Europa

Coronavirus, ultime notizie dal mondo. Eurogruppo: linee di credito del Mes operative. Usa: -16,4% vendite al dettaglio ad aprile, peggio delle stime

Germania: -2,2% Pil I trimestre, -2,3% su anno
Bat: vaccino basato sul tabacco pronto ai test sull’uomo
Le notizie sul virus nel mondo di ieri 14 maggio

Preghiere di donne ai tempi del coronavirus nel mese sacro dei musulmani, il Ramadan
  • Eurogruppo: linee di credito del Mes operative

    Il primo strumento europeo per aiutare le economie a superare l'impatto della pandemia - 240 miliardi di euro nelle linee di credito - è ora operativo. Nel corso di una riunione a distanza, i ministri delle finanze dell'area dell'euro hanno dato il loro ultimo ok al programma, che sarà gestito dal Mes. I governi avranno accesso a fondi a basso costo fino al 2% del loro Pil del 2019, senza le onerose condizioni di austerità associate ai prestiti concessi durante la crisi del debito sovrano. “Oggi è un buon giorno per l'Europa e un buon giorno per praticare la solidarietà”, aveva dichiarato il ministro delle finanze tedesco Olaf Scholz prima dell'incontro. “Per ogni membro dell'area dell'euro, saranno disponibili enormi finanziamenti per i costi sanitari diretti e indiretti”. Il Mes sarà in grado di prestare a tutti i Paesi dell'area dell'euro a condizioni favorevoli. Per l'Italia, ciò significa poter ricevere 36 miliardi di euro in prestiti ultra economici, una somma che potrebbe plausibilmente aumentare in caso di grande necessità.

  • Gentiloni: la proposta sul recovery fund sarà presentata a fine maggio

    Il commissario Ue per l’economia Paolo Gentiloni ha annunciato che la Commissione europea presenterà la sua proposta di recovery fund nell’ultima settimana di maggio.

  • In Francia 27.529 decessi

    In Francia i morti a causa del coronavirus hanno raggiunto i 27.529, in crescita di 104 rispetto a ieri. Lo ha comunicato il ministro della Salute. Il numero dei malati in ospedale è sceso a 19.861: - 602 rispetto a ieri. Calano anche i ricoverati in terapia intensiva, sono 2.203: in calo di 96.

  • Eurogruppo: ancora in corso riunione ministri per videoconferenza

    È ancora in corso la riunione per videoconferenza dell'Eurogruppo. Dopo il via libera ai prestiti del Mes in qualità di governatori del fondo salva-Stati, i ministri finanziari stanno discutendo la risposta economica per alleviare la profonda recessione e preparare le “munizioni” finanziarie e regolamentari per accelerare la ripresa. Uno dei temi sui quali si sta discutendo molto anche a livello di ministri finanziari è l'aumento delle risorse proprie del bilancio Ue cui il Recovery Fund è ancorato (sia pure aggiuntivo al volume finanziario del bilancio). Sul tavolo ci sono le solite idee: tassa sulle transazioni finanziarie, tassa sulle imprese, sulle emissioni di Co2, sulla plastica non riciclata. Il Parlamento spinge in tale direzione. Se ne parla da tempo senza essere mai arrivati al dunque. In ogni caso un aggravio di tassazione in questa fase è una misura tanto prociclica (aumenterebbe le difficoltà delle imprese) quanto impopolare.

  • Trump, Cina avrebbe dovuto fermare diffusione virus ma non e' stato così

    Il vaccino doveva essere fermato in Cina ma non e' stato cosi'. Lo ha detto il presidente statunitense, Donald Trump, dalla Casa Bianca in un evento alla Casa Bianca in cui ha nominato Moncef Slaoui, ex capo della divisione vaccini alla GlaxoSmithKline, alla guida di “Operation Warp Speed”, il piano della Casa Bianca per far si che un eventuale vaccino contro il nuovo coronavirus sia disponibile entro la fine dell'anno. Il virus “è venuto dalla Cina. Avrebbe dovuto essere fermato in Cina prima che si diffondesse nel mondo”, ha detto Trump. “Non sono entusiasta” della Cina ha aggiunto il presidente che pero' ha notato come a livello commerciale Pechino sta acquistando prodotti Usa come stabilito dalla ‘fase 1' dell'accordo commerciale siglato lo scorso gennaio.

  • Fmi, Georgieva: «Recupero sarà parziale nel 2021. Aiuti a 56 Paesi»

    «Nella migliore delle ipotesi il recupero sarà parziale nel 2021». Lo ha detto la presidente del Fondo monteraio internazionale Kristalina Georgieva, che ha precisato come 56 paesi abbiano ricevuto aiuti per fronteggiare l’emergenza causata dal coronavirus. «Il messaggio ai governi è di spendere ora», con un focus su medici,infermieri e sui più deboli nella società. Secondo Georgieva i grandi vincitori di questa crisi saranno la digital economy, l’e-commerce, l’e-government e l’e-learning. «Spero che le big tech - ha detto - vedano la crisi come opportunità per un capitalismo responsabile»

  • Aiuti ai lavoratori autonomi, presentate 1,1 mln di domande nel Regno unito

    Sono circa 1,1 milioni i lavoratori autonomi che hanno chiesto assistenza al governo del Regno Unito nei primi due giorni di avvio del programma di aiuti per aiutare la categoria a superare il blocco del coronavirus. Secondo l’Agenzia delle Entrate e delle dogane le richieste presentate ammontano finora a 3,1 miliardi di sterline (3,8 miliardi di dollari). I richiedenti hanno diritto a contributi una tantum per un totale dell'80% dei loro guadagni mensili per un periodo di tre mesi, sulla base degli ultimi tre anni di profitti commerciali. Il governo mira a pagare i richiedenti entro sei giorni.

  • Nel mondo contagiate più di 4,49 mln di persone, 202mila i decessi

    In base a un conteggio dell’Agenzia Reuters le persone contagiate dal coronavirus nel mondo ammontano a più di 4,49 milioni, e 302.207 sono morte. Finora le infezioni sono state segnalate in oltre 210 paesi e territori da quando i primi casi sono stati identificati in Cina a dicembre 2019.

  • Brasile, si dimette il ministro della Salute

    Il Brasile ha perso il suo secondo ministro della Salute nel giro di un mese mentre la pandemia di coronavirus continua a diffondersi nella più grande economia dell'America Latina. Oggi si è infatti dimesso Nelson Teich, che aveva assunto l'incarico lo scorso aprile, dopo il licenziamento del suo predecessore da parte del presidente Jair Bolsonaro in seguito a uno scontro sulle misure di allontanamento sociale. Ieri il ministero della Sanità brasiliano ha rilevato 13.944 nuovi casi di coronavirus, che confermano il paese come il nuovo hot spot globale per la malattia. Il numero di infezioni è più che raddoppiato nelle ultime due settimane, portando il totale a 202.918 unità. Una cifra che secondo i funzionari sanitari non rispecchia probabilmente la realtà di un Paese con 210 milioni di abitanti.

  • Governo olandese conferma infezione di un cane e tre gatti

    Il Governo olandese ha confermato quattro casi di infezioni da coronavirus su animali, un cane e tre gatti, nei Paesi bassi.

  • Piano Sure da 100 mld esteso a misure sanitarie e autonomi

    Gli ambasciatori presso la Ue hanno raggiunto un accordo politico in merito a Sure, il regime temporaneo in grado di fornire agli Stati membri fino a 100 miliardi di euro di prestiti a condizioni favorevoli per contribuire al finanziamento degli della spesa pubblica nazionale - a partire dal 1º febbraio 2020 - connessi a regimi di riduzione dell'orario lavorativo e misure analoghe. Coprirà anche gli interventi per i lavoratori autonomi e misure di carattere sanitario, in particolare sul posto di lavoro, in risposta alla crisi. Il regolamento dovrà ora essere adottato formalmente dal Consiglio, con procedura scritta. L'adozione è prevista per il 19 maggio.
    Sure, che dovrebbe essere operativo dal primo giugno, è una delle tre reti di sicurezza - del valore di 540 miliardi di euro - per l'occupazione e i lavoratori, le imprese e gli Stati membri, approvata dall'Eurogruppo il 9 aprile 2020. Sarà disponibile dopo che tutti gli Stati membri avranno fornito le loro garanzie e sarà in seguito operativo fino al 31 dicembre 2022. Su proposta della Commissione, il Consiglio può decidere di prorogare il periodo di disponibilità dello strumento, ogni volta per un periodo supplementare di 6 mesi, qualora persistano gravi perturbazioni economiche causate dalla pandemia di covid-19.

  • Recovery Fund, Sassoli: risoluzione Parlamento Ue “messaggio potente” a Stati e Commissione

    Il 27 maggio la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen presenterà agli eurodeputati la proposta di piano di ricostruzione dell'economia, compreso il Recovery Fund. Lo ha annunciato il presidente del Parlamento europeo David Sassoli. Von der Leyen dovrebbe presentare anche il nuovo progetto di bilancio 2021-2027. Sassoli ha indicato che in questa fase «gli eurodeputati vogliono essere protagonisti” e che la risoluzione votata sul Recovery Fund “è un messaggio potente alle istituzioni ed ai governi, chiede a Consiglio e Commissione un piano di ripresa rapida e risorse immediate”.

  • L’Azerbaigian da lunedì riapre bar e ristoranti

    Da lunedì 18 maggio il Governo del'Azerbaigian consentirà la riapertura di caffè e ristoranti nella capitale Baku e in altre grandi città, ma l'orario di lavoro e il numero di clienti saranno limitati. Il sistema di uscita controllato da SMS verrà revocato, così come il divieto per gli over 65 di lasciare la propria casa. Sarà consentito anche camminare per strada e nei parchi, ma solo in piccoli gruppi. Il paese a maggioranza musulmana ha imposto un blocco di un mese il 24 marzo e lo ha esteso fino al 31 maggio. Il suo settore petrolifero, il più importante per l’economia nazionale, ha continuato a funzionare anche durante il lockdown, con i lavoratori separati da turni.

  • Wall Street apre in ribasso (Dj -0,7%) dopo cali record vendite e produzione

    Wall Street ha aperto in ribasso in scia ad una serie di dati macroeconomic disastrosi. Sia le vendite al dettaglio, scese del 16,4% su base mensile rispetto a marzo (contro attese per un -12,3%) che la produzione industriale, scesa dell'11,2%, ad aprile hanno messo a segno il loro peggiore calo su base mensile di sempre. Pesano anche le nuove tensioni tra Stati Uniti e Cina.

  • Industra manifatturiera Usa in calo del 13,7% ad aprile


    La produzione manifatturiera degli Stati Uniti ha subito un calo record ad aprile quando la pandemia di coronavirus ha spezzato le catene di approvvigionamento e ha depresso la domanda, confermando l’opinione degli economisti che l'economia Usa si ridurrà nel secondo trimestre a un ritmo mai visto dai tempi della Grande Depressione. Oggi la Federal Reserve ha registrato un arretramento dell’industria manifatturiera del 13,7%, il calo più grande nella storia della serie. I dati di marzo sono stati rivisti evidenziandoun calo della produzione manifatturiera del 5,5% rispetto al -6,3% riportato in precedenza.

  • Parlamento Ue su Recovery Fund: fornisca soprattutto sovvenzioni a Stati

    Il Recovery Fund europeo dovrà essere un elemento “principale” di un pacchetto che dia un impulso di investimento, anche privato, di 2 miliardi di euro, deve essere finanziato “attraverso l'emissione di obbligazioni a lungo termine” e le risorse devono essere erogate “attraverso prestiti e, soprattutto, attraverso sovvenzioni agli Stati, pagamenti diretti per investimenti e capitale proprio”. È quanto indica la risoluzione approvata dal Parlamento europeo con 505 voti favorevoli, 119 contrari e 69 astensioni. Era stata presentata da Ppe, Pse, Verdi, Renew Europe (liberali+macroniani), Ecr (il gruppo di cui fa parte Fratelli d'Italia). I parlamentari 5 Stelle hanno votato a favore; i leghisti si sono astenuti, quelli di Fratelli d'Italia pure. I parlamentari di Forza Italia hanno votato a favore (tranne uno che ha votato contro).

  • Presidente corte costituzionale tedesca: nostra sentenza non riguarda misure attuali

    La sentenza della corte costituzionale tedesca di martedì scorso sul quantitative easing della Bce non rappresenta in alcuna maniera una valutazione delle misure attuali al vaglio della banca centrale europea. È quanto ha precisato il presidente uscente di quella medesima corte, Andreas Vosskuhle, in un'intervista concessa all'emittente televisiva tedesca Swr.

  • Dal 15 giugno l’Austria riapre le frontiere con Svizzera, Liechtenstein e Germania

    L'Austria ha raggiunto un accordo di riapertura delle frontiere con la Svizzera e il Liechtenstein, che si aggiunge quello precedentemente annunciato con la Germania, per consentire il viaggi senza limitazioni dal 15 giugno. Lo ha detto il cancelliere austriaco Sebastian Kurz. «Abbiamo raggiunto un accordo con la Germania, il Liechtenstein e la Svizzera, vale a dire un significativo allentamento fin da oggi e una completa apertura delle frontiere dal 15 giugno», ha detto Kurz, aggiungendo che sono in corso colloqui con i Paesi confinanti dell'Europa orientale.

  • Stati Uniti, -16,4% vendite al dettaglio ad aprile, peggio delle stime

    Le vendite al dettaglio negli Stati Uniti hanno subito per il secondo mese consecutivo anche ad aprile un calo record, facendo presagire una possibile debacle dell’economia Usa nel secondo trimestre 2020 che non ha paragoni fin dai tempi della Grande Depressione. Il dipartimento del commercio ha infatti annunciato che le vendite al dettaglio sono crollate del 16,4% il mese scorso, la decrescita maggiore da quando il governo ha iniziato a monitorare la serie, nel 1992. I dati di marzo sono stati rivisti leggermente al rialzo: il calo è stato dell'8,3% invece che dell'8,7% come precedentemente riportato. In precedenza, gli economisti avevano previsto un calo delle vendite al dettaglio ad aprile del 12,0%.

  • Danimarca, ieri nessun decesso

    Ieri la Danimarca non ha riportato nessun decesso correlato al coronavirus. È la prima volta dal 13 marzo. Il numero totale di casi confermati di contagio è aumentato di 78 unità raggiungendo quota 10.791, con un numero di ricoveri in discesa di 10, per un totale di 137. Il bilancio delle vittime è rimasto invariato a 537.

  • Global Times: Cina minaccia ritorsioni agli Stati Uniti su restrizioni a Huawei

    Indiscrezione dal Global Times, giornale cinese vicino al governo, pubblicato anche in inglese. Scrive infatti l’editor in chief Hu Xijin su Twitter: «Sulla base di quello che so, se gli Stati Uniti bloccheranno ulteriormente la fornitura di tecnologie chiave a Huawei, la Cina attiverà la “lista di entità inaffidabili”, limitando o mettendo sotto osservazione società statunitensi come Qualcomm, Cisco e Apple, e sospenderà l'acquisto di aeroplani Boeing».

  • Norvegia: restrizioni ai viaggi restano in vigore fino al 20 agosto. La premier: fate vacanza in patria

    Il primo ministro norvegese Erna Solberg ha detto che le restrizioni ai viaggi dei suoi connazionali resteranno in vigore fino al 20 di agosto. Solberg ha anche invitato i norvegesi a pianificare le loro vacanze in patria. Per quanto riguarda i viaggi di lavoro, invece, il ministro della Giustizia norvegese ha specificato che se qualcuno dovrà recarsi in un altro Paese del Nord Europa per motivi professionali, potrà farlo a partire dal primo di luglio.

  • Bat: vaccino basato sul tabacco pronto ai test sull’uomo

    Un vaccino sperimentale Covid-19 sviluppato dal produttore di sigarette British American Tobacco Plc è pronto per iniziare la fase di test sull'uomo. Test pre-clinici del vaccino hanno mostrato infatti una risposta immunitaria positiva, secondo quanto annunciato in una nota dalla società di tabacco con sede a Londra. La prima fase delle sperimentazioni sull'uomo potrebbe iniziare già alla fine di giugno, se autorizzata dalle autorità sanitarie, ha sottolineato la BAT.

  • Geogia, stop allo stato di emergenza dal 22 maggio

    La Georgia annullerà lo stato di emergenza dichiarato sul nuovo coronavirus dopo il 22 maggio. Lo riferisce l’Agenzia Tass che cita il primo ministro georgiano Giorgi Gakharia.

  • Commissione Ue: sì a due iniziative popolari per Reddito di base

    La Commissione europea ha deciso di registrare due iniziative intitolate “Avviare redditi di base incondizionati in tutta la Ue” e “Libertà di condividere”. La Commissione ritiene le due iniziative giuridicamente ammissibili in quanto soddisfano le condizioni necessarie, ma in questa fase non ne ha ancora analizzato il merito. L'obiettivo della prima iniziativa è “istituire redditi di base incondizionati che assicurino a ciascuno la sussistenza e la possibilità di partecipare alla società nel quadro della sua politica economica, restando entro l'ambito delle competenze conferite alla Ue dai trattati”.
    Gli organizzatori precisano che il reddito di base incondizionato dovrebbe essere “universale”, “individuale”, “incondizionato” e “sufficiente” e invitano la Commissione a presentare una proposta relativa a questo strumento che ridurrebbe le disparità regionali. Con “Libertà di condividere” si intende “legalizzare la condivisione attraverso reti digitali, per fini personali e senza scopo di lucro, di file contenenti opere e altri materiali tutelati da diritto d'autore, diritti connessi e diritto sui generis del costitutore di banche di dati, al fine di bilanciare questi diritti degli autori e degli altri titolari di diritti con il diritto alla scienza e alla cultura di chiunque». Entro sei mesi gli organizzatori possono avviare la raccolta di firme: hanno a disposizione un anno e occorrono un milione di dichiarazioni di sostegno in almeno sette Stati. La Commissione dovrà reagire entro sei mesi, decidendo se dare o meno seguito alla richiesta.

  • Spagna, decessi in calo a 138

    In Spagna il numero dei decessi per Covid-19 è diminuito a 138 in 24 ore, dopo i 217 notificati ieri e i 180 dei due giorni precedenti. Si tratta inoltre del numero più basso dopo i 123 decessi di lunedì. Il ministero della Sanità spagnolo ha, inoltre, reso noto che i nuovi casi di contagio sono 549 a un totale di 230.183 (+0,24%). I malati per cui è stato necessario il ricovero in ospedale sono 346 (a 124.571) e gli ingressi in terapia intensiva sono stati 29 (a 11.493).

  • Asian Development Bank, impatto crisi fino a 8.800 miliardi di dollari

    L'economia globale potrebbe perdere tra 5.800 e 8.800 miliardi di dollari, pari al 6,4-9,7% del Pil, a causa dell'impatto della crisi scatenata dalla pandemia di coronavirus, in assenza di interventi governativi di sostegno. Queste le nuove stime della Asian Development Bank, decisamente più pessimistiche rispetto a quelle diffuse a inizio aprile che prevedevano un impatto del Covid-19 tra 2.000 e 4.100 miliardi.

  • Spagna, i casi crescono a 230.183

    I casi di coronavirus registrati in Spagna sono saliti a 230.183, dai 229.540 dello scorso venerdì. Lo comunica il ministero della Sanità spagnolo.

  • Portogallo, Pil a -3,9% nel I trimestre 2020

    Il Pil del Portogallo è diminuito del 3,9% nel primo trimestre 2020 rispetto agli ultimi tre mesi del 2019, a causa della crisi sanitaria globale, secondo una stima provvisoria pubblicata dal National Institute of Statistics (Ine).

    Questo calo del Pil, che secondo Ine riflette “gli effetti della pandemia di Covid-19 sull'attività economica”, è più pronunciato di quanto previsto dalla Commissione europea, che prevedeva un calo dell'1,8% nella variazione trimestrale. Il calo è del 2,4% rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso.

  • E19, a marzo surplus beni commercio sale a 28,2 miliardi

    A marzo le misure di contenimento covid-19 introdotte dagli Stati membri hanno avuto un impatto significativo sul commercio internazionale di merci. La prima stima Eurostat per le esportazioni di merci nell'area dell'euro verso il resto del mondo è 193,3 miliardi di euro, in calo del 6,2% rispetto a marzo 2019 (206,1 miliardi di euro).

    Le importazioni dal resto del mondo sono state pari a 165 miliardi, in calo del 10,1% rispetto a marzo 2019 (183,5 miliardi). Di conseguenza, l'area dell'euro ha registrato un avanzo di 28,2 miliardi nel commercio di beni con il resto del mondo rispetto a 22,7 miliardi nel marzo 2019. Il commercio all'interno dell'area dell'euro è sceso a 153,3 miliardi, in calo del 12,1% rispetto a marzo 2019.

  • E19, confermata crescita negativa primo trimestre: Pil a -3,8%

    Eurostat ha confermato che nella zona euro la crescita del pil nel primo trimestre è stata negativa, -3,8% rispetto al trimestre precedente. Rispetto a un anno prima -3,2%. Si tratta del calo del più forte dal 1995. Nel quarto trimestre 2019 il pil era cresciuto dello 0,1%. Il calo più forte si è registrato in Francia, -5,8%, seguita da Spagna -5,2% e Italia -4,7% (-4,8% rispetto al primo trimestre 2019). In Germania -2,2%. La stima flash Eurostat era stata pubblicata a fine aprile.

  • Hong Kong, peggiore recessione della storia: -5,3% Pil I trimestre e -8,9% annuo

    L'economia di Hong Kong registra la peggior recessione della sua storia con la pandemia di coronavirus che ha inferto un duro colpo alla città dopo mesi di disordini sociali. Il Pil si è ridotto del 5,3% nel primo trimestre rispetto al precedente con una caduta dell'8,9% rispetto a un anno prima, ha annunciato il governo che ha rivisto le stime preliminari.

    È il terzo trimestre consecutivo di contrazioni e il suo peggior calo trimestrale da quando sono iniziati le statistiche nel 1974. Il ritmo del primo trimestre si confronta con un calo del 3% nel trimestre precedente e una stima anticipata del -8,9%. Il governo ha anche ribadito le sue previsioni per quest'anno di una contrazione tra il 4% al 7% per l'economia di Hong Kong.

  • Germania: -2,2% Pil I trimestre, -2,3% su anno

    La Germania ha registrato un calo del Pil del 2,2% nel primo trimestre del 2020, a fronte di una contrazione del -2,3% su scala annua.

  • Olanda, Pil a -1,7% nel I trimestre e -0,5% su anno

    Il Pil dell'Olanda ha registrato una contrazione dell'1,7% nel primo trimestre dell'anno con un calo dello 0,5% su anno.

  • Russia, 10.598 nuovi casi

    La Russia ha registrato venerdì 10.598 nuovi casi di coronavirus, portando il totale a 262.843. La taskforce governativa ha dichiarato che ci sono stati 113 nuovi morti nelle 24 ore, portando il bilancio complessivo a 2.418.

  • Reynders (Ue): legge europea ha preminenza su Karlsruhe


    La legge europea ha la preminenza sulla sentenza della Corte costituzionale tedesca. Lo sottolinea il Commissario Ue alla Giustizia, Didier Reynders, in un'intervista a il ‘Sole 24 Ore', precisando che nelle prossime settimane sarà presa una decisione se aprire una procedura di infrazione dopo che i magistrati tedeschi hanno ignorato la sentenza della Corte europea sugli acquisti di debito da parte della Bce.

    «Dobbiamo assicurare che non applichiamo alcun doppio pesismo», spiega Reynders. A proposito della situazione che si è creata in Polonia e Ungheria con le recente leggi, il commissario alla Giustizia sottolinea la volontà di «difendere lo stato di diritto, durante e dopo la crisi di queste settimane». Un tema che è diventato «una vera preoccupazione per il Consiglio europeo», come le questioni economiche e di bilancio e che sarà oggetto di un rapporto a settembre.

  • Cina: Banca centrale ha iniettato 100 miliardi di yuan liquidità nel sistema

    La banca centrale cinese ha iniettato 100 miliardi di yuan di liquidità nel sistema bancario attraverso il suo strumento di prestito a medio termine, nel tentativo di incoraggiare più prestiti poiché gli ultimi dati economici indicano una debole ripresa. La Banca popolare cinese ha affermato che l'MLF (medium term landin facility) è di un anno e addebita alle banche un tasso di interesse del 2,95% invariato rispetto all'ultima operazione. La Cina ha riportato dati economici contrastanti, con la produzione industriale che rimbalza mentre gli investimenti e i consumi hanno continuato a diminuire rispetto all'anno precedente.-

  • Cina: rimbalza produzione industriale (+3,9%) ad aprile, giù vendite dettaglio

    La produzione industriale in Cina è rimbalzata ad aprile con un progresso del 3,9% su base annua, mentre le vendite al dettaglio sono rimaste deboli con un calo del 7,5%, secondo le statistiche ufficiali pubblicate oggi. È la prima volta dall'inizio dell'anno che la produzione industriale si trova in territorio positivo, segno di un graduale ritorno alla normalità nel primo paese colpito dall'epidemia di Covid-19. “La ripresa del lavoro, della produzione e del mercato ha registrato graduali miglioramenti” ad aprile, ha segnalato l'Ufficio di statistica. La produzione industriale era diminuita dell'1,1% il mese precedente a causa dello stop per il coronavirus, dopo il crollo di gennaio e febbraio (-13,5%). La produzione industriale è cresciuta del 2,3% su mese. L'epidemia, che ha avuto un forte impatto sulla produzione e sul funzionamento delle imprese, ha praticamente chiuso il paese a febbraio. Poi le restrizioni sono state gradualmente revocate, ma si prevede che le conseguenze per l'economia si protrarranno. Un segnale viene dalle vendite al dettaglio che in aprile hanno continuato a diminuire (-7,5% annuo) ma a un ritmo più lento rispetto al mese precedente (-15,8% a marzo).

  • “La pandemia può costare il 10% del Pil a livello globale”

    Il costo della pandemia da coronavirus potrebbe raggiungere gli 8,8 mila miliardi di dollari, quasi il 10 per cento del Pil mondiale, dipenderà da quanto la pandemia continuerà e dalle risposte dei governi, calcola l’Asian Development Bank.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti