti stanno rimpatriando i propri cittadini in Nigeria da Lagos e dalla capitale Abuja, entrambe sotto un blocco di due settimane per contenere la diffusione del coronavirus. L'ambasciata Usa ha comunicato dal proprio profilo Twitter che diversi voli di emergenza partiranno questa settimana dalle città, specificando che non bisogna raggiungere gli aeroporti prima di un contatto diretto e invitando quindi i connazionali a stare sul posto, aspettando maggiori informazioni.

  • Germania pensa a estendere aiuti a imprese di media grandezza

    La Germania pensa di estendere il piano di sostegno economico alle aziende in crisi anche a quelle di media grandezza,

  • Johnson: necessario continuare lockdown


    Il premier britannico Boris Johnson ha presieduto oggi in videoconferenza la riunione settimanale del governo britannico dall'auto-isolamento dell'alloggio di Downing Street cui è costretto da 4 giorni dopo l'annuncio del suo contagio “lieve” da coronavirus. “La situazione - ha ripetuto ai ministri - è destinata a peggiorare prima di andare meglio, ma andrà meglio”. Un portavoce ha spiegato che solo il segretario generale del gabinetto, Mark Sedwill, e poche altre persone si sono riunite fisicamente nella stanza del consiglio dei ministri, mentre il resto dei presenti si è collegato a distanza, al pari del consigliere scientifico di Downing Street, Patrick Vallance, e il chief medical officer Chris Whitty (a sua volta risultato positivo al test fin da venerdì), che hanno aggiornato da casa il governo sui dati dei contagi e dei morti. L'incremento dei casi, ha concluso Johnson, conferma la necessità del lockdown in questa fase, se si vuole ridurre la pressione sul sistema sanitario nazionale (Nhs). “Il messaggio alla gente - ha detto - resta: state in casa, proteggete l'Nhs, salvate vite”.

  • Superati i mille morti in Olanda

    Il numero di morti in Olanda vittime del coronavirus passa a 1.039 con un aumento di 175 nuovi deceduti, fanno sapere le autorità sanitarie del paese. Il numero di infezioni confermate è aumentato di 845 ed è arrivato a 12.595, fa sapere l’istituto di sanità olandese. In Olanda il governo ha rifiutato sin dall’inizio di prendere misure drastiche e ora aumentano i dubbi sulla scelta.

    Cadaveri fuori dall’ospedale a Brooklyn, vengono trasferiti in un obitorio mobile per mancanza di posti
  • Giappone brucia record di nuovi casi

    Il Giappone è tra quei paesi che dall’inizio ha rifiutato il lockdown totale, ovvero drastiche misure di contenimento dell’epidemia da coronavirus. Adesso si trova ad affrontare lo stato di emergenza con 2.000 casi, un aumento di 70 casi in un giorno solo a Tokyo e pressioni sul primo ministro Shinzo Abe.

  • Scholz, ministro finanze tedesco: Germania pronta alla solidarietà europea

    La Germania è “pronta alla solidarietà europea, una solidarietà che va pensata e realizzata in modo intelligente”. Lo ha detto il ministro delle Finanze tedesco Olaf Scholz in conferenza stampa a Monaco di Baviera. “Le immagini che arrivano dall'Italia e dalla Spagna ci turbano profondamente”. E queste non devono essere “solo uno sprone sul fronte medico e sanitario, ma anche un appello” ad agire in modo solidale in Europa.

  • In Spagna i contagi complessivi sono 94.417

    La Spagna segna un altro triste record dei decessi per coronavirus nell'arco di 24 ore. Come ha indicato il ministero della Sanità, nel Paese le vittime dell'epidemia sono salite a un totale di 8.189, con un aumento di 849 in 24 ore, il numero più elevato registrato finora in un giorno nel Paese. I contagi sono aumentati di 9.222 (+11%) a un totale di 94.417. Le persone ricoverate in ospedale sono quasi 50mila, con 5.607 pazienti in terapia intensiva. I guariti sono aumentati a un totale di 19.259. Madrid resta l'area più colpita con oltre 27.500 contagi e 3.600 decessi.

  • Shock in Belgio: muore bimba di 12 anni


    Una bimba di 12 anni è morta in Belgio a causa del coronavirus. Lo hanno annunciato oggi le autorità sanitarie locali stando a quanto scrive l'agenzia di stampa Belga. “Un evento molto raro ma che ci ha sconvolti”, ha detto il virologo Emmanuel André nel corso della consueta conferenza stampa, scrive Le Soir.

    Il cartello sulla distanza di due metri in una macelleria a York, Gran Bretagna
  • American Airlines chiede 12 miliardi di dollari di aiuti (WSJ)


    American Airlines intende richiedere 12 miliardi di dollari in aiuti governativi per superare la crisi innescata dall'epidemia di Covid-19, secondo quanto riporta il Wall Street Journal. Il settore dell'aviazione è uno dei più colpiti dalla crisi sanitaria globale che ha portato alla cessazione della maggior parte dei voli transatlantici e di molti voli nazionali. Il Congresso Usa ha pianificato un aiuto specifico di 50 miliardi di dollari per l'industria nell'ambito del maxi-piano da 2mila miliardi. “Abbiamo intenzione di presentare una richiesta per ottenere questi fondi e siamo fiduciosi che ci consentiranno di superare questa crisi anche se si verificasse lo scenario peggiore” si legge in una lettera, citata dal quotidiano e indirizzata dal ceo di American Airlines Doug Parker e dal suo presidente Robert Isom ai loro team. L'importo richiesto, spiegano, corrisponde a circa un quarto dell'importo che si prevede di assegnare all'intero settore. Ma ciò potrebbe avere come contropartita il fatto che lo Stato entri nella capitale del gruppo. In effetti, i funzionari dell'amministrazione Trump hanno indicato che stanno studiando la possibilità che lo stato prenda una partecipazione nelle compagnie aeree come parte del piano di salvataggio.

  • Usa, Goldman vede aggravarsi la contrazione nel secondo trimestre

    Goldman Sachs Group Inc. vede un aggravamento dell’economia americana ancora maggioren nel secondo trimestre rispetto a quanto anticipato, la pandemia da coronavirus colpisce in modo particolarmente duro le aziende con un ’ondata di licenziamenti di massa, si prevede.

  • <br>In Germania saliti a 66.885 i casi, 645 morti

    Sono saliti a 66.885 i casi di contagio da Coronavirus in Germania, e le vittime sono 645. Lo scrive la John Hopkins University, che registra fra l'altro 13.500 ricoveri. Per il Robert Koch Institut, i positivi registrati elettronicamente sono 61.913 (+4615 rispetto al giorno precedente) e 583 sono i morti. Dal punto di vista economico, invece, la disoccupazione risulta stabile al 5 per cento.

  • Nuova riunione G20 per misure anti-virus


    I ministri delle finanze e i governatori delle banche centrali dei paesi membri del G20 terranno una seconda videoconferenza, oggi, per rafforzare le misure contro la pandemia di coronavirus. Le venti potenze economiche si sono impegnate, in un vertice virtuale lo scorso giovedì, a fare “fronte comune” nella lotta contro il Covid-19 affermando di essere pronte a iniettare 5.000 miliardi di dollari nell'economia mondiale, con le previsioni che segnalano un'imminente profonda recessione. L'Arabia Saudita, che ha la presidenza di turno del G20, ha affermato che il nuovo incontro servirà per “far avanzare la risposta globale coordinata alla pandemia di Covid-19 e le sue conseguenze umane ed economiche”.

  • Malesia ordina alle donne di non assillare i mariti a casa

    Tra i consigli anti-coronavirus in Malesia alcuni diretti alle donne: vestirsi bene anche se si deve stare a casa, truccarsi ed evitare di assillare i mariti a casa. Subito sono partite le accuse di sessismo e di alimentare stereotipi di genere. Una campagna online con hashtag #WomenPreventCOVID19 promossa dal ministero che si occupa della condizione femminile - riporta Reuters - ha dato una serie di consigli su come evitare conflitti domestici durante il parziale lockdown scattato il 18 marzo.

  • New York City: i morti aumentano del 16% in 6 ore

    New York City registra un aumento di morti da coronavirus del 16% in 6 ore: la metropoli si conferma nuovo epicentro della pandemia. Mentre ci si aspetta una stabilizzazione dei casi in Europa, calcola l’Oms, anche con il buon dato italiano del rallentamento dopo due settimane di corsa del virus. La Casa Bianca si prepara a un quarto round di misure di stimolo. Trump ha definito l’ordine nazionale di “rimanere a casa” “abbastanza improbabile”.

    Disinfestazione delle strade a Jakarta, Indonesia
  • Corea del Sud, casi di nuovo in aumento


    La Corea del Sud ha riportato ieri un rialzo di nuovi casi da Covid-19 a 125, dai 78 di domenica, a causa dei problemi nel tenere sotto controllo focolai interni e contagi importati. Secondo il Korea Centers for Disease Control and Prevention, le infezioni totali sono 9.786 e i decessi 162 (+4). Sono 15 i casi importati, 518 in totale. La Corea del Sud ha varato una quarantena obbligatoria di 14 giorni per tutti gli arrivi, anche per i 530 sudcoreani attesi dall'Italia. I guariti sono adesso 5.408, mentre i pazienti in cura 4.275.

  • Cina ritira gli esami per ingresso all’università: paura di una nuova ondata


    La Cina rimanda di un mese gli esami nazionali per l’ingresso all’università che riguardano 10 milioni di studenti. Non solo quindi i casi di contagio importati che non fanno abbassare la guardia a Pechino: il rinvio è dettato dalla paura di una nuova ondata di infezione da coronavirus. I due giorni di esami in tutto il Paese si chiamano “gaokao”, test annuali che sono stati spostati al 7 e 8 luglio, comunica la China Central Television con la provincia dell’Hubei, primo epicetro di Covid19, e Pechino che hanno ancora maggiore libertà di decisione.

  • Cnh Industrial: impossibili stime su ricadute coronavirus. E ritira outlook 2020


    Alla luce del “significativo deterioramento macroeconomico” innescato dalla pandemia di coronavirus e dalla conseguente incertezza di mercato, “in questo momento, non si possono ragionevolmente fare stime sull'impatto che qeusti eventi potrebbero avere sui risultati finanziari di Cnh Industrial nel 2020, a causa della rapida evoluzione e della fluidità della situazione”. Lo scrive in una nota della società, che sottolinea che “di conseguenza, Cnh Industrial ritira l'outlook finanziario per il 2020 presentato il 7 febbraio 2020”. Ulteriori aggiornamenti saranno forniti con i risultati del primo trimestre e la relativa conference call in calendario per il 6 maggio.

    Homeschooling a Sidney, Australia


  • Governo cinese: “48 nuovi casi importati”


    La Cina ha registrato ieri solo 48 nuovi casi di infezione da coronavirus, tutti importati. La Commissione sanitaria nazionale (Nhc), aggiornando il numero dei contagi di ritorno a 771, ha menzionato un ulteriore decesso
    nell'Hubei, la provincia epicentro della pandemia. I casi gravi continuano ad assottigliarsi, essendo scesi di 105 unità a 528. I contagi certi complessivi sono ora 81.518: 2.161 sono i pazienti in cura, 3.305 i decessi e 76.052 i dimessi dagli ospedali, pari a un tasso di guarigione del 93,2%. Ricordiamo che i dati dalla Cina devono essere presi col beneficio di inventario visto che il regime di Pechino ha interesse a dire di aver debellato la malattia e soprattutto date le ultime denunce sul vero numero delle vittime a Wuhan.

  • Cina, manifatturiero a marzo registra l’accelerata maggiore da settembre 2017


    L'indice Pmi manifatturiero di marzo rimbalza in Cina a 52 dai minimi storici di 35,7 segnati a gennaio-febbraio per il blocco anti Covid-19, battendo le attese degli analisti di 45. Secondo i dati dell'Ufficio nazionale di statistica, si tratta dell'accelerata più ampia delle attività degli impianti da settembre del 2017: le misure di prevenzione e controllo del coronavirus hanno aiutato ad accelerare la ripresa produttiva. Rimbalza a 52,3 anche il Pmi non manifatturiero, sollevandosi dai minimi record di 29,6 di gennaio-febbraio.

  • Thailandia, 127 nuovi casi per un totale di 1.651 contagi

    La Thailandia registra 127 nuovi casi e un altro morto portando il bilancio totale a 1.651 casi e 10 morti, dal primo contagio registrato a gennaio.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...