Europa

Coronavirus, maxi-intervento Fed: tassi a zero e nuovo Qe da 700 miliardi. «Azione coordinata delle banche centrali»

Fed a sorpresa taglia i tassi di un punto e avvia un nuovo programma di acquisto titoli da 700 miliardi Europa principale focolaio al mondo, i Paesi si proteggono.
Il Portogallo annuncia controlli al confine con la Spagna. La Francia arriva a quota 5.400 positivi
Gran Bretagna: contagi in crescita del 20 per cento; il Governo agli over 70: «State a casa»
Usa, oltre 3.000 casi e 61 morti. New York lo Stato più colpito: oltre 700 casi e 3 decessi

(REUTERS)
  • Fed a sorpresa taglia i tassi e lancia nuovo Qe

    Mossa di emergenza della Fed, che ha tagliato a sorpresa i tassi di interesse allo 0-0,25% come misura per contrastare gli effetti della pandemia da coronavirus. Si tratta del secondo taglio in una settimana e soprattutto di una riduzione secca di un punto percentuale. Il 3 marzo scorso, la Banca centrale Usa aveva già tagliato i tassi di mezzo punto portandoli all’1-1,25%, in quella che era ststa la sua prima riduzione di emergenza - cioè al di fuori delle riunioni programmate - dai tempi della crisi del 2008.

    Nuovo Qe da 700 miliardi
    Oltre a portare i tassi di interesse a zero la Fed ha lanciato un massiccio programma di Quantitative Easing per acquistare 700 miliardi di dollari di titoli di stato e obbligazioni garantite da mutui (mortgage-backed-securities) al fine di sostenere l'economia e proteggerla dall'impatto del coronavirus. Trump si è detto «felice» per l’azione della Fed, che il presidente ha più volte criticato negli ultimi mesi. «Un grande passo», ha commentato.

    Accordo tra le banche centrali per liquidità in dollari
    In queste ore c'è un'azione coordinata delle banche centrali mondiali per assicurare liquidità a sostegno del'economia minacciata dall'emergenza coronavirus: è quanto si legge in un comunicato della Fed. Bce, Banca del Canada, Bank of England, Bank of Japan e Banca centrale svizzera hanno siglato un’intesa con la Fed che rende più facile il rifornimento in dollari da parte delle banche di questi Paesi, una misura già adottata all’epoca della Grande crisi del 2008. L’accordo prevede uno sconto di 25 punti base sui contratti swap per favorire la dotazione di dollari da parte del sistema finanziario.

  • Documento Gb: epidemia durerà un anno

    L'epidemia di coronavirus è destinata nelle previsioni a durare per un anno, fino alla primavera del 2021. Lo si legge in un documento segreto redatto dal Public Health England per i responsabili del servizio sanitario nazionale britannico (Nhs) svelato dal Guardian. In questo arco di tempo, per quel che riguarda il Regno Unito, gli esperti che hanno firmato il rapporto affermano di aspettarsi un 80% della popolazione contagiata e un totale di 7,9 milioni persone costrette man mano al ricovero negli ospedali.

  • Volkswagen pronta a chiudere stabilimento in Slovacchia

    Volkswagen si prepara a chiudere lo stabilimento a Bratislava dopo che il governo slovacco ha dichiarato lo stato di emergenza per il coronavirus. Il premier Peter Pellegrinim ha detto che c’è un caso sospetto di contagi nell’impianto. Nel Paese i casi confermati sono 61, in netto rialzo dai 17 di sabato.

  • Francia, 5400 contagiati (+900) e 120 morti. Astensionismo record alle elezioni comunali

    Il ministro della Salute ha reso noto il nuovo bilancio di positivi al Covid-19: sono 5.400, in aumento di 900 persone rispetto a ieri. I morti sono saliti da 91 a 120.

    Intanto le prime stime relative alle elezioni dei sindaci in Francia con un tasso di astensione record, che dai diversi istituti di sondaggio vengono compresi fra il 53 e il 56%.
    Fra le prime città sulle quali giungono gli exit poll, Perpignan, feudo dell'estrema destra, dove con il 36,50 è in testa Louis Aliot, ex compagno di Marine Le Pen (Rassemblement National) e Le Havre, dove è in testa con il 43% il primo ministro Edouard Philippe.

  • Portogallo, da domani controlli al confine con la Spagna

    Il primo ministro portoghese ha annunciato che da domani verranno fatti controlli al confine tra Portogallo e Spagna, così da limitare i contagi. Le misure prese dal governo in tutta la nazione sono diverse: sono vietati i raduni di oltre 100 persone e sono chiusi tutti i bar fino al 9 aprile.

  • Bruxelles, salta l’Ecofin. Riunione forse in videoconferenza (come l’Eurogruppo di domani)

    Il Consiglio Ecofin in agenda martedì è stato cancellato. Secondo quanto si apprende, i ministri hanno deciso di non incontrarsi a Bruxelles a causa delle difficoltà di movimento dovute alle misure per contenere il coronavirus. I ministri avranno la possibilità di una scambio in videoconferenza, ma ancora non è confermato. È invece confermato l'Eurogruppo domani, in videoconferenza.

  • Airbnb, cancellazioni gratuite in tutto il mondo

    Airbnb ha annunciato di aver esteso la propria politica di cancellazioni gratuite ( e quindi senza penale) per le prenotazioni fatte in tutti gli Stati del mondo, a causa dell’epidemia dilagante. Saranno coperte le prenotazioni effettuate entro il 14 marzo (compreso) per soggiorni fino al 14 aprile.

  • Il Sudafrica dichiara lo stato di emergenza. Dal 18 marzo cuole chiuse e stop a voli da aree a rischio

    IlSudafrica dichiara lo stato di emergenza per rispondere meglio all’epidemia di coronavirus. Lo ha detto oggi il presidente Ramaphosa. Le misure restrittive che verranno adottate nel Paese spaziano dalle scuole chiuse (dal 18 marzo) all’incremento dei controlli in porti - alcuni dei quali chiuderanno - e aeroporti.
    Sempre dal 18 marzo verranno fermati i voli in arrivo da Paesi a rischio, tra cui l’Italia. Il Sudafrica, inoltre, negherà il visto a tutti gli stranieri che abbiano viaggiato in un’area ad alto rischio negli ultimi giorni.

  • Medio Oriente, in Arabia Saudita stop a bar, ristoranti e negozi. Il Qatar ferma voli e mezzi pubblici

    Continua il progressivo lockdown in Medio Oriente, dove i contagi non sono ancora elevati. L’Arabia Saudita, che già ieri aveva bloccato i voli internazionali, oggi ha chiuso bar, negozi, centri commerciali e ristoranti.

    Il Qatar blocca, a partire da mercoledì, i voli diretti a Doha , ad eccezione di quelli cargo. Da stasera, invece, secondo quanto riportato da Al Jazeera, stop ai trasporti pubblici.

  • Bahamas respingono nave da crociera britannica. A bordo almeno 5 contagiati

    Una nave da crociera britannica con 682 passeggeri a bordo e 331 membri dell'equipaggio è bloccata al largo dell'arcipelago delle Bahamas.

    Almeno cinque persone sono risultate positive al test del coronavirus, mentre 20 passeggeri e 20 membri dell'equipaggio sono in isolamento per aver mostrato sintomi influenzali.

    La nave Ms Braemar, della Fred Olsen Cruise Lines, è già stata respinta da vari porti nei Caraibi.

  • Usa, i casi di coronavirus salgono a 3.000. Morte 61 persone. New York lo Stato più colpito: 700 contagiati

    Negli Usa si contano oltre 3.000 casi di pazienti affetti da coronavirus negli Stati Uniti, oltre mille in più in meno di 24 ore.
    Il bilancio delle vittime sale ad almeno 61 persone. Il bilancio emerge dai dati delle autorità sanitarie federali e statali.
    A New York i contagiati sono 729, 100 più di ieri, mentre le vittime sono tre. Lo ha annunciato il governatore dello stato Andrew Cuomo.

  • La Spagna in lockdown schiera l’esercito contro le violazioni


    L'esercito ha iniziato a pattugliare le strade di Madrid e di altre città spagnole nei luoghi dove si possono creare assembramenti come le stazioni di treni e autobus. A riportarlo è l’edizione online di El Pais online che precisa come la prima a scendere in campo sia stata l'Unità militare per le emergenze che è in grado anche di fare la sanificazione dei luoghi se necessario.

  • L’Unione europea limita l’export delle mascherine. Von der Leyen: «I Paesi Ue devono condividerle tra loro»

    L'Unione europea limita l'esportazione di materiale di protezione come le mascherine. Lo ha annunciato la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, in un video su Twitter. Nel quale fa un appello ai governi: «Dobbiamo condividere il materiale protettivo all’interno dell’Ue. I divieti di vendita ad altri Paesi europei sono nefasti».

    «Oggi abbiamo adottato un sistema di autorizzazione delle esportazioni fuori dall'Ue, che dovranno quindi essere autorizzate dai governi europei. Ciò è necessario perché abbiamo bisogno di questo materiale per i nostri sistemi sanitari», ha detto von der Leyen.

    Ursula von der Leyen. (Reuters/Johanna Geron)

  • Francia, affluenza alle comunali in calo

    L’affluenza alle urne francesi, dove si vota per le comunali, è in calo del 16% rispetto al 2014. Alle 17 ha votato il 38,7% dei francesi, contro il 54.7% del 2014. Da mezzanotte di oggi la Francia ha chiuso bar, ristoranti, negozi e luoghi di intrattenimento per evitare il contagio da coronavirus.

    EPA/GUILLAUME HORCAJUELO

  • Regno Unito, contagi a quota 1.372. I decessi salgono a 35

    Mentre il Regno Unito avvia una parziale stretta alla strategia dell’immunità di gregge annunciata qualche giorno fa dal premier Boris Jhnson, chiedendo agli ultrasettantenni di rimanere a casa, il numero delle persone positive al Covid-19 sale a 1.372, con un incremento del 20 per cento. I decessi, secondo quanto dichiarato dal dipartimento della Salute, sono ad oggi 35. Ieri erano 21. Attualmente nel Regno Unito circa 40mila persone sono state sottoposte al test.

  • Guterres (Onu): «Rischio reale e crescente di recessione globale». I governi collaborino

    La pandemia crea un «rischio reale e crescente di una recessione globale». Lo ha detto il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres.

    «Nessun paese può affrontarlo da solo», ha scritto il segretario generale in un editoriale sul quotidiano portoghese Publico. «Più che mai - dice -, i governi devono cooperare per rilanciare le economie, espandere gli investimenti pubblici, promuovere gli scambi e garantire il sostegno alle persone e alle comunità».

    (Photo by Ludovic MARIN / AFP)

  • Olimpiadi di Tokyo, martedì il punto della situazione con il Cio

    A meno di cinque mesidall'inizio dell'Olimpiade di Tokyo, e nonostante fino ad ora non si sia paventato di rimandarle, il presidente del Cio Thomas Bach martedì farà, in videoconferenza e telefonicamente, il punto sulla situazione dei Giochi con i rappresentanti delle federazioni sportive internazionali, alla luce dell'emergenza Coronavirus.

    Lo scopo è quello, precisa una fonte, «di tenere tutti aggiornati, federazioni e i comitati olimpici. Tutti avranno l'opportunità di fare delle domande».

  • Germania, frontiere chiuse con Francia, Svizzera e Austria. Regolare trasporto merci

    La Germania ha annunciato che a partire da domani alle 8 di mattina saranno chiuse le frontiere con Francia, Svizzera e Austria per fermare la diffusione del coronavirus. Secondo quanto riportato dalla Bild, la circolazione delle merci dovrebbe essere garantita così come gli spostamenti dei pendolari. Al momento in Germania ci sono 5.072 casi di Covid-19.

  • Cina, 11 province senza più virus. Trasporti parzialmente riattivati

    Con la municipalità speciale di Chongqing, metropoli da oltre 30 milioni di abitanti, sono salite a 11 le province cinesi senza infezioni da Coronavirus. Sono Tibet, Qinghai, Fujian, Xinjiang, Anhui, Jiangxi, Shanxi, Hunan, Yunnan, Jiangsu e Chongqing.

    Le autorità cinesi, intanto, agevolato la ripresa dei servizi di trasporto diretto, cosiddetti “point to point”, per permettere ai lavoratori provenienti da altre aree del Paese di raggiungere le imprese di stanza in quelle zone dove si registra una maggiore concentrazione dell'occupazione, al fine di garantire un sicuro e ordinato ritorno in attività di questi lavoratori. Circa 78 milioni di lavoratori sono tornati ai loro posti di lavoro da altre aree del Paese.

  • Coronavirus, i morti nel mondo superano quota 6.000. In Europa sono oltre 1.900

    Il numero di morti per coronavirus nel mondo ha superato quota 6.000, dopo l'annuncio da parte della Spagna di 105 nuovi decessi.

    Il bilancio è stato realizzato dall’Afp sulla base di fonti ufficiali. In totale 6.036 persone sono morte e sono 159.844 i contagi in tutto il mondo. La Cina rimane il paese con il più alto numero di morti (3.199) ma ora è in Europa che l’epidemia progredisce rapidamente, con 1.907 vittime di cui 1.441 in Italia e 288 in Spagna, i paesi più colpiti del continente.

  • Austria, il Tirolo allontana tutti i non residenti con un’ordinanza

    Il Tirolo ordina a tutti i non residenti di lasciare la zona.
    Il land austriaco Tirolo allontana dal suo territorio i non residenti. Secondo un'ordinanza, citata dall'agenzia Apa, devono “immediatamente” lasciare il territorio gli austriaci che non hanno la loro residenza oppure il loro domicilio in Tirolo, ad eccezione di coloro che si trovano qui per lavoro. Anche l'ingresso sarà consentito solo a queste
    categorie di persone.

  • Nike chiude tutti i negozi in Europa, Nord America, Australia e Nuova Zelanda

    Il gigante dello sportswear Nike ha annunciato la chiusura di tutti i negozi negli Usa, in Canada e in Europa occidentale. La serrata è ovviamente legata all’epidemia di coronavirus ed è pensata per limitare la diffusione del virus.

  • Marocco, stop a tutti i voli internazionali

    Dopo le prime restrizioni sui voli provenienti da una lista di 30 Paesi, il Marocco ha annunciato lo stop a tutti i voli internazionali. Lo ha detto il ministro degli Esteri. Attualmente i contagiati in Marocco sono 28, di cui uno deceduto.

    Solo poche ore fa il Governo francese aveva chiesto collaborazione alle linee aeree per rimpatriare dal Marocco alcuni cittadini francesi.

  • Valencia, cinque positivi tra tecnici e giocatori

    Il Valencia ha annunciato che cinque tra i tecnici e i giocatori di prima squadra sono risultati positivi al coronavirus. La formazione spagnola nei giorni scorsi aveva affrontato l'Atalanta nel doppio turno degli ottavi di finale di Champions League, tra Milano e Valencia.

    Il primo a comunicare la propria positività era stato il difensore Garay, dal suo profilo. Subito dopo il club ha riferito che tutti i contagiati sono in buone condizioni e in autoisolamento a casa.

    (Photo by JOSE JORDAN / AFP)

  • Olanda, contagiati oltre quota 1.100. Chiudono tutte le scuole

    Sale il numero dei contagi in Olanda. Il ministero della Salute ha annunciato 176 casi nelle ultime 24 ore, arrivando a quota 1.135. Nel pomeriggio è stata decisa la chiusura di tutte le scuole

  • Cina: quarantena obbligatoria per chi arriva dall’estero

    Pechino vara una stretta contro il rischio delle infezioni di coronavirus importate: a partire da domani, per tutti gli arrivi internazionali nella capitale sarà disposto il periodo di quarantena obbligatorio in strutture dedicate e a pagamento. Saranno esentati i casi segnalati da “speciali circostanze”, ha riferito il Beijing Daily, quotidiano del Partito comunista locale. La Cina ha infatti ormai sostanziamente azzerato i casi interni mentre i nuovi sono soprattutto contagi di ritorno dall’estero: ieri 16 su 20 totali.

    EPA/WU HONG

  • Coronavirus, l’Austria chiude tutto sul modello Italia

    L'Austria chiude tutto, seguendo il modello italiano. Saranno chiusi non solo i negozi, ma anche ristoranti, che secondo una prima bozza potevano invece restare aperti fino alle ore 15. Lo stop riguarda anche parchi giochi e campi sportivi. Come in Italia, saranno consentiti solo spostamenti inderogabili. E' previsto anche lo stop dei voli di linea verso Russia, Ucraina e Gran Bretagna. Lo ha annunciato il cancelliere Sebastian Kurz durante una seduta straordinaria del parlamento che deve approvare i provvedimenti che entreranno in vigore a mezzanotte. (

  • La Ue annuncia: sbloccata la forniture mascherine a Italia

    “Sono lieto che il governo tedesco abbia annunciato che invierà 1 milione di mascherine in Italia”. Così il commissario Ue al mercato interno Thierry Breton ha reso noto lo sblocco delle forniture verso il nostro Paese. “Ho avuto intense discussioni con Germania e Francia sulle loro misure restrittive”, ha detto Breton. “Accolgo con favore il fatto che ora consentiranno l'esportazione di dispositivi di protezione”.

    il commissario Ue al mercato interno Thierry Breton. EPA/STEPHANIE LECOCQ

  • Austria richiama ex militari di leva

    Per affrontare l'emergenza sanitaria del coronavirus l'Austria richiamerà un certo numero di cittadini che in passato hanno svolto il servizio di leva militare oppure il servizio civile. L'annuncio è stato fatto dal cancelliere Sebastian Kurz, durante una seduta straordinaria del parlamento a Vienna. Oltre a ex militari, viene richiamato chi negli ultimi cinque anni ha svolto il servizio civile. Sarà inoltre prolungata la durata di chi sta facendo il servizio civile e la leva.

  • Iran, quasi 14 mila casi e 724 i morti

    I casi di coronavirus in Iran sono saliti a 13.938 casi. Lo ha reso noto il portavoce del ministero della salute, Kianoush Jahanpour, parlando in Tv. Le persone guarite - ha aggiunto - sono invece 4.790. I decessi nel Paese, secondo gli ultimi aggiornamenti dei media internazionali, sono saliti a 724 registrando un aumento di 113 casi in un giorno.

    (Photo by STRINGER / AFP)

  • Prime due casi alle Seychelles

    Le isole Seychelles confermano i primi due casi di coronavirus. Il commissario della Sanità pubblica, Jude Gedeon, ha annunciato che due cittadini tornati dall'Italia l'11 marzo sono risultati positivi al test. “Non appena abbiamo saputo che queste due persone erano state a contatto con una persona malata, abbiamo decido di effettuare il test questa mattina e il risultato è stato positivo”, ha detto il commissario. “Abbiamo già iniziato a rintracciare tutte le persone che sono state in contatto con i pazienti, ma poiché sono in una fase iniziale il rischio di diffusione è debole”, ha aggiunto.

  • Usa, oltre 2.800 casi. Trump negativo al tampone

    Sale il numero dei casi accertati di coronavirus negli Usa: sono più di 2.800, quasi il doppio in 24 ore. I morti sono almeno 58. A New York si registra la seconda vittima in un giorno, un uomo di 65 anni. Negativo al test il presidente Donald Trump.

  • Cina, preoccupazioni per il contagio di ritorno

    Crescono i timori in Cina per il contagio di ritorno: la Commissione sanitaria nazionale ha segnalato 20 nuovi contagio nella giornata di ieri, di cui 4 a Wuhan, focolaio del Covid-19, e 16 importati dall'estero (saliti a 111 totali), che sono risultati in maggioranza per il secondo giorno di fila. I morti in più sono 10, tutti nell'Hubei, la provincia di cui Wuhan è capoluogo. Altri 1.370 pazienti sono stati dimessi venerdì dagli ospedali, portando la percentuale di guarigione sugli 80.844 contagi certi, all'82,76%.

    Cina. Sul fiume Yangtze river (Afp)

  • Corea del sud, 76 nuovi casi: è il minimo dal 21 febbraio

    La Corea del Sud ha registrato 76 nuovi casi di coronavirus, ai minimi dal 21 febbraio e per la prima volta sotto quota 100 in 23 giorni. I contagi totali sono saliti a 8.162, ha riferito il Korea Centers for Disease Control and Prevention, dando l'aggiornamento della crisi a sabato. I dati confermano il trend di rallentamento del contagio: i due focolai di Daegu e del Nord Gyeongsang (rispettivamente, 41 e 4 nuovi casi) si stanno ridimensionando. Le due aree contano 6.031 e 1.157 contagi, l'88% del totale. I morti sono aumentati a 75.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti