il bollettino del contagio

Coronavirus, le ultime notizie in Italia: altri 32.616 positivi e 331 vittime, tamponi in calo

Nel Lazio 2.489 positivi su 24mila tamponi. Per l'assessore D’Amato “il tasso di occupazione dei posti letto totali di terapia intensiva è al di sotto della soglia di allerta”

Coronavirus: il bollettino dell’ 8 novembre - I dati di oggi

4' di lettura

I DATI DEL CONTAGIO
Loading...

In Italia continua l'ondata d'autunno del Coronavirus. Sono 32.616 i nuovi positivi al Covid-19 alle 17.00 di domenica 8 novembre, 7.195 casi in meno rispetto 39.811 registrati ieri. Gli attualmente positivi si mantengono sopra quota mezzo milione, raggiunta il 7 novembre: quelli conteggiati dalle autorità sanitarie sono infatti 558.636. I casi totali dall'inizio della pandemia sono 935.105. . Nelle ultime 24 ore le morti dovute al contagio, secondo i dati diffusi congiuntamente dal ministero della Salute e dalla Protezione Civile, sono 331 (ieri erano 425), mentre il totale dei decessi rilevati dall'inizio della pandemia è di 41.394.

Loading...

I dati che meglio esprimono l'andamento del contagio sono quelli relativi agli accessi in ospedale. Oggi si registrano 2.749 ricoverati nei reparti di terapia intensiva (+115, ieri erano 2.634), i ricoverati con sintomi sono invece 26.440 (25.109), mentre risultano in isolamento domiciliare sotto il controllo delle autorità sanitarie 529.447 persone (504.732). I soggetti dichiarati guariti, sempre secondo l'ultima rilevazione, sono complessivamente 335.074 (328.891), con un incremento di 6.183 unità. Il bollettino del ministero della Salute registra poi un calo dei tamponi effettuati, dopo giorni in cui risultavano sempre al di sopra dei 200mila test quotidiani: nelle ultime 24 ore ne sono stati processati 191.144., in netto calo - come sempre nel finesettimana - rispetto ai 231.637 di ieri. Il rapporto tra soggetti risultati positivi e tamponi effettuati è del 17,06 per cento. Il totale dei tamponi effettuati dall'inizio del monitoraggio giornaliero è salito a 17.374.713, e il totale dei casi testati a 10.547.046.

Loading...
IL TREND GIORNO PER GIORNO
Loading...

Le Regioni con più contagi

Scorrendo i dati di dettaglio per singole Regioni, la Lombardia si conferma quella con il maggior incremento giornaliero di contagiati (6.318), seguita dalla Campania (4.601), il Piemonte (3.884), dal Veneto (3.362), dal Lazio (2.489), dalla Toscana (2.479) dall'Emilia-Romagna (2.360) e dalla Sicilia (1.083). Sotto le mille unità troviamo la Liguria (886), la Provincia autonoma di Bolzano (781), la Puglia (766), l'Umbria (660), l'Abruzzo (584), il Friuli-Venezia Giulia (504), e le Marche (502). A seguire Sardegna (424), Calabria (359), Basilicata (246), la Provincia autonoma di Trento (182), il Molise (91) e infine la Valle d'Aosta (55).

Nuovo record di contagi in Emilia-Romagna, 35 morti

Nuovo record di contagi in Emilia-Romagna: nelle ultime 24 ore sono stati infatti individuati 2.360 casi, peraltro con un numero molto inferiore (come di solito avviene nei fine settimana) di tamponi, che sono stati 12.950. Si contano anche 35 morti, fra i 54 e i 99 anni, 19 dei quali in provincia di Bologna. Continuano a crescere i ricoverati in terapia intensiva. Dei nuovi contagiati, però, oltre il 60% sono asintomatici (1.452), individuati grazie alle attività di contact tracing e degli screening regionali. Anche se il 94,6% dei contagiati non richiede cure ospedaliere e sono in isolamento a casa, i ricoverati superano quota 2.000: sono 194, sei in più di ieri, quelli in terapia intensiva, 1.836 (+113) negli altri reparti Covid.

Nel Lazio 2.489 positivi su 24mila tamponi, 16 morti

“Oggi su oltre 24 mila tamponi nel Lazio (-6.178) si registrano 2.489 casi positivi (-129), 16 i decessi (-11) e 131 i guariti (-108). Calano i casi e il rapporto tra positivi e i tamponi a 10%. Il valore rt e' 1.3”. Così l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato. “Siamo in una situazione di plateau anche se notiamo delle lievi flessioni nella curva, ma non bisogna abbassare la guardia” aggiunge D'Amato. Per l'assessore “il tasso di occupazione dei posti letto totali di terapia intensiva è al di sotto della soglia di allerta e il tasso di incidenza per 100mila abitanti nell'ultima settimana è pari a 232”.

Allo Spallanzani 256 ricoverati, finora 1.114 dimessi

In questo momento sono ricoverati all’Istituto Spallanzani di Roma 256 pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2. 43 pazienti sono ricoverati in Terapia Intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono a questa mattina 1.114. È quanto emerge dal bollettino di oggi dell'istituto.

In Puglia 766 nuovi casi e 22 morti

Oggi in Puglia sono stati registrati 766 casi positivi su 6.723 test analizzati. I decessi sono invece 22, 4 dei quali in provincia di Bari, 9 nella provincia BAT, 2 in provincia di Brindisi, 3 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 601.253 test; 7.677 sono i pazienti guariti mentre 17.187 sono i casi attualmente positivi.

A Napoli code al Pronto soccorso, ospedali in crisi

“Ci sono file di ambulanze e auto private in tutti gli ospedali di Napoli, Cotugno, Cardarelli, Ospedale del Mare sono tutti in crisi totale nel ricevere” i pazienti a rischio Coronavirus. Questo l'allarme lanciato da Giuseppe Galano, responsabile del 118 a Napoli e coordinatore della Rete regionale del soccorso d'emergenza. “Stiamo portando - spiega - pazienti anche all'ospedale Pellegrini e al San Paolo, perché ormai non riusciamo più a smaltire con i grandi ospedali. Ma anche queste strutture vanno in difficoltà perché hanno pochi posti riservati ai sospetti Covid e si ingolfano velocemente. La situazione è questa a Napoli ma so che è molto difficile anche nelle Asl della provincia”.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti