il bollettino del contagio

Coronavirus, ultime notizie: altri 9.660 casi e 499 vittime. Tasso di positività al 3,9%

Broccolo (Bicocca): “Tutte le regioni hanno ridotto i test molecolari sostituendoli con gli antigenici e poi hanno aggiunto gli antigenici, ma sostanzialmente la potenza di fuoco è rimasta simile”

Coronavirus: bollettino del 2 febbraio - I dati di oggi

4' di lettura

I DATI DEL CONTAGIO
Loading...

La curva epidemiologica del Coronavirus non accenna a decrescere: oggi sono 9.660 i nuovi infetti in Italia, 1.735 in più rispetto ai 7.925 di ieri, numero che però sconta il calo dei tamponi del finesettimana. I morti dovuti al contagio registrati nelle ultime 24 sono invece 499, in aumento di 170 unità: ieri erano 329. Il totale dei decessi dall'inizio della pandemia è arrivato a 89.344. Secondo i dati diffusi alle 17.20 di martedì 2 febbraio dal ministero della Salute e dalla Protezione Civile gli attualmente positivi sono 437.765 (ieri 444.589). I casi totali (numero che comprende anche i morti e i guariti dal Covid dall'inizio dell'epidemia) si mantengono stabilmente sopra i due milioni e 500mila unità: sono infatti 2.570.608.

Come sempre, osservati speciali sono i numeri che esprimono gli accessi in ospedale: oggi si registrano 158 nuovi ricoveri nei reparti di terapia intensiva, che portano il totale a 2.214 (-38: ieri erano 2.252). I ricoverati con sintomi sono invece cresciuti di 57 unità, a quota 20.317 (20.260), mentre risultano in isolamento domiciliare sotto il controllo delle autorità sanitarie 415.234 persone (- 9.843 rispetto alle 425.077 del giorno precedente). I soggetti finora dichiarati guariti, sempre secondo l'ultima rilevazione delle autorità sanitarie, sono complessivamente 2.043.499 (2.024.523), con un incremento di 18.976 unità sul giorno precedente.

Loading...
IL TREND GIORNO PER GIORNO

Casi attualmente positivi, guariti, morti e casi totali dal primo rilevamento a oggi. Casi nuovi giorno per giorno

Loading...

Il bollettino del ministero della Salute registra anche oggi oltre 200mila tamponi processati, per l'esattezza 2.44.429. Il totale dei tamponi effettuati (il conteggio considera i test molecolari a cui si sono aggiunti a partire dal 15 gennaio anche i test antigenici rapidi, con effetti sulla percentuale di positivi) dall'inizio del monitoraggio giornaliero ha superato i 33 milioni, per l'esattezza 33.053.574, e il totale delle persone testate ha raggiunto quota 17.129.160.

Il tasso di positività si è attestato intorno al 4% (per l'esattezza 3,9%). Il dato registra un calo dell'1,7% rispetto a ieri, quando si è attestato al 5,56%, in leggera risalita rispetto a domenica. La percentuale dà l'idea dell'andamento dei contagi, indipendentemente dal numero di test effettuati.

TERAPIE INTENSIVE, RICOVERI E ISOLAMENTO DOMICILIARE

Il numero di ricoveri giornalieri, quelli in terapia intensiva, le persone in isolamento domiciliare e la crescita percentuale giornaliera. Sfogliando sulla destra, il rapporto percentuale tra le singole voci

Loading...

Tutte le Regioni restano sotto la soglia dei mille nuovi contagi nelle ultime 24 ore. Nello specifico, la Sicilia ha comunicato il maggior numero di test positivi: 984, seguita da Campania (919) e Lombardia (912). Otto regioni continuano a non comunicare il dettaglio dei test antigenici rapidi positivi. Si tratta di Sicilia, Liguria, Marche, Abruzzo, Umbria, Basilicata, Molise e Valle d'Aosta.

Veneto, +621 contagi e 76 decessi

Sono 621 i nuovi contagi Covid e 76 i decessi nelle ultime 24 in Veneto. Lo riferisce il bollettino della Regione. Per i nuovi positivi si tratta di un lieve rialzo dei casi rispetto a ieri (erano +510). Il totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia si aggiorna così a 313.316, quello delle vittime a 9.046. Tra i numeri positivi, la continua discesa dei dati clinici: nei reparti non critici sono ricoverati oggi 1.906 malati Covid (-57), nelle terapie intensive 222 (-15).

In Fvg 258 casi su 5.991 test, 26 decessi

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 5.212 tamponi molecolari sono stati rilevati 192 nuovi contagi con una percentuale di positività del 3,68 per cento. Sono inoltre 779 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 66 casi (8,47%). I decessi registrati sono 21, a cui si aggiungono 5 pregressi afferenti al mese di gennaio; i ricoveri nelle terapie intensive sono 61 mentre quelli in altri reparti scendono a 579 (ieri 593). Lo comunica il vice governatore del Fvg con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 2.444.

Quasi 400 nuovi contagiati in Toscana

Sono quasi quattrocento i nuovi contagi di Covid in Toscana, come rileva il monitoraggio giornaliero della Regione anticipato dal presidente Eugenio Giani. “I nuovi casi registrati in Toscana sono 399 su 14.920 test effettuati, di cui 7.773 tamponi molecolari e 7.147 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 2,67% (6,7% sulle prime diagnosi)”, spiega Giani in un post su Facebook.

333 positivi in 24 ore nelle Marche

Sono 333 i positivi al Covid rilevati nelle ultime 24ore nelle Marche tra le nuove diagnosi. Il Servizio Sanità della Regione Marche informa che “nelle ultime 24 ore sono stati testati 5.958 tamponi: 3.848 nel percorso nuove diagnosi (di cui 2.024 nello screening con percorso Antigenico) e 2.110 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari all'8,7%)”. Sui 2.024 test del Percorso Screening Antigenico “sono stati riscontrati 79 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 4%”.

Scende il numero totale dei test, 40% sono rapidi

Sta scendendo ed è attualmente confrontabile a quello del dicembre scorso, il numero complessivo dei test contro il Coronavirus fatti in Italia dal 15 gennaio, quando accanto ai test molecolari sono stati inclusi nel conteggio quotidiano del ministero della Salute anche i test antigenici rapidi. È quanto emerge dall'analisi dei dati, sia nazionali sia nelle singole regioni, condotta sulla base dei dati riportati nel bollettino quotidiano del ministero (qui trovi la nostra Newsletter settimanale che fa il punto sull’andamento del contagio).

“Emerge che tutte le regioni, inequivocabilmente, hanno ridotto i test molecolari sostituendoli con gli antigenici e poi hanno aggiunto gli antigenici, ma sostanzialmente la potenza di fuoco è rimasta simile”, spiega il virologo Francesco Broccolo, dell'Università di Milano Bicocca. Se in dicembre si facevano in media fra 180mila e 190mila tamponi molecolari al giorno, attualmente la media complessiva dei test, fra molecolari e rapidi, non arriva a 160mila.

“Se poi consideriamo il tasso di positività sulla base del rapporto fra casi positivi e tamponi molecolari abbiamo un valore del 10%, contro lo 0,5% calcolato sulla base del rapporto fra casi positivi e test rapidi”, osserva il virologo. “In sostanza dal 15 gennaio è cambiato radicalmente il modo di tracciare, di conseguenza sono peggiorati moltissimo sia gli screening sia il tracciamento. In questo modo - ha rilevato - si abbassa il tasso di positività e con esso l'indice Rt”.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti