il bollettino del contagio

Coronavirus, ultime notizie in Italia: altri 16.310 casi e 475 vittime, ricoveri in leggero calo

La Procura di Forlì ha aperto un fascicolo sul caso delle 800 dosi di vaccino deteriorate a causa del malfunzionamento di un congelatore che ne conservava 1.500 in totale

Coronavirus: bollettino del 16 gennaio - I dati di oggi

La Procura di Forlì ha aperto un fascicolo sul caso delle 800 dosi di vaccino deteriorate a causa del malfunzionamento di un congelatore che ne conservava 1.500 in totale


4' di lettura

I DATI DEL CONTAGIO
Loading...

Sono 16.310 i nuovi casi di contagio da Coronavirus che si registrano in Italia alle 17 di sabato 16 gennaio, 164 in più rispetto a ieri, quando se ne contavano 16.146. Secondo i dati pubblicati nel bollettino quotidiano diffuso dal ministero della Sanità e della Protezione civile nelle ultime 24 ore si registrano anche 475 decessi, due in meno rispetto ai 477 conteggiati ieri, numeri che fanno crescere il totale delle vittime dall'inizio dell'emergenza Covid a 81.800 (81.325).

Gli attualmente positivi sono invece arrivati a quota 555.717 rispetto ai 558.068 del 15 gennaio: il decremento è stato di 2.351. Degli attualmente positivi 22.784 sono ricoverati con sintomi (ieri erano 22.841, -57) e 2.520 sono ricoverati in terapia intensiva, con 170 nuovi ingressi in reparto in un giorno (ieri erano 2.522). Nel saldo giornaliero tra ingressi e uscite, secondo i dati del ministero della Salute, i pazienti in terapia intensiva sono quindi in calo di due unità.

Loading...
RT PER REGIONE
Loading...

Le persone sottoposte a isolamento domiciliare sono invece 532.413, -292 in 24 ore (532.705). Il numero totale dei dimessi/guariti da febbraio a questa parte è invece pari a 1.729.216, cresciti di 16.186 unità (ieri erano 1.713.030). I casi totali di contagio rilevati dall'inizio della pandemia sono arrivati a 2.368.916 unità (2.352.423).

Il bollettino sulla diffusione del contagio da Covid in Italia fa anche il punto sul numero dei tamponi effettuati quotidianamente dai laboratori delle Regioni. I test (molecolari e antigenici) svolti nelle ultime 24 ore e conteggiati dal ministero della Sanità sono 260.704, dato che porta il totale dei tamponi dall'inizio dell'epidemia a 28.994.914. Ieri, i test effettuati sono stati invece 273.506. Il tasso di positività è al 6,3%, in aumento rispetto al 5,9% di ieri (+0,4%).

IL TREND GIORNO PER GIORNO
Loading...

1.674 nuovi casi in Emilia Romagna, superati i 200mila contagi

Sono 1.674 - su un totale di 20.812 tamponi effettuati - i nuovi casi di positività al Coronavirus registrati in Emilia-Romagna: con i numeri odierni il dato complessivo, dall'inizio dell'epidemia, supera quota 200mila, attestandosi a 200.552. Dei nuovi contagiati, spiega la Regione diffondendo l’ultimo aggiornamento, 746 sono asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening. Le persone complessivamente guarite, sono 1.856 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 136.567 mentre i casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 55.280 (-230 in meno rispetto a ieri): di questi, quelli in isolamento a casa, sono 52.541 (-227), il 95% del totale. Nelle ultime 24 ore si registrano 48 nuovi decessi.

In Toscana 436 nuovi positivi su 9.354 tamponi

Sono 436, su 9.354 tamponi molecolari e 5.172 test rapidi effettuatati, i nuovi casi di Coronavirus registrati in Toscana nelle ultime 24 ore. Lo rende noto il presidente della Regione Eugenio Giani su Facebook. Il dato segna un lieve decremento dei nuovi positivi rispetto a ieri (erano 446) e un leggero aumento dei tamponi (erano 9.053). “Continuiamo ad essere responsabili - esorta Giani -, non abbassiamo la prudenza e manteniamo la #ToscanasiCura”.

Marche, 467 casi nuove diagnosi e 80 da “antigenico”

“Testati 5.682 tamponi: 3.668 nel percorso nuove diagnosi (di cui 2.057 nello screening con percorso antigenico) e 2.014 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 12,7%)”. Lo rende noto il Servizio Sanità della Regione Marche, confermando 467 casi di positività tra le nuove diagnosi. Nel percorso “Screening Antigenico” tra i 2.057 test “riscontrati 80 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 4%”. Tra i positivi delle nuove diagnosi è ancora la provincia di Ancona a far registrare il numero più alto (137); 132 in provincia di Pesaro Urbino, 87 in provincia di Macerata, 58 in nel Fermano, 37 in provincia di Ascoli Piceno, 16 fuori regione.

In Umbria stabili il tasso di positività e i ricoveri

Sono 241 i nuovi casi di positività al Covid accertati nelle ultime 24 ore in Umbria, su 3.190 tamponi analizzati e un tasso di positività che resta in linea con i giorni scorsi, al 7,5 per cento. Secondo i dati della Regione aggiornati al 16 gennaio, sono stati sette i decessi nell'ultimo giorno (689 in tutto) e il numero dei guariti è salito a 26.858 (120 in più). Gli attualmente positivi sono 4.603. Più o meno stabili i ricoveri per Covid: sono 327 (uno in meno di ieri), 49 dei quali (ieri erano 50) in terapia intensiva. Dall'inizio della pandemia sono stati eseguiti in Umbria 546.043 tamponi.

RICOVERI E TERAPIE INTENSIVE
Loading...

In Puglia 15 decessi e 1.123 positivi (10,6% dei test)

Su 10.600 test per l'infezione da Covid-19 eseguiti in Puglia sono stati registrati oggi 1.123 casi positivi con un tasso di positività del 10,6%, in calo rispetto al 13,6 di ieri. I casi di infezione si registrano: 406 in provincia di Bari, 76 in provincia di Brindisi, 100 nella provincia BAT, 217 in provincia di Foggia, 79 in provincia di Lecce, 239 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione, 5 casi di residenza non nota. Sono stati registrati 15 decessi: 3 in provincia di Bari, 2 in provincia BAT, 3 in provincia di Brindisi, 3 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.174.161 test. 49.692 sono i pazienti guariti. 56.003 sono i casi attualmente positivi.

Procura Forlì apre fascicolo su 800 dosi “perse”
La Procura della repubblica di Forlì ha aperto un fascicolo sulla vicenda delle 800 dosi di vaccino anti-Covid di Moderna andate deteriorate all'ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì per il malfunzionamento di un frigo-congelatore dove se ne trovavano 1500 in totale. Titolare del fascicolo la sostituto procuratore Federica Messina che sta coordinando le indagini affidate ai carabinieri del comando di Forlì e ai Nas. L'ipotesi di reato più plausibile, in attesa che si chiarisca l'accaduto, al momento pare l'omissione di atti d'ufficio a carico di uno o più responsabili dei sistemi di controllo e sicurezza della struttura sanitaria ospedaliera.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti