I numeri dell’epidemia

Coronavirus, ultime notizie in Italia: altri 11.705 casi e 69 vittime. Ricoveri +514, terapie intensive +45

Avanzata netta in Toscana con 906 nuovi positivi in un giorno, che fanno salire il totale a 22.802 unità (+4,1%). Nuovo record di contagi in Abruzzo: sono 221 i nuovi casi accertati nelle ultime ore

Coronavirus: bollettino del 18 ottobre - I dati di oggi

Avanzata netta in Toscana con 906 nuovi positivi in un giorno, che fanno salire il totale a 22.802 unità (+4,1%). Nuovo record di contagi in Abruzzo: sono 221 i nuovi casi accertati nelle ultime ore


4' di lettura

Prosegue la serie nera degli oltre 10mila contagiati giornalieri iniziata venerdì 16 ottobre (10.010 per oltre 155mila tamponi), e proseguita ieri (10.925 e 165.837 test): il bollettino quotidiano dell'epidemia di Coronavirus diffuso dal ministero della Sanità e Protezione civile oggi registra infatti 126.337 soggetti attualmente positivi, 11.705 in più rispetto ai 116.935 di sabato 17. Nelle ultime 24 ore sono stati rilevati anche 69 decessi, 22 in più rispetto ai 47 conteggiati ieri. Il totale delle vittime dovute all'emergenza Covid sale così a 36.543 (ieri erano 36.474). I casi totali di contagio rilevati da marzo sono 414.241 (ieri erano 406.536).

Scorrendo il dato delle regioni, la Lombardia è quella che registra il numero più alto di contagi nelle 24 ore, sfiorando quota 3mila (2.975). A seguire il Piemonte (1.123), la Campania (1.376) e il Lazio (1.198, ma con circa 200 emersi da un riconteggio dei casi relativi ai giorni scorsi). Secondo i dati del ministero della Salute, aumento forte anche in Toscana (906) e in Veneto (800). La regione con minore incremento di contagi è il Molise con 27 e la Basilicata con 48.

I DATI DEL CONTAGIO
Loading...

Gli ultimi dati evidenziano un quadro ospedaliero in peggioramento: cresce infatti il numero dei soggetti contagiati ricoverati in terapia intensiva, saliti di 45 unità a quota 750 (ieri erano 705). Il numero dei dimessi/guariti è invece pari a 251.416 (erano 249.127: l'incremento è quindi di 2.289 unità). I ricoverati con sintomi sono in tutto 7.131 (6.617, +514). I soggetti contagiati posti sotto osservazione in isolamento domiciliare sono 118.356, con un incremento di 8.743 unità (109.613)

Quanto ai tamponi effettuati, questi risultano 146.541, 19.926 in meno rispetto ai 165.837 di ieri, che si conferma il record giornaliero di test. Venerdì si sono infatti contati 150.377 tamponi, giovedì 162.932. Il totale dei tamponi effettuati dall'inizio del monitoraggio giornaliero è salito a 8.199.774, e il totale dei casi testati a 13.540.582.

RICOVERI E TERAPIE INTENSIVE
Loading...

In Lombardia quasi 3mila casi, ricoveri sopra quota 1.000

Sono ancora in crescita tutti i dati della pandemia in Lombardia: i nuovi casi sono 2.975 con 30.981 tamponi effettuati, che equivale a una percentuale pari al 9,6%, mentre ieri c'erano stati 2.664 nuovi positivi con 29.053 tamponi (9.1%). Salgono i ricoveri in terapia intensiva (+14, 110 in totale) e con altri 122 posti letto occupati i ricoveri nei reparti non di terapia intensiva superano quota mille e salgono a 1.065. I decessi sono 21 (ieri 13) per un totale di 17.078 persone morte in regione dall'inizio della pandemia. Continuano a salire i casi a Milano, dove si registrano 1.463 nuovi positivi e sono sempre in crescita anche i dati delle province di Varese (354), Monza e Brianza (353) e Pavia (132).

Nel Lazio oltre mille casi, record a Frosinone

“Su 23 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 1.198 casi positivi (il dato tiene conto di 197 recuperi di ritardate notifiche nelle ultime 48 ore, in particolare nella Asl di Frosinone), 6 i decessi e 49 i guariti”. Così l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato, commentando gli ultimi dati aggiornati sulla diffusione del contagio da Coronavirus nel Lazio. “A Frosinone record dei casi” ha aggiunto D'Amato. Nella Asl di Frosinone - si legge nel bollettino di oggi - si registrano 275 casi e il dato tiene conto di recuperi di notifiche arretrate”.

526 nuovi casi in Emilia Romagna, sei i morti

Sono 526 in più di ieri i positivi al Coronavirus in Emilia-Romagna, dove nelle ultime 24 ore si registrano altri sei morti. Dei nuovi casi, su 9.189 tamponi, 220 sono asintomatici, 148 erano già in isolamento, 232 sono stati individuati nell'ambito di focolai già noti. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 43,5 anni. I casi attivi sono 9.163 (+514), le persone in isolamento a casa sono 8.657 (+500), circa il 95%. Sono 67 i pazienti in terapia intensiva (+2) e 439 (+12) quelli ricoverati negli altri reparti Covid.

Nuovo record in Abruzzo, 221 contagiati

Nuovo record di contagi in Abruzzo: sono 221 i nuovi casi accertati nelle ultime ore. Il dato - il più alto registrato dall'inizio dell'emergenza - supera anche quello del 15 ottobre (203). I nuovi casi sono emersi dall'analisi di 3.718 tamponi, altro numero record. Dei nuovi pazienti, la più giovane è una bimba di 4 mesi e il più anziano ha cento anni. Si registra un decesso recente, un 60enne della provincia dell'Aquila: il bilancio delle vittime sale a 494. Gli attualmente positivi sono 2.513. In ospedale sono ricoverate 183 persone, di cui 13 in terapia intensiva.

IL TREND GIORNO PER GIORNO
Loading...

In Toscana altri 906 positivi e 5 morti

Avanzata netta in Toscana del Coronavirus con 906 nuovi positivi in un giorno, cifra che fa salire il totale a 22.802 unità (+4,1%). L'età media dei 906 casi odierni cala a 42 anni rispetto a ieri che era a 44 anni e solo il 6% dei nuovi ha oltre 80 anni. Nelle 24 ore ci sono stati anche cinque morti, tutti nella provincia di Firenze (un uomo e quattro donne, età media 89,4 anni) pertanto il totale delle vittime va a 1.194. I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 917.245, 13.380 in più su ieri. Adesso i positivi sono 9.986, +8%: tra questi, i ricoverati sono 440 (+46 unità su ieri pari al +11,7%) di cui 55 in terapia intensiva (+5 unità, +10%) mentre 9.546 sono in isolamento a casa con sintomi lievi o senza sintomi (+693 su ieri, +7,8%). Ci sono 16.881 persone negative al Coronavirus (-378 su ieri) isolate in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con contagiati.

Governatore Emiliano: “Metà dei nuovi casi si sviluppa in famiglia”

“L'attenzione deve essere alta sia fuori che dentro casa, con gli sconosciuti e anche con i propri cari. Perché questo virus è subdolo, almeno la metà dei nuovi casi si sviluppa a livello domestico, tra parenti e amici, appena si abbassa la guardia”. Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, in merito alla pandemia di coronavirus che, anche in Puglia, sta registrando un aumento di contagi e ricoveri. “Vi prego - è il suo appello - di fare particolare attenzione in questa fase. L'uso corretto della mascherina, l'igienizzazione frequente delle mani, il distanziamento tra persone, restano le regole basilari per abbassare i rischi. E soprattutto è un momento nel quale dobbiamo limitare allo stretto indispensabile i nostri contatti sociali. Rispettare rigorosamente queste regole è l'unico modo per non mettere a rischio la propria salute e quella degli altri. E per evitare nuovi lockdown”.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti