Europa

Coronavirus, ultime notizie dal mondo. Ceo Novartis: vaccino disponibile solo nella seconda metà del 2021

Le notizie di ieri, 13 maggio
In Francia disoccupazione ai minimi da 11 anni, ma perché chi non ha un lavoro non lo cerca più
Oms: coronavirus potrebbe diventare endemico
Airbus verso taglio del personale

Prelievo di un tampone a Wuhan, Cina, oggi. (Hector Retamal/ AFP)
  • Alcune regioni di New York e New Jersey si preparano a riaprire

    Il governatore di New York Andrew Cuomo ha detto che una zona centrale del suo Stato è pronta a riaprire, portando a 5 il numero delle regioni che possono ricominciare ad alzare le serrande quando domani finirà l’ordine di stare a casa. Anche lo Stato del New Jersey ha annunciato che le sue spiagge saranno aperte per il Memoria Day, il 25 maggio.

  • Israele, bambini a scuola da domenica


    I bambini di Israele possono tornare a scuola e negli asili a tempo pieno. Lo ha detto il primo ministro Benjamin Netanyahu, mentre il paese continua ad allentare il lockdown.
    Israele - nove milioni di abitanti - ha riportato 16.579 casi di coronavirus e 265 morti. Con il trend dei contagi nelle ultime settimane che si è stabilizzato, il governo ha revocato i divieti di raduno, ha facilitato i viaggi e ha riaperto i centri commerciali e i mercati.
    Una parziale riapertura delle scuole è iniziata il 3 maggio, con i primi tre gradi della scuola elementare e gli ultimi due gradi del liceo ridistribuiti in classi con un tetto massimo di 15 alunni.
    In una dichiarazione scritta, Netanyahu ha detto che da domenica tutti i bambini, a partire dai più piccoli, possono tornare a scuola su base volontaria.

  • Oltre 1,39 milioni di casi negli Stati Uniti, più di 84mila morti

    Sono oltre 1.398.393 i casi confermati di persone contagiate dal nuovo coronavirus negli Stati Uniti, mentre i decessi legati alla malattia sono almeno 84.575. E' quanto emerge dagli ultimi dati forniti dalla Johns Hopkins University. Nel mondo, i casi sono oltre 4,39 milioni e le morti almeno 299mila.

  • In Francia 141.356 casi totali e 27.525 morti

    Sale a 141.356 il numero di casi totali di contagiati da coronavirus in Francia, un incremento di 622 rispetto ai 140.734 di ieri. I morti sono arrivati a quota 27.425 con un aumento di 351 nelle ultime 24 ore.

  • Trump, vaccino entro la fine dell’anno

    «Penso che in Usa avremo un vaccino per il coronavirus entro la fine dell’anno». ha dichiarato il presidente Donald Trump.

  • In Canada i casi totali salgono a 72.536, 5.337 i morti

    Secondo i dati dell’Agenzia della salute pubblica, in Canada i casi di coronavirus sono saliti da 71.486 del 13 maggio a un totale odierno di 72.536. I morti sono passati da 5.209 a 5.337.

  • Lufthansa, da giugno tornano rotte da Napoli, Catania e Olbia

    Lufthansa ha presentato oggi il nuovo programma di voli che prevede un rafforzamento dell'offerta rispetto alle ultime settimane. A partire dall'inizio di giugno, Lufthansa ed Eurowings offriranno nuovamente le rotte da Napoli, Catania e Olbia – potenziando al contempo i collegamenti per Milano Malpensa – per Francoforte, Dusseldorf e Stoccarda. «Queste destinazioni - si spiega in un comunicato - si aggiungono al programma già in essere: da Milano Malpensa (operato due volte al giorno da Air Dolomiti) e da Roma Fiumicino a Francoforte. L'offerta di voli dall'Italia passerà così dalle attuali 21 a 33 partenze settimanali. Questi nuovi collegamenti fanno parte del programma complessivo che a fine giugno prevede 150 destinazioni in più rispetto all'attuale programma limitato ai voli di rimpatrio, che terminerà quindi il 31 maggio».

  • Lufthansa: da giugno crescita significativa programma voli

    Con il programma di voli di giugno, le compagnie aeree del gruppo Lufthansa Group torneranno ad aumentare significativamente la loro offerta rispetto alle settimane scorse. Secondo quanto comunicato dal gruppo tedesco, Lufthansa, Swiss ed Eurowings aggiungeranno nuovamente numerose rotte verso destinazioni turistiche in giugno e aumenteranno i voli a lunga distanza.

    Con oltre 106 destinazioni in Germania e in Europa e oltre 20 intercontinentali - si legge nel comunicato - l'offerta di voli per tutti i viaggiatori verrà grandemente allargata entro la fine di giugno. Il primo gruppo di nuovi voli è già disponibile per le prenotazioni da oggi ed entro la fine di giugno le compagnie del gruppo offriranno circa 1.800 coli di andata e ritorno a settimane verso oltre 130 destinazioni in tutto il mondo”.

  • Coronavirus, per Ue non è catalogato agente di massimo rischio per lavoratori

    La Commissione Ue non classifica il coronavirus come agente nella categoria più pericolosa per i lavoratori. Ha deciso in linea con quanto sostenuto dagli Stati che va classificato al livello 3 e non al livello 4. La direttiva che tutela i lavoratori contro i rischi che derivano o possono derivare per la loro sicurezza e la loro salute dall'esposizione agli agenti biologici durante il lavoro prevede questa classificazione: del gruppo 1 fanno parte gli agenti che hanno poche probabilità di causare malattie in soggetti umani; nel gruppo 2 quelli che possono malattie in soggetti umani e costituire un rischio per i lavoratori (è poco probabile che si propaghi nella comunità e sono di norma disponibili efficaci misure profilattiche o terapeutiche); nel gruppo tre possono causare malattie gravi in soggetti umani e costituiscono un serio rischio per i lavoratori, possono propagarsi nella comunità, ma di norma sono disponibili efficaci misure profilattiche o terapeutiche; gli agenti nel gruppo 4 possono provo-care malattie gravi in soggetti umani e costituiscono un serio rischio per i lavoratori, possono presentare un elevato rischio di propagazione nella comunità, non sono disponibili, di norma, efficaci misure profilattiche o terapeutiche.

  • Germania: impatto Covid su entrate, persi 100 mld nel 2020

    La pandemia di coronavirus andrà a ridurre di circa 100 miliardi di euro la raccolta fiscale in Germania nel corso del 2020. Lo rivelano le statistiche presentate oggi dal ministro delle finanze tedesco Olaf Scholz. Secondo i calcoli degli esperti del ministero, rispetto alle proiezioni di ottobre le entrate fiscali nel 2020 saranno inferiori esattamente di 98,6 miliardi di euro. Nello specifico lo stato federale dovrebbe perdere 44 miliardi mentre gli stati regionali registreranno minori entrate per 35 miliardi e i comuni per 15,6.

  • Delta: entro fine anno dismetterà intera flotta Boeing 777

    Delta Airlines ha reso noto che entro fine anno dismetterà la sua intera flotta di Boeing 777 - in totale 18 aerei - allo scopo di arginare l'emorragia di cash provocata dalla pandemia di covid 19. La compagnia americana prevede di non utilizzare più a partire da giugno anche i modelli MD-90, prodotti dalla McDonnell Douglas, una controllata della Boeing.

    Delta prevede di iscrivere a bilancio un onere compreso fra 1,4 e 1,7 miliardi di dollari per coprire i costi di questa operazione “Parcheggiare questa flotta ci permetterà di conseguire risparmi sui costi significativi nel corso dei prossimi anni - ha spiegato il ceo Ed Bastian in una lettera ai dipendenti - Delta sta bruciando circa 50 milioni di dollari al giorno e misure come queste ci aiutano a frenare l'emorragia e lavorare verso lo scopo di salvaguardare i posti di lavoro e il nostro futuro”.

  • Croazia, ieri nessun decesso, solo 8 nuovi positivi

    In Croazia da ieri non ci sono stati decessi per il coronavirus, mentre sono appena otto i nuovi casi positivi al Covid-19 nelle ultime ventiquattro ore. Lo ha riferito l'Unità di crisi della Protezione civile. Il capo epidemiologo croato, membro dell'Unità di crisi, Krunoslav Capak, ha definito la situazione epidemiologica in Croazia «molto buona e sotto controllo». Dall'inizio dell'epidemia sono 94 le persone decedute per il coronavirus «che mette la Croazia - ha aggiunto Capak - tra i Paesi con il minor numero di decessi in relazione al numero degli abitanti» (quattro milioni, ndr). Il totale dei contagiati ha raggiunto 2.221, inclusi in questo numero anche 1.850 guariti. Finora in Croazia sono stati effettuati poco più di cinquantamila tamponi.

  • Trump: tasso di disoccupazione non scenderà sotto il 10% prima di settembre

    Il tasso di disoccupazione Usa non scenderà sotto il 10% prima di settembre. Lo ha detto Donald Trump in un'intervista a Fox Business. Il presidente prevede che l'economia vivrà «una transizione» nel terzo trimestre dell'anno e che gli Stati Uniti «saranno di nuovo forti» nel 2021.

  • Usa, quasi tre milioni di nuovi disoccupati in una settimana

    Si continuano a far sentire gli effetti del coronavirus sulle richieste dei sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti. Stando a quanto riportato dal dipartimento del Lavoro, 2,981 milioni di nuovi lavoratori hanno fatto richiesta per i sussidi la scorsa settimana, in calo di 195.000 unità rispetto alla settimana precedente; le attese erano per 2,7 milioni nuove richieste. Il dato della settimana precedente è stato rivisto in rialzo di 7.000 unità a 3,176 da 3,169 milioni di unità. Nelle ultime 8 settimane, da quando è iniziata l'emergenza legata al coronavirus, oltre 36 milioni di lavoratori hanno fatto richiesta per i sussidi.

  • Olanda, altre 28 vittime e 270 nuovi contagi

    Le autorità sanitarie olandesi segnalano che da ieri 27 persone sono state ricoverate in ospedale a causa del coronavirus per un totale di 11.457. Al contempo si segnalano 28 mortI, complessivamente sono 5.590. le persone segnalate positive da ieri sono 270 per un totale di 43.481. L'Istituto nazionale per la salute pubblica e l'ambiente olandese Rivm precisa che c'è un ritardo tra il giorno del ricovero o la morte e il giorno in cui questo è stato riportato e che le cifre corrispondono al quadro secondo cui le misure stanno funzionando.

  • Sudafrica verso allentamento restrizioni

    Il presidente del Sudafrica, Cyril Ramaphosa, ha dichiarato che nei prossimi giorni le misure restrittive imposte nel Paese a causa della pandemia di coronavirus saranno leggermente allentate, con l'autorizzazione di esercizio per un numero maggiore di attività commerciali e negozi e meno restrizioni all'esercizio fisico. In un discorso trasmesso in diretta televisiva, Ramaphosa ha ammesso che il suo governo ha commesso degli errori, ma ha affermato che il Paese si muove in un territorio inesplorato. Il presidente sudafricano ha detto che, se non fosse stato per il blocco di quasi otto settimane, almeno 80.000 persone avrebbero potuto contrarre il virus. Invitando alla cautela, Ramaphosa ha dichiarato che se le restrizioni fossero revocate troppo bruscamente, vi sarebbe il rischio di un aumento rapido e ingestibile dei contagi. Il Paese è stato il più colpito in Africa da Covid-19, che a oggi fa registrare circa 12.000 casi e 219 decessi.

  • Governatore Bank of England: non pianificati tassi negativi, ma mai dire mai

    La Banca d'Inghilterra non prevede di introdurre tassi di interesse negativi nel Regno Unito, come nel caso della zona euro o in Giappone, ma non respinge del tutto l'ipotesi. Lo ha spiegato il Governatore della BoE, Andrew Bailey. Interpellato su tale eventualità per affrontare la crisi economica causata dalla pandemia di Covid-19, durante una videoconferenza organizzata dal Financial Times, Bailey ha dichiarato che «è sempre saggio, specialmente in queste circostanze, non escludere nulla per sempre». Ma «questo - ha aggiunto - non è qualcosa che stiamo pianificando al momento».

  • Aiuti del governo Uk costeranno 140 miliardi

    Le misure del mega pacchetto di aiuti statali messo in campo dal governo Tory britannico di Boris Johnson a sostegno dell'economia di fronte all'emergenza coronavirus costerà per il solo anno finanziario corrente 123 miliardi di sterline: pari a circa 140 miliardi di euro. È la stima resa nota oggi dall'Office for Budget Responsibility (Obr), organismo pubblico indipendente incaricato di controllare i conti pubblici. L'Obr stima inoltre un impatto diretto annuo da 103,7 miliardi di sterline dei sussidi governativi concessi per finanziare, fino a ottobre compreso, l'80% del salario (con un tetto di 2500 sterline mensili) a milioni di persone costrette al congedo dal lockdown. E consentire così al business di metterle in aspettative senza dichiarale in esubero.

  • Ex ministro della Salute brasiliano: qui siamo solo all’inizio dell’epidemia

    «Siamo solo all'inizio dell'epidemia». Lo ha detto l'ex ministro della Salute brasiliano, Luiz Henrique Mandetta, cacciato dal presidente Jair Bolsonaro lo scorso 14 aprile per la sua difesa del distanziamento sociale. «Siamo solo all'inizio e al Sud non è ancora cominciato», ha detto Mandetta al sito Uol, ricordando le divergenze con Bolsonaro: «Io dicevo una cosa e lui un'altra, e la popolazione non sapeva cosa fare». Il Brasile è il Paese più colpito in America latina, con quasi 189 mila contagi e oltre 13 mila morti.

  • Commissione Ue sospende invio 10 milioni di mascherine: forse non conformi a standard di sicurezza

    La Commissione europea ha sospeso l'invio di 10 milioni di mascherine mediche per operatori sanitari a 17 Stati membri Ue (più il Regno Unito), Italia inclusa, perché il primo lotto di 1,5 milioni di dispositivi potrebbe non essere conforme agli standard Ue di sicurezza. «Abbiamo preso nota» delle segnalazioni inviate dalle autorità di Polonia e Paesi Bassi, e chiesto a tutti i Paesi destinatari del materiale «di tenerci al corrente» su possibili problemi relativi alla qualità, ha spiegato un portavoce della Commissione. In via precauzionale, Bruxelles ha deciso di «sospendere» le forniture del materiale, e «se necessario prenderemo le azioni legali richieste», ha aggiunto il portavoce, precisando che «nel quadro dell'acquisto delle maschere, l'Esecutivo ha scrupolosamente seguito le procedure di controllo». La Commissione europea ha acquistato attraverso lo strumento Ue di sostegno d'emergenza 10 milioni di mascherine. La settimana scorsa è partita la consegna del primo lotto da 1,5 milioni di dispositivi.

  • Nessun nuovo caso nei Territori Palestinesi

    Nessun caso di coronavirus è stato registrato da giorni nei Territori Palestinesi. Lo ha detto il ministro della sanità dell'Autorità nazionale palestinese (Anp) Mai Al-Kaila secondo la quale il numero totale delle infezioni resta così fissato a 548. In questo numero l'Anp comprende anche i positivi della parte est di “Gerusalemme occupata” che invece sono calcolati da Israele. Secondo il ministro, i guariti sono saliti a 426, ovvero il 77,7% del totale. I casi attivi della malattia sono 118, ma nessuno in terapia intensiva. Le vittime, compresa Gerusalemme est, sono state 4.

  • Francia, sì alle vacanze luglio-agosto

    «I francesi potranno partire in vacanza in Francia nel mese di luglio e nel mese di agosto» 2020: lo ha detto il premier francese, Edouard Philippe, avvertendo tuttavia sulla «possibilità di restrizioni molto localizzate» in funzione dell'evoluzione dell'epidemia da Covid-19. «I francesi possono procedere alle loro prenotazioni«, ha proseguito, sottolineando che «gli attori del turismo, gli albergatori, si sono impegnati a fare in modo che i villeggianti siano totalmente rimborsati nell'ipotesi in cui l'evoluzione dell'epidemia non rendesse possibile la partenza».

  • In Finlandia riaprono le scuole, ma insegnanti preoccupati

    Oggi i bambini delle scuole finlandesi hanno iniziato a tornare in classe dopo 8 settimane di blocco per il coronavirus, nonostante gli avvertimenti del sindacato degli insegnanti che potrebbe non essere del tutto sicuro per il personale o i bambini. Le riaperture, prima dell'inizio delle vacanze estive all'inizio di giugno, prevedono rigide regole di distanziamento. I tempi di pausa saranno scaglionati per evitare un gran numero di bambini nel parco giochi contemporaneamente e gli spazi inutilizzati saranno trasformati in aule per consentire agli alunni di allargarsi. Finora la Finlandia ha registrato 284 decessi correlati al coronavirus e oltre 6.000 infezioni, un tasso inferiore rispetto ai Paesi nordici vicini, il che ha portato gli epidemiologi ad avvertire che le future ondate del virus potrebbero rivelarsi più gravi.(

  • Francia: governo lancia piano da 18 miliardi per il turismo

    Il primo ministro francese Edouard Philippe ha annunciato un piano «senza precedenti» con «impegni per 18 miliardi» a sostegno del settore turistico che con l'epidemia di coronavirus «sta probabilmente affrontando il peggior test della sua storia moderna». Tra le misure annunciate alla fine di un comitato interministeriale a Matignon, vi è un ampio accesso al fondo di solidarietà e una disoccupazione parziale per le aziende del settore, nonché un raddoppio del plafond giornaliero dei ticket restaurant, aumentato da 19 a 38 euro.

  • In Belgio 81 nuovi ricoveri, cala numero morti

    In Belgio torna leggermente a crescere il numero dei ricoveri in ospedali legati alla pandemia di Covid-19. Sono 81 i cittadini entrati in ospedale nelle ultime 24 ore, ma le dimissioni sono state oltre il doppio: 173. In totale, attualmente sono occupati 1.966 posti letto (-48), di cui 407 in terapia intensiva (-13). Cala invece il numero dei morti, sono 60 (-22) quelli registrati nelle ultime 24 ore, la metà dei quali nelle case di riposo, portando il totale a 8.903. I nuovi casi positivi accertati da test di laboratorio sono 307, per un totale di 54.288 dall'inizio della pandemia. Da lunedì nel Paese comincerà la fase 2 dell'uscita dal lockdown con la riapertura parziale delle scuole, musei, parrucchieri e mercati. Le distanze di sicurezza dovranno sempre essere mantenute, il numero di persone negli spazi chiusi dovrà essere limitato e nella maggior parte dei casi l'uso di maschere protettive sarà obbligatorio.(

  • In Iran quasi 115mila casi e 6.854 vittime

    Salgono a 114.533 i casi di Covid-19 in Iran, con 1.808 contagi registrati nelle ultime 24 ore. Le nuove vittime sono 71, per un totale di 6.854 decessi registrati dall'inizio della pandemia. I malati in terapia intensiva sono 2.757, in leggero ma costante aumento, mentre i pazienti guariti superano la soglia dei 90 mila (90.539). I test complessivi effettuati ammontano a 643.772. Lo ha annunciato nel suo bollettino quotidiano il portavoce del ministero della Salute iraniano Kianoush Jahanpour, sottolineando che tra le province in cui la situazione resta preoccupante ci sono il Khorasan settentrionale, nel nord-est al confine con il Turkmenistan, e il Khuzestan, nell'ovest al confine con l'Iraq, distanti tra loro centinaia di chilometri.

  • Abe, Giappone: via stato d’emergenza ma non a Tokyo

    Il primo ministro giapponese Shinzo Abe ha annunciato la fine dello stato d'emergenza nella maggior parte delle regioni ma non a Tokyo e Osaka. «Oggi abbiamo deciso di togliere lo stato d'emergenza in 39 delle 47 prefetture” del Paese», ha dichiarato Abe in una conferenza stampa televisiva. In precedenza il ministro dell'Economia Yasutoshi Nishimura aveva spiegato di avere la conferma che «il numero di nuovi casi è sceso sotto i livelli di metà marzo, quando le infezioni hanno cominciato a propagarsi», aggiungendo che ieri sono stati identificati solo 55 nuovi casi, 10 dei quali a Tokyo. Il Giappone ha registrato in totale circa 16 mila casi di Covid-19 e 687 decessi

  • Israele, da ieri 28 contagi e 191 guarigioni

    Nuovi dati incoraggianti sono giunti oggi dal ministero della Sanità israeliano secondo cui da ieri i contagi di coronavirus sono cresciuti di soli 28 casi, mentre le guarigioni sono state 191. Complessivamente in Israele sono stati registrati 16,567 casi positivi, mentre le guarigioni sono state 12.364. Attualmente i malati sono 3.939, di cui 188 ancora in ospedale mentre gli altri sono in isolamento in casa o in appositi alberghi messi a disposizione dalla autorità. I decessi sono stati 264.

  • Ema: vaccino forse pronto in un anno

    Un vaccino per il coronavirus potrebbe essere pronto in un anno in uno scenario “ottimista”, basato sui dati degli studi in corso, ha affermato oggi l'Agenzia europea del farmaco. “Siamo in grado di vedere, se tutto procede come previsto, che alcuni di essi (vaccini) potrebbero essere pronti per l'approvazione tra un anno”, ha detto Marco Cavaleri, responsabile dell'Ema per le minacce alla salute biologica e la strategia dei vaccini, durante una conferenza stampa video.

  • Spagna, le vittime salgono a 27.321

    Sale a 27.321 il bilancio complessivo delle vittime di coronavirus in Spagna, secondo i dati comunicati dalle autorità di Madrid. Nelle ultime 24 ore si sono registrati più di 200 morti, un picco che non veniva raggiunto dallo scorso 8 maggio.

  • Congresso Brasile libera 1,3 miliardi per la sanità

    Il Senato brasiliano ha approvato una misura provvisoria che estingue il Fondo di riserva monetaria (Frm), amministrato dalla Banca centrale. Così facendo - dopo l'approvazione anche da parte della Camera dei deputati, avvenuta martedì - il Congresso ha dato il via libera al trasferimento di risorse per combattere il nuovo coronavirus. Il valore stimato dell'Frm è di 8,6 miliardi di reais (1,3 miliardi di euro).

    La cifra dovrà essere utilizzata dagli Stati e dai Comuni per l'acquisizione di materiali per prevenire la diffusione dei casi di Covid-19. Il testo inviato dal governo stabiliva che i valori del fondo venissero utilizzati per il pagamento del debito pubblico. I parlamentari hanno però approvato le modifiche alla destinazione del fondo, considerando lo scoppio della pandemia.

  • Ue, 60 milioni a progetti innovativi anti-coronavirus

    Trovare tecnologie innovative per affrontare l'emergenza della Covid-19 in Europa, dalla biomedicina alla mobilità e all'energia: è questo l'obiettivo del finanziamento di 60 milioni di euro annunciato oggi in una conferenza stampa online da Dirk Jan Van den Berg, presidente del Comitato direttivo dell'Istituto Europeo per l'Innovazione e la Tecnologia (Eit) finanziato dall'Unione Europea. «E' la nostra risposta - ha detto - a una crisi senza precedenti».

  • In Germania più contagi (933) e meno decessi (89) in un giorno

    In Germania il numero dei casi di coronavirus riscontrati in 24 ore sono aumentati a 933 dai 798 resi noti ieri, mentre i decessi sono 89, in calo dai 101 del precedente bollettino del Robert Koch Institute. I contagi sono 172.239 dall'inizio dell'epidemia, i decessi 7.723 e le persone guarite 150.300 (+1.600 in un giorno). Il tasso di mortalità, sulla base dei dati di ieri, è del 4,5% e l'indice di contagio dello 0,8.

  • Bce: crollo record, II trimestre sarà più duro. Pronti a fare quanto serve sui bond

    Nel primo trimestre del 2020, interessato solo in parte dalla diffusione del virus, il PIL dell'Eurozona ha segnato -3,8% e gli indicatori e e indagini congiunturali segnalano “una contrazione senza precedenti”. I dati di aprile suggeriscono che “tale effetto sarà probabilmente persino più grave nel secondo trimestre”. Lo scrive la Bce nel bollettino economico.

    Gli acquisti di debito con il programma per l'emergenza pandemica (Pepp) «continueranno ad essere effettuati in maniera flessibile nel corso del tempo« e «finché il Consiglio direttivo non avrà ritenuto conclusa la fase critica legata al coronavirus«. Lo scrive la Bce. Il Consiglio «ribadisce il massimo impegno a fare tutto ciò che sarà necessario nell'ambito del proprio mandato per sostenere tutti i cittadini dell'area dell'euro in questo momento di estrema difficoltà».

  • Bce: deterioramento dei consumi è senza precedenti

    «Il deterioramento degli indicatori dei consumi è senza precedenti». Così la Bce nel bollettino economico diffuso questa mattina in cui si rileva come a seguito dell'insorgere del Covid-19, il clima di fiducia dei consumatori ha registrato un forte calo, scendendo a -22,7 ad aprile (da -6,6 a febbraio) e avvicinandosi ai minimi storici registrati a marzo 2009.

    «Tuttavia - recita il bollettino - vi sono indicazioni del fatto che il calo nel clima di fiducia dei consumatori potrebbe, di fatto, sottostimare il calo di fondo dei consumi. La rapidità e la gravità dello shock dovuto al Covid-19 sono state talmente straordinarie che la relazione storica tra il clima di fiducia dei consumatori e la crescita dei consumi sembra attualmente piuttosto instabile».

  • La Russia supera i 250mila casi accertati

    Russia ha superato i 250.000 casi accertati di Covid-19 dall'inizio dell'epidemia. Stando ai dati ufficiali, nel Paese sono stati registrati in tutto 252.245 contagi. I casi confermati nelle ultime 24 ore sono 9.974, la cifra più bassa dal 2 maggio. Ufficialmente, le vittime del nuovo coronavirus sono al momento 2.305, di cui 93 decedute nel corso dell'ultima giornata. I guariti sono in totale 53.530, di cui 5.527 nelle ultime 24 ore.

  • Ceo Novartis: vaccino disponibile solo nella seconda metà del 2021

    Vas Narasimhan, ceo di Novartis , ha dichiarato che un vaccino per Covid-19 potrebbe diventare disponibile solo nella seconda metà del prossimo anno, secondo lui un punto di vista condiviso da gran parte dell'industria farmaceutica.
    «Il modo migliore per affrontare questa pandemia è probabilmente un vaccino contro Covid-19», ha scritto l'amministratore delegato in un articolo pubblicato sul giornale svizzero Handelszeitung oggi. «Ci vorrà più tempo, la mia ipotesi è di circa un anno e mezzo o due», ha sottolineato.

  • Russia, 9.974 nuovi casi

    In Russia, nelle ultime 24 ore, i nuovi casi di contagiati sono stati 9.974. Il dato è in lieve calo rispetto a quello riscontrato ieri, che era stato di 10.028 nuovi casi.

  • Airbus verso taglio del personale

    Airbus si sta preparando per ridurre i dipendenti dopo aver avvertito i sindacati sulla necessità di frenare la produzione in seguito al crollo della domanda. Le discussioni sono iniziate in Germania, Francia e Spagna, con il processo formale che dovrebbe cominciare la prossima settimana. Il numero di posizioni da eliminare non è stato ancora deciso.

  • Ceo Euronext: implicazioni pandemia ancora incerte

    Per Euronext, la piattaforma di Borsa che fra gli altri controlla i listini di Francia, Belgio e Olanda, l'inizio del 2020 è stato «un periodo fuori dal comune». «Abbiamo visto tutti le ricadute della pandemia di coronavirus e le implicazioni restano ancora incerte. La nostra priorità è assicurare la sicurezza dello staff e garantire che le attività proseguano in modo efficiente». Lo ha detto l'amministratore delegato di Euronext Stephane Boujnah, durante la conference call a commento dei risultati del primo trimestre, chiuso con un utile in rialzo del 71,2% e ricavi in aumento del 55,2%.

  • Giappone, parziale revoca stato di emergenza, ma non a Tokyo e Osaka

    In Giappone il governo ha dichiarato di voler revocare lo stato di emergenza dichiarata per la pandemia di Covid-19 in 39 delle 47 prefetture del paese, ma non ancora a Tokyo e altre aree urbane. «Abbiamo avuto conferma che i nuovi casi sono scesi al di sotto del livelli di metà marzo quando le infezioni hanno iniziato a diffondersi. Considerando i sistemi di monitoraggio e assistenza medica presenti in queste regioni, riteniamo opportuno sollevare il stato di emergenza», ha detto Yasutoshi Nishimura, il ministro incaricato della risposta del virus. Secondo i media, lo stato di emergenza rimarrà in atto in otto regioni, tra cui Tokyo e Osaka, ma un'altra revisione avrà luogo il 21 maggio.

    Parrucchiere a Tokyo. (REUTERS/Kim Kyung-Hoon)

  • I Lloyd’s di Londra stimano di dover coprire fino a 4,3 miliardi di dollari di risarcimenti

    Il mercato dell'assicurazione Lloyd's of London prevede di dover versare fino a 4,3 miliardi di dollari di risarcimenti ai propri clienti colpiti dalla crisi del Covid-19, cioè una cifra analoga a quella degli attentati dell'11 settembre. In un comunicato Lloyd's indica che si attende indennizzi tra 3 e 4,3 miliardi di dollari nel mondo e che il costo potrebbe salire se i lockdown dovessero continuare per mesi.

  • Australia, allarme su rete di adescamento minori sul dark web

    Un allarme dall'Australia sul rischio accresciuto di abusi tramite web a minori, in gran numero confinati in casa e costantemente collegati online, spesso senza supervisione. La Commissione per la e-safety, la sicurezza online, avverte che le rilevazioni di materiale con abusi sono aumentate del 27% in marzo e del 37% in aprile. E dà notizia che i predatori hanno anche creato un 'manuale' di adescamento online, che descrive maniere per manipolare e sfruttare i minori durante questo periodo di confinamento. Le restrizioni del Covid-19 hanno coinciso con un aumento significativo di segnalazioni alla Commissione stessa su materiale di abusi sessuali a minori, ha detto la direttrice Julie Inman al Guardian Australia, aggiungendo che gli investigatori hanno rilevato un balzo nelle ricerche sulla rete nascosta detta dark web, che chiedono informazioni su come abusare dei bambini.

  • Finlandia: un miliardo di euro per sostenere le aziende

    Il governo finlandese concederà sostegni per un totale di quasi un miliardo di euro alle aziende colpite dalla crisi causata dall'epidemia. Lo ha detto oggi il ministro dell'economia Mika Lintila. Già in precedenza il governo finlandese aveva sostenuto prestiti alle imprese, ma i nuovi finanziamenti costituiranno un supporto diretto, ha affermato Lintila.

  • Oms: coronavirus potrebbe diventare endemico

    Il coronavirus che causa Covid-19 potrebbe diventare endemico (“endemia”: costante permanenza, in un determinato territorio, di una malattia che tende a presentarsi sporadicamente o a piccoli focolai e con una incidenza relativamente uniforme, cit. Treccani, ndr) come l'Hiv-Aids. Lo ha detto oggi l'Organizzazione mondiale della sanità, avvertendo sull’inutilità di ogni tentativo di prevedere per quanto tempo il virus potrebbe continuare a circolare e chiedendo un «enorme sforzo» per contrastarlo.

  • Cina, 3 nuovi casi domestici, nessun decesso

    La Cina ha registrato mercoledì 3 nuovi casi domestici di Covid-19, individuati nelle province di Liaoning (2) e Jilin (1), attualmente la 'zona rossa' del Paese. La Commissione sanitaria nazionale ha escluso altri decessi, che restano fermi a 4.633, fissando i contagi totali a 82.929, comprensivi di 101 pazienti ancora in cura e 78.195 guariti. I casi importati sono 1.692, di cui 1.632 risoltivi con la dimissione dagli ospedali e 60 ancora sotto trattamento medico, con 3 in condizioni gravi. I nuovi asintomatici sono 12, per totali 712, tutti sotto osservazione.

  • In Francia disoccupazione ai minimi da 11 anni, ma perché chi non ha un lavoro non lo cerca più

    La disoccupazione francese è scesa nel primo trimestre al minimo da 11 anni a questa parte, ma perché le persone senza lavoro non sono state in grado di cercare lavoro una volta che il Paese trasalpino è entrato in blocco a causa del coronavirus. Lo riferisce l'agenzia di statistica Insee. Il tasso di disoccupazione è sceso al 7,8% dall'8,1% nel quarto trimestre 2019, toccando il minimo dalla fine del 2008, secondo l'indagine trimestrale. Il blocco nazionale in Francia, iniziato il 17 marzo, ha ridotto il numero di quelli normalmente classificati come disoccupati rendendo impossibile per loro cercare lavoro. Infatti, il conteggio della disoccupazione esclude coloro che affermano di aver smesso di cercare lavoro.

  • Corea del Sud, 29 nuovi casi, un decesso

    La Corea del Sud ha registrato 29 nuovi casi di coronavirus, in gran parte legati al focolaio dei locali della movida di Itaewon, a Seul: 26 infezioni, infatti, sono di trasmissione domestica e tre sono i contagi importati. Nel complesso, i casi complessivi accertati sono saliti a 10.991, in base agli aggiornamenti del Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc), mentre la componente di Itaewon ha toccato quota 131. Tra gli ultimi casi che più hanno scosso l'opinione pubblica, c'è quello del docente di 25 anni di una scuola privata di Incheon che ha contagiato due studenti e una mamma. L'uomo, contagiato dopo aver frequentato uno dei locali frequentati dal 'paziente 1' di 29 anni, è finito nella bufera per aver tenuto nascosta la sua occupazione. Le tre nuove infezioni hanno portato a 14 i casi di Incheon, città non lontana da Seul. Le persone guarite, secondo la Kcdc, sono aumentate di altre 67 unità, a 9.762, mentre i decessi sono cresciuti di una unità, a 260.

  • Papa Francesco: tutte le fedi si uniscano oggi in preghiera per chiedere a Dio pietà

    «L'Alto Comitato per la Fratellanza Umana oggi ha indetto una giornata di preghiera e digiuno per chiedere a Dio misericordia e pietà in questo momento tragico della pandemia. Tutti siamo fratelli. Francesco d'Assisi diceva: 'tutti fratelli'. Per questo uomini e donne di ogni confessione religiosa oggi ci uniamo nella preghiera e nella penitenza per chiedere la grazia della guarigione da questa pandemia». Lo ha detto il Papa nell'introduzione della messa a Santa Marta. Durante l’omelia, Francesco ha ricordato che la pandemia del coronavirus è arrivata «come un diluvio», «non l'aspettavamo» ma «ci sono altre pandemie e noi non ce ne accorgiamo, siamo incoscienti di fronte alle tragedie». Il Papa ha citato «la pandemia della fame» per la quale «nei primi quattro mesi di quest'anno sono morte 3 milioni e 700mila persone», al di là dell'emergenza sanitaria. «Questa preghiera di oggi ci deve far pensare alle altre pandemie: fame, guerra, bambini senza educazione». «Che Dio fermi queste tragedie».

    Papa Francesco in preghiera. (Andreas Solaro / POOL / AFP)

  • Trump sceglie i capi dell’operazione Warp speed, per lo sviluppo rapido di un vaccino

    Il presidente americano Donald Trump ha scelto un ex manager dell'industria farmaceutica e un alto ufficiale per guidare l'operazione Warp Speed, volta ad accelerare lo sviluppo di un vaccino contro il coronavirus: si tratta di Moncef Slaoui, che sarà advisor del programma, e del generale Gustave Perna, che svolgerà il ruolo di direttore operativo. Lo riportano i media Usa. Slaoui è l'ex capo della divisione vaccini della GlaxoSmithKline (Gsk), che ha lasciato nel 2017 per fare il finanziere. La Gsk sta lavorando al vaccino anti Covid-19 insieme alla Sanofi. Idem Moderna, nel cui board Slaoui siede come consigliere.

    Il presidente Usa Donald Trump. ( Brendan Smialowski / AFP)

  • America Latina, 423.000 contagi e 24.000 morti

    L'America Latina sta subendo in questi giorni gli effetti di una decisa impennata della pandemia da coronavirus, con l'incremento ogni 24 ore di 20.000 contagi (ora a quota 423.155) e oltre 1.000 morti, oggi 24.241. È quanto emerge da una statistica elaborata da un’agenzia di stampa italiana per 34 nazioni e territori latinoamericani. È sempre il Brasile a guidare la classifica con il 45% dei contagiati (188.974) e ben oltre la metà dei morti (13.149). Dietro si mantiene il Perù che accumula, nonostante una popolazione non grande (32 milioni), 76.306 contagiati e 2.169 morti. Al terzo posto il Messico, con 40.186 casi confermati di Covid-19 e 4.220 decessi. Nella classifica con più di 5.000 contagi si posizionano quindi Ecuador (30.486 e 2.334), Cile (34.381 e 346), Colombia (12.930 e 509), Repubblica Dominicana (11.196 e 409), Panama (8.783 e 252) e Argentina (6.879 e 329).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti