Attualità

Coronavirus, ultime notizie dall’Italia. In Lombardia venerdì al via gli sport individuali. L’Antitrust avvia indagine sui prezzi alimentari

Conte media sul Decreto Maggio
Giunta Regolamento Camera: sì ai lavori parlamentari in Transatlantico
Accordo su Alitalia
Regolarizzazioni dei migranti, riprende il confronto nel governo
Dl Maggio: allo studio anche incentivi per aumenti di capitale delle impreseo
Regioni in pressing sul governo per le riaperture
In Italia 29.958 vittime di Covid-19

Fase 2, Italia a passeggio (Ansa)
  • Fase 2: Bonomi, partita molto male, non ci hanno ascoltato. «Ora tagliare Irap»

    La 'fase 2' è partita “male, molto male”, dice il presidente designato di Confindustria, Carlo Bonomi, ospite di Piazza Pulita su La7. “Molto male, ma lo sapevamo. Purtroppo da 5 settimane chiedevamo un metodo per la fase due, ma non ci hanno ascoltato”. Gli imprenditori hanno aperto “assumendosi tutta la responsabilità”, ascoltando “la disperazione” degli imprenditori, “l'angoscia” dei lavoratori.
    Bonomi, indica tre misure al Governo come priorità per le imprese: “Tagliare l'Irap, pagare i debiti della P.a alle imprese private , sbloccare i fondi già finanziati per le opere pubbliche”. Bonomi sottolinea che le misure già varate “non arrivano, non hanno i loro effetti”. E in particolare indica: “Abbiamo chiesto espressamente un taglio dell'Irap. Abbiamo chiesto qualcosa di urgente, di immediato. perchè fare una miriade di interventi a pioggia non serve”. Si può fare in occasione degli acconti di giugno, vale “9 miliardi. E' semplice, automatico, lo Stato non deve fare nulla”. E' “una semplificazione”.

  • Morto un altro medico in Valtellina

    Un altro medico della Valtellina è caduto sul fronte del Coronavirus. Il dottor Oscar Giudice, 73 anni, di Lovero (Sondrio), è morto questa sera all'ospedale Morelli di Sondalo (Sondrio), dove era ricoverato da circa un mese. Aveva contratto l'infezione poche settimane dopo essere rientrato in servizio, nonostante fosse in pensione, per portare il suo aiuto nella fase dell'emergenza

  • Iv: Renzi, tifo per governo, poi risultati parleranno

    “Io faccio il tifo per il governo perché tifo per l'Italia. Come a Roma tifo Zingaretti o in Veneto Zaia. Poi i risultati parleranno. Io non sono animato da un bisogno di fare i giochini della vecchia politica, torneremo a farli quando ci sarà la normalità, ma oggi c'è uno tsunami in arrivo”. Lo ha detto il leader di Iv, Matteo Renzi, a Dritto e Rovescio, su Rete 4.

  • M5S: si a misura per lavoratori stagionali, no a sanatoria

    “Ogni anno lavorano nei campi 1 milione e 100mila persone: quasi 350mila è rappresentata da manodopera stagionale straniera che, a causa delle restrizioni per arginare la diffusione del Covid-19, non potrà prestare la propria opera nei lavori stagionali nelle campagne italiane. Ed è per questa ragione che il governo sta approntando una apposita misura per i lavoratori stagionali. Lo ripetiamo, l'obbiettivo dell'intervento riguarda i lavoratori stagionali e non l'insieme dei cittadini irregolari”. Lo scrive il blog delle Stelle.

  • Salvini (Lega): allungare permessi a chi lavora ha senso

    “Attenzione: allungare a tempo il permesso di soggiorno a chi già lavora ha un senso, sanare tutti quanti non ha senso”. Lo afferma il leader della Lega, Matteo Salvini, a Porta a Porta, in onda stasera. “Siamo educati e composti ma facciamo appello al buon senso: meglio lavoro a tempo regolare che lo sfruttamento dell'immigrazione clandestina, illegale da molti anni”.


  • Sampdoria: tre nuovi contagi e un ritorno positivo

    L'Uc Sampdoria informa che, nel corso degli esami ai quali sono stati sottoposti i calciatori, sono emersi tre nuove positività al coronavirus e un ritorno di positività. Attualmente asintomatici, gli stessi sono stati posti in quarantena e saranno costantemente monitorati come da protocollo. Lo si legge sul sito della società.

  • Iss e Aifa avviano studio per valutare l’efficacia del plasma

    L’Istituto Superiore di Sanità e Agenzia italiana del farmaco, insieme, sono impegnati nello sviluppo di uno studio nazionale comparativo e controllato per valutare l'efficacia e il ruolo del plasma ottenuto da pazienti guariti da Covid-19 con metodica unica e standardizzata. Il plasma dei soggetti guariti viene impiegato per trattare, nell'ambito di questo studio prospettico, rileva l'Aifa, malati affetti da forme severe di COVID-19.

  • In Lombardia da domani via libera agli sport individuali all'aperto

    A partire da domani saranno consentite in Lombardia le attività sportive individuali all'aria aperta nell'ambito dei rispettivi impianti sportivi, centri e siti sportivi. È quanto stabilisce un'ordinanza della Regione. Saranno quindi consentiti, tra gli altri, golf, tiro con l'arco, tiro a segno, atletica, equitazione, vela, canoa, attività sportive acquatiche individuali, canottaggio, tennis, corsa, escursionismo, arrampicata sportiva, ciclismo, mountain-bike, automobilismo, motociclismo e go-kart.
    Nell'ordinanza del governatore lombardo Attilio Fontana, si specifica che negli impianti e centri sportivi sarà comunque vietata “la fruizione di spazi e servizi accessori (ad esempio, palestre, luoghi di socializzazione, bar e ristoranti)” e saranno aperti solo i locali adibiti a servizi igienici, con esclusione di docce e spogliatoi. Inoltre i gestori, oltre garantire la corretta e costante sanificazione e igienizzazione degli ambienti al chiuso e dei servizi igienici, devono assicurare il contingentamento degli ingressi, l'organizzazione di percorsi idonei e l'adozione di tutte le misure utili per assicurare il distanziamento sociale e il divieto di assembramento.

  • Focolaio nell'ospedale di Budrio, nel Bolognese

    Focolaio di coronavirus all'ospedale di Budrio (Bologna), nel reparto di Medicina. Quindici pazienti sono stati infatti trovati positivi e con loro anche quattro operatori: è l'esito dei tamponi eseguiti a tappeto nei giorni scorsi, sulle 34 persone ricoverate e su 43 operatori. Un paziente ricoverato è deceduto. I controlli sono scattati in seguito alla positività, il 4 maggio, di un paziente ricoverato per patologie non correlate al coronavirus, che nel corso del ricovero ne ha tuttavia sviluppato i sintomi, confermati, spiega l'Ausl di Bologna, anche dal quadro clinico radiologico. I quattro operatori sono stati allontanati dal lavoro, mentre 14 pazienti sono stati trasferiti nei reparti Covid dell'ospedale di Bentivoglio e Villa Erbosa. “Uno di loro, in condizioni di grave fragilità sanitaria e con un quadro clinico già compromesso, è purtroppo deceduto la notte scorsa”, prosegue l'Asl, assicurando che “proseguono le opportune azioni di sorveglianza sanitaria per gli ospiti e gli operatori risultati negativi ai tamponi”.

  • Dl imprese: quasi 700 emendamenti inammissibili, da martedì voto commissioni

    Sono poco meno di 700 gli emendamenti al Dl imprese cassati per inamissibilità dalle presidenze delle commissioni Finanze e Attività produttive della Camera. Restano quindi circa 2.100 le proposte di modifica da esaminare anche se ci sarà un tetto a quelle 'segnalate'. “Il lavoro sull'ammissibilità degli emendamenti è stato appena ultimato. È stato un lavoro imponente e andiamo ora avanti con le attività necessarie a iniziare quanto prima la discussione affinché il testo arrivi, con i giusti e utili correttivi, in Aula nei tempi previsti” afferma il presidente della commissione Finanze, Raffaele Trano. Il voto nelle Commissioni sugli emendamenti al provvedimento che prevede strumenti per iniettare liquidità nel mondo produttivo inizierà martedì 12. La Capigruppo di Montecitorio ha fissato per lunedì 18 l'approdo all'esame dell'Assemblea. Anche se non si può escludere uno slittamento al lunedì successivo, 25 maggio.

  • Fiorentina: tre giocatori e tre membri dell staff positivi

    Tre giocatori positivi al Covid-19 e altrettanti dello staff tecnico-sanitario: è quanto emerso dai controlli di laboratorio effettuati ieri dalla Fiorentina sui propri tesserati. La società viola, fa sapere una nota, ha provveduto a far proseguire l'isolamento alle persone coinvolte. Per domani mattina sono previste, per il resto del gruppo, le visite mediche propedeutiche per l'inizio dell'attività facoltativa sul campo presso il centro sportivo 'Davide Astori'. Come si ricorderà, la Fiorentina è stata una delle squadre di Serie A colpita dal virus: Vlahovic, Cutrone e Pezzella fra i giocatori, il medico sociale Luca Pengue, il fisioterapista Stefano Dainelli e altre sette persone fra staff e dipendenti del club.

  • Dl Maggio, allo studio anche incentivi per aumenti di capitale delle imprese

    Governo al lavoro sul pacchetto di aiuti alle imprese da inserire nel decreto Maggio: in particolare si starebbero studiando anche incentivi fiscali agli apporti di capitali privati che accompagnerebbero il sistema che vedrebbe lo Stato (probabilmente attraverso Invitalia) parte attiva del rafforzamento delle medie imprese, quelle tra 5 e 50 milioni di fatturato. L'intenzione sarebbe quella di confermare lo schema che vede ristori a fondo perduto per le micro e piccole imprese, in base al danno subito (si valuta fino al 20%), sostegno dello Stato al capitale per le medie imprese e intervento di Cdp per le grandi.
    Ma in queste ore si starebbero valutando anche alternative al meccanismo del 'pari passu', cioè iniezione di capitale privato cui si aggiungerebbe equivalente quota pubblica, che non piace a Confindustria e potrebbe non conciliarsi con le nuove regole Ue sugli aiuti di Stato che dovrebbero essere annunciate a breve. Secondo quanto riferito, infatti, Bruxelles potrebbe non dare il via libera all'intero schema, che si potrebbe così applicare in automatico, ma chiedere comunque singole istruttorie.

  • In Italia 29.958 vittime di Covid-19, 274 più di ieri

    Sono salite a 29.958 le vittime per coronavirus in Italia, con un incremento di 274 in un giorno. Ieri l'aumento era stato di 369. Il dato è stato reso noto dalla Protezione civile.

    Per approfondire: Coronavirus Italia, ultime notizie: +1.401 casi (+0,6%) e 274 morti (+0,9%)

  • Governatore Toti: mascherine a 50 cent introvabili

    “Le mascherine a 50 centesimi sono introvabili. Il Governo prima di annunciare il prezzo fisso doveva garantire la fornitura che, come denunciato Federfarma, ancora non c'è”. È il commento del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti oggi pomeriggio via fb. “Pur essendo diventate obbligatorie in molti luoghi pubblici per effetto delle disposizioni del decreto del 26 aprile, le farmacie, che le hanno esaurite ben prima della ripartenza, dicono di non essere state rifornite dalla Protezione Civile. - continua - Ora forse hanno trovato l'accordo ma intanto è il solito caos a discapito dei cittadini”.

  • In Lombardia superati 80mila contagi, +134 decessi

    In Lombardia sono 80.089 i contagiati, con un aumento di 689 casi con 15.488 tamponi. Ieri c'era stato un aumento di 634 nuovi casi con 14.546 tamponi effettuati. I morti sono 14.745 in totale con un aumento di 134, inferiore a quello di ieri (+222). Continuano a calare i ricoveri non in terapia intensiva (5848, -231), stazionari quelli in terapia intensiva. Sono i dati resi noti dalla Regione Lombardia.

  • Scuola, Associazione presidi: protocollo sicurezza del ministero troppo incerto

    Il ministero dell'Istruzione ha presentato ai presidi e ai sindacati una “prima bozza” di protocollo sulla sicurezza per il rientro a scuola a settembre, testo che dovrà essere ora vagliato dalle parti sociali e poi inviato al Comitato tecnico scientifico e dovrà dare le sue valutazioni. Secondo l'Associazione nazionale presidi, “la bozza proposta presenta aspetti troppo incerti ma ha apprezzato l'ampia disponibilità a rivederla”.

  • Federalberghi: per turismo -17 miliardi di fatturato nel 2020

    A marzo -92,3% per gli stranieri e -85,9% per gli italiani e ad aprile -99,1% per gli stranieri e -96,4% per gli italiani. È un vero e proprio tracollo quello delle presenze negli esercizi ricettivi a seguito delle restrizioni dovute al Covid-19. Il grido di dolore degli alberghi italiani è arrivato alla Commissione X del Senato tramite il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca secondo cui nel 2020 ci sarà la perdita di oltre 305 milioni di presenze (-71,2% rispetto al 2018), con un calo di fatturato del settore ricettivo pari a quasi 17 miliardi di euro (-71,4%). “L'impatto dell'epidemia sul sistema dell'ospitalità italiana - dice - è stato devastante”. Ad aprile, nel comparto ricettivo sono andati persi circa 106 mila posti di lavoro stagionali. Se si guarda all'intero settore turismo, i posti di lavoro stagionali a rischio per l'estate 2020 sono quasi 500 mila. Una volta terminata la cassa integrazione, dovranno attendersi conseguenze anche sui contratti a tempo indeterminato.

  • Antitrust avvia indagine su aumenti prezzi alimentari e detergenti

    L'Antitrust ha avviato un'indagine preistruttoria inviando richieste di informazioni a numerosi operatori della Gdo per acquisire dati sull'andamento dei prezzi di vendita al dettaglio e dei prezzi di acquisto all'ingrosso di generi alimentari di prima necessità, detergenti, disinfettanti e guanti, al fine di individuare eventuali fenomeni di sfruttamento dell'emergenza sanitaria per coronavirus, a base dell'aumento di tali prezzi. Le richieste di informazioni riguardano oltre 3.800 punti vendita, soprattutto dell'Italia centrale e meridionale, pari a circa l'85% del totale censito da Nielsen nelle province interessate. Nello specifico, dalle analisi preliminari svolte dall'Autorità sui dati Istat sono emersi a marzo, per i prodotti alimentari, aumenti dei prezzi rispetto a quelli correnti nei mesi precedenti differenziati a livello provinciale. E, segnala l'Autorita', i maggiori aumenti si riscontrano in aree non interessate da “zone rosse” o da misure rafforzate di contenimento della mobilità. L'Autorità ha ritenuto di non poter escludere che tali maggiori aumenti siano dovuti anche a fenomeni speculativi perché non riconducibili a motivazioni di ordine strutturale, come il maggior peso degli acquisti nei negozi di vicinato, la minore concorrenza tra punti vendita a causa delle limitazioni alla mobilità dei consumatori, le tensioni a livello di offerta causate dal forte aumento della domanda di alcuni beni durante il lockdown e dalle limitazioni alla produzione e ai trasporti indotte dalle misure di contenimento dell'epidemia. I principali destinatari delle richieste di informazioni sono: Carrefour Italia, MD, Lidl, Eurospin, F.lli Arena; alcune cooperative Conad, alcune cooperative e master franchisor Coop; diversi Ce.Di. aderenti a SISA ,SIGMA e CRAI.

  • Federfarma: accordo operativo quando avremo mascherine

    “Riterremo operativo l'accordo tra il Commissario Arcuri e i distributori solo quando ci saranno le mascherine nelle farmacie”. Lo ha detto il presidente di Federfarma, Marco Cossolo. “Dopo l'accordo con il Commissario anche solo verbale il giorno 27 aprile, noi farmacisti abbiamo messo in vendita le mascherine che avevamo in stock e qualcuna avuta dai rifornitori. Poi sono terminate e abbiamo segnalato già da lunedì scorso ad Arcuri la mancanza di mascherine chirurgiche - spiega Cossolo -. Anche per questo ieri il Commissario ha convocato le associazioni dei distributori, 'Federfarma Servizi' e 'Adf', in nostra presenza. E se qualcuno dice che la categoria dei farmacisti tiene nascoste le mascherine chirurgiche in stock rifiutandosi di venderle a 50 centesimi più iva, dice il falso. Le farmacie hanno venduto tutte quelle che avevano. Anzi, per i soggetti bisognosi intendiamo distribuirle gratuitamente, con i costi a carico della Regione”.

  • Governatore Fontana: nessuna chiusura per ospedali in Fiere

    “Non ho nessuna intenzione di smantellare né l'ospedale in Fiera a Bergamo, né quello in Fiera a Milano”. Lo ha detto il presidente della Lombardia Attilio Fontana, smentendo la voce di una chiusura della struttura bergamasca a fine mese al termine della cerimonia organizzata per salutare la 'brigata russa' che da domani rientrerà a Mosca. Il governatore ha spiegato che le due strutture, in base anche alle indicazioni del governo, serviranno nel momento in cui potrebbe esserci un ritorno del virus. “Non abbiamo alcuna intenzione di trasferire medici e modificare” le due strutture perché dobbiamo essere pronti” per qualsiasi eventualità.

  • Camera, Giunta Regolamento: sì a lavori parlamentari in Transatlantico

    Via libera della Giunta per il Regolamento di Montecitorio alla proposta di utilizzare il Transatlantico come estensione dell'Aula per votare e partecipare ai dibattiti in modo da mantenere il distanziamento. Dalla Giunta è emerso un un chiaro e ampio orientamento a farvi ricorso in modo prioritario rispetto alle tribune, considerata la continuità con l'Emiciclo. Grazie a questa innovazione, nell'Emiciclo ci saranno in tutto 334 posti, oltre a cinque attivabili ove necessario, 120 in transatlantico e 170 in tribuna.

  • Nel Lazio 39 casi e 5 morti, balzo in avanti dei guariti

    “Oggi registriamo un dato di 39 casi positivi nelle ultime 24h, un trend al 0,5% e un balzo in avanti dei guariti che sono 119 il triplo dei nuovi casi nelle ultime 24h”. È quanto fa sapere dell'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato, al termine della videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19. “Proseguono - ha spiegato - i controlli sulle Rsa e le strutture socio-assistenziali private accreditate. Sono ad oggi 678 le strutture per anziani ispezionate su tutto il territorio. Conclusa l'indagine epidemiologica delle unità mobili USCA-R presso la Fondazione Irccs Santa Lucia, sono stati eseguiti oltre 500 tamponi, il cluster è chiuso”. Il Lazio punta sui test sierologici: da lunedì al via 300mila per capire la circolazione del virus. Nelle ultime 24 ore i decessi sono stati cinque, mentre continuano a crescere i guariti che sono arrivati a 2.143 totali e i tamponi totali eseguiti sono stati oltre 165mila.

  • Tar Lazio: stop a limiti prescrizione farmaci dei medici di famiglia

    Il Tar Lazio, con la decisione n. 3627 di oggi, ha sospeso, in considerazione del danno grave e irreparabile, la determina della Regione Lazio recante “terapia domiciliare pazienti Covid-19” nella parte in cui limita il diritto di prescrizione dei farmaci dei medici di medicina generale prevedendo l'accertamento di positività all'infezione per la somministrazione delle molecole indicate.


  • Borrelli: donati 142 mln e 117 spesi per acquisto Dpi

    Sul conto corrente della Protezione Civile sono stati raccolti oltre 142 milioni, di cui 117 milioni già spesi per l'acquisto dei Dispositivi di protezione individuali (Dpi)”. Lo ha detto il capo della Protezione civile Angelo Borrelli in audizione alla commissione Affari costituzionali della Camera sottolineando che il dipartimento ha messo in campo contro l'emergenza “500 medici, 500 infermieri, di 1.500 operatori socio-sanitari”. “Dall'inizio dell'emergenza - ha detto - sono state emanate 29 ordinanze di protezione civile per disciplinare, tra l'altro il rientro degli italiani all'estero, l'anno scolastico e l'incremento dei personale sanitario”. Sui dispositivi di sicurezza Borrelli ha sottolineato “che sono superate le carenze dei tamponi segnalate a fine marzo” e la difficoltà legate “alla mancanza di una produzione nazionale e alla chiusura dei voli internazionali”. In ogni caso sono stati “attivati 52 contratti, 22 dei quali trasferiti al Commissario Arcuri”.


  • In corso incontro tra Conte e delegazione Italia Viva

    È in corso a Palazzo Chigi l'incontro tra il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte e una delegazione di Italia Viva guidata dalla capodelegazione nell'Esecutivo, la ministra delle Politiche agricole, Teresa Bellanova. Sono presenti i capigruppo alla Camera e al Senato, Maria Elena Boschi e Davide Faraone e il coordinatore nazionale Ettore Rosato.

  • Il Salone del Libro di Torino aspetta l’autunno e intanto va sul web

    In attesa di tornare nella veste abituale, in autunno o non appena possibile, ci sarà un'edizione straordinaria del Salone del libro dedicata alle vittime del virus, ai loro parenti, al personale medico e paramedico. Da giovedì 14 a domenica 17 maggio, sul sito del Salone e sui canali social un ricco programma di eventi in live streaming. Tra gli ospiti i ragazzi di Fridays For Future, Javier Cercas, Annie Ernaux, Salman Rushdie, Alessandro Baricco, Jovanotti, Zerocalcare, Roberto Saviano, Paolo Giordano, Francesco Piccolo, Fabrizio Gifuni, Linus.

  • Inail: approvato solo il 4% delle richieste Dpi presentate

    Sono solo 96 i dispositivi di protezione individuale validati fino al 4 maggio su un totale di 2.458 pratiche processate. Lo fa sapere l’Inail, sottolineando che si tratta del 4% del totale. Nella maggioranza dei casi le richieste riguardano «prodotti che, sulla base della documentazione presentata, non risultano conformi ai requisiti di qualità e sicurezza per la protezione di lavoratori e operatori sanitari. Tra queste anche le domande presentate dalla Only Italia Logistics Scarl». Il nuovo report sulle attività di validazione dei dpi da produrre, importare o immettere in commercio, funzione attribuita in via straordinaria all'Istituto, fino al termine dell'emergenza coronavirus è stato pubblicato oggi.

  • Zaia: pronti aprire tutto anche prima 18 maggio

    Il governatore Luca Zaia è «pronto a far ripartire tutto anche prima del 18 maggio». E lo ribadirà nella videoconferenza con gli altri presidenti delle Regioni, presente il ministro Boccia. «Porto avanti la volontà di proporre di poter aprire tutto. È difficile pensare che l'apertura che abbiamo oggi, che è pressochè totale, sia un fatto di salvaguardia rispetto al riavvio di quello che è rimasto chiuso. Pensare che il capro espiatorio di questa partita sia la parrucchiera, gli estetisti o i negozi, decisamente no. Altri colleghi la pensano come me».

  • Accordo tra governo e Cei, messe dal 18 maggio

    È stato firmato questa mattina, a Palazzo Chigi, il Protocollo che permetterà la ripresa delle celebrazioni con il popolo. Il Protocollo - firmato dal Presidente della Cei, cardinale Gualtiero Bassetti, dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e dal Ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese - entrerà in vigore da lunedì 18 maggio 2020. «Le misure di sicurezza previste nel testo esprimono i contenuti e le modalità più idonee per assicurare che la ripresa delle celebrazioni liturgiche con il popolo avvenga nella maniera più sicura. Ringrazio la Cei per il sostegno morale e materiale che sta dando all’intera collettività nazionale in questo momento difficile per il Paese», afferma il premier Giuseppe Conte nel comunicato diffuso dalla Cei. «Fin dall'inizio abbiamo lavorato per giungere a questo Protocollo: il lavoro fatto insieme ha dato un ottimo risultato. Analogo impegno abbiamo assunto anche con le altre Confessioni religiose», precisa la titolare dell’Interno, Luciana Lamorgese.

  • Brusaferro (Iss): Italia ancora in fase epidemica

    «Stiamo ancora in fase epidemica. Il fatto che la curva dei contagi sia decrescente è positivo ed è il frutto delle misure prese e dei comportamenti degli italiani. Ciò non toglie che abbiamo nuovi casi e che la circolazione del virus sia presente nel Paese, e questo deve portarci ad adottare tutte le misure necessarie». Lo ha detto Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss), in audizione in Commissione Affari sociali della Camera.

    «I dati mostrano che la percentuale di immuni è ancora molto bassa». Anche se è diversa tra le diverse aree del paese, «globalmente siamo molto lontani dal 70% necessario alla soglia dell'immunità di gregge». L'obiettivo «è contenere il virus, non siamo ancora in grado di immaginare un'eradicazione, che sarà possibile solo con il vaccino», ha poi spiegato Brusaferro in audizione.

  • Sportiello (portiere Atalanta) guarito dopo un mese e mezzo

    Il portiere dell'Atalanta, Marco Sportiello, è guarito dal coronavirus dopo un mese e mezzo. «L'Atalanta - scrive il club - informa che Sportiello, sottoposto a due tamponi consecutivi nell'arco di 48 ore, è risultato negativo al Covid-19. Il calciatore, come da protocollo sanitario per gli atleti professionisti Covid-19, effettuerà nei prossimi giorni tutti gli accertamenti e successivamente potrà riprendere l'attività fisica individuale». Sportiello era risultato positivo il 20 marzo.

  • Patuanelli: alcune banche non collaborano nei finanziamenti alle imprese

    «È innegabili che gli effetti del Dl liquidità scontano l'atteggiamento di alcuni istituti bancari che non stanno collaborando come dovrebbero e come potrebbero nell'erogazione dei finanziamenti alle imprese». Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, rispondendo al Question Time al Senato circa le misure messe in campo per aiutare le imprese colpite dall'emergenza coronavirus.

  • Toti: «Al mare in Liguria con il braccialetto elettronico»

    «Di certo il distanziamento sociale funzionerà anche negli stabilimenti balneari, nella cabina di regia per la Fase 2 in Liguria abbiamo ragionato con l’Istituto italiano di tecnologia di dotare tutti i bagnanti della Liguria di un braccialetto che emetta un suono o una vibrazione quando ti avvicini troppo all’altro bagnante». È lo scenario prospettato dal presidente della Regione Liguria Giovanni Toti stamani a Radio 1 in merito alla riapertura delle spiagge durante l’epidemia di coronavirus. «Aspettiamo i protocollo Inail della cabina di regia nazionale, che sta affrontando il tema del turismo», spiega. «Il tema dei temi per il turismo è la riapertura dei confini almeno regionali, perché il turismo autoctono vale per la Liguria forse meno del 20%».

  • Torna a casa il modenese che viveva a Wuhan, «bloccato tre volte»

    Bloccato a fine gennaio a Wuhan, nella città cinese epicentro della pandemia del Sars-Cov2, assieme ad altri colleghi, poi in quarantena alla Cecchignola di Roma una volta rientrato in Italia e infine - tornato a casa - bloccato dal «lockdown» italiano a Montale, nel Modenese. È la storia del tecnico del settore ceramico di Modena Michel Talignani, 45 anni, riportata dall’edizione locale del Resto del Carlino. «Speravo di essere riuscito a scappare da questo virus e invece non c’è stato verso, mi ha inseguito fino in Italia», dice. Talignani è stato tra i primi a raccontare all’Italia via Skype quello che stava accadendo in Cina: «A Wuhan - ricorda - si parlava soltanto di contagiati e di morti, i guariti non esistevano, il virus non guardava in faccia a nessuno, chiunque prendesse moriva; giovani, vecchi, non c’erano età o condizioni salute». E sul lockdown in Italia il tecnico sottolinea: «È solo un parere personale perchè non sono un esperto, ma credo che se avessimo fatto un lockdown un pò più rigido da subito l’avremmo smaltita più in fretta».

  • Fico: «La parola d’ordine è comunità»

    «I dati del contagio e tutti gli altri numeri sono in netto miglioramento: questo vuol dire che l’Italia s’è riscoperta comunità, dal nord al sud. La parola chiave è comunità e Stato, solidarietà». Lo afferma il Presidente della Camera, Roberto Fico, a Uno Mattina, su Rai 1. «La Fase due è fondamentale come la Fase uno: tutti sappiamo che nella riapertura in sicurezza il comportamento individuale è fondamentale e io sono ottimista. Tutti si sono accorti quanto sia fondamentale avere un Parlamento funzionante. L’Aula che lavora è fondamentale anche come simbolo di un Paese. Al simbolo uniamo il lavoro».

  • Altri 137 turisti italiani lasciano il Messico

    Con un volo speciale della compagnia Blue Panorama partito da Cancun, altri 137 turisti italiani rimasti bloccati dalle restrizioni ai viaggi imposte dalla pandemia da coronavirus hanno potuto lasciare il Messico. Il velivolo è decollato dallo scalo internazionale messicano mercoledì sera alle 23 locali (le 6 di oggi in Italia) alla volta prima di Milano Malpensa e quindi di Roma Fiumicino. A quanto si è appreso, i cittadini italiani che fanno ritorno in Patria sono turisti che erano rimasti bloccati soprattutto nella zona caraibica della Riviera Maya. La partenza è stata organizzata dall’Ambasciata d’Italia a Città del Messico, in coordinamento con l’Unità di crisi della Farnesina ed è stata preparata rispettando «le norme di sicurezza sul distanziamento di un metro a bordo dei velivoli diretti in Italia». I 137 italiani partiti si aggiungono ai 200 di un volo speciale realizzato dalla compagnia Neos il 25 marzo e agli oltre 250 turisti rientrati in Italia attraverso le riprotezioni di Alitalia, e a voli di linea garantiti. Risulta inoltre che in territorio messicano vi sono ancora circa 300 cittadini italiani non residenti con cui la rappresentanza diplomatica dell’Italia a Città del Messico tiene i contatti, mantenendo aggiornata la Farnesina e fornendo forme di assistenza specifiche ai connazionali più in difficoltà.

  • L’italiano rimpatriato dalla Guinea è a arrivato Palermo

    È già ricoverato nel reparto di terapia intensiva e rianimazione dell’ospedale «Cervello» di Palermo l’informatico di 49 anni, di nazionalità italiana, che si trovava ricoverato in ospedale a Malabo, nella Guinea equatoriale, suo paese d’origine, dopo aver contratto il coronavirus. Intorno alle 5 è atterrato nel capoluogo siciliano l’aereo militare messo a disposizione dal governo italiano. Ne dà notizia la famiglia. L’aereo della Aeronautica militare era decollato mercoledì, intorno alle 15,30, da Pratica di Mare. Un volo militare in alto biocontenimento, organizzato, su richiesta del ministero degli Affari esteri, dal ministero della Difesa. A bordo la équipe dell’Aeronautica militare formata da sanitari, medici ed infermieri specializzati nell'assistenza ai pazienti affetti da malattie infettive in totale isolamento. L’ammalato è sposato con una palermitana, entrambi sono molto impegnati nel sostegno alle comunità africane. La Farnesina aveva raccolto due giorni fa l’appello della donna, disperata per il marito in gravissime condizioni e bisognoso di cure come la dialisi.

  • Conte media sul Decreto Maggio

    Il premier Giuseppe Conte media sul Decreto Maggio, ora in standby: 200 milioni ai comuni delle zone rosse; superbonus al 110% per ristrutturazioni green e antisimiche; 500 euro per bici e monopattini in città. No di Confindustria e Ance alla riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario. Accordo tra Alitalia e sindacati: con Cityliner in cig 6.826 lavoratori.

  • Regolarizzazione dei migranti, prosegue il confronto

    Proseguirà nella giornata di giovedì 7 maggio il confronto nella maggioranza spaccata sulle regolarizzazioni di braccianti colf e badanti, con la ministra Teresa Bellanova e Iv che minacciano di lasciare il Governo senza l’ok al provvedimento. M5s però frena.

  • Regioni in pressing, Conte vede un «anticipo delle riaperture»


    Regioni in pressing per la ripartenza. Nella giornata di giovedì videoconferenza dei governatori. «Chiederemo che i singoli enti possano presentare piani di riapertura», afferma il governatore della Liguria Giovanni Toti. Il premier Giuseppe Conte conferma di voler valutare se anticipare «aperture ulteriori» dei negozi. Record per diminuzione di malati in Italia, -7mila. Ma in Lombardia tornano a salire i decessi, +222.

    Per approfondire:
    La mappa dei contagi
    Coronavirus, tutto quello che devi sapere

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti