i numeri dell’epidemia

Coronavirus, ultime notizie: altri 10.925 casi e 47 vittime. Terapie intensive +67, ricoveri +439

D’Amato (assessore Sanità Lazio) preoccupato dell’eccessiva “psicosi” per i tamponi: “Ne stiamo facendo un numero enorme, il più alto numero di testati in rapporto alla popolazione”

Coronavirus: bollettino del 17 ottobre - I dati di oggi

D’Amato (assessore Sanità Lazio) preoccupato dell’eccessiva “psicosi” per i tamponi: “Ne stiamo facendo un numero enorme, il più alto numero di testati in rapporto alla popolazione”


4' di lettura

Non si ferma la seconda ondata del contagio da coronavirus: dopo il superamento, ieri, della soglia psicologica dei 10mila contagi giornalieri (per l'esattezza 10.010 per oltre 155mila tamponi), sono 10.925 i nuovi casi di Covid-19 che si registrano oggi in Italia, 915 in più nel giro di 24 ore, 2.121 rispetto agli 8.804 di giovedì. Gli attualmente positivi arrivano così a quota 116.935 rispetto ai 107.312 del 16 ottobre. I casi totali di contagio rilevati da marzo sono 406.536 (ieri erano 391.611).

I DATI DEL CONTAGIO
Loading...

Secondo i dati pubblicati nel pomeriggio dl bollettino quotidiano diffuso dal ministero della Sanità e della Protezione civile nelle ultime 24 ore si registrano anche 47 decessi, 8 in meno rispetto ai 55 conteggiati ieri, numeri che fanno crescere il totale delle vittime dall'inizio dell'emergenza Covid a 36.474 (36.427). Le regioni più colpite Lombardia (13 vittime nelle ultime 24 ore), Lazio (12), Emilia-Romagna (5). La Campania invece non ha registrato decessi.

Sul fronte sanitario, si segnala poi l'ulteriore incremento dei soggetti contagiati ricoverati in terapia intensiva, cresciuti a quota 705, + 67 unità (ieri erano 638). Il numero dei dimessi/guariti è invece pari a 249.127, +1.255 (erano 247.872). I ricoverati con sintomi ammontano invece a 6.617 (6.178). I contagiati sotto osservazione in isolamento domiciliare sono 109.613, + 9.117 in un giorno (100.496).

RICOVERI E TERAPIE INTENSIVE
Loading...

Infine i tamponi: quelli effettuati risultano 165.837, che rappresenta il nuovo record giornaliero, in forte crescita rispetto a quelli effettuati nelle due giornate precedenti di venerdì (150.377) e giovedì scorsi (162.932). Il totale dei tamponi effettuati dall'inizio del monitoraggio arriva così a 13.394.041, e il totale dei casi testati a 8.104.190.

IL TREND GIORNO PER GIORNO
Loading...

Nel Lazio 994 casi, tamponi da record

“Su quasi 28 mila tamponi, vero e proprio record, oggi nel Lazio si registrano 994 casi di soggetti positivi al Coronavirus (il dato tiene conto di oltre 200 recuperi di notifiche della Asl roma 2 e della Asl di Frosinone), 12 i decessi e 62 i guariti”. Così l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato, facendo il punto sul contagio.”I positivi sui tamponi effettuati sono il 3,6%” ha aggiunto D'Amato, preoccupato per l’eccessiva “psicosi” per i tamponi: “Ne stiamo facendo un numero enorme, il più alto numero di testati in rapporto alla popolazione”. “Ricordo che è opportuno che ci sia una indicazione medica e soprattutto per i casi di contatto è inutile fare la corsa al tampone nell'immediatezza - ha aggiunto -. Serve contattare il proprio medico, seguire le sue indicazioni e aspettare almeno il periodo dell'incubazione altrimenti il rischio è quello di non accertare un'eventuale positività”.

Nuovi contagiati in Puglia a quota 350, 2 decessi

Sono stati registrati 350 casi positivi oggi sabato 17 ottobre 2020 in Puglia su 5.382 test per l'infezione da Covid-19. E due decessi, entrambi in provincia di Taranto. La maggior parte dei casi positivi è ancora in provincia di Bari (158), seguita dal Foggiano (89) e dal Tarantino (54). Altri casi sono 15 in provincia di Brindisi, 21 nella provincia Bat, 9 in provincia di Lecce e 4 attribuiti a residenti fuori regione. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 484.125 test e sono 5.472 i pazienti guariti. Il totale dei positivi al Covid in Puglia è di 11.084 e sono 4.980 i casi attualmente positivi.

641 nuovi casi in Emilia Romagna e cinque morti

Continua a crescere il numero di nuovi contagi giornalieri in Emilia-Romagna: sono 641 rispetto a ieri, su 13.313 tamponi eseguiti, e così il numero totale di casi dall'inizio dell'epidemia ha superato quota 40mila (40.333). Cinque i morti, e aumentano anche i ricoveri: sono 65 i pazienti in terapia intensiva (+4) e 427 (+23) quelli ricoverati negli altri reparti Covid. Dei nuovi positivi, 282 sono asintomatici, 261 erano già in isolamento e 228 sono stati individuate nell'ambito di focolai già noti. L'età media di oggi è 42,5 anni.

In Basilicata 90 positivi e 40 ricoverati in ospedale

Novanta del 1.140 tamponi esaminati nelle ultime 24 ore in Basilicata sono positivi al Covid-19: lo ha reso noto la Task force regionale, aggiungendo che “i lucani attualmente positivi sono 536”. Rispetto a ieri, due persone sono guarite dal Coronavirus, mentre sono 40 le persone ricoverate negli ospedali di Potenza (35) e di Matera (cinque). Dall'inizio dell'emergenza sanitaria - che ha portato in Basilicata alla morte di 38 persone - sono stati esaminati 87.691 tamponi, 86.375 dei quali sono risultati negativi.

Ars Toscana, ricoveri triplicati in un mese

Negli ultimi giorni in Toscana si sta assistendo a un incremento “quasi esponenziale” dei ricoveri, che nelle ultime quattro settimane sono triplicati. Lo rileva un report dell'Agenzia regionale di sanità (Ars) della Regione Toscana. “Sono 359 le persone attualmente ricoverate nei reparti Covid - precisa Ars -, erano 170 una settimana fa e 111 quattro settimane fa”. “Meno repentino” l'incremento nelle terapie intensive, “passate da 24 ricoverati a 30, fino ai 51 attuali”. “Ricordiamo - si legge sempre nel report - che al momento del picco di aprile i degenti per Covid-19 erano circa 1.500, di cui 300 in terapia intensiva. Siamo quindi in presenza di un progressivo aumento delle risorse sanitarie ospedaliere impegnate, che sono costrette ad aumentare di nuovo il numero dei posti letti per pazienti Covid-19”.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti