ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIl bollettino della pandemia

Covid, ultime notizie. In Italia 45.621 nuovi casi (-28,5% sulla settimana) e 189 morti

I dati del ministero della Sanità elaborati sulla base di 255.797 tamponi. Tasso di positività al 17,8%. Fiaso: stabili ricoveri e terapie intensive, ma ritardi nella somministrazione della IV dose di vaccino agli over 60

Coronavirus: bollettino del 3 agosto 2022

5' di lettura

I DATI DEL CONTAGIO
Loading...

Oggi sono 45.621 i nuovi casi di positività al Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore, 19.240 in meno rispetto ai 64.861 rilevati ieri.

Il totale di nuovi contagi odierno segna un calo del 28,5% rispetto allo stesso giorno di una settimana fa, quando si erano registrati 63.837 nuovi positivi.

Loading...

Il dato nazionale sui nuovi contagiati si basa su 255.797 tamponi contro i 354.431 del giorno precedente (vengono considerati sia test rapidi antigenici che i tamponi molecolari). Il numero dei tamponi si riflette sulla percentuale di positività sul totale dei test fatti: il “tasso di positività”, cioè il rapporto tra il numero totale dei tamponi effettuati e quelli che risultano postivi si attesta così al 17,8%, in calo rispetto al dato registrato martedì (18,3%).

Il report quotidiano diffuso dal ministero della Sanità e della Protezione civile alle 16.05 di oggi, mercoledì 3 agosto, conta anche 189 vittime, una in meno rispetto alle 190 registrate ieri. Il totale delle vittime rilevate dall'inizio dell'emergenza Covid ha raggiunto così quota 172.568.

Questo invece il quadro relativo ai soggetti presi in carico dal sistema sanitario: il totale dei ricoverati per Covid nei reparti di terapia intensiva è pari a 396 unità (dieci in meno rispetto a ieri, quando erano in totale 386), mentre sono 10.006 i soggetti ricoverati con sintomi del Coronavirus nei reparti ordinari (-239, erano 10.245 nella precedente rilevazione). Le persone in isolamento domiciliare sono invece 1.191.041 (-28.035, erano 1.219.076). Nel complesso, le persone attualmente positive oltre 1,2 milioni: sono infatti 1.201.443. Il totale dei soggetti dimessi/guariti da febbraio 2020 a oggi è invece pari a 17.796.589. I casi totali di contagio rilevati dall'inizio della pandemia sono arrivati a 21.170.600.

Registrati altri otto morti in Umbria, 1.981 in tutto

Dopo i quattro di ieri sono stati registrati altri otto morti con Covid nelle ultime 24 ore in Umbria, 1.981 in tutto dall’inizio della pandemia. Emerge dai dati della Regione aggiornati a mercoledì 3 agosto. I nuovi casi accertati sono 947, i guariti 1.218 e gli attualmente positivi scendono ancora, a 18.338 (279 in meno nell’ultimo giorno). Si contano quattro ricoveri in meno, 253, dei quali sei (uno in più) in terapia intensiva. Sono stati analizzati 4.023 tamponi ed il tasso di positività passa dal 21 per cento di martedì al 23,53.

In Friuli Venezia Giulia 1.316 nuovi casi, quattro decessi

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 2.777 tamponi molecolari sono stati rilevati 344 nuovi contagi. Sono inoltre 4. 327i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 972 casi. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 7 mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 276. Lo rende noto la Direzione centrale salute della Regione Fvg nel bollettino quotidiano. Oggi si registrano i decessi di 4 persone, secondo la seguente suddivisione territoriale: 3 a Trieste; 1 a Pordenone. Il numero complessivo delle persone decedute dall'inizio della pandemia è 5.270 con la seguente suddivisione territoriale: 1.319 a Trieste, 2.450 a Udine, 1.014 a Pordenone e 487 a Gorizia. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 456811 persone.

Toscana: 2.260 nuovi casi, nove i decessi

In Toscana sono 2.260 i nuovi casi Covid (451 confermati con tampone molecolare e 1.809 da test rapido antigenico), che portano il totale a 1.344.844 dall’inizio dell’emergenza sanitaria da Coronavirus. I nuovi casi sono lo 0,2% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,3% e raggiungono quota 1.242.902 (92,4% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 1.956 tamponi molecolari e 12.004 tamponi antigenici rapidi, di questi il 16,2% è risultato positivo. Sono invece 3.083 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 73,3% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 91.494, -1% rispetto a ieri. I ricoverati sono 683 (23 in meno rispetto a ieri), di cui 28 in terapia intensiva (due in più). Oggi si registrano 9 nuovi decessi: 4 uomini e 5 donne con un’età media di 89 anni.

CRESCITA NUOVI CASI SU BASE SETTIMANALE

I puntini sono: casi giornalieri del giorno/casi giornalieri dello stesso giorno della settimana precedente. La curva rappresenta la media mobile a 7 giorni. Se il dato è superiore a 1 vuol dire che i contagi sono in crescita

Loading...

Veneto, 5.505 nuovi casi e 14 vittime

Sono 5.505 i nuovi casi di Covid-19 registrati ieri in Veneto, che porta il totale dei contagi in regione a 2.114.872. Lo rileva il bollettino della Regione. Si registrano anche 14 vittime, con il totale a 15.113. Scendono leggermente gli attuali positivi a 84.482, -2.313 rispetto a ieri. Lieve crescita per gli ospedali, con 1.115 ricoveri in area medica (+24) medica e 38 (+12) in terapia intensiva.

Contagi in calo ma altri cinque morti in Sardegna

Frenata dei contagi in Sardegna, dove però nelle ultime 24 ore si registrano altri 5 decessi: due donne di 91 e 97 anni e tre uomini di 61, 86 e 89 tutti residenti nella provincia del sud Sardegnsi. I nuovi casi accertati di Covid sono 1.168 (- 705), di cui 1.011 diagnosticati da antigenico. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 5.145 tamponi per un tasso di positività che scende dal 24 al 22,7 per cento. Invariato il numero dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva, in tutto 15, in calo quello dei positivi in area medica per un totale di 169 (- 3). Diminuiscono infine i casi di isolamento domiciliare, complessivamente 29.414 (- 2.295).

TERAPIE INTENSIVE E RICOVERI

Il numero di ricoveri giornalieri, quelli in terapia intensiva, e la crescita percentuale giornaliera.

Loading...

In Puglia sei morti e 3.228 casi, il 17,2% dei test

Sono 3.228 i nuovi casi di positività al Covid rilevati in Puglia su 18.671 test, con una incidenza del 17,2%. Le vittime sono sei. Il numero di casi maggiori è stato registrato in provincia di Bari (935), poi Lecce (787), Taranto (483), Foggia (392). In provincia di Brindisi sono stati rilevati 307, nella Bat 229. I positivi residenti fuori regione sono 89 e 6 quelli per cui non è stata ancora definita la provincia di provenienza. Le persone attualmente positive sono 51.526, delle quali 463 (ieri 465) sono ricoverate in area non critica e 18 in terapia intensiva (ieri 17).

Fiaso: stabili ricoveri e terapie intensive

Ricoveri stabili in area medica e nelle terapie intensive nella settimana dal 26 luglio al 2 agosto negli ospedali aderenti alla rete sentinella della Fiaso (Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere), dopo la diminuzione del -2% registrata la scorsa settimana. Nei reparti ordinari ci sono stati 21 nuovi ingressi. Si tratta di pazienti ’con Covid’ - sottolinea la Fiaso - il cui ricovero è stato determinato da altre patologie ma che sono risultati positivi al tampone. L'incidenza di questi pazienti ’con Covid’ è salita questa settimana del +7,5% nei ricoveri ordinari e complessivamente questa categoria rappresenta il 58% del totale dei pazienti Covid presenti negli ospedali oggetto della rilevazione. Resta bassa la percentuale di occupazione delle rianimazioni: 4,4% del totale dei pazienti Covid.

Circa il 95% dei ricoverati vaccinati nelle intensive e il 77% in reparti ordinari sono immunizzati da oltre sei mesi e l’età media dei pazienti vaccinati in area medica è di 76 anni e scende a 66 nelle rianimazioni. “C’è quindi un chiaro ritardo di tale fascia della popolazione nel sottoporsi alla quarta dose, che espone i soggetti fragili e gli over 60 alle conseguenze più gravi della malattia da Covid”, osserva poi la Federazione.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti