ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIl bollettino della pandemia

Coronavirus, oggi in Italia altri 15.082 casi (+1,7% sulla settimana) e 27 vittime

I dati del ministero della Sanità elaborati sulla base di 123.699 tamponi. Tasso di positività al 12,2%. Broccolo (Bicocca): sottovariante BA.5 di Omicron più contagiosa delle altre

Coronavirus: bollettino del 5 giugno 2022

5' di lettura

I DATI DEL CONTAGIO
Loading...

Sono 15.082 i nuovi casi di positività al Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore, 7.445 in meno rispetto ai 22.527 rilevati ieri. Il totale di nuovi contagi odierno segna un calo del +1,7% rispetto allo stesso giorno di una settimana fa, quando si erano registrati 14.826 nuovi positivi.

Il dato nazionale si basa su 123.699 tamponi contro i 188.996 del giorno precedente (vengono considerati sia test rapidi antigenici che i tamponi molecolari). Il numero dei tamponi si riflette sulla percentuale di positività sul totale dei test fatti: il “tasso di positività”, cioè il rapporto tra il numero totale dei tamponi effettuati e quelli che risultano postivi si attesta così al 12,2%,praticamen te invariato rispetto al dato registrato sabato (12%).

Loading...

Il report quotidiano diffuso dal ministero della Sanità e della Protezione civile alle 16.45 di oggi, domenica 5 giugno, conta anche 27 vittime, 20 in meno rispetto alle 47 registrate ieri. Il totale delle vittime rilevate dall'inizio dell'emergenza Covid ha raggiunto così quota 166.949.

Questo invece il quadro relativo ai soggetti presi in carico dal sistema sanitario: il totale dei ricoverati per Covid nei reparti di terapia intensiva è pari a 218 unità (invariati rispetto a ieri, quando erano in totale 218), mentre sono 4.411 i soggetti ricoverati con sintomi del Coronavirus nei reparti ordinari (-31, erano 4.442 nella precedente rilevazione). Le persone in isolamento domiciliare sono invece 636.798 (-412, erano 637.210). Nel complesso, le persone attualmente positive si mantengono di poco al di sopra le 640mila unità: sono infatti 641.427. Il totale dei soggetti dimessi/guariti da febbraio 2020 a oggi è invece pari a 16.697.597. I casi totali di contagio rilevati dall'inizio della pandemia sono arrivati a 17.505.973.

In Emilia Romagna 1.627 casi e quattro morti, su i ricoveri

Sono 1.627 i nuovi casi di positività al Coronavirus individuati in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore, sulla base di poco meno di 8mila tamponi. Aumentano i ricoveri, mentre si contano altri quattro morti, due nel Bolognese e due nel Ferrarese. Con i casi attivi stabili attorno a quota 16mila (il 95,6% del quale in isolamento domiciliare) in terapia intensiva ci sono 30 pazienti (due in più di ieri), mentre negli altri reparti Covid i positivi sono 698 (+20).

Nel Lazio 2.028 nuovi casi e tre decessi

“Oggi nel lazio su 2.723 tamponi molecolari e 10.656 tamponi antigenici per un totale di 13.379 tamponi, si registrano 2.028 nuovi casi positivi (-789), sono 3 i decessi (+3), 535 i ricoverati (-2), 31 le terapie intensive ( = ) e +2.009 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 15,1%. I casi a Roma città sono a quota 1.226”. Lo rende noto Alessio D’Amato, assessore alla Sanità della Regione Lazio.

27 positivi e un decesso in Friuli Venezia Giulia in 24 ore

Nelle ultime 24 ore in Friuli Venezia Giulia sono state accertate 227 positività al Covid da 2.405 tamponi, di cui 65 da 1.139 tamponi molecolari e 162 da 1.266 tamponi antigenici; si è registrato 1 decesso, a Udine. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 2, 82 negli altri reparti. I dati sono stati comunicati dalla Direzione centrale Salute, Politiche sociali e Disabilità della Regione. Da inizio pandemia in Fvg sono state accertate 380.290 positività, mentre i decessi sono stati 5.112.

Veneto, 1.180 nuovi casi e due decessi in 24 ore

Sono 1.180 i nuovi casi di Covid-19 registrati ieri in Veneto, in calo rispetto a ieri, che portano il totale dei contagi a 1.760.869. Il bollettino regionale segnala due vittime, con il totale a 14.711. Prosegue la discesa degli attuali positivi, che sono 26.100 (-193), e dei dati clinici, con 477 ricoveri in area non critica (-9) e 25 in terapia intensiva (-1). La campagna vaccinale fa segnare 659 somministrazioni nelle ultima 24 ore, che sono soprattutto terze dosi (601).

IL TREND GIORNO PER GIORNO

Casi attualmente positivi, guariti, morti e casi totali dal primo rilevamento a oggi. Casi nuovi giorno per giorno

Loading...

In Calabria 426 nuovi contagi e un morto

Secondo il bollettino sull'emergenza Covid-19 diffusi dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria, sono 426 i nuovi contagi registrati (su 2.615 tamponi effettuati), +707 guariti e 1 morto (per un totale di 2.622 decessi). Il bollettino, inoltre, registra -282 attualmente positivi, -2 ricoveri (per un totale di 160) e, infine, terapie intensive stabili (per un totale di 4).

La Campania registra 1.561 nuovi casi e un decesso

Sono 1.561 i nuovi casi di contagio registrati in Campania nelle ultime 24 ore. Lo comunica l’unità di crisi della Regione Campania. Dei nuovi positivi, 1.412 sono da antigenico, 149 da molecolare. Sono 10.927 i tamponi processati di cui 7.602 antigenici, 3.325 molecolari. Si registra il decesso di una persona. Sono 15 i posti letto di terapia intensiva occupati(585 il totale dei disponibili); 318 i posti letto di degenza occupati (3.160 il totale dei disponibili).

Sardegna: 452 nuovi casi e un decesso

In Sardegna si registrano oggi 452 ulteriori casi confermati di positività al Covid (di cui 399 diagnosticati da test antigenico). Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 3139 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 10 (2 in più di ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 115 (1 in meno di ieri). I casi di isolamento domiciliare sono 12404 (214 in meno di ieri). Si registra il decesso di un uomo di 77 anni, residente nella Città Metropolitana di Cagliari.


TERAPIE INTENSIVE E RICOVERI

Il numero di ricoveri giornalieri, quelli in terapia intensiva, e la crescita percentuale giornaliera.

Loading...

In Umbria ricoverati tornano sotto quota cento

Tornano a essere meno di 100 i ricoverati positivi al Covid in Umbria. Sono infatti 98 a oggi, contro i cento di sabato, mentre restano stabili, due, i posti occupati nelle terapie intensive e non vengono segnalati morti legati al virus. È quanto si evince dai dati sul sito della Regione. Nell’ultimo giorno sono emersi 335 nuovi positivi e 403 guariti. Gli attualmente positivi scendono quindi a 6.766, 68 in meno. Sono stati analizzati 2.119 tra tamponi molecolari e test antigenici, con un tasso di positività del 15,8 per cento (era 19,77 domenica della scorsa settimana).

Oggi in Abruzzo 355 nuovi positivi e nessun decesso

Oggi in Abruzzo sono 120 i guariti dal virus e 355 i nuovi positivi al Covid-19. Nelle ultime 48 ore non si registra alcun caso di decesso in regione. Da ieri sono stati eseguiti 1.162 tamponi molecolari e 2.434 test antigenici. In tutto il corso della pandemia da Coronavirus sono 386.441 i guariti. Sono 18.172 gli attualmente positivi (235 in più da ieri). Sono 179 i ricoverati, negli ospedali abruzzesi, in area medica covid, cinque in meno da ieri. Restano quattro le persone in cura nei reparti di terapia intensiva, il dato è invariato da ieri.

Omicron, sottovariante BA.5 più contagiosa delle altre

La sottovariante BA.5 è più trasmissibile rispetto alle altre sottovarianti di Omicron a causa di almeno due mutazioni che le permettono di legarsi alle cellule umane in modo più efficace. I dati sono pubblicati sulla piattaforma BiorXiv, che accoglie studi non ancora sottoposti alla revisione della comunità scientifica, e sono il risultato di una ricerca condotta in Giappone e coordinata da Izumi Kimur, dell’Univesità di Tokyo. “Questo spiegherebbe l’aumento dei casi in Portogallo - dice il virologo Francesco Broccolo, dell’Università Bicocca di Milano - e indica che è davvero prematuro affermare che il virus SarsCoV2 si stia indebolendo”.

La sottovariante BA.5 è arrivata quasi contemporaneamente alla BA.4 e, secondo i dati più recenti dell’Agenzia britannica per la sicurezza sanitaria (UKHSA), relativi all’8 maggio scorso, allora in Portogallo rappresentava il 18,47% del virus SarsCoV2 in circolazione, contro le percentuali decisamente inferiori di altri Paesi europei, come Germania e Gran Bretagna (in entrambe pari all’1,28%) e poi Francia (0,88) e Danimarca (0,41%). I dati italiani dell’Istituto Superiore di Sanità indicavano che al 3 maggio la sottovariante BA.5 costituiva lo BA.5 0,4% del virus SarsCoV2 in circolazione nel Paese. Intorno al 20 maggio la circolazione della BA.5 in Portogallo era già aumentata al 37%.

Sono almeno tre, rileva Broccolo, i motivi che permettono di mettere in relazione la presenza della BA.5 con l’aumento dei casi in Portogallo. Il primo, osserva, consiste nel fatto che “le sottovarianti BA.4 e BA.5 sono molto simili fra loro perché hanno entrambe la mutazione L452R, che da sola è in grado di far cambiare moltissimo la struttura della proteina Spike, con la quale il virus aggancia le cellule umane”, osserva. “Non è una mutazione nuova - prosegue - perché il il virus l’aveva già selezionata nelle varianti Delta e Lambda” e la sua presenza “aumenterebbe il numero di riproduzione, ossia renderebbe le due sottovarianti più contagiose rispetto ad altre sottovarianti di Omicron, come BA.1 e BA.2”.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti