il bollettino della pandemia

Coronavirus, in Italia altri 30.550 positivi e 352 vittime. Tamponi a quota 211.831

Nel Lazio 2.432 casi, Rt in calo al 1,29. La Toscana registra un calo dei nuovi contagiati, che sono 1.828, sotto quota 2.000 che veniva superata da diversi giorni

Coronavirus: il bollettino del 4 novembre - I dati di oggi

4' di lettura

I DATI DEL CONTAGIO
Loading...

Sono 30.550 i nuovi positivi al Coronavirus alle 17 di mercoledì 4 novembre, in crescita di 2.306 unità rispetto ai 28.244 registrati ieri. I casi totali in Italia dall'inizio della pandemia arrivano così a quota 790.377. Nelle ultime 24 ore le vittime accertate, secondo i dati diffusi congiuntamente dal ministero della Salute e Protezione Civile, sono state 352 (ieri erano 353), numero che porta il totale dei decessi dovuti alla pandemia rilevati da febbraio a 39.764 unità.

Gli attualmente positivi conteggiati dalle autorità sanitarie nel nostro Paese sono 443.235 (+25.93, ieri ammontavano a 418.142). Il dato, per diverse ragioni, con il passare dei giorni è sempre meno indicativo dell'andamento complessivo del contagio, a differenza del quadro ospedaliero che emerge dai numeri relativi ai ricoveri. I ricoverati con sintomi sono 22.116 (erano 21.114), quelli ricoverati nei reparti di terapia intensiva 2.292 (2.225).

Loading...

Le persone sottoposte a isolamento domiciliare sono 418.827 (394.803). I soggetti dichiarati guariti, secondo l'ultima rilevazione, sono 5.103 (6.258), per un totale di 307.378. I dati contenuti nel bollettino quotidiano del ministero della Salute si basano su un totale crescente di tamponi effettuati, 211.831,a fronte dei 182.287 del 3 novembre e dei 135.731 processati il giorno precedente, lunedì 2 novembre. Il totale dei tamponi effettuati dall'inizio del monitoraggio giornaliero è salito a 16.497.767, e il totale dei casi testati a 10.021.035.

Loading...

Le Regioni con più contagi

Andando a vedere la situazione di dettaglio per singole Regioni, la Lombardia si conferma quella con il maggior incremento giornaliero di contagiati (7.758), seguita dalla Campania (4.181), dal Piemonte (3.577) e dal Veneto (2.436). Poi abbiamo il Lazio (2.432), l'Emilia-Romagna (1.758) e la Toscana (1.828). Sopra le mille unità anche Liguria (1.122) e Sicilia (1.155). La Puglia segna 994 nuovi casi, seguita da Marche (653), Umbria (496), Friuli Venezia Giulia (436), Abruzzo (423), Calabria (262), Basilicata (226), Province Autonome di Bolzano (249) e Trento (225), Sardegna (184), Valle d'Aosta (129) e Molise (26).

IL TREND GIORNO PER GIORNO
Loading...

In Veneto 2.436 positivi e 20 decessi in 24 ore

Il Veneto rimane una delle Regioni maggiormente colpite dal Coronavirus: nelle ultime 24 ore si sono infatti registrati 2.436 positivi (ieri erano 2.298) e 20 morti. Il totale dei positivi raggiunge quota 65.531, i decessi 2.478. Sono 1.193 le persone ricoverate, 155 quelle attualmente in terapia intensiva. Su oltre 26 mila tamponi (+1.131) nel Lazio si registrano invece 2.432 casi positivi (+223), 34 i decessi (+13) e 144 i guariti (-98). Il rapporto tra positivi e i tamponi è al 9% e il valore RT in calo a 1.29.

In Toscana calano i nuovi contagi ma 58 morti

In Toscana ci sono stati 58 decessi di pazienti Coronavirus nelle ultime 24 ore. Ora il totale dei morti è di 1.461 persone. Il report odierno della Regione Toscana registra però un calo dei nuovi casi, che sono 1.828 (età media 43 anni, +3,6% su ieri) e sotto quota 2.000 che veniva superata da diversi giorni. I tamponi eseguiti hanno raggiunto 1.148.233 unità, 15.086 in più rispetto a ieri. Ora è di 52.815 il totale dei casi registrati da inizio epidemia. Gli attualmente positivi sono 35.464 (+4,6%). I ricoverati sono 1.516 (+65 unità) di cui 197 in terapia intensiva (+7 pazienti). Ci sono 33.948 persone in isolamento a casa con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o senza sintomi e altre 34.518 in isolamento domiciliare per aver avuto contatti con persone contagiate.

In Umbria altri 496 positivi, frena il numero dei ricoverati

Sono 496, contro i 420 di ieri, i nuovi positivi al coronavirus individuati in Umbria nell'ultimo giorno, 12.056 totali, con 3.985 tamponi analizzati, 311.270. A riportare i dati sul suo sito dedicato è la Regione. Segnalati 211 guariti, 4.061, e altri sei morti, 154, con gli attualmente positivi passati da 7.572 a 7.841. Sul fronte degli ospedali i ricoverati totali sono passati da 353 a 356, 49 dei quali in terapia intensiva, ieri erano 48.

Brusaferro (Iss): alcune regioni oltre soglia ricoveri

“Quello dei ricoveri con sintomi è un numero che sta crescendo e merita attenzione” e “lo stesso vale per le terapie intensive”. Rispetto all'occupazione dei posti letto in degenza ordinaria di aria medica, “alcune regioni hanno superato il cut-off, altre no ma sono vicine”. A fare il punto rispetto alla resilienza del sistema, ovvero la capacità di dare risposta a chi sviluppa i sintomi, è stato il presidente dell'Istituto superiore di Sanità (Iss), Silvio Brusaferro, durante l'audizione in Commissione Affari Sociali della Camera. Il significato dei cut-off, ovvero dei valori soglia definiti dal ministero della Salute, è che se abbiamo “oltre il 40% di occupazione dei letti di area medica per patologie Covid vuol dire che dobbiamo riprogrammare le attività sanitarie dilazionabili per altre patologie, così da trovare posto e dare priorità ai pazienti con Sars-cov-2”.

Ippolito (Spallanzani): con questi numeri misure indispensabili

“Con questi livelli di circolazione del virus, le misure non sono raccomandate ma indispensabili”, non esiste una che va bene per tutti, “vanno viste nella pratica”, ma “serve coraggio di fare scelte”. Il direttore scientifico dell'Istituto per le Malattie infettive Spallanzani, Giuseppe Ippolito, ha commentato così ad Agorà su Rai 3, le misure introdotte dal Dpcm appena firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte. “I dati di ieri, con 130 morti in più del giorno precedente, - ha precisato - sono un aspetto preoccupante, anche se rispettano una situazione di giorni precedenti. Dall'altro lato, abbiamo avuto un numero importante di tamponi che conferma come attorno al 15% di persone testate sono positive”.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti