Il bollettino della pandemia

Coronavirus: in Italia altri 30.798 casi e 153 vittime, tasso di positività al 3,6%. Contagi saliti del 50% in 7 giorni

I dati del ministero della Sanità elaborati sulla base di oltre 850mila tamponi. Iqvia: a novembre acquistati in farmacia oltre un mln di tamponi per un costo di 30 mln di euro

Coronavirus: il bollettino del 21 dicembre 2021

6' di lettura

I DATI DEL CONTAGIO
Loading...

Alle 17.50 di oggi, martedì 21 dicembre, si sono registrati 30.798 nuovi positivi al Coronavirus (+14.585 giorno su giorno: ieri erano 16.213, numero relativamente ridotto come sempre accade dopo il fine settimana) rilevati dal bollettino quotidiano diffuso dal ministero della Sanità e dalla Protezione civile.

Il dato di oggi è il più alto dal 21 novembre 2020, quando però il numero di decessi era stato ben superiore (633), mentre su base settimanale l’aumento dei contagi sfiora il 50 per cento (+117% in Lombardia).

Loading...

Il totale degli attualmente contagiati arriva così a 384.144 unità. Il “tasso di positività”, cioè il rapporto tra il numero totale dei tamponi effettuati e quelli che risultano postivi si è attestato al 3,6% (in calo: ieri era al 4,8%). Il dato è stato elaborato in base ai risultati di ben 851.865 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore contro i 337.222 di lunedì (sono considerati nel conteggio sia i test rapidi antigenici che i tamponi molecolari). I decessi, nelle ultime 24 ore, sono stati 153 (16 vittime in più rispetto alle 137 contate ieri), per un totale di 135.931 morti dall'inizio della pandemia.

Degli oltre 380mila italiani attualmente positivi, 8.381 sono ricoverati con sintomi nei reparti ospedalieri ordinari (+280, ieri erano 8.101) e 1.012 nei reparti di terapia intensiva (+25, erano 987; 96 gli ingressi giornalieri). I soggetti tenuti sotto osservazione medica in isolamento domiciliare sono invece 374.751 (+14.136, erano 360.615). Il totale dei dimessi e dei guariti è arrivato a 4.916.068.

In Friuli Venezia Giulia 515 nuovi contagi e 10 decessi

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 6.355 tamponi molecolari sono stati rilevati 386 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 6,07 per cento. Sono inoltre 16.152 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 129 casi (0,80%). Si conferma essere la prima fascia di contagio quella degli under 19 con il 20,78% dei nuovi positivi, a seguire la fascia 40-49 anni con il 16,31%, quella 50-59 anni con il 15,73% e la 30-39 con il 14,17%. Lo comunica il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi. Nella giornata odierna, aggiunge , si registrano i decessi di 10 persone. Le persone ricoverate in terapia intensiva rimangono 29, mentre i pazienti presenti in altri reparti sono 299. I decessi complessivamente ammontano a 4.142.

Lazio: 2285 nuovi casi, +647 rispetto a ieri, 13 decessi

“Oggi nel Lazio su 22.407 tamponi molecolari e 42.131 tamponi antigenici per un totale di 64.538 tamponi, si registrano 2.285 nuovi casi (+647), sono 13 i decessi (-1), 915 i ricoverati (+11), 128 le terapie intensive (+9) e +1.104 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 3,5%”. Così l'assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato. “I casi a Roma città sono a quota 1.191 - aggiunge - superate le 17mila vaccinazioni pediatriche somministrate e prosegue il trend di crescita delle prime dosi. Superati 1,6 milioni di dosi booster per un totale di 10 milioni e mezzo di somministrazioni nel Lazio. Ieri effettuate quasi 57 mila vaccinazioni, il 19% in piu’ del target commissariale”. Rispetto al 21 dicembre dello scorso anno di registrano 1.805 ricoveri in meno in area medica, 179 in meno in terapia intensiva, 34.864 isolati a domicilio in meno e 29 decessi in meno.

In Toscana quattro decessi, aumentano ancora i ricoveri

Sono quattro, due uomini e due donne, le persone decedute a causa del Covid nelle ultime 24 ore in Toscana, portando il totale dall'inizio dell'epidemia a 7.497. In Toscana sono 319.615 i casi complessivi di positività al Coronavirus. L’età media dei 1.316 nuovi positivi odierni è di 38 anni circa. I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 293.937 (92% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 18.181, con un aumento del 5,8% rispetto a ieri. I ricoverati sono 424 (18 in più rispetto a ieri), di cui 61 in terapia intensiva (stabili).

IL TREND GIORNO PER GIORNO

Casi attualmente positivi, guariti, morti e casi totali dal primo rilevamento a oggi. Casi nuovi giorno per giorno

Loading...

Sardegna: 186 nuovi positivi e 2 decessi

In Sardegna si registrano oggi 186 ulteriori casi confermati di positività al Covid, sulla base di 3.360 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 11.710 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 12 (stesso dato di ieri) mentre 115 (4 in meno di ieri) sono in area medica. Sono 4.085 i casi di isolamento domiciliare (32 in più di ieri) e si registrano due decessi: un uomo di 92 anni, residente nella provincia di Oristano, e un’altra persona nella provincia di Nuoro.

In Puglia 4 morti e 673 nuovi casi, il 2,2% dei test

Su 29.928 test eseguiti in Puglia sono risultati oggi 673 nuovi casi di positività con un tasso del 2,2% (ieri 2,8%). Quattro i morti. Sono 7.723 le persone attualmente positive, 167 quelle ricoverate in area non critica, 21 in terapia intensiva. Questa la ripartizione dei casi positivi: in provincia di Bari 129, nella Bat 90, 57 in provincia di Brindisi, 85 in provincia di Foggia, 199 nel Leccese, 99 in provincia di Taranto; i residenti fuori regione sono 13, uno in provincia in via di definizione.

4716 nuovi casi in Veneto 1341 ricoveri, 14 decessi

Sono 4.716 i nuovi casi di Covid in Veneto registrati fino a questa mattina mentre il numero degli attuali positivi 62.774 contro i 61.404 di ieri. Crescono anche i ricoveri, 1.341 oggi contro i 1.286 di ieri per effetto di un incremento sia dei casi in area non critica (1.167 contro i 1.119 oggi di ieri) che di quelli in terapia intensiva (174 contro i 167 di 24 ore fa). Crescono i decessi, 14 oggi contro i tre di ieri.

TERAPIE INTENSIVE E RICOVERI

Il numero di ricoveri giornalieri, quelli in terapia intensiva, e la crescita percentuale giornaliera.

Loading...

Balzo nuovi positivi in Umbria, ma è record tamponi

Fa registrare un significativo balzo in avanti la curva dei positivi al Covid-19 in Umbria, a fronte però di un numero alto per gli standard regionali di test analizzati. In crescita, ancora contenuta ma costante, anche i ricoveri ordinari. È questo l'andamento della pandemia in Umbria, in base ai dati giornalieri resi noti dalla regione. Nelle ultime ventiquattro ore sono stati rilevati 498 nuovi positivi. Bisogna risalire addirittura al 19 novembre del 2020 per ritrovare un numero giornaliero di casi superiore, furono 556 in quella data. Nella giornata di ieri sono stati analizzati test totali 18.291, un numero piuttosto elevato rispetto agli andamenti usuali. Il tasso di positività si attesta al 2,72 per cento. A fronte di 96 guariti, la curva degli attualmente positivi cresce quindi di 401 unità, raggiungendo quota 4.130. Sul fronte ospedalizzazioni, continuano a salire anche i ricoveri ordinari, che ora sono 65, tre in più rispetto al giorno precedente. Di questi, nove si trovano in terapia intensiva, dato invariato rispetto a ieri. Da registrare un nuovo decesso, che porta a 1.499 il totale delle vittime in Umbria da inizio pandemia.

Marche: 689 contagi in 24ore, incidenza verso 300

Viaggia rapidamente verso quota 300 l’incidenza dei casi di positività al Coronavirus su 100mila abitanti nelle Marche: nell’ultima giornata è passata da 284,99 a 296,38. È ancora la provincia di Ancona, secondo i dati dell’Osservatorio epidemiologico regionale, a registrare il maggior numero di casi (220), seguita da Fermo (116), Macerata (165), Pesaro Urbino (94), Ascoli Piceno (65); 25 i contagi di persone provenienti da fuori regione. Nelle Marche, ieri erano stati confermati altri due casi di variante Omicron (uno a Loreto in provincia di Ancona, e l’altro in provincia di Ascoli) dopo un primo caso di variante individuato a Roma in una ragazza di Tolentino di ritorno con un volo dal Sudafrica. Oltre 10mila tamponi eseguiti in 24ore (10.131 di cui 6.196 nel percorso diagnostico e 3.935 nel percorso guariti, con l’11,1% di positivi). A questi si aggiungono 3.690 test antigenici (504).

Basilicata, 169 contagi e zero decessi

In Basilicata sono 169 i nuovi casi di contagio da Sars Cov-2 (163 riguardano residenti), su un totale di 1.988 tamponi molecolari, e non si registrano decessi per Covid-19. Sono i dati del bollettino regionale della task force coronavirus riferito alle ultime 24 ore. I lucani guariti o negativizzati sono 57. In aumento i ricoveri per Covid-19, il numero è salito a 38 (+6) di cui nessuno in terapia intensiva: 17 nell’ospedale di Potenza e 21 in quello di Matera. Nel complesso gli attuali positivi residenti in Basilicata sono 1.997 (+106).

Iqvia: a novembre comprati in farmacia oltre 1 mln di tamponi per 30 mln di euro

A gennaio 2020 sono stati venduti 148mila tamponi antigenici in farmacia, a settembre, prima dell'obbligo de Green pass obbligatorio sul lavoro erano 586mila i tamponi venduti per un totale di 17,7 milioni. Con l'introduzione del Green pass a ottobre il numero è salito a 844mila e a novembre i tamponi somministrati in farmacia sono aumentati ulteriormente a 1,058 milioni per un valore di quasi 30 milioni di euro. Lo rileva Iqvia, provider globale di dati, analisi, consulenza e tecnologie innovative in ambito sanitario e farmaceutico. “La Regione in cui a novembre sono stati venduti più tamponi a valori in farmacia - spiega il report - è stato il Piemonte per un totale di 8,18 milioni, seguita a distanza dalla Sicilia (4,13 milioni) e dalla Campania (3,94 milioni). Segue il Lazio con 3,25 milioni. Non è tra i primi la Lombardia che a novembre ha segnato vendite di tamponi antigenici per un valore di 1,75 milioni.

In Sardegna 186 positivi e due decessi

In Sardegna si registrano oggi 186 ulteriori casi confermati di positività al covid, sulla base di 3360 persone testate. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 12, stesso numero di ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 115, 4 in meno di ieri. 4.085 sono i casi di isolamento domiciliare, 32 in più di ieri. Si registrano due decessi: un uomo di 92 anni, residente nella provincia di Oristano e un’altra persona nella provincia di Nuoro.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti